USA, la net neutrality ammazzerà l'economia

Ad annunciarlo, uno studio a stelle e strisce. Che ha sottolineato come le voglie di neutralità della FCC possano avere un impatto negativo sull'occupazione e sugli investimenti nel broadband. Ma i dubbi fermentano

Roma – Si intitola Net Neutrality, Investment & Jobs ed è una recente analisi che ha puntato il dito verso gli obiettivi annunciati dalla Federal Communications Commission (FCC) statunitense. In pericolo sarebbe la stessa economia nazionale, potenzialmente destabilizzata dalle regole sulla cosiddetta neutralità della Rete.

Una profezia catastrofica per l’economia del paese a stelle e strisce, così svelata dallo studio pubblicato dallo New York Law School’s Advanced Communications Law & Policy Institute . Le mire di regolamentazione da parte della commissione guidata da Julius Genachowski potrebbero avere un impatto devastante tra il 2010 e il 2015 .

In particolare , i due autori dello studio hanno sottolineato come l’intera industria del wireless possa ritrovarsi ad affrontare una generale – e più che significativa – riduzione degli investimenti. Che a sua volta toglierà agli Stati Uniti circa 500mila posti di lavoro . Oltre a provocare un vuoto da 62 miliardi di dollari nel Prodotto Interno Lordo.

Una situazione ancora più grave se il calo negli investimenti passerà da un 10 per cento ad un più robusto 30 per cento. In quel caso sarebbero 600mila i posti di lavoro a rischio, con una perdita di circa 80 miliardi di dollari nel Gross Domestic Product (GDP) statunitense. Tutta colpa delle annunciate intenzioni di FCC , che vorrebbe riclassificare la componente di trasmissione dei servizi d’accesso al broadband come un più tradizionale servizio di telecomunicazione .

Ma quali sarebbero, per gli autori dello studio, i motivi alla base di questa catastrofe economica? In primis, le proposte avanzate da FCC andrebbero a bloccare qualsiasi partnership tra fornitori di contenuti, applicazioni e servizi. E finirebbero inoltre con l’ostacolare la possibilità dei vari provider di immaginarsi nuovi modelli ibridi di business , per far fruttare nello specifico la grande massa dei video su Internet.

C’è tuttavia chi ha osservato come Bret Swanson, uno dei due autori dello studio, sia in realtà un rappresentante degli interessi dei vari provider, in passato vicino alla telco AT&T. Ma soprattutto come le sue profezie risultino molto vicine alla prospettive apocalittiche raffigurate dalle major del disco sulla piaga del copyright. In fondo, FCC di regole concrete non ha ancora parlato.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Vega scrive:
    come volevasi dimostrare
    sempre più prodotti informatici per persone che non hanno la minima voglia di pensare.Jobs lo sa benissimo che il confronto tra Flash e HTML5 è impietoso ma vuole un regresso tecnologico, in modo che il suo app store non sia minacciato da applicazioni web in Flash.Semplice: ora che c'è Flash deve inventarsi il modo di tenerlo fuori dai browser dei suoi device mobile e caso strano non lo ha buttato fuori da MacOSX perchè non ha un app store pure per quello....
  • Profe di Itagliano scrive:
    Fortissimamente ?
    esiste questo termine ? verificare.
  • xxx scrive:
    Flashblock
    per me l'unico modo per navigare senza aspettare 2 minuti l'apertura di ogni pagina... flash mi va bene per applicativi, ma per il resto spero venga cancellato dal web...
  • Enjoy with iRuttolo scrive:
    another brick in the wall
    [img]http://www.sadanduseless.com/wp-content/uploads/2010/06/697.jpg[/img]
  • Snax scrive:
    HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
    Quando si parla di HTML5 sembra sempre che sarà il futuro e bla bla.. ma avete mai provato i demo?http://grigio.org/applicazioni_web_html5_vs_native_riflessioni_varieMettete insieme tutte queste funzionalità e ottenete una perfetta applicazione multipiattaforma che non avrà nulla da invidiare a Flash o quelle native.Le occasioni giustificate per usare una SDK nativa Android, iPhone, Ubuntu, Windows sono sempre meno
    • collione scrive:
      Re: HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
      si ma le performance?
      • Snax scrive:
        Re: HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
        CSS3 è accelerato in hw e con V8 javascript è ai livelli di un linguaggio interpretato (credo). Comunque se provi il demo di Quake su webgl vedrai che va incredibilmente bene.Ovviamente le "librerie pesanti" (webgl, v8,..) sono già compilate nel browser sul sistema ospitante
        • collione scrive:
          Re: HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
          però i test fatti dal tizio citato nell'articolo mostrano performance decisamente imbarazzanti
          • Nome e cognome scrive:
            Re: HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
            - Scritto da: collione
            però i test fatti dal tizio citato nell'articolo
            mostrano performance decisamente
            imbarazzantiIo su Mac OS X ti posso dire che guardando i video su YouTube attivando la modalità HTML5 (www.youtube.com/html5) consumo il 50% in meno di CPU rispetto a alla modalià standard Flash.Ovviamente se devi fare un'animazione che muove milioni di oggetti vettoriali sicuramente Flash è la soluzione più ottimizzata rispetto a HTML5 + CSS + JS, ma per questo si utilizzerà WebGL in futuro.
          • collione scrive:
            Re: HTML5 è già qui su Chrome e Firefox
            - Scritto da: Nome e cognome

            Ovviamente se devi fare un'animazione che muove
            milioni di oggetti vettoriali sicuramente Flash è
            la soluzione più ottimizzata rispetto a HTML5 +
            CSS + JS, ma per questo si utilizzerà WebGL in
            futuro.esattamente questo è il problematutto criticano flash perchè mangia risorse, ma poi html5 non è in grado di fare di meglio in presenza di molti elementi da elaborarenon sarà che il problema è l'abuso di elementi flash piuttosto che flash stesso?l'unico vero problema di flash è la non accelerazione dei video
  • Nedanfor non loggato scrive:
    Riflessione sulle dimostrazioni...
    Okay, lo sapevamo che l'HTML5 non è standard, bastava andare sul sito del W3C. Okay, forse Steve Jobs avrebbe dovuto pensare anche a quello. Quanto al Ritorno al Futuro... Probabilmente l'autore di quel sito sa meglio di me come ci siano potenzialità enormi in HTML5 e come (Internet Explorer permettendo) semplificherà di gran lunga la fruizione del web. Niente plugin, tutto incluso, tutto standard e si potranno fare delle cose che sì erano già possibili in Flash ma mantenendo la pagina coerente e pulita, senza il bisogno di infilare elementi estranei. Credo sia critico verso chi indora la pillola: HTML5 non supera (ancora almeno) Flash, non permette tutte le stesse cose e non è detto neanche che sia migliore per fare le stesse cose. Non essendoci neppure un codec standard (sempre grazie agli indoratori di pillole che volevano condannarci ad H.264... ma la guerra non è ancora terminata) non si prospetta un futuro semplice neppure per la fruizione di contenuti audio/video. Ridurre tutto a 'Flash è vecchio ed inefficiente, ecco qualcosa che lo sostituisce al 100% ed è 10 volte migliore' è marketing.
    • collione scrive:
      Re: Riflessione sulle dimostrazioni...
      - Scritto da: Nedanfor non loggato
      l'autore di quel sito sa meglio di me come ci
      siano potenzialità enormi in HTML5 e comeed è vero, ma appunto si parla di potenzialitàflash è oggi, html5 è fra 6 mesi, 1 anno o anche più in làio spero che si mettano d'accordo e che tirino dentro vp8 così che html5 può essere finalizzato, ma Stefano Giobbe rompe di brutto col suo h264
      critico verso chi indora la pillola: HTML5 non
      supera (ancora almeno) Flash, non permette tuttehtml5 supererà flash molto presto, almeno sui browser seri ( no ie non è serio, sorry :D )il problema è che per ora, lorsignori, si fanno la guerra invece di portare a conclusione la progettazione della specifica
      neppure un codec standard (sempre grazie agli
      indoratori di pillole che volevano condannarci ad
      H.264... ma la guerra non è ancora terminata) non
      si prospetta un futuro semplice neppure per la
      fruizione di contenuti audio/video. Ridurre tuttoconcordo, il problema è Jobs e il suo stramaledetto formato video pieno di royaltiesflash è una tecnologia interessante, se si pensa che quando è nato flash gli altri erano all'html 3, non si può non rendere merito a flashadobe però fa pena ed è chiaro che non riuscirà mai e poi mai a darci un player flash serio e performantehtml5 per quanto sia il futuro, sta soffrendo molto a causa della cocciutaggine di certe aziende e certi personaggi interessanti, evidentemente, a spremere ogni singolo spicciolo dagli utenti di internet
  • Utente scrive:
    Contenuti ricchi e interattivi?
    PHP + Ajax e passa la paura.Per i video, invece, bisogna attendere HTML5.Su questo concordo con il Maruccia.
    • collione scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      ma ajax poggia su html, css e javascript, quindi senza html5 mancano comunque quelle cose tipo lo storage client side, i thread, il canvas, ecc...con ajax ci sono un mucchio di cose che flash fa che non puoi faree no non puoi immaginare un gioco 3d che carica ogni singolo frame via ajax comunicando con uno script php perchè in questo caso il server dovrebbe fare il lavoro di tutti i client connessioddio c'è pure gente che pensa di sviluppare il cloud gaming, ma imho sono completamente fusi
      • Utente scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: collione
        storage client side, i thread, il canvas,
        ecc...DOM storage, setTimeout (JavaScript), GD library (PHP)... ti dicono niente?
        e no non puoi immaginare un gioco 3d che carica ogni singolo frame via
        ajax comunicando con uno script php perchè in questo caso il server
        dovrebbe fare il lavoro di tutti i client connessiBeh, se devi creare giochi e inutili gingilli, tieniti ActionScript (o magari SilverLight :D).Il world wide web servirebbe ad altro...
        • collione scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          - Scritto da: Utente
          - Scritto da: collione

          storage client side, i thread, il canvas,

          ecc...

          DOM storage, setTimeout (JavaScript), GD library
          (PHP)... ti dicono
          niente?ma dom storage è html5 non html4e gd, certo, è bella, ma richiede che tutte le elaborazioni vengano fatte sul server e non è questa l'idea che sta dietro a flash e html5
          Beh, se devi creare giochi e inutili gingilli,
          tieniti ActionScript (o magari SilverLight
          :D).
          Il world wide web servirebbe ad altro...si d'accordo per gli inutili gingilli, ma i giochi in flash sono un qualcosa di molto diffusocomunque la mia risposta aveva solo lo scopo di far notare che allo stato attuale ( senza html5 ) flash non può assolutamente essere eliminatocon html5 si potrà cominciare a ragionare di video streaming senza flash e piccole animazioni, ma per i giochi c'è molta strada da fare perchè le performance sono molto scarse
      • Nedanfor non loggato scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: collione
        ma ajax poggia su html, css e javascript, quindi
        senza html5 mancano comunque quelle cose tipo lo
        storage client side, i thread, il canvas,
        ecc...

        con ajax ci sono un mucchio di cose che flash fa
        che non puoi
        fare

        e no non puoi immaginare un gioco 3d che carica
        ogni singolo frame via ajax comunicando con uno
        script php perchè in questo caso il server
        dovrebbe fare il lavoro di tutti i client
        connessi

        oddio c'è pure gente che pensa di sviluppare il
        cloud gaming, ma imho sono completamente
        fusiWebGL?
        • collione scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          ma webgl usa canvas, quindi html5se ho interpretato bene il post di Utente, lui dice che già con html4 si può eliminare flash, cosa non vera
    • SCF is evil scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      Molti, anche se esperti del settore non conoscono le vere potenzialità di Flash, e lo bocciano senza pensarci due volte. E' vero che i primi siti sviluppati in facevano a dir poco vomitare, se abbinati poi come nel mio caso ad una 56K in quel periodo, l'esperienza web diventava terribile. Non si riusciva a fruire del sito, cosa invece possibile al peggior sito in HMTL pieno di gif animate pesantissime, questo credo ha determinato la bocciatura dei più che anche a distanza di anni non hanno cambiato idea...e a mio parere, e come diceva qualcuno, non cambiano idea solo gli... :D
      • Utente scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        In pratica stai dicendo che l'unico difetto di Flash è la pesantezza delle pagine nel caso di connessioni lente?Andiamo bene... usabilità e accessibilità neanche a parlarne?
        • collione scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          perchè flash è inusabile e inaccessibile?da che mondo è mondo, flash soffre di problemi di performance su os non windows e questo è quantoperò html5 in quanto a performance sta messo pure peggio e pure su windows
          • Guge scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            Flash non è accessibile!Come minimo viola la linea guida 8 della WCAG 1.0 "Garantire che l'interfaccia segua i principi della progettazione accessibile: acXXXXX alle funzionalità indipendente dal dispositivo, possibilità di operare dalla tastiera, autolettura vocale, ecc."
          • collione scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: Guge
            acXXXXX alle
            funzionalità indipendente dal dispositivo,e infatti flash gira su tutto, dalle workstation agli smartphone
            possibilità di operare dalla tastiera,perchè flash non supporta le interazioni da tastiera? ma in quale universo parallelo?
            autolettura vocale,mmm quindi nemmeno i browser sono accessibili? no perchè questa cosa non la supportano
        • SCF is evil scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          - Scritto da: Utente
          In pratica stai dicendo che l'unico difetto di
          Flash è la pesantezza delle pagine nel caso di
          connessioni
          lente?
          Andiamo bene... usabilità e accessibilità neanche
          a
          parlarne? Al max lo ERA
      • Shu scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: SCF is evil
        E' vero che i primi
        siti sviluppati in facevano a dir poco vomitare,
        se abbinati poi come nel mio caso ad una 56K in
        quel periodo, l'esperienza web diventava
        terribile.Ecco, invece i primi siti sviluppati in HTML5 sono già ottimi.Quello che i lobbisti di Flash non dicono mai è che Flash è sul mercato da 15 anni, e solo oggi si iniziano a vedere usi decenti, filmati indicizzabili, ecc.Invece HTML5 non è nemmeno del tutto standardizzato, eppure ci sono già siti che funzionano meglio della controparte in flash.Vogliamo confrontare Flash del 95 (ok, FutureSplash, o del 96, Flash 1, come preferite) con HTML5 di oggi?O aspettiamo il 2023 per confrontare Flash di oggi con HTML di allora?Certo che flash ha il 97% di utenti e HTML5 meno del 40%, ma potenzialmente HTML5 avrà il 100%, e flash perderà sempre più quote, con la diffusione di dispositivi mobili.O farà un passo indietro anche lui e diventerà un plugin di un centinaio di KB, che non occupa più di un paio di MB di RAM e scritto con algoritmi efficienti.Bye.
        • SCF is evil scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          - Scritto da: Shu
          - Scritto da: SCF is evil


          E' vero che i primi

          siti sviluppati in flash facevano a dir poco vomitare,

          se abbinati poi come nel mio caso ad una 56K in

          quel periodo, l'esperienza web diventava

          terribile.

          Ecco, invece i primi siti sviluppati in HTML5
          sono già
          ottimi.Su questo sono pienamente in disaccordo, i primi siti sviluppati in HTML5 sono tutto fuorchè ottimi, sono molto pesanti, poco accessibili, e se mettiamo in conto il lavoro che c'è voluto per svilupparli ci si rende conto che come accade con tutte le altre tecnologie non ancora mature, bisogna avere, moltissima pazienza per raggiungere risultati non proprio ottimi...ovviamente tranne qualche eccezione.
          Quello che i lobbisti di Flash non dicono mai è
          che Flash è sul mercato da 15 anni, e solo oggi
          si iniziano a vedere usi decenti, filmati
          indicizzabili,
          ecc.non è proprio da oggi ma già da un bel pò di anni...http://www.thefwa.com
          Invece HTML5 non è nemmeno del tutto
          standardizzato, eppure ci sono già siti che
          funzionano meglio della controparte in
          flash.Dove sono, hai fatto dei benchmark?
          Vogliamo confrontare Flash del 95 (ok,
          FutureSplash, o del 96, Flash 1, come preferite)
          con HTML5 di
          oggi?
          O aspettiamo il 2023 per confrontare Flash di
          oggi con HTML di
          allora?Flash come tutte le altre tecnologie ha avuto problemi di giovinezza...
          Certo che flash ha il 97% di utenti e HTML5 meno
          del 40%, ma potenzialmente HTML5 avrà il 100%, e
          flash perderà sempre più quote, con la diffusione
          di dispositivi
          mobili.Credo proprio che avvenga il contrario...
          O farà un passo indietro anche lui e diventerà un
          plugin di un centinaio di KB, che non occupa più
          di un paio di MB di RAM e scritto con algoritmi
          efficienti.Innanzitutto Flash non è in concorrenza con HTML5, il fatto è che solo adesso con HTML5 si può realizzare quello che grazie a Flash è possibile da anni, solo che non è facile farlo come in Flash, e proprio perchè per realizzare siti in ci sono moltissimi IDE intuitivi, a portata di "bimbiXXXXXXX" la maggiorparte dei parti in Flash non riesce bene.
          Bye.;)
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      il punto è che nessuna delle due tecnologie esclude l'altra (come vuol far credere apple perchè non è stata capaci a far andare decentemente un plugin sulle proprie ipadelle) ma possono tranqquillamente coesistere.Sta poi all'esigenza, al gusto del programmatore, al target a cui è indirizzato il sito/applicativo web, decidere quale tecnologia usare.Questa si chiama vera libertà. Rimane la certezza che l'87% di naviganti che non visualizzano i video h264 in HTML5 IMPONGONO l'utilizzo di flash e html5 come alternativa.
    • Mbdf scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      Se mai ASP.NET AJAX Passa la paura.E per i video c'è Silverlight...Comunque anche io attendo ansioso HTML 5!
    • panda rossa scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      - Scritto da: Utente
      PHP + Ajax e passa la paura.

      Per i video, invece, bisogna attendere HTML5.
      Su questo concordo con il Maruccia.I video non serve che si debbano fruire online.Un video lo scarichi in locale, poi lo passi a qualcosa che ti elimina eventuale pubblicita', e infine te lo guardi col tuo player preferito, rigorosamente offline.
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        e questo chi lo dice e in base a quale regola?
        • panda rossa scrive:
          Re: Contenuti ricchi e interattivi?
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          e questo chi lo dice e in base a quale regola?Lo dice il buon senso.La connessione costa, e magari e' pure lenta.Scaricando il video e guardandolo offline non risenti dei problemi di una pessima connessione.Inoltre un po' di editing al video ti permette di togliere quella fastidiosa pubblicita' in testa che c'e' in alcuni video, e che non si riuscirebbe a togliere altrimenti.E poi se proprio vogliamo aggiungere altro, quando il video e' offline ci puoi anche attaccare i sottotitoli.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            Ma tu non devi poter fare una copia offline del video.Soprattutto perchè chi ha creato quel video e messo la pubblicità in testa magari ci campa con quella pubblicità, e ogni volta che il video viene visto offline invece che tramite una visita alla pagina dove risiede lui ci perde qualcosa.(ero ironico, ma anche no)
          • panda rossa scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: Wolf01
            Ma tu non devi poter fare una copia offline del
            video.
            Soprattutto perchè chi ha creato quel video e
            messo la pubblicità in testa magari ci campa con
            quella pubblicità, e ogni volta che il video
            viene visto offline invece che tramite una visita
            alla pagina dove risiede lui ci perde
            qualcosa.

            (ero ironico, ma anche no)Chi ha messo la pubblicita' in testa ha tutto il diritto di farlo, e ci mancherebbe altro.Ma siccome il target della sua pubblicita' non sono io ma l'utonto clicca clicca, che non solo non e' in grado di vedersi il filmato offline, ma neppure arriva a concepire che una cosa del genere sia fattibile (e infatti spende i miliardi per potersi rivedere tante volte il filmatino online con lo smartphone connesso in rete), ecco che cosi' facendo siamo contenti in due.Sono contento io che mi guardo il filmatino senza noie.E' contento l'autore che in questo modo la banda del server e' dedicata solo agli utonti clicca clicca di cui sopra, che gli permettono di avere un rientro.(Risposta per niente ironica, ma anche si...)
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee

            e questo chi lo dice e in base a quale regola?

            Lo dice il buon senso.e vediamolo sto buon senso:
            La connessione costa, e magari e' pure lenta.mah... non mi pare, ci sono le flat ADSL, forse con il mobile o con films in HD...

            Scaricando il video e guardandolo offline non
            risenti dei problemi di una pessima
            connessione.Ripeto nessuno problema, anzi risparmi tempo vedendolo in stream perchè:1) se scarichi devi attendere in download e poi vedi il video2) se fai lo stream aspetti 5 secondi e vedi il video
            Inoltre un po' di editing al video ti permette di
            togliere quella fastidiosa pubblicita' in testa
            che c'e' in alcuni video, e che non si
            riuscirebbe a togliere
            altrimenti.Quella pubblicità, presente in parecchi quotidiani es. repubblica.tv, è un filmato a parte. Il player visualizza il filmato pubblicitario dopodichè visualizza il filmato vero e proprio.Un caso particolare. Non vedo cmq il vantaggio nello scaricare il filmato in locale.

            E poi se proprio vogliamo aggiungere altro,
            quando il video e' offline ci puoi anche
            attaccare i
            sottotitoli.ehhhh????? strano uso del tempo libero...Se per un film (vista la lunghezza e la necessità di alta qualità) il download in locale lo preferisco anch'io (gli unici film in streaming che ho visto sono i 2 Zeigeist), per i brevi filmati (qualche minuto) la soluzione "al volo" è la migliore. Poi se te preferisci la pappardella di cui sopra, de gustibus non est disputandum, ma non è la soluzione top (migliore) che hai sostenuto nel messaggio precedente, anzi è la meno pratica. (cito I video non serve che si debbano fruire online.Un video lo scarichi in locale, poi lo passi a qualcosa che ti elimina eventuale pubblicita', e infine te lo guardi col tuo player preferito, rigorosamente offline. )
          • panda rossa scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee


            e questo chi lo dice e in base a quale regola?



            Lo dice il buon senso.

            e vediamolo sto buon senso:


            La connessione costa, e magari e' pure lenta.

            mah... non mi pare, ci sono le flat ADSL, forse
            con il mobile o con films in HD...Io sto in italia.Tu dove stai che ci sono queste ADSL dappertutto?Forse sul pianeta dove vivi tu, il digital divide lo hanno debellato millenni fa...

            Scaricando il video e guardandolo offline non

            risenti dei problemi di una pessima

            connessione.

            Ripeto nessuno problema, anzi risparmi tempo
            vedendolo in stream
            perchè:
            1) se scarichi devi attendere in download e poi
            vedi il videoSolo la prima volta. Le volte successive non perdo piu' tempo.
            2) se fai lo stream aspetti 5 secondi e vedi il videoLo vedo solo su quel computer connesso in rete. Magari mi interessa vederlo su uno schermo che non e' in rete.

            Inoltre un po' di editing al video ti permette
            di

            togliere quella fastidiosa pubblicita' in testa

            che c'e' in alcuni video, e che non si

            riuscirebbe a togliere

            altrimenti.

            Quella pubblicità, presente in parecchi
            quotidiani es. repubblica.tv, è un filmato a
            parte. Benissimo. In tal caso lo skippo e salvo solo quello utile.Ma magari qualcuno comincia a ficcarci la pubblicita' in testa al filmato utile.Ad ogni modo quando e' un filmato a parte, e' editing risparmiato.
            Il player visualizza il filmato
            pubblicitario dopodichè visualizza il filmato
            vero e proprio.
            Un caso particolare. Non vedo cmq il vantaggio
            nello scaricare il filmato in
            locale.Tu non puoi vedere quello che e' vantaggioso per me.Io ti dico che sono piu' comodo a salvare il filmato sul disco e poi a portarmelo sull'unita' dove lo voglio eseguire (megaschermo, smartphone, etc...).E' una esigenza mia.

            E poi se proprio vogliamo aggiungere altro,

            quando il video e' offline ci puoi anche

            attaccare i

            sottotitoli.

            ehhhh????? strano uso del tempo libero...E' sempre un problema mio.Un video sottotitolato e' comunque piu' fruibile di uno non sottotitolato, ed e' pure facilitata la ricerca per testi pronunciati nel video.
            Se per un film (vista la lunghezza e la necessità
            di alta qualità) il download in locale lo
            preferisco anch'io (gli unici film in streaming
            che ho visto sono i 2 Zeigeist), per i brevi
            filmati (qualche minuto) la soluzione "al volo" è
            la migliore.Siamo sempre nell'ambito del soggettivo.Io, i video al volo non li voglio: voglio il file.
            Poi se te preferisci la pappardella di cui sopra,
            de gustibus non est disputandum, ma non è la
            soluzione top (migliore) che hai sostenuto
            nel messaggio precedente, anzi è la meno pratica.Anche il "meno pratico" e' puramente soggettivo.Per me e' piu' pratico scaricare il video in background e poi fruirne offline quando ho tempo/voglia/tranquillita'.
            (cito I video non serve che si debbano fruire
            online.Un video lo scarichi in locale, poi lo
            passi a qualcosa che ti elimina eventuale
            pubblicita', e infine te lo guardi col tuo player
            preferito, rigorosamente
            offline. )Sottoscrivo quanto affermato in precedenza.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            prendi posizioni tue (abbastanza particolari tra l'altro) un po troppo come universali. Oggettivo ≠ soggettivo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            prendi posizioni tue (abbastanza particolari tra
            l'altro) un po troppo come universali. Oggettivo

            soggettivo.Quando arriveremo al punto che si paghera' per ogni filmato fruito online, vedrai come cambieranno gusti e abitudini!
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            non è detto, anzi il mercato del web è molto ben orientato verso il free sposorizzato dalla pubblicità.Ricordi le primissime caselle email? erano a pagamento o legate al canone annuo di abbonamento, adesso nessuno si sogna di farle pagare a meno che non si tratti della posta certificata per le aziende (st..zata tutta italiana ma lasciamo perdere)
          • panda rossa scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            non è detto, anzi il mercato del web è molto ben
            orientato verso il free sposorizzato dalla
            pubblicità.Speriamo.Io quello che sento arrivare da chi ci governa, invece, sono messaggi del tipo "tassiamo internet perche' ci sono quelli che scaricano", "tassiamo i dischi per lo stesso motivo", "tassiamo le memorie", etc etc.
            Ricordi le primissime caselle email? erano a
            pagamento o legate al canone annuo di
            abbonamento, adesso nessuno si sogna di farle
            pagare a meno che non si tratti della posta
            certificata per le aziende (st..zata tutta
            italiana ma lasciamo
            perdere)Ok, certi servizi adesso sono gratuiti, altri compresi nel canone dell'ADSL, ma ancora c'e' il prezzo dell'ADSL per i collegamenti fissi, e le tariffe a tempo/traffico per quelli H3G.Non siamo ancora al TUTTO GRATIS / TUTTO ANONIMO.Deve essere quello il punto di arrivo.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: Contenuti ricchi e interattivi?
            mi accontento del veicolo a pagamento e del messaggio gratuito
    • Knowledge Base scrive:
      Re: Contenuti ricchi e interattivi?
      - Scritto da: Utente
      PHP + Ajax e passa la paura.

      Per i video, invece, bisogna attendere HTML5.
      Su questo concordo con il Maruccia.www.audiotool.comFammelo in PHP + Ajax + HTML5 dai
      • Shu scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: Knowledge Base
        www.audiotool.com

        Fammelo in PHP + Ajax + HTML5 daiTecnicamente non è impossibile. Se mi dai 200.000 euro e due anni di tempo te lo faccio io.Sei mesi mi partiranno per studiare teoria musicale. :P
      • panda rossa scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: Knowledge Base
        - Scritto da: Utente

        PHP + Ajax e passa la paura.



        Per i video, invece, bisogna attendere HTML5.

        Su questo concordo con il Maruccia.

        www.audiotool.com

        Fammelo in PHP + Ajax + HTML5 daiChe cosa esattamente ci sarebbe da fare in quella pagina?Io vedo solo un rettangolo azzurro con un cerchio blu al centro, e se ci vado sopra col mouse esce un tooltip che dice "Launch".Non mi sembra che sia necessario scomodare PHP per quella roba li': si puo' benissimo fare anche lato client.
      • Teo_ scrive:
        Re: Contenuti ricchi e interattivi?
        - Scritto da: Knowledge Base
        - Scritto da: Utente

        PHP + Ajax e passa la paura.



        Per i video, invece, bisogna attendere HTML5.

        Su questo concordo con il Maruccia.

        www.audiotool.com

        Fammelo in PHP + Ajax + HTML5 daiQuale vedi come parte irrealizzabile in HTML5?Il limite che vedo è che ogni browser legge formati audio diversi, ma una volta definiti gli standard non vedo problemi.Qualche esempio: http://pattern86.com/sequencer-in-html5/http://vocamus.net/dave/?p=1092
  • sadness with you scrive:
    maddai...
    ...non crederete davvero a quanto scritto qui da Alfonsino?
    • lordream scrive:
      Re: maddai...
      - Scritto da: sadness with you
      ...non crederete davvero a quanto scritto qui da
      Alfonsino?io si
    • DarkOne scrive:
      Re: maddai...
      - Scritto da: sadness with you
      ...non crederete davvero a quanto scritto qui da
      Alfonsino?Certo che no, crediamo soltanto al profeta Jobs.
  • Domenico Lagudi scrive:
    Titolo
    Forse sarebbe stato più approrpiato il titolo: "HTML5: ritorno al passato" :-D
    • Vault Dweller scrive:
      Re: Titolo
      Forse non hai familiarità con il film "Back to the Future" di Robert Zemecris...Nel suddetto film il protagonista si ritrova bloccato 30 anni nel passato; e il suo obbiettivo e tornare al "futuro" (da qui il titolo)
      • r1348 scrive:
        Re: Titolo
        Forse non ne hai familiarità neanche tu, visto che il regista si chiama Robert Zemeckis...
        • Quotator Maximus scrive:
          Re: Titolo
          - Scritto da: r1348
          Forse non ne hai familiarità neanche tu, visto
          che il regista si chiama Robert
          Zemeckis...QUOTO. "Zemicris"? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • collione scrive:
    ndo stai
    ruppolo? :Dcom'era la storia? flash fa schifo, flash non è niente e blah blahflash è il web, fattene una ragionepoi trovo risibile l'affermazione del tizio di scribd che dice di aver triplicato i tempi di permanenza sul suo sito e tutto questo solo eliminando flash, come se con flash il sito fosse diverso o avesse meno funzionichissà Stefano Giobbe quanti dollaroni gli ha dato :Dcomunque sia penso che html5 si svilupperò rapidamente ed eliminerà flash nella gestione del videostreaming, sempre che l'amico Stefano non continui ad impedire la finalizzazione della bozza per questione h264-esche :D
    • Codice antispam non corretto scrive:
      Re: ndo stai
      - Scritto da: collione
      flash è il web, fattene una ragione(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Mbdf scrive:
      Re: ndo stai
      - Scritto da: collione
      flash è il web, fattene una ragioneSì quoto!Voglio vedere il povero sviluppatore che fa contenuti interattivi senza Silverlight o Flash!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: ndo stai
        contenuto non disponibile
      • Nome e cognome scrive:
        Re: ndo stai
        - Scritto da: Mbdf
        Sì quoto!
        Voglio vedere il povero sviluppatore che fa
        contenuti interattivi senza Silverlight o
        Flash!Il 99% delle aplicazioni web sviluppate da Google è senza Flash.Gmail non è interattiva? Google Street View non è interattiva?Flash ormai viene usato eclusivamente per lo streaming video, perché l'HTML4 non ha il tag video e non ha uno standard per la codifica dei filmati.Con l'HTML5 (se si troverà una soluzione royality free comune per l'encoding video) finalmente tutto rientrerà nel DOM e si smetterà di utilizzare soluzioni proprietare schifose come Flash, che non hanno nulla a che vedere con il web, visto che sono oggetti binari inclusi dentro all'HTML.Per quanto riguarda le performance di Flash, ti posso dire che sul mio portatile la ventola si accende soltanto quando guardo dei video su YouTube :-)
        • Mbdf scrive:
          Re: ndo stai
          Non dubito di ciò e non posso fare altro che quotare!Senza stare dalla parte di adobe o microsoft:hai provato a usare le mappe di bing (nella versione inglese) senza silverlight e con? La differenza si sente e anche come!Ovviamente che poi c'è gente incapace che usa flash o silverlight per tutto...
    • Wolf01 scrive:
      Re: ndo stai
      Bhe, flash sarà anche il web, però un sito in flash che è praticamente innavigabile perfino con un pc non è serietà.Flash è abusato.Flash mi può star bene finchè c'è qualche oggetto incorporato, tipo un video o un giochetto, ma non siti interi in flash.Si dovrebbe intanto dare una bella ridimensionata all'uso di flash, poi se ne potrà parlare, magari verrà fuori che si tornerà veramente indietro, rifacendo i siti più leggeri e con meno animazioni.
      • Mbdf scrive:
        Re: ndo stai
        Quoto!E pure i siti con tre pagine fatti in flash costano più di quelli tradizionali in html!E ci sono aziende che hanno questi siti, dovè vedi tutto muoversi da destra a sinistra con una grafica stratta disgustosa, tre pagine che non riportano nemeno i numeri di telefono, e credono d'aver conquistato il web! Certi grafici sono a mio parere delle creature molto strane se riescono a pensare che quel sito sia utile a qualcuno!
        • Wolf01 scrive:
          Re: ndo stai
          - Scritto da: Mbdf
          E ci sono aziende che hanno questi siti, dovè
          vedi tutto muoversi da destra a sinistra con una
          grafica stratta disgustosa, tre pagine che non
          riportano nemeno i numeri di telefono, e credono
          d'aver conquistato il web!Tipo i siti delle case automobilistiche... ogni volta mi viene qualche conato di vomito.Non solo sono pesanti, ma pure quasi inutilizzabili, vai te a capire cosa è un link e cosa invece apre semplicemente una brochure sempre in flash al passaggio del mouse.Oppure nel sito di samsungmobile... 3/4 in flash, come ci navigo col palmare Samsung che mi si inchioda con 20MB di flash caricati oltre ad Opera?
          Certi grafici sono a mio parere delle creature
          molto straneQuoto :D :D(Steeeeveeeeee)
          • Teo_ scrive:
            Re: ndo stai
            - Scritto da: Wolf01
            - Scritto da: Mbdf

            E ci sono aziende che hanno questi siti, dovè

            vedi tutto muoversi da destra a sinistra con una

            grafica stratta disgustosa, tre pagine che non

            riportano nemeno i numeri di telefono, e credono

            d'aver conquistato il web!
            Tipo i siti delle case automobilistiche... Ho notato che i siti di alcune multinazionali fanno la versione in Flash per il solo mercato italiano. Sarà perché ci vogliono male o perché a noi più una cosa luccica e si muove più ci piace?Non ho niente contro il design, solo che molti siti dovrebbero rendere linformazione fruibile prima di soddisfare lego del designer o del supercapo.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: ndo stai
            Senza contare che poi con Flash va praticamente a farsi benedire l'indicizzazione dei contenuti molto spesso smettono di funzionare i pulsante avanti e indietro del browser, visto che i siti sono mono-pagina.
          • Wolf01 scrive:
            Re: ndo stai
            Quoto :(
          • Wolf01 scrive:
            Re: ndo stai
            Forse perchè il mercato italiano è saturo di sviluppatori web flash-oriented?E quindi quando si rivolgono a qualche ditta italiana per fare la versione localizzata, immancabilmente questa viene fatta in flash.
          • Mbdf scrive:
            Re: ndo stai
            Quoto!O trovi sviluppatori solo Flash e se li dici altro ti mandano da qualche parte o solo PHP!
          • panda rossa scrive:
            Re: ndo stai
            - Scritto da: Mbdf
            Quoto!
            O trovi sviluppatori solo Flash e se li dici
            altro ti mandano da qualche parte o solo
            PHP!Facciamo i dovuti distinguo per favore.C'e' lo sviluppatore PHP.E c'e' il clicca clicca flash.Il primo usa tastiera e cervello.Il secondo usa mouse e mano destra (sinistra se mancino).
          • zizzo scrive:
            Re: ndo stai
            Lo sviluppatore è l'ultima pedina del proXXXXX decisionale. Prima ci sono cliente, commerciale e creativo. Se fosse per gli sviluppatori tante XXXXXte non si vedrebbero in giro, ma si fa sempre quello che vuole chi apre il borsellino. E probabilmente in italia chi apre il borsellino vuole quelle cose.In ogni caso le stese XXXXXte in javascript+css3 sarebbero pure peggio...
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: ndo stai
            Starquotone Sacrosanta verità. Si pensa che a fare quelle animazioni (richieste dal cliente e non fatte per beneficenza) in HTML5+css3+canvas+javascript le cose saranno migliori. SAREBBERO PAGINE A CARBONELLA!
  • r1348 scrive:
    Contro Adobe, non contro Flash
    Adobe ha appena cancellato il plugin sperimentale per linux a 64bit, chi è che fa salti indietro? A me sta anche bene accettare Flash come standard, ma per fare ciò bisogna toglierlo dalle mani (incapaci) di Adobe.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 giugno 2010 19.49-----------------------------------------------------------
    • Flashy scrive:
      Re: Contro Adobe, non contro Flash
      Ma cosa dici, ma informati prima di parlare...
      • Andreabont scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        Stai attento a sparare giudizi, se è vero che non ha cancellato il progetto e vero che lo ha congelato a data da definirsi....
      • r1348 scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        Perché invece di dar sfogo al tuo mal di pancia, non ci illumini d'immenso?
      • Codice antispam non corretto scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        - Scritto da: Flashy
        Ma cosa dici, ma informati prima di parlare...Ottimo intervento, mi hai convinto.
    • barra78 scrive:
      Re: Contro Adobe, non contro Flash
      In realtà sembra che il passo indietro sia stato fatto perchè si sono accorti dell'indeguatezza di quanto sviluppato. Non c'è nulla di ufficiale ma IMHO annunceranno qualcosa di nuovo e superiore.
      • r1348 scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        Il che, nell'Adobe-time, significa che avremo il plugin a 64bit poco dopo l'avvento delle CPU a 128bit...
        • collione scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          quanto ottimismo :Davremo i computer quantistici già da un pezzo nel mentre adobe si deciderà a tirar fuori un plugin decente
        • Mbdf scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          Su Windows funziona anche a 64 bit :D!
          • r1348 scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            No, su Windows a 64bit usi un browser 32bit e quindi alche il plugin flash lo è...
          • Mbdf scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            Hai ragione mi scuso... E che è mattino :-o.
        • Knowledge Base scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          - Scritto da: r1348
          Il che, nell'Adobe-time, significa che avremo il
          plugin a 64bit poco dopo l'avvento delle CPU a
          128bit...I proXXXXXri a 128bit non hanno motivo di esistere.Per quanto riguarda l'arch. Intel, si è passati da 16bit a 32bit quando lo spazio di indirizzamento delle cpu a 16bit è iniziato a stare stretto ai requisiti di memoria dei sistemi di allora.Stessa cosa che si è fatta prima in ambito server e ora (molto timidamente) in ambito workstation per il passaggio da 32 a 64bit...Ora con le cpu a 64bit possiamo indirizzare 16 exabyte di memoria... quanti anni pensi ci vogliano allorchè dovremo avere tale necessità di memoria ?
          • gino scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            Anche prima 512 kb erano sufficienti...
          • r1348 scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            Risposta: un tempo moooolto lungo. Esattamente quanto ci metterà Adobe a far uscire il plugin a 64bit. Certo che comprendere l'ironia è fuori dalla portata di alcuni qui eh? Spero che anche PI introduca un servizio di sottotitoli, per i meno inclini all'astrazione...
    • Nedanfor non loggato scrive:
      Re: Contro Adobe, non contro Flash
      Modificato dall' autore il 21 giugno 2010 19.49
      --------------------------------------------------No, non può essere accettata come standard una cosa proprietaria. E anche se non fosse proprietaria dovrebbe essere vagliata dal W3C, poiché sarebbe ridondante.
      • r1348 scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash

        No, non può essere accettata come standard una
        cosa proprietaria. E anche se non fosse
        proprietaria dovrebbe essere vagliata dal W3C,
        poiché sarebbe
        ridondante.Ovviamente, era sottinteso nel senso del mio intervento.
      • collione scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        no aspè, adobe fa parte dell'open screen initiative e le specifiche sono aperte nei termini stabiliti dall'UE e cioè implementabili gratuitamentein questo senso il w3c non ha nulla in contrario, a differenza ad esempio di h264 che non è nè free nè libero da brevettise gnash avesse un pò più di supporto potremmo benissimo dire addio a quel player orribile fatto da adobe
        • Nedanfor non loggato scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          - Scritto da: collione
          no aspè, adobe fa parte dell'open screen
          initiative e le specifiche sono aperte nei
          termini stabiliti dall'UE e cioè implementabili
          gratuitamente

          in questo senso il w3c non ha nulla in contrario,
          a differenza ad esempio di h264 che non è nè free
          nè libero da
          brevetti

          se gnash avesse un pò più di supporto potremmo
          benissimo dire addio a quel player orribile fatto
          da
          adobeCiò non toglie che offre cose ridondanti con i veri standard del web, quindi per me non sta né in cielo né in terra che quello che oggi è Flash diventi uno standard del web. Andrebbero presi spunti e accorgimenti da Flash, accettarlo così com'è non mi garba affatto. Quanto al fatto che le specifiche siano disponibili... È pur sempre in mano d'Adobe e Adobe decide come si evolve Flash. Quindi non è libero, considerando anche che se Flash entrasse in conflitto con un altro prodotto di Adobe potrebbe essere benissimo 'sabotato' in vantaggio del secondo.
          • collione scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            si, questo è vero, ma sul fatto della ridondanza non sarei così sicurol'articolo parla proprio di come sia impossibile con html5 svolgere alcune attività che flash svolge normalmentecertamente è possibile implementarle ma per ora non è cosìovviamente ad adobe non è che interessi poi molto avere la benedizione del w3c, tanto flash è come uno standard de-facto
    • Mbdf scrive:
      Re: Contro Adobe, non contro Flash
      Scusate ma toglietemi una curiosità: Silverlight (con Moonlight) funziona bene anche su Linux? Non ho avuto tempo di provare!Se no, quei poveri miei utenti che usano Linux :s.
      • r1348 scrive:
        Re: Contro Adobe, non contro Flash
        Fa pena, non si riesce neanche a vedere lo streaming della rai.
        • Mbdf scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          Quindi funziona ma male? Sempre meglio di niente... Pensavo di peggio io!
        • Mbdf scrive:
          Re: Contro Adobe, non contro Flash
          Comunque streaming della rai (almeno su windows) è ottimo! Usano Smooth Streaming, e se non ci fosse la pubblicità sarebbe impeccabile! Altro che quello di bbc.
          • anonimo scrive:
            Re: Contro Adobe, non contro Flash
            - Scritto da: Mbdf
            Comunque streaming della rai (almeno su windows)
            è ottimo! Usano Smooth Streaming, e se non ci
            fosse la pubblicità sarebbe impeccabile! Altro
            che quello di
            bbc.Per curiosità sono andato sul sito RAI nella parte dirette. Cliccando mi ha portato sul sito Microsoft che mi ha poi portato sul sito di Mono Moonlight. Ho scaricato la versione Preview 3. Poi in automatico mi ha fatto scaricare e installare i codec. Il video in diretta lo vedo perfettamente.
Chiudi i commenti