USA, ennesimo furto di database

Dati personali e persino informazioni bancarie: il laptop sottratto ad un impiegato della divisione americana di ING solleva allarme. I dati non erano cifrati né protetti da password

Washington – Questa volta la vittima del furto è un impiegato della ING U.S. Financial Services, compagnia che si occupa della previdenza sociale nel District of Columbia. Il laptop rubato contiene dati personali – alcuni dei quali molto importanti come codici di sicurezza di conti bancari – di circa 13.000 lavoratori della capitale americana.

L’allarme per quanto avvenuto è notevole, forse ancora maggiori le polemiche sulla sicurezza visto che questa nuova “sparizione di dati” fa eco ad una lunga serie di analoghi eventi che stanno colpendo le amministrazioni degli Stati Uniti. Furti o smarrimenti che riguardano milioni di record personali come avvenuto al Dipartimento dei Veterani nella capitale americana.

Chi entra in possesso del codice di sicurezza di un conto corrente bancario – spiegano gli esperti – può usufruirne a suo piacimento senza essere individuato immediatamente . Per tentare di prevenire un’eventuale ondata di furti telematica in seguito ai numerosi casi di sottrazione di dati sensibili si sono attivate negli ultimi 15 mesi aziende ma anche associazioni ed università: lo scopo è avvisare del pericolo circa 85 milioni di utenti del circuito bancario americano .

Nel caso in esame le informazioni non erano cifrate né protette da password , pertanto il rischio che vengano utilizzate abusivamente è considerato elevato. ING ha inviato una lettera a tutti i clienti per informarli dell’accaduto e per metterli in guardia.

Polemiche sono sorte anche sulla tempistica dell’allarme: le autorità cittadine hanno manifestato estremo disappunto per la tardiva divulgazione del fatto da parte della società. Il furto è avvenuto lo scorso lunedì ma la polizia ne è stata informata solo nella giornata di venerdì. I vertici della ING si sono giustificati, attraverso la portavoce Caroline Campbell, spiegando che sono occorsi alcuni giorni per rendersi conto di cosa fosse stato effettivamente rubato.

Secondo Campbell l’impiegato non sarebbe imputabile di negligenza, in quanto era autorizzato a portare nella propria abitazione il laptop contenente i dati. Altre fonti della compagnia sembrano escludere la possibilità che i ladri siano a conoscenza dell’effettivo valore della refurtiva. Nonostante ciò la paura del furto di identità resta forte per il pericolo di raggiri e truffe informatiche. Il fatto poi che sia circolata la notizia del furto potrebbe evidentemente consentire agli autori di comprendere fino in fondo le potenzialità dei dati rubati, dati che di certo hanno un valore sul mercato nero.

Non è peraltro la prima volta che questa stessa compagnia rimane vittima di furti simili: a dicembre erano stati rubati altri due portatili contenenti informazioni su 8.500 dipendenti degli ospedali della Florida.

Alla luce di questi eventi, che rischiano di screditare seriamente l’affidabilità dell’azienda, la ING ha avviato una campagna di controllo degli oltre 5.000 propri laptop circolanti all’interno della nazione, per equipaggiarli con adeguati sistemi di cifratura.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    facciamo filantropia in proprio
    con quello che costa una copia di xp proe di office 2003 pro, possiamo ognuno adottare a distanza 3 bambini del terzomondo per un anno, ovvero fare in modo chequesti bambini abbiano almeno da mangiareper un annoè incredibile ma è la veritàper il resto, invece di fare i fenomeni con l'ultima versione krakata di fotoziop, usiamoubuntu, openoffice e gimp facciamo qualcosa di giusto nella vitainvece dell'assistenza sociale ab.gates, sosteniamo i bambini poveri
  • mda scrive:
    Altra visione
    Veramente se si guarda l'indice azionario (pure da MSN) si vede che è più basso di anno in anno, ORA è bassissimo.Attualmente la Microsoft guadagna solo da windows (server) e MSoffice (voce anche di PI), che sono in grave rischio quando uscirà la decisione dei costruttori di usare unicamente Linux (voce IBM e altri), dato che è gratuito, facilmente modificabile per i loro fini HW e altro.Quando scappano i topi la barca affonda, quando scappa anche il capo topo è critica !!!!!!Decine di capi programmatori si sono licenziati, inoltre la guerra alla pirateria di Win è un altro chiaro segnale !Rimane ROS (http://www.reactos.org/) per i nostalgici, ma è un OS migliore !Ciao
  • Anonimo scrive:
    Icredibile...
    ... la quantità di livida invidia che riempie questo forum. Mai visto niente di simile.
  • Anonimo scrive:
    cosa non si fa ...
    ... per essere sempre in ... Vista !(linux)
  • Anonimo scrive:
    Mossa mediatica
    Ma è così difficile cogliere il messaggio pubblicitario in queste decisioni?Bill Gate$ riduce di qualche ora la sua presenza a Redmond?E chi se ne frega!!!Ah ma la riduce per dedicarla maggiormente alla fondazione che tanto bene fa alle casse di Micro$oft e ai bambini del mondo!Ahhhhh ma allora lo vedi che c'era sotto qualcosa?Dire a tutto il mondo che Gate$ toglie due ore alla scrivania a Redmond per metterle a disposizione dei bambini nel mondo.E chi se ne frega!!!Vuoi fare beneficenza e aiutare i bambini, fallo e basta, te ne dobbiamo essere tutti grati? Perché ci tieni a dirlo a tutti?Io non vado a sventolare all'ufficio postale il mio bollettino per la Caritas o la ricerca sulla distrofia.Bill Gate$ oltre che non essere del tutto disinteressato dimostra pure cattivo gusto nel voler fare per forza sapere a tutti queste cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mossa mediatica
      - Scritto da:
      Ma è così difficile cogliere il messaggio
      pubblicitario in queste
      decisioni?

      Bill Gate$ riduce di qualche ora la sua presenza
      a
      Redmond?
      E chi se ne frega!!!

      Ah ma la riduce per dedicarla maggiormente alla
      fondazione che tanto bene fa alle casse di
      Micro$oft e ai bambini del
      mondo!

      Ahhhhh ma allora lo vedi che c'era sotto qualcosa?
      Dire a tutto il mondo che Gate$ toglie due ore
      alla scrivania a Redmond per metterle a
      disposizione dei bambini nel
      mondo.

      E chi se ne frega!!!

      Vuoi fare beneficenza e aiutare i bambini, fallo
      e basta, te ne dobbiamo essere tutti grati?
      Perché ci tieni a dirlo a
      tutti?

      Io non vado a sventolare all'ufficio postale il
      mio bollettino per la Caritas o la ricerca sulla
      distrofia.

      Bill Gate$ oltre che non essere del tutto
      disinteressato dimostra pure cattivo gusto nel
      voler fare per forza sapere a tutti queste
      cose.Mamma mia, quanto rosichi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mossa mediatica
      Sono d'accordo.Pensiamo all'equazione Bill Gates buono = microsoft buona = comprate microsoft e aiutate i bambini del mondo
      • Anonimo scrive:
        Re: Mossa mediatica
        - Scritto da:
        Sono d'accordo.

        Pensiamo all'equazione
        Bill Gates buono = microsoft buona = comprate
        microsoft e aiutate i bambini del
        mondoMa infatti è quello che voglio dire.È pubblicità.I nostri prodotti fanno schifo, si bloccano, vi riempiono pieni di virus e malware, costano cari?Suvvia sappiate che compranndoli finanziate anche aiuti per le malattie e i bambini.Come sono caduti in basso per racimolare $$ con modi così subdoli.Tempo fa mi capitò di comprare le arance ad un banchetto in piazza per la ricerca su una malattia.Le arance erano davvero pessime, la maggior parte fradicie dentro o leggermente ammuffite.Io me ne sono accorto ma non ho protestato, in fondo i soldi glieli do per un altro scopo, delle arance ne ho tirato fuori due bicchieri di spremuta e il resto sono finite in pattumiera.Dato che questa cosa si ripete spesso e spesso ci sono bamboline sghembe o altri prodotti pessimi, molte di quelle associazioni adesso fanno un pò più di attenzione e negli avvisi ci tengono a precisare che con l'offerta si ottiene anche un buon prodotto (una bella pianta, della buona frutta, dei bei pupazzetti, ecc.).Per carità, io li avrei dati lo stesso i soldi e i pupazzetti o la frutta li avrei buttati o regalati a mia volta, non ci avrei fatto assolutamente caso alla loro qualità, anche perché spesso vengono a loro volta regalati alle associazioni per lo scopo di ri-regalarli in cambio delle donazioni.Ma arrivare a dover pagare per forza un sistema operativo di merda perché così aiuto i bambini, allora li aiuto meglio installando Linux che funziona e non costa niente e prendendo tutto il valore di Windows e darlo in beneficenza invece che alla Micro$oft che se ne tiene il 98% del valore, e il 2% lo da in beneficenza Bill Gate$ alle ricerche che dice lui, nei paesi che dice lui, e facendosi bello per guadagnarci praticamente le stesse cifre che regala in detrazioni fiscali e ritorni pubblcitari.Perché se contemporaneamente milioni di utenti in tutto il mondo per una volta decidessero di installare Linux e donare in beneficenza l'equivalente del valore di Windows, si risolverebero contemporaneamente i problemi e di office automation e computing di quegli utenti, e di fame, morte e malattie di quei milioni di persone che verrebbero aiutate, e la Micro$oft sarebbe solo un pochettino più povera. E sai che perdita (per Micro$oft) con quello che brucia di tangenti e cause legali per mantenere il monopolio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Mossa mediatica
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Sono d'accordo.



          Pensiamo all'equazione

          Bill Gates buono = microsoft buona = comprate

          microsoft e aiutate i bambini del

          mondo

          Ma infatti è quello che voglio dire.
          È pubblicità.

          I nostri prodotti fanno schifo, si bloccano, vi
          riempiono pieni di virus e malware, costano
          cari?

          Suvvia sappiate che compranndoli finanziate anche
          aiuti per le malattie e i
          bambini.

          Come sono caduti in basso per racimolare $$ con
          modi così
          subdoli.

          Tempo fa mi capitò di comprare le arance ad un
          banchetto in piazza per la ricerca su una
          malattia.
          Le arance erano davvero pessime, la maggior parte
          fradicie dentro o leggermente
          ammuffite.
          Io me ne sono accorto ma non ho protestato, in
          fondo i soldi glieli do per un altro scopo, delle
          arance ne ho tirato fuori due bicchieri di
          spremuta e il resto sono finite in
          pattumiera.

          Dato che questa cosa si ripete spesso e spesso ci
          sono bamboline sghembe o altri prodotti pessimi,
          molte di quelle associazioni adesso fanno un pò
          più di attenzione e negli avvisi ci tengono a
          precisare che con l'offerta si ottiene anche un
          buon prodotto (una bella pianta, della buona
          frutta, dei bei pupazzetti,
          ecc.).

          Per carità, io li avrei dati lo stesso i soldi e
          i pupazzetti o la frutta li avrei buttati o
          regalati a mia volta, non ci avrei fatto
          assolutamente caso alla loro qualità, anche
          perché spesso vengono a loro volta regalati alle
          associazioni per lo scopo di ri-regalarli in
          cambio delle
          donazioni.

          Ma arrivare a dover pagare per forza un sistema
          operativo di merda perché così aiuto i bambini,
          allora li aiuto meglio installando Linux che
          funziona e non costa niente e prendendo tutto il
          valore di Windows e darlo in beneficenza invece
          che alla Micro$oft che se ne tiene il 98% del
          valore, e il 2% lo da in beneficenza Bill Gate$
          alle ricerche che dice lui, nei paesi che dice
          lui, e facendosi bello per guadagnarci
          praticamente le stesse cifre che regala in
          detrazioni fiscali e ritorni
          pubblcitari.

          Perché se contemporaneamente milioni di utenti in
          tutto il mondo per una volta decidessero di
          installare Linux e donare in beneficenza
          l'equivalente del valore di Windows, si
          risolverebero contemporaneamente i problemi e di
          office automation e computing di quegli utenti, e
          di fame, morte e malattie di quei milioni di
          persone che verrebbero aiutate, e la Micro$oft
          sarebbe solo un pochettino più
          povera.
          E sai che perdita (per Micro$oft) con quello che
          brucia di tangenti e cause legali per mantenere
          il
          monopolio...

          Maddai povero Bill non trattarlo così in fondo non è così ricco, ha solo un 50 miliardi di dollari in banca + beni mobili e immobili, una cifra troppo bassa per aiutare di sola tasca sua i poverelli :(Continuate a comprare MS e supportare la beneficenza ^^/
        • Anonimo scrive:
          Re: Mossa mediatica
          Sono d'accordo. Il punto è che...tu hai dato il corrispettivo valore di Windows ai bambini del terzo mondo? Non penso proprio, purtroppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mossa mediatica
            - Scritto da:
            Sono d'accordo. Il punto è che...tu hai dato il
            corrispettivo valore di Windows ai bambini del
            terzo mondo? Non penso proprio,
            purtroppo.Io ho dato il corrispettivo del valore di Windows a ciò che ho ritenuto più importante, una parte ad associazioni italiane sulla ricerca sulla distrofia ed altre malattie ed una parte alla Caritas internazionale che lavora anche per i bambini del terzo mondo. Lo faccio ogni anno!Per il computer ho usato Kubuntu Linux e quindi non ho spesso nulla. Se avessi dovuto pagare le licenze dei programmi che mi servono mi sarebbe rimasto molto meno per darlo alla Caritas e alle altre associazioni a mia scelta.
  • Anonimo scrive:
    Fondazione???
    ...si, dell'Impero Galattico!
  • Anonimo scrive:
    fondazione per entrare nei paesi poveri
    ecco il nuovo business di mr gates:donare soldi risparmiati dalle tassein cambio di percorsi preferenzialiper introdurre le sue schifezze neipaesi in via di sviluppoin sede di collaborazione con consulentidegli enti mondiali che si occupano disviluppo e di sanità mondiale erappresentanti dei paesi poveri, il buonbill avanzerà progetti concreti: donare,tramite la fondazione, e favorire lo"sviluppo" del tal paese, tramite l'azienda: credo che abbia argomentiabbastanza forti, nel libretto degli assegni, per ungere e oliare sia gliuni che gli altrisi è trovato questo bel lavoretto pulitopulitodella serie: pago 10 in beneficenzaincasso 1000 in dieci di anni dilicenze ms e affini, e, cosa ancorapiu importante, mantengo, e anzi se sipuò allargo, il monopolio aziendale ingiro per il mondocomplimenti mr gates, la sua bontàdi cuore ci lascia senza fiato maci fa scappare un petoprrrrrrrrrrrrrrrrrrr
    • Anonimo scrive:
      Re: fondazione per entrare nei paesi poveri
      ...lascia la cantina del centro sociale ogni tanto e prendi una boccata d'aria coi compagni, ogni tanto :)
      • Anonimo scrive:
        Re: fondazione per entrare nei paesi pov

        una boccata d'aria coi compagni,anche tu prendi una boccata d'aria che ti fa benesu, apri la boccucciaprrrprprprrrrrrrrrrrrrrrrrrrrotttahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ormai non ha più usi pratici.
    Bill Gates ormai è una figura con poteri puramente rappresentativi, o al più di ratifica delle decisioni, una specie di Ciampi, o anche il generale Giap in Vietnam.Del resto il suo destino era segnato, non poteva competere col panzone danzante nella suprema attività del dissanguamento degli utonti, cosa altamente benefica, perché a patto che non appartengano a specie immonde, cosa che li escluderebbe in partenza, diventano così kosher.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai non ha più usi pratici.
      - Scritto da:
      Bill Gates ormai è una figura con poteri
      puramente rappresentativi, o al più di ratifica
      delle decisioni, una specie di Ciampi, o anche il
      generale Giap in
      Vietnam.
      Del resto il suo destino era segnato, non poteva
      competere col panzone danzante nella suprema
      attività del dissanguamento degli utonti, cosa
      altamente benefica, perché a patto che non
      appartengano a specie immonde, cosa che li
      escluderebbe in partenza, diventano così
      kosher.sissi... (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai non ha più usi pratici.
      ...è pure una schiappa nel lancio delle sedie, ormai è sorpassato, il futuro è il panzone :D
  • Anonimo scrive:
    (ot)dacci oggi i 4 articoli su windows
    ottima iniziativa di punto informatico che da circa un mese sta infarcendo il notiziario con 3-4 chicche al giorno che riguardano il magicomondo della microsfotdopo i get the facts e le pubblicità a tappeto con le farfalle, se ne sentiva davvero il bisogno che pi passasse un bel periodo dicompleto sbilanciamento a favore dellaingiustamente poco nota e famigerata casadi redmondchissà se questo abbia anche a che fare anche con il completo silenzio steso volutamenteancora una volta sull'uscita della versione di linux di gran lunga preferita del momento, Ubuntu, e quanto sia remunerativa questa operazione di sbilanciamento
    • TADsince1995 scrive:
      Re: (ot)dacci oggi i 4 articoli su windo

      chissà se questo abbia anche a che fare anche con
      il completo silenzio steso
      volutamente
      ancora una volta sull'uscita della versione di
      linux di gran lunga preferita del momento,
      Ubuntu, e quanto sia remunerativa questa
      operazione di
      sbilanciamentohttp://punto-informatico.it/p.aspx?id=1518642&p=5&r=PITAD
  • Anonimo scrive:
    Mitico Gates!!!
    Si, il personaggio indiscusso dell'informatica fino ad ora, visionario al punto giusto, pragmatico al punto giusto...Grazie Gates!!! (l'ideale sarebbe che vendessi MS pero` :-)br1
    • Anonimo scrive:
      Re: Mitico Gates!!!
      - Scritto da:
      Si, il personaggio indiscusso dell'informatica
      fino ad ora, visionario al punto giusto,
      pragmatico al punto
      giusto...
      Grazie Gates!!! (l'ideale sarebbe che vendessi MS
      pero`Non è pragmatico fino a questo punto...
    • misterz scrive:
      Re: Mitico Gates!!!
      - Scritto da:
      Si, il personaggio indiscusso dell'informatica
      fino ad ora, visionario al punto giusto,
      pragmatico al punto
      giusto...
      Grazie Gates!!! (l'ideale sarebbe che vendessi MS
      pero`
      :-)

      br1E' soltanto un MERCANTE... la strategia è sempre stata quella del PUSHER: inventare nuovi bisogni perchè se ne abbia sempre bisogno.Ora ESCE, ma lo fa LENTAMENTE. Che vuol dire, a parte che è una questione di evitare crolli nelle azioni? E' quel che è dunque, un MERCANTE, niente di più e niente di meno... e si sà come ha iniziato, facendo le pulci sul lavoro degli altri... e ricattando aziende già affermate di diffondere l'elenco dei difetti dei loro sistemi operativi. Così è nata Microsoft, senza nemmeno un suo sistema operativo pronto... con i soldi dei ricatti, ne hanno comprato i sorgenti sul mercato per il primo, e lo hanno imposto con il solito sistema: il ricatto. Questa è la vera storia!
      • Anonimo scrive:
        Re: Mitico Gates!!!
        Si dai,quello che dici e` "abbastanza" esatto :-) ma questo permettimi che non cambia nulla sulla persona, su l'intuizione e sullo spirito e su quello che ha fatto per il mondo dell'informatica.br1
        • Anonimo scrive:
          Re: Mitico Gates!!!
          - Scritto da:
          Si dai,
          quello che dici e` "abbastanza" esatto :-) ma
          questo permettimi che non cambia nulla sulla
          persona, su l'intuizione e sullo spirito e su
          quello che ha fatto per il mondo
          dell'informatica.Come non cambia per Al Capone, ed il paragoine non si ferma a quello...
          • misterz scrive:
            Re: Mitico Gates!!!
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Si dai,

            quello che dici e` "abbastanza" esatto :-) ma

            questo permettimi che non cambia nulla sulla

            persona, su l'intuizione e sullo spirito e su

            quello che ha fatto per il mondo

            dell'informatica.

            Come non cambia per Al Capone, ed il paragoine
            non si ferma a
            quello...Eh... guarda, se la gente ragionasse, non si spiegherebbero i 12 miliardi di dollari del primo trimestre!Sì, d'accordo, tutto bellissimo... explorer, internet, windows. Ma nessuno si è mai chiesto se sarebbe stato possibile un sistema operativo anche migliore. Personalmente io mi collegavo all'internet di allora, le BBS's, quando ancora Windows non esisteva e scambiavo messaggi con gli utenti senza bisogno di Outlook, ed il programma di comunicazione me lo ero fatto da solo. Mi sono fatto la mia di BBS... sul mio numero telefonico. Poi, chi non ha visto come si muovevano a video le finestre di Amiga, non può capire di cosa si parla.Diciamocelo francamente: un pò imposto il tutto lo è stato, tanto da impedire la crescita di qualcosa di alternativo, a parte Linux perchè è venuto su a contributi volontari, in quanto economicamente la stessa impresa sarebbe stata insostenibile.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Mitico Gates!!!

            Poi, chi non ha visto come si muovevano a video
            le finestre di Amiga, non può capire di cosa si
            parla.Su un processore a 7Mhz con 512 kb di ram...
            Diciamocelo francamente: un pò imposto il tutto
            lo è stato, tanto da impedire la crescita di
            qualcosa di alternativo, a parte Linux perchè è
            venuto su a contributi volontari, in quanto
            economicamente la stessa impresa sarebbe stata
            insostenibile.Qualcuno una volta affermò che non si sono sviluppate alternative commerciali a Windows per "colpa" di linux, che con la sua gratuità ha scoraggiato qualunque tentativo...Voi che ne pensate?TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Mitico Gates!!!
            - Scritto da: TADsince1995

            Poi, chi non ha visto come si muovevano a

            video le finestre di Amiga, non può capire

            di cosa si parla.
            Su un processore a 7Mhz con 512 kb di ram...

            Diciamocelo francamente: un pò imposto il

            tutto lo è stato, tanto da impedire la

            crescita di qualcosa di alternativo, a parte

            Linux perchè è venuto su a contributi

            volontari, in quanto economicamente la

            stessa impresa sarebbe stata insostenibile.
            Qualcuno una volta affermò che non si sono
            sviluppate alternative commerciali a Windows
            per "colpa" di linux, che con la sua gratuità
            ha scoraggiato qualunque tentativo...
            Voi che ne pensate?Io saro' paranoico ma penso che la colpa sia di windows : c'e' stato un periodo in cui bill comprava e distruggeva tutto quello che poteva fargli concorrenza, abbiamo visto la fine dell'DR DOS di Caldera, o dell'OpenDOS.Linux e' sopravvissuto perche' non poteva essere comprato ne' distrutto con manovre commerciali.
          • misterz scrive:
            Re: Mitico Gates!!!


            Qualcuno una volta affermò che non si sono
            sviluppate alternative commerciali a Windows per
            "colpa" di linux, che con la sua gratuità ha
            scoraggiato qualunque
            tentativo...

            Voi che ne pensate?

            TADMah, potrebbe essere... però, ad esempio, perchè Commodore ha finito così miseramente? E lì, non era neanche la questione di sistema operativo, ma di scheda. Cioè, era eccellente... roba da far impallidire anche quelle attuali... Se rapportiamo le prestazioni con il clock di allora e quelli di oggi.Anzi guarda, ora che ci ripenso: senza Linux avremmo avuto un Internet nettamente diverso... Non si può dire che i server Win abbiano dato un contributo decisivo alla crescita di qualcosa, anzi, debolezze su tutti i fronti (DDos, lentezza processo, funzionamento anomalo). Quindi non credo di osare se dico che Linux in realtà ha agevolato Windows che così ha potuto sviluppare in massima parte le sue strategie dal lato user (IE). Non per niente altri tipi di Browser hanno poi faticato a emergere, incluso Mozilla, che fa parte di IE ma non è IE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mitico Gates!!!
            Io credo che non sia valida l'equazione. Credo che la Microsoft si sia mossa divinamente sotto il profilo commerciale e ( negli ultimi anni ) anche sotto il profilo tecnico. Signori.. non andiamo a scovare la vulnerabilità per dire che windows fa schifo. E' un sistema operativo. Gira sulla gran parte dei pc del mondo. Ha portato i computer nelle case. (Linux non lo avrebbe fatto. Io amo linux. Ma sono un sistemista. Linux portava i computer nelle case dei sistemisti.. ) la microsoft sta investendo tantissimo in ricerca. Ci sono altre aziende che lo possono fare? Quante possono investire i miliardi di dollari che investe lei? Questa è probabilmente la risposta. Chi non investe non crea. Si ok ci sono i buoni samaritani.. Torvalds Stallman. Io li ammiro e ringrazio DIO che esistano ma servè un ente.. un leader e delle scadenze.. se le community open source fossero incanalate sotto una guida simil-azienda si potrebbe pensare di costruire qualcosa ma ci vogliono obiettivi a lungo termine e le community non bastano per questa sfida. Per questo credo che microsoft vincerà la guerra . Spero comunque che grandi realta hp ibm red hat (o qualche azienda cinese..) abbia la forza per veicolare le energie delle varie community per realizzare un sistema operativo forte e integrabile con microsoft solution. Ricordiamo all'active directory che solo microsoft ha. Serve un'alternativa valida!
          • Anonimo scrive:
            Re: Mitico Gates!!!
            - Scritto da: TADsince1995


            Poi, chi non ha visto come si muovevano a video

            le finestre di Amiga, non può capire di cosa si

            parla.

            Su un processore a 7Mhz con 512 kb di ram...E i coprocessori grafici dove li metti? Amiga andava veloce perchè l'hardware era incredibile. Il s.o. non era granchè (allineato ai tempi).
        • Anonimo scrive:
          Re: Mitico Gates!!!
          - Scritto da:
          I pedofili sono colpa di M$?I pedofili sono in massa su Internet per colpa di Micro$oft. E si scambiano filmati e foto che fanno in quantità. E la maggiore quantità necessaria, lo è perché tanti pedofili sono su internet grazie ai prodotti M$ facili da usare.
          Pensa che inizialmente Internet è stata usata
          dalle altre società anche per fermare M$. Poi
          questi hanno
          reagito...All'inizio a Micro$oft non interessava Internet, ne parlava come di una moda passeggera, tanto che voleva farsi la sua Internet privata MSN.
          Prova a fare lo stesso ragionamento su altri
          settori come il mercato delle automobili, la
          capacità di leggere e scrivere e la democrazia.
          Vedi se riesci a sostenere le tue
          tesi.Per le automobili serve una patente, per ottenere la quale ci vuole un esame per passare il quale bisogna studiare.Dato che la patente oggi più che altro la si "compra", abbiamo gente che se ne strafrega della precedenza e non conosce gran parte delle regole basilari, e causa parecchi incidenti.Se per andare su Internet ci volesse una patente per ottenere la quale si dovesse studiare e passare un esame di colpo sparirebbero il 90% dei problemi di oggi.Per la democrazia una volta esisteva l'Educazione Civica che si studiava fin dalla scuola media. Ti spiagava quel'era il ruolo del cittadino e cosa doveva guardare in un politico oltre che manifestare il suoi consensi/dissenzo.Oggi l'educazione civica è sparita ed infatti abbiamo avuto fenomeni come Berlusconi ed il berlusconismo, gente che adora un mercante pregiudicato e anche condannato per reati gravi.
    • Giambo scrive:
      Re: Mitico Gates!!!
      - Scritto da:
      Si, il personaggio indiscusso dell'informatica
      fino ad ora, visionario al punto giusto,
      pragmatico al punto
      giusto...Visionario, hai detto bene ... Solo nelle sue visioni ci sono PC con Windows che non crashano, solo nelle sue visioni c'e' il PC a comando vocale, solo nelle sue visioni c'e' Windows Vista sul mercato in tempo e non ridotto di tutte le mirabolanti novita' ... Venditore di fumo :D ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mitico Gates!!!

      Grazie Gates!scusa, sei uno di quelli che ha imparato a leggere, scrivere epensare con vord ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Mitico Gates!!!
        - Scritto da:

        Grazie Gates!

        scusa, sei uno di quelli che
        ha imparato a leggere, scrivere e
        pensare con vord ?"vord" ? Si chiama "uord", inalfabeta :D !
  • Anonimo scrive:
    Gates ci ha indovinato
    ha portato l'informatica nelle case, ha avvicinato la gente all'informatica rendendo sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non ha alcuna conoscenza in materia.Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è soprattutto suo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      Anche il fatto che i pc crashano e l'analfabetismo informatico sono merito suo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato
        Possibile che ci siano solo persone mediocri qui dentro?
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          - Scritto da:
          Possibile che ci siano solo persone mediocri qui
          dentro?Tipo quelle che scrivono questi commenti ?http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1533644&m_rid=0A volte me lo chiedo anche io...
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      Vorrei aggiungere che se la microsoft oggi è una fantastica azienda è anche grazie a linux e al mondo open source..
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.E soprattutto se oggi abbiamo un ignorante di fronte a quasi ogni PC è _SICURAMENTE_ merito suo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato

        E soprattutto se oggi abbiamo un ignorante di
        fronte a quasi ogni PC è _SICURAMENTE_ merito
        suo...frase dallo stampo lievemente razzista. Altro che Linari=Comunistinaturalmente senza offesa...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          - Scritto da:

          E soprattutto se oggi abbiamo un ignorante di

          fronte a quasi ogni PC è _SICURAMENTE_ merito

          suo...

          frase dallo stampo lievemente razzista. Vatti a leggere la definizione di razzista. Ignorante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            sostenere che sono tutti ignoranti perchè usano windows cosa sarebbe? un pensiero intelligente? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            sostenere che sono tutti ignoranti perchè usano
            windows cosa sarebbe?
            un pensiero intelligente? :DVeramente sosteneva che era ignorante perche' ha utilizzato scorrettamente la parola "razzista".Ma leggi quelli a cui rispondi ?? :|
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            sostenere che sono tutti ignoranti perchè usano

            windows cosa sarebbe?


            un pensiero intelligente? :D

            Veramente sosteneva che era ignorante perche' ha
            utilizzato scorrettamente la parola
            "razzista".

            Ma leggi quelli a cui rispondi ?? :|Sono un altro.Non è razzismo ma è la stessa cosa applicata all'intelletto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            Veramente ha detto:"E soprattutto se oggi abbiamo un ignorante di fronte a quasi ogni PC è _SICURAMENTE_ merito suo..."Dare dell'ignorante solo perchè si usa windows è una forma di discriminazione grave quanto il razzismo... le basi sono le stesse.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.Questa è una diffusa leggenda popolare... Seppur è vero è che Windows ha il pregio di essere a prova di idiota, ti ricordo che prima ancora che MS facesse Windows c'era la commodore, la sinclair, l'atari... LORO portarono l'informatica nelle case... Gates ha solo fatto in modo che la gente vedesse il PC alla stregua di un videoregistratore o un tostapane, l'ha trasformata in un puro fenomeno di consumo.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.Se oggi esistono decine di migliaia di virus, aziende che speculano sui virus, danni miliardari causati dai virus, sistemi operativi che richiedono Giga di ram e Ghz di processore per funzionare obbligando a continue spese di aggiornamento HW, formati chiusi e proprietari che legano gli utenti e gli stati a una e una sola piattaforma, se tra poco i pc saranno blindati e si potrà fare solo quello che deciderà Microsoft per te è proprio merito suo.Se prima i computer li vendevano nei negozi di computer e oggi li trovi nei supermarket (con conseguente sprofondare dell'idea che la gente ha del computer) è proprio grazie a lui.Se oggi un ragazzino che si è letto Visual Basic for Dummies si autoproclama "programmatore di computer" è proprio grazie a lui.Una volta ho letto in un newsgroup una frase meravigliosa: i computer di una volta facevano ognuno qualcosa di speciale, quelli dioggi fanno tutti le stesse cose Rendete grazie a Bill Gates.TAD
      • Nabla scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato


        Questa è una diffusa leggenda popolare...

        Seppur è vero è che Windows ha il pregio di
        essere a prova di idiota, ti ricordo che prima
        ancora che MS facesse Windows c'era la commodore,
        la sinclair, l'atari...Anche Ford non ha inventato l'automobile e non è stato il primo a diffonderla sul mercato... ma è stato il primo a diffonderla su larga scala innescando un meccanismo di ricerca e innovazione che l'hanno resa comoda e accessibile com'è oggi


        LORO portarono l'informatica nelle case... Gates
        ha solo fatto in modo che la gente vedesse il PC
        alla stregua di un videoregistratore o un
        tostapane, l'ha trasformata in un puro fenomeno
        di
        consumo.Il che permise ad Intel di passare in 11-12 anni dal Pentium 90MHz che sbagliava i calcoli in floating point ai processori che ci sono oggi.Il formato betamax e i mini-cd non hanno avuto lo stesso sviluppo perchè non si sono diffusi a macchia d'olio come il VHS e i CD.Diffusione = svuluppo e innovazioneLo stesso vale (purtroppo) per le malattie rare... pochi ce le hanno e quasi nessuno ha interesse a fare ricerca su questi morbi.
        Se oggi esistono decine di migliaia di virus,
        aziende che speculano sui virus, danni miliardari
        causati dai virus, sistemi operativi che
        richiedono Giga di ram e Ghz di processore per
        funzionare obbligando a continue spese di
        aggiornamento HW, formati chiusi e proprietari
        che legano gli utenti e gli stati a una e una
        sola piattaforma, se tra poco i pc saranno
        blindati e si potrà fare solo quello che deciderà
        Microsoft per te è proprio merito
        suo.Se al giorno d'oggi ci sono incidenti mortali dove perdono la vita moltissime persone, se ci sono code chilometriche in autostrada e sulle tangenziali, se tutti perdono tempo per parcheggiare e spendono un pacco di soldi in benzina è solo colpa di Henry Ford.

        Se prima i computer li vendevano nei negozi di
        computer e oggi li trovi nei supermarket (con
        conseguente sprofondare dell'idea che la gente ha
        del computer) è proprio grazie a
        lui.Molto meglio l'idea di un pc visto come scatolone magico che semplifica la vita che non un'idea elitaria di un oggetto per pochi eletti.Non dev'esser necessario sapere cos'è il BIOS o un while loop per poter fare il bilancio familiare, chattare con lo zio d'Australia e farci giocare il figlio.Come non dev'essere necessario sapere la termodinamica e il calcolo a fatica sui cuscinetti a sfera per poter andare a fare la spesa in centro....o scomodare Linde prima di usare un frigorifero...o Maxwell prima di accendere un forno a microonde....o Marconi prima di ascoltare radio 105E' un elettrodomestico: lo accendo, lo uso, lo spengo.

        Se oggi un ragazzino che si è letto Visual Basic
        for Dummies si autoproclama "programmatore di
        computer" è proprio grazie a
        lui.
        E' pur sempre cultura... eppoi son cavoli suoi se non sa manco cosa sia un programma ricorsivo... e cavolacci dell'imprenditore che lo assume se non sa distinguere tra un sedicente programmatore e uno sveglio.
        Una volta ho letto in un newsgroup una frase
        meravigliosa:


        i computer di una volta facevano ognuno
        qualcosa di speciale, quelli
        di
        oggi fanno tutti le stesse cose

        Rendete grazie a Bill Gates.

        TADI Pc di oggi fanno cosa impensabili per i computer di 10 anni fa.Computer grafica, simulazione, analisi FEM, etc, etcCose rese possibili solo dalla ricerca sull'hardware a sua volta sostenuta dalla diffusione del pc su larga scala.Se poi uno non sa o non vuole usare questi nuovi strumenti non vuol dire che i pc di oggi siano meno "creativi e speciali".Se volete un esempio pratico andate su http://www.nextlimit.com e guardatevi Maxwell render e RealFlow... creatività e genio impensabili fino a 10 anni fa.Nabla
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          Bravo, quoto e straquoto.Tad, da come scrivi sembra che fai un uso molto triste e noioso del tuo computer...
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            Bravo, quoto e straquoto.

            Tad, da come scrivi sembra che fai un uso molto
            triste e noioso del tuo
            computer...Mi dispiace aver dato questa impressione. Io, invece, non penso di averne fatto un uso triste e noioso, tutt'altro! Almeno fino all'avvento dei PC. Sin da quando a 7 anni ho avuto il Commodore64 ne ho sempre fatto un uso creativo, mi sono sempre domandato come funzionasse il tutto dentro quello scatolo magico. A 8 anni presi in mano quello strano manualetto ad anelli con strani comandi e mi sono avvicinato alla programmazione basic, un giorno una mongolfiera magica cominciò a volteggiare sul mio televisore dopo mezz'ora di digitazione e capii cosa volevo fare nella mia vita.A 10 anni scrivevo i miei primi giochini con la grafica bitmap. A 11 anni ho comprato l'amiga e ho ripreso la mia produttività amatoriale spinta dall'irrefrenabile curiosità di conoscere ogni dettaglio. A 15 anni imparai l'assembly 68000, e a pilotare i chipset dell'Amiga ECS e AGA, la cosa più divertente che abbia mai fatto con un computer in tutta la mia vita.Tutto era stimolante, curioso, appassionante, nei negozi di computer ti vendevano AMOS e AMOS Professional, non l'antivirus... Poi un giorno comprai il PC e tutto divenne piatto, tutto uguale, i computer cominciavano a bloccarsi, il loro funzionamento interno veniva sempre più occultato, nei negozi non vendevano più prodotti per la creatività personale come AMOS, ma antivirus, antidialer, antispyware, antipopup... Il manuale in dotazione si trasformò da uno splendido manuale sul sistema operativo e sulla sua programmazione in uno squallido opuscoletto colorato di 10 pagine con su scritta l'EULA e la scritta "grazie di aver SCELTO Windows".Sì, forse rispetto a prima l'utilizzo che faccio del computer si è intristito, ma non per colpa mia. L'unica cosa che lo rallegra un po' è linux, peccato che sia minacciato da ogni parte da strane forze che un tempo non erano neanche concepibili...TAD-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 08.52-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            l'informatica non è piatta

            Sì, forse rispetto a prima l'utilizzo che faccio
            del computer si è intristito, ma non per colpa
            mia. L'unica cosa che lo rallegra un po' è linux,
            peccato che sia minacciato da ogni parte da
            strane forze che un tempo non erano neanche
            concepibili...

            TADnon per essere offensivo, ma se il mondo lo vedi piatto sui nuovi os la colpa è anche tua e forse soprattutto.Una volta mostrare uno sprite era il top, oggi non lo è più, i sistemi operativi e le tecnologie si sono molto evolute, form, linguaggi come .net e java velocizzano le operazioni più basilari. Questo significa quindi che ora è molto più semplice fare le cose e quindi si può andare oltre.Io ho iniziato molto tardi con l'informatica quando già c'era il windows 98 ed ho iniziato con il qbasic da dos. Imparate le basi mi sono rivolto verso i linguaggi superiori e poi verso le directX usandolo un pò in tutti i linguaggi (ho anche un sito in cui spiego come usarlo in vb6, vb.net e c#). Il fatto che oggi per fare un form impiego un click non significa che ora mi annoio, ma che ho un mattoncino già pronto per andare oltre. Così se prima il top era mostrare uno sprite da qbasic poi lo è stato far ruotare un cubo nello spazio ed ora che ruotare un cubo nello spazio è semplice faccio isole che si rispecchiano nel mare increspato. Con le prossime directX ci saranno nuove cose da fare e sono quindi molto ansioso di usarle perchè ormai delle 9 sono riuscito ad adoperare tutto.Quindi non dare la colpa all'informatica, quando i problemi sono risolti bisogna trovarne di nuovi e piangere perchè muovere uno sprite è diventato semplice significa un pò volersi fossilizzare per paura di dover imparare cose nuove
          • TADsince1995 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            non per essere offensivo, ma se il mondo lo vedi
            piatto sui nuovi os la colpa è anche tua e forse
            soprattutto.
            Una volta mostrare uno sprite era il top, oggi
            non lo è più, i sistemi operativi e le tecnologie
            si sono molto evolute, form, linguaggi come .net
            e java velocizzano le operazioni più basilari.
            Questo significa quindi che ora è molto più
            semplice fare le cose e quindi si può andare
            oltre.
            Io ho iniziato molto tardi con l'informatica
            quando già c'era il windows 98 ed ho iniziato con
            il qbasic da dos. Imparate le basi mi sono
            rivolto verso i linguaggi superiori e poi verso
            le directX usandolo un pò in tutti i linguaggi
            (ho anche un sito in cui spiego come usarlo in
            vb6, vb.net e c#). Il fatto che oggi per fare un
            form impiego un click non significa che ora mi
            annoio, ma che ho un mattoncino già pronto per
            andare oltre. Così se prima il top era mostrare
            uno sprite da qbasic poi lo è stato far ruotare
            un cubo nello spazio ed ora che ruotare un cubo
            nello spazio è semplice faccio isole che si
            rispecchiano nel mare increspato. Con le prossime
            directX ci saranno nuove cose da fare e sono
            quindi molto ansioso di usarle perchè ormai delle
            9 sono riuscito ad adoperare
            tutto.
            Quindi non dare la colpa all'informatica, quando
            i problemi sono risolti bisogna trovarne di nuovi
            e piangere perchè muovere uno sprite è diventato
            semplice significa un pò volersi fossilizzare per
            paura di dover imparare cose
            nuoveNon ti do torto in quello che scrivi. Non a caso, ho sempre ritenuto DirectX una delle poche cose che mi piacciono di Microsoft, insieme al VC++. Nell'ambito della programmazione ci sono sempre tante cose da scoprire, è verissimo e in questo ti quoto, ormai ci sono tanti mattoncini pronti (io sono passato da assembler a java! Gli opposti!) il mio esempio della programmazione era solo un pretesto per spiegare quello che intendevo dire e cioè che se prima il computer era un oggetto che veniva comprato da chi voleva il computer, oggi il computer è stato trasformato in un oggetto la cui percezione da parte delle masse è stata distorta per aumentarne al massimo la diffusione e massimizzare i profitti, con conseguenze al più nefaste e solo pochi risvolti positivi (abbassamento prezzi per esempio).Mi dispiace essere stato travisato, mi sarò espresso male.TAD
          • Ekleptical scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            solo un pretesto per spiegare quello che
            intendevo dire e cioè che se prima il computer
            era un oggetto che veniva comprato da chi voleva
            il computer, oggi il computer è stato trasformato
            in un oggetto la cui percezione da parte delle
            masse è stata distorta per aumentarne al massimo
            la diffusione e massimizzare i profitti, con
            conseguenze al più nefaste e solo pochi risvolti
            positivi (abbassamento prezzi per
            esempio).La diffusione è IN SE' un effetto positivo. Se i computer hanno avuto un impatto enorme sul mondo attuale, lo si deve in primis alla loro diffusione.Una tecnologia in mano a pochi esperti non serve a niente. E' un puro divertimento per poche persone, fine a sè stesso. Non ha nessuan funzione sociale e di progresso.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: Ekleptical

            solo un pretesto per spiegare quello che

            intendevo dire e cioè che se prima il

            computer era un oggetto che veniva

            comprato da chi voleva il computer, oggi

            il computer è stato trasformato in un

            oggetto la cui percezione da parte delle

            masse è stata distorta per aumentarne al

            massimo la diffusione e massimizzare i

            profitti, con conseguenze al più nefaste

            e solo pochi risvolti positivi

            (abbassamento prezzi per esempio).
            La diffusione è IN SE' un effetto positivo.
            Se i computer hanno avuto un impatto enorme
            sul mondo attuale, lo si deve in primis
            alla loro diffusione.
            Una tecnologia in mano a pochi esperti non
            serve a niente. E' un puro divertimento per
            poche persone, fine a sè stesso. Non ha
            nessuan funzione sociale e di progresso.Accelleratori di particelle per tutti allora...
          • Ekleptical scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Accelleratori di particelle per tutti allora...Perchè no, se per assurdo fosse fisicamente possibile?Ne si troverebbero degli usi alternativi, fuori dai centri di ricerca.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: Ekleptical

            Accelleratori di particelle per tutti

            allora...
            Perchè no, se per assurdo fosse fisicamente
            possibile?
            Ne si troverebbero degli usi alternativi, fuori
            dai centri di ricerca.Vuoi mettere : se il mio vicino mi posteggia sempre davanti al vialetto io ci genero dentro un buco nero...Oppure a capodanno qualche bel botto con qualche atomo di antimateria...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            fuori dai centri di ricerca.penso che fuori dai centri di ricercaandrebbe meglio un generatore di unitàelementari di tessuto nervoso, altrimentidetti neuronivero ek ?
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Accelleratori di particelle per tutti allora...se internet ti sembra una cosa a cui la massa non dovrebbe accedere, il *tuo* problema *sei* *TU*
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            Accelleratori di particelle per tutti allora...

            se internet ti sembra una cosa a cui la massa non
            dovrebbe accedere, il *tuo* problema *sei*
            *TU*Ma perché per l'uso di tantissime macchine e l'accesso a determinate risorse ci vogliono patenti, esami e abilitazioni e su Internet ci devono poter andare tutti indiscriminatamente solo perché un computer glielo permette con un click?
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            Ma perché per l'uso di tantissime macchine e
            l'accesso a determinate risorse ci vogliono
            patenti, esami e abilitazioni e su Internet ci
            devono poter andare tutti indiscriminatamente
            solo perché un computer glielo permette con un
            click?Per lo stesso motivo per cui chiunque può comprare libri e giornali o entrare in contatto per via cartacea con altre persone.Sì, non hanno bisogno del tuo benestare per fare queste cose.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            La diffusione è IN SE' un effetto positivo. Se i
            computer hanno avuto un impatto enorme sul mondo
            attuale, lo si deve in primis alla loro
            diffusione.
            Una tecnologia in mano a pochi esperti non serve
            a niente. E' un puro divertimento per poche
            persone, fine a sè stesso. Non ha nessuan
            funzione sociale e di
            progresso.Siamo d'accordissimo Ekleptical. Infatti non volevo dire che la diffusione è un male, i c64 e gli amiga sono stati gli home computer più venduti in assoluto negli anni 80 primi anni 90 e nessuno era esperto quando comprava quelle macchine, solo curioso.Il danno è il fatto che oggi la gente è stata portata a pensare che il computer si possa usare con la stessa cura e lo stesso spirito con cui si usa la lavatrice e il videoregistratore. La figura e l'importanza stessa del computer in se è sprofondata nell'abisso e solo pochi (quelli che tu chiami "pochi esperti") ne capiscono le potenzialità e i rischi, è stata inculcata la convinzione che "con Windows il pc è per tutti", ma per tutti chi? Chi è questo "tutti"? Questo per massimizzare le vendite e i profitti. E oggi compriamo gli acer ai supermarket e i negozi di informatica chiudono.TAD
          • pippo75 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta


            Il danno è il fatto che oggi la gente è stata
            portata a pensare che il computer si possa
            usare con la stessa cura e lo stesso spirito
            con cui si usa la lavatrice e il
            deoregistratore. meno male che e' successo questo.Oggi un lettore dischetti costa 15 euro, al tempo costava almeno 200Klire (Singola faccia, sinsola densita' )Una stampante ad aghi monocromatica 300Klire, oggi una getto d'inchiostro a colori costa circa 60 euro, vero che duravano una vita ( la mia MPS 1230 credo che, se non fosse per una piattina rotta che non trovo, possa andare ancora ).I primi dischetti da 160kb per lato li ho comprati per 5000 lire cadauno, oggi un CD costa meno di 1 euro ( 700MB ).Parlando con uno mi raccontava che comunque i vari commodore e sinclair non sono stati i primi, prima di loro c'erano i computer di Nuova elettronica i cui pezzi li adavano a prendere nei mercatini.ciao
          • TADsince1995 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            [CUT]Infatti specificavo che uno dei pochi risvolti positivi della vicenda è proprio l'abbassamento dei prezzi.
            Parlando con uno mi raccontava che comunque i
            vari commodore e sinclair non sono stati i primi,
            prima di loro c'erano i computer di Nuova
            elettronica i cui pezzi li adavano a prendere nei
            mercatini.Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma sono stati i primi computer "consumer", per la gente comune, a dimostrazione che non è certo stato Gates ad aver avuto l'idea e ad "aver portato il computer nelle case della gente", come invece molti si ostinano ad affermare...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: TADsince1995
            Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma sono
            stati i primi computer "consumer", per la gente
            comune, a dimostrazione che non è certo stato
            Gates ad aver avuto l'idea e ad "aver portato il
            computer nelle case della gente", come invece
            molti si ostinano ad
            affermare...Erano computer per appassionati (li avevo anch'io). Adesso però i miei bambini hanno un portatile che usano per scrivere, navigare e giocare. Sul MCE ci registrano i cartoni animati. Mia moglie scrive lettere e manda mail. Mia mamma (classe 1939) lo usa per scrivere lettere e fare ricerche su internet. Sono utenti normali. Niente a che vedere con gli utenti di 20 e più anni fa.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da: TADsince1995

            Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma

            sono stati i primi computer "consumer", per

            la gente comune, a dimostrazione che non è

            certo stato Gates ad aver avuto l'idea e ad

            "aver portato il computer nelle case della

            gente", come invece molti si ostinano ad

            affermare...
            Erano computer per appassionati (li avevo
            anch'io). Adesso però i miei bambini hanno un
            portatile che usano per scrivere, navigare e
            giocare. Sul MCE ci registrano i cartoni
            animati.
            Mia moglie scrive lettere e manda mail. Mia
            mamma (classe 1939) lo usa per scrivere
            lettere e fare ricerche su internet.Lo facevo anche io con l'Amiga ed un 14.4, e allora ? Qual e' la differenza ?
            Sono utenti normali. Niente a che vedere con
            gli utenti di 20 e più anni fa.Solo perche' 20 anni fa non c'erano.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da: TADsince1995



            Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma


            sono stati i primi computer "consumer", per


            la gente comune, a dimostrazione che non è


            certo stato Gates ad aver avuto l'idea e ad


            "aver portato il computer nelle case della


            gente", come invece molti si ostinano ad


            affermare...


            Erano computer per appassionati (li avevo

            anch'io). Adesso però i miei bambini hanno un

            portatile che usano per scrivere, navigare e

            giocare. Sul MCE ci registrano i cartoni

            animati.

            Mia moglie scrive lettere e manda mail. Mia

            mamma (classe 1939) lo usa per scrivere

            lettere e fare ricerche su internet.

            Lo facevo anche io con l'Amiga ed un 14.4, e
            allora ? Qual e' la differenza
            ?


            Sono utenti normali. Niente a che vedere con

            gli utenti di 20 e più anni fa.

            Solo perche' 20 anni fa non c'erano.pfffft
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            Lo facevo anche io con l'Amiga ed un 14.4, e
            allora ? Qual e' la differenza
            ?La facilità d'uso e la potenza? La velocità? Il fatto che i pc siano in rete e si vedano fra loro dopo una configurazione semplicissima? Il supporto WiFi? Il video ad alta risoluzione e con maggior numero di colori? La capacità di memoria? Il fatto che la bambina faccia le fotografie con la camera digitale e che poi le guardi, le selezioni e le stampi senza alcuno sforzo? E questo dal suo pc portatile magari mentre sta sul suo letto o in terrazza? Il fatto che qualcuno scelga che programma registrare dalla TV da un menu e poi se lo guardi con comodo anche diversi giorni dopo?Ma davvero vedevi i cartoni animati registrati dalla TV?

            Sono utenti normali. Niente a che vedere con

            gli utenti di 20 e più anni fa.

            Solo perche' 20 anni fa non c'erano.Infatti non c'erano gli utenti normali! C'erano smanettoni appassionati. Ci sono ancora gli smanettoni appassionati ma ora sono solo una minoranza.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Lo facevo anche io con l'Amiga ed un 14.4, e

            allora ? Qual e' la differenza ?
            La facilità d'uso e la potenza? Piu' facile su Amiga, riguardo alla potenza devo ricordarti che stiamo parlando di un computer dei tempi degli 8088.
            La velocità? Il fatto che i pc siano in rete e
            si vedano fra loro dopo una configurazione
            semplicissima? Evidentemente non hai mai attaccato una scheda di rete ad un 2000 / 3000 / 4000. Il Tcp cel'avevano anche loro, ed anche alcune utility per condividere file e cartelle.Per il 1200 ci voleva una scheda di rete PCMCI1.
            Il supporto WiFi? Il video ad alta risoluzione
            e con maggior numero di colori? La capacità di
            memoria?
            Il fatto che la bambina faccia le fotografie
            con la camera digitale e che poi le guardi, le
            selezioni e le stampi senza alcuno sforzo? E
            questo dal suo pc portatile magari mentre sta
            sul suo letto o in terrazza? Il fatto che
            qualcuno scelga che programma registrare dalla
            TV da un menu e poi se lo guardi con comodo
            anche diversi giorni dopo?Ai tempi dell'Amiga i Pc facevano gia' queste cose ? Complimenti...
            Ma davvero vedevi i cartoni animati registrati
            dalla TV?


            Sono utenti normali. Niente a che vedere


            con gli utenti di 20 e più anni fa.

            Solo perche' 20 anni fa non c'erano.
            Infatti non c'erano gli utenti normali!
            C'erano smanettoni appassionati. Ci sono
            ancora gli smanettoni appassionati ma ora
            sono solo una minoranza.Cioe ? Che c'era da smanettare con Amiga ??Aprivi la scatola, accendevi, metteri il disco con il gioco / programma ?Mi sa che l'unico che si smanettava con un amiga era chi collezionava immagini porno.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            Sei fuori contesto. L'argomento era il confronto fra gli utenti di ieri e oggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            Sei fuori contesto. L'argomento era il confronto
            fra gli utenti di ieri e
            oggi. E a quelli che raccontano come erano utenti ieri, visto che non sei daccordo quoti via le loro opinioni, complimenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            E a quelli che raccontano come erano utenti ieri,
            visto che non sei daccordo quoti via le loro
            opinioni,
            complimenti...Insomma! Si parla della differenza di utenti. Non del fatto che ai tempi dell'Amiga si poteva o no vedere la TV.Gli utenti di oggi hanno esigenze diverse da quelli di ieri.Spero adesso di essere stato chiaro.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Erano computer per appassionati (li avevo
            anch'io).MMmm... Un appassionato di informatica oggi non lo compra comunque un pc con Windows? Non vedo cosa cambi...
            Adesso però i miei bambini hanno un
            portatile che usano per scrivere, navigare e
            giocare. Sul MCE ci registrano i cartoni animati.
            Mia moglie scrive lettere e manda mail. Mia mamma
            (classe 1939) lo usa per scrivere lettere e fare
            ricerche su internet.Ebbene? Operazioni che oggi si fanno con qualunque sistema operativo.
            Sono utenti normali. Niente a che vedere con gli
            utenti di 20 e più anni
            fa.Perchè quelli cos'erano utenti speciali? Che significa? Che gli utenti di oggi sono meno intelligenti? Forse sono solo un po' meno specializzati... Mio zio (classe 1940, quindi poco distante da tua mamma) comprò il c64 a mio cugino nello stesso natale in cui l'ebbi regalato io. Era lui che si ci metteva a smanettare per curiosità, mentre mio cugino si limitava a giocarci. Mia madre allineava da sola l'azimuth del mangiacassette esattamente come oggi lavora con Autocad.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: TADsince1995
            Ebbene? Operazioni che oggi si fanno con
            qualunque sistema
            operativo.Non con la stessa facilità. Se vuoi semplicità o usi il Mac o usi il pc con Windows.
            Perchè quelli cos'erano utenti speciali? Che
            significa? Che gli utenti di oggi sono meno
            intelligenti? Forse sono solo un po' meno
            specializzati... L'esempio di tuo zio è calzante. Gli utenti degli home computer di allora erano appassionati di informatica. L'oggetto e il fine coincidevano. L'utente di oggi usa il pc. L'oggetto è lo strumento per raggiungere il fine. E' questa la discontinuità. La democratizzazione dell'informatica, l'apertura di internet (che era militare), il web diffuso, ecc. sono tutti figli di questa discontinuità. Microsoft è stato uno degli attori (secondo me molto positivo) di questo cambiamento.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            L'utente di oggi usa il pc. L'oggetto è lo
            strumento per raggiungere il fine.

            Ma perché tutti questi zombie, botnet, virus e problemi che affliggono Windows?Ma sei proprio certo che sia solo a causa della sua maggiore diffusione?
            E' questa la discontinuità. La democratizzazione
            dell'informatica, l'apertura di internet (che era
            militare), il web diffuso, ecc. sono tutti figli
            di questa discontinuità. Microsoft è stato uno
            degli attori (secondo me molto positivo) di
            questo
            cambiamento.Internet non era militare, non lo è mai stata forse. Di sicuro non lo è mai stato il web che è arrivato dopo.La DARPA si è solo presa il progetto di rete distribuita e le basi teoriche di protocolli come il TCP-IP, lasciando alle università quanto scoperto fino a quel momento.Non mi pare che i militari abbiano più avuto ruoli attivi da quel momento in poi.Tornando a Windows,la gente voleva computer più facili per cui non necessitavano alcuno skill o formazione prima di usarli. Erano disposti a pagare per averli, la Micro$oft non ha avuto scrupoli nel darglieli, anche a discapito di queli problemi questi computer così semplificati potessero avere o creare in futuro.Fatto sta che questi utenti sono cresciuti in numero negli anni, ma mai in consapevolezza e competenza, tranne che in qualche raro caso di necessità.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: TADsince1995

            Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma sono
            stati i primi computer "consumer", per la gente
            comune, Errore.Erano per i videogiocatori comuni, non per la gente comune.
            a dimostrazione che non è certo stato
            Gates ad aver avuto l'idea e ad "aver portato il
            computer nelle case della gente", Infatti le cifre parlano chiaro.E' lui che ha venduto il PC al casual user.come invece
            molti si ostinano ad
            affermare...Ed altri si ostinano a negare...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da: TADsince1995

            Sì, è chiaro che non sono stati i primi. Ma

            sono stati i primi computer "consumer", per

            la gente comune,
            Errore.
            Erano per i videogiocatori comuni, non per la
            gente comune.Alla rai e in fininvest con Amiga ci facevano videotitolazione, con il 3D ci facevano le animazioni per i film.Mia sorella ci disegnava, mia madre ci teneva la contabilita'.Io ci giocavo, in seguito ci programmavo in C per scuola...Se tu non sapevi farci altro che giocare e' un problema tuo.

            a dimostrazione che non è certo stato

            Gates ad aver avuto l'idea e ad "aver

            portato il computer nelle case della gente",
            Infatti le cifre parlano chiaro.
            E' lui che ha venduto il PC al casual user.Le cifre dicono che Amiga e' stato il Personal Computer piu' venduto al mondo per 2 anni di seguito, ancora oggi nessuna marca ha battuto questo primato.

            come invece molti si ostinano ad

            affermare...
            Ed altri si ostinano a negare...Soprattutto quelli che non c'erano.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            Alla rai e in fininvest con Amiga ci facevano
            videotitolazione, Ok, hai trovato due clienti (comunque usavano il Toaster che *NON e' un Amiga*
            con il 3D ci facevano le
            animazioni per i
            film.ah ah... citamene uno :)
            Mia sorella ci disegnava, mia madre ci teneva la
            contabilita'.seeeeeeeeeeeeeeeeee.....
            Io ci giocavo, in seguito ci programmavo in C per
            scuola...
            Se tu non sapevi farci altro che giocare e' un
            problema
            tuo.Eggià infatti si riveloò un problema per Commodore (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Infatti le cifre parlano chiaro.

            E' lui che ha venduto il PC al casual user.

            Le cifre dicono che Amiga e' stato il Personal
            Computer piu' venduto al mondo per 2 anni di
            seguito, ancora oggi nessuna marca ha battuto
            questo
            primato.non ti è chiaro che ha venduto per i videogiochi (pirata) e basta?Non era visto come un computer, ma come una console a floppy.


            come invece molti si ostinano ad


            affermare...

            Ed altri si ostinano a negare...

            Soprattutto quelli che non c'erano.Scommettiamo che ho più Amiga io a casa di te?Scommettimao che ho scritto più programmi per Amiga di te?Tutto ciò non mi imperdisce di vedere la realtà.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: l'informatica non è piatta


            con il 3D ci facevano le

            animazioni per i

            film.

            ah ah... citamene uno :)Seaquest e Babylon5 sono i due casi più famosi. Pare che sia stato usato Amiga+Lightwave per la prima serie di X-Files. E da qualche parte mi pare di aver letto che amiga fu usato anche per la modellazione dei dinosauri di Jurassic Park, ma su questo non sono per niente sicuro.

            Mia sorella ci disegnava, mia madre ci teneva la

            contabilita'.

            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....Non vedo cosa c'è di strano. Magari per la contabilità ci credo poco pure io, ma per disegnare c'era il fior fiore dei programmi di grafica, dal semplice Deluxe Paint a ImageFX e Photogenics.

            Io ci giocavo, in seguito ci programmavo in C
            per

            scuola...


            Se tu non sapevi farci altro che giocare e' un

            problema

            tuo.

            Eggià infatti si riveloò un problema per
            Commodore
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)?????


            Infatti le cifre parlano chiaro.


            E' lui che ha venduto il PC al casual user.



            Le cifre dicono che Amiga e' stato il Personal

            Computer piu' venduto al mondo per 2 anni di

            seguito, ancora oggi nessuna marca ha battuto

            questo

            primato.

            non ti è chiaro che ha venduto per i videogiochi
            (pirata) e
            basta?
            Non era visto come un computer, ma come una
            console a floppy. Questo è tristemente vero. Ma fu colpa di commodore se la gente ha interpretato male questa macchina.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: TADsince1995



            con il 3D ci facevano le


            animazioni per i


            film.



            ah ah... citamene uno :)

            Seaquest e Babylon5 sono i due casi più famosi.
            Pare che sia stato usato Amiga+Lightwave per la
            prima serie di X-Files. E da qualche parte mi
            pare di aver letto che amiga fu usato anche per
            la modellazione dei dinosauri di Jurassic Park,Jurassic Park puzza di silicon graphics :P

            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....

            Non vedo cosa c'è di strano. Magari per la
            contabilità ci credo poco pure io,ecco!
            ma per
            disegnare c'era il fior fiore dei programmi di
            grafica, dal semplice Deluxe Paint a ImageFX e
            Photogenics.sissì, ma la madre con la contabilità sarebbe stata l'unica del pianeta allora.Oggi sono cambiate, appunto, un po' di cose.

            Eggià infatti si riveloò un problema per

            Commodore


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            ?????Il problema si rivelò per Commodore visto che lei fallì mentre io no.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da: TADsince1995



            con il 3D ci facevano le



            animazioni per i



            film.


            ah ah... citamene uno :)

            Seaquest e Babylon5 sono i due casi più famosi.

            Pare che sia stato usato Amiga+Lightwave per la

            prima serie di X-Files. E da qualche parte mi

            pare di aver letto che amiga fu usato anche per

            la modellazione dei dinosauri di Jurassic Park,
            Jurassic Park puzza di silicon graphics :PHanno fatto dei test con Lightwave in qualita' cartoon, poi con toaster li hanno sovrapposti alle scene in cui questi dovevano muoversi, quando hanno perfezionato le animazioni allora sono stati ri renderizzati con le Silicon Graphics' Indigo.


            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....

            Non vedo cosa c'è di strano. Magari per la

            contabilità ci credo poco pure io,
            ecco!http://sdstudio.rimini.com/BancaBase/BancaBase.htmOppure per la contabilita' di ditte c'era Multiplan, di cui non si trova piu' neanche un link.http://www.guida.it/pgmphp/main7.php?DO=scheda&codice=87435.

            ma per disegnare c'era il fior fiore dei

            programmi di grafica, dal semplice Deluxe

            Paint a ImageFX e Photogenics.
            sissì, ma la madre con la contabilità sarebbe
            stata l'unica del pianeta
            allora.
            Oggi sono cambiate, appunto, un po' di cose.Se lo dici tu... Forse c'era chi aveva genitori piu' svegli ed informatizzati dei tuoi.


            Eggià infatti si riveloò un problema per


            Commodore
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            ?????
            Il problema si rivelò per Commodore visto che lei
            fallì mentre io no.Sei ancora in tempo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta


            Jurassic Park puzza di silicon graphics :P

            Hanno fatto dei test con Lightwave in qualita'
            cartoon, poi con toaster li hanno sovrapposti
            alle scene in cui questi dovevano muoversi,
            quando hanno perfezionato le animazioni allora
            sono stati ri renderizzati con le Silicon
            Graphics'
            Indigo.Un po' diverso dal dire che Jurassic Park è fatto con Amiga...http://sdstudio.rimini.com/BancaBase/BancaBase.htm
            Oppure per la contabilita' di ditte c'era
            Multiplan, di cui non si trova piu' neanche un
            link.
            http://www.guida.it/pgmphp/main7.php?DO=scheda&codE quindi?Non stai dimostrando che l'uso normale di Amiga fosse professionale.Il fatto che ci siano una manciata di applicazioni professionali/gestionali non significa nulla se poi il 99% degli acquirenti compra solo floppy blu vuoti.
            Se lo dici tu... Forse c'era chi aveva genitori
            piu' svegli ed informatizzati dei
            tuoi.O forse c'è chi si inventa cose estremamente improbabili.

            Il problema si rivelò per Commodore visto che
            lei

            fallì mentre io no.

            Sei ancora in tempo :DMa che bravo!sai fare le battutine!L'unico dato reale è quello di Commodore.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:


            Jurassic Park puzza di silicon graphics :P

            Hanno fatto dei test con Lightwave in qualita'

            cartoon, poi con toaster li hanno sovrapposti

            alle scene in cui questi dovevano muoversi,

            quando hanno perfezionato le animazioni allora

            sono stati ri renderizzati con le Silicon

            Graphics'

            Indigo.
            Un po' diverso dal dire che Jurassic Park è fatto
            con
            Amiga...Certo, significa che gente che sa valutare le capacita' degli strumenti che usa ritiene ancora l'Amiga un ottima macchina per fare rapidamente rendering e sovrapporli alle immagini da telecamera senza bisogno di conversione alcuna.
            http://sdstudio.rimini.com/BancaBase/BancaBase.htm

            Oppure per la contabilita' di ditte c'era

            Multiplan, di cui non si trova piu' neanche un

            link.
            http://www.guida.it/pgmphp/main7.php?DO=scheda&cod
            E quindi?
            Non stai dimostrando che l'uso normale di Amiga
            fosse professionale.E come dovrei fare a "dimostrartelo" ? Portandoti indietro nel tempo a vedere come un piccolo ufficio poteva andare avanti usando Amiga ?Spiace ma il deuterio per la macchina del tempo mi costa troppo per offrirti questa possibilita'. :D
            Il fatto che ci siano una manciata di
            applicazioni professionali/gestionali non
            significa nulla se poi il 99% degli acquirenti
            compra solo floppy blu vuoti.Il fatto che queste applicazioni non si sono fermate alla 1.0 ma sono andate avanti di relase in relase vuol dire che qualcuno le comprava e le usava.Non fermarti all'italietta che a quel tempo era la seconda al mondo nell'acquisto floppy vuoti (eravamo dopo gli USA :| )Mentre nell'acquisto degli originali nello stesso periodo eravamo dopo lo Zimbawe !

            Se lo dici tu... Forse c'era chi aveva genitori

            piu' svegli ed informatizzati dei

            tuoi.
            O forse c'è chi si inventa cose estremamente
            improbabili....Che finanziano i programmi di contabilita' per varie versioni, che convincono gli editori a tradurre libri che riguardano queste cose...


            Il problema si rivelò per Commodore visto che


            lei fallì mentre io no.

            Sei ancora in tempo :D
            Ma che bravo!
            sai fare le battutine!
            L'unico dato reale è quello di Commodore.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Alla rai e in fininvest con Amiga ci

            facevano videotitolazione,
            Ok, hai trovato due clienti (comunque usavano
            il Toaster che *NON e' un Amiga*Era una scheda per amiga, che entrava ed usciva in Pal, quindi consentiva la videotitolazione in diretta, per questo tutti usavano Amiga.

            con il 3D ci facevano le animazioni per i

            film.
            ah ah... citamene uno :)Il pilot di Babilon V. con 44 Amiga 4000 a renderizzare in parallelo usando Imagine.Il motivo era sempre quello : poteva uscire direttamente in Pal e non richiedeva post processing.

            Mia sorella ci disegnava, mia madre ci

            teneva la contabilita'.
            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....Se tu ci sapevi trovare solo i giochini e' un problema tuo.

            Io ci giocavo, in seguito ci programmavo in

            C per scuola...

            Se tu non sapevi farci altro che giocare e'

            un problema tuo.
            Eggià infatti si riveloò un problema per
            Commodore I problemi di commodore era la dirigenza, lo sanno tutti...


            Infatti le cifre parlano chiaro.


            E' lui che ha venduto il PC al casual


            user.

            Le cifre dicono che Amiga e' stato il

            Personal Computer piu' venduto al mondo per

            2 anni di seguito, ancora oggi nessuna marca

            ha battuto questo primato.
            non ti è chiaro che ha venduto per i
            videogiochi (pirata) e basta?
            Non era visto come un computer, ma come una
            console a floppy. Seee, forse da te.http://www.amiworld.it/interviste/green/HalInterview-ita.html



            come invece molti si ostinano ad



            affermare...


            Ed altri si ostinano a negare...

            Soprattutto quelli che non c'erano.
            Scommettiamo che ho più Amiga io a casa di te?
            Scommettimao che ho scritto più programmi per
            Amiga di te?Il collezionismo e' una misura della conoscienza.
            Tutto ciò non mi imperdisce di vedere la
            realtà.Ho dei dubbi al rigurardo... Anche se forse siamo precipitati fuori dal discorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Era una scheda per amiga,Appunto.Non era un Amiga.


            con il 3D ci facevano le animazioni per i


            film.

            ah ah... citamene uno :)

            Il pilot di Babilon V. con 44 Amiga 4000 a
            renderizzare in parallelo usando
            Imagine.Ne hai trovato uno, bravo!Venduti 44 Amiga.Perfetto.Come ha fatto Commodre a fallire con ben 44 macchine adibite ad uso professionale?


            Mia sorella ci disegnava, mia madre ci


            teneva la contabilita'.

            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....

            Se tu ci sapevi trovare solo i giochini e' un
            problema
            tuo.ah ah... quante cose non sai di me...
            I problemi di commodore era la dirigenza, lo
            sanno
            tutti...Ma dai?Io pensavo fosse colpa delle persone che non l'hanno voluto comprare.

            non ti è chiaro che ha venduto per i

            videogiochi (pirata) e basta?

            Non era visto come un computer, ma come una

            console a floppy.

            Seee, forse da te.No.Dal 99,9% delle persone.Ma la maggiornaza ha sempre torto, già.Tranne... oh...ah sì.. dicevo... tranne...oh... uh... ecco... tranne quando si tratta di determinare la morte di un'azienda a discapito di un'altra.Ah, ma è irrilevante.La massa è stupida, prende decisioni stupide.E' un'ingiustizia!!!!!!

            Scommettiamo che ho più Amiga io a casa di te?

            Scommettimao che ho scritto più programmi per

            Amiga di te?

            Il collezionismo e' una misura della conoscienza.hai idmenticato un *NON* e hai dimenticatto che ho detto "scritto più programmi" che non mi pare abbia nulla a che fare con il collezionismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            Era una scheda per amiga,
            Appunto. Non era un Amiga.:'( Ma come ragioni !!!Mica funzionava senza un'amiga !



            con il 3D ci facevano le animazioni



            per i film.


            ah ah... citamene uno :)

            Il pilot di Babilon V. con 44 Amiga 4000 a

            renderizzare in parallelo usando

            Imagine.
            Ne hai trovato uno, bravo!
            Venduti 44 Amiga. Perfetto.
            Come ha fatto Commodre a fallire con ben 44
            macchine adibite ad uso
            professionale?Il computer piu' venduto al mondo per 2 anni di seguito...



            Mia sorella ci disegnava, mia madre ci



            teneva la contabilita'.


            seeeeeeeeeeeeeeeeee.....

            Se tu ci sapevi trovare solo i giochini e'

            un problema tuo.
            ah ah... quante cose non sai di me...So quello che mi dici : tu sostieni che l'Amiga servisse solo per giocare, ergo devo dedurne che al tempo non sei mai entrato in contatto con il mondo professionale.

            I problemi di commodore era la dirigenza, lo

            sanno tutti...
            Ma dai?
            Io pensavo fosse colpa delle persone che non
            l'hanno voluto comprare.Che tu sia confuso si era gia' capito :D


            non ti è chiaro che ha venduto per i


            videogiochi (pirata) e basta?


            Non era visto come un computer, ma


            come una console a floppy.

            Seee, forse da te.
            No.Dal 99,9% delle persone.Intendi come i Pc adesso ? Bhe, sono daccordo.
            Ma la maggiornaza ha sempre torto, già.
            Tranne... oh...
            ah sì.. dicevo... tranne...
            oh... uh... ecco... tranne quando si tratta di
            determinare la morte di un'azienda a discapito
            di un'altra. Ah, ma è irrilevante.
            La massa è stupida, prende decisioni stupide.
            E' un'ingiustizia!!!!!!Non si e' mica capito... Riprova e controlla...


            Scommettiamo che ho più Amiga io a casa


            di te? Scommettimao che ho scritto più


            programmi per Amiga di te?

            Il collezionismo *NON* e' una misura della

            conoscienza.
            hai idmenticato un *NON* e hai dimenticatto
            che ho detto "scritto più programmi" che non
            mi pare abbia nulla a che fare con il
            collezionismo.E' vero ho dimenticato un "non".Eppure non hai neanche saputo dell'esistenza di un sacco di professionisti che usavano Amiga.. Forse programmavi giochini ??
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            :'( Ma come ragioni !!!
            Mica funzionava senza un'amiga !Ah, beh, allora se la mia autombile no parte senza Pc, la mia automobile è un PC.

            Ne hai trovato uno, bravo!

            Venduti 44 Amiga. Perfetto.


            Come ha fatto Commodre a fallire con ben 44

            macchine adibite ad uso

            professionale?

            Il computer piu' venduto al mondo per 2 anni di
            seguito...Ancora???? lo sai benissimo perchè ha venduto...

            ah ah... quante cose non sai di me...

            So quello che mi dici : tu sostieni che l'Amiga
            servisse solo per giocare, ergo devo dedurne che
            al tempo non sei mai entrato in contatto con il
            mondo
            professionale.Di Amiga?No...infatti tutti conoscono il toaster vero?proprio tutti...


            I problemi di commodore era la dirigenza, lo


            sanno tutti...

            Ma dai?

            Io pensavo fosse colpa delle persone che non

            l'hanno voluto comprare.

            Che tu sia confuso si era gia' capito :DGià, abbassandomi al tuo livello, che tu abbia torto su tutta la linea si era gia' capito :D

            No.Dal 99,9% delle persone.

            Intendi come i Pc adesso ? Bhe, sono daccordo.Finalmente ci sei arrivato.

            Ma la maggiornaza ha sempre torto, già.

            Tranne... oh...

            ah sì.. dicevo... tranne...

            oh... uh... ecco... tranne quando si tratta di

            determinare la morte di un'azienda a discapito

            di un'altra. Ah, ma è irrilevante.

            La massa è stupida, prende decisioni stupide.

            E' un'ingiustizia!!!!!!

            Non si e' mica capito... Riprova e controlla...Non buitterò vias tempo per riscriverlo... chi sa leggere ha già capito.

            hai idmenticato un *NON* e hai dimenticatto

            che ho detto "scritto più programmi" che non

            mi pare abbia nulla a che fare con il

            collezionismo.

            E' vero ho dimenticato un "non".

            Eppure non hai neanche saputo dell'esistenza di
            un sacco di professionisti che usavano Amiga..
            Forse programmavi giochini
            ??o forse quel sacco di persone erano 44.Ah sì, aspetta... in testa alle classifiche dei 7 pianeti per *DUE* anni!
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            :'( Ma come ragioni !!!

            Mica funzionava senza un'amiga !
            Ah, beh, allora se la mia autombile no parte
            senza Pc, la mia automobile è un PC.Il tuo pc parte senza scheda video ?Puoi usare la scheda video senza Pc ?


            Ne hai trovato uno, bravo!


            Venduti 44 Amiga. Perfetto.


            Come ha fatto Commodre a fallire con ben


            44 macchine adibite ad uso professionale?

            Il computer piu' venduto al mondo per 2

            anni di seguito...
            Ancora???? lo sai benissimo perchè ha
            venduto...


            ah ah... quante cose non sai di me...

            So quello che mi dici : tu sostieni che

            l'Amiga servisse solo per giocare, ergo

            devo dedurne che al tempo non sei mai

            entrato in contatto con il mondo

            professionale.
            Di Amiga?
            No...infatti tutti conoscono il toaster vero?
            proprio tutti...Tutti quelli che hanno lavorato in sale produzione di televisioni 15 - 20 anni fa si.Visto che era usatissimo in videotitolazioni.Altro esempio di utilizzio lavorativo: quelli che usavano un Amiga 2500/UX (comprendente una scheda acceleratrice A2620/A2630 e UNIX preinstallato. Il primo Unix ad uscire nel mercato con interfaccia grafica X Window di serie)Tutti quelli che usavano le prime versioni di LightWave.Ti ricordo che la stessa commodore considerava i 500 / 1200 dei giocattoli da casa, menrtre i 2000/ 4000 erano le macchine professionali.



            I problemi di commodore era la



            dirigenza, lo sanno tutti...


            Ma dai?


            Io pensavo fosse colpa delle persone che


            non l'hanno voluto comprare.

            Che tu sia confuso si era gia' capito :D
            Già, abbassandomi al tuo livello, che tu abbia
            torto su tutta la linea si era gia' capito
            :D


            No.Dal 99,9% delle persone.

            Intendi come i Pc adesso ? Bhe, sono

            daccordo.
            Finalmente ci sei arrivato.E quindi : Ora e' come allora, allora era come ora...


            Ma la maggiornaza ha sempre torto, già.


            Tranne... oh... ah sì.. dicevo...


            tranne... oh... uh... ecco... tranne


            quando si tratta di determinare la morte


            di un'azienda a discapito


            di un'altra. Ah, ma è irrilevante.


            La massa è stupida, prende decisioni


            stupide. E' un'ingiustizia!!!!!!

            Non si e' mica capito... Riprova e

            controlla...
            Non buitterò vias tempo per riscriverlo...
            chi sa leggere ha già capito.Ok, lasciamo giudicare ai lettori...


            hai idmenticato un *NON* e hai


            dimenticatto che ho detto "scritto più


            programmi" che non mi pare abbia nulla


            a che fare con il collezionismo.

            E' vero ho dimenticato un "non".

            Eppure non hai neanche saputo

            dell'esistenza di un sacco di

            professionisti che usavano Amiga..

            Forse programmavi giochini ??
            o forse quel sacco di persone erano 44.
            Ah sì, aspetta... in testa alle classifiche
            dei 7 pianeti per *DUE* anni!Vabbe' allora lascero' che ad insultarti siano quelli che usavano PageStream, Lightwave, video toaster e tutte le altre applicazioni professionali che secondo te non esistevano (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Il tuo pc parte senza scheda video ?
            Puoi usare la scheda video senza Pc ?Dai su, non fare il finto tonto.E tu conosceresti Amiga?

            No...infatti tutti conoscono il toaster vero?

            proprio tutti...

            Tutti quelli che hanno lavorato in sale
            produzione di televisioni 15 - 20 anni fa
            si.Ma non capisci?Mi dai dell'utente che gioca solo ai videogiochi, ma la faccenda del toaster l'ho tirata fuori io (scheda che tu fai finta che fosse integrata nella MB, ma che serve a ben altro).
            Altro esempio di utilizzio lavorativo: quelli che
            usavano un Amiga 2500/UX (comprendente una scheda
            acceleratrice A2620/A2630 e UNIX preinstallato.Ma ti rendi conto che stai facendo gli esempi di uso professionale ad uno ad uno col contagocce?Il fatto stesso che tu devi fare esempi significa che non c'è la percezione di un possibile uso professionale.
            500 / 1200 dei giocattoli da casa, menrtre i
            2000/ 4000 erano le macchine
            professionali.si il 4000 ce l'ho... accesso alla RAM talmente lento da sfiorare la rivolta popolare.

            Finalmente ci sei arrivato.

            E quindi : Ora e' come allora, allora era come
            ora...Appunto.Visto che oggi è una merda per molti, traine le conseguenze.
            Vabbe' allora lascero' che ad insultarti siano
            quelli che usavano PageStream, Lightwave, video
            toaster e tutte le altre applicazioni
            professionali che secondo te non esistevano
            (rotfl)Le *tre* applicazioni professionali che hai citato sono un tantino di nicchia, non trovi?Quanto agli insulti, invocali pure se non hai il coraggio di farli...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:


            No...infatti tutti conoscono il toaster


            vero?


            proprio tutti...

            Tutti quelli che hanno lavorato in sale

            produzione di televisioni 15 - 20 anni fa

            si.
            Ma non capisci?
            Mi dai dell'utente che gioca solo ai
            videogiochi, ma la faccenda del toaster l'ho
            tirata fuori io (scheda che tu fai finta che
            fosse integrata nella MB, ma che serve a ben
            altro).Non faccio finta di nulla: le Tv compravano Amiga per usare il toaster, in italia praticamente tutte.

            Altro esempio di utilizzio lavorativo:

            quelli che usavano un Amiga 2500/UX

            (comprendente una scheda acceleratrice

            A2620/A2630 e UNIX preinstallato.
            Ma ti rendi conto che stai facendo gli
            esempi di uso professionale ad uno ad
            uno col contagocce?Veramente citavo intere categorie : chi usava unix attraverso i 2000 dedicati, chi faceva 3D con certi programmi che allora erano il top.
            Il fatto stesso che tu devi fare esempi
            significa che non c'è la percezione di un
            possibile uso professionale.Gli esempi li faccio a te che non hai avuto quella percezione, io l'ho avuta bella forte a suo tempo.

            500 / 1200 dei giocattoli da casa, menrtre i

            2000/ 4000 erano le macchine

            professionali.
            si il 4000 ce l'ho... accesso alla RAM
            talmente lento da sfiorare la rivolta
            popolare.La ram del 2000 era lenta in confronto alle macchine di quel periodo ?Il processore del 2000 era lento rispetto ai processori di quei periodo ?Certo che se fai i confronti con le tecnologie attuali...


            Finalmente ci sei arrivato.

            E quindi : Ora e' come allora, allora era

            come ora...
            Appunto.
            Visto che oggi è una merda per molti, traine
            le conseguenze.Ognuno trae le sue... Quali sono le tue ?

            Vabbe' allora lascero' che ad insultarti

            siano quelli che usavano PageStream,

            Lightwave, video toaster e tutte le altre

            applicazioni professionali che secondo te

            non esistevano (rotfl)
            Le *tre* applicazioni professionali che
            hai citato sono un tantino di nicchia, non
            trovi?...E tutti quelli che ci gestivano le BBS e i server ftp ?Non capisco cosa vuoi dimostrare, che l'amiga e' un computer di 20 anni fa ?Che TU non sapevi farne un uso professionale ?
            Quanto agli insulti, invocali pure se non
            hai il coraggio di farli...Non sono nella condizione di farli, poiche' a quel tempo io ero un utonto dell'Amiga, un semplice utilizzatore di programmi per mail, videoscrittura e qualche giochino; ricordo parecchia gente che invece la usava per lavoro; loro sono in condizioni di farlo perche' neghi la loro esistenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            Ma non capisci?

            Mi dai dell'utente che gioca solo ai

            videogiochi, ma la faccenda del toaster l'ho

            tirata fuori io (scheda che tu fai finta che

            fosse integrata nella MB, ma che serve a ben

            altro).

            Non faccio finta di nulla: le Tv compravano Amiga
            per usare il toaster, in italia praticamente
            tutte.Ancora? Fai finta di non capire che, visto che conosco il toaster, non sono un utente che usava solo i VG?A parte la tua cazzata (che adesso hai tagliato) sul considerare il toaster come la *indispensabile* scheda grafica di Amiga.

            Ma ti rendi conto che stai facendo gli

            esempi di uso professionale ad uno ad

            uno col contagocce?

            Veramente citavo intere categorie : chi usava
            unix attraverso i 2000 dedicati, chi faceva 3D
            con certi programmi che allora erano il
            top.Accidenti milioooooni!

            Il fatto stesso che tu devi fare esempi

            significa che non c'è la percezione di un

            possibile uso professionale.

            Gli esempi li faccio a te che non hai avuto
            quella percezione, io l'ho avuta bella forte a
            suo
            tempo.anche i miliooooni di utenti!
            La ram del 2000 era lenta in confronto alle
            macchine di quel periodo
            ?
            Il processore del 2000 era lento rispetto ai
            processori di quei periodo
            ?primo, stavo parlando di 4000 (ma tu leggi quello a cui rispondi?), secondo sì ad entrambe le domande se sostituisci al 2000 il 4000.
            Certo che se fai i confronti con le tecnologie
            attuali...(rotfl) non sai più cosa mettermi in bocca!Vai a leggerti il tempo di lettura/scrittura della RAM del 4000 e di un qualsiasi PC dello stesso periodo.
            Ognuno trae le sue... Quali sono le tue ?che *NON* si stava meglio.

            Le *tre* applicazioni professionali che

            hai citato sono un tantino di nicchia, non

            trovi?

            ...E tutti quelli che ci gestivano le BBS e i
            server ftp
            ?Tutte applicazioni che oggi userebbero anche le massaie... hai ragione.
            Non capisco cosa vuoi dimostrare, che l'amiga e'
            un computer di 20 anni fa
            ?
            Che TU non sapevi farne un uso professionale ?Te lo riscrivo per la millesima volta:*CHE IL 99% DEGLI UTENTI PRENDEVA IL DISCO COL GIOCO DAL PIRATA E LO METTEVA NELLA FESSURA*Oggi invece il 90% delle persone usano il PC per produrre/gestire le proprie cose.Compresa la differenza?

            Quanto agli insulti, invocali pure se non

            hai il coraggio di farli...

            Non sono nella condizione di farli, poiche' a
            quel tempo io ero un utonto dell'Amiga, un
            semplice utilizzatore di programmi per mail,
            videoscrittura e qualche giochino; ricordo
            parecchia gente che invece la usava per lavoro;
            loro sono in condizioni di farlo perche' neghi la
            loro
            esistenza.Dai su.. magari loro sanno leggere e non succederà quello che auspichi.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Ma non capisci?


            Mi dai dell'utente che gioca solo ai


            videogiochi, ma la faccenda del toaster


            l'ho tirata fuori io (scheda che tu fai


            finta che fosse integrata nella MB, ma


            che serve a ben altro).

            Non faccio finta di nulla: le Tv compravano

            Amiga per usare il toaster, in italia

            praticamente tutte.
            Ancora? Fai finta di non capire che, visto che
            conosco il toaster, non sono un utente che
            usava solo i VG?
            A parte la tua cazzata (che adesso hai
            tagliato) sul considerare il toaster come
            la *indispensabile* scheda grafica di
            Amiga.Guarda che sei stato tu a parlare di automobile che non parte senza il pc.


            Ma ti rendi conto che stai facendo gli


            esempi di uso professionale ad uno ad


            uno col contagocce?

            Veramente citavo intere categorie : chi

            usava unix attraverso i 2000 dedicati, chi

            faceva 3D con certi programmi che allora

            erano il top.
            Accidenti milioooooni!Un bel po' sicuramente.


            Il fatto stesso che tu devi fare esempi


            significa che non c'è la percezione di un


            possibile uso professionale.

            Gli esempi li faccio a te che non hai avuto

            quella percezione, io l'ho avuta bella forte

            a suo tempo.
            anche i miliooooni di utenti!Una buona percentuale di quelli che utilizzavano il pc.

            La ram del 2000 era lenta in confronto alle

            macchine di quel periodo ?

            Il processore del 2000 era lento rispetto ai

            processori di quei periodo ?
            primo, stavo parlando di 4000 (ma tu leggi
            quello a cui rispondi?), secondo sì ad
            entrambe le domande se sostituisci al 2000 il
            4000.Sappiamo che il 4000, come il 1200 e' uscito con almeno 2 anni di ritardo rispetto a quando avrebbe dovuto... :'(

            Certo che se fai i confronti con le

            tecnologie attuali...
            (rotfl) non sai più cosa mettermi in bocca!
            Vai a leggerti il tempo di lettura/scrittura
            della RAM del 4000 e di un qualsiasi PC dello
            stesso periodo.Per quello parlavo del 2000, sappiamo che il 4000, come il 1200 e' uscito con almeno 2 anni di ritardo rispetto a quando avrebbe dovuto... :'(

            Ognuno trae le sue... Quali sono le tue ?
            che *NON* si stava meglio.Io con il 2000 e poi con il 1200 stavo meglio :D


            Le *tre* applicazioni professionali che


            hai citato sono un tantino di nicchia, non


            trovi?

            ...E tutti quelli che ci gestivano le BBS

            e i server ftp ?
            Tutte applicazioni che oggi userebbero
            anche le massaie... hai ragione.Bhe, devo citarti i fogli elettronici o di calcolo che c'erano gia' con il 500 ?Per una segretaria andava bene un qualsiasi computer del periodo, tanto facevano bene o male quelle 4 cose che le servivano.

            Non capisco cosa vuoi dimostrare, che

            l'amiga e' un computer di 20 anni fa ?

            Che TU non sapevi farne un uso

            professionale ?
            Te lo riscrivo per la millesima volta:
            *CHE IL 99% DEGLI UTENTI PRENDEVA IL DISCO
            COL GIOCO DAL PIRATA E LO METTEVA NELLA
            FESSURA*
            Oggi invece il 90% delle persone usano il PC
            per produrre/gestire le proprie cose.
            Compresa la differenza?Ma dove ? Ma quando il 99% della gente ha un Pc per giocare, ora come allora. E continuano a comprare dal pirata.


            Quanto agli insulti, invocali pure se non


            hai il coraggio di farli...

            Non sono nella condizione di farli, poiche'

            a quel tempo io ero un utonto dell'Amiga, un

            semplice utilizzatore di programmi per mail,

            videoscrittura e qualche giochino; ricordo

            parecchia gente che invece la usava per

            lavoro; loro sono in condizioni di farlo

            perche' neghi la loro esistenza.
            Dai su.. magari loro sanno leggere e non
            succederà quello che auspichi.Chissa' (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Guarda che sei stato tu a parlare di automobile
            che non parte senza il
            pc.Era per farti capire (oddio, lo sai benissimo, ma facevi lo gnorri) che il toaster *non* è un Amiga.

            primo, stavo parlando di 4000 (ma tu leggi

            quello a cui rispondi?), secondo sì ad

            entrambe le domande se sostituisci al 2000 il

            4000.

            Sappiamo che il 4000, come il 1200 e' uscito con
            almeno 2 anni di ritardo rispetto a quando
            avrebbe
            dovuto...già. Forse per questo quando io parlavo del 4000 tu hai subdolamente sostituito 2000 nella mia frase...
            Io con il 2000 e poi con il 1200 stavo meglio :D E cosa ti impedisce di usarli oggi? (rotfl)(rotfl)

            Tutte applicazioni che oggi userebbero

            anche le massaie... hai ragione.

            Bhe, devo citarti i fogli elettronici o di
            calcolo che c'erano gia' con il 500
            ?Li usavano tutttttttti!
            Ma dove ? Ma quando il 99% della gente ha un Pc
            per giocare, ora come allora.Tu non sai di cosa stai parlando.In tutte le aziende del mondo c'è *UN* *PC* *PER* OGNI* *LAVORATORE*.Basta guarda... continui a spararle troppo grosse.... non vado neppure avanti a leggere....Torna pure al tuo 1200 e vivi felice.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            Guarda che sei stato tu a parlare di

            automobile che non parte senza il pc.
            Era per farti capire (oddio, lo sai
            benissimo, ma facevi lo gnorri) che
            il toaster *non* è un Amiga.Ma e' stato motivo di vendita di molti Amiga.


            primo, stavo parlando di 4000 (ma tu


            leggi quello a cui rispondi?), secondo


            sì ad entrambe le domande se sostituisci


            al 2000 il 4000.

            Sappiamo che il 4000, come il 1200 e'

            uscito con almeno 2 anni di ritardo

            rispetto a quando avrebbe

            dovuto...
            già. Forse per questo quando io parlavo
            del 4000 tu hai subdolamente sostituito
            2000 nella mia frase...Certo, se vuoi paragonare una macchina uscita con piu' di due anni di ritardo con le sue coetanee e poi venirmi a dire che non ci sta dentro con le prestazioni ?Ti piace vincere facile :D

            Io con il 2000 e poi con il 1200

            stavo meglio :D
            E cosa ti impedisce di usarli oggi?
            (rotfl)(rotfl)Niente, il mio 1200 e' collegato alla mia rete con una pcmci1, lo uso per guardare le demo.


            Tutte applicazioni che oggi userebbero


            anche le massaie... hai ragione.

            Bhe, devo citarti i fogli elettronici o di

            calcolo che c'erano gia' con il 500 ?
            Li usavano tutttttttti!Un bel po' della gente che conoscevo .

            Ma dove ? Ma quando il 99% della gente

            ha un Pc per giocare, ora come allora.
            Tu non sai di cosa stai parlando.
            In tutte le aziende del mondo c'è *UN*
            *PC* *PER* OGNI* *LAVORATORE*.Hai notato vero che sono passati + di 10 anni vero ?
            Basta guarda... continui a spararle troppo
            grosse.... non vado neppure avanti a
            leggere....
            Torna pure al tuo 1200 e vivi felice.E' evidente che tu non riesci a fare un discorso considerando il periodo storico del contesto originale.
          • misterz scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            La diffusione è IN SE' un effetto positivo. Se i
            computer hanno avuto un impatto enorme sul mondo
            attuale, lo si deve in primis alla loro
            diffusione.
            Una tecnologia in mano a pochi esperti non serve
            a niente. E' un puro divertimento per poche
            persone, fine a sè stesso. Non ha nessuan
            funzione sociale e di
            progresso.Calma calma... è vero, ma ricordati che i mattoncini pronti sono comunque il frutto del lavoro di quelli che voi continuate a considerare dei poveri beoti nostalgici.Quel che l'informatica ha dato negli anni, rischia anche di toglierlo: ricordati che se non ci sono più veri sviluppatori, quando il gioco non varrà più la candela, non c'è mattoncino che tenga. Il danno è presto detto: mi chiama una azienda; mi dice quello di cui ha bisogno, vale a dire una soluzione verticalizzata non affrontabile quindi con l'utilizzo di tools già pronti; presento il preventivo, ci rimangono di merda... chiedo cosa c'è che non va, mi rispondono che avevano chiesto un preventivo perchè in giro avevano trovato un software che più o meno (intanto più o meno) faceva le cose che a loro servivano ma costava 400$. Cazzo! Quindi era na roba esagerata, e io, a metterci mesi, avrei dovuto prenderne di meno!Colpa appunto del mattoncino pronto... ormai, o non si sa, o si sa ma si fa finta di non capire, che anche col mattoncino le cose non si fanno in due minuti... eppoi, saranno sempre e comunque due minuti, o sono mezzo? Premesso che comunque questa azienda ha sbagliato indirizzo... io lavoro anche con software free open source, ma allora non mi dire . Semmai sono io che ti dico con quello cosa riesci a fare! Perchè quel che posso darti è quel che c'è di pronto, se ci metto le mani, 400euro o dollari, non bastano nemmeno per la prima giornata di semplice approccio ai problemi da risolvere (vedere che variazioni si possono fare, cosa va rifatto completamente etc.). Siamo diventati tutti informatici, ma l'effetto positivo non può essere questo... il danno purtroppo abbastanza consistente è sul versante delle aziende. Ma se è così facile, perchè non si fanno i gestionali da soli!Non vuol dire che perchè possiamo reperire dei motori elettrici di qualsiasi potenza/dimensione/portata, siamo in grado di costruire una catena di montaggio. Ogni prodotto è un'idea ed è fatto a sè... fare in modo che quell'idea sia riproducibile in una catena, significa altre 100 idee diverse e inedite (CAD, tornio, fonderia, sensori e quindi elettronica, software) per automatizzare la realizzazione di quell'idea.Va bene il DirectX ma sviluppare progetti completi è un'altro par di maniche... ci vogliono competenze che non appartengono neppure a buoni sviluppatori di mattoncini, per dire.Il progresso sarà quando appunto impareremo a dare alle conoscenze del prossimo il giusto peso. Imparando prima a dividere la scienza da materie quali ad esempio la medicina o la chirurgia, che sono delle conseguenze: sostituire un ginocchio con una protesi è ALTA MACELLERIA, il fatto che sia possibile farlo, e che quella protesi venga tollerata è scienza. La protesi è il mattoncino, ma i medici non sono scienziati.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: Ekleptical
            La diffusione è IN SE' un effetto positivo. Se i
            computer hanno avuto un impatto enorme sul mondo
            attuale, lo si deve in primis alla loro
            diffusione.
            Una tecnologia in mano a pochi esperti non serve
            a niente. E' un puro divertimento per poche
            persone, fine a sè stesso. Non ha nessuan
            funzione sociale e di
            progresso.Ma perché il computer si deve fare utonto per diffondersi, e non si obbliga gli utonti a diventare utenti per usarli?Da sempre nelle varie epoche si è dovuto studiare per fare i medici, gli scribi, i sacerdoti, altrimenti restavano il mestiere di operaio comune (quando non schiavo o prostituta) e di mercante.Perché il computer da quando c'è Windows non ha fatto più nulla per fare evolvere tecnicamente le masse e non gli ha dato molto per svilupparne la creatività?L'Amiga per esempio ha reso molti suoi utilizzatori dei bravi grafici e videoamatori.Come l'Apple IIgs e i Mac li hanno catapultati nel mondo della musica e del desktop publishing.Perché l'evoluzione umana dagli anni '80 in poi ha lentamente smesso di evolvere e anzi sta regredendo?Sì per windows ci sono programmi di dtv, dtp, musica ecc. Ma i migliori sono costosi e si sono ritagliati le nicchie dei programmatori. Quelli per i Mac e gli Amiga dei tempi che furono erano relativamente potenti e facili da usare, è dal rapporto prezzo/prestazioni enormemente più favorevole dei programmi di oggi.Le aziende tramite i mass media ci vogliono fruitori passivi e paganti di contenuti.Internet la vogliono rendere un media passivo.Il computer con Windows rende l'utente un utilizzatore passivo a cui vengono nascosti molti dei meccanismi su cui questo si basa.In questo modo la gente diventerà mai consumatrice critica e consapevole.Selezionerà mai i contenuti migliori?Diventerà mai produttrice di contenuti audio, video, musicali e culturali sia nei media tradizionali che sul web?Il fenomeno è strettamente correlato con la "digitalità" e il computing, dato che il computer è lo strumento per fruire e creare di questi contenuti.Windows è più facile? Benissimo qualche problema di apprendimento in meno e di virus in più. Ma siamo sicuri che per scrivere mail non fa bene sapere cosa è un POP ed un SMTP server e come funziona il meccanismo delle email.E per fare grafica non si deve conoscere i concetti basilari di pixel, antialising, RGB, ecc.?E per fare musica i concetti di forma d'onda, frequenza di campionamento ecc.?Certo che sì, ma mentre chi fa computing, grafica, musica anche a livello hobbistico queste cose suo malgrado le ha dovute studiare, dall'altra ci sono milioni di persone che senza dover studiare anche concetti basilari di sicurezza e trasmissione dei dati nelle reti PRETENDONO di poter usare i computer per questi scopi.Se lo PRETENDONO e sono disposti a pagare ci sarà subito un'azienda pronta a darglieli, a discapito dei rischi che si corre usandoli inconsapevolmente e ignorantemente.Ed infatti le centinaia di migliaia di zombie e computer infetti e spiati sono notizie tristemente note.
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            imparare a programmre (immagina se ad un
            ricercatore che non capisce nulla di informatica
            gli serve un programma per fare l'analisi ei suoi
            dati, il tempo che impara e finisce il programma
            la sua ricerca sarà già
            vecchia).Un ricercatore di che di fossili o di tombe egizie?Io sono un ricercatore medico e prima ancora che analizzare cellule dei cordoni ombelicali ho dovuto imparare a programmare per crearmi modelli matematici di sviluppi tumorali e delle iterazioni coi tessuti.Io non so che ricercatori tu frequenti, ma sta tranquillo che un ricercatore deve essere anche un programmatore. Compreso un fisico teorico a cui basterebbe solo carta e matita.Perché la prima ricerca si fa nei modelli matematici e nella loro simulazione al computer e per i quali spesso non esistono programmi o quelli che ci sono vanno comunque programmati in linguaggi di alto livello come Lisp, Prolog ecc...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta

            Un ricercatore di che di fossili o di tombe
            egizie?ricercatori universitari ed anche molto bravi ma usando un programmatore di professione hanno un software sviluppato in meno tempo e le cose procedono più spedite
            Io sono un ricercatore medico e prima ancora che
            analizzare cellule dei cordoni ombelicali ho
            dovuto imparare a programmare per crearmi modellibuon per te ma se non ci eri capace e ti serviva qualcosa velocemente? Magari la tua ricerca è importantissima e viene rallentata perchè stai lottando da una settimana su un qualcosa che non riesci a far funzionare e che un programmatore più bravo saprebbe sbrogliarti. Ad ognuno il suo i programmatori improvvisati non sempre bastano
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:

            Un ricercatore di che di fossili o di tombe

            egizie?
            ricercatori universitari ed anche molto
            bravi ma usando un programmatore di
            professione hanno un software sviluppato in
            meno tempo e le cose procedono più spediteNon cel'hanno in meno tempo, perche' in certe situazioni dovrebbero dargli giorni di ripetizioni per fargli arrivare ad un livello tale da capire di che cosa il ricercatore ha bisogno.

            Io sono un ricercatore medico e prima ancora

            che analizzare cellule dei cordoni

            ombelicali ho dovuto imparare a programmare

            per crearmi modelli
            buon per te ma se non ci eri capace e ti
            serviva qualcosa velocemente? Magari la tua
            ricerca è importantissima e viene rallentata
            perchè stai lottando da una settimana su un
            qualcosa che non riesci a far funzionare e
            che un programmatore più bravo saprebbe
            sbrogliarti. Ad ognuno il suo i programmatori
            improvvisati non sempre bastano
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Un ricercatore di che di fossili o di tombe


            egizie?

            ricercatori universitari ed anche molto

            bravi ma usando un programmatore di

            professione hanno un software sviluppato in

            meno tempo e le cose procedono più spedite

            Non cel'hanno in meno tempo, perche' in certe
            situazioni dovrebbero dargli giorni di
            ripetizioni per fargli arrivare ad un livello
            tale da capire di che cosa il ricercatore ha
            bisogno.Ti ringrazio, era quello che stavo per spiegargli. Non capisco come facciano molte persone a parlare senza avere una chiara idea della problematica specifica.Nel mio caso non serve solo un programmatore, ma un programmatore oncologo, che ovviamente non esiste.Nessun programmatore ha nozioni di oncologia, anatomia e interazioni cellularei per non parlare di altre materie in campo medico.In tal caso al programmatore professionista avrei dovuto fare una formazione medica pari a 1-2 anni di corsi universitari specifici.Daccordo che un programmatore di professione è più veloce ed è avvantaggiato. Ma solo quando conosce le problematiche di cui sta programmando.E la stragrande maggioranza dei programmatori si occupa di problematiche commerciali ed economiche o al massimo scientifiche della materie e della meccanica.Ma nel campo medico e farmaceutico sono pochissimi. Se non ci fossero individui come me la ricerca medica sarebbe indietro e staremmo ancora formando i programmatori...E comunque bada ben che programmare alla fin fine non è così complesso poiché la parte dello sviluppo del codice è solo la parte marginale rispetto a tutto il processo di analisi e studio della problematica.Io riesco ad imparare un nuovo linguaggio moderno in due settimane, massimo tre se completamente orientato agli oggetti...
          • Anonimo scrive:
            Re: l'informatica non è piatta
            - Scritto da: TADsince1995
            quello che
            intendevo dire e cioè che se prima il computer
            era un oggetto che veniva comprato da chi voleva
            il computer,addesso lo compra con nonl o vuole (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            oggi il computer è stato trasformato
            in un oggetto la cui percezione da parte delle
            masse è stata distorta per aumentarne al massimo
            la diffusione e massimizzare i profitti, con
            conseguenze al più nefaste e solo pochi risvolti
            positivi (abbassamento prezzi per
            esempio).Quindi tu, il fatto che ognuno abbia accesso a internet non lo vedi come un risvolto positivo (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ah no... solo gli eletti devono avere accesso all'informazione.
            Mi dispiace essere stato travisato, mi sarò
            espresso
            male.Beh, adesso ti sei espresso bene, ma non hai migliorato la situazione.
          • misterz scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato


            Sì, forse rispetto a prima l'utilizzo che faccio
            del computer si è intristito, ma non per colpa
            mia. L'unica cosa che lo rallegra un po' è linux,
            peccato che sia minacciato da ogni parte da
            strane forze che un tempo non erano neanche
            concepibili...

            TADStraquoto. Anch'io più o meno ho fatto il tuo percorso, c'è poi stato un periodo in cui l'unico computer da laboratorio era l'Apple//... il primo con gli slots dove ancora più slots, significava più libertà. Poi mentre nascevano le vere Windows del Machintosh, anche Amiga metteva fuori i suoi slots. Gran computer(amiga), gran sistema(amiga), e guarda caso... è tutto finito in brodo! Qualche Guru Meditation Sì, d'accordo, ma se proprio te la andavi a cercare... e la si cercava eccome, portando le cose al limite, naturalmente.p.s. Sai del progetto di rivitalizzazione dell'Amiga come PC contemporaneo?
          • MandarX scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Sin da quando a 7 anni ho avuto il
            Commodore64 ne ho sempre fatto un uso creativo,
            A 8 anni
            presi in mano quello strano manualetto ad anelli
            con strani comandi e mi sono avvicinato alla
            programmazione basic COL 64????? scherzo!evviva lo spectrum
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato


            COL 64?????


            scherzo!

            evviva lo spectrumLo spectrum... Invidiavo le istruzioni basic più avanzate, ma per il resto non c'era trippa per gatti!!! AAAAAAAAHAHAHAHAHAHAHAHHAHA!!! @^ @^ @^ @^ @^ ;) ;) ;) ;)TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da: TADsince1995




            COL 64?????





            scherzo!



            evviva lo spectrum

            Lo spectrum... Invidiavo le istruzioni basic più
            avanzate, ma per il resto non c'era trippa per
            gatti!!! AAAAAAAAHAHAHAHAHAHAHAHHAHA!!! @^ @^ @^Specie quando gli si sbiadivano le lettere sui tasti di gomma della tastiera, o peggio letteralmente si squagliavano perché i progettisti lo avevano voluto con l'alimentatore integrato.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Specie quando gli si sbiadivano le lettere sui
            tasti di gomma della tastiera, o peggio
            letteralmente si squagliavano perché i
            progettisti lo avevano voluto con l'alimentatore
            integrato.A me dello spectrum non è mai piaciuta la grafica "monocromatica a blocchi", meglio la risoluzione orizzontale dimezzata, ma multicolore del mitico VICII!TAD
          • MandarX scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            a me del 64 non piaceva la grafica cubettosahttp://www.alfonsomartone.itb.it/xiuypi.htmlhttp://www.alfonsomartone.itb.it/rqftcg.html
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da: MandarX
            a me del 64 non piaceva la grafica cubettosa

            http://www.alfonsomartone.itb.it/xiuypi.html
            http://www.alfonsomartone.itb.it/rqftcg.htmlGRANDIOSO!!! Ci vorrebbe una pagina simile per l'altra grande battaglia AMIGA vs PC!!! :D :D :DDio che tempi... La cosa buffa è che in questo oggi non è cambiato nulla, la battaglia di oggi è Linux vs Windows vs Macintosh...TAD
          • MandarX scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Specie quando gli si sbiadivano le lettere sui
            tasti di gomma della tastiera, o peggio
            letteralmente si squagliavano perché i
            progettisti lo avevano voluto con l'alimentatore
            integrato.ma che dici???lo spectrum non aveva l'alimentatore integrato
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da: MandarX

            Specie quando gli si sbiadivano le lettere sui

            tasti di gomma della tastiera, o peggio

            letteralmente si squagliavano perché i

            progettisti lo avevano voluto con l'alimentatore

            integrato.

            ma che dici???

            lo spectrum non aveva l'alimentatore integrato
            Ma allora scaldava di suo fino alla squagliamento dei tasti di gomma?
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato


            lo spectrum non aveva l'alimentatore integrato
            Ma allora scaldava di suo fino alla squagliamento
            dei tasti di
            gomma?mai sentita una cosa del genere
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:


            lo spectrum non aveva l'alimentatore integrato


            Ma allora scaldava di suo fino alla
            squagliamento

            dei tasti di

            gomma?

            mai sentita una cosa del genere Vista coi miei occhi purtroppo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            lo spectrum non aveva l'alimentatore



            integrato


            Ma allora scaldava di suo fino alla


            squagliamento dei tasti di gomma?

            mai sentita una cosa del genere
            Vista coi miei occhi purtroppo...Mai come un Texas 99/4A, con la sua plastica a memoria di forma :| Che ci affondavo i soldatini di piombo, e dopo un po' raffreddandosi la superfice tornava liscia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Poi un giorno comprai il PC e tutto divenne piatto, tutto uguale, i computer cominciavano a bloccarsi, il loro funzionamento interno veniva sempre più occultato, nei negozi non vendevano più prodotti per la creatività personale come AMOS, ma antivirus, antidialer, antispyware, antipopup... Hai dimenticato le guru meditation e i dilaganti virus per amiga?
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Hai dimenticato le guru meditation e i dilaganti
            virus per
            amiga?Le guru meditation c'erano se il programma aveva qualche bug, il SO non era ancora in grado di intercettare i blocchi di sistema (c'erano i recoverable alert, ma erano un illusione, il sistema era compromesso) per il resto il sistema operativo di amiga era perfetto.Poi se su amiga i virus erano "dilaganti" su Windows allora cosa sono? La piaga dell'umanità?E poi io tutti sti virus non li ho mai visti, principalmente erano virus su boot sector e l'unico che ricordo era il "lamer exterminator"...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da: TADsince1995
            Sin da quando a 7 anni ho avuto il
            Commodore64 ne ho sempre fatto un uso creativo,che racconto strappalacrime...
            mi sono sempre domandato come funzionasse il
            tutto dentro quello scatolo magico. A 8 anni
            presi in mano quello strano manualetto ad anelli
            con strani comandi e mi sono avvicinato alla
            programmazione basic, un giorno una mongolfiera
            magica cominciò a volteggiare sul mio televisore
            dopo mezz'ora di digitazione e capii cosa volevo
            fare nella mia
            vita.L'hai trovato almeno l'errore in quel listato?(sì c'era un errore e io me ne accorsi e lo corressi).
            A 10 anni scrivevo i miei primi giochini con la
            grafica bitmap. A 11 anni ho comprato l'amiga e
            ho ripreso la mia produttività amatoriale spinta
            dall'irrefrenabile curiosità di conoscere ogni
            dettaglio. A 15 anni imparai l'assembly 68000, e
            a pilotare i chipset dell'Amiga ECS e AGA, la
            cosa più divertente che abbia mai fatto con un
            computer in tutta la mia
            vita.Io ho partecipato alla demoscene, per la precisione al party '92, con discreti risultati.
            Tutto era stimolante, curioso, appassionante, nei
            negozi di computer ti vendevano AMOS AMOS:amiga=VB:PC... se ne deduce che oggi saresti un amante di VB.
            non l'antivirus...E il 'Saddam' impazzava nei boot block di metà dei floppy disk di Amiga...
            Poi un giorno comprai il PC e tutto divenne
            piatto, tutto uguale, i computer cominciavano a
            bloccarsi, il loro funzionamento interno veniva
            sempre più occultato, nei negozi non vendevano
            più prodotti per la creatività personale come
            AMOS
            ma antivirus, antidialer, antispyware,No, infatti.Ometti qualche decina di migliaia di utility, programmi professionali, didattici, strumenti, applicazione multimediali, ....Ma sì.Omettiamole pure. In fondo invaliderebbero il tuo messaggio struggente...
            antipopup...Vai di fretta, l'antipopup sarebbe uscito almeno 6/7 anni più tardi.
            Il manuale in dotazione si trasformò
            da uno splendido manuale sul sistema operativo e
            sulla sua programmazione in uno squallido
            opuscoletto colorato di 10 pagine con su scritta
            l'EULA e la scritta "grazie di aver SCELTO
            Windows".Dimmi se il manuale di Amiga ti spiegava l'assembler (e non mentire, ne ho due)
            Sì, forse rispetto a prima l'utilizzo che faccio
            del computer si è intristito, ma non per colpa
            mia. Eccerto, tu volevi continuare a giocare senza crescere mai.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato

            Nei 'data' c'era un numero sbagliato che dava
            origine a due pixel fuori
            posto.Gulp! Devo andare a controllare!!! Quale?1 REM UP, UP, AND AWAY5 PRINT "(CLR/HOME)"10 V = 53248 : REM START OF DISPLAY CHIP11 POKE V + 21,4 : REM ENABLE SPRITE 212 POKE 2042,13 : REM SPRITE 2 DATA FROM BLOCK 1320 FOR N = 0 TO 62 : READ Q : POKE 832+N,Q : NEXT30 FOR X = 0 TO 20040 POKE V + 4,X : REM UPDATE X COORDINATES50 POKE V + 5,X : REM UPDATE Y COORDINATES60 NEXT X70 GOTO 30200 DATA 0,127,0,1,255,192,3,255,224,3,231,224210 DATA 7,217,240,7,223,240,7,217,240,3,231,224220 DATA 3,255,224,3,255,224,2,255,160,1,127,64230 DATA 1,62,64,0,156,128,0,156,128,0,73,0,0,73,0240 DATA 0,62,0,0,62,0,0,62,0,0,28,0[img]http://www.lemon64.com/manual/manual/images/sprite_baloon.gif[/img]
            Ma non riesci a capire che è cambiato il mondo?
            Ieri si giocava/smanettava.
            Oggi TUTTI lavoriamo con un PC.Sì, è qui il fulcro della situazione. Il PC è diventato uno strumento general purpose...
            E quasi tutti ci svaghiamo con un PC.Senza dubbio.
            E ovvio che cambi l'approcio alla vendita del PC,
            il manuale
            ecc...Questo è opinabile.
            Lol, io ci campo usando anche con VB.
            Non me ne vergogno, perchè le mia applicazioni
            funzionano, esattamente come funzionavano su
            Amiga.
            Un programma che non funziona nel 99.9% dei casi
            non dipende dal linguaggio di
            programmazione.Sacrosanto. Però sono della convinzione che un linguaggio più rigido come java forzi il programmatore a scrivere codice migliore e codice migliore significa programmi più facilmente estensibili e manutenibili. L'anarchia del VB favorisce solo chi ha la fretta di consegnare il gestionale il prima possibile.
            Era leeeeento.Sì, era lentissimo, essendo un linguaggio interpretato. Meno male che poi uscirono i vari "compiler" che miglioravano drasticamente la situazione! Era emozionante vedere i tuoi giochi girare anche 3 o 4 volte più veloci.
            Disassemblai qualche pezzo per vedere il codice
            prodotto...Ora è open source sul sito di clickteam:http://www.clickteam.com/English/download_section.php?PID=2&SID=5&Sname=Main+Download
            alla fin della fiera, oggi hai molta
            più libertà con VB (usando le API
            ovviamente)Ah beh, è chiaro. All'epoca era tutto dimensionato per l'amiga, il concetto di libreria esterna era un'eccezione.
            Il saddam era cattivo cattivo e non era l'unico
            Se pensi che per trasferirsi doveva sfruttare il
            passaggio di mano dei floppy (visto che non
            c'enrano HD nè internet) era una piaga
            :)Già, che velocità!!!
            Oggi il manuale dell'hardware, giustamente, te lo
            danno con la scheda madre e con le singole
            periferiche.Questo è ovvio perchè i pc sono componenti attaccati fra di loro, non più integrati come ai tempi di amiga.
            Quanto a quello operativo, accendi windows e
            premi F1
            :)
            Oppure compri un libro da duemila pagine.
            Oppure vai su internet e leggi un tutorial.Sì sì, non manca la documentazione... Ma lo sviluppare qualcosa già richiede acquisto di software e documentazione esterni.
            Beh, ovvio, ero giovane e conoscevo molte più
            ragazze di oggi
            :PAAHAHAH! :D :D :D Beh, da questo punto di vista oggi mi trovo mooolto meglio!
            Guarda... a me non interessa che sia merito di MS
            o Commodore, ma oggi, miliardi di persone possono
            usare internet e comprendere la realtà meglio di
            quanto potessero fare
            prima.Per carità, la diffusione e l'accessibilità delle informazioni è la cosa più bella degli ultimi anni. Solo che proprio non mi va giù che non si dia a cesare quello che è di cesare...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            Bravo, quoto e straquoto.

            Tad, da come scrivi sembra che fai un uso molto
            triste e noioso del tuo
            computer...commento molto profondo e ben argomentato
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          Ma ce li metti in conto i 4700 virus, i migliaia di zombie, i miliardi di $$ rubati col phishing, quelli spesi per crash, problemi, reinstallazioni?Io preferirei meno utenti ma più skillati e consapevoli che cani e porci.IRC si è riempito di maniaci, lumaconi bavosi, e sbroff frustrati.Per non parlare di furbi truffatori e delinquenti che hanno obbligato migliaia di provider a chiudere le numerose risorse gratuite che c'erano prima su Internet.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            Io preferirei meno utenti ma più skillati e
            consapevoli che cani e
            porci.Anche io.Anzi preferirei averlo solo io il PC.Tutti gli altri non sono all'altezza.Voi per primi.
        • MandarX scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato

          Se al giorno d'oggi ci sono incidenti mortali
          dove perdono la vita moltissime persone, se ci
          sono code chilometriche in autostrada e sulle
          tangenziali, se tutti perdono tempo per
          parcheggiare e spendono un pacco di soldi in
          benzina è solo colpa di Henry
          Ford.se gli incidenti sono solo fra le Ford direi di si
          Non dev'esser necessario sapere cos'è il BIOS
          per poter fare il bilancio
          familiare, chattare con lo zio d'Australia e
          farci giocare il
          figlio.si ma sapere cos'è un virus, antivirus, firewall ecc sigli utenti che non conoscono queste cose continuano a spendere tantissimi soldi portando i loro scatoloni buggati con windows dal negoziante e farsi rimuovere virus e malware
          E' un elettrodomestico: lo accendo, lo uso, lo
          spengo.quello che faccio sempre col mac!
          Se poi uno non sa o non vuole usare questi nuovi
          strumenti non vuol dire che i pc di oggi siano
          meno "creativi e
          speciali".non confondiamo l'hardware col software
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          - Scritto da: Nabla



          Questa è una diffusa leggenda popolare...



          Seppur è vero è che Windows ha il pregio di

          essere a prova di idiota, ti ricordo che prima

          ancora che MS facesse Windows c'era la
          commodore,

          la sinclair, l'atari...


          Anche Ford non ha inventato l'automobile e non è
          stato il primo a diffonderla sul mercato... ma è
          stato il primo a diffonderla su larga scala
          innescando un meccanismo di ricerca e innovazione
          che l'hanno resa comoda e accessibile com'è
          oggi

          No eh...infatti il sistema di produzione Taylorista/fordista con la catena di montaggio non ha permesso di diffondere il modello T e i seguenti sul mercato in maniera determinante, no ehquanto all'evoluzione...quella è dovuta al tempo per cui non ha senso pretendere che le prima auto fossero comodissima, come non lo era la ferrovia.






          LORO portarono l'informatica nelle case... Gates

          ha solo fatto in modo che la gente vedesse il PC

          alla stregua di un videoregistratore o un

          tostapane, l'ha trasformata in un puro fenomeno

          di

          consumo.


          Il che permise ad Intel di passare in 11-12 anni
          dal Pentium 90MHz che sbagliava i calcoli in
          floating point ai processori che ci sono
          oggi.
          ci sarebbe passata ugualmente anche se ci fosse stato cippalippaOS.
          Il formato betamax e i mini-cd non hanno avuto lo
          stesso sviluppo perchè non si sono diffusi a
          macchia d'olio come il VHS e i
          CD.
          e che c'azzecca come esempio se lo usi per dimostrare che senza win non ci sarebbe stata evoluzione tecnologica?
          Diffusione = svuluppo e innovazione
          per cui se al posto di win ci fosse cippalippaOS staremmo allo stesso punto se non più avanti ancora
          Lo stesso vale (purtroppo) per le malattie
          rare... pochi ce le hanno e quasi nessuno ha
          interesse a fare ricerca su questi
          morbi.

          infatti la ricerca su cancro e su sclerosi multipla che coso più rare del raffreddore non esiste.ma tutti esempi calzanti eh

          Se oggi esistono decine di migliaia di virus,

          aziende che speculano sui virus, danni
          miliardari

          causati dai virus, sistemi operativi che

          richiedono Giga di ram e Ghz di processore per

          funzionare obbligando a continue spese di

          aggiornamento HW, formati chiusi e proprietari

          che legano gli utenti e gli stati a una e una

          sola piattaforma, se tra poco i pc saranno

          blindati e si potrà fare solo quello che
          deciderà

          Microsoft per te è proprio merito

          suo.


          Se al giorno d'oggi ci sono incidenti mortali
          dove perdono la vita moltissime persone, se ci
          sono code chilometriche in autostrada e sulle
          tangenziali, se tutti perdono tempo per
          parcheggiare e spendono un pacco di soldi in
          benzina è solo colpa di Henry
          Ford.
          e già che ci sei perché non dai la colpa agli inglesi che non hanno saputo imporre la ferrovia come unico mezzo di trasporto?sei veramente un superficialotto inaudito





          Se prima i computer li vendevano nei negozi di

          computer e oggi li trovi nei supermarket (con

          conseguente sprofondare dell'idea che la gente
          ha

          del computer) è proprio grazie a

          lui.


          Molto meglio l'idea di un pc visto come scatolone
          magico che semplifica la vita che non un'idea
          elitaria di un oggetto per pochi
          eletti.
          a parte la stolta butade....lo scatolotto con win non semplifica sempre la vita...da questo punto è più utile il salvavita beghelli
          Non dev'esser necessario sapere cos'è il BIOS o
          un while loop per poter fare il bilancio
          familiare, chattare con lo zio d'Australia e
          farci giocare il
          figlio.quid?non serve neppure un auto super accessoriata e ultramoderna per andare al lavoro se per quello...tanto per restare in tema dei tuoi esempi poco pertinenti
          Come non dev'essere necessario sapere la
          termodinamica e il calcolo a fatica sui
          cuscinetti a sfera per poter andare a fare la
          spesa in
          centro.
          altro esempio che non c'entra na mazza....suppongo che sia più importante quanto dici tu rispetto al fatto di sapere come configurare uno strumento informatico o cambiare la sequenza di boot dal bios.
          ...o scomodare Linde prima di usare un frigorifero
          ...o Maxwell prima di accendere un forno a
          microonde.
          ...o Marconi prima di ascoltare radio 105

          E' un elettrodomestico: lo accendo, lo uso, lo
          spengo.

          lo fai anche col tuo cervello?




          Se oggi un ragazzino che si è letto Visual Basic

          for Dummies si autoproclama "programmatore di

          computer" è proprio grazie a

          lui.




          E' pur sempre cultura... eppoi son cavoli suoi se
          non sa manco cosa sia un programma ricorsivo... e
          cavolacci dell'imprenditore che lo assume se non
          sa distinguere tra un sedicente programmatore e
          uno
          sveglio.
          un po come distinguere tra uno che scrive post sconclusionati (TU) e uno che li scrive sensati (LUI)



          Una volta ho letto in un newsgroup una frase

          meravigliosa:





          i computer di una volta facevano ognuno

          qualcosa di speciale, quelli

          di

          oggi fanno tutti le stesse cose



          Rendete grazie a Bill Gates.



          TAD


          I Pc di oggi fanno cosa impensabili per i
          computer di 10 anni
          fa.e che c'entra? anche mio cugino oggi a 15 anni fa cose allucinanti rispetto a quando ne aveva 5...si chiama evoluzione
          Computer grafica, simulazione, analisi FEM, etc,
          etc

          Cose rese possibili solo dalla ricerca
          sull'hardware a sua volta sostenuta dalla
          diffusione del pc su larga
          scala.
          infatti i grandi centri di calcolo rientrano in questa considerazione eh.
          Se poi uno non sa o non vuole usare questi nuovi
          strumenti non vuol dire che i pc di oggi siano
          meno "creativi e
          speciali".
          ma che c'entra?
          Se volete un esempio pratico andate su
          http://www.nextlimit.com e guardatevi Maxwell
          render e RealFlow... creatività e genio
          impensabili fino a 10 anni
          fa.
          a te sfugge un particolare...la variabile tempo.
          Nabla
          blablablablabla
          • Nabla scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            Ti do ragione... sono uno senza intelligenza
            No eh...infatti il sistema di produzione
            Taylorista/fordista con la catena di montaggio
            non ha permesso di diffondere il modello T e i
            seguenti sul mercato in maniera determinante, no
            Eh... quindi la produzione "artigianale" automobilistica pre-Ford avrebbe consentito di diffondere l'automobile negli USA...

            quanto all'evoluzione...quella è dovuta al tempo
            per cui non ha senso pretendere che le prima auto
            fossero comodissima, come non lo era la
            ferrovia.
            Qui non si sta parlando dell'evoluzione naturale ma di quello che influenza tale evoluzione (che la accelera o la frena).Un esempio un pò cinico: la guerra è un potentissimo motore di sviluppo.Basta vedere come erano aerei prima e dopo la Seconda Guerra mondiale per accorgersi dell'incredibile salto evolutivo che c'è stato.Pensare che in tempi di pace l'aeronautica potesse fare tali balzi in avanti è da ingenui... per cui (piaccia o meno) la guerra è stato un motore per ricerca e sviluppo.

            Il che permise ad Intel di passare in 11-12 anni

            dal Pentium 90MHz che sbagliava i calcoli in

            floating point ai processori che ci sono

            oggi.



            ci sarebbe passata ugualmente anche se ci fosse
            stato
            cippalippaOS.
            ...ma con gli stessi tempi ??

            e che c'azzecca come esempio se lo usi per
            dimostrare che senza win non ci sarebbe stata
            evoluzione
            tecnologica?
            Certo che ci sarebbe stata evoluzione tecnologica... ci mancherebbe... ma NON con gli stessi ritmi: la diffusione di massa dei Pc ha portato a uno sviluppo difficilmente attuabile nel caso di computer "per pochi eletti"


            Diffusione = svuluppo e innovazione



            per cui se al posto di win ci fosse cippalippaOS
            staremmo allo stesso punto se non più avanti
            ancora
            Non conosco questo cippalippaOS ...MAWindows è a prova di idioti (Unix no) -
            molti idioti possono usarlo -
            diffusione di massa -
            sviluppo tecnologico

            infatti la ricerca su cancro e su sclerosi
            multipla che coso più rare del raffreddore non
            esiste.
            http://www.ministerosalute.it/assistenza/malattierare/malattierare.jspCancro e sclerosi NON sono malattie rare... la sindrome di Aarskog-Scott si
            ma tutti esempi calzanti eh
            Eh..

            Se al giorno d'oggi ci sono incidenti mortali

            dove perdono la vita moltissime persone, se ci

            sono code chilometriche in autostrada e sulle

            tangenziali, se tutti perdono tempo per

            parcheggiare e spendono un pacco di soldi in

            benzina è solo colpa di Henry

            Ford.



            e già che ci sei perché non dai la colpa agli
            inglesi che non hanno saputo imporre la ferrovia
            come unico mezzo di
            trasporto?

            sei veramente un superficialotto inaudito
            http://it.wikipedia.org/wiki/Ironia



            Molto meglio l'idea di un pc visto come
            scatolone

            magico che semplifica la vita che non un'idea

            elitaria di un oggetto per pochi

            eletti.



            a parte la stolta butade....lo scatolotto con win
            non semplifica sempre la vita...da questo punto è
            più utile il salvavita
            beghelli
            Il fatto che così tante persone lo usino al lavoro e a casa vuol dire che ne traggono un vantaggio... non siamo uno mondo di masochisti per cui vuol dire che i benefici son maggiori degli svantaggi.[si scrive BOUTADE]


            Non dev'esser necessario sapere cos'è il BIOS o

            un while loop per poter fare il bilancio

            familiare, chattare con lo zio d'Australia e

            farci giocare il

            figlio.

            quid?Lascia perdere col latinorum (R. Tramaglino)
            non serve neppure un auto super accessoriata e
            ultramoderna per andare al lavoro se per
            quello...tanto per restare in tema dei tuoi
            esempi poco
            pertinenti
            Leggi sotto sulla termodinamica e la rottura a fatica... così l'esempio ti sarà più chiaro


            Come non dev'essere necessario sapere la

            termodinamica e il calcolo a fatica sui

            cuscinetti a sfera per poter andare a fare la

            spesa in

            centro.



            altro esempio che non c'entra na
            mazza....suppongo che sia più importante quanto
            dici tu rispetto al fatto di sapere come
            configurare uno strumento informatico o cambiare
            la sequenza di boot dal
            bios.
            Qualcuno ti ha mai chiesto di intervenire sul firmware della centralina dell'automobile per poter andare in centro ?No, non sei tenuto a farlo perchè gli scopi dell'automobile sono altri.Come non sei tenuto a modificare il BIOS di un pc o saper configurare una LAN aziendale per poter fare un bilancio familiare su Excel.

            E' un elettrodomestico: lo accendo, lo uso, lo

            spengo.

            lo fai anche col tuo cervello?
            Eh..

            un po come distinguere tra uno che scrive post
            sconclusionati (TU) e uno che li scrive sensati
            (LUI)
            Eh..

            I Pc di oggi fanno cosa impensabili per i

            computer di 10 anni

            fa.


            e che c'entra? anche mio cugino oggi a 15 anni fa
            cose allucinanti rispetto a quando ne aveva
            5...si chiama
            evoluzione
            Già ma tale evoluzione non avviene per Grazia divina... non scende dal cielo ma ci sono fattori che la determinano....altrimenti come spieghi l'immobilismo tecnologico del Medioevo ?La diffusione capillare dei pc è stato un potentissimo motore di sviluppo (enorme potenza di calcolo a basso costo) che non ha riguardato il solo settore dell'informatica.


            Computer grafica, simulazione, analisi FEM, etc,

            etc



            Cose rese possibili solo dalla ricerca

            sull'hardware a sua volta sostenuta dalla

            diffusione del pc su larga

            scala.



            infatti i grandi centri di calcolo rientrano in
            questa considerazione
            eh.

            Eh... non ho capito cosa c'entrano i grandi centri di calcolo


            Se poi uno non sa o non vuole usare questi nuovi

            strumenti non vuol dire che i pc di oggi siano

            meno "creativi e

            speciali".



            ma che c'entra?
            TAD sosteneva che i PC odierni sono meno "speciali e creativi"... io ritengo che siano PIU' speciali e PIU' creativi

            a te sfugge un particolare...la variabile tempo.Tu sostieni che:Evoluzione = F(t)Io sostengo che:Evoluzione = F(t,x,y,z)


            Nabla



            blablablablablaEh..Nabla-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 13.05-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da: Nabla
            Ti do ragione... sono uno senza intelligenzaCi sono 2 possibilita':1) Ci credi, ma gli parli, dimostrando di avere meno intelligenza di lui.2) Insulti gratuitamente quando non sei in grado di esprimere i tuoi concetti (se ne hai).

            quanto all'evoluzione...quella è dovuta al

            tempo per cui non ha senso pretendere che

            le prima auto fossero comodissima, come non

            lo era la ferrovia.
            Qui non si sta parlando dell'evoluzione
            naturale ma di quello che influenza tale
            evoluzione (che la accelera o la frena).Notoriamente, che io sappia, in qualsiasi campo il monopolio e' un freno alla ricerca tecnologica.
            Un esempio un pò cinico: la guerra è un
            potentissimo motore di sviluppo.Un ottimo esempio di come piu' entita' in guerra tra loro fanno di tutto per prevaricarsi a livello tecnologico.


            Il che permise ad Intel di passare in


            11-12 anni dal Pentium 90MHz che sbagliava


            i calcoli in floating point ai processori


            che ci sono oggi.

            ci sarebbe passata ugualmente anche se ci

            fosse stato cippalippaOS.
            ...ma con gli stessi tempi ??Anche piu' rapidamente, visto che avrebbe potuto sentire piu' campane che utilizzavano i suoi processori a basso livello.

            e che c'azzecca come esempio se lo usi per

            dimostrare che senza win non ci sarebbe

            stata evoluzione tecnologica?
            Certo che ci sarebbe stata evoluzione
            tecnologica... ci mancherebbe... ma NON con
            gli stessi ritmi: la diffusione di massa dei
            Pc ha portato a uno sviluppo difficilmente
            attuabile nel caso di computer "per pochi
            eletti"L'Amiga e' stato il computer piu' venduto al mondo per 2 anni di seguito, record ancora imbattuto adesso da qualsiasi singola marca.L'evoluzione era sicuramente maggiore quando c'erano varie case che tentavano approcci diversi.


            Diffusione = svuluppo e innovazione

            per cui se al posto di win ci fosse

            cippalippaOS staremmo allo stesso punto se

            non più avanti ancora
            Non conosco questo cippalippaOS ...MA
            Windows è a prova di idioti (Unix no) -
            molti
            idioti possono usarlo -
            diffusione di massa
            -
            sviluppo tecnologicoAmiga era altrettanto a prova di idiota, non l'ha certo inventato Bill il concetto.
            TAD sosteneva che i PC odierni sono meno
            "speciali e creativi"... io ritengo che siano
            PIU' speciali e PIU' creativiNon possono esserlo, sono tutti uguali a se' stessi, senza interazione tra diversita' non c'e' creativita'.
          • Nabla scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            Bella risposta... chiara e ragionata.. fa persin piacere rispondere
            Ok, ma eà monopolista, questo secondo fa cadere
            lo stimolo alla ricerca, o almeno a rendere
            disponibile il risultato della ricerca al
            pubblico.
            Naturalmente e' una mia opinione, parliamone :)
            Adobe ha acquisito Macromedia poco tempo fa creando di fatto un monolite nella grafica 2DDiscreet (proprietaria di AudoCad e 3DStudio Max) ha acquisito di recente Alias (creatrice di Maya) creando un altro monolite nella CGINon mi sembra che nessuno si sia scandalizzato e non penso che tali aziende rinuncino a fornire prodotti migliori....anzi..

            In realtà anche sul piano tecnico MS non

            è così scarsa (per me vale la regola

            statistica che un'azienda di tale dimensioni

            non può essersi presa tutti i peggiori

            programmatori del mondo).

            Ok, ma un'azienda monopolista che interesse ha
            nel dare un prodotto veramente migliore del
            precedente, quando sa che non avendo concorrenti
            puo' far pagare miglioria per miglioria
            ?
            Ho detto la mia sopra

            Prendo Office come esempio:


            - attualmente è la suite da ufficio più

            diffusa

            - non è preinstallata nei pc

            - si paga cara e salata

            Ti ricordo che Office '97 si intallava con il
            seriale 1234.000000 (ricordi la battuta di balle
            spaziali ?), questo ha permesso che si
            diffondesse pirata in modo
            capillare.
            E sempre questo ha creato il meccanismo perverso
            per cui le aziende non devono formare il
            personale ma devono comprare
            office.I prodotti OpenSource non richiedono manco il seriale e sono liberamente scaricabili e usabili per cui non penso si possa parlare di pratica scorretta quella di mettere un seriale banale e piratabile.


            - è presente in quasi tutti gli uffici

            nonostante la concorrenza di StarOffice

            prima e di OpenOffice (gratuito) poi.

            Vero, ma sono venuti dopo che microsoft aveva
            creato il monopolio comprando i concorrenti.

            Anche qui non ci vedo nulla di male... ha comprato, mica rubato.Pure il mondo OpenSource fa incetta di codice creato da altri...e nessuno lo considera una pratica scorretta.

            Ok, pero' ricordiamoci di quello che ha fatto,
            perche' perdonare e' una cosa, dimenticare
            un'altra.
            Se non erro l'abuso di posizione dominante di limita ad Explorer...ma non ne sono sicurissimo.

            Non sono convinto di questo : Intel e AMD sono
            americane, percheà non ci sarebbe posto nel mondo
            per altre 2 aziende del genere
            ?Perchè il mercato delle CPU dovrebbe esser diviso tra 4 e non tra 2 = metà fatturato


            Scegli un'architettura che dia buoni

            risultati e poi la sviluppi.

            Ma come puoi decidere a priori qual e' quella
            giusta ? Sviluppi futuri potrebbero farti tornare
            indietro, approcci diversi che si sviluppino in
            parallelo potrebbero prendersi idee a
            vicenda.L'architettura x86 è troppo profondamente radicata per poter pensare di tornare indietro e svilupparne una nuova abbandonando completamente il passato

            Altro risultato: la rete elettrica US e quella

            europea non sono interconnesse perchè

            incompatibili.

            Appunto, il problema e' solo nella compatibilita'
            dei formati (cosa con cui microsoft ha molto
            giocato per ostacolare la
            concorrenza).
            Concordo... evviva OpenDocument
            Uno standard e' qualcosa che io posso salvare con
            il mio programma e passare a te che lo puoi
            leggere, con Office Microsoft ha impedito che
            chiunque potesse salvare in un formato che
            corrispondesse a questa
            descrizione.
            Questo secondo me e' giocare sporco e svavorire
            gli
            utenti.Vero... ma non è la sola ad aver utilizzato tale sistema e ti posso garantire che in campo industriale garantirsi il mercato dei ricambi creando pezzi "personalizzati" è una pratica comunissima.Un esempio su tutti: i produttori di stampanti guadagnano dalle vendite delle cartucce e non dalla vendita delle stampanti.


            Immagina che avessi dovuto fare una

            presentazione funzionante su 50 differenti

            OS...

            E' solo una questione di avere dei formati di
            esportazione / importazione
            comuni.
            Esatto... ma la troppa differenziazione non aiuta

            Ok, ma quando raggiungono certe posizioni
            penso che il sistema sarebbe autorizzato ad
            utilizzare metodi altrettanto poco ortodossi per
            rimetterle al suo
            posto.

            Non perche' mi e' antipatica Microsoft, ma
            come Al Capone e' arrivata in quella
            posizione usando i metodi sbagliati.Povero Bill... non ha mai ammazzato nessuno


            I CEO devono avere un pelo così e vendere più

            degli altri a qualsiasi

            costo.

            A qualsiasi costo e' giusto secondo te ?No, ma non è una prerogativa di MS avere una politica aggressiva... aziende ti tali dimensioni di certo non possono essere dei "giganti buoni" come la vecchia IBMNabla
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            Sono d'accordo con te, ma c'è una cosa che hai detto che non mi giù:
            Già ma tale evoluzione non avviene per Grazia
            divina... non scende dal cielo ma ci sono fattori
            che la determinano....altrimenti come spieghi
            l'immobilismo tecnologico del Medioevo ?Immobilismo tecnologico?1) giogo per il cavalo2) la sella che oggi conosci è un'evoluzione mediovale di quella usata dai barbari3) campi a maggese4) Occhiali e lenti e potrei andare avanti per un bel po'! Il medioevo non è stato un periodo di immobilismo tutt'altro. Se la maggiorparte di quello che loro inventavono ora a te sembra inutile, per loro era la vita!
          • Nabla scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:
            Sono d'accordo con te, ma c'è una cosa che hai
            detto che non mi
            giù:


            Già ma tale evoluzione non avviene per Grazia

            divina... non scende dal cielo ma ci sono
            fattori
            che la determinano....altrimenti come
            spieghi
            l'immobilismo tecnologico del Medioevo
            ?

            Immobilismo tecnologico?
            1) giogo per il cavalo
            2) la sella che oggi conosci è un'evoluzione
            mediovale di quella usata dai
            barbari
            3) campi a maggese
            4) Occhiali e lenti
            e potrei andare avanti per un bel po'! Il
            medioevo non è stato un periodo di immobilismo
            tutt'altro. Se la maggiorparte di quello che loro
            inventavono ora a te sembra inutile, per loro era
            la
            vita!Forse ho estremizzato il concetto per far capire il progresso non è solo funzione del tempo ma anche di altri fattori.Nel Medioevo il progresso non s'è fermato ma è innegabile che la "curva di sviluppo tecnologico" ha subito un brusco rallentamento dopo l'impero romano e prima dell'Illuminismo.Nabla
      • misterz scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato


        Seppur è vero è che Windows ha il pregio di
        essere a prova di idiota, ti ricordo che prima
        ancora che MS facesse Windows c'era la commodore,
        la sinclair, l'atari...


        LORO portarono l'informatica nelle case... Gates
        ha solo fatto in modo che la gente vedesse il PC
        alla stregua di un videoregistratore o un
        tostapane, l'ha trasformata in un puro fenomeno
        di
        consumo.
        Quoto in ogni tuo Byte... hehheheh eh.. Quando quelli che avevamo in casa si chiamavano HOME COMPUTERS (Vic20, C64/128) partivi con quella di dover imparare comunque un linguaggio nuovo, e la velocità del computer, era quella della tua testa: quante più cose riuscivi a fare in meno istruzioni, più era veloce. Oggi, come hai detto tu, un pò di visual basic, e sei sistemista... ignaro pertanto delle conseguenze delle tue azioni!Altra cosa è la diffusione della tecnologia... quella deve essere per tutti, e possibilmente far pesare la sua presenza il meno possibile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 07.29-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato
        - Scritto da: TADsince1995


        Se oggi un ragazzino che si è letto Visual Basic
        for Dummies si autoproclama "programmatore di
        computer" è proprio grazie a
        lui.e cosa c'è di orrendo in tutto ciò? hai paura che qualcuno metta il tuo talento java allo stesso loro livello?

        Una volta ho letto in un newsgroup una frase
        meravigliosa:


        i computer di una volta facevano ognuno
        qualcosa di speciale, quelli
        di
        oggi fanno tutti le stesse cose

        Rendete grazie a Bill Gates.

        TADimho sei solo un malinconico nosalgico di un'era che nemmeno hai vissuto, se non di striscio come giocatore di commodore ;)ma finiscila va... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          e questi si che sono argomenti consistenti...
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato

          e cosa c'è di orrendo in tutto ciò? hai paura che
          qualcuno metta il tuo talento java allo stesso
          loro
          livello?Se qualcuno lo fa vuol dire che non capisce la differenza. A quel punto non mi interessa lavorare per lui.
          imho sei solo un malinconico nosalgico di un'era
          che nemmeno hai vissuto, se non di striscio come
          giocatore di commodore
          ;)Che io sia un malinconico notalgico è, ahimè, vero... Ma ti assicuro che non l'ho vissuta di striscio, l'ho solo vissuta a un età inferiore all'età media di chi ha vissuto quell'epoca. Anzi, ringrazio chi mi ha messo in mano un computer a 6 anni e mi ha permesso di vivere quei tempi meravigliosi, che io oggi ricordo con magia.Se non ci credi, posso mandarti gli scan delle copertine delle cassettine datate 1986 e dei numeri di supercommodore64 datati 1987. ;)Delle fotocopie del manuale del 6510 del commodore. Dei quaderni dove facevo la conversione bitmap -
          decimale degli sprite disegnati a mano nei quadretti e inseriti in centinaia di istruzioni "data". Dei miei appunti sul mitico corso assembly 68k di randy. Vai a vedere i talent scout dei numeri di TGM del 94/95... Dai un'occhiata su aminet qui:http://aminet.back2roots.org/pub/aminet/demo/mag/Infamia00.lhahttp://aminet.back2roots.org/pub/aminet/demo/mag/Infamia01.lhahttp://uk.aminet.net/demo/sp96/XZN-Energie.lhaPuoi farli girare con un emulatore amiga. Puro assembly 68000 a 15 anni. Di recente ho acquistato il famoso xa1541 per fare il dump dei miei floppini con i giochi in basic datati 1989, se vuoi ti mando i d64.
          ma finiscila va... :)Riesce difficile dimenticare l'infanzia... :)TADP.S: Sia B-E-N-I-N-T-E-S-O, con quanto sopra non ho voluto fare lo spaccone, semplicemente rispondere con qualche dato a chi ha, scherzosamente, messo in dubbio quello che scrivevo. Come me e meglio di me ce ne sono stati tantissimi che hanno avuto lo stesso "imprinting"...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 giugno 2006 11.45-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato
        e NON scordiamoci i soldi che ha fatto spendere Win per il bug dell'anno 2000!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato
          - Scritto da:
          e NON scordiamoci i soldi che ha fatto spendere
          Win per il bug dell'anno
          2000!!!L'unico SO a richiedere patch... :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Gates ci ha indovinato

          e NON scordiamoci i soldi che ha fatto spendere
          Win per il bug dell'anno 2000!!!c'è gente che in tre mesi si è comprato un appartamento col bug 2k ! allora, mancandoalternative, sembrava tutto normale
          • Anonimo scrive:
            Re: Gates ci ha indovinato
            - Scritto da:

            e NON scordiamoci i soldi che ha fatto spendere

            Win per il bug dell'anno
            2000!!!

            c'è gente che in tre mesi si è comprato un
            appartamento col bug 2k ! allora,
            mancando
            alternative, sembrava tutto normalea te forse sembrava tutto normale
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates ci ha indovinato

        Se prima i computer li vendevano nei negozi di
        computer e oggi li trovi nei supermarket (con
        conseguente sprofondare dell'idea che la gente ha
        del computer) è proprio grazie a
        lui.
        Se è per questo nei supermarket iniziano a vedersi anche i MAC e ***ATTENZIONE*** I PRIMI LINUX!!!! Come mai?Aggiungo che sinceramente penso che se fosse per linux di pc nelle case se ne vedrebbero ben pochi.
    • Anonimo scrive:
      Gates ci ha donato gli zombie
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1334790http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1304622http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1203392http://punto-informatico.it/p.aspx?id=573554
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.Questo e' innegabile..
    • MandarX scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato

      ...rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.straLOL
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.Ma non dire cavolate ! Lavori per Gates e lisci il pelo al tuo capo ? Gates ha solo trafugato i prodotti altrui come il processo contro il DoJ ha dimostrato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates ci ha indovinato
      - Scritto da:
      ha portato l'informatica nelle case, ha
      avvicinato la gente all'informatica rendendo
      sempre più semplice l'uso del pc anche a chi non
      ha alcuna conoscenza in
      materia.
      Se oggi abbiamo un pc in ogni casa il merito è
      soprattutto
      suo.io mi ricordo cosa faceva un mio amico col suo Amiga ed io col DOS sull'8086. Ma mi ricordo anche cosa faceva un altro amico col Mac. Io per fare tutto cio'che facevano loro ho dovuto aspettare che passassero altri 5/7 anni e che l'8086 diventasse almeno un 486.
Chiudi i commenti