USA, il satellite mette all'angolo il radar

Le autorità di controllo sull'aviazione civile statunitense sono pronte a pensionare i radar di rilevamento. Si farà tutto attraverso i molti occhi dei satelliti

Roma – Si chiama NextGen ma più che riguardare le home console videoludiche rappresenta il tentativo di finalizzare “una trasformazione ad ampio spettro dell’intero sistema nazionale di trasporto aereo” negli Stati Uniti. Un piano dal costo stimato di 20 miliardi di dollari, e che ha ottenuto il primo via libera in questi giorni con l’autorizzazione da parte della Federal Aviation Administration (FAA) dell’ installazione di un sistema satellitare di controllo dei voli .

Chiamato Automatic Dependent Surveillance Broadcast (ADS-B), il nuovo network permetterà ai controllori di tenere traccia particolareggiata delle rotte aeree grazie all’uso di una rete di satelliti attualmente in orbita, riducendo idealmente a zero le possibilità di caos nei cieli o a terra come recentemente successo a causa del clamoroso crash di un semplice PC .

Con ADS-B l’avionica civile statunitense manda definitivamente in pensione il sistema di controllo aereo basato sui radar, una tecnologia risalente alla seconda guerra mondiale e che non dà più quelle garanzie di affidabilità richieste per tenere a bada l’esplosione del traffico aereo attuale e futuro . Dai 740 milioni di passeggeri dell’anno scorso, prevede la FAA, si passerà al miliardo del 2015 e ai due miliardi del 2025.

Il network satellitare di ADS-B garantisce una precisione dieci volte superiore alla tecnologia radar, e permette per la prima volta di trasmettere in contemporanea le informazioni sul traffico aereo sia alle torri di controllo che ai piloti . Come “bonus” ad aumentare l’affidabilità e la sicurezza dei voli, i suddetti piloti riceveranno aggiornamenti in tempo reale sulle condizioni meteorologiche in broadcasting direttamente dal National Weather Service .

ADS-B, a dirla tutta, ha sin qui prodotto anche qualche polemicasulla sua reale utilità , ma nonostante questo FAA è oramai decisa ad andare sino in fondo: in concomitanza con l’annuncio della luce verde per l’adozione del nuovo network, è stata commissionata l’installazione di 11 stazioni a terra in Florida , e il resto dovrebbe essere pronto entro il 2010.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Camilo Rocca scrive:
    Una tantum
    Una tantum significa "soltanto una volta", e non "ogni tanto" come mi sembra sia stato usato nel testo! Saluti e complimenti per il lavoro che fate.
  • LOL scrive:
    le profezie del passato
    "il personal computer semplifichera' la vita...""con l'informatizzazione il computer lavora al posto tuo..."
  • raptus scrive:
    meccanografica
    Si dice che i numeri sul braccio degli ebrei nei campi di concentramento nazisti fossero i codici meccanografici assegnati dai sistemi che la International Business Machine aveva venduto ai tedeschi.Chissà se già allora pensavano ai sistemi per "semplificare" la vita delle persone...
  • Billo Gateso & Linusso Torvaldis scrive:
    Ma che dici IBM!
    Il futuro sarà senza computers!
  • iole scrive:
    Orwell
    Leggere Orwell è per sempre, dovrebbe essere una lettura standard nelle scuole.Speriamo che la tecnologia del futuro sarà più Asimov-iana di Io Robot
  • Lex scrive:
    Speriamo di no
    Ce n'è una sola di queste che mi auspicherei seriamente di vedere realizzata nei prossimi cento anni: le centrali solari ovunque con rendimenti vicini al 100% (chiaramente impossibile da ottenere, ma basterebbe un 95%).Il genoma... già non han capito che la medicina chimica ti aiuta all'inizio ma ti incasina dopo (vedi tutte le terapie a lunga durata con qualunque farmaco, che hanno più controindicazioni che vantaggi, sinceramente tremo ogni volta che vedo scritto: teratogeno su un farmaco, siamo a livelli da guerra nucleare) figuriamoci se mettono in ballo farmaci genetici.La voce come comando del pc, sicuramente una bella idea, ma comunque dispendiosa, qualche tempo fa lessi una cosa simile riguardo ai touchscreen, che non venivano utilizzati per via dell'effetto "Gorilla Arm" (Jargon file) ovvero braccio da Gorilla, che distruggeva il dispositivo. Immaginatevi di dover dare comandi vocali tutto il giorno a una macchina.Preferisco di gran lunga gli studi sull'interpretazione del pensiero, almeno un giorno potrò pensare a cosa scrivere e la macchina lo farà. Chiaramente anche in questo caso potrebbe esserci come ricaduta un gran mal di testa a fine giornata.Lo shopping controllato? Comodo, ma come ci provo con la cassiera dei negozi? Beh, in effetti posso sempre ordinare taglie diverse ogni 5 minuti.La vita registrata su nastri/dischi/cubi/cristalli può essere simpatico, ma potrebbe finire come per l'elezione del presidente degli stati uniti: a 40 anni cerco un posto di lavoro e l'esaminatore va a controllare se a 15 anni mi sono mai fatto una canna e se è successo vuole che gli spieghi perché... (risposta: vatti a guardare i filmati correlati).Che dire, un bel volo di fantasia da parte di IBM.
Chiudi i commenti