Un miliardo di dollari di multa per spam

Succede negli Stati Uniti dove un provider, a quattro anni da un grave episodio di spam, ottiene un'importante vittoria. Ma quei dindi probabilmente non li vedrà mai


Davenport (USA) – Una sanzione così a carico di alcuni spammer non s’era mai vista. Un giudice federale americano ha infatti multato per un totale di un miliardo di dollari tre aziende colpevoli di aver inviato 10 milioni di email spammatorie ai clienti di un provider statunitense.

Una sanzione così pesante si spiega perché le tre aziende coinvolte sono state riconosciute colpevoli di aver violato una legge federale sul racket e le organizzazioni malavitose nonché la legge dell’Iowa sui comportamenti industriali criminali. La legge federale americana contro lo spam da sola non consentirebbe di sanzionare così pesantemente gli spammer.

La AMP Dollar Savings Inc. è stata condannata a pagare 720 milioni di dollari mentre 360 milioni dovranno essere versati dalla Cash Link Systems Inc. Molto meno, 140mila dollari, è la multa inflitta alla TEI Marketing Group.

Non sarà però facile riscuotere dalle imprese, che non hanno neppure nominato un difensore al processo e che non rispondono alle richieste di chiarimenti dei reporter. Gli avvocati del provider, preso di mira dallo spam delle tre aziende nel 2000, hanno ammesso di non ritenere possibile la riscossione del risarcimento sebbene sperino di riuscire quantomeno a coprire le spese sostenute. I capitali sociali delle imprese coinvolte non sono peraltro certo sufficienti a coprire sanzioni di queste dimensioni.

Ad ogni modo applaudono alla sentenza i sostenitori dell’antispam.

Va detto che il procedimento giudiziario non si è concluso. L’ISP americano aveva infatti denunciato 300 società per lo spam e non è dunque escluso che si avranno nelle prossime settimane ulteriori clamorose condanne. Altri procedimenti in molti tribunali americani sono tuttora in corso grazie allo sforzo collettivo dei grandi operatori, da AOL a Microsoft passando per Earthlink, che stanno aumentando di settimana in settimana il ritmo delle denunce a carico degli spammer.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Exeem:where?
    http://82.149.22.18/eXeem%20BETA%200.16.zip ok!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Itunes
    spendo 500 euri all'anno di connession e devo ascoltar la radio??
  • Anonimo scrive:
    Legalissimo.
    Ingredienti:Un DAT casalingo, quindi dotato di SCMS (Single Copy Management System).Se l'avete tolto, riattivatelo.Tutte le copie prodotte da CD via digitale (opto o SPDF) su DAT sono cosi' certificate e garantite provenienti da un originale. Quindi legali ma soprattutto, certificate.Tra l'altro, con un sistema "preteso" dai discografici sin dalla nascita del DAT.Legalissimo.Osso di Seppia
  • Anonimo scrive:
    Delinquenti.
    Paghiamo una tassa.Paghiamo una tassa perche' siamo dei potenziali delinquenti.Paghiamo una tassa (a chi poi ?) per diffondere il freeware.Paghiamo una tassa per comprare un CD-R un DVD xR.Tutti indistintamente paghiamo, perche' siamo dei potenziali delinquenti.Non importa se e' vero, ma abbiamo pagato, quindi abbiamo diritto al "servizio".Abbiamo diritto di delinquere, la multa l'abbiamo gia' pagata in anticipo.Osso di Seppia
  • Anonimo scrive:
    Re: Esiste solo una soluzione
    - Scritto da: Anonimo

    Che dire, ovviamente si ha una visione

    sempre incompleta ed estremamente

    superficiale di internet. che in teoria

    è molto molto di più di un

    semplice p2p. Ma ovviamente ognuno vede
    solo

    gli usi che se ne fa, ed in questa

    comunità mi pare che la
    maggioranza

    ne faccia un uso tremendo.

    Sta parte era un pochetto scritta male, la
    riscrivo :D

    Che dire, ovviamente si ha una visione
    sempre incompleta ed estremamente
    superficiale di internet, che in teoria
    è molto molto di più di un
    semplice p2p. Ma ovviamente ognuno vede solo
    gli usi che ne fa, ed in questa
    comunità mi pare che la maggioranza
    ne faccia un uso tremendo.Ma è lo stesso testo identico parola per parola :o
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
    - Scritto da: Gallone
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il
    p2p non esisteva più???
    Ah non te lo ricordi?
    Io me lo ricordo bene, si è visto che
    fine han fatto le tue profezie.... :DQualcuno dovrebbe spiegare a Ekleptical cos'è la "sindrome del break-out".
  • avvelenato scrive:
    sono felice
    sono felice perché più leggo queste notizie più mi rendo conto che avevo ragione nell'individuare i veri motivi della lotta al p2p da parte della riaa.sono felice perché il loro piano non sta riuscendo.sono felice perché, sebbene loro desiderassero non tanto diminuire la copia illegale (con le cassette registrate dalla radio non si sono mai accaniti così ferocemente) quanto evitare di perdere il controllo sulla distribuzione e scelta dei "prodotti mediatici" pubblicabili, con me e migliaia di altri ragazzi non ci stanno riuscendo.sono felice perché, dati alla mano, alla fine risulta reale il concetto che l'uso del p2p non disincentiva l'acquisto di dischi (il cui fatturato non è diminuito); purtuttavia sarei desideroso di vedere delle analisi sull'evoluzione negli anni del rapporto tra dati di vendita dei prodotti mainstream e dati di vendita dei prodotti underground.sono felice perché sono convinto che questi dati mi confermerebbero che effettivamente la gente compra meno bambolotti di plastica e compra più dischi di artisti esordienti e non promossi;sono felice perché non conosco l'alternativa all'inefficienza del sistema attuale, ma vedo che molti oltre a me ne realizzano i limiti e che menti geniali si stanno alambiccando per trovare un'alternativa, un'alternativa differente dal sistema di broadcasting e mafiette accluse delle radio e televisioni, un'alternativa democratica che concederà pari visibilità ad ogni artista, indipendentemente dalle mode e dai deliri di onnipotenza dei capoccia discografici attuali;sono felice perché nel mio piccolo ho acquistato due bei dischi, uno a 12.50 euro e l'altro a 10euro. Entrambi dei kyrie.sono felice perché adoro la musica, e se l'adoro è solo merito del p2p (napster in primis che mi ha battezzato), e se non ci fosse stato, molti ragazzi come me, nati in cittadelle di periferia e privi delle conoscenze e dei mezzi economici adeguati per farsi una significativa cultura musicale legalmente, sarebbero cresciuti...incompleti.
    • avvelenato scrive:
      Re: sono felice
      dimenticavo di dire:sono felice di vivere vicino ad una città dove quasi ogni settimana artisti meritevoli possono suonare gratuitamente nei locali (come pensate abbia conosciuto i kyrie? :) )ma sarò ancora più felice quando, grazie alla presa di coscienza delle persone, alla diffusione della musica, e all'abbattimento di quelle barriere econo-burocratiche (SIAE in primis) che ostacolano chi vorrebbe regalare la propria musica o offrire location adatte a questa nobile azione, la mia condizione non sarà più giudicata come "fortunata" e non ci sarà più bisogno di andare a vivere a milano, roma, berlino o londra, per poter avere tutto questo.- Scritto da: avvelenato
      sono felice
  • avvelenato scrive:
    Re: Sharing is good... filmatini gratis!
    - Scritto da: Cavallo GolOso

    www.skype.com/community/movies /


    sono davvero simpatici! :)

    ciao ciaosuperlativi!!! ;) :D
  • fasibia scrive:
    Re: Se usassero il sistema di RossoAlice...
    - Scritto da: Anonimo

    RossoAlice funziona. 2-3 euro a film, on
    demand reale,
    qualita' ottima. Funziona, costa poco, e
    decisamente
    facile da usare.
    Quoto, ne avevo scritto poco fà:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=840298Dovrebbero trovare qualcosa di onesto e intelligente anche con la musica. Il guaio (per loro) è che quando il film arriva a rossoalice è stato già spolpato, e i guadagni principali del film sono già al sicuro nelle varie cassaforti.La musica arriva ai canali di distribuzione su pc è spesso appena uscita, e si trova nel pieno delle potenzialità di guadagno.Dovrebbero, iTunes & c., premere sulle major per poter distinugere i brani vecchi dai nuovi.Con i film rossoalice lo fa, esistono almeno 4 fasce, addirittura una fascia flat di 4 euro al mese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se usassero il sistema di RossoAlice
      ..................proprio tu parli di rossoalice dopo che hai un xbox moddata?:De i giochi (backup) li prendi là o spendi (assurdamente)70euri a botta?e daje su..............
  • avvelenato scrive:
    Re: Con la sua guerra
    - Scritto da: Anonimo
    RIAA è riuscita benissimo a
    pubblicizzare tutti i sistemi di file
    sharing: chi non li conosceva ora li usa!pensa che ho conosciuto napster quando ne hanno parlato ai tg! :D
  • Anonimo scrive:
    Ants la terza generazione delle reti P2P
    http://news.swzone.it/swznews-13320.php
  • Anonimo scrive:
    Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
    alla fine si può sapere che ha risposto ?anche se un sospetto ce lo avrei... ma non sono proprio proprio sicuro
    • Locke scrive:
      Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
      - Scritto da: Anonimo

      alla fine si può sapere che ha
      risposto ?
      anche se un sospetto ce lo avrei... ma non
      sono proprio proprio sicuroUn aiutino: ricorda che stiamo parlando della Marini, non di un'italiano con un QI medio :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Se usassero il sistema di RossoAlice
    Si, bravo, il mediaplayer 10 microsoft su xbox.....forse il mediacenter o mediaplayer hack.... vorrai dire....- Scritto da: Anonimo

    RossoAlice funziona. 2-3 euro a film, on
    demand reale,
    qualita' ottima. Funziona, costa poco, e
    decisamente
    facile da usare.

    Perche' invece di combattere internet
    non ne sfruttano le potenzialita'?

    Se RossoAlice avesse piu' film,
    probabilmente
    ogni sera ne comprerei uno, specie ora che
    ho installato il media player 10 sulla XBOX
    moddata,
    e quindi lo guardo spesso nella tv del
    salotto.
  • Anonimo scrive:
    Se usassero il sistema di RossoAlice...
    RossoAlice funziona. 2-3 euro a film, on demand reale, qualita' ottima. Funziona, costa poco, e decisamente facile da usare. Perche' invece di combattere internet non ne sfruttano le potenzialita'? Se RossoAlice avesse piu' film, probabilmente ogni sera ne comprerei uno, specie ora che ho installato il media player 10 sulla XBOX moddata, e quindi lo guardo spesso nella tv del salotto.
  • Luca Schiavoni scrive:
    Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
    - Scritto da: Anonimo
    tristissimo ... il p2p non è erba
    cattiva! :(chiedi alla RIAA 8)
    è diffusione della cultura mmh si ma e' anche tanta pirateria. e non solo di quella casalinga.
    magari ... è la riaa con le sue
    crociate l'erba cattiva? :)ecco appunto, la seconda che hai detto 8)LucaS
  • Anonimo scrive:
    Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
    Ero nella tua stessa situazione di "navigo con un orecchio alla tv", ma avete sentito anche le ideone del tipo "dovrebbero far passare di più in radio le canzoni italiane di quelle straniere per pubblicizzare di più la nostra musica"?Tutto ad un tratto m'è venuta in mente la Lega Nord :D evvai con i dazi sulle canzoni!
    • fasibia scrive:
      Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
      - Scritto da: Anonimo
      Ero nella tua stessa situazione di "navigo
      con un orecchio alla tv", ma avete sentito
      anche le ideone del tipo "dovrebbero far
      passare di più in radio le canzoni
      italiane di quelle straniere per
      pubblicizzare di più la nostra
      musica"?
      Tutto ad un tratto m'è venuta in
      mente la Lega Nord :D evvai con i dazi sulle
      canzoni!Una volta tanto devo difenderli. Nella "Gatta Cenerentola" si parla di "canzoni forestiere" che si ascoltano "quando si è persa una guerra". Una frase che mi ha costretto a riflettere.
  • fasibia scrive:
    Re: Itunes
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sono comprato un mese fa un ipod (sono un
    utente Windows) e ho incominciato a comprare
    qualcosa da itunes.Sinceramente non è
    niente male.
    Sai cosa sarebbe meglio?Che un brano non costasse un euro. Decisamente meglio.Io non scarico, ma, ca**o, su iTunes un cd intero ti costa 10 euro, nuovi o vecchi che siano. i nuovi Ok, ma i vecchi li trovo in negozio ALLO STESSO PREZZO o giù di lì-
  • fasibia scrive:
    Re: E' veramente ora di FINIRLA !!!

    A cosa serve un masterizzatore????
    Ovviamente a copiare FILMS e CD musicali
    prestatici dall'amico (più ricco o
    più fanatico) o scaricati da
    internet, almeno nel 98% dei casi; nel
    restante 2% a salvare i dati dei backup e le
    foto e i film di famiglia.Io lavoro con una pila di cd alla mia sinistra. Non ho mai masterizzato musica.Uso l'adsl a casa e non scarico né fil né cd.Pago qualche volta la fruizione di contenuti.L'Adsl serve anche a lavorare senza bestemmiare ogni due secondi per la lentezza della connessione. Riduce i tempi morti. Con i masterizzatori si fanno tanti bei Backup.Ti stupirebbe sapere quante aziende benedicono la riduzione dei prezzi dei masterizzatori DVD: costa molto meno che usare cassettine e HD esterni."Saprai perchéQuando sarai grande"E. Bennato
  • Anonimo scrive:
    Re: Esiste solo una soluzione

    Che dire, ovviamente si ha una visione
    sempre incompleta ed estremamente
    superficiale di internet. che in teoria
    è molto molto di più di un
    semplice p2p. Ma ovviamente ognuno vede solo
    gli usi che se ne fa, ed in questa
    comunità mi pare che la maggioranza
    ne faccia un uso tremendo.Sta parte era un pochetto scritta male, la riscrivo :DChe dire, ovviamente si ha una visione sempre incompleta ed estremamente superficiale di internet, che in teoria è molto molto di più di un semplice p2p. Ma ovviamente ognuno vede solo gli usi che ne fa, ed in questa comunità mi pare che la maggioranza ne faccia un uso tremendo.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' veramente ora di FINIRLA !!!
    vai a lavorare (o studiare visto che probailimente sei uno studentello sfigato)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
  • Anonimo scrive:
    la soluzione finale
    tornare a comprare nei negozi e smetterla di scaricare.ammettiamolo, hanno vinto le major , e lo si sapeva, lo si e' sempre saputo che avrebbero vinto loro, perche' la differenza e' sempre stata sostanziale, gli utenti sono tolleranti contro gli abusi che gli fanno (interruzioni di servizi, attacchi dos, etc..), le major invece non tollerano nulla che interferisca coi loro affari. questo il motivo per cui le major vinceranno sempre e gli utenti sono destinati ad essere sempre perdenti.
  • Guybrush scrive:
    Re: Che ipocrita!
    [...]
    Come si piega poi che l'industria dei
    videogiochi continua a cresce e sembra che
    quest'anno abbia avuto un fatturato maggiore
    addirituura di quella del cinema, nonostante
    la pirateria (che sicuramente non è
    inferiore nè a quella della musica,
    nè a quella del cinema)?1) E' dai tempi della Playstation1 che l'industria videoludica ha capito che la pirateria FA VENDERE (e lo ha riscoperto la Valve quando, nonostante il lancio pubblicitario, si e' accorta che Half Life 2 e' arrivato solo terzo come vendite, nonostante o forse per colpa di STEAM il famigerato content deliver system di nuova generazione).2) E' il valore aggiunto del titolo originale (gli aggiornamenti, lo zero sbatta per giocare, l'assistenza post-vendita, la scatola sbrilluccicosa... ecc...) che fa ritenere "ben spesi" i 60 euro cacciati per il gioco, a confronto della mota a 14.99 e di dubbio valore artistico made in RIAA3) Spesso e volentieri acquistando un videogioco si prende anche della musica discreta.
  • AlessioC scrive:
    Re: Aspetti legali: copia privata.
    Come ho già scritto su queste pagine, sono assolutamente d'accordo con te sul punto che non si dovrebbe far confusione tra "riproduzione personale" (o copia privata) e "copia di riserva". Chi richiede il perdurante possesso dell'originale dimentica che l'introduzione dell'articolo 71-sexies è ben posteriore a quella dell'articolo 64-ter (copia di riserva di programmi per elaboratore): se il Legislatore avesse voluto intendere "copia di riserva di fonogrammi e videogrammi" avrebbe usato la stessa espessione e non invece quella di "riproduzione privata". Attenzione tuttavia a non travaricare i limiti della copia privata: la condivisione di file su internet non può in alcun modo giustificarsi appellandosi alla copia privata... Essa presuppone un "possesso legittimo", quale certamente non è il download di un file che sta sul disco fisso di uno sconosciuto.Alessio Canovawww.cano.it
    • Anonimo scrive:
      possesso legittimo?
      Ok, lasciando perdere la condivisione di file su internet che, in quanto distribuzione a terzi, va oltre il concetto di "privato", vorrei capire da dove salta fuori l'idea che la copia privata presuppone un "possesso legittimo". Dove si trova questa cosa nella legge? L'unico punto del 71-sexies in cui si fa riferimento al possesso legittimo, riguarda un obbligo per il produttore (è tenuto a consentire che sia possibile fare una copia almeno analogica ecc. ecc). Invece la legge non dice niente del genere a proposito del privato.Se io sono in possesso di una copia privata, posso averla registrata dalla TV, o ripresa con la mia telecamera personale ad un concerto, o registrata alla radio, o copiata da un DVD prestato, o anche scaricata da internet: sempre copia privata è.grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: E' veramente ora di FINIRLA !!!
    Mi sa che non hai capito proprio niente -_-
  • mr_setter scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
    - Scritto da: Gallone
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il
    p2p non esisteva più???
    Ah non te lo ricordi?
    Io me lo ricordo bene, si è visto che
    fine han fatto le tue profezie.... :DEh si purtroppo lo ricordo proprio bene! Pontificava che il P2P era morente o quasi....che IE non avrebbe subito nessuna variazione dall'introduzione del povero Firefox.....Bisogna dire che come profezie non ne becca proprio una.....Vabbe' dai facciamo lo stesso un augurio di buone feste anche lui puarin..... :p :p :p :p :pmr_setter
  • Anonimo scrive:
    A proposito di erba...
    ...e l'erba-pipa? Tolkien si faceva le canne? Perché ha tutta l'aria di non alludere al tabacco. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
    - Scritto da: Anonimo
    tristissimo ... il p2p non è erba
    cattiva! :(

    è diffusione della cultura




    magari ... è la riaa con le sue
    crociate l'erba cattiva? :)Magari intendeva che ha provato a masterizzarsi dell'erba scaricandola col p2p, ma è venuta una schifezza, sapeva di plastica, così è subito corso dal suo pusher e si è rifatto la bocca con un tocco di pachistano e un paio di acidi :D
  • Guybrush scrive:
    Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
    ...la due?Ho dato un'occhiatilla alla trasmissione, domandandomi cosa ci facesse Valeria "Bocca a Canotto" Marini :D curiosamente silenziosa.In effetti sono rimasto impressionato da:1) Il suo incredibile silenzio2) Il suo sguardo concentrato e attento3) Le labbra. Mizzeca, ma chi le ha rifatte? Il Dr. Frankenstin?Ok, scherzavo, la 3.G.T.
  • Anonimo scrive:
    Re: 1/2 OT - Porta a porta di una sett.
    - Scritto da: Locke
    Mano sul pulsante!

    1 - ha fatto un ottimo ragionamento di come
    la musica in Italia fa schifo e non la caga
    nessuno

    2 - ha fatto notare agli altri che
    sicuramente c'è qualche motivo
    più grave del p2p

    3 - si è messa a starnazzare come
    un'oca giuliva che è tutta colpa del
    P2P e bisogna fermarla ad ogni costo senza
    sapere di cosa stesse parlandoUhm, la 1 è utopica, la 2 mi sembra troppo intelligente per la Marini, quindi io schiaccio la 3. Ho vinto qualcosa?
  • Anonimo scrive:
    http://www.torrentreactor.net/
    E presto tornerrano up anche altri... ;)
  • Guybrush scrive:
    Re: poveri musicisti devastati
    E' una questione di principio.Esiste una legge, va rispettata, punto.Se pero' qualcuno viene da me e mi dice: "Nel mio paese esiste questa legge, adesso la rispetti anche tu" e poi fa pressioni sui miei governanti per ottenere qualcosa per cui NON hanno ricevuto alcun mandato da parte mia e degli altri elettori... be', a me personalmente fa girare parecchio le balle e come prima reazione NON compero piu' nulla.Qualcun altro puo' avere una reazione peggiore e se prima scaricava solo ogni tanto adesso scarica a manetta.Il punto e' che chi ci rimette sono:0) Gli utenti onesti, quelli che pagano ogni brano.1) I musicisti che vedono un drastico calo delle vendite a fronte di migliaia di mancati guadagni2) I rivenditori al dettaglio3) ultime le case discografiche che comunque sopravvivono tartassando gli utenti onesti.Non scaricare e non diffondere cio' che e' tutelato dalla Legge sul Diritto d'Autore, scarica e diffondi tutto il resto.
    • fasibia scrive:
      Re: poveri musicisti devastati

      Il punto e' che chi ci rimette sono:
      0) Gli utenti onesti, quelli che pagano ogni
      brano.
      1) I musicisti che vedono un drastico calo
      delle vendite a fronte di migliaia di
      mancati guadagni
      2) I rivenditori al dettaglio
      3) ultime le case discografiche che comunque
      sopravvivono tartassando gli utenti onesti.Il punto, secondo me, è che cercano ancora di far soldi con le carrozze, maldigerendo la diffusione delle auto.E vorrebbero vendere le auto continuando a farsi pagare la biada per i cavalli.Il cinema offre oggi un valore aggiunto che è la sua principale fonte di guadagno: il Divx non sostituirà mai la sala, la gente oggi scarica ma in sala ci va. Il DVD, in qualche modo, vende. Anche i Downloader più accaniti, di fronte a un'edizione speciale o a un film a prezzo onesto che permette di skippare veolocemente tra lingue e sottotitoli, mettono mani al portafogli e pagano. Poi c'è il Merchandising, che costa poco e rende tanto. Per vedere se il cinema è in crisi basta chiedersi quanto costa un film e quanto rende.Un Mp3 sostituisce quasi perfettamente un CD audio, il valore aggiunto qual'è? La copertina? Siamo seri.. Il valore aggiunto lo dà il concerto, altri esempi non ne ho in mente.Oggi la fruizione della musica è cambiata. Devono cambiare anche loro. Stare al passo coi tempi paga, cercare di fermare il tempo è folle e immaturo.Il cinema ha già delle risposte adeguate ai tempi. Prendiamo rossoalice: con max 3 euro (min 1.50) puoi scegliere tra qualche titolo (pochi) e guardartelo in streaming.Meglio di un noleggio (non devi uscire di notte a restituire il dvd per evitare di pagare il doppio), meglio della ridicola Pay Per View (ti permette di usare Pausa e Ricerca, non è una trasmissione criptata, è sul serio On Demand).Rossoalice poi ha dei titoli fruisibli per un mese, senza limitazioni, a 4 euro. Più che ragionevole.Il prezzo è giusto. Meglio ancora il sistema di libero, che, essendo basato su download, non si interrompe MAI.Entrambi hanno pochissimi titoli ancora, vedo messa meglio rossoalice, in termini futuribili.Per la musica invece? Grande truffa: Devo scaricare un CD a 10 euro (se non è una compliation, altrimenti un euro a brano), e non ho diritto nemmeno a una ca**o di copertina. I prezzi sono troppo alti, non ne vale sul serio la pena. Ci sarà una risposta..
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri musicisti devastati
      - Scritto da: Guybrush
      E' una questione di principio.
      Esiste una legge, va rispettata, punto.Era quello che dicevano i tedeschi quando carivavano gli ebrei sui carri bestiame.
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri musicisti devastati
      ma chi sei? il figlio di Urbani? ma mi faccia il piacere!!! se ci sono artisti da tutelare con la legge, questi sono i piccoli artisti e non le star dello spettacolo che con la cultura non hanno niente a che spartire e che producono solo cacca in cambio di miliardi e miliardi. Ma cose ne devono fare tutti sti miliardi, questi grandi artisti ... li donassero alla cultura!!! .. anche a favore di chi non ha i miliardi come loro. Ma non vi vergognate a difendere gli interessi commerciali di questa gente straricca quando milioni di persone muoiono di fame? avete un poco di dignità?
  • Locke scrive:
    1/2 OT - Porta a porta di una sett. fa
    Circa una settimana fa, ho visto per errore Porta a Porta (o meglio, lo sentivo mentre navigavo su Internet visto che ho il televisore a fianco al PC), si parlava di Sanremo e di come nessuno lo caghi più, con Bonolis che cercava in tutti i modi di dire che invece Sanremo era bello.Ad un certo punto si è trattato il problema della pirateria su Internet e del peer 2 peer che rovina gli incassi. Tra gli invitati della sera c'era anche Valeria Marini. Alla fine, Vespa ha chiesto qualcosa del tipo "Cosa si potrebbe fare secondo voi per far tornare la canzone italiana alla fama di un tempo?" e subito la Marini...Mano sul pulsante!1 - ha fatto un ottimo ragionamento di come la musica in Italia fa schifo e non la caga nessuno2 - ha fatto notare agli altri che sicuramente c'è qualche motivo più grave del p2p3 - si è messa a starnazzare come un'oca giuliva che è tutta colpa del P2P e bisogna fermarla ad ogni costo senza sapere di cosa stesse parlandoIl vincitore vincerà il premio "un post in più"
  • Anonimo scrive:
    Re: Itunes
    Il problema è che la radio passa solo quelle stupide canzonette che ascolti tu....ma per quello che cerco io l'unica cosa è il P2P, ciaoo
  • Anonimo scrive:
    Re: Exeem:where?
    I posti da beta tester sono finiti credo ( hanno superato le 5000 persone), e hanno tolto il link dal forum di suprnova, quindi dovrai aspettare che esce la finale. La chiusura del sito, a quanto dicono su slyck, permettera' ai ragazzi di suprnova di concentrarsi su Exeem nelle prossime settimane.
  • Anonimo scrive:
    Itunes
    Mi sono comprato un mese fa un ipod (sono un utente Windows) e ho incominciato a comprare qualcosa da itunes.Sinceramente non è niente male.Non sono d'accordo con chi vorrebbe scaricare tutto, subito e gratis: se volete il forfettario, allora pagate un forfettario opzionale sulla connessione di 20 euro al mese che garantisce di scaricare di tutto (e lo farei anche io), ma non si può chiedere un forfettario di 3 euro al mese (!!!) e in più di togliere l'iva, dimezzare le adsl e altre robette che ho letto qui.Non avete i soldi?Non scaricate, la radio esiste ancora.
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglio una sanatoria!
    - Scritto da: Anonimo
    Niente soldi :( Chi ruba in grande stile
    viene largamente premiato, con sanatorie di
    tutti i tipi, mentre i poveracci che si
    scaricano qualche film o della musica da
    internet sono lasciati alla merce' dei
    succhiasoldi legalizzati.
    E' uno schifo assoluto.
    Che mi toglie ancora di piu' la voglia di
    comperare originale. Da ora solo cose
    scaricate... ed i cd li compero in germania!
    buone feste.Ohhhhhhhhh, un altro convertito!
  • Anonimo scrive:
    Re: E' veramente ora di FINIRLA !!!
    - Scritto da: Anonimo
    E' veramente ora di finirla con
    quest'ipocrisia. Non è più
    possibile tollerare che continuino a
    produrre costosi prodotti tecnologici e
    bande ADSL sempre più veloci e che
    poi ci vietino di usare quello che paghiamo.

    A cosa serve un masterizzatore????
    Ovviamente a copiare FILMS e CD musicali
    prestatici dall'amico (più ricco o
    più fanatico) o scaricati da
    internet, almeno nel 98% dei casi; nel
    restante 2% a salvare i dati dei backup e le
    foto e i film di famiglia.Infatti, io lo adopero anche per quello 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Mamma.. perche' non ho fatto l'avvocato
    - Scritto da: Anonimo
    gli unici a GUADAGARCI veramente in questa
    situazione.
    :'( :'( :'( :'(Già solo che in italia bastano 3000 cause a mandare in tilt i tribunali, figurati 7.700... 8)
  • Anonimo scrive:
    Mamma.. perche' non ho fatto l'avvocato
    gli unici a GUADAGARCI veramente in questa situazione.:'( :'( :'( :'(
  • AloeVera scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo
    Probabilmente comprerò, piano
    piano quelli di Pat
    MethenyOcchio che ne ha fatto uno di puro rumore.Non ricordo il titolo, purtroppo.Un mio amico l'aveva acquistato e poi, disgustato, ha cercato di regalarmelo.Non l'ho voluto neanche gratis, informati bene prima di cacciare la lira.
  • Anonimo scrive:
    Exeem:where?
    Dov'è Exeem tanto decantato ma mai provato da qualcuno ( a parte qualche forum qua e la)?Chi conosce il link per scaricarlo e provarlo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Campagne controproducenti.
    - Scritto da: Anonimo
    copiare è rubare, non ci piove

    hanno fallito con le generazioni di oggi, ma
    con le prossime vogliono fare le cose per
    beneSe Mazza riesce a dimostrare VERAMENTE che ogni copia corrisponde ad una vendita mancata, allora copiare SI AVVICINA al furto (e lui prende il prossimo IgNobel). In ogni caso, invito i patrioti ad impossessarsi nottetempo di container di CD e DVD per rovesciarli in mare, ovviamente travestendosi prima da impiegati di centri commerciali (casco di piume o penne di gallina non obbligatorio).Per un riferimento risorgimentale, ricordiamoci dello "sciopero del tabacco"... ;)
  • Anonimo scrive:
    i bei tempi andati...
    "Preferiremmo - aveva spiegato il presidente RIAA Cary Sherman - passare il nostro tempo a fare musica piuttosto che occuparci di questioni legali nei tribunali. Ma non possiamo non far nulla mentre la pirateria devasta artisti, musicisti, autori, rivenditori e chiunque nell'industria musicale."Riporto il commento di questo signore per farvi notare con quali parole amalgami i vari settori della musica (distributori, artisti etc etc...):"INDUSTRIA MUSICALE"Se me la mette così io non solo non mi sento un criminale a scaricare musica, ma anzi mi sentirei un eroe!Personalmente scarico discografie intere, ma di gruppi ormai sciolti o comunque abbastanza ricchi (e meritevoli di tale ricchezza) per mantenersi...Ma i concerti poi dove sono finiti? Gli "artisti" di oggi fanno più dischi che concerti, che invece sarebbero oltre che una fonte notevole di introiti, una possibilità di capire quanto si vale (tra un concerto della Spars e uno degli Iron Maiden o di Stanley Jordan non avrei dubbi si chi scegliere...)Troppa m*rd* fatta scambiare per cioccolata...Per la musica veraW i Deep Purple, Led Zeppelin, Jimi Hendrix, Beatles, Rolling Stones, Frank Zappa, Doors, Stanley Jordan, Stanley Clacrk, Jaco Pastorius, Eric Clapton, King Crimson, Van Halen, Iron Maiden, Judas Priest, Genesis, Pink Floyd, Twisted Sister, Alice Cooper, AC/DC, Pat Metheny, Clash, Sex Pistols, De Andrè, Prophilax...
  • Anonimo scrive:
    E' veramente ora di FINIRLA !!!
    E' veramente ora di finirla con quest'ipocrisia. Non è più possibile tollerare che continuino a produrre costosi prodotti tecnologici e bande ADSL sempre più veloci e che poi ci vietino di usare quello che paghiamo. A cosa serve un masterizzatore???? Ovviamente a copiare FILMS e CD musicali prestatici dall'amico (più ricco o più fanatico) o scaricati da internet, almeno nel 98% dei casi; nel restante 2% a salvare i dati dei backup e le foto e i film di famiglia.Che le varie Sony, LG, Pioneer ecc. la smettano di produrre masterizzatori; anzi, ritirino dal mercato tutti quelli prodotti e vedrete che il problema si risolve. Che le Aziende che ci vendono l'ADSL si dedichino ad altre attività remunerative abolendo l'ADSL e vedrete che nessuno perderà più un minuto per la faccenda p2p. Che la Sony la smetta di produrre e vendere CD vergini a prezzi così bassi e CD musicali a prezzi così proibitivi, pretendendo che i SUOI CD VERGINI non vengano utilizzati per doppiare i SUOI costosissimi CD musicali. Che la Compaq, IBM, Acer, Intel, AMD ecc. la smettano di costruire PC sempre più veloci e performanti.Ma così facendo, quanti soldi perderebbero? Siamo poi sicuri che recuperebbero il denaro perso vendendo dischi e films in DVD o col Cinema? Le grandi major sono come il gatto che si morde la coda: hanno fatto migliaia di miliardi con i PC, i CD ed i masterizzatori e adesso frignano perchè con le loro invenzioni tutti copiano i loro dischi e film risparmiando un sacco di soldi.E' troppo comodo far soldi a palate coi masterizzatori, coi CD e DVD vergini, coi Computers e con l'ADSL e poi pretendere che gli stessi clienti che spendono tutti 'sti soldi per comprare tutta 'sta roba si limitino a navigare su internet e a scaricare la posta elettronica. Sarebbe come fornire l'essere umano di organi deputati alle funzionmi sessuali e poi pretendere che uomini e donne li utilizzino solo per fare pipì, punendo con multe salatissime ed il carcere chi si azzarda a fare sesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Campagne controproducenti.

    Credo che se continuano così
    riusciranno a tirarsi addosso le ire di
    tutta la società civile.piu' che altro fanno ridere visto che e' sotto gli occhi di tutti che piu' rubi piu' sei premiato.. e se sei davvero molto bravo puoi anche diventare presidente del consiglio!
  • Anonimo scrive:
    Re: Campagne controproducenti.
    copiare è rubare, non ci piovehanno fallito con le generazioni di oggi, ma con le prossime vogliono fare le cose per bene
  • Anonimo scrive:
    Voglio una sanatoria!
    Niente soldi :( Chi ruba in grande stile viene largamente premiato, con sanatorie di tutti i tipi, mentre i poveracci che si scaricano qualche film o della musica da internet sono lasciati alla merce' dei succhiasoldi legalizzati.E' uno schifo assoluto.Che mi toglie ancora di piu' la voglia di comperare originale. Da ora solo cose scaricate... ed i cd li compero in germania! buone feste.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il Governo!!!!
    - Scritto da: Anonimo...-cut...
    Le major poi dovrebbero capirlo che la lotta
    è impari e che gli utenti p2p sono
    milioni, perciò è tutto
    INUTILE!!!!!!
    :D:D:D:DE' proprio quì il businnes, non l'avete capito? Ci sono miglioni di scaricatori dove attingere tramite azioni legalizzate soldi di multe e quant'altro.Alle Major non gli ne può calar di meno il fatto che si scarichi o si copi, lo sanno che che sarà sempre così, hanno trovato il modo di grassare il sistema e lucrarci su....meditate gente... meditate
  • rumenta scrive:
    Re: C'era una volta Internet...
    - Scritto da: Anonimo
    Non tanto tempo fa, parliamo della fine anni
    '90, si andava su Internet e si poteva
    scoprire un mondo acnora pieno di notizie e
    servizi interessanti...
    Poi sono arrivati i MAIALI del commercio i
    quali hanno preteso di renderlo la stalla
    dei loro businnes e ci stanno riuscendo.
    Oggi navighiamo in un mare di lordume e
    fango biologico che cola sempre più
    da questi spremitori delle tasche altrui,
    solo per sbattere la pancia durante i loro
    congressi a far sentire quale suona meglio
    (da ragazzini si faceva a gare a chi lo
    aveva più lungo).
    Vendono le loro evacuazioni a peso d'oro e
    non paghi e sazi, le condiscono da sistemi
    per poterli cancellare o renderli
    inutillizzabili scagliando contro tutti orde
    di bucanieri in toga e infettando loro per
    primi i sistemi altrui con violazioni della
    privacy e peggio.
    Più continua questa battaglia,
    più si accaniscono i pirati che
    controbattono con mille e più
    sistemi, lasciando noi utonti esamini sul
    mare elettronico dove infuria questa guerra
    di denaro.
    Auguro loro un buon natale....io invece gli auguro di spenderli TUTTI in medicine, i soldi che ci grassano.....
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta Internet...
      - Scritto da: rumenta

      - Scritto da: Anonimo

      Non tanto tempo fa, parliamo della fine
      anni

      '90, si andava su Internet e si poteva

      scoprire un mondo acnora pieno di
      notizie e

      servizi interessanti...

      Poi sono arrivati i MAIALI del
      commercio i

      quali hanno preteso di renderlo la
      stalla

      dei loro businnes e ci stanno riuscendo.

      Oggi navighiamo in un mare di lordume e

      fango biologico che cola sempre
      più

      da questi spremitori delle tasche
      altrui,

      solo per sbattere la pancia durante i
      loro

      congressi a far sentire quale suona
      meglio

      (da ragazzini si faceva a gare a chi lo

      aveva più lungo).

      Vendono le loro evacuazioni a peso
      d'oro e

      non paghi e sazi, le condiscono da
      sistemi

      per poterli cancellare o renderli

      inutillizzabili scagliando contro tutti
      orde

      di bucanieri in toga e infettando loro
      per

      primi i sistemi altrui con violazioni
      della

      privacy e peggio.

      Più continua questa battaglia,

      più si accaniscono i pirati che

      controbattono con mille e più

      sistemi, lasciando noi utonti esamini
      sul

      mare elettronico dove infuria questa
      guerra

      di denaro.

      Auguro loro un buon natale....

      io invece gli auguro di spenderli TUTTI in
      medicine, i soldi che ci grassano.....Se l'età dei soci maggioritari delle + grandi aziende cinematografiche supera la 60inta , penso proprio che il tuo augurio si avvererà 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: C'era una volta Internet...

      io invece gli auguro di spenderli TUTTI in
      medicine, i soldi che ci grassano.....Io è da una vita che ho smesso di ingrassarli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esiste solo una soluzione
    oppure mettere una tassa da circa 3-5 euro mese da pagare direttamente al provider che copra i diritti di autore di qualsiasi cosa puoi scaricare, un po' come l'IVA. Cosi' paga solo chi si connette su internet (naturalmente, addio collegamenti gratuiti... oppure collegamenti gratuiti con le sole porte http/ftp/mail aperte), offrendo un flusso di denaro che la SIAE e le case discografiche oggi si sognano. Alla SIAE il compito di suddividerle tra le case discografiche.La stessa cosa per i libri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esiste solo una soluzione
      - Scritto da: Anonimo
      oppure mettere una tassa da circa 3-5 euro
      mese da pagare direttamente al provider che
      copra i diritti di autore di qualsiasi cosa
      puoi scaricare, un po' come l'IVA.Che dire, ovviamente si ha una visione sempre incompleta ed estremamente superficiale di internet. che in teoria è molto molto di più di un semplice p2p. Ma ovviamente ognuno vede solo gli usi che se ne fa, ed in questa comunità mi pare che la maggioranza ne faccia un uso tremendo.
      Cosi'
      paga solo chi si connette su internet
      (naturalmente, addio collegamenti
      gratuiti... oppure collegamenti gratuiti con
      le sole porte http/ftp/mail aperte),Irrealizzabile, visto che anche se chiudi le porte (e qui si porrebbe il problima di quali porte chiudere) non cambierebbe nulla, un numero di porta è solo uno standard, cosa ci passa dentro è un'altra cosa. E poi centinaia di porte con servizi leggitimissimi sarebbero inutilizzabili.
      offrendo un flusso di denaro che la SIAE e
      le case discografiche oggi si sognano. Alla
      SIAE il compito di suddividerle tra le case
      discografiche.Apparte il fatto che SIAE e RIAA guadagnano già fin troppo, e che le tasse che mettono sono fin troppo elevate, quindi se vuoi usare internet paghi comuque loro che non c'entrano niente? Se io voglio scaricarmi un programma gratuito pago loro? Se voglio parlare con qualcuno in chat pago loro? Se voglio fare una ricerca per l'università pago loro? Oh, non ci guadagnerebbero niente :D
  • TPK scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
    - Scritto da: Gallone
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il
    p2p non esisteva più???
    Ah non te lo ricordi?
    Io me lo ricordo bene, si è visto che
    fine han fatto le tue profezie.... :DGia', e aveva pure scommesso una pizza con i suoi amici se non sbaglio...
    • rumenta scrive:
      Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
      - Scritto da: TPK

      - Scritto da: Gallone

      Ricordi quando dicevi che entro un anno
      il

      p2p non esisteva più???

      Ah non te lo ricordi?

      Io me lo ricordo bene, si è
      visto che

      fine han fatto le tue profezie.... :D

      Gia', e aveva pure scommesso una pizza con i
      suoi amici se non sbaglio...ma LOL.... non gli costava nulla fare una scommessa del genere.... quando mai uno come lui ha avuto degli AMICI?????
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
        - Scritto da: rumenta

        - Scritto da: TPK



        - Scritto da: Gallone


        Ricordi quando dicevi che entro un
        anno

        il


        p2p non esisteva più???


        Ah non te lo ricordi?


        Io me lo ricordo bene, si è

        visto che


        fine han fatto le tue profezie....
        :D



        Gia', e aveva pure scommesso una pizza
        con i

        suoi amici se non sbaglio...

        ma LOL.... non gli costava nulla fare una
        scommessa del genere.... quando mai uno come
        lui ha avuto degli AMICI?????Meglio per lui. Non ha pizze da pagare ;)
  • Anonimo scrive:
    Esiste solo una soluzione
    Aumentare l'occupazione e gli stipendi delle persone, eliminare i contratti precari e poi la pirateria si abbasserà.Con gli stipendi da fame che ci sono in giro non si possono comprare cose originali visto il loro enorme prezzo.
  • Anonimo scrive:
    C'era una volta Internet...
    Non tanto tempo fa, parliamo della fine anni '90, si andava su Internet e si poteva scoprire un mondo ancora pieno di notizie e servizi interessanti...Poi sono arrivati i MAIALI del commercio i quali hanno preteso di renderlo la stalla dei loro businnes e ci stanno riuscendo.Oggi navighiamo in un mare di lordume e fango biologico che cola sempre più da questi spremitori delle tasche altrui, solo per sbattere la pancia durante i loro congressi a far sentire quale suona meglio (da ragazzini si faceva a gare a chi lo aveva più lungo).Vendono le loro evacuazioni a peso d'oro e non paghi e sazi, le condiscono da sistemi per poterli cancellare o renderli inutillizzabili scagliando contro tutti orde di bucanieri in toga e infettando loro per primi i sistemi altrui con violazioni della privacy e peggio.Più continua questa battaglia, più si accaniscono i pirati che controbattono con mille e più sistemi, lasciando noi utonti esamini sul mare elettronico dove infuria questa guerra di denaro.Auguro loro un buon natale....
  • Anonimo scrive:
    C'era una volta Internet...
    Non tanto tempo fa, parliamo della fine anni '90, si andava su Internet e si poteva scoprire un mondo acnora pieno di notizie e servizi interessanti...Poi sono arrivati i MAIALI del commercio i quali hanno preteso di renderlo la stalla dei loro businnes e ci stanno riuscendo.Oggi navighiamo in un mare di lordume e fango biologico che cola sempre più da questi spremitori delle tasche altrui, solo per sbattere la pancia durante i loro congressi a far sentire quale suona meglio (da ragazzini si faceva a gare a chi lo aveva più lungo).Vendono le loro evacuazioni a peso d'oro e non paghi e sazi, le condiscono da sistemi per poterli cancellare o renderli inutillizzabili scagliando contro tutti orde di bucanieri in toga e infettando loro per primi i sistemi altrui con violazioni della privacy e peggio.Più continua questa battaglia, più si accaniscono i pirati che controbattono con mille e più sistemi, lasciando noi utonti esamini sul mare elettronico dove infuria questa guerra di denaro.Auguro loro un buon natale....
  • Anonimo scrive:
    Re: Campagne controproducenti.

    Se i governanti fossero intelligenti e seri
    studierebbero il cambiamento nel popolo e
    cercherebbero di indirizzarlo, non certo
    facendo come han fatto finora....anche a
    livello europeo.
    la mia paura è proprio che imparino a fare questo "."
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
    - Scritto da: Gallone
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il
    p2p non esisteva più???
    Ah non te lo ricordi?
    Io me lo ricordo bene, si è visto che
    fine han fatto le tue profezie.... :DMah, farà un po' come i Testimoni di Geova e la fine del mondo: dirà che ha sbagliato i calcoli e rivederà le sue stime di un altro centinaio d'anni... :D
  • Marlenus scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo
    In nessun mercato, criminalizzare i propri
    clienti porta a conseguenze positive....
    Alla fine, l'unica sarebbe un p2p legale a
    pagamento forfettario. Io lo farei, anche se
    so che molti non ci penserebbero proprio.Personalmente la vedo come una soluzione peggiore del male. E poi come si fa a pagare gli artisti che fanno musica che il pubblico vuole e a far morire di fame quelli che il pubblico non vuole?Con il pagamento forfettario sarebbero solo gli intermediari a guadagnare (anche se meno di oggi) mentre quello che dovremmo volere è pagare il giusto agli ARTISTI non agli intermediari. Perchè ci siano più artisti, più scelta, un mercato migliore per tutti.
  • Anonimo scrive:
    poveri musicisti devastati
    la pirateria devasta artisti, musicisti... credevo in realta' che fosse la cocaina. Mi pare anche di non aver visto musicisti, attori, ecc. sul lastrico. Julia Roberts, Brad Pitt... stanno facendo la fame? Eminem va alla mensa della caritas?Insomma, se li teniamo un po' a stecchetto in modo che abbiano meno soldi da spendere per la droga... non sarebbe meglio?
  • yenaplyskyn scrive:
    Re: Campagne controproducenti.
    Non è solo controproducente.........e ovviamente lo è...in verità mi sono accorto che cercano di instillare nella mente comune il pensiero che copiare è rubare, un reato, una vergogna, una cosa sporchissima insomma......ma nessuno l'accetta, nessuno è daccordo, tutti quelli che ho sentito ne sono disgustati, anche quelli che non hanno mai scaricato e mai lo faranno, anche la nonnetta che non sà cos'è un PC.Questo è sintomo che la gente comune (leggasi clienti) ha idee ben chiare sul cosa è giusto o è sbagliato.Sono inutili e dannosi personaggi come Urbani o Masi, per cambiare una mentalità che è il presente e sarà ancor di più il futuro non servono leggi(vedi il proibizionismo in america cosa ha prodotto) come quelle proposte dai due buffoni di corte sopra menzionati.Se i governanti fossero intelligenti e seri studierebbero il cambiamento nel popolo e cercherebbero di indirizzarlo, non certo facendo come han fatto finora....anche a livello europeo.Purtroppo aveva ragione Beppe Grillo nel discorso di fine anno 2002....ascoltatevelo.Ave a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Profondo Rosso in DVD..
    Io ho visto "Il secondo tragico Fanzozzi" in dvd a 24,99 euro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Profondo Rosso in DVD..
      - Scritto da: Anonimo
      Io ho visto "Il secondo tragico Fanzozzi" in
      dvd a 24,99 euro...Beh, più tragico di così...
  • BluEdoG scrive:
    Re: Che ipocrita!
    Beh la pirateria nei videogiochi per pc ha sicuramente fermato in parte i prezzi (almeno vedendo le differenze con le console) .A questo aggiungiamo che in Europa (in USA anche di piu') ci siano ecommerce legali che vendono titoli a meta' prezzo rispetto al negozio sottocasa...
  • Anonimo scrive:
    Aspetti legali: copia privata.
    Anche oggi si sente dire che la copia privata è ammessa solo se si possiede il corrispondente originale, regolarmente acquistato. Beh, secondo me questa affermazione è FALSA. Infatti, la legge sulla tutela del diritto d'autore dice esplicitamente che, per uso privato e senza scopo di lucro, è consentita la duplicazione di audiogrammi e videogrammi su qualunque tipo di supporto, e NON SPECIFICA che occorre possedere l'originale. Lo stesso articolo poi, parlando del compenso per la SIAE, toglie ogni dubbio sul fatto che si parla di opere protette dal diritto d'autore. Però NON DICE che per fare la copia occorre possedere l'originale.D'altra parte, se fosse vero che occorre avere l'originale, sarebbe vietato anche registrarsi un film trasmesso in TV - cosa decisamente ridicola.Anche tutti gli articoli che parlano delle sanzioni fanno sempre riferimento a duplicazioni abusive legate a vendita, o a distribuzione a terzi eccetera. NESSUN articolo sanziona il possesso per uso privato di copie, in caso di mancanza dei corrispondenti originali. Il possesso di copie private NON E' mai sanzionabile, secondo la legge.Uffa!CYA
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma Ekleptical dov'è???? :)
    - Scritto da: Gallone
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il
    p2p non esisteva più???
    Ah non te lo ricordi?
    Io me lo ricordo bene, si è visto che
    fine han fatto le tue profezie.... :DMa che dici? E' troppo impegnato a recuperare i drm che gli sono saltati quando ha installato il sp2 di winxp:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Gallone scrive:
    Ma Ekleptical dov'è???? :)
    Ricordi quando dicevi che entro un anno il p2p non esisteva più???Ah non te lo ricordi?Io me lo ricordo bene, si è visto che fine han fatto le tue profezie.... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Che ipocrita!

    Come si piega poi che l'industria dei
    videogiochi continua a cresce e sembra che
    quest'anno abbia avuto un fatturato maggiore
    addirituura di quella del cinema, nonostante
    la pirateria (che sicuramente non è
    inferiore nè a quella della musica,
    nè a quella del cinema)?Secondo me è tutto legato soprattutto al diffondersi del multiplayer. Piuttosto che giocare solo sui server non ufficiali e craccare il gioco all'uscita di ogni aggiornamento, penso che si preferisca la comodità dell'originale e quindi acquistarlo.Non dimentichiamo poi lo sbattimento per eventuali protezioni e in parte le dimensioni visto che i giochi ormai stanno migrando verso il formato DVD (oltre 4 GB).CIAO
  • Anonimo scrive:
    Altro che MP3.COM !!!
    Sono stato il 16 dicembre alla presentazione delle Creative Commons italiane e sono venuto a conoscenza di questo interessantissimo progetto:http://muzik.agnula.org/Le armi migliori per combattere le major sono proprio queste.Marco Radossevich
  • dilbert68 scrive:
    Re: Che ipocrita!

    Come si piega poi che l'industria dei
    videogiochi continua a cresce e sembra che
    quest'anno abbia avuto un fatturato maggiore
    addirituura di quella del cinema, nonostante
    la pirateria (che sicuramente non è
    inferiore nè a quella della musica,
    nè a quella del cinema)?col fatto che un videogame sta su un CD (730 MByte da scaricare) mentre un brano musicale sono 5-6 Mbyte in mp3?col fatto che vi è una buona percentuale di persone che possiedono una conosole, ma non un PC con masterizzatore?non dico che questi due motivi siano determinanti, ma probabilmente contribuiscono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ipocrita!

      col fatto che un videogame sta su un CD (730
      MByte da scaricare) mentre un brano musicale
      sono 5-6 Mbyte in mp3?
      col fatto che vi è una buona
      percentuale di persone che possiedono una
      conosole, ma non un PC con masterizzatore?ma scherziamo?suvvia siamo seri...non siamo piu' nel 1997 dove si andava avanti a napster ed a modem. 700Mb non fanno piu' paura a nessuno, tanto e' vero che ora ci si scambiano tranquillamente non piu' i divx ma i dvd. E se permetti, vorrei conoscere le tue statistiche per dire che ci sono piu' console che masterizzatori.Ora un masterizzatore, almeno cd, lo trovi anche se comperi il computer della Barbie per natale...E se penso ai miei amici e conoscenti, quasi tutti hanno un masterizzatore, almeno in ufficio, pochi hanno una console.
  • Anonimo scrive:
    soulseek 155 uscito
    nuova versione non-beta di soulseek uscita, se interessa.ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Campagne controproducenti.
    - Scritto da: Anonimo
    Recentemente, al cinema, ho visto una
    campagna anti-pirateria che va a sostituire
    quella vecchia con Abattantuono sull'aereo.
    Nel nuovo filmato, il ragazzo/a che scarica
    da internet viene assimilato a svaligiatori
    e scippatori, con tanto di messaggio
    intimidatorio (del tipo: è reato, vai
    in galera).
    Credo che se continuano così
    riusciranno a tirarsi addosso le ire di
    tutta la società civile.io ormai sento sempre più mormorii del tipo "ma che cazzo dicono"oppure "le borse non si possono duplicare come i files", riferito proprio a quella campagnaoppure ancora dei bei diti medi alzati, in caso di file di militari (sempre attenti allo stile, ma efficaci)... credo che questo ci sia da aspettarsi. Il senso comune lo dice chiaramente che quello NON è un furto
  • Anonimo scrive:
    Re: lobby del P2P
    ma credi davvero a quello che stai dicendo?
    • Anonimo scrive:
      Re: lobby del P2P
      - Scritto da: Anonimo
      ma credi davvero a quello che stai dicendo?Be', con le major funziona.
    • Anonimo scrive:
      Re: lobby del P2P
      - Scritto da: Anonimo
      ma credi davvero a quello che stai dicendo?Sul fatto che bisogna fare pressioni sui politici ha ragione: continuiamo a non fare nulla e questi tra poco dai politici si faranno approvare anche la sedia elettrica per i condivisori. Le major del disco (e anche del software) hanno la faccia come il posteriore. Parlano di diritto ma in realtà dei diritti dei cittadini non gli interessa nulla. Esiste solo il *loro* diritto ai soldi, gli altri sono spazzatura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    E perchè la devo pagare alla SIAE se sul supporto inserisco le mie foto del picnic?
  • Anonimo scrive:
    George Clooney...
    ...tra il serio e il faceto - ma più faceto - durante una intervista su MTV riguardo Ocen's Twelve ha invitato il pubblico a comprare il dvd del suo film sulle bancarelle, pagandolo 2 dollari.. o a scaricarselo ustilizzando la banda larga (testualmente!)... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo

    Alla fine, l'unica sarebbe un p2p legale a
    pagamento forfettario. Io lo farei, anche se
    so che molti non ci penserebbero proprio.Dopo aver ridotto del 50% il canone ADSL, l'IVA sullo stesso, la tassa SIAE sui supporti, ecc....e forse allora se ne potrà parlare!!!!!!8)
  • Anonimo scrive:
    Ma andate a cag.....
  • Anonimo scrive:
    Exeem sostituira' suprnova.org
    Suprnova e gli altri sono stati chiusi perche' eranop2p centralizzati come Napster, e quindi condannatia fallire in partenza. La FAQ sulla chiusura di Suprnova e' qui:http://www.silentdragz.net/suprfaq/Ma qui c'e' una recensione di Exeem, il primop2p ecentralizzato per Bittorrent, realizzatodagli stessi di Suprnova che avevano previstotutto:http://www.mitosis.com/sections/forum/showflat.php?Board=web_news&Number=43166
  • Anonimo scrive:
    Re: Profondo Rosso in DVD..
    - Scritto da: Anonimo
    Euro 21,99...se questa non e' tentata
    truffa..non so cosa lo sia...Mi suona più come ISTIGAZIONE ALLA PIRATERIA!!!!!:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanti auguri
    - Scritto da: Anonimo
    Un sincero augurio da chi non scarica musica
    pirata, ma che non compra più nulla,
    a tutte le industrie discografiche di
    spendersi in medicine gli ultimi soldi che
    riusciranno a raccogliere.e pure li avran da spendersi parecchio, con sentiti ringraziamenti di chi detiene i brevetti
  • Anonimo scrive:
    Tanti auguri
    Un sincero augurio da chi non scarica musica pirata, ma che non compra più nulla, a tutte le industrie discografiche di spendersi in medicine gli ultimi soldi che riusciranno a raccogliere.
  • Cavallo GolOso scrive:
    Sharing is good... filmatini gratis! :)
    http://www.skype.com/community/movies/sono davvero simpatici! :)ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    Penso che il problema non stia tanto (o solo) nel prezzo, quanto nella qualità. Io i cd dei Dire Straits li ho comprati tutti. Probabilmente comprerò, piano piano, quelli di Al Di Meola e quelli di Pat Metheny; stesso discorso vale per David Russell (chitarra classica). Mai e poi mai comprerei però Britney o il Festival Bar (e probabilmente non li scaricherò nemmeno). Voglio dire: se so che l'artista ha dovuto farsi un mazzo tanto per realizzare la sua musica, e la sua musica mi piace, allora sono più che ben disposto a pagarlo, in caso contrario che vadano a quel paese, lui, i suoi manager e tutta "l'industria" che gli sta dietro. Madder
  • Anonimo scrive:
    Re: Profondo Rosso in DVD..
    ma chi è quel coche se lo compra ?incredibile....
    • Anonimo scrive:
      Re: Profondo Rosso in DVD..
      - Scritto da: Anonimo
      ma chi è quel co
      che se lo compra ?
      incredibile....Fatti conto che mia sorella lo vuole per Natale, perché glielo hanno masterizzato male, :D fortuna che lo ho trovato a 19,99, per quel che mi riguarda contenta lei, quando vuole cosmetici et similia spendo di più.Resta il fatto che se avesse voluto un CD o DVD musicale e mi avesse avvisato per tempo lo avrei ordinato in rete fuori dall'Italia, anche Amazon che non è esattamente la più conveniente, se ordino giochi o musica assieme a qualche libro che mi serve e diluisco le spese di spedizione conviene più di qualsiasi sito o megastore italiano.
  • Anonimo scrive:
    Ma allora non hanno finito i soldi...
    Nonostante si lamentino e piangano evidentemente idiscografici hanno ancora soldi da spendere in causelegali (non propio economiche negli USA) e non credo chegli accordi extragiudiziali o il pagamento delle spese daparte di chi perde compensino lo stuolo di avvocati chedevono mettere in campo. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma povero te! Mica è così
    semplice, quello è *l'equo compenso
    per la copia privata* (equo un ciufolo) che
    ti consente di farti una copia di un tuo
    prodotto legalmente acquistato.Ti diro', io comincerei a contestare lo stesso principio: non capisco perche' mai devo pagare per farmi una copia (di sicurezza) di cio' che ho acquistato.
  • Anonimo scrive:
    Il Governo!!!!
    "In Italia, il paese della Legge Urbani, il Governo ha annunciato una campagna contro la pirateria ma l'industria, che già si è attivata per contrastare gli utenti italiani del peer-to-peer, non sembra proprio intenzionata ad aspettare oziosamente sulla riva del fiume il passaggio del cadavere del P2P."Un regalo per Natale, grazie:Invece di pensare a continuare con le caz**te dovrebbero pensare a fare i controlli sui prezzi ESOSI che hanno raggiunto anche i beni di prima necessità ed impiegare le forze dell'ordine per porre fine agli omicidi della camorra a Napoli piuttosto che inseguire i marokkini ed i senegalesi che poveracci per campare devono vendere cd e roba contraffatta, altrimenti ce li vediamo in casa a rubare o a scippare ecc.:@Le major poi dovrebbero capirlo che la lotta è impari e che gli utenti p2p sono milioni, perciò è tutto INUTILE!!!!!!:D:D:D:D
  • Masque scrive:
    Che ipocrita!
    "Preferiremmo - aveva spiegato il presidente RIAA Cary Sherman - passare il nostro tempo a fare musica piuttosto che occuparci di questioni legali nei tribunali. Ma non possiamo non far nulla mentre la pirateria devasta artisti, musicisti, autori, rivenditori e chiunque nell'industria musicale"Quando alla fine, del totale sui ricavi delle vendite, quello che va agli artisti è solo una minima parte.Come si piega poi che l'industria dei videogiochi continua a cresce e sembra che quest'anno abbia avuto un fatturato maggiore addirituura di quella del cinema, nonostante la pirateria (che sicuramente non è inferiore nè a quella della musica, nè a quella del cinema)?
  • quindiciottobre scrive:
    Ma andate a cag***
  • Anonimo scrive:
    Re: Profondo Rosso in DVD..
    - Scritto da: Anonimo
    Euro 21,99...se questa non e' tentata
    truffa..non so cosa lo sia...Più o meno allo stesso prezzo (a causa delle spese di pedizione dagli States), è disponibile da più di un anno su Playusa.com la versione americana, con audio anche in italiano e sottotitoli (la versione UK è pesantemente tagliata).Mi aspettavo anch'io un prezzo inferiore per la versione italiana, perlomeno per combattere la concorrenza estera. Invece eccolo fuori allo stesso prezzo. Si tratta della solita cecità dei distributori italiani, che in sede di marketing non tengono conto, probabilmente per mera ignoranza, del fenomeno internet. Falliranno, come fece Cecchi Gori a causa dei suoi DVD di merda che erano semplici riversamenti dal VHS senza nemmeno l'audio originale. Ben gli sta: ecco cosa succede ai manager che considerano idioti gli aquirenti.-- Stefano
  • Anonimo scrive:
    Profondo Rosso in DVD..
    Euro 21,99...se questa non e' tentata truffa..non so cosa lo sia...
  • Anonimo scrive:
    lobby del P2P
    Combattiamo le major con le loro armi: non compriamo più CD e DVD e destiniamo i soldi ad una colletta per pagare le campagne elettorali dei politici. Che così faranno le leggi a nostro favore...
  • Ekleptical scrive:
    Re: Tutelare il mercato?

    Alla RIAA piacerebbe pensare che chi scambia
    musica e chi la acquista sono persone
    diverse, ma a parte casi rari (Ekleptical?)
    non conosco nessuno che si divida nelle due
    categorie. Me compreso.Mah, ti dirò. Se intendi acquisto di CD escludimi da entrambe la categorie! Io non compro più CD da mesi e mesi. Gli ultimi li ho presi a Londra 'st'estate dove, nonostante la sterlina alta, si trovavano sui 15 euro le novità e a prezzi stracciati quelli vecchi di solo pochi mesi (infatti sono tornato con una 10ina di CD in valigia! :P).Ultimamente quando vado nei negozi di dischi, la prima cosa che guardo, dopo la copertina è il prezzo che c'è scritto dietro. Nel 99% dei casi li mando a cagare, lo ascolto, lo mollo lì e quando torno a casa cerco su OD2/MessaggerieDigitali/iTunes. Il grosso problema per l'industria, ancora non tenuto debitamente in conto, è che io (e penso anche gli altri che acqusitano mp3/wma online) mi sto sempre più abituando a considerare mentalmente il prezzo di un CD come 9.99 euro, quanto viene online!!!Però pare che i CD stiano raggiungendo l'equilibrio nelle vendite. Non sono più in calo, ma in recupero. La situazione tende a stabilizzarsi. Mi chiedo chi è che continua a comprali a 20 euro, boh, io non più... :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    io ci starei ad un p2p forfettario


    veramente c'è con tutte le tasse
    messe sui vari supporti.......

    CiaoUna cippa! Che te credi, che il fatto che ci sia la tassa sui supporti, sia lecito scaricare a destra e a manca!Ma povero te! Mica è così semplice, quello è *l'equo compenso per la copia privata* (equo un ciufolo) che ti consente di farti una copia di un tuo prodotto legalmente acquistato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    Sicuro? Non è la prima volta che il sito rimane offline per qualche giorno..
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo
    io ci starei ad un p2p forfettarioveramente c'è con tutte le tasse messe sui vari supporti.......Ciao
  • FAM scrive:
    Ma andate a cag***
  • Anonimo scrive:
    Campagne controproducenti.
    Recentemente, al cinema, ho visto una campagna anti-pirateria che va a sostituire quella vecchia con Abattantuono sull'aereo. Nel nuovo filmato, il ragazzo/a che scarica da internet viene assimilato a svaligiatori e scippatori, con tanto di messaggio intimidatorio (del tipo: è reato, vai in galera).Credo che se continuano così riusciranno a tirarsi addosso le ire di tutta la società civile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    parli di civiltà e mi citi le multinazionali?errore imperdonabile;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    - Scritto da: TPK
    ha chiuso.

    www.suprnova.org /nn farti prendere dallo sconforto, please.spnova ha chiuso (forse) semplicemente perche' non era un sistema di distribuzione di link torrent decentralizzato e serverless.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
    Credo fosse ironico, dài. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
      - Scritto da: Anonimo
      Credo fosse ironico, dài. :DCerto :DAd esempio c'è un tipo famoso di "erba cattiva" che è buonissima :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Credo fosse ironico, dài. :D

        Certo :D

        Ad esempio c'è un tipo famoso di
        "erba cattiva" che è buonissima :DIl Torben Dansk BLue Note, trinciato per pipa!!!Una favola !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    - Scritto da: Anonimo
    cosa devono tutelare?
    loro vogliono distruggere il p2p
    la gente si dirigerà verso software
    criptatiAnche questa sarà una soluzione temporanea, vedrai. Se MUTE o Ant prendono piede, vedrai le major frignare perchè il solo fatto di usarli possa essere considerato illecito (così non necessiteranno di beccarti con il sorcio in bocca, gli basterà vedere se tu stai facendo da "tramite" nel principio della formichina... MUTE ti fa vedere persino l'ip)Finchè le major piangono e i governi eseguono pedissequamente, questo tira e molla non avrà mai fine penso.
    la via di mezzo qual'è?
    una tariffa forfettaria
    ma..........non l'accetteranno mai
    di cosa si vuole parlare allora?Io la vorrei. Conosco molta gente che la vorrebbe. Ho sentito persino di qualche artista che la riterrebbe giusta. Secondo me è l'unico modo che risolvere la questione in maniera civile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    inizieranno a diffondere i .torrent sulle normali piattaforme p2p
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    cosa devono tutelare?loro vogliono distruggere il p2pla gente si dirigerà verso software criptatila via di mezzo qual'è?una tariffa forfettariama..........non l'accetteranno maidi cosa si vuole parlare allora?
  • Anonimo scrive:
    Re: ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
    vallo adire aloro(troll)(troll)(troll)
  • Anonimo scrive:
    Con la sua guerra
    RIAA è riuscita benissimo a pubblicizzare tutti i sistemi di file sharing: chi non li conosceva ora li usa!
  • Anonimo scrive:
    ma lucas... come ERBA CATTIVA? :-(
    tristissimo ... il p2p non è erba cattiva! :(è diffusione della cultura magari ... è la riaa con le sue crociate l'erba cattiva? :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutelare il mercato?
    io ci starei ad un p2p forfettarioma purtoppo non avverra' mai:s:@:@:@
  • Locke scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    - Scritto da: TPK
    ha chiuso.

    www.suprnova.org /Già :(Gone for good...Anche se non si sa se è opera della MPAA o cause di forza maggiore come costo del server o cos'altro... c'è chi maliziosamente pensa che l'admin del sito sia stato pagato per portare via baracca e burattini, ma questo è solo uno dei tanti rumor
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto SuprNova...
      C'è sicuramente qualche cosa di strano... il sito chiude improvvisamente senza dare nessuna spiegazione valida. Forse bastava spostare i server in russia o in qualche altro paese canaglia e organizzarsi per parare gli attacchi DDS e simili che i pirati del RIAA e soci stanno effettuando. Secondo me non la raccontano giusta.
  • Anonimo scrive:
    Tutelare il mercato?
    In nessun mercato, criminalizzare i propri clienti porta a conseguenze positive.Alla RIAA piacerebbe pensare che chi scambia musica e chi la acquista sono persone diverse, ma a parte casi rari (Ekleptical?) non conosco nessuno che si divida nelle due categorie. Me compreso.Chi scambia musica lo fa perchè gli piace ascoltarla, ma non può permettersi di comprare magari $tot_cd al mese, perchè magari è studente o magari lo stipendio è quello che è.Di contro, non conosco nessuno che "non acquista mai musica" e scarica soltanto. Per gli artisti o film che piacciono veramente lo fa. Ma per altri magari si trova in altre maniere.Morale, "clienti e pirati" fanno parte dello stesso insieme.Abbassare i prezzi non se ne parla. Anzi. Quindi loro vogliono tenere su a tutti i costi un mercato che pure i clienti ritengono drogato.In questo tira e molla non ci sono mezze soluzioni, e poi che fai? Rovini una famiglia per un mp3? Mandi i ragazzini in galera?Alla fine, l'unica sarebbe un p2p legale a pagamento forfettario. Io lo farei, anche se so che molti non ci penserebbero proprio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    e TorrentBits con lei:http://www.p2preactor.com/article52-suprnova-torrentbits-closed.htmlPraticamente hanno chiuso tutti i tracker 'grossi' :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto SuprNova...
      cazzo era nell aria bastardivogliono togliere tuuti i torrent perche' hanno visto ke aumentava a dismisura e li vogliomo bloccare in modo che non si etendano:'(:'(:@:@:@:@:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto SuprNova...
        Be', i tracker si possono anonimizzare con torhttp://tor.freehaven.net/http://azureus.sourceforge.net/doc/AnonBT/
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto SuprNova...
    Nooooooooooooooooooo :'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(
  • TPK scrive:
    Intanto SuprNova...
    ha chiuso.http://www.suprnova.org/
Chiudi i commenti