Un giudice che tollera gli hacker

In Nuova Zelanda un magistrato crede al racconto di un uomo che aveva collaudato i sistemi di sicurezza di una banca, elencando tutte le falle all'istituto. Denunciato, ha temuto il peggio

Wellington (Nuova Zelanda) – Non capita spesso che uno smanettone che si intende di sicurezza informatica e che mette le proprie conoscenze al servizio di un istituto bancario riesca a cavarsela senza condanne dopo essere stato denunciato e dopoché il proprio computer è stato sequestrato dalle forze dell’ordine. Eppure questo è proprio quanto accaduto, come racconta il New Zealand Herald .

In buona sostanza il 39enne Gerasimos Macridis aveva verificato che la Reserve Bank neozelandese soffriva di una serie di “falle”, sia presso la banca che presso una compagnia TLC a cui questa si appoggia. Ad entrambi i soggetti ha elencato le vulnerabilità e ha spiegato come ha eseguito i suoi test, dopodiché si è spinto a chiedere loro un compenso per quanto scoperto.

La reazione è stata invece una denuncia, con successivi perquisizione e sequestro dei suoi materiali informatici. In tribunale un sorpresissimo Macridis si è comunque dichiarato colpevole di accesso non autorizzato a sistemi informativi di terzi e, nonostante vecchi precedenti che gli ascrivevano azioni non proprio cristalline sul piano informatico, il magistrato ha creduto nella sua buona fede e ha deciso di archiviare il caso senza una condanna. Una sorpresa ancora maggiore, probabilmente, per lo smanettone neozelandese.

Vedi anche l’ articolo di The Register sull’argomento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ubu re scrive:
    X redazione
    Sappiate che ho apprezzato. :)
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno me la spiega?
    Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta libera, quindi a 1G?E poi, perché nello spazio si dice sempre che non c'è gravità, quando orbitano grazie ad essa?(newbie)(newbie)(newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      nello spazio la gravità c'è...ma evidentemente è molto inferiore a quella presente al suolo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      - Scritto da:
      Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta
      libera, quindi a
      1G?

      E poi, perché nello spazio si dice sempre che non
      c'è gravità, quando orbitano grazie ad
      essa?

      (newbie)(newbie)(newbie)Boh, credo che essende al suolo a 0,98, la annullino.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno me la spiega?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta

        libera, quindi a

        1G?



        E poi, perché nello spazio si dice sempre che
        non

        c'è gravità, quando orbitano grazie ad

        essa?



        (newbie)(newbie)(newbie)


        Boh, credo che essende al suolo a 0,98, la
        annullino.
        oltretutto orbitano grazie al movimento orizzontale che impedisce di essere "risucchiati" dalla forza di gravità della terra... in pratica è molto bassa ma mai 0
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      Come spiegherebbe Galileo, si tratta di moto relativo: se cadono tutti insieme, si vedono tutti sostanzialmente sospesi. Non c'é nessun annullamento di gravità (solo della percezione di essa), semplicemente è una caduta libera in condizione controllata.Ho spiegato bene?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      basta cercare su googlehttp://www.esa.int/esaCP/ESAHFETHN6D_Italy_0.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      - Scritto da:
      Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta
      libera, quindi a
      1G?

      E poi, perché nello spazio si dice sempre che non
      c'è gravità, quando orbitano grazie ad
      essa?
      E' tutta questione di bilanciamento di forze. Dai tempi di Newton si sa che non esiste un sistema di riferimento assoluto, quindi per il sistema di riferimento dell'aereo è come se non ci fossero forze, quindi praticamente gravità zero per gli abitanti dell'aereo.Per quanto riguarda invece gli oggetti orbitanti, c'è un bilanciamento fra la gravità e la forza centrifuga (dovuta al movimento intorno alla terra, che dipende solo dalla velocità tangenziale e dall'inverso del quadrato della distanza dal centro della Terra). Quindi, per il sistema di riferimento dell'oggetto orbitante, si ha gravità zero.Attenzione! Per quanto riguarda la stazione ISS, non è gravità zero, ma è una situazione di microgravità, perché l'orbita in cui si trova non è esattamente quella di cui avrebbe bisogno per stare in equilibrio: infatti ogni tanto uno shuttle o una soyuz va lassù a dare un colpetto di motore per farla risalire un po', altrimenti prima o poi si schianterebbe.Mi sento molto Piero Angela (magari!)
    • Giambo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      - Scritto da:
      Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta
      libera, quindi a
      1G?Quando sei con i piedi piantati per terra, senti il G grazie al pavimento che "preme" sui tuoi piedi.Se sei su un'ascensore che sale veloce senti qualcosina in piu': Il pavimento "preme" sui tuoi piedi un pelino piu' forte.Quando l'ascensore scende, senti meno di 1G. Quando il cavo dell'ascensore si rompe, senti 0G ;)
      E poi, perché nello spazio si dice sempre che non
      c'è gravità, quando orbitano grazie ad
      essa?Perche' la gravita' della terra e' compesata dalla forza centrifuga (Quella che ti fa' schizzare fuori dalla giostra o ti preme contro il finestrino dell'auto quando curvi) causata dalla navicella che ruota attorno alla terra.Se ci fosse gravita', la stazione spaziale non sarebbe piu' dov'e' ora :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno me la spiega?

        Quando il cavo dell'ascensore si rompe, senti 0G
        ;)Quando il cavo dell'ascensore si rompe, senti le imprecazioni e le urla isteriche degli occupanti ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno me la spiega?
          - Scritto da:

          Quando il cavo dell'ascensore si rompe, senti 0G

          ;)

          Quando il cavo dell'ascensore si rompe, senti le
          imprecazioni e le urla isteriche degli occupanti
          ;)per un po...ma poi cessano subito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcuno me la spiega?
            Poi vedi un po' di fumo.. cmq in che senso presurrizato non sento che sto cadendo???Gli aerei normali sono presurizzati? Se si allora non è vero che non si sente quando si sale e scende....
          • Anonimo scrive:
            Attenti in aula! :-)
            - Scritto da:
            Gli aerei normali sono presurizzati? Se si allora
            non è vero che non si sente quando si sale e
            scende....Ma dove eravate (mi aspetto siate diplomati e laureati in gran maggioranza) quando il/la prof. spiegava scienze/fisica? :|La sensazione del movimento dell'aereo è data al nostro cervello da una serie di stimoli, ma per semplificare mi fermerei alla vista (percezione del movimento rispetto a un punto di riferimento), organi dell'orecchio interno (percezione dell'accelerazione e dell'orientamento spaziale).La pressurizzazione aiuta a limitare la sensazione (che potrebbe diventare dolorosa e pericolosa) del rapido cambiamento di altitudine - ossia di pressione - limitando gli sbalzi tra pressione interna al nostro orecchio e pressione esterna (ma in questo caso quella all'interno della fusoliera).Non guardare fuori dal finestrino (o farlo senza un punto di riferimento, es. se all'interno di un fitto banco nuvoloso) limita la percezione fino al disorientamento spaziale.Però quando sali e scendi (in un normale volo di linea) il tuo orecchio percepisce l'accelerazione (cabrata in decollo, seguita da rotazione verso l'orizzontale al raggiungimento della quota di volo, viceversa all'atterraggio).Se l'accelerazione è molto significativa la percepisci come schiacciamento sugli arti (ti senti "pesante" o "leggero" a seconda del movimento dell'aereo) e disturbi circolatori che se intensi si ripercuotono sulla visione (i piloti militari e acrobatici hanno apposite tute per limitare questi effetti).Se arrivato fin qui senza addormentarti? Bravo e grazie per la pazienza. Altre domande? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcuno me la spiega?
            - Scritto da:
            Poi vedi un po' di fumo.. cmq in che senso
            presurrizato non sento che sto
            cadendo???

            Gli aerei normali sono presurizzati? Se si allora
            non è vero che non si sente quando si sale e
            scende....quella e l'accelerazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno me la spiega?
      - Scritto da:
      Perchè si chiama gravità zero se sono in caduta
      libera, quindi a
      1G?

      E poi, perché nello spazio si dice sempre che non
      c'è gravità, quando orbitano grazie ad
      essa?

      (newbie)(newbie)(newbie)Anzitutto non sono in caduta libera, ma l'aereo usa i motori per sconfiggere l'attrito dell'aria ed accelerare a 9,8m/s.Si chiama gravità zero perché è la gravità che viene avvertita all'interno dell'aereo.La gravità terrestre è 1 G, l'aereo crea una gravità -1 G (verso la coda) e il risultato è 0g, cioè si galleggia. Essendo poi l'interno pressurizzato, non si ha la sensazione di caduta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcuno me la spiega?
        Tutto dipende dal principio di Usestain. La gravità, essendo una forza uguale e contraria, si ripercuote sulla materia a seconda della lubrificazione dei fotoni.Il problema sorge quando, ed è cosa nota ai fisici quantistici, le particelle aerospaziali si dividono dando vita al paradosso spaziotemporale noto col nome di paradosso spaziotemporale di Gustafson.é un pò come per le bollicine nell'acqua minerale. Quando si rompono, anche se non lo notiamo, generano una forza pari all'esplosione di 20000 bombe atomiche annullando la gravità (in minima parte ovvio), ma se unita alle particelle quantiche può avere effetti di gravità zero.Spero di essere stato chiaro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno me la spiega?
          - Scritto da:
          Tutto dipende dal principio di Usestain. La
          gravità, essendo una forza uguale e contraria, si
          ripercuote sulla materia a seconda della
          lubrificazione dei
          fotoni.
          Il problema sorge quando, ed è cosa nota ai
          fisici quantistici, le particelle aerospaziali si
          dividono dando vita al paradosso spaziotemporale
          noto col nome di paradosso spaziotemporale di
          Gustafson.
          é un pò come per le bollicine nell'acqua
          minerale. Quando si rompono, anche se non lo
          notiamo, generano una forza pari all'esplosione
          di 20000 bombe atomiche annullando la gravità (in
          minima parte ovvio), ma se unita alle particelle
          quantiche può avere effetti di gravità
          zero.
          Spero di essere stato chiaro.Certo.... Più chiaro di così si muore....(anonimo)(anonimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcuno me la spiega?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Tutto dipende dal principio di Usestain. La

            gravità, essendo una forza uguale e contraria,
            si

            ripercuote sulla materia a seconda della

            lubrificazione dei

            fotoni.

            Il problema sorge quando, ed è cosa nota ai

            fisici quantistici, le particelle aerospaziali
            si

            dividono dando vita al paradosso spaziotemporale

            noto col nome di paradosso spaziotemporale di

            Gustafson.

            é un pò come per le bollicine nell'acqua

            minerale. Quando si rompono, anche se non lo

            notiamo, generano una forza pari all'esplosione

            di 20000 bombe atomiche annullando la gravità
            (in

            minima parte ovvio), ma se unita alle particelle

            quantiche può avere effetti di gravità

            zero.

            Spero di essere stato chiaro.

            Certo.... Più chiaro di così si muore....

            (anonimo)(anonimo)non so se sono più strano io o tu. ...e io vado forte, credimi
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcuno me la spiega?
          Non dimenticare che in recenti esperimenti per lubrificare i fottoni hanno usato la creolite con risultati goderecci ;-)
  • Anonimo scrive:
    Ah si?
    E come mai in fusoliera svolazzano un pene, un orecchio, un testicolo, ed una lingua?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ah si?
      ma che te frega, l'importante è che sono vivi :D
    • Anonimo scrive:
      Questa è facile...
      - Scritto da:
      E come mai in fusoliera svolazzano un pene, un
      orecchio, un testicolo, ed una
      lingua?Si è aperta la borsa dello studente in medicina che si era portato a casa il compito d'autopsia? O)
  • Anonimo scrive:
    peccato che si trascuri un particolare
    ovvero che per ognuna delle 32 volte in cui si è sperimentata l'assenza di gravità si è dovuto poi richiamare l'aereo, passando quindi continuamente da 0g a suppongo almeno almeno 2g: per una ciste al braccio passi, ma in qualsiasi altro caso uno sballottolamento del genere non sarebbe stato di certo salutare...
    • Davz scrive:
      Re: peccato che si trascuri un particola
      - Scritto da:
      ovvero che per ognuna delle 32 volte in cui si è
      sperimentata l'assenza di gravità si è dovuto poi
      richiamare l'aereo, passando quindi continuamente
      da 0g a suppongo almeno almeno 2g: per una ciste
      al braccio passi, ma in qualsiasi altro caso uno
      sballottolamento del genere non sarebbe stato di
      certo
      salutare...beh dai, era un test per eventuali operazioni nello spazio dove si è sempre a 0g...
    • Anonimo scrive:
      Re: peccato che si trascuri un particola
      ma leggi le notizie prima di commentare?l'esperimento era per verificare la fattibilità di un intervento a 0g come ad esempio sulla ISS
    • Anonimo scrive:
      Re: peccato che si trascuri un particola
      - Scritto da:
      ovvero che per ognuna delle 32 volte in cui si è
      sperimentata l'assenza di gravità si è dovuto poi
      richiamare l'aereo, passando quindi continuamente
      da 0g a suppongo almeno almeno 2g: per una ciste
      al braccio passi, ma in qualsiasi altro caso uno
      sballottolamento del genere non sarebbe stato di
      certo
      salutare...Almeno due g? Dipende dalla traiettoria imposta all'aereo, ma potrebbe tranquillamente essere 1,1g (basta non avere fretta di tornare in quota).In pratica l'aereo "delfineggia" in una serie di movimenti alto-basso grossomodo sul tipo di quelli che si vedono fare dai delfini nei documentari, quando seguono le navi e saltano in superficie...A seconda del tipo d'operazione, si tratta di sopportare carichi contenuti al sistema circolatorio (il paziente è in orizzontale) e agli organi interni.
Chiudi i commenti