Un robot per bibliotecario

Un robot per bibliotecario

Lo si può comandare via Internet e lui può cercare il libro desiderato fra le migliaia presenti negli scaffali. E' il bibliotecario robot, ennesima promessa della tecnologia made in Japan
Lo si può comandare via Internet e lui può cercare il libro desiderato fra le migliaia presenti negli scaffali. E' il bibliotecario robot, ennesima promessa della tecnologia made in Japan


Tokyo (Giappone) – Cercare un libro fra gli scaffali di una biblioteca e leggerne il contenuto senza muoversi dalla propria scrivania. E' quello che promette un gruppo di ricercatori dell'Università giapponese di Tsukuba, team impegnato nello sviluppo di un robot che potrebbe rivelarsi particolarmente utile per consultare via Internet libri non disponibili in formato digitale.

Il robot è grado di ricevere istruzioni via Internet e navigare, per mezzo di un laser, fra gli scaffali, selezionare il libro cercato, aprirlo e sfogliarne le pagine. Grazie ad una videocamera il robot può scattare foto delle pagine del libro e inviarle, attraverso Internet, all'utente che ne ha fatto richiesta.

Il prototipo di robot bibliotecario misura circa 50 cm di altezza per 45 cm di larghezza , cammina su ruote ed è dotato di braccia e mani meccaniche che gli permettono di prendere e maneggiare i libri.

Per il momento non è chiaro di quali strutture il robot necessiti per operare fra gli scaffali né quali siano i sistemi informatici che lo coadiuvano. Questa soluzione sembra offrire alle biblioteche in prospettiva un'alternativa alla digitalizzazione del loro intero catalogo di opere. Resta da vedere se, in termini tecnici ed economici, sia effettivamente attuabile.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 11 2003
Link copiato negli appunti