Untrusted/ Il TC in fondo non è così brutto

di Alessandro Bottoni - Qualcuno spiega come il Trusted Computing possa rappresentare una scelta utile quando si tratta di proteggere password, file e documenti, o di eliminare virus e spam. Tutto vero. Ma non basta


Roma – Il Trusted Computing può essere usato per fornire servizi utili all’utente finale, oltre che per controllarlo? C’è qualche motivo per cui potremmo avere il desiderio di sostituire il nostro vecchio PC con un nuovo PC dotato di funzionalità Trusted Computing, spendendo qualcosa come 800 – 1200 euro? C’è almeno un motivo per cui potremmo considerarci “compensati” del fatto che il Fritz Chip è in grado di controllare il nostro comportamento molto più di quanto noi possiamo controllare il suo?

La persona che meglio di chiunque altro ha cercato di dare delle risposte sensate, e tecnicamente ineccepibili, a queste domande è stato David Safford, un ricercatore dell’IBM che lavora sul Trusted Computing. Il suo lavoro è stato pubblicato in un documento PDF di 7 pagine , chiamato “The need for TCPA” .

In questo documento, Safford spiega dettagliatamente le ragioni che hanno spinto IBM e molte altre aziende a coalizzarsi per sviluppare questa tecnologia. Si tratta, a mio modesto avviso, di un documento fondamentale per capire il Trusted Computing per cui ne consiglio caldamente la lettura a tutti gli interessati.
Secondo Safford, le applicazioni utili del Trusted Computing sono essenzialmente due: la protezione dei documenti e la protezione delle chiavi di cifra. Vale la pena di esaminare le sue argomentazioni con attenzione.

Protezione delle chiavi di autenticazione dell’utente
“L’utente può generare una coppia di chiavi RSA, pubblica e privata, usando il chip TPM. il sistema può essere configurato in modo che la chiave privata non lasci mai il chip. Questa chiave privata può essere usata per autenticare in modo certo gli utenti su Internet grazie a protocolli come SSL. Il chip TPM non può impedire agli hacker di sfruttare delle vulnerabilità nel client ma è in grado di proteggere in modo efficace le chiavi di cifra dell’utente. Non importa cosa faccia l’hacker, egli non può comunque ottenere dal TPM una copia delle chiavi”.

La protezione delle chiavi di cifra dell’utente (cioè le “password”) è effettivamente qualcosa di fondamentale per la sicurezza del sistema. Lo testimonia il fatto che una delle prime cose che cercano i criminali informatici dopo essersi introdotti in un sistema sono proprio le chiavi di cifra che sono state usate dall’utente per proteggere i suoi file, interi file system, messaggi di posta ed altre informazioni rilevanti. Purtroppo, al giorno d’oggi, la ricerca di queste chiavi dà spesso buoni frutti perché queste chiavi vengono quasi sempre conservate sul disco fisso della macchina, insieme ai materiali che devono proteggere .

L’utilità del TPM a questo punto diventa evidente: le chiavi di cifra possono essere conservate all’interno del TPM, in apposite locazioni di memoria non volatile, fuori dalla portata degli intrusi e del loro software. Questa funzionalità del TPM, tuttavia, è molto meno indispensabile di quello che potrebbe sembrare.

Il fatto è che non c’è tecnicamente nessun motivo di tenere le chiavi di cifra sul sistema Ad esempio, si possono usare già da anni delle apposite Smart Card rimovibili per questo scopo.

Le Smart Card sono degli oggetti fisicamente indistinguibili da una normale carta di credito ma che non hanno nulla che fare con le normali carte Visa ed i Bancomat (Vedi Wikipedia ). Si tratta di veri e propri Fritz Chip (TPM) installati su un supporto di plastica e dotati dei contatti necessari per comunicare con un computer attraverso un apposito lettore (anch’esso diverso da quello usato per le carte di credito ed i bancomat).

In realtà, i Fritz Chip del Trusted Computing sono a tutti gli effetti delle Smart Card “saldate sulla motherboard”, esattamente come lo erano i vecchi chip crittografici ESS di IBM. Le Smart Card possono conservare le chiavi di cifra fuori dalla portata dei malintenzionati, esattamente come può fare il Fritz Chip, ma rispetto al Fritz Chip hanno il vantaggio fondamentale di non “marcare” in modo permanente ed indelebile, con la loro presenza e le loro “endorsement key”, il dispositivo che li ospita.
Per rendere nuovamente anonimo il dispositivo ospite (cioè il PC), basta sfilare la Smart Card dal lettore.
Per cambiare identità, basta cambiare Smart Card.
Per spostare la propria identità su un altro dispositivo, basta portare con sè la propria Smart Card.
Per aggiungere questa funzionalità ad un PC, basta acquistare ed installare l’apposito lettore. Non è necessario cambiare PC.
Si tratta quindi di strumenti molto più flessibili dei Fritz Chip.

L’uso di Smart Card è già molto diffuso in ambienti, come quello militare e quello bancario, dove le chiavi di cifra ricoprono un ruolo cruciale. Le Smart Card sono anche considerate l’erede naturale dei nostri abituali Bancomat e delle nostre Carte di Credito. Il “passaporto digitale” e molte altre carte servizi che si stanno diffondendo sono in realtà delle Smart Card di questo tipo. Non si tratta quindi di dispositivi “futuribili” od ipotetici ma di qualcosa che appartiene già da tempo alla realtà quotidiana, anche se l’utente spesso non ne è informato. Non si capisce quindi perché non venga promosso l’uso di questi dispositivi invece della adozione su vasta scala di dispositivi controversi come i Fritz Chip (che oltretutto impongono di rinnovare il parco hardware esistente a spese dell’utente).

Come se non bastasse, in alcune applicazioni di tipo “personale” non c’è nemmeno la necessità di usare una Smart Card: basta memorizzare le chiavi su un floppy, una “penna USB” od un CD-ROM.


Protezione delle chiavi usate dall’utente per cifrare file e filesystem
Scrive Safford: “Un’altra importante applicazione del trusted Computing consiste nel proteggere i dati ed i file dell’utente. Grazie al TPM, l’utente può sigillare all’interno del TPM la chiave di cifra usata per cifrare un intero file system. Questa chiave di cifra può essere recuperata dal TPM soltanto se l’ambiente operativo rimane immutato. Se un hacker dovesse avere accesso al sistema ed installasse una backdoor od un programma spia, il TPM noterebbe immediatamente il cambiamento e si rifiuterebbe di rilasciare la chiave, impedendo efficacemente l’accesso al file system”.

Spesso l’utente non è consapevole della vulnerabilità delle sue chiavi di cifra ma è perfettamente consapevole della vulnerabilità dei suoi file, dei suoi documenti, dei suoi messaggi di posta e dei suoi dischi fissi. Quello che interessa veramente l’utente finale è proprio la possibilità di cifrare e rendere illeggibile agli estranei questi materiali.

Il Fritz Chip si propone come un candidato vincente per questo scopo. Con la sua implementazione ultra-ottimizzata in hardware, può facilmente cifrare e decifrare file e documenti al volo, anche quando si tratta di oggetti di grande dimensione o persino di pesanti stream audio e/o video che devono essere trattati in tempo reale. Grazie alle sue spettacolari prestazioni è possibile proteggere ogni cosa con un algoritmo di cifra molto robusto, come RSA, AES o Blowfish, e con chiavi di cifra molto lunghe e quindi molto robuste, fino a 2048 bit.

Anche in questo caso, tuttavia, la necessità di un Fritz Chip è discutibile.

I moderni processori sono in grado di svolgere le stesse funzioni in modo molto simile, senza obbligare l’utente a piegarsi alla volontà del TCG. Per quelle rarissime applicazioni che veramente richiedono questo livello di prestazioni, sono comunque disponibili degli appositi chip crittografici montati su schede rimovibili o addirittura su Smart Card. Queste applicazioni estreme, tuttavia, non riguardano praticamente mai l’utente “casa e ufficio” ma piuttosto una utenza di tipo industriale. Nelle stragrande maggioranza dei casi, un banale programma di cifra come GPG – GNU Privacy Guard ed un normalissimo Pentium III a 500 Mhz sono più che sufficienti allo scopo.

Ora che abbiamo esaminato le argomentazioni di David Safford, che sono in assoluto quelle più solide, possiamo dedicarci ad altro. Una delle argomentazioni che vengono spesso usate per sostenere l’utilità (sul lato end-user) del Trusted Computing è che questa tecnologia avrebbe la proprietà taumaturgica di sconfiggere in modo definitivo i virus informatici , di qualunque tipo, lo “spam” e gli “hacker”.

Per confutare queste affermazioni, non è nemmeno necessario presentare degli argomenti. Ha già provveduto Microsoft in persona, anni fa, a smentire questa tesi. Ecco cosa afferma Microsoft nelle sue FAQ sul “suo” Trusted Computing, cioè NGSCB:

Q: NGSCB fermerà lo spam o combatterà i virus?
A: No. A dispetto di quanto riferiscono i media, l’introduzione di NGSCB, in sé e per sé, non fermerà lo spam e non impedirà ai virus di diffondersi. Tuttavia, l’uso delle tecnologie NGSCB permetterà lo sviluppo di sistemi anti-spam ed anti-virus del tutto innovativi e molto efficaci.”


Riguardo a questo punto, è comunque necessario ricordare che esistono da decenni programmi del tutto affidabili in grado di combattere efficacemente sia i virus che il fenomeno dello spam. Da alcuni anni ne esistono addirittura delle versioni gratuite ed Open Source, come ClamAV e SpamAssassin. La difesa dai cosiddetti cracker può essere messa in atto con software e tecniche esistenti da decenni, come ad esempio i firewall, ottenendo gli stessi risultati che può garantire la tecnologia Trusted Computing. Tutto questo può essere ottenuto, da anni, senza dover sottostare alla vessatoria logica di funzionamento del Trusted Computing che prevede, lo ricordiamo, che il dispositivo dell’utente (e quindi l’utente) sia identificabile in maniera univoca in rete (nessuna possibilità di anonimato) e che questo dispositivo possa essere esaminato e “valutato” dal fornitore remoto di beni e di servizi (nessuna possibilità di “privacy” e nessuna possibilità di “mentire”).

Inoltre è necessario ricordare che il fenomeno dei virus, nelle sue varie forme, è qualcosa che colpisce quasi esclusivamente il mondo Microsoft (Windows, MS Office, Internet Explorer, MS Outlook e altri programmi). Gli altri ambienti operativi, come Linux e FreeBSD sono del tutto immuni da questi fenomeni. Persino molti programmi per Windows, prodotti da altre software house, come OpenOffice, Mozilla Thunderbird, Mozilla Firefox, sono del tutto immuni da questi problemi.

La sconcertante vulnerabilità dei programmi Microsoft è (anche) una conseguenza della scelta strategica di Microsoft stessa di inserire all’interno dei propri programmi un interprete di linguaggio, cioè Visual Basic, che permette a queste infezioni di trasmettersi (in particolare ai Worm ed ai Trojan Horse). A questa scelta strategica si somma la evidente incapacità di Microsoft di rendere realmente affidabili e sicuri i propri prodotti, come viene continuamente denunciato da molti specialisti di sicurezza. Nel giugno del 2004, il CERT (Computer Emergency Readiness Team) del DHS (Departement of Homeland Security) USA è arrivato persino a sconsigliare ufficialmente l’uso di MS Internet Explorer per la navigazione sul web a causa dei suoi molti, pericolosi ed irrisolti bug. L’avviso originale è reperibile qui . Un articolo esplicativo è disponibile qui .

Con questi precedenti, è veramente difficile pensare che Microsoft sia in grado di garantire una maggiore sicurezza ai suoi utenti solo perchè adotta una nuova tecnologia. I mezzi per ottenere questo risultato non le sono mai mancati. Se questo risultato non è stato ottenuto, come invece è invece stato ottenuto da Linux e da FreeBSD, non è stato certo a causa della mancanza del Trusted Computing.
Il documento originale di Microsoft è disponibile qui

In rete è disponibile un altro documento, pubblicato in forma anonima, che tenta di descrivere i possibili usi “utili” del Trusted Computing. Lo potete trovare qui .
Tuttavia, questo testo è quasi risibile per la facilità con cui possono essere confutate le sue tesi. Arriva persino a definire come “uso positivo” del Trusted Computing il fatto che possa essere usato per rendere “sicuro” il gioco d’azzardo online, qualunque cosa possa significare “sicuro” in un contesto come quello.
Più in generale, nessuna delle applicazioni descritte in questo documento richiede realmente l’uso del Trusted Computing. Come se non bastasse, molte delle applicazioni che vengono descritte in questo documento difficilmente possono essere considerate “desiderabili” dopo un analisi razionale, come è il caso dei sistemi di voto online e degli anonimous remailer. Si tratta di una lettura particolarmente interessante perché riesce a concentrare in poche pagine quasi tutti i luoghi comuni e gli errori concettuali esistenti su questo tema.

Infine, dobbiamo ricordare che il Fritz Chip (TPM) e le sue funzionalità non rappresentano tutto il Trusted Computing. Come abbiamo già spiegato negli articoli precedenti, le implementazioni del Trusted Computing con cui dovremo veramente fare i conti in futuro, come Intel LaGrande, AMD Presidio, ARM TrustZone, Via Technologies Padlock e Microsoft NGSCB, implementano molte altre funzionalità originariamente non previste dal consorzio TCG, come la curtained memory ed il protected I/O . Per queste funzionalità aggiuntive, a quanto pare, nessun osservatore indipendente ha ancora potuto trovare una applicazione che sia realmente utile all’utente finale e che non sia facilmente ottenibile con altri mezzi, meno controversi. Non è infatti disponibile nessun documento che tenti seriamente di giustificare l’implementazione di queste funzionalità, a parte i documenti delle aziende produttrici.

In particolare, è veramente difficile sostenere l’utilità per l’utente finale di una funzionalità prevista dallo standard TCG, come la remote attestation , che permette ad un fornitore esterno di analizzare e valutare il dispositivo (il PC) dell’utente, il software che egli utilizza e la relativa configurazione, prima di fornire un bene od un servizio.
L’unica applicazione possibile di una funzionalità come questa è all’interno di un sistema DRM, di tono molto aggressivo e praticamente inviolabile, verso il quale difficilmente l’utente finale potrà mai provare qualche interesse personale o qualche simpatia.

Alessandro Bottoni
http://laspinanelfianco.wordpress.com

Link utili
The need for TCPA – David Safford – IBM
Interesting uses of Trusted computing – Anonimous
Introduction to Smart Cards

Le precedenti release di Untrusted sono qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uguccione500 scrive:
    Re: Votate La Rosa nel Pugno
    - Scritto da:
    Non e' nel mio stile fare questo genere di spam,
    ma in qualche modo devo avvisare, visto che
    l'argomento e' perfettamente In
    Topic:

    http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/?q=node/47

    - libera conoscenza e creatività: abolizione
    della SIAE e ridefinizione paritaria del ruolo di
    autori; ed editori nella politica di gestione dei
    diritti sulle opere dell’ingegno e
    riduzione a 20 anni dei tempi dei diritti
    d'autore;...e secondo te quei due gatti della rosa faranno gli interessi dei ragazzini che usano il p2p??? AHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHA!!!!MA FAMMI IL PIACERE!!!!
  • Anonimo scrive:
    Intratec-Vira compie un reato
    l'articolo 17 del DLGS 702003 dice:"Fatte salve le disposizioni di cui agli articoli 14, 15 e 16, il prestatore è comunque tenuto: 1. ad informare senza indugio l'autorità giudiziaria o quella amministrativa avente funzioni di vigilanza, qualora sia a conoscenza di presunte attività o informazioni illecite riguardanti un suo destinatario del servizio della società dell'informazione;"Quindi, visto che Giovanni Prignano di Intratec-Vira afferma:"Dalla comunicazione inviata da BSA si evince chiaramente che quel file è (o è stato) pubblicamente esposto per lo scarico in P2P. Pensiamo che con ogni probabilità la stessa BSA prima di inviare la comunicazione lo abbia effettivamente scaricato, sarebbe strano se non lo avessero fatto."allora:1) e' a conoscenza di attivita' illecita (BSA ha scaricato materiale protetto)2) che riguarda un suo utente (BSA dice di averlo fatto dal PC di un suo utente)3) ma non ha informato ne' l'autorita' giudiziaria ne' l'autorita' amministrativa.A questo punto io fossi nei panni del Sig. Prignano provvederei prima di tutto a disdire il contratto di consulenza con il suo avvocato che non gli ha fatto notare la grave violazione di legge, poi andrei di corsa alla GdF a denunciare la BSA prima che sia troppo tardi ...:-)
  • Anonimo scrive:
    perquisizioni p2p
    La Gdf da questa mattina sta effettuando perquisizioni in tutta italia contro il p2p
  • Anonimo scrive:
    Re: Votate La Rosa nel Pugno
    - Scritto da: The FoX
    Da conoscente diretto di un membro di tale
    formazione politica, aggiungo che nel loro
    programma ci sarebbe anche a modifica della
    "Urbani" nel senso del profitto anziche' del
    lucro... solo che in fase di definizione delLucro = venditaProfitto = anche uso personale.Poi fai te.
    • The FoX scrive:
      Re: Votate La Rosa nel Pugno
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: The FoX

      Da conoscente diretto di un membro di tale

      formazione politica, aggiungo che nel loro

      programma ci sarebbe anche a modifica della

      "Urbani" nel senso del profitto anziche' del

      lucro... solo che in fase di definizione del
      Lucro = vendita
      Profitto = anche uso personale.
      Poi fai te.Chiedo scusa... era l'ora tarda... era ovvio che si trattava del contrario, anche perche' come dici tu e' gia' adesso, e non ci sarebbe bisogno di modifica alcuna.CMQ, ho gia' corretto.
  • SirParsifal scrive:
    Re: BSA Illegale quindi ?

    Se scaricare è un reato e la BSA ha scaricato, la
    BSA ha commesso un reato. Non esistono deroghe
    nemmeno per le forze dell'ordine, figuriamoci per
    la BSA. E poco conta che rappresenti i diritti
    del proprietario di quei beni,Dunque io non avrei il diritto di diffondere i miei brani?In tema di diritto di autore con il consenso del proprietario posso fare qualunque cosa del brano, anche regalarlo agli angoli delle strade. Inoltre il reato non è scaricare il file, ma condividerlo.
    se metto il
    cartello "passo carrabile" davanti al mio
    portone, prendo la multa anche se ci metto la mia
    macchina.Dipende. Se è proprietà privata hai tutto il diritto di lasciarci la tua macchina, sempre che non intralci la circolazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: BSA Illegale quindi ?


      se metto il

      cartello "passo carrabile" davanti al mio

      portone, prendo la multa anche se ci metto la
      mia

      macchina.
      Dipende. Se è proprietà privata hai tutto il
      diritto di lasciarci la tua macchina, sempre che
      non intralci la circolazione.se sono in una proprietà privata non ho un passo carrabile! il passo carrabile serve appunto a spostarsi sul suolo pubblico! e anche se non intralci la multa la prendi lo stesso.. ti sembra che il vigile può prima di fare la multa andare ad indagare di chi sia la macchina????
    • Anonimo scrive:
      Re: BSA Illegale quindi ?
      - Scritto da: SirParsifal

      Se scaricare è un reato e la BSA ha scaricato,
      la

      BSA ha commesso un reato. Non esistono deroghe

      nemmeno per le forze dell'ordine, figuriamoci
      per

      la BSA. E poco conta che rappresenti i diritti

      del proprietario di quei beni,
      Dunque io non avrei il diritto di diffondere i
      miei brani?
      In tema di diritto di autore con il consenso del
      proprietario posso fare qualunque cosa del brano,
      anche regalarlo agli angoli delle strade. Inoltre
      il reato non è scaricare il file, ma
      condividerlo.Reato è anche scaricarlo.... che diamine ancora a sti livelli stiamo... non avrà la stessa gravità che condividerlo, sicuramente, ma è e resta pur sempre un reato (purtroppo)...


      se metto il

      cartello "passo carrabile" davanti al mio

      portone, prendo la multa anche se ci metto la
      mia

      macchina.
      Dipende. Se è proprietà privata hai tutto il
      diritto di lasciarci la tua macchina, sempre che
      non intralci la circolazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: BSA Illegale quindi ?

      Dunque io non avrei il diritto di diffondere i
      miei brani?Se sei l'editore e hai il consenso dell'autore (= hai un contratto che te lo consente), si', altrimenti no. Se sei l'autore, no in ogni caso - paghi la SIAE anche sull'esecuzione e sulla distribuzione dei tuoi brani, quindi se li diffondi senza pagarla compi comunque un illecito.
      In tema di diritto di autore con il consenso del
      proprietario posso fare qualunque cosa del brano,
      anche regalarlo agli angoli delle strade. Inoltre
      il reato non è scaricare il file, ma
      condividerlo.Sbagliato. La legge dice che anche scaricarlo e' illegale, senza il consenso del titolare dei diritti (che e' l'editore, per il diritto alla copia e alla riproduzione)

      se metto il cartello "passo carrabile" davanti al mio

      portone, prendo la multa anche se ci metto la

      mia macchina.
      Dipende. Se è proprietà privata hai tutto il
      diritto di lasciarci la tua macchina, sempre che
      non intralci la circolazione.No, se e' un "passo carrabile" non puoi lasciarci l'auto NEMMENO SE LA STRADA E' TUA. Se invece intendevi "e' all'interno di un fondo chiuso", quello non si chiama "passo carrabile".
  • The FoX scrive:
    Re: Votate La Rosa nel Pugno
    Da conoscente diretto di un membro di tale formazione politica, aggiungo che nel loro programma ci sarebbe anche a modifica della "Urbani" nel senso del lucro anziche' del profitto... solo che in fase di definizione del programma dell'Unione tale impegno sia stato prontamente (dagli altri membri della coalizione... tutto il mondo e' paese.. :@ ) cassato. So' pero' per certo che la cosa verra' riproposta in futuro, compatibilmente al peso che avranno ottenuto all'interno della coalizione dalle prossime elezioni.Traetene voi le conclusione che preferite.... io li avrei votati cmq... ma questo' e' un motivo in piu'.In conclusione, scusate l'OT.==================================Modificato dall'autore il 23/03/2006 23.50.28
  • Anonimo scrive:
    Conigli feroci.
    Si calano le braghe e si mettono a 90° davanti alla BSA e poi hanno la faccia tosta di fare gli sdegnati, i preziosi e la voce grossa con i loro clienti.Hanno riflettuto bene?Chi è che tiene, o meglio, teneva in piedi la loro azienda?
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] DRM e licenza di uccidere
    - Scritto da: Anonimo

    Questo farebbe un bel titolone sulle pagine di
    Punto Informatico

    link alla notizia in inglese:
    http://www.freedom-to-tinker.com/?p=984Io spero che la prossima nave militare che dovessero avere la dabbenaggine di far controllare dal SO di un certo monopolista, "si pianti" nel mezzo di una battaglia richiedendo l'Attivazione Prodotto, o magari rifiuti di attivare le difese antimissile a causa di un driver "untrusted" :@ :@ :@ @^ @^ @^
  • Anonimo scrive:
    Re: Digital Divide: famiglie non possono
    Dici giusto ma vedi, nel mondo del lavoro, se ti chiedono se conosci un pacchetto office si riferiscono a m$ office, non a openoffice. Se ti chiedono se conosci un programma di fotoritocco, quel programma è photoshop non gimp. Se ti chiedono se conosci un programma di cad si riferiscono ad autocad non a pippocad che hai trovato in allegato al giornale di pc e avanti di sto passo. Te puoi anche provarci a proporre le tue conoscenze ma quando avrai finito il colloquio prova con al verduriera che sicuramente si offirà più possibilità.L'unica soluzione sotto questo aspetto è che le sh vendano gli stessi programmi (o anche anche la versione vecchia se non produce troppe differenze) ad un prezzo accettabile. Se non lo fanno, data l'impraticabilità del software aperto, si meritano quindi che tutti gli scarichino i loro photoshop, office e co.
    • Anonimo scrive:
      Re: Digital Divide: famiglie non possono
      io sono x il software aperto,ormai sono sotto linux da un anno,ma se le sh vendessero ai privati che non devono farne uso lavorativo,la licenza nominativa e non per la macchina,sono sicuro che avrebbero meno problemi.io,secondo loro,avendo in casa 4 pc,dovrei avere 4 copie di xp ecc ecc,facendola nominativa con una potrei coprire tutte le macchine.io non tornerei a xp,ma sicuramente molta gente comprerebbe i software originali.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma, se si trattasse di un espediente
    - Scritto da: Anonimo
    tratto da ZeusNews:

    "Il traffico del peer to peer non è granchè
    simpatico agli Internet Service Provider.
    L'elevato uso di banda, costante e senza orari
    può mettere in difficoltà chi ha fatto dei conti
    un po' troppo ottimistici sulla ripartizione dei
    flussi assegnati ai propri utenti"..Mi sembra una delle solite kazzate di zn che legge i forum in giro e ci fa su le stesse kazzate che farebbe chiunque vuole polemica
  • Anonimo scrive:
    Votate La Rosa nel Pugno
    Non e' nel mio stile fare questo genere di spam, ma in qualche modo devo avvisare, visto che l'argomento e' perfettamente In Topic:http://www.rosanelpugno.it/rosanelpugno/?q=node/47- libera conoscenza e creatività: abolizione della SIAE e ridefinizione paritaria del ruolo di autori; ed editori nella politica di gestione dei diritti sulle opere dell’ingegno e riduzione a 20 anni dei tempi dei diritti d'autore;
  • Anonimo scrive:
    [OT] DRM e licenza di uccidere
    Questo farebbe un bel titolone sulle pagine di Punto Informaticolink alla notizia in inglese:http://www.freedom-to-tinker.com/?p=984
  • Anonimo scrive:
    ma, se si trattasse di un espediente?..
    tratto da ZeusNews:"Il traffico del peer to peer non è granchè simpatico agli Internet Service Provider. L'elevato uso di banda, costante e senza orari può mettere in difficoltà chi ha fatto dei conti un po' troppo ottimistici sulla ripartizione dei flussi assegnati ai propri utenti"..
  • Anonimo scrive:
    Come dire...
    ...diffidiamo le autostrade perchè ci danno lo strumento per superare i limiti di velocità...Pazzesco.
  • Anonimo scrive:
    proposta
    facciamo come i tordi: in tanti numerosissimi e scacazziamo in testa a tutte le major.troviamo tutti i mezzi 'legali' che internet ci mette a disposizione per raccogliere fondi (dai banner alle collette) in tutto il mondo cina compresa e trasciniamo in tutti i tribunali BSA & co. Avranno o no degli scheletri negli armadi?pensateci: è l'unica soluzione
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma se BSA scarica il file
    - Scritto da: Anonimo
    Oppure loro sono piu' belli?
    Hanno più soldi o, meglio, li hanno quelli per cui lavorano.
    e che e', il farwest, dove tutti si fanno
    giustizia da soli??No, solo i ricchi.
  • Anonimo scrive:
    Ma se BSA scarica il file
    per vedere se effettivamente infrange o meno il diritto d'autore, non compie anche lei stessa un illecito ed e' quindi perseguibile?Oppure loro sono piu' belli?e che e', il farwest, dove tutti si fanno giustizia da soli??
  • Anonimo scrive:
    Re: Consiglio...
    - Scritto da: Anonimo
    Appena ricevete la lettera dal provvider,
    disdetta. Ma non solo a parole. Sempre che
    riuscite fare a meno del giochino on-line.. E'
    l'unica, strategia che i cittadini hanno di
    ottenere qualcosa. Una bella disdetta con tutti i
    servizi a pagamento. cioe' di ottenere di scaricare mp3, divx e software??? Be' e' una bella pretesa... dire c'e' una legge ma ce ne infischiamo...

    Altresi' se volete infierire, smettela di
    comprare Cd musicali, opere, giochini. Smettetela
    di andare al cinema.. è lo so lo so quando si è
    con gli amici... mica puoi fare l'asociale...
    pero' immaginate se un quartiere smettesse di
    andare dalla panetteria di turno perche ha i
    prezzi troppo alti?
    Non capisco se stai proponendo una guerra a tutto i produttori di musica, software e film del mondo... se alla fine otterresti solo la chiusura di alcune aziende perche' non vendono piu' quel software... che fai te lo scrivi da solo???Non esageriamo... non si deve mai andare agli eccessi.
  • Guybrush scrive:
    Salve, sono un utente italiano che...
    ...usa la rete per pubblicare il proprio materiale e usa il p2p per prendere cose come l'ultima distro di SuSe, il trailer di Oblivion e alcuni pesanti aggiornamenti per windows che altrimenti impiegherei giorni a prendere da Microsoft.Cara BSA, quando affermi che ci sono utenti che rubano potresti essere piu' precisa? Cosi' come la metti sembra che siamo tutti una manica di ladri, diffamando me e tutti quelli che come me, non scaricano abusivamente materiale coperto da copyright (diverso da rubare eh? Il codice penale italiano e' piuttosto preciso in merito).
    GT
  • Anonimo scrive:
    Digital Divide: famiglie non possono...
    in italia occorre ormai combattere il Digital Dividespendere migliaia di euro per software nuovo o aggiornamenti ogni due-tre anni: sono cifre da capogiroa scuola insegnano windows, office, photoshop,etc: scherziamo ?come fa un comune mortale a comprare sta roba,magari avendo in casa un paio di computer ?sono migliaia di euro.o si entra nella cultura del software aperto, o sicompiono reati: l'altra via, prendere il prezzo diun software e dividerlo per quattro, non la voglionoproprio capire, un po' come la major per cd e similiad'altra parte la familia rossi fa fatica a tirare a campare,figuriamoci se comprano il software per ughino e moanina, e neppure per il signor rossi, a meno chela signora non vada a battere, ma anche così c'è moltaconcorrenza e mi sa che lei non sia granchè
  • Anonimo scrive:
    ILLECITI
    Il sottoscritto Mario Rossi della Grulli spa vi dico che sicuramente tutti i vostri utenti adsl stanno compiendo atti illegali . Vi intimo di bloccare tutti i vostri clienti.Cordiali Saluti Mario RossiLa Grulli Telecomunications (...La concorrenza ...)non credo che ci sia da aggiungere altro .....Oggi avvertite tutti gli utenti e domani vi mando la seconda lettera in modo da staccare tutti i vostri utenti adsl che cosi il mio BUSINESS si impeeeeeennnaaaaaaaaaaaaa
  • Anonimo scrive:
    Re: giusto! vogliamo legalità, ISP compl

    Cosa saranno mai 2 o 3mila euro a cranio un
    anno si e uno no in bellissimo software microsoft
    o adobe !! Tra l'altro, visto che lo insegnano
    anche
    a scuola, non si vede modo di non acquistarlo.Giusto, amico!... Sai quanto odio questa massa di miserabili che pretendono di usare software e sprecare il loro tempo e i loro soldi in PC! Gli straccioni devono trovare attività alla loro portata, per esempio comprare eroina, non occuparsi di informatica, che è cosa per noi ricchi...Ma poi, che ci vanno a fare a scuola, se si insegna a usare qualcosa che loro non potranno mai avere, se non rubando a noi onesti addetti all'IT? Ma sapete quando costa scrivere un nuovo virus? O inviare milioni di spam? Dare a mangiare tutte queste bambine mocciosette che si prostituiscono in videochat? E chi paga, Pantalone?
    Bisogna. L'industria ne ha bisogno. Imparate a
    vivere in uno stato democratico e liberale in cui
    le leggi sono rispettate e le cose si pagano !
    Ne conosco uno dove tutti rigano dritto, e tutti pagano, anche la pallottola servita per la fucilazione! Ah, se si potessero mettere al muro tutti questi schifosi parassiti...La rete è una cosa seria, serve a noi furbetti del quartierino per comprare banche e istituti di assicurazioni. Mica siamo come quei mocciosi che scaricano musica e software aggratis occupando la nostra banda...E ora scusami, amico, non ho tempo da perdere, devo fare un'asta online di bombe a mano...
  • Anonimo scrive:
    Re: Abbandonate Intratec-Vira
    - Scritto da: Anonimo
    E' inutile che ci stiamo a girare intorno.
    L'utente ha il coltello dalla parte del manico.
    Se un provider si dimostra ostile non si deve
    avere il timore di abbandonarlo. Le chiamano
    leggi di mercato, valgono per gli utenti, devono
    valere anche per i venditori.Il problema è che la gente pensa, addirittura, che non vi sia nient'altro oltre al copyright (come diritto d'autore). Figurati com'è l'informazione fuori internet. Bah, a quella gentaglia interessano solo le suonerie ed i vestiti firmati, con la capacità di potersi trombare anche i buchi della chiave, con roba firmata "Prada".Sostanzialmente, è Darwin che tirò fuori la teoria sull'evoluzione. Se certi paraculati, un bel giorno, si ritroveranno col campo arrido, o andranno a rubare/stuprare/distruggere ecc... lamentandosi di diritti che non hanno, oppure moriranno, con pace e bene di chi, nel frattempo, non ha gozzovigliato, ma ha fatto funzionare il cervello.
  • Anonimo scrive:
    Re: giusto! vogliamo legalità (joe-ized)

    Deve finire lo scandalo degli ISP complici della
    pirateria dei programmi commerciali !Sarebbero dei complici alquanto strani, visto che non ci guadagnano granché.
    Pertanto, si facciano scontare le pene, sia agli
    spacciatori e ai loro complici provider, sia
    ai consumatori finali scrocconi !Perché non la pena di morte?
    Cosa saranno mai 2 o 3mila euro a cranio un
    anno si e uno no in bellissimo software microsoft
    o adobe !! Tra l'altro, visto che lo insegnano
    ancheEh già, cosa saranno mai...
    a scuola, non si vede modo di non acquistarlo.
    Bisogna. L'industria ne ha bisogno. Imparate a
    vivere in uno stato democratico e liberale in cui
    le leggi sono rispettate e le cose si pagano !A dirla così sembra tutto semplice...joe
  • Anonimo scrive:
    Re: giusto! vogliamo legalità, ISP compl
    - Scritto da: Anonimo
    La gente deve
    imparare a pagare il software, per se, per i
    propri
    figli, per tutta la famiglia, in modo che le
    software
    house possano assumere e prosperare.Giusto. Pensate a tutte le prostitute minorenni che i dirigenti delle software house mantengono. Anche loro hanno diritto a mangiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto! vogliamo legalità, ISP compl
      ciao. io ho una sorella minorenne: quanto pensiche ci potrei far su, se voi pagaste il softwareinvece di scroccarlo
  • Anonimo scrive:
    giusto! vogliamo legalità, ISP complici!
    Deve finire lo scandalo degli ISP complici dellapirateria dei programmi commerciali ! Comepuò l'industria innovare se tutti sono dalla partedell'illegalità, non c'è certezza del diritto in quantosi scrocca a più non posso. La gente deveimparare a pagare il software, per se, per i proprifigli, per tutta la famiglia, in modo che le softwarehouse possano assumere e prosperare.Pertanto, si facciano scontare le pene, sia aglispacciatori e ai loro complici provider, siaai consumatori finali scrocconi !Cosa saranno mai 2 o 3mila euro a cranio unanno si e uno no in bellissimo software microsofto adobe !! Tra l'altro, visto che lo insegnano anchea scuola, non si vede modo di non acquistarlo.Bisogna. L'industria ne ha bisogno. Imparate a vivere in uno stato democratico e liberale in cuile leggi sono rispettate e le cose si pagano !
  • Anonimo scrive:
    Chissa' quante email false...
    che qualche spammatore bontempone si divertira' a mandare a caso agli utenti Itnernet che a loro volta intaseranno caselle e centralini del provider per chiedere spiegazioni. Ahi Ahi!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma una rete pubblica con OpenVPN?

    Ma una rete pubblica con OpenVPN?
    Una rete autogestita, sicura, cifrata, dove
    faccio sentire a chi voglio l'ultimo successo del
    mio autore preferito...come ho sempre fatto,
    anche prima di Internet, appoggiando la cornetta
    alle casse dello stereo :)Finirà così, stanne certo
  • gattosiamese scrive:
    Re: SPERIAMO CHE SI ANCHE LA SIAE...
    "SPERIAMO CHE SI ANCHE LA SIAE"complimenti per l'italianolaureato in Lettere ????
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Bruco scrive:
    Re: BSA Illegale quindi ?
    - Scritto da: Anonimo
    "Pensiamo che con ogni probabilità la stessa BSA
    prima di inviare la comunicazione lo abbia
    effettivamente scaricato, sarebbe strano se non
    lo avessero fatto."

    Se scaricare è un reato e la BSA ha scaricato, la
    BSA ha commesso un reato. Non esistono deroghe
    nemmeno per le forze dell'ordine, figuriamoci per
    la BSA. E poco conta che rappresenti i diritti
    del proprietario di quei beni, se metto il
    cartello "passo carrabile" davanti al mio
    portone, prendo la multa anche se ci metto la mia
    macchina.Ottimo intervento.
    • Anonimo scrive:
      Re: BSA Illegale quindi ?
      ottimo punto di vista, Nemis
      • Anonimo scrive:
        Re: BSA Illegale quindi ?
        Peccato che nessuno noti questo piccolo fattore. Effettivamente, la legge NON E' uguale per tutti. Comunque, ottima riflessione.PUOjACKz
        • Trollfighter scrive:
          Re: BSA Illegale quindi ?
          - Scritto da: Anonimo
          Peccato che nessuno noti questo piccolo fattore.
          Effettivamente, la legge NON E' uguale per tutti.
          Comunque, ottima riflessione.

          PUOjACKzInfatti non lo è, sopratutto per certi nani.
  • Anonimo scrive:
    BSA Illegale quindi ?
    "Pensiamo che con ogni probabilità la stessa BSA prima di inviare la comunicazione lo abbia effettivamente scaricato, sarebbe strano se non lo avessero fatto."Se scaricare è un reato e la BSA ha scaricato, la BSA ha commesso un reato. Non esistono deroghe nemmeno per le forze dell'ordine, figuriamoci per la BSA. E poco conta che rappresenti i diritti del proprietario di quei beni, se metto il cartello "passo carrabile" davanti al mio portone, prendo la multa anche se ci metto la mia macchina.
  • Anonimo scrive:
    Su quali basi?

    Con "scopi illegali" non si intede solamente
    scambio di materiale coperto da copyright, ma
    qualsiasi attività non legale legata all'utilizzo
    della linea.
    In una lunga e-mail spedita ai clienti segnalati,
    abbiamo provveduto a spiegare il perchè lo
    scambio di materiale coperto da copyright è
    illegale e dannoso per la rete stessa.
    Probabilmente, se arrivasse una seconda
    segnalazione sempre per lo stesso cliente,
    prenderemmo in mano il telefono e dopo una lunga
    chiacchierata con il cliente vedremmo di trovare
    una soluzione.
    A mio avviso Vira si sta comportando in modo
    corretto.Fino ad un certo punto.Se tu mi chiudi l'account appellandoti al fattoc he io faccio qualcosa di illegale tu mi devi portare prova di cio' non un'email di un'entita' che non ha niente a che fare con la magistratura.Se tu mi seghi l'account perche' ritieni che io ho violato la legge io ti denuncio per interruzione di servizio e stai pur sicuro che io non ti faccio la telefonata bonaria, la telefonata te la fa il tribunale.Per capirci: se io con la corrente elettrica in casa stampo buoni benzina falsi tu pensi che l'enel mi stacchera' la corrente perche' l'AGIP gli viene a dire che io stampo banconote false?Lo stesso principio deve valere per qualsiasi servizio.Tu lo interrompi SOLO davanti ad una richeista formale dell'autorita' giudiziaria.Capisco che tu non voglia grane..... ma allor avai a vendere ricotte affumicate e non fornisci un servizio.Mauro
  • Anonimo scrive:
    Ecco di chi e' la colpa.....
    Se i provider sono messi alle stretta lo dobbiamo al nostro caro governo di centrodestra a causa di questo regalino:http://punto-informatico.it/p.asp?i=57936Italia, nuova mazzata su provider e utentiApprovato dal Parlamento un recepimento omissivo della direttiva Frattini: i provider rischiano di pagare per le azioni dei propri utenti in qualità di... intermediari. ALCEI: una normativa più che pericolosa passata sotto silenzioRoma - C'è preoccupazione in rete per il recepimento italiano approvato con un singolare iter d'urgenza dal Parlamento a Camere sciolte, un provvedimento che secondo gli esperti che lo stanno esaminando mette in mezzo i provider riducendo ulteriormente gli spazi di libertà degli utenti italiani. Pone al centro la protezione della proprietà intellettuale, questa l'accusa che viene formulata in queste ore, senza curarsi di come funziona la rete e, dunque, schiacciando ancora una volta sotto normative di parte le promesse di sviluppo offerte da Internet.Tutto questo nasce dal recepimento della direttiva Frattini sulla proprietà intellettuale (2004/48), che nella versione italiana subisce però particolarissime modifiche che offrono ai detentori dei diritti di proprietà intellettuale la possibilità di muoversi con ancora maggiore dinamismo sugli abusi che ritengono vengano commessi in rete.Il decreto legislativo con cui viene recepita la direttiva non definisce con esattezza una serie di concetti fondamentali, dall'equiparazione della proprietà industriale con la proprietà intellettuale alla definizione di "intermediario" per chi presta servizi a chi viola la proprietà intellettuale: una vaghezza che, come sempre nella storia normativa italiana, si traduce in una conseguente incertezza del diritto. Le conseguenze sono potenzialmente enormi.Ad allertare sulla criticità della normativa era stato nei giorni scorsi il solo senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, con una denuncia che viene ora rilanciata da ALCEI, l'associazione italiana che si batte per le libertà digitali. Secondo ALCEI il recepimento italiano è stato manipolato affinché le norme, pur non esplicitamente rivolte alla rete, siano applicabili a provider ed utenti. I primi, infatti, saranno costretti a "immolare" i propri abbonati, per dirla con le parole di ALCEI, per non subire pesanti richieste di risarcimento.La manipolazione, secondo ALCEI, risulterebbe evidente tanto nella traduzione in italiano del testo originale della direttiva, quanto per l'omissione nel recepimento di una serie di disposizioni che riguardano doveri e responsabilità dei titolari dei diritti."Un esempio di uso strumentale degli errori di traduzione - spiega ALCEI in una nota diffusa nelle scorse ore - è la trasposizione dell'art. 6 della direttiva, che fissa le condizioni alle quali il giudice può concedere un provvedimento di urgenza in caso di violazioni. L'articolo in questione è intitolato nel testo portoghese prova, nel testo spagnolo pruebas, nel testo francesce preuves, nel testo tedesco beweise, e nel testo italiano elementi di prova. Ma il legislatore italiano ha preferito affidarsi al solo testo inglese che usa la parola evidence (che quando è definita circumstantial può essere intesa come indizio) per inserire nel testo del decreto legislativo il significato sbagliato. Così facendo è possibile ottenere provvedimenti di urgenza senza dover fornire troppe spiegazioni. C'è infatti una differenza sostanziale tra indizi e prove.Ma la parte indubbiamente più preoccupante del recepimento per il futuro della rete italiana è quella che prende di mira gli intermediari, così considerati tutti coloro che, come accennato, prestano servizi a chi viola la proprietà intellettuale. Non solo quindi, ad esempio, un corriere espresso che trasporta merce contraffatta spedita da un proprio cliente ma anche, spiega ALCEI, un provider attraverso la cui rete vengano commessi degli illeciti. Un provvedimento che mette gli ISP in una situazione del tutto scomoda: per evitare pesanti sanzioni dovranno agire. Il problema è capire come, una questione su cui già nelle prossime ore le associazioni degli ISP italiani intendono intervenire. A Punto Informatico più di un operatore ha espresso vivissima preoccupazione per il futuro stesso della propria attività."Sarebbe stato necessario - sottolinea l'associazione ? come peraltro si accenna nella direttiva, specificare che la norma si applica solo a chi volontariamente e consapevolmente mette a disposizione servizi internet per fini illeciti".Che il tutto sia un parto frettoloso e forse voluto dai "soliti noti", come li definisce ALCEI, sembra dimostrato dal fatto che si tenti di utilizzare le normative sul diritto d'autore per regolamentare Internet. Soprattutto, lo si fa quando proprio la direttiva Frattini dichiara espressamente che non sono comprese nella direttiva né le questioni sul software né quelle sul diritto d'autore nella Società dell'informazione.Siamo dunque, spiegano coloro che stanno esaminando ora il provvedimento, dinanzi ad un nuovo "recepimento all'italiana", tanto più che la direttiva rimanda per le questioni relative alle nuove tecnologie ad un'altra direttiva, già recepita in Italia (decreto legislativo 68/03). Non solo, un altro decreto legislativo, il 70/2003, che recepisce un'ulteriore direttiva, già si occupa delle responsabilità dei provider.Di interesse anche il fatto che nel testo italiano sia letteralmente scomparsa la parte della direttiva che consentiva a chi subiva ingiustamente un'azione dei titolari dei diritti di rivalersi e di chiedere i danni."È inevitabile il sospetto - conclude ALCEI - che tutte queste manipolazioni siano intese a favorire con poco comprensibile fretta ristretti e specifici interessi privati a danno continuo e sistematico di tutti i cittadini e delle imprese che tengono in piedi l'internet italiana. Si predica tanto su innovazione e sulla società dell'informazione, ma poi sono queste ? ancora una volta - le assurde costrizioni che vengono imposte".
  • Anonimo scrive:
    Re: non comprare
    e' la cosa piu' ovvia, ogni centesimo che dai questi squali servira' per confezionare la corda con cui ci impiccheranno.intanto nel resto del mondo i ragazzi studiano e quando si lavora lo si fa per 10 ore al giorno sette su sette. be' non sara' certo il massimo ma quando si e' in pessime acque non e' il caso di perdersi con trastulli concepiti solo per riallineare le nostre facolta' intellettive con quelle dei babbuini.
  • AranBanjo scrive:
    Richieste BSA
    Io lavoro presso un piccolo provider.Ebbene, già l'anno scorso ci sono arrivate alcune richieste da parte della BSA.BSA richiede che venga chiusa la login per l'utente segnalato in quanto sta scaricando materiale coperto da copyright.In effetti non l'abbiamo fatto, ma abbiamo avvisato i clienti dell'arrivo della e-mail.Se andiamo a vedere il contratto stipulato, c'è scritto che se la linea viene utilizzata per scopi illegali, ci riserviamo la facoltà di bloccare temporaneamente o a tempo indeterminato l'accesso.Con "scopi illegali" non si intede solamente scambio di materiale coperto da copyright, ma qualsiasi attività non legale legata all'utilizzo della linea.In una lunga e-mail spedita ai clienti segnalati, abbiamo provveduto a spiegare il perchè lo scambio di materiale coperto da copyright è illegale e dannoso per la rete stessa.Probabilmente, se arrivasse una seconda segnalazione sempre per lo stesso cliente, prenderemmo in mano il telefono e dopo una lunga chiacchierata con il cliente vedremmo di trovare una soluzione.A mio avviso Vira si sta comportando in modo corretto.Avvisa il cliente, e se questo continua, blocca l'accesso. Non ci vedo nulla di errato nella procedura.Sarebbe meglio un provider che blocca indistintamente, senza preavviso, nonostante sia sua facoltà contrattuale? Credo di no.Inutile accanirsi contro provider e mondo intero, quando i primi a sbagliare sono gli utenti.Byez
  • TheMad77 scrive:
    Vira
    Potrebbero fare un pizzico di più gli interessi di chi passa il pane (e più) per arrivare a fine mese.Al secondo avviso chiudete la connettività e stop. Che bisogno c'è di avvisare le autorità competenti.Comuque si c@gano la faccia per una mezza sega di antivirus... mah!
  • Anonimo scrive:
    Ma una rete pubblica con OpenVPN?
    "Non crediamo sia davvero possibile paragonare una telefonata con una connessione internet, con la quale si possono trasferire proprietà, se pur intellettuali."E allora le intercettazioni telefoniche a che servono?Un segreto industriale non è ben piu' pericoloso di un divx?C'e' tanta gente che ha perso la vita "perche' sapeva troppo"....MPAA in Italia si è gia' mossa da tempo, ma l'accordo risolutore tra grandi distribuzioni, produzioni e ISP è fantascienza e noi utenti (come al solito) ne paghiamo le conseguenze.Ma una rete pubblica con OpenVPN? Una rete autogestita, sicura, cifrata, dove faccio sentire a chi voglio l'ultimo successo del mio autore preferito...come ho sempre fatto, anche prima di Internet, appoggiando la cornetta alle casse dello stereo :)
  • Anonimo scrive:
    Consiglio...
    Appena ricevete la lettera dal provvider, disdetta. Ma non solo a parole. Sempre che riuscite fare a meno del giochino on-line.. E' l'unica, strategia che i cittadini hanno di ottenere qualcosa. Una bella disdetta con tutti i servizi a pagamento. Altresi' se volete infierire, smettela di comprare Cd musicali, opere, giochini. Smettetela di andare al cinema.. è lo so lo so quando si è con gli amici... mica puoi fare l'asociale... pero' immaginate se un quartiere smettesse di andare dalla panetteria di turno perche ha i prezzi troppo alti?
  • Anonimo scrive:
    Intratec-Vira come Telecom
    Continuate pure ad usufruire dei servizi di chi è pronto a mollarvi dopo la mail di chicchessia.Visto che le aziende vogliono solo i $$$ e appena si mette male vi mollano..allora mollateli prima voi.
  • Anonimo scrive:
    Re: SPERIAMO CHE SI ANCHE LA SIAE...
    Per scopi "legali" al 99,9% delle persone basterebbe anche la "banda stretta" (una bella 640 che vada a 640) invece di propinarci 4 mega,12 mega, 20 mega......    che funzionano solo come vogliono loro e con i servizi che vogliono loro.....
  • Anonimo scrive:
    Abbandonate Intratec-Vira
    E' inutile che ci stiamo a girare intorno.L'utente ha il coltello dalla parte del manico. Se un provider si dimostra ostile non si deve avere il timore di abbandonarlo. Le chiamano leggi di mercato, valgono per gli utenti, devono valere anche per i venditori.
  • afiorillo scrive:
    Re: non comprare
    - Scritto da: Anonimo
    [...] A comprare nessuno ci può costringere. [...]Perché, a scaricare si?
    • Anonimo scrive:
      Re: non comprare
      - Scritto da: afiorillo

      - Scritto da: Anonimo

      [...] A comprare nessuno ci può costringere.
      [...]

      Perché, a scaricare si?Tipo iso di suse?
  • Anonimo scrive:
    non comprare
    La soluzione è sempre la stessa, già ripetuta mille volte: non comprare più nulla. Non si scarica? bene, ma non si compra nemmeno. A comprare nessuno ci può costringere. Anche se, forse, entrando giustamente in crisi economica le aziende di questi "signori", qualcuno potrebbe avere pure la balzana idea di pgare loro la cassa integrazione (a nostre spese)...
  • rock and troll scrive:
    SPERIAMO CHE SI ANCHE LA SIAE...
    si muova per chiudere e chiedere i danni a quegli isp che fanno milioni di euro al giorno, perche' permettendo agli utenti di compiere atti di pirateria e vandalismo sulle opere altrui!!La banda larga dovrebbe servire per scopi legali... non per sabotare l'umanita! I provider o sanno e stanno zitti!e' giusto che vengano puniti!
  • Trollfighter scrive:
    Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
    - Scritto da: Anonimo
    nazione, voi lo votate, voi ve lo siete meritato,
    voi ve ne pentirete amaramente.Sono d'accordo su tutto esclusa l'ultima frase... qualcuno lo vota e a rimetterci sono anche le persone che non lo vorrebbero vedere manco disegnato.
    • Anonimo scrive:
      Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
      - Scritto da: Trollfighter

      - Scritto da: Anonimo


      nazione, voi lo votate, voi ve lo siete
      meritato,

      voi ve ne pentirete amaramente.

      Sono d'accordo su tutto esclusa l'ultima frase...
      qualcuno lo vota e a rimetterci sono anche le
      persone che non lo vorrebbero vedere manco
      disegnato.Quoto anch'io e per quel che riguarda 'ultima frase...purtroppo è vero...chi ad es non vota proprio..rovina il tutto;)...comunque io alle imminenti elezioni so chi votare, nella speranza che però cambi qualcosa in concreto e su fattori un pò più importanti rispetto a questo..che comunque è grave ugualmente. Se non cambia neppure con la Sinistra su....giuro che cambio nazione...tanto qua non c'è nulla che mi leghi (tranne madre e padre)...e che non mi faccia rimpiangere di aver lasciato il bel paese di mia sorella monaca ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2

        Se non cambia neppure con la Sinistra su....giuro
        che cambio nazione...tanto qua non c'è nulla che
        mi leghi (tranne madre e padre)...e che non mi
        faccia rimpiangere di aver lasciato il bel paese
        di mia sorella monaca ;) Allora prepara la valigia perche' sinceramente abbiamo gia' visto per 5 anni di sx e mi pare strano che tanti abbiano la memoria corta :-) A fine mandato gli elettori-sudditi erano furibondi letteralmente... proprio come ora, sempre sudditi mai cittadini.... Vedrai che non cambiera' nulla, se l'italia non si e' data una smossa nemmeno con un partito compatto, una maggioranza chiara ed un leader forte, come potra' mai smuoverla una coalizione di una decina di partiti, una maggioranza piena di contraddizioni interne ed un leader fantoccio? Quando vedro' un paese in cui le opere pubbliche si finiscono a tempo record, quando le penali per chi sfora rovinano, quando le compagnie che non stanno sul mercato falliscono senza il minimo sostegno statale, quando i dipendenti pubblici non piazzano piu' figli e nipoti nell'ufficio accanto, quando le tasse vengono pagate per un servizio, quando non si pagano tasse sulle tasse, quando non si inventano lavori socialmente in-utili a spese di tutti, quando le universita' la pianano di fare politica e si danno alla ricerca, quando... quando... quando... non si finisce piu'... :-(
        • Anonimo scrive:
          Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
          - Scritto da: Anonimo


          Se non cambia neppure con la Sinistra
          su....giuro

          che cambio nazione...tanto qua non c'è nulla che

          mi leghi (tranne madre e padre)...e che non mi

          faccia rimpiangere di aver lasciato il bel paese

          di mia sorella monaca ;)

          Allora prepara la valigia perche' sinceramente
          abbiamo gia' visto per 5 anni di sx e mi pare
          strano che tanti abbiano la memoria corta :-) A
          fine mandato gli elettori-sudditi erano furibondi
          letteralmente... proprio come ora, sempre sudditi
          mai cittadini....

          Vedrai che non cambiera' nulla, se l'italia non
          si e' data una smossa nemmeno con un partito
          compatto, una maggioranza chiara ed un leader
          forte, come potra' mai smuoverla una coalizione
          di una decina di partiti, una maggioranza piena
          di contraddizioni interne ed un leader fantoccio?AN e UDC sono stati e sono al momento una spina nel fianco per Berlusconi. Fini e Casini vogliono far fuori Berlusconi da almeno 4 anni. Hanno stretto patti sia con D'Alema che con Veltroni che con Rutelli in un intreccio da far impallidire la prima repubblica...Solo se Berlusconi avesse con Forza Italia oltre il 40% si potrebbe assistere ad un qualcosa di diverso ed una maggioranza davvero compatta.
          Quando vedro' un paese in cui le opere pubbliche
          si finiscono a tempo record, quando le penali per
          chi sfora rovinano, quando le compagnie che non
          stanno sul mercato falliscono senza il minimo
          sostegno statale, quando i dipendenti pubblici
          non piazzano piu' figli e nipoti nell'ufficio
          accanto, quando le tasse vengono pagate per un
          servizio, quando non si pagano tasse sulle tasse,
          quando non si inventano lavori socialmente
          in-utili a spese di tutti, quando le universita'
          la pianano di fare politica e si danno alla
          ricerca, quando... quando... quando... non si
          finisce piu'...

          :-(Berlusconi devi dare atto che ha iniziato, non si è limitato agli annunci malgrado abbiano tentato di eliminarlo in ogni modo da dentro la sua stessa maggioranza, con un'opposizione disfattista che ha saputo solo creare problemi, con una situazione internazionale che è la più grave della storia. La sinistra a quanti terroristi conclamati avrebbe dato asilo politico in questi 5 anni se fosse stata al potere, così come ha fatto nei 5 anni precedenti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2

            Beh se non era per merito della sx, chi lo
            prendeva Ocalan, nascosto al sicuro in Russia ;-)
            dai dai che se tutto va bene forse riescono ad
            attirare in trappola in Italia anche qualche capo
            terrorista palestinese, iraniano, etc per poi
            rivenderlo al miglior offerente eh eh eh, anzi
            prc potrebbe perfino convincere Bin a venire ad
            una conferenza sul pacifismo con la kappa :-DIo preferirei Bin Laden, Milosevic e Ceausescu a tressette con Saddam....
  • Federikazzo scrive:
    ma ve la do io la trasparenza!!!!!
    andateci: http://home.altervista.org/site/altergo/leggetevelo per bene:SCARICARE MP3 NON E' MAI STATO COSI' FACILE.mi ricorda tanto la vecchia pubblicità di BBB: internet² - mp3² - ecc...² - TUTTO AL QUADRATO!ve la ricordate? ve lo ricordate di come prima ISTIGAVANO a delinquere???bah.....
  • Anonimo scrive:
    INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2P...
    E ci risiamo... facciamo un applauso a chi ha autorizzato queste leggi di merda ad uso e consumo dei miliardari, ad esempio di quelli SIAE: la tassa sui supporti è un furto, altro che quei spot del cazzo che mi propinano al cinema, "non ruberesti mai un auto", eh no non la ruberei perchè grazie ai vostri amici politici ai quali avete ben oliato le tasche, io non arrivo alla fine del mese ergo non ho nemmeno i soldi per comprarmi il piede di porco per scassinare la macchina. Voi invece che vi rimpinguate le tasche con la iniqua tassa sui supporti non state rubando, fate un'opera di carità per comprare la pelliccia alle vostre mogli ed amanti varie, nonchè festini a base di neve che in confronto Maradona ha vissuto su un'isola deserta."Chi scarica musica e film da internet commette un furto", infatti il film lo sto guardando al cinema, brutte teste di "BIIIIPPP".Poi arriva Mortal Urbani Kombat, e si inventa quella legge idiota secondo la quale un paio di sbirri che non distinguono un CD da un freesbee mi possono venire a rompere le palle a casa alle quattro del mattino perchè devono spararmi multe da nababbi e magari farmi pure finire in carcere, manco avessi abusato sessualmente di un lattante. Eh no, ho fatto di peggio, ho scaricato l'emmepitrè, 'azzo Hitler era un bravo ragazzo in confronto.Adesso arriva la carica della mafi... ehm, delle major: in un paese civile il quindicenne brufoloso o la vecchietta di ottanta anni alla quale è intestata la linea, al massimo se la cavano con due schiaffi in faccia... no, non portate ad esempio gli USA e le loro crociate multa-ragazzini, ho detto paese civile, non paese che spia i suoi cittadini per poi fargli fare il pieno di benzina sottratta ad altri paesi a suon di bombe.Ma qui in italia no, abbiamo la destra forcaiola (eh si, era proprio li che volevo andare a parare, adesso incazzatevi pure amici berluschini), quelli se ne sbattono del cittadino, si preoccupano di togliere la tassa ai frigoriferi così il proprietario della standa ha meno spese: voi in galera ci andate, ma non prima che vi abbiano spremuti come limoni, perchè questo siete, denaro ambulante da mungare come latte dalle tette delle vacche, i nostri diritti finiscono dove inizia il diritto a fare il politicante ricco e (pre)potente. La mortadella non vi fa digerire? Beh, vi siete fatto lo stomaco per cinque anni ingoiando porcate ben peggiori che farebbero vomitare pure le capre, un po di mortazza non potrà che farvi bene, li mortazzi loro. Pensateci quando andrete a votare, pensate a chi dovete questa bella caccia alle streghe degna del maccartismo peggiore, pensate a chi dovete la demonizzazione della rete e dei suoi contenuti, pensate a chi dovete se un DVD merdoso costa 50 euro e se passano altri cinque anni di regime la prossima volta magari c'è il taglio delle mani per chi scarica.Tra l'altro Napoleone si lamenta dei comunisti, proprio lui che con queste belle leggi ANTI-INTERNET ha di fatto sdoganato il regime comunista cinese, anzi, meglio, qui fra poco vedremo Joseph Ignace Guillotin che dall'aldilà farà festa, già me lo immagino lo spot presentato da Emilio Fede, "se non volete che vi spicchi la testa dal busto, non scaricate le emmepitrè dall'internettete".E se vi sta bene che vi trattino come ladri, colpevoli fino a prova contraria, e che ogni provider debba stare li a filtrare contenuti e guardare i cazzi vostri manco fossero il grande fratello, beh, allora votate quel tizio arrogante e prepotente che si erge a vostro eroe in ogni trasmissione tv faziosa e lecchina di questa nazione, voi lo votate, voi ve lo siete meritato, voi ve ne pentirete amaramente.
    • afiorillo scrive:
      Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
      Che noia.
      • Anonimo scrive:
        Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
        - Scritto da: afiorillo
        Che noia.Carenza di argomenti o altro? Specificare
        • Anonimo scrive:
          Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
          Sentite, premetto che nn sono d dx, ma secondo voi il mortadella si porrà paladino dei deboli e ci difenderà tutti dai cattivoni delle major??? E poi magari c svegliamo tutti felici e contenti nel paese delle favole... Secondo me non cambiera un ca... diciamo nulla, x un semplice motivo, il qualche maniera quella vagonata dei soldi che le major c fottono andranno cmq a finire nei piani alti, perchè da sx a dx solo su una cosa sono tutti d'accordo, una poltrona sotto il culo che frutta un sacco d soldi è un bene troppo grande. Perciò scusate se penso che magari la politica è marcia, da dx a sx, senza esclusione, e chi c'è la in mezzo davvero in gamba, che fa davvero qualcosa viene chiuso dai giochi d potere, cm quelli che fanno le major :@
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: Anonimo
            Sentite, premetto che nn sono d dx, ma secondo
            voi il mortadella si porrà paladino dei deboli e
            ci difenderà tutti dai cattivoni delle major??? E
            poi magari c svegliamo tutti felici e contenti
            nel paese delle favole... Secondo me non cambiera
            un ca... diciamo nulla, x un semplice motivo, il
            qualche maniera quella vagonata dei soldi che le
            major c fottono andranno cmq a finire nei piani
            alti, perchè da sx a dx solo su una cosa sono
            tutti d'accordo, una poltrona sotto il culo che
            frutta un sacco d soldi è un bene troppo grande.
            Perciò scusate se penso che magari la politica è
            marcia, da dx a sx, senza esclusione, e chi c'è
            la in mezzo davvero in gamba, che fa davvero
            qualcosa viene chiuso dai giochi d potere, cm
            quelli che fanno le major :@La mortadella è sempre meglio dei nani.
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Sentite, premetto che nn sono d dx, ma secondo

            voi il mortadella si porrà paladino dei deboli e

            ci difenderà tutti dai cattivoni delle major???
            E

            poi magari c svegliamo tutti felici e contenti

            nel paese delle favole... Secondo me non
            cambiera

            un ca... diciamo nulla, x un semplice motivo, il

            qualche maniera quella vagonata dei soldi che le

            major c fottono andranno cmq a finire nei piani

            alti, perchè da sx a dx solo su una cosa sono

            tutti d'accordo, una poltrona sotto il culo che

            frutta un sacco d soldi è un bene troppo grande.

            Perciò scusate se penso che magari la politica è

            marcia, da dx a sx, senza esclusione, e chi c'è

            la in mezzo davvero in gamba, che fa davvero

            qualcosa viene chiuso dai giochi d potere, cm

            quelli che fanno le major :@
            La mortadella è sempre meglio dei nani.Non mi sembra proprio che dal '96 al 2001 si sia dimostrato migliore.. tasse,tasse, ed ancora tasse. Burocrazia, asilo politico a terroristi...
          • sisko1701 scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Sentite, premetto che nn sono d dx, ma secondo


            voi il mortadella si porrà paladino dei
            deboli e


            ci difenderà tutti dai cattivoni delle
            major???

            E


            poi magari c svegliamo tutti felici e contenti


            nel paese delle favole... Secondo me non

            cambiera


            un ca... diciamo nulla, x un semplice motivo,
            il


            qualche maniera quella vagonata dei soldi che
            le


            major c fottono andranno cmq a finire nei
            piani


            alti, perchè da sx a dx solo su una cosa sono


            tutti d'accordo, una poltrona sotto il culo
            che


            frutta un sacco d soldi è un bene troppo
            grande.


            Perciò scusate se penso che magari la
            politica è


            marcia, da dx a sx, senza esclusione, e chi
            c'è


            la in mezzo davvero in gamba, che fa davvero


            qualcosa viene chiuso dai giochi d potere, cm


            quelli che fanno le major :@

            La mortadella è sempre meglio dei nani.

            Non mi sembra proprio che dal '96 al 2001 si sia
            dimostrato migliore.. tasse,tasse, ed ancora
            tasse. Burocrazia, asilo politico a terroristi...
            Luoghi comuni. Specifica.
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: sisko1701

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Sentite, premetto che nn sono d dx, ma
            secondo



            voi il mortadella si porrà paladino dei

            deboli e



            ci difenderà tutti dai cattivoni delle

            major???


            E



            poi magari c svegliamo tutti felici e
            contenti



            nel paese delle favole... Secondo me non


            cambiera



            un ca... diciamo nulla, x un semplice
            motivo,

            il



            qualche maniera quella vagonata dei soldi
            che

            le



            major c fottono andranno cmq a finire nei

            piani



            alti, perchè da sx a dx solo su una cosa
            sono



            tutti d'accordo, una poltrona sotto il culo

            che



            frutta un sacco d soldi è un bene troppo

            grande.



            Perciò scusate se penso che magari la

            politica è



            marcia, da dx a sx, senza esclusione, e chi

            c'è



            la in mezzo davvero in gamba, che fa davvero



            qualcosa viene chiuso dai giochi d potere,
            cm



            quelli che fanno le major :@


            La mortadella è sempre meglio dei nani.



            Non mi sembra proprio che dal '96 al 2001 si sia

            dimostrato migliore.. tasse,tasse, ed ancora

            tasse. Burocrazia, asilo politico a
            terroristi...



            Luoghi comuni. Specifica.Eurotassa. Equiparazione siti web a giornali. IRAP. Ocalan ospitato in una villa a spese dello Stato. Tanto per citarne alcuni..
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: sisko1701



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            Sentite, premetto che nn sono d dx, ma

            secondo




            voi il mortadella si porrà paladino dei


            deboli e




            ci difenderà tutti dai cattivoni delle


            major???



            E




            poi magari c svegliamo tutti felici e

            contenti




            nel paese delle favole... Secondo me non



            cambiera




            un ca... diciamo nulla, x un semplice

            motivo,


            il




            qualche maniera quella vagonata dei soldi

            che


            le




            major c fottono andranno cmq a finire nei


            piani




            alti, perchè da sx a dx solo su una cosa

            sono




            tutti d'accordo, una poltrona sotto il
            culo


            che




            frutta un sacco d soldi è un bene troppo


            grande.




            Perciò scusate se penso che magari la


            politica è




            marcia, da dx a sx, senza esclusione, e
            chi


            c'è




            la in mezzo davvero in gamba, che fa
            davvero




            qualcosa viene chiuso dai giochi d potere,

            cm




            quelli che fanno le major :@



            La mortadella è sempre meglio dei nani.





            Non mi sembra proprio che dal '96 al 2001 si
            sia


            dimostrato migliore.. tasse,tasse, ed ancora


            tasse. Burocrazia, asilo politico a

            terroristi...






            Luoghi comuni. Specifica.

            Eurotassa. Equiparazione siti web a giornali.
            IRAP. Ocalan ospitato in una villa a spese dello
            Stato.

            Tanto per citarne alcuni..ma vatti a nascondere
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            Ma votate per Ciccolina che almeno quella tira su il morale ,per non parlare del resto!!!
          • sisko1701 scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            Bhe intanto chi ha dimostrato di capire almeno l'ambito nel quale si andava a legiferare sono stati (aimè) i verdi. Che sono nell'Unione.
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: sisko1701
            Bhe intanto chi ha dimostrato di capire almeno
            l'ambito nel quale si andava a legiferare sono
            stati (aimè) i verdi. Che sono nell'Unione.Davvero ? Guarda che i Verdi hanno fatto proprie le proposte di quel viscido centrista di Urbani...
          • Anonimo scrive:
            Re: INDIANA BERLUSK E I [...]
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: sisko1701

            Bhe intanto chi ha dimostrato di capire almeno

            l'ambito nel quale si andava a legiferare sono

            stati (aimè) i verdi. Che sono nell'Unione.

            Davvero ? Guarda che i Verdi hanno fatto proprie
            le proposte di quel viscido centrista di
            Urbani...ah sì?? e questa dove l'hai sentita?se vuoi approfondire, nel frattempo..http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/news/
    • Anonimo scrive:
      Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
      - Scritto da: Anonimo
      E ci risiamo... facciamo un applauso a chi ha
      autorizzato queste leggi di merda ad uso e
      consumo dei miliardari, ad esempio di quelli
      SIAE: la tassa sui supporti è un furto,SIAE e bollino sono roba della Sinistra, quella che, molto probabilmente, andrà al potere il 10 di Aprile. Miseria, dolore, tormento e morte, da quel giorno, per i prox 5 anni. Entrate già nell'idea o di votare qualcuno di centro destra che se ne sta andando dalla CdL (Fini o Casini, i salvatori della patria, i politici-troppo intelligenti per esserlo), oppure, iniziate già a metter via i soldi per pagare tasse inique, che sfocieranno nelle tasche di amici e parenti del mortadellaro. Per non parlare delle future generazioni, che verranno completamente schernite dal fatto che, per default, necessitano di andare a fare il servizio civile obbligatorio, per capire come và il paese (ROTFL^3, solo un cogl***ne come il Mortadella ed i Comunisti mangia-bambini/distruggi-città potevano arrivare ad una sparata simile).
      altro che
      quei spot del cazzo che mi propinano al cinema,
      "non ruberesti mai un auto", eh no non la ruberei
      perchè grazie ai vostri amici politici ai quali
      avete ben oliato le tasche, io non arrivo alla
      fine del mese ergo non ho nemmeno i soldi per
      comprarmi il piede di porco per scassinare la
      macchina.Per non parlare che, quella stracazzosissima di pubblicità, all'inizio, viene introdotta con 4 pagine di lingue più o meno sconosciute, che poi non son neanche presenti nel film. Cioè... Da notare, inoltre, che, mentre per i pirla, una roba così (con quella musica terroristica) incute paura, invece, per me, che sò come stanno realmente le cose, inizian a girarmi i coglioni, con un accellerata da 0 a 100.000 RPM in 0,2 sec netti.
      Voi invece che vi rimpinguate le tasche
      con la iniqua tassa sui supporti non state
      rubando, fate un'opera di carità per comprare la
      pelliccia alle vostre mogli ed amanti varie,
      nonchè festini a base di neve che in confronto
      Maradona ha vissuto su un'isola deserta.
      "Chi scarica musica e film da internet commette
      un furto", infatti il film lo sto guardando al
      cinema, brutte teste di "BIIIIPPP".Da notare, inoltre, che la crescente povertà è proprio causata dal divario sempre maggiore tra ricchi, sempre più ricchi (basta vedere l'articolo sulla internet a 2 velocità, ove, in futuro, anche per mandare un PING dovrai pagare 1 ?+20% iva). Inutile tirar fuori dal cilindro associazioni per la salvaguardia degli africani. Stiam per essere trambati nello stesso modo, da sti quattro capitalisti (o anche comunisti corrotti, come quelli italiani ad es.) del Kaiser.

      Poi arriva Mortal Urbani Kombat, e si inventa
      quella legge idiota secondo la quale un paio di
      sbirri che non distinguono un CD da un freesbee
      mi possono venire a rompere le palle a casa alle
      quattro del mattino perchè devono spararmi multe
      da nababbi e magari farmi pure finire in carcere,
      manco avessi abusato sessualmente di un lattante.E non solo, mentre tu sarai in prigione, quei 2 lamah, intanto, si vedranno un concorrente in meno, nel mercato delle "ragazze", percui, tromberanno 2 volte di più di te, che per una cazzata, sei finito dentro. Degno di un totalitarismo orwelliano. Altro che nazismo, qua siam messi peggio.
      Eh no, ho fatto di peggio, ho scaricato
      l'emmepitrè, 'azzo Hitler era un bravo ragazzo in
      confronto.Ecco ;)

      Adesso arriva la carica della mafi... ehm, delle
      major: in un paese civile il quindicenne
      brufoloso o la vecchietta di ottanta anni alla
      quale è intestata la linea, al massimo se la
      cavano con due schiaffi in faccia... no, non
      portate ad esempio gli USA e le loro crociate
      multa-ragazzini, ho detto paese civile, non paese
      che spia i suoi cittadini per poi fargli fare il
      pieno di benzina sottratta ad altri paesi a suon
      di bombe.Infatti: Oil for Food. E ricordate, siamo qua, gratuitamente, per portarvi la pace e l'opulenza :)

      Ma qui in italia no, abbiamo la destra forcaiola
      (eh si, era proprio li che volevo andare a
      parare, adesso incazzatevi pure amici
      berluschini), Per me, il nanerottolus malificus italiota dovrebbe crepare, così come il mortadellaro bulldog.
      quelli se ne sbattono del
      cittadino, si preoccupano di togliere la tassa ai
      frigoriferi così il proprietario della standa ha
      meno spese: voi in galera ci andate, ma non prima
      che vi abbiano spremuti come limoni, perchè
      questo siete, denaro ambulante da mungare come
      latte dalle tette delle vacche, i nostri diritti
      finiscono dove inizia il diritto a fare il
      politicante ricco e (pre)potente. Vero. La giustizia NON E' uguale per tutti.

      La mortadella non vi fa digerire? Beh, vi siete
      fatto lo stomaco per cinque anni ingoiando
      porcate ben peggiori che farebbero vomitare pure
      le capre, un po di mortazza non potrà che farvi
      bene, li mortazzi loro. Ed è qua, però, che mi cadi. Tu credi che il mortazza faccia il bene del paese? L'unione si tien dentro anche gentaglia rincoglionita che non ha pensato 2 volte, sabato scorso, nel combinare il degheio a milano. E' così che loro aiutano il popolo? Ma morissero tutti, démoni mangia-bambini di sta cippa.
      Pensateci quando andrete
      a votare, pensate a chi dovete questa bella
      caccia alle streghe degna del maccartismo
      peggiore, pensate a chi dovete la demonizzazione
      della rete e dei suoi contenuti, pensate a chi
      dovete se un DVD merdoso costa 50 euro e se
      passano altri cinque anni di regime la prossima
      volta magari c'è il taglio delle mani per chi
      scarica.Sì, percui, un impegno concreto, non votate il nanerottolo, nè il mortadellaro. Votate chi rimane, cercando di metterci un pò di cervello, quando fate quella benedetta X e non votando chi, palesemente ve lo infilerà per i prox 5 anni.

      Tra l'altro Napoleone si lamenta dei comunisti,
      proprio lui che con queste belle leggi
      ANTI-INTERNET ha di fatto sdoganato il regime
      comunista cinese, anzi, meglio, qui fra poco
      vedremo Joseph Ignace Guillotin che dall'aldilà
      farà festa, già me lo immagino lo spot presentato
      da Emilio Fede, "se non volete che vi spicchi la
      testa dal busto, non scaricate le emmepitrè
      dall'internettete".Infatti, occorre non votare il berlusca e liberarsi della casa delle libertà, oltre che della Neo-URSS italiana.

      E se vi sta bene che vi trattino come ladri,
      colpevoli fino a prova contraria, No, oggi giorno, sei colpevole e basta. Il diritto di portare le prove è stato abolito.
    • Anonimo scrive:
      Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
      tanto se va su la sinistra dopo due mesi o meno casca il governo come gli è sempre successo
      • Anonimo scrive:
        Re: INDIANA BERLUSK E I PREDATORI DEL P2
        - Scritto da: Anonimo
        tanto se va su la sinistra dopo due mesi o meno
        casca il governo come gli è sempre successoIl governo cade pure ma alle elezioni non ti ci rimandano. Si è visto dal '96 al 2001. L'importante per loro è mettere tasse e "non esser disturbati" dai cittadini... il voto per loro è solo "una noia" ...
  • Anonimo scrive:
    Vira ha perso credibilità.....
    Io sono stato uno dei primi clienti di Vira con il VoIP e mi sono pentito, l'ho consigliata e ho fatto delle BRUTTISSIME FIGURE! il VoIP va male, i ticket di assistenza rimangono aperti per settimane per poi venire chiusi senza risolvere il problema e ora anche con l'ADSL hanno mostrato la loro "politica" fortunatamente la durata minima del contratto e' 6 mesi!Chi vorrebbe l'adsl con chi puo' denunciarti alla magistratura? io no.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Vira ha perso credibilità.....
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono stato uno dei primi clienti di Vira con
      il VoIP e mi sono pentito, l'ho consigliata e ho
      fatto delle BRUTTISSIME FIGURE! il VoIP va male,
      i ticket di assistenza rimangono aperti per
      settimane per poi venire chiusi senza risolvere
      il problema e ora anche con l'ADSL hanno mostrato
      la loro "politica" fortunatamente la durata
      minima del contratto e' 6 mesi!
      Chi vorrebbe l'adsl con chi puo' denunciarti alla
      magistratura? io no.....Questo succede quando si vuole fare i l33t alternative ;D
    • Anonimo scrive:
      Re: Vira ha perso credibilità.....
      Anche io sono un utente Vira e posso dire che questa è solo la ciliegina sulla torta. A parte le menzogne che ci hanno detto per molto tempo il p2p è stato completamente bloccato fino a 2 settimane fa, ora funziona ma limitato a 50kb/s.
  • Anonimo scrive:
    Perchè la BSA NON AGISCE DIRETTAMENTE!
    Perchè la BSA non agisce direttamente contro l'utente?Se è davvero così sicura del contenuto illegale, una sua eventuale sede Italiana può chiedere ad un tribunale di intervenire.Mi stupisco poi di Vira. Si lascia intimidire da un semplice avviso, e DECIDE di sospendere l'abbonamento ad una seconda segnalazione. Sono d'accordo penso che l'utilizzo di l'accesso a internet per scopi illegali sia una violazione del contratto ADSL stipulato con Vira ed immagino con molti altri operatori. Ma la sospensione LEGITTIMA del contratto avviene SOLO se riceve una semplice segnalazione da BSA?Fatemi capire, Vira decide di sospendere e diciamocelo PERDERE un cliente appena arriva una segnalazione da BSA?Questo vuol dire che se BSA manda una segnalazione per tutti gli utenti di Vira, la società cosa fa sospende tutti gli abbonamenti ADSL?Se IO privato cittadino segnalo che un utente Vira sta condividendo file illegali, cosa fa quest'ultima sospende l'abbonamento all'utente segnalato?Mi sembra davvero una caccia alle streghe... non stiamo parlando di spazio hosting gratuito da 50Mb dove se metti un MP3 ti cancellano l'account (GIUSTAMENTE) senza nemmeno avvisarti, qui si parla di contratti ADSL, la 2048/512 di Vira costa quasi 400 Euro l'anno!
    • afiorillo scrive:
      Re: Perchè la BSA NON AGISCE DIRETTAMEN.
      - Scritto da: Anonimo
      Perchè la BSA non agisce direttamente contro
      l'utente?Perché così costa molto meno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè la BSA NON AGISCE DIRETTAMEN.
        - Scritto da: afiorillo

        - Scritto da: Anonimo

        Perchè la BSA non agisce direttamente contro

        l'utente?

        Perché così costa molto meno.E soprattutto qualche manager della BSA non rischia una denuncia d'ufficio per calunnia in seguito a denuncia infondata (a seguire causa civile di risarcimento danni)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè la BSA NON AGISCE DIRETTAMENT
      - Scritto da: Anonimo
      Mi stupisco poi di Vira. Si lascia intimidire da
      un semplice avviso, e DECIDE di sospendere
      l'abbonamento ad una seconda segnalazione.E se la seconda segnalazione gliela mando io per *TUTTI* i loro clienti?Si fidano, sospendono tutti e chiudono?
  • Anonimo scrive:
    io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
    chiaramente li mollerei.pensare che agiscano da "spie" solo perchè glielo ha detto BSA ... nessuno gli ha detto di dover riferire alle autorità, altrimenti la BSA potrebbe direttamente mandare mail automatiche alle autorità.L'ISP deve fornire connettività, banda e buon servizio in up, down, su tutti i protocolli ... farmi usare internet.fine.non gli compete affatto l'analisi del traffico del cliente.chi lo fa, perderà sempre la mia fiducia.oggi libero limita la banda, pare.telecom no.lamentatevi di telecom, poi....
    • TieFighter scrive:
      Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
      Telecom non so ma fossi in voi mi chiederei come mai a tanti da un giorno all'altro l'adsl smette di funzionare a dovere
    • Maiale scrive:
      Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
      Telecom è un gigante delle telecomunicazioni e se ne impippa della BSA.Intratec-Vira invece è un nano senza nessun potere perciò si caga addosso.
      • Anonimo scrive:
        Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
        - Scritto da: Maiale
        Telecom è un gigante delle telecomunicazioni e se
        ne impippa della BSA.ingenuo
        • Maiale scrive:
          Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Maiale

          Telecom è un gigante delle telecomunicazioni e
          se

          ne impippa della BSA.

          ingenuoIngenuo una sega, Telecom fa ciò che gli conviene, cioè non limitare il p2p che gli può togliere i clienti.Di certo non lo fa per spirito altruistico ma il risultato non cambia.Libero filtra il p2p non per la BSA ma per scelta di distribuzione di banda.(policy di QoS la chiama Libero)==================================Modificato dall'autore il 17/03/2006 0.50.03
        • Anonimo scrive:
          Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
          - Scritto da: Anonimo
          ingenuoscusa ma perchè non dai dele argomentazioni alla tua considerazione, anzichè mettere un semplice aggettivo che non dice un bel niente?
          • Anonimo scrive:
            Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo


            ingenuo

            scusa ma perchè non dai dele argomentazioni alla
            tua considerazione, anzichè mettere un semplice
            aggettivo che non dice un bel niente?Perchè non ha un bel niente da dire, ma la sua sparata, per battezzare la quaresima quasi agli sgoccioli, la deve fare. E' il suo "fioretto" per quest'anno. Tsk..
    • Anonimo scrive:
      Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
      ma si fateli bollire nel loro brodo, sono proprio loro che con la storia dei dialer hanno fatto milioni truffando i consumatori inesperti e poi vengono a farci la morale.lol questa è l'italia, l'unico paese dove un criminale diventa polizziotto, mavaffancina va.cià
    • gerry scrive:
      Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
      - Scritto da: Anonimo
      chiaramente li mollerei.
      pensare che agiscano da "spie" solo perchè glielo
      ha detto BSA ... nessuno gli ha detto di dover
      riferire alle autorità, altrimenti la BSA
      potrebbe direttamente mandare mail automatiche
      alle autorità.Ecco chi glielo dice:Decreto-legge 22 marzo 2004, n.72http://www.interlex.it/testi/dl04_72.htm 6. I fornitori di connettività e di servizi che abbiano avuto effettiva conoscenza della presenza di contenuti idonei a realizzare le fattispecie di cui all'articolo 171-ter, comma 2, lettera a-bis), e all'articolo 174-ter, commi 2-bis e 2-ter, della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, provvedono ad informarne il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell'interno ovvero l'autorità giudiziaria, fatto salvo quanto previsto dagli articoli 14, 15, 16 e 17 del decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70. La BSA ti manda la letterina. Adesso lo sai, non puoi più far finta di niente. Se fai finta di niente sei fuorilegge.
      • Bruco scrive:
        Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
        - Scritto da: gerry
        Ecco chi glielo dice:
        Decreto-legge 22 marzo 2004, n.72
        http://www.interlex.it/testi/dl04_72.htm
        6. I fornitori di connettività e di servizi
        che abbiano avuto effettiva conoscenza dellaEffettiva. Appunto, effettiva.
        presenza di contenuti idonei a realizzare le
        fattispecie di cui all'articolo 171-ter, comma 2,
        lettera a-bis), e all'articolo 174-ter, commi
        2-bis e 2-ter, della legge 22 aprile 1941, n.
        633, e successive modificazioni, provvedono ad
        informarne il Dipartimento della pubblica
        sicurezza del Ministero dell'interno ovvero
        l'autorità giudiziaria, fatto salvo quanto
        previsto dagli articoli 14, 15, 16 e 17 del
        decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70. L'autorità Giudiziaria. Al'utorità Giudiziaria, appunto, non l'utente.
        La BSA ti manda la letterina. Adesso lo sai, non
        puoi più far finta di niente. Se fai finta di
        niente sei fuorilegge.E se mandi un avviso all'utente *PRESUNTO* criminale sei fuorilegge lo stesso, accusabile di favoreggiamento perché invece di informare l'autorità giudiziaria hai informato lui.
        • gerry scrive:
          Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
          - Scritto da: Bruco
          E se mandi un avviso all'utente *PRESUNTO*
          criminale sei fuorilegge lo stesso, accusabile di
          favoreggiamento perché invece di informare
          l'autorità giudiziaria hai informato lui.Tu mi stai dicendo che il provider non dovrebbe avvisare l'utente, invece dovrebbe direttamente denunciarlo alla magistratura.Beh, si, teoricamente dovrebbero fare così.
          • Anonimo scrive:
            Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: Bruco


            E se mandi un avviso all'utente *PRESUNTO*

            criminale sei fuorilegge lo stesso, accusabile
            di

            favoreggiamento perché invece di informare

            l'autorità giudiziaria hai informato lui.

            Tu mi stai dicendo che il provider non dovrebbe
            avvisare l'utente, invece dovrebbe direttamente
            denunciarlo alla magistratura.
            Beh, si, teoricamente dovrebbero fare così.cio avrebbe senso se "abbiano avuto effettiva conoscenza della presenza di contenuti idonei a realizzare le fattispecie di cui all'articolo". Ma l'ISP non ha fatto proprio niente per venire a effettiva conoscenza di alcunche... c'e' solo un tiziocaio che non ha alcun potere giudiziario e ispettivo che gli ha scritto una generica email dicendo "il gg xyz l'ip xyz ha condiviso un file di nome xyz". Non e' un granche come "effettiva conoscenza della presenza" di alcunche'. Una mail del genere potrei scriverla anchio ,spacciandomi per la BSA.
      • Anonimo scrive:
        Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso

        La BSA ti manda la letterina. Adesso lo sai, non
        puoi più far finta di niente. Se fai finta di
        niente sei fuorilegge.Io Mario Rossi vi dico che sicuramente tutti i vostri utenti stanno compiendo atti illegali . Vi intimo di bloccare tutti i vostri clienti.Cordiali Saluti Mario RossiLa concorrenza ...non credo che ci sia da aggiungere altro .....
    • SirParsifal scrive:
      Re: io li mollerei BEN PRIMA dell'avviso

      chiaramente li mollerei.
      pensare che agiscano da "spie" solo perchè glielo
      ha detto BSA ... nessuno gli ha detto di dover
      riferire alle autorità, altrimenti la BSA
      potrebbe direttamente mandare mail automatiche
      alle autorità.Mai letto l'articolo 17 del DLGS 70/2003? Leggiti il comma 2 lettera A. poi ne riparliamo.
  • THe_ZiPMaN scrive:
    alla faccia della trasparenza
    Personalmente cambierei istantaneamente provider.Io sono responsabile delle mie azioni e se il provider mi sega la connessione perché "qualcuno" non ben definito ha inviato un paio di lettere, beh, mi sembra quantomeno un'inadempienza contrattuale.Solo dietro a una formale denuncia accetterei un'azione di qualsiasi tipo.
    • Anonimo scrive:
      Re: alla faccia della trasparenza
      - Scritto da: THe_ZiPMaN
      Personalmente cambierei istantaneamente provider.

      Io sono responsabile delle mie azioni e se il
      provider mi sega la connessione perché "qualcuno"
      non ben definito ha inviato un paio di lettere,
      beh, mi sembra quantomeno un'inadempienza
      contrattuale.

      Solo dietro a una formale denuncia accetterei
      un'azione di qualsiasi tipo.è anceh probabile che tu possa denunciare loro in caso di disservizio.BSA non è la magistraturaforse è possibile anche denunciarli al garante? ... in fondo non sono certamente autorizzati ad analizzare il contenuto del tuo traffico, no?se vogliamo poi fare qualche altro giochetto: mi basta individuare il tuo provider, dirgli che secondo la mia analisi (mi devo dare un tono, ovviamente) tu hai scaricato questo e questo.E lui ti manda l'avviso.Aspetto 2 settimane e glielo ridico.e HOP tu vieni staccato da internet.bello eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia della trasparenza
        - Scritto da: Anonimo
        se vogliamo poi fare qualche altro giochetto: mi
        basta individuare il tuo provider, dirgli che
        secondo la mia analisi (mi devo dare un tono,
        ovviamente) tu hai scaricato questo e questo.
        E lui ti manda l'avviso.
        Aspetto 2 settimane e glielo ridico.
        e HOP tu vieni staccato da internet.

        bello eh?Infatti questo è inquietante: senza nessun accertamento,è possibile che qualcuno ci rimetta senza averne colpa.
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia della trasparenza
          Ovviamente verrebbero trascinati in tribunale e dovrebbero pagare i danni. Loro, com'è logico, giocano sul fatto che la maggior parte degli utenti non lo farebbe, per un motivo o per l'altro, ma la possibilità c'è. Io lo farei senz'altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza
            - Scritto da: Anonimo
            Ovviamente verrebbero trascinati in tribunale e
            dovrebbero pagare i danni. Loro, com'è logico,
            giocano sul fatto che la maggior parte degli
            utenti non lo farebbe, per un motivo o per
            l'altro, ma la possibilità c'è. Io lo farei
            senz'altro.La BSA può portare avanti spese processuali per decenni e garantirsi la vittoria nei processi come ha fatto la Microsoft... bastano dei regalini.... sigh!
    • gerry scrive:
      Re: alla faccia della trasparenza
      - Scritto da: THe_ZiPMaN
      Personalmente cambierei istantaneamente provider.La cosa non ti salva molto. Tutti i provider hanno clausole nei contratti in cui si riservano di tagliarti l'account in caso di comportamenti scorretti.Queste vengono usate sia per questi casi che per altri. Per esempio se usi la connessione per diffondere spam ti possono tagliare l'account.Nota: per spam di solito l'account viene segato anche sotto segnalazione dei destinatari, senza l'intervento del giudice o dell'authority.Il problema è che i provider hanno un ruolo indefinito dalla legge. Anzi l'urbani se non sbaglio ha peggiorato le cose, perchè i titolari dei copyrigth possono anche rivalersi sui provider se non segano gli account.Con un grande provider sei più al sicuro, perchè hanno i mezzi per resistere alle pressioni delle major. I più piccoli invece sono "a rischio", in caso di attacco rischierebbero davvero grosso in quanto potrebbero essere schiacciati da avversari più grandi di loro.PS: alla luce di quanto ho detto per mer vira fa la miglior cosa che potrebbe fare.Se gli arriva una letterina di BSA non ti segano l'account, ma ti avvisano.Alla seconda letterina ti segano l'account. Potrebbe sembrare un comportamento scorretto, ma tu con le leggi che ci sono adesso, ti metteresti contro la BSA rischiando il tuo business?==================================Modificato dall'autore il 17/03/2006 10.07.07
      • Anonimo scrive:
        Re: alla faccia della trasparenza
        Taglia di qua e taglia di la, secondo me i piccoli provider moriranno. Rischiano lo stesso perchè perderanno sicuramente utenti...Poi gli altri più grandi non ti lasceranno navigare o solo dove dicono loro, pressati dalle major.Alla fine torneremo ad usare i piccioni viaggiatori...
      • THe_ZiPMaN scrive:
        Re: alla faccia della trasparenza

        La cosa non ti salva molto. Tutti i provider
        hanno clausole nei contratti in cui si riservano
        di tagliarti l'account in caso di comportamenti
        scorretti.Definisci scorretti please.
        Per esempio se usi la connessione per diffondere
        spam ti possono tagliare l'account.
        Nota: per spam di solito l'account viene segato
        anche sotto segnalazione dei destinatari, senza
        l'intervento del giudice o dell'authority.C'è una differenza ENORME.Lo spam viene segnalato da chi lo ha ricevuto all'abuse del provider tramite l'inoltro della mail ricevuta completa di headers. Il provider *verifica* e se riesce ad accertare che c'è stato un abuso procede con la notifica o con la sospensione del contratto. Se non c'è possibilità di verificare non intraprende azioni.In questo caso invece il provider non può verificare nulla e si dovrebbe fidare ciecamente di quello che dice una terza parte (totalmente inaffidabile).Spiacente ma così non va bene. La notifica della lettera ricevuta all'utente è più che legittima, ma non deve esserci alcuna azione in seguito ad una semplice segnalazione. Se vogliono segare l'account che prima ci sia una formale denuncia.
        Anzi l'urbani se non sbaglio ha peggiorato le
        cose, perchè i titolari dei copyrigth possono
        anche rivalersi sui provider se non segano gli
        account.No.
        Con un grande provider sei più al sicuro, perchè
        hanno i mezzi per resistere alle pressioni delle
        major. Anche i piccoli.
        I più piccoli invece sono "a rischio", in caso di
        attacco rischierebbero davvero grosso in quanto
        potrebbero essere schiacciati da avversari più
        grandi di loro.Per il momento siamo ancora in Italia, non in America, e qui certi diritti sono ancora parzialmente tutelati.
        PS: alla luce di quanto ho detto per mer vira fa
        la miglior cosa che potrebbe fare.
        Se gli arriva una letterina di BSA non ti segano
        l'account, ma ti avvisano.
        Alla seconda letterina ti segano l'account.Sbagliato. La mail di BSA la inoltro all'utente, la seconda mail la inoltro all'utente, la terza mail la inoltro all'utente, la quarta mail la inoltro all'utente..... quando arriverà un atto giudiziario eventualmente fornirò tutte le informazioni alla magistratura e che si arrangino loro.
        Potrebbe sembrare un comportamento scorretto, ma
        tu con le leggi che ci sono adesso, ti metteresti
        contro la BSA rischiando il tuo business?Sì. Piuttosto che tradire i miei clienti chiudo il business.
        • gerry scrive:
          Re: alla faccia della trasparenza
          - Scritto da: THe_ZiPMaN
          Definisci scorretti please.Guarda, leggi qui la clausola di Tiscali. Le altre sono tutte più o meno dello stesso tono: 9.1. Fermo quanto previsto dall'articolo 4 che precede, Tiscali potrà sospendere, anche parzialmente, in ogni momento l'erogazione del Servizio anche senza preavviso, in caso di guasti alla rete e agli apparati tecnici, propri o di altri operatori. Tiscali potrà, altresì, sospendere il Servizio qualora la Pubblica Autorità o privati denuncino un uso improprio del Servizio da parte del Cliente oppure nel caso in cui venga registrato un traffico anomalo o un uso del Servizio contrario alle leggi, ai regolamenti o alle disposizioni contrattuali. Nota che citano esplicitamente le segnalazioni di privati e non della magistratura.Questa è la loro definizione di comportamenti che li autorizzano a tagliarti l'account, ed è una cosa che devi sottoscrivere quando accetto il contratto.
          No.Si:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1381004&tid=1380194&p=1&r=PI#1381004loro ti avvisano, così vieni per forza a conoscenza della cosa.Se non denunci c'è la multa. E' stato più volte oggetto di critica, mi pare sia dall'AIIP che dell'ALCEI. Perchè i provider sono diventati per legge una specie di informatore obbligato.
          Per il momento siamo ancora in Italia, non in
          America, e qui certi diritti sono ancora
          parzialmente tutelati.Ti faccio un esempio solo:http://punto-informatico.it/p.asp?i=57086Hanno vinto, tutto bello. Peccato che a causa dei costi legali sono stati costretti a vendere il ramo d'azienda.E qui eravamo in Italia.
          Sbagliato. La mail di BSA la inoltro all'utente,
          la seconda mail la inoltro all'utente, la terza
          mail la inoltro all'utente, la quarta mail la
          inoltro all'utente..... Leggi la legge (bella frase, mi autofaccio i complimenti :D ) che ti ho postato sopra.Dice che devi segnalare alla magistratura. E' una legge idiota, ma le leggi vanno rispettate o qualcuno (B S A :D ) le userà come armi.
          Sì. Piuttosto che tradire i miei clienti chiudo
          il business.Questa è una posizione rispettabile, ma può anche non essere condivisa.Ripeto: qui non è solo questione di volontà, purtroppo ci sono anche delle brutte leggi di mezzo.==================================Modificato dall'autore il 17/03/2006 14.44.58==================================Modificato dall'autore il 17/03/2006 14.46.05==================================Modificato dall'autore il 17/03/2006 14.48.48
          • THe_ZiPMaN scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza
            - Scritto da: gerry
            - Scritto da: THe_ZiPMaN

            Definisci scorretti please.

            Guarda, leggi qui la clausola di Tiscali. Sul mio contratto non vi sono clausole così assurde.
            Perchè i provider sono diventati per
            legge una specie di informatore obbligato.Se sono LORO a rilevare l'illecito.In questo caso non è così.
            Leggi la legge (bella frase, mi autofaccio i
            complimenti :D ) che ti ho postato sopra.Ecco... rileggila e non interpretarla.
            Dice che devi segnalare alla magistratura. Appunto."I fornitori di connettività e di servizi che abbiano avuto *effettiva* conoscenza della presenza di contenuti..."Qui si parla chiaramente di EFFETTIVA CONOSCENZA, non di segnalazioni *anonime*.Una mail, se non è PEC e non è firmata digitalmente, ha la valenza della carta straccia. Se io fossi un provider non mi azzarderei MAI a tagliare il servizio a qualcuno solo in seguito ad una mail di cui non è possibile verificarne legalmente in alcun modo l'autenticità.
            E' una legge idiota, ma le leggi vanno rispettate
            o qualcuno (B S A :D ) le userà come armi.Basta che vengano effettivamente rispettate. Non è questo il caso. Se la BSA ritiene che vi sia un illecito allora che faccia una formale denuncia oppure se ne stia zitta.

            Sì. Piuttosto che tradire i miei clienti chiudo

            il business.

            Questa è una posizione rispettabile, ma può anche
            non essere condivisa.Difatti ho detto chiaramente che IO cambierei provider.
          • gerry scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza
            - Scritto da: THe_ZiPMaN
            Una mail, se non è PEC e non è firmata
            digitalmente, ha la valenza della carta straccia.Capisco le nostre divergenze di idee. Tu porteresti in tribunale questa versione. Io non lo farei mai, mi sentirei ragionevolmente sicuro di perdere.PS: ma che provider hai? :| Io ho cercato le clausole su tiscali e le ho trovate, su libero idem, su alice pure... poi ho lasciato perdere perchè ho capito l'andazzo.==================================Modificato dall'autore il 19/03/2006 19.43.59==================================Modificato dall'autore il 19/03/2006 19.46.06
          • Anonimo scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza
            http://www.alpikom.it/
          • SirParsifal scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza


            Dice che devi segnalare alla magistratura.
            Appunto.
            "I fornitori di connettività e di servizi che
            abbiano avuto *effettiva* conoscenza della
            presenza di contenuti..."
            Qui si parla chiaramente di EFFETTIVA CONOSCENZA,
            non di segnalazioni *anonime*.No l'articolo 17 del DLGS 702003 dice:. Fatte salve le disposizioni di cui agli articoli 14, 15 e 16, il prestatore è comunque tenuto: 1. ad informare senza indugio l'autorità giudiziaria o quella amministrativa avente funzioni di vigilanza, qualora sia a conoscenza di presunte attività o informazioni illecite riguardanti un suo destinatario del servizio della società dell'informazione; 2. a fornire senza indugio, a richiesta delle autorità competenti, le informazioni in suo possesso che consentano l'identificazione del destinatario dei suoi servizi con cui ha accordi di memorizzazione dei dati, al fine di individuare e prevenire attività illecite.
            Una mail, se non è PEC e non è firmata
            digitalmente, ha la valenza della carta straccia.
            Se io fossi un provider non mi azzarderei MAI a
            tagliare il servizio a qualcuno solo in seguito
            ad una mail di cui non è possibile verificarne
            legalmente in alcun modo l'autenticità.Basta chiamare BSA.
        • Anonimo scrive:
          Re: alla faccia della trasparenza
          -
          Sbagliato. La mail di BSA la inoltro all'utente,
          la seconda mail la inoltro all'utente, la terza
          mail la inoltro all'utente, la quarta mail la
          inoltro all'utente..... quando arriverà un atto
          giudiziario eventualmente fornirò tutte le
          informazioni alla magistratura e che si arrangino
          loro.Non guardarla solo dal lato utente... e se il Provider viene tacciato di reposnsabilita' oggettiva? Sapeva perche' ha ricevuto dozzine di segnalazioni ma non ha fatto niente... Comunque e' prassi che i Provider possano sospendere la connettivita' in seguito a varie segnalazioni ricevute che riconducono al tuo collegamento e dopo averti mandato vari avvisi...
          • Anonimo scrive:
            Re: alla faccia della trasparenza
            Personalmente, ho scelto un grosso provider, anzi il PROVIDER. nota put*ana, le basta prendere i soldi e fai quello che vuoi, "vuoi" tra virgolette ovviamente. un provider che se ne impippa per il momento di bsa.quando nn sara' piu' cosi', se possibile cambiero' provider, altrimenti smettero di file sharing illegale. la cosa piu' triste e' l ipocrisia di taluni provider e di queste associazioni di vampiri e arcinoti dinosauri dell era digitale.se avranno il coraggio di cambiare, cambieremo anche noi, scaricatori incalliti, foraggiatori del mulo, italioti del arraffa finche' puoi.so di sbagliare, ma sbaglio con coscienza. mi sto riprendendo quello che mi e' stato sotrratto in passato. ma questo nn vuol dire che nn vado piu' al cinema o non compro piu' dischi o giochi originali. Scaricatore Coscienzioso.
  • Anonimo scrive:
    re:BSA..
    Questi signori non hanno il senso del pudore,la mia paura è che comincieranno con i piccoli ISP e poi su su basta ungere un po' quà un po' là :s :s : : :
    • Anonimo scrive:
      Re: re:BSA..
      - Scritto da: Anonimo
      Questi signori non hanno il senso del pudore,la
      mia paura
      è che comincieranno con i piccoli ISP e poi su su
      basta ungere un po' quà un po' là :s :s : :
      :visto?altro che "ne chiudono uno, ne nascono 100"è sempre peggio e nessuno fa nulla per dare una mazzata alle fondamenta: brevetti, diritto d'autore, copyright, cartelli ... tutto intoccato.
    • afiorillo scrive:
      Re: re:BSA..
      - Scritto da: Anonimo
      Questi signori non hanno il senso del pudore [...]Eh si, come no.Io capisco tutti i discorsi sulle libertà digitali o meno, capisco tutto, ma per favore cerca almeno di non essere patetico: se ti va di rubacchiare software a te assolutamente indispensabile per sopravvivere, se non arrivi a fine mese per colpa del nano, fa' pure; ma almeno fallo in silenzio e non parlare di "pudore".
  • Anonimo scrive:
    Questione di trasparenza
    Mi fa piacere che i provider si attacchino alla questione della trasparenza per giustificare l'eventuale taglio della linea ad un suo abbonato per presunto p2p illegale, ma allora non sarebbe il caso di finirla con certi spot in tv con due barboni che parlano di scaricare musica da internet senza alcun riferimento alla fonte se legale o meno (quindi tacitamente per molti ascoltatori illegale) ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Questione di trasparenza
      - Scritto da: Anonimo
      Mi fa piacere che i provider si attacchino alla
      questione della trasparenza per giustificare
      l'eventuale taglio della linea ad un suo abbonato
      per presunto p2p illegale, ma allora non sarebbe
      il caso di finirla con certi spot in tv con due
      barboni che parlano di scaricare musica da
      internet senza alcun riferimento alla fonte se
      legale o meno (quindi tacitamente per molti
      ascoltatori illegale) ?hai visto spot di questa particolare ditta?io non credo.non l'avevo mai sentita nominare prima.ora so che c'è da tenersene ben bene alla larga, perchè sono spioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di trasparenza
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Mi fa piacere che i provider si attacchino alla

        questione della trasparenza per giustificare

        l'eventuale taglio della linea ad un suo
        abbonato

        per presunto p2p illegale, ma allora non sarebbe

        il caso di finirla con certi spot in tv con due

        barboni che parlano di scaricare musica da

        internet senza alcun riferimento alla fonte se

        legale o meno (quindi tacitamente per molti

        ascoltatori illegale) ?

        hai visto spot di questa particolare ditta?

        io non credo.

        non l'avevo mai sentita nominare prima.
        ora so che c'è da tenersene ben bene alla larga,
        perchè sono spioni.Io inizierei a pensare chi votare perche' se fanno cosi' e' tutta colpa delle leggi del kaier che abbiamo qui da noi eh
      • Anonimo scrive:
        Re: Questione di trasparenza
        No ma tanto so che non sarebbero diversi da quelli di infostrada, tele2 e compagine.Con tutti gli spot che letteralmente giustificano la necessità della banda larga con il scaricare musica e film da internet senza mai specificare la fonte (chiaramente l'idea comune di scaricare film e musica non prevede rosso alice e itunes ma muletti e torrenti) dovrebbero questi provider dovrebbero essere meno ipocriti.Visto che esistono dei servizi legali di download per far fruttare la banda larga, quando si fanno certi spot e si parla di questa possibilità di dice chiaramente che lo scarico va fatto da siti autorizzati o si scrivono due righe a fondo schermo. E' ora di finirla di vendere abbonamenti ad alta velocità con la storia del "scarichi quello che vuoi in poco tempo" per poi cambiare andazzo ad abbonamento stipulato "t'ho beccato a scaricare e mo te sego" o "so che scarichi troppo quindi t'è inchiumo la banda".
Chiudi i commenti