Una precisazione di SIAE

In merito ad un articolo pubblicato lo scorso venerdì, l'associazione degli autori ed editori invia un chiarimento a Punto Informatico

Roma – Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota riferita all’ articolo pubblicato lo scorso venerdì.

In relazione a quanto riportato dall’articolo di Marco Calamari su Punto Informatico di oggi, preciso che la SIAE non è commissariata: dal 2003 sono in perfetta funzione i suoi organi sociali. Quanto alle presunte mancanze di “equità e trasparenza” mi limito a rilevare che la SIAE, per legge, è sottoposta alla vigilanza congiunta della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sentito il Ministero dell’Economia e delle Finanze per le materie di sua specifica competenza. Il bilancio della SIAE certificato dalla Ernst&Young, una delle maggiori società di revisione, viene approvato dall’assemblea degli associati e dai ministeri vigilanti.

Ufficio Stampa SIAE

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • puah scrive:
    puah
    Quando non si riesce ad innovare si scopiazza ingenuamente e goffamente da apple...
  • tiscalino scrive:
    Re: Scelta sbagliata
    Ma neanche per idea... Vedi, non ci sono "caratteristiche assolute" in un campo come questo, quello che dici sarebbe come affermare che una Land Rover e' un prodotto sbagliato perche' grosso, pesante, e non lo parcheggi bene quando vai a fare la spesa tutti i giorni.Devi vedere a CHI e' rivolto quel prodotto e per QUALI usi.Un tablet come quello non lo si usa certamente per giocare a Quake o Call of Duty, ma e' a mio modesto avviso un "punto di ingresso" per quello che da anni immagino il PC casalingo, una cosa che ti porti appresso per la casa (quindi leggero) che deve essere facile da usare e senza troppi "fili" (quindi ottimo il touchscreen), e consumare poco (altrimenti inciampi nella prolunga;-)). Certamente almeno i video si devono vedere bene e senza scatti (ma sicuro che i DVD non si possano riprodurre decentemente?), ma quelli che si useranno tra 3-4 anni saranno simili a questo, sicuramente piu' potenti e maneggevoli, forse anche con una buona grafica (ma che "costa" in termini energetici...) ma che anche la "massaia di Bordighera" deve capire e saper usare!;-)
  • Dti Revenge scrive:
    è comodo come cornice
    cornice digitale..
  • nomecognoma to scrive:
    è scomodo per un pc Desktop
    Ma voi vi ci vedete passare la media di 5 ore al giorno a pulire lo schermo avanti e indietro con le dita .In molti campi è utile questo sistema , ma usarlo per il lavoro di tutti i giorni lo trovo stancante.....no ?
    • Jiraya scrive:
      Re: è scomodo per un pc Desktop
      anche secondo me non e' utile... soprattutto se non e' preciso, in qual caso diventa molto frustrante avere a disposizione una tecnologia che pero' e' nella sua forma piu' "base".......cioe', a parte l'utilizzo "da svago" l'utilita' di un touch me la vedo in qualche applicazione di tipo grafico, ad esempio grafica con software di fotoritocco o vettoriale, potrebbe essere comodo in qualche software 3d ... ma se non e' sensibile e soprattutto preciso credo che viene voglia di spaccarlo dopo 3 secondi...d'altra parte non ci si puo' neppure aspettare un Cintiq da 1000 e passa euro...
      • pegasocv scrive:
        Re: è scomodo per un pc Desktop
        Quello che non viene tenuto presente (nemmeno dalle case costruttrici) è che questo tipo di monitor/pc non va messo nella posizione dove teniamo adesso il monito.Va messo quasi nella posizione della tastiera. Una via di mezzo tra dove si tiene ora il video e la tastiera, in modo che sia agevole da guardare e da usare con le mani.A questo proposito immaginate tutte quelle persone che non sono capaci di battere su una tastiera e mentre lo fanno guardare il monitor invece che i tasti. Diventa molto più comodo e veloce perchè la tastiera è subito sotto al testo che si sta scrivendo.Certo che sino a quando le case costruttrici continuano a farli con il piedino per regolarli che permettono un'angolo di regolazione ridicolo, diventa difficile usarlo.
        • il signor rossi scrive:
          Re: è scomodo per un pc Desktop
          - Scritto da: pegasocv
          Va messo quasi nella posizione della tastiera.
          Una via di mezzo tra dove si tiene ora il video e
          la tastiera, in modo che sia agevole da guardare
          e da usare con le
          mani.già, ma prova tu a stare un'intera giornata con gli occhi a 10-20 cm dal monitor (un monitor 18''). Ne esci pazzo, non è fattibile. Inoltre lo schermo grosso ti costringe a movimenti ampi. Il touch è ottimo per piccoli schermi, per i netbook e subnotebook. Maledetti produttori! Mettetecelo!!!
      • il signor rossi scrive:
        Re: è scomodo per un pc Desktop
        - Scritto da: Jiraya
        ma se non e' sensibile e soprattutto preciso
        credo che viene voglia di spaccarlo dopo 3
        secondi...e se invece è sensibile e preciso?
    • Spider scrive:
      Re: è scomodo per un pc Desktop
      La ASUS sta Uscendo con EEE T91GO a breve. NetBook con TouchScreen che funziona anche come Tablet.
      • il signor rossi scrive:
        Re: è scomodo per un pc Desktop
        - Scritto da: Spider
        La ASUS sta Uscendo con EEE T91GO a breve.
        NetBook con TouchScreen che funziona anche come
        Tablet.eh, son mesi che si legge che sta uscendo col tablet! :) vabbè, aspettiamo fiduciosi...
Chiudi i commenti