USA, allerta via cellulare

Prima New York e Washington, poi gli altri stati, avranno un sistema per avvertire i cittadini attraverso il cellulare in situazioni di crisi. Con un chip inserito all'interno dei dispositivi

Roma – Dopo il programma annunciato dall’UE per reagire alle catastrofi raccogliendo informazioni anche attraverso la rete di dispositivi mobile, anche gli Stati Uniti pensano di sfruttare i cellulari per diramare gli allarmi nelle situazioni di crisi.

Autorità locali e federali intendono infatti raggiungere le persone direttamente sui cellulari in caso di imminente pericolo o stati di allerta o allarmi come quelli conseguenti a bambini scomparsi.

Approvato dal Congresso degli Stati Uniti nel 2006 con il Warning Alert and Response Network Act , il sistema di allerta d’emergenza che prende il nome di Personal Localized Alerting Network (PLAN) esordirà entro la fine dell’anno a New York e a Washington DC. Il sindaco di NY Michael Bloomberg lo ha annunciato da Ground Zero.

Per essere adottato a livello nazionale nei prossimi anni occorrerà attendere che i cellulari vengano sostituiti con nuovi dispositivi dotati del chip necessario a ricevere il messaggio, che arriverà direttamente sullo schermo (e non nella cartella Messaggi in arrivo ) con una suoneria e una vibrazione specifica e avendo la precedenza su SMS e chiamate . I principali operatori telefonici statunitensi, Verizon, AT&T, Sprint e T-Mobile, già hanno dato la loro disponibilità.

Questo sistema sarà utilizzato solo per i messaggi di allarme nazionale da parte del Presidente, per informazioni in situazioni pericolose per la vita e nelle missioni di ricerca di bambini scomparsi o rapiti. Per questi ultimi due i carrier permetteranno agli utenti l’opt-out, mentre non ci si potrà escludere dalla lista dei destinatari degli allarmi presidenziali . Fuori da questo tipo di comunicazione in caso di emergenza rimarranno solo i dispositivi spenti al momento dell’allarme o momentaneamente non raggiungibili.

Dal momento che si parla di chip e connessione con il Governo la paura è sempre quella di trovarsi di fronte ad una occasione per impiegare di fatto strumenti di tecnocontrollo: per questo Craig Fugate, direttore della Federal Emergency Management Agency , ha chiarito subito che nessuna informazione né localizzazione dei dispositivi sarà inviata alle autorità.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Netizen Kane scrive:
    Bella roba...
    Un povero cristo viene accusato di aver scaricato materiale protetto da copyright e gli comminano migliaia di euro di multa.Un lurido sciacallo commette estorsione e viola ogni legge immaginabile e si piglia uno schiaffo sulla mano.Basta tribunali, basta leggi. Tanto per i poveri cristi la legge non c'é se non per tartassare. Pistole e coltelli, che almeno sono uguali per tutti davvero...Spero che questo infame di un crossley faccia arrabbiare un qualche hooligan. Un bel taglio e ha chiuso anche lui.
  • Valeren scrive:
    Bel regalo
    Quindi in GB si può: - aprire una società- tentare un'estorsione verso migliaia di persone- evitare di proteggere i dati- prendere il malloppoPer evitare grane, poi si chiude la società e si pagano mille sterline.Se mi sono perso qualcosa ditemelo, perché sono allibito.
    • panda rossa scrive:
      Re: Bel regalo
      - Scritto da: Valeren
      Quindi in GB si può:
      - aprire una società
      - tentare un'estorsione verso migliaia di persone
      - evitare di proteggere i dati
      - prendere il malloppo

      Per evitare grane, poi si chiude la società e si
      pagano mille
      sterline.

      Se mi sono perso qualcosa ditemelo, perché sono
      allibito.In compenso se ti dimentichi la password dell'account ti sbattono in galera finche' non ti ritorna la memoria.
      • Valeren scrive:
        Re: Bel regalo
        Vero, infatti loro avevano non messo la pwd all'archivio.Alla fine vince lo studio legale? Non ci posso credere.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Bel regalo
          Benvenuto della giustizia drogata dalle lobby che non è neutrale, come vorrebbero trasformare cosi la rete.
Chiudi i commenti