Un SDK mette a nudo Android 1.5

Gli sviluppatori possono finalmente mettere le mani su una versione preliminare del nuovo OS per apparecchi mobile. Tra le novità più attese, tastiera virtuale e riconoscimento della voce

Roma – Il giovane e già famoso sistema operativo mobile di Google, Android, si appresta a completare una nuova e importante tappa nel suo percorso verso la piena maturità. All’inizio della settimana è stata infatti rilasciata un’anteprima del software development kit (SDK) per Android 1.5: il suo codice si basa su Cupcake , un ramo sperimentale dello sviluppo dove negli ultimi sei mesi sono state testate le future funzionalità del sistema operativo.

Come spiegato sul blog ufficiale di Android, le API della versione 1.5 introducono novità quali tastiera virtuale, supporto ai widget, riconoscimento vocale e Live Folders .

L’inclusione di una tastiera software era tra le caratteristiche più attese dagli utenti: nelle attuali versioni di Android, infatti, è possibile scrivere solo attraverso la tastiera hardware del telefono. La soft keyboard di Android 1.5 funziona sia in modalità portrait che landscape e può completare le parole digitate servendosi di un dizionario utente. Come già avviene in Windows Mobile, gli utenti potranno installare tastiere di terze parti .

La nuova versione di Android supporta poi i widget , che possono essere visualizzati nella schermata di stand-by: tra quelli di default si troveranno orologio analogico, calendario, player audio, motore di ricerca e cornice per foto.

Simile a un widget, ma implementato come funzionalità nativa del sistema operativo, è invece Live Folders . Questo strumento consente di visualizzare direttamente nell’home screen di Android, e in tempo reale, informazioni aggiornate provenienti dai siti web : ad esempio news, quotazioni di borsa, risultati sportivi, previsioni meteo ecc. Sebbene Live Folders possa essere utilizzato come un semplice lettore di feed RSS, il motore web su cui poggia lo rende un’applicazione ben più sofisticata, capace di interfacciarsi ad un’ampia varietà di servizi web.

Tra le altre novità elencate nelle note di rilascio di Android 1.5 vanno poi citate la capacità di registrare video e di riprodurre file MPEG4 e 3GP, il supporto all’audio Bluetooth stereo, la possibilità di usare il copia-e-incolla e di cercare parole chiave all’interno del browser web predefinito, una funzionalità di autocorrezione del file system della SD, e integrazione con vari servizi di Google tra i quali Youtube e Picasa.

Accanto alle novità più importanti, Android 1.5 ha beneficiato di numerose migliorie all’interfaccia, alle performance (incluse quelle di fotocamera e GPS) e al supporto hardware. Questa release della piattaforma aggiorna poi il kernel Linux alla versione 2.6.27 e i motori WebKit (rendering HTML) e Squirrelfish (JavaScript) alle ultime versioni stabili.

Gli sviluppatori di Android hanno infine apportato modifiche anche ai tool di sviluppo e alla struttura dell’SDK. Quest’ultimo ora include più versioni della piattaforma open source : ad esempio, l’anteprima appena rilasciata mette a disposizione degli sviluppatori anche le API di Android 1.1. Con il nuovo SDK i programmatori possono inoltre installare gli add-on necessari per accedere a certe funzionalità extra – ad esempio, le API di Google Maps – fornite da operatori mobili, produttori di device o provider di servizi.

Sebbene il team di Android incoraggi gli sviluppatori a provare il nuovo SDK, lo stesso avverte che le API qui contenute non sono ancora state finalizzate: le applicazioni create con questo toolkit, pertanto, potrebbero non essere compatibili con i futuri dispositivi.

La data di rilascio della versione definitiva di Android 1.5 non è ancora stata annunciata. Almeno sulla carta, i firmware basati su questa release del sistema operativo dovrebbero essere compatibili anche con i device di prima generazione come il G1 di T-Mobile.

Alessandro Del Rosso

fonte seconda immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Max scrive:
    magari
    Se la connettività fosse libera senza censura per tutti i cubani/e il regime Castrista non esisterebbe più.
    • d1e60 scrive:
      Re: magari
      - Scritto da: Max
      Se la connettività fosse libera senza censura per
      tutti i cubani/e il regime Castrista non
      esisterebbe
      più.Se i media italiani fossero liberi e senza censure, anche molti personaggi nostrani cesserebbero di esistere ;-)Purtroppo, però, gli italiani preferiscono continuare a pensare di essere più al sicuro tra le braccia di vecchie ideologie.
  • rosa negra scrive:
    viva cuba
    esperamos ke obama cumpla con su palabra
  • superciuk scrive:
    Yoani Sánchez
    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=343992magari a questa cubana farà piacere avere connettività estera
    • guerrierodi pace scrive:
      Re: Yoani Sánchez
      e tu credi che a lei farebbe piacere passare dalla Cuba attuale a un modello come quello della Russia attuale?io direi di no
      • superciuk scrive:
        Re: Yoani Sánchez
        magari ci sono anche alternative, e in ogni caso credo che debba decidere lei (i cubani, suvvia) del proprio destino, non trovi?
        • uno scrive:
          Re: Yoani Sánchez
          - Scritto da: superciuk
          magari ci sono anche alternative, e in ogni caso
          credo che debba decidere lei (i cubani, suvvia)
          del proprio destino, non
          trovi?anch'io in italia vorrei decidere del mio destino ma non me lo fanno farein ogni caso certi personaggi del loro destino vorrebbero far decidere altre nazioni che non la loro patria (se hai visto l'intervista delle iene alla sanchez te ne accorgi: il rimedio a tutto? privatizzazioni, altro che democrazia!)
  • andy61 scrive:
    se non puoi combattere il tuo nemico ...
    ... se non puoi combattere il tuo nemico, alleati ...in pratica, l'unico modo che è rimasto agli USA per mettere le mani su Cuba è quello di colonizzarla dall'interno, iniziando ad offrire servizi attraverso cui veicolare i propri prodotti (ed attraverso cui iniziare a tracciare i cittadini).Indipendentemente dalle proprie idee politiche, Cuba ha ancora un fascino incredibile, anche grazie al fatto che si respira in ogni angolo l'aria della Revoluciòn ...Non so quanto potrà durare, perché il carisma ed il simbolo di Fidel per la rivoluzione difficilmente potranno essere ereditati da altri.In aggiunta, anche il popolo cubano si trova tutti i giorni a vedere l'abisso che c'è tra le proprie condizioni e quelle dei turisti che vengono a spendere vagoni di soldi che il popolo non vedrà mai ...
  • rudy scrive:
    prima tolgano l'embargo poi parlano
    45 anni di embargo assurdo sono pero' tanti.tolgano l'embargo, illegale, invece di ammorbidirlo (gentile concessione?), e diano garanzie di non poterlo piu rifare (scusarsi?), allora non ci saranno dubbi.ora dubbi ci sono: domani gli usa cambiano idea e via internet per tutti, ospedali compresi?
    • barra78 scrive:
      Re: prima tolgano l'embargo poi parlano
      Se cuba è messa così male non è certo per colpa dell'embargo americano. Sono governati da un folle che vive di ideali irrealizzabili e che privando completamente della libertà il proprio popolo accusa poi gli americani per le sue colpe.Hai presente che fino a poco tempo fa un cubano non poteva entrare in un'albergo per gli stranieri (cosa verificata di persona da miei clienti che si sono visti bloccare i colleghi cubani all'ingresso)? hai presente che le tv potevano, fino a pochi mesi fa, essere installate solo in luoghi pubblici così era più semplice controllarle? L'america avrà tanti difetti ma tra questi non c'è certo la penosa situazione cubana (nazione che tra le altre cose poco prima delle recenti olimpiadi ha negato a una donna la possibilità di andare a trovare la madre in punto di morte).
      • pippuz scrive:
        Re: prima tolgano l'embargo poi parlano
        - Scritto da: barra78
        Se cuba è messa così male non è certo per colpa
        dell'embargo americano. Sono governati da un
        folle che vive di ideali irrealizzabili e che
        privando completamente della libertà il proprio
        popolo accusa poi gli americani per le sue
        colpe.wikipedia non è la bibbia, ma cito:"L'industria venne nazionalizzata, privando così le imprese statunitensi della proprietà delle raffinerie di zucchero. Gli USA reagirono il 16 aprile 1961 quando il presidente Kennedy appoggiò uno sbarco armato degli esuli cubani sulle coste della Baia dei Porci per cercare di organizzare la controrivoluzione. Il fallimento di questo tentativo provocò però, tra l'altro, l'avvicinamento politico del regime all'URSS.Il 25 aprile 1961 gli Stati Uniti decretarono inoltre un embargo totale verso Cuba, costringendo l'isola a dipendere economicamente dall'Unione Sovietica. "visto che l'Unione Sovietica è poi crollata, Cuba si è ritrovata senza uno dei pochissimi paesi con i quali aveva scambi commerciali.sintentizzando: gli USA avevano il loro governo fantoccio che svendeva l'isola e le sue risorse, i cubani si sono ribellati, gli USA hanno decretato l'embargo (che non coinvolge solo gli USA,particolare importante) perchè in piena guerra fredda non potevano permettersi di avere un "vicino" che tenesse loro testa, cercando di liquidarlo economicamente.chiariamo, che i Castro siano dei dittatori non c'è dubbio, ma in altri paesi "democratici" la situazione non è molto migliore.
        Hai presente che fino a poco tempo fa un cubano
        non poteva entrare in un'albergo per gli
        stranieri (cosa verificata di persona da miei
        clienti che si sono visti bloccare i colleghi
        cubani all'ingresso)? hai presente che le tv
        potevano, fino a pochi mesi fa, essere installate
        solo in luoghi pubblici così era più semplice
        controllarle?su questo non sono sufficientemente informato, non essendoci mai stato.
        L'america avrà tanti difetti ma tra questi non
        c'è certo la penosa situazione cubana (nazione
        che tra le altre cose poco prima delle recenti
        olimpiadi ha negato a una donna la possibilità di
        andare a trovare la madre in punto di
        morte).per la legge cubana, quella donna ha commesso un reato, l'espatriare illegalmente (e qui si può discutere). avrebbe potuto tornare, ma sarebbe stata arrestata. se tu commetti un reato in Italia, pensi che se tua madre sta morendo, lo stato italiano ti lasci entrare tranquillamente? se vuoi ti cito esempi ben peggiori, con al posto di Cuba l'Italia o gli USA.
        • ciao scrive:
          Re: prima tolgano l'embargo poi parlano
          - Scritto da: pippuz
          hai presente che le tv

          potevano, fino a pochi mesi fa, essere
          installate

          solo in luoghi pubblici così era più semplice

          controllarle?

          su questo non sono sufficientemente informato,
          non essendoci mai
          stato.Nel 1997 i privati potevano tranquillamente avere la tv. Stavolta , caro barra78, Topolino a preso un granchio
      • Valerio scrive:
        Re: prima tolgano l'embargo poi parlano
        Quando le cose non si sanno si farebbe molto meglio a tacere...
      • anonymous scrive:
        Re: prima tolgano l'embargo poi parlano

        Hai presente che fino a poco tempo fa un cubano
        non poteva entrare in un'albergo per gli
        stranieri (cosa verificata di persona da miei
        clienti che si sono visti bloccare i colleghi
        cubani all'ingresso)? forse perchè alcuni democratici turisti stranieri si portavano persone cubane in camera per scopi non proprio edificanti
        hai presente che le tv
        potevano, fino a pochi mesi fa, essere installate
        solo in luoghi pubblici così era più semplice
        controllarle?forse per evitare "cinematografi abusivi", d'altra parte fino a qualche anno fa erano vietati per uso privato anche gli elettrodomestici che consumavano troppo (risiere elettriche in particolare) finchè il Venezuela non gli ha cominciato a dare il petrolio
        L'america avrà tanti difetti ma tra questi non
        c'è certo la penosa situazione cubana (nazione
        che tra le altre cose poco prima delle recenti
        olimpiadi ha negato a una donna la possibilità di
        andare a trovare la madre in punto di
        morte).che cattivi, solo perchè uno ha violato le leggi sull'emigrazione...mentre lo sanno tutti che i messicani espulsi per immigrazione illegale dagli usa , se chiedono di rientrarci per assistere un familiare morente naturalizzato vengono accolti a braccia aperte e gli pagano pure il viaggio, vero ?
  • anonymous scrive:
    non sembrano confidare
    Mi sembra quantomeno opinabile definire "i cittadini cubani" un paio di blogger (uno della florida del sud e l'altro non si sa) con diversi link reciproci nei post, che postano solo in inglese e citano dettagliatamente i giornali usa (ma come, i cubani sono poveri e tenuti all'oscuro e poi si possono permettere giornali stranieri e il regime glieli fa arrivare?).Uno di tali link si pone questa domanda:"What I find most interesting about all of this is the apparent assumption that the Cuban regime is going to suddenly allow everyone to have Sirius/XM radio and a subscription to DirecTV. "Che dire, non trova strano che il regime della sedicente più grande democrazia occidentale non fornisca assistenza sanitaria alla sua popolazione ma il regime cubano deve fornire la connessione a directv alla sua, comunque gli risponde un suo compare:"As I understand it, based on what is being reported on Miami TV, you can send a cellular phone to a relative or a friend in Cuba and pay for the roaming charges here"Ma in ogni caso stiano tranquilli, i giornalisti cubani finanziati da servizi stranieri per fare disinformazione e i terroristi al servizio di potenze straniere (come quello reo confesso di un attentato in cui é morto un italiano e mai estradato in Italia da Miami) quegli apparati li riceveranno, se già non li hanno.L'altro blog presenta di queste uscite:"Cuba's problems begin and end with the regime, and many world leaders that prefer to point the finger at the United States, aside from being morally empty, are far from the ideal any reasonable person should follow."Infatti com'é noto sotto Batista e lo stato verso cui i leader mondiali puntano il dito, a Cuba le prigioni erano vuote, il dissenso incoraggiato e i citadini non sapevano dove mettere i soldi, la prostituzione era sconosciuta e non esistevano casinò in cui riciclare soldi sporchi, i tagliatori di canna da zucchero del noto rum erano iscritti d'ufficio a 3 sindacati ciascuno e ricevevano un bonus annuale pari al doppio del dividendo degli azionisti...
  • applenograz ie scrive:
    lol molto lol
    http://shop.ebay.it/merchant/cdsat2006
  • barra78 scrive:
    che commenti...
    Obama si comporta così semplicemente perchè preferisce farseli amici i suoi vicini di casa, soprattutto in vista della (ormai prossima spero) morte del dittatore cubano.Certamente interessi economici ci sono, soprattutto turistici, tantissime aziende europee investono e guadagnano un sacco con le strutture alberghiere cubane, mercato precluso agli americani.Parlare poi di Chavez come di un grande uomo....
    • anonymous scrive:
      Re: che commenti...

      Parlare poi di Chavez come di un grande uomo....Grande uomo in sè forse no, ma rispetto alla statura dei NOSTRI governanti é un gigante!
      • unghio scrive:
        Re: che commenti...
        parli di allende? no, spero che la cia non organizzi un altro colpo di stato militare stavolta...
        • Gigoachef scrive:
          Re: che commenti...
          - Scritto da: unghio
          parli di allende? no, spero che la cia non
          organizzi un altro colpo di stato militare
          stavolta...Il colpo di stato contro Chavez l'hanno già tentato nel 2002, ma fu sventato dal fatto che dopo l'arresto illegale di Chavez, il giuramento del neo-presidente fantoccio e lo scioglimento del parlamento, i poveracci dei barrios di Caracas sono ribellarono facendolo fallire.Anche in questo caso è riconosciuto anche dai media americani più accreditati che l'amministrazione Bush abbia manovrato per favorire il golpe, come dimostra il fatto che fu la prima nazione (insieme al Cile) a riconoscere ufficialmente il governo golpista. Salvo poi rimangiarsi tutto a golpe fallito.http://en.wikipedia.org/wiki/2002_Venezuelan_coup_d%27%C3%A9tat_attempt
      • palle scrive:
        Re: che commenti...
        - Scritto da: anonymous

        Parlare poi di Chavez come di un grande uomo....

        Grande uomo in sè forse no, ma rispetto alla
        statura dei NOSTRI governanti é un
        gigante!Infatti il Venezuela è proprio un modello da seguire!Un modello di democrazia, rispetto delle leggi e civiltà!!!Ma andate a XXXXXX, PAGLIACCI!!!
      • luchino scrive:
        Re: che commenti...
        Eh si, uno che ai meeting internazionali offende la Spagna e che nelle tv di casa propria insulta e da dell'asino all'ex presidente USA è proprio un grande statista! Dove c'è da firmare per cambiarlo con i nostri governanti? Ma per piacere va...... :|
        • anonymous scrive:
          Re: che commenti...
          - Scritto da: luchino
          Eh si, uno che ai meeting internazionali offende
          la Spagna e che nelle tv di casa propria insulta
          e da dell'asino all'ex presidente USA è proprio
          un grande statista! Dove c'è da firmare per
          cambiarlo con i nostri governanti? Ma per piacere
          va......
          :|anche se ci limitassimo a questo, sarebbe sempre meglio di uno che si fa riprendere dalla regina, fa le corna durante le foto ufficiali, scherza sui desaparecidos, dice che gli arabi sono arretrati di 400 anni, tratta da kapò i parlamentari europei, insulta le ministre finlandesi e il presidente spagnolo, se guardiamo ai fatti (creazione alleanze internazionali più eque, lotta alla povertà ecc.) il divario é ancora maggiore
        • Gigoachef scrive:
          Re: che commenti...
          - Scritto da: luchino
          Eh si, uno che ai meeting internazionali offende
          la Spagna e che nelle tv di casa propria insulta
          e da dell'asino all'ex presidente USA è proprio
          un grande statista! Dove c'è da firmare per
          cambiarlo con i nostri governanti? Ma per piacere
          va......
          :|Ma chi? Gli stessi 'nostri' governanti che hanno detto che l'attuale presidente degli USA è 'abbronzato'? Quelli sì, che ai meeting internazionali fanno fare bella figura al loro paese.
    • Valerio scrive:
      Re: che commenti...
      Magari avessimo uno Chavez in Italia... Vedi i calci nel sedere che volerebbero verso certi personaggi che oggi ci guidano (compresi quelli nell'ombra...)
    • SuicideRun scrive:
      Re: che commenti...


      Obama si comporta così semplicemente perchè preferisce farseli amici i suoi vicini di casa, soprattutto in vista della (ormai prossima spero) morte del dittatore cubano.
  • attonito scrive:
    Timeo danaos et dona ferentes
    Ma certo! Gli USA vendono connettivita' a Cuba cosi' la CIA sa gia su quale fibra ascoltare. Ottimo.
  • Federico scrive:
    hahaha
    Gli piacerebbe, eh, che tutte le telecomunicazioni cubane passassero attraverso di loro? E poi ora rischiano di lasciarsi sfuggire un affarone se Cuba si rivolge al Venezuela... oltretutto Chavez è stato l'unico a dire che non c'è da aspettarsi nulla dall'impero, nemmeno se eleggono un presidente nero.Il loro strapotere non può durare in eterno... anzi, da tempo dà segni di cedimento.
    • rockroll scrive:
      Re: hahaha
      - Scritto da: Federico
      Gli piacerebbe, eh, che tutte le
      telecomunicazioni cubane passassero attraverso di
      loro? E poi ora rischiano di lasciarsi sfuggire
      un affarone se Cuba si rivolge al Venezuela...
      oltretutto Chavez è stato l'unico a dire che non
      c'è da aspettarsi nulla dall'impero, nemmeno se
      eleggono un presidente
      nero.

      Il loro strapotere non può durare in eterno...
      anzi, da tempo dà segni di
      cedimento.Figurati che affaroni possono ricavare gli USA da una economia come quella di Cuba; caso mai può essere centrata la prima ipotesi, ed unicamente per motivi di controllo antiterrorosmo. Ma che Cuba (specificatamente la popolazione cubana, beneficiaria dell'offerta) abbia da offire qualcosa gi interessante come mercato per gli USA, proprio non ci credo...
      • Fat scrive:
        Re: hahaha
        Se non è l'interesse economico, allora quale???Se non è un mercato appetibile, perchè un presidente degli stati uniti si scomoda a parlarne???Avete mai sentito Berlusconi parlare di portare connettività in Albania o in Tunisia???Scarterei l'ipotesi antiterrorismo, anche perchè in 50 anni non è mai stata data notizia di attentati sul suolo statunitense riconducibili a cuba.Casomai è avvenuto il contrario, come documentato negli archivi desecretati della difesa americana.
        • Nome&Cognom e scrive:
          Re: hahaha
          gli USA naturalmente aspirano ad una vittoria politica... a prezzi tuttosommato contenuti.
        • anonymous scrive:
          Re: hahaha

          in 50 anni non è mai stata data notizia di
          attentati sul suolo statunitense riconducibili a
          cuba.
          Casomai è avvenuto il contrario, come documentato
          negli archivi desecretati della difesa
          americana.Non c'é bisogno di documenti desecretati, basta ascoltare il reo confesso e mai estradato da oltroceano che tra gli altri turisti ha ucciso anche un italiano, é uscito anche il film dal titolo "Quando la verità si sveglia... non torna più a dormire" .
        • cognome nome scrive:
          Re: hahaha

          Avete mai sentito Berlusconi parlare di portare
          connettività in Albania o in
          Tunisia???Al signor Berlusconi non interessa portare la connettività a Tunisi... preferisce portare la televisione (soprattutto se di sua proprietà)Come dici, a Rete4 non parlano mai di NESMA?
      • major scrive:
        Re: hahaha
        I terroristi chi sarebbero?Ti stai riferendo alla CIA forse?
        • erbeppe scrive:
          Re: hahaha
          - Scritto da: major
          I terroristi chi sarebbero?
          Ti stai riferendo alla CIA forse?Se c'è uno dei due stati che ha fatto incursioni nell'altro stato a scopo terroristico questi sono gli US,se solo la metà delle Me@da che hanno sparso nel mondo gli tornasse indietro, scomparirebbero in una grossa concimaia!!!
      • ciao scrive:
        Re: hahaha
        Controllo del terrorismo ? Questa é proprio bella, semmai é il contrario, non mi sembra che i cubani abbiano mai piazzato bombe in alberghi americani come successe il :21 ottobre '96: un aereo tipo SS-RR matricola n3093M di proprietà del Dipartimento di Stato USA irrora a 25 km da Varadero una sostanza contenente l'agente batteriologico Thrip Palmi Karny con l'intento di distruggere l'agricoltura cubana . 12 aprile '97: bomba all'Hotel Melia Cohiba a l'Avana.30 aprile '97: ritrovamento di un'altra bomba all'Hotel Melia Cohiba a l'Avana. 12 luglio '97: bombe negli Hotel Capri e Nacional.4 agosto '97:bomba all'Hotel Melia Cohiba a l'Avana.11 agosto '97: la Fondazione Nazionale Cubana Americana a Miami dichiara che le bombe contro gli Hotel "non sono da considerarsi azioni terroristiche".22 agosto '97:bomba all'Hotel Sol Palmares di Varadero.4 settembre '97: bombe negli Hotel Triton, Miramar, Copacabana e al ristorante la Bodeguita del Medio. Nell'attentato al Copacabana muore il giovane italiano Fabio di Celmo.10 settembre '97: arrestato il terrorista salvadoregno Cruz Leon, confessa di essere l'autore degli attentati e di aver preso 4500 $ per bomba.19 ottobre '97: trovata una bomba in un microbus per turisti.27 ottobre '97: la guardia costiera Usa blocca un imbarcazione nelle acque di Porto Rico sono ritrovati fucili di precisione e altre armi: uno degli occupanti dichiara di voler compiere un attentato contro Fidel in Venezuela durante la Cumbre Iberoamericana che si svolgerà il 7 novembre '97. La Corte federale USA nel 1999 li assolve.30 ottobre '97: ritrovata una bomba in un chiosco all'esterno del terminal n 2 dell'areoporto dell'Avana. Sono arrestatati tre cittadini guatemaltechi.22 maggio '98: infiltrazione da Pinar del Rio di due terroristi provenienti dagli USA con armi ed esplosivi.....e questa é solo una piccola parte del terrorismo da cui si dovrebbero proteggere Cubani e turisti.
Chiudi i commenti