USA, le confessioni di un pirata californiano

Richard Montejano rischia fino a tre anni di carcere, dichiaratosi colpevole di aver guidato un gruppo warez specializzato nella distribuzione anticipata di dischi. Avrebbe gestito dei server dal 2002 al 2007

Roma – Alla fine ha confessato tutto, dichiarandosi colpevole di violazione ripetuta del copyright. Il cittadino californiano Richard Franco Montejano verrà così condannato per infrazione del diritto d’autore, rischiando fino a 5 anni di carcere e una sanzione pecuniaria pari a 250mila dollari .

Il ventinovenne di Harbor City ha dunque vuotato il sacco , raccontando ad una corte distrettuale della California il suo oscuro passato da condivisore di contenuti illeciti. Montejano ha infatti ricoperto un ruolo di primo piano del gruppo warez Old School Classics (OSC) .

Come per alcuni gruppi di questo genere, le attività primarie di OSC consistono nella distribuzione anticipata di contenuti musicali , prima che gli stessi album escano ufficialmente nei negozi. Le varie comunità warez condividono successivamente i contenuti attraverso network votati al file sharing o al P2P.

Stando alle dichiarazioni di Montejano – che avrebbe gestito in prima persona dei server dal 2002 al 2007 – uno dei dischi usciti illegalmente in anteprima è stato Graduation del rapper Kanye West. Ad aiutare l’uomo sarebbero poi stati due membri di un altro gruppo warez , Rabid Neurosis, dipendenti di una fabbrica di CD per conto di Universal Music Group .

Quest’ultimi – Bennie Glover e James Anthony Dockery – si erano già costituiti nell’ottobre 2009, condannati un anno dopo a tre mesi di carcere e due anni di libertà vigilata . La sentenza che attende al varco Montejano è prevista per la fine del prossimo luglio.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fai il login o Registrati scrive:
    chernobyl 25 anni dopo
    http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/223196/pelazza-chernobyl-25-anni-dopo.htmlChi si proclama a favore del nucleare si vergogni e non si auguri di avere un figlio piccolo malato di cancro al cervello.
    • shevathas scrive:
      Re: chernobyl 25 anni dopo
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/22

      Chi si proclama a favore del nucleare si vergogni
      e non si auguri di avere un figlio piccolo malato
      di cancro al
      cervello.Allora simmetricamente, visti i disastri legati al petrolio, chi fa il pieno alla macchina, o prende un treno od un autobus, si dovrebbe vergognare e si dovrebbe augurare lo stesso di non avere figli vittime di malattie legate all'inquinamento. Visti i disastri legati all'industria chimica, vedi ad esempio seveso o bophal, chiunque compri un insetticida o un detersivo dovrebbe vergognarsi...
    • MacBoy scrive:
      Re: chernobyl 25 anni dopo
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/22

      Chi si proclama a favore del nucleare si vergogni
      e non si auguri di avere un figlio piccolo malato
      di cancro al cervello.Leggiti questa tabellina:http://nextbigfuture.com/2011/03/deaths-per-twh-by-energy-source.htmlE per evitare figure da ignorante, fatti una cultura:http://www.phyast.pitt.edu/~blc/book/chapter8.html
  • V67 scrive:
    Bill stai zitto che fai più bella figura
    Ma ti pare che dopo aver rovinato il mondo dell'informatica, adesso ci vuole rovinare anche la vita reale?L'eolico e il solare uniti alle centrati idroelettriche e a vapore, sono l'unico futuro dell'umanità, ma le prime due svincolano dal monopolio dei soliti, quindi vengono snobbate, il nucleare è sempre stato un errore, non esiste un posto in tutta europa per lo stoccaggio delle scorie radiotattive, infatti attualmente le scorie sono depositate sotto le centrali nucleari, mi chiedo se bill le vuole mettere a casa sua, sarebbe da porgli questa domanda
    • petrestov scrive:
      Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
      - Scritto da: V67
      L'eolico e il solare uniti alle centrati
      idroelettriche e a vapore, sono l'unico futuro
      dell'umanità, ma le prime due svincolano dal
      monopolio dei soliti, quindi vengono snobbate, vengono snobbate perché non servono a nulla. L'eolico nel Mare del Nord produce energia per 3500 ore equivalenti all'anno.
      il
      nucleare è sempre stato un errore, non esiste un
      posto in tutta europa per lo stoccaggio delle
      scorie radiotattive, infatti attualmente le
      scorie sono depositate sotto le centrali
      nucleari, mi chiedo se bill le vuole mettere a
      casa sua, sarebbe da porgli questa
      domandami domando: prima di commentare siete almeno andati a leggervi gli obiettivi del progetto che lui finanzia? dal sito http://www.terrapower.com/FuelCycleBenefits/Environmental.aspxTerraPower seeks to improve the environmental profile of the nuclear fuel cycle by converting existing waste depleted uranium into fuel. Our processes could transform more than 750,000 metric tons of current depleted uranium, like that stored in Paducah, Kentucky, into a usable, reliable energy source for the entire planet. A coal-fired power plant would require millions of tons of coal to produce the same amount of electricity over 60 years.
      • V67 scrive:
        Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
        Sono sincero, non l'ho nemmeno guardato, perchè secondo degli studi di fattibilità di alcune università, con l'eolico, solo ricoprendo le coste della terra, si arriverebbe a produrre 3600 volte l'energia consumata attualmente a livello mondiale, quindi non importa se è poco invasivo o molto invasivo, è comunque invasivo, mentre l'eolico non lo è, a me questo basta per dedurne che non è la migliore soluzione attuabile.
        • Rover scrive:
          Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
          Studiati un po' di elettrotecnica e di impianti elettrici (non di casa, ma le reti elettriche) poi ne riparliamo.
          • V67 scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            Questi studi non li ho fatti io, se ci sono università che dicono che è possibile farlo, vuol dire che è vero, non devo essere un fisico quantistico per leggere una ricerca universitaria, nella mia regione produciamo corrente con l'acqua e la vendiamo anche all'estero, quindi siamo in sovra produzione, il tutto senza usare nemmeno l'eolico, eppure il solare viene favorito comunque, si tratta di fatti non di seghe mentali, adeguatevi anche voi, quando produrrete energia e sarete autosufficienti potrete parlare a ragion veduta.
          • shevathas scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            - Scritto da: V67
            Questi studi non li ho fatti io, se ci sono
            università che dicono che è possibile farlo,fonte allo studio ?
            vuol
            dire che è vero, non devo essere un fisico
            quantistico per leggere una ricerca
            universitaria, c'è da vedere cosa è stato scritto realmente in quella ricerca.
          • Rover scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            Si, ho capito, però prima di sostenere certe tesi (non disprezzabili teoricamente) bisognerebbe fare i conti con la realtà:1 - le reti elettriche sono strutturate in modo tale che ad oggi almeno i 2/3 dell'energia prodotta devono provenire da grosse macchine rotanti sincrone. Ciò per garantire la stabilità della frequenza di rete, che è il cardine su cui si regge il sistema.2 - quindi deve esserci equilibrio tra energia immessa e energia prelevata.3 - si sta lavorando sulle reti intelligenti, che dovrebbero gestire meglio la grande diffusione dei punti di immissione, originariamente non previsti.4 - l'eolico è nettamente più scadente del FV. Infatti il FV è facilmente prevedibile nei sui comportamenti di massima rispetto agli orarie quantità di energia prodotta, l'eolico molto meno.5 - l'eolico ha, dalla sua, ma secondo me non basta, il miglior rapporto tra costo energetico di costruzione+ installazione, rispetto all'energia restituita.Ora non occorre essere esperti, ma un minimo di informazione prima di postare i propri convincimenti come se fossero verità scientifiche, ecc.Poi si possono anche chiedere chiarimenti, invece che propinare frasi a a vanvera.PS: il tuo idroelettrico funziona (V.dA: o Trentino?) grazie alle centrali tradizionali e non grazie al FV.
          • V67 scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            Si sono in valle d'aosta, naturalmente non tutti hanno le montagne, naturalmente i problemi della rete elettrica per la distribuzione sono reali, infatti per sormontarli facciamo ponte con la svizzera e viceversa, la fonte a cui ti riferisci era un'università inglese ma non ricordo quale, lo avevano fatto proprio per la gran Bretagna, l'ho letto come altri articoli, però so che è possibile farlo, c'era tanto di progetto, esisteva anche un sistema tampone per accumulare energia e rilasciarla nelle ore notturne, questo per il solare, poi c'erano delle centrati a vento, che sfruttavo le onde, praticamente si costruiva una galleria sulla costa, le onde provocavano una spinta di aria in questa gola artificiale alla cui sommità erano montati due generatori di cui uno con le alette invertite, praticamente uno sfruttava la spinta e l'altro il risucchio, ne hanno anche create alcune che sono in funzione, non era solo eolico, solo solare, solo "a onde marine" ma una sinergia che permetteva di essere autosufficiente con l'energia prodotta dal pianeta, questo è il mio messaggio, è possibile fare diversamente senza usare energia "sXXXXX" che poi lo si faccia questo è un altro problema, siete voi che vi dovete informare, le fonti ve le cercate come ho fatto io.
          • shevathas scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura

            l'energia prodotta dal pianeta, questo è il mio
            messaggio, è possibile fare diversamente senza
            usare energia "sXXXXX" che poi lo si faccia
            questo è un altro problema, siete voi che vi
            dovete informare, le fonti ve le cercate come ho
            fatto
            io.una celebre università amerrigana ha detto che con millemila motori a gatto imburrato crei energia per tutto il sistema solare
          • V67 scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            Informatevi, siete pigri e ignoranti, sapete solo sputare sentenze, ci sono 10.000 modi di produrre elettricità, 25 secondi di ricerca in youtube per trovare due valide soluzioni che stanno già sperimentando:http://www.youtube.com/watch?v=K2VPwh1teTIgiobbe Covatta dice: basta poco che ce vo
          • shevathas scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            - Scritto da: V67
            Informatevi, siete pigri e ignoranti, sapete solo
            sputare sentenze, ci sono 10.000 modi di produrrese per supportare le affermazioni fai riferimento a studi o relazione è cortese, se possibile, indicare le fonti in maniera precisa.
          • V67 scrive:
            Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
            La chiudo qui, forse hai ragione, per postare dovrei essere una sorta di wikipedia, quello che dico è vero, ho visto servizi su discovery channel, ho letto articoli su riviste, ho visto video della comunità europea, non mi ricordo dove ho sentito questo o dove ho letto quello, che ti devo dire fucilatemi, ma non dite che racconto palle.buona vita
      • MacBoy scrive:
        Re: Bill stai zitto che fai più bella figura
        Pensavo che il sistema sponsorizzato da Bill fosse un po' troppo utopistico, quando altre tecnologie altrettanto valide sono invece praticamente pronte (es. centrali autofertilizzanti al sodio liquido come le IFR), ma l'aggiornamento dello studio del MIT sul nucleare (la BIBBIA su queste cose) appena uscito da qualche giorno ne parla con ottimismo.Per chi vuole farsi una cultura...http://web.mit.edu/mitei/research/studies/documents/nuclear-fuel-cycle/The_Nuclear_Fuel_Cycle-all.pdf
  • panda rossa scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    - Scritto da: Enjoy with Us
    Non sarei così assolutista, il nucleare, se reso
    sicuro è un'opzione, allo stato attuale
    no!Il nucleare sicuro e' come il compuer sicuro: spento.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      - Scritto da: panda rossa
      - Scritto da: Enjoy with Us

      Non sarei così assolutista, il nucleare, se reso

      sicuro è un'opzione, allo stato attuale

      no!

      Il nucleare sicuro e' come il compuer sicuro:
      spento.Ecco un'assolutista... se riescono a produrre un nucleare in cui le scorie siano assai meno pericolose e numerose delle attuali e in cui l'attività del reattore è possibile solo finchè tale reattore è alimentato ad esempio da un acceleratore e in cui la reazione si spegne spegnendo l'accelleratore allora secondo me siamo davanti ad un nucleare fattibile! Peccato che oggi come oggi tale nucleare non ci sia e che le centrali che propongono di costruire non siano di tale tipo!Vedi a me piace conservare il mio stile di vita, tornare all'età della pietra per supposti "ritorni Ecologisti" proprio non mi interessa!Mi va bene il risparmio energetico (elettrodomestici in classe A che già uso, luci a diodi che guarda caso già uso, caldaie a condensazione cappotti termici ecc...); mi vanno bene le fonti rinnovabili, tipo solare (ma solo se inteso in microsolare localizzato sui tetti delle abitazioni) od eolico (anche qui solo se in senso micro, piccoli impianti localizzati presso le abitazioni senza pale visibili); ma tutto questo non basta per sostituire il declinante petrolio, occorre quindi trovare altro!
      • Rover scrive:
        Re: Ancora con sto nucleare?
        Dovresti spiegare perchè solo microsolare o microeolico.Grazie
      • shevathas scrive:
        Re: Ancora con sto nucleare?

        Ecco un'assolutista... se riescono a produrre un
        nucleare in cui le scorie siano assai meno
        pericolose e numerose delle attuali e in cui
        l'attività del reattore è possibile solo finchè
        tale reattore è alimentato ad esempio da un
        acceleratore e in cui la reazione si spegne
        spegnendo l'accelleratore allora secondo me siamo
        davanti ad un nucleare fattibile!in ogni caso, come in tutte le attività industriali, un margine di rischio permane sempre. Un impianto industriale sicuro al 100% è un impianto che non esiste. Quello che bisogna fare è vedere vantaggi e svantaggi e discutere se il gioco vale o no la candela.
        Peccato che
        oggi come oggi tale nucleare non ci sia e che le
        centrali che propongono di costruire non siano di
        tale
        tipo!quelle occidentali come sicurezza passiva sono molto avanti.
        Vedi a me piace conservare il mio stile di vita,
        tornare all'età della pietra per supposti
        "ritorni Ecologisti" proprio non mi
        interessa!quoto
        le abitazioni senza pale visibili); ma tutto
        questo non basta per sostituire il declinante
        petrolio, occorre quindi trovare
        altro!hai centrato alla perfezione il punto.
  • Michele Pradella scrive:
    rossi focardi
    Ma Bill Gates invece di sparare delle C*zzate sulla fissione nucleare, non ha digitato su google "Rossi Focardi"? quello si che potrebbe veramente rivoluzionare il modo di produrre energia!!!
    • MacBoy scrive:
      Re: rossi focardi
      - Scritto da: Michele Pradella
      Ma Bill Gates invece di sparare delle C*zzate
      sulla fissione nucleare, non ha digitato su
      google "Rossi Focardi"? quello si che potrebbe
      veramente rivoluzionare il modo di produrre
      energia!!!Probabilità che la cosa sia reale... mmm... 0,01%?Comunque speriamo, sarebbe davvero una rivoluzione.
      • mai dire mai scrive:
        Re: rossi focardi
        - Scritto da: MacBoy
        - Scritto da: Michele Pradella

        Ma Bill Gates invece di sparare delle C*zzate

        sulla fissione nucleare, non ha digitato su

        google "Rossi Focardi"? quello si che potrebbe

        veramente rivoluzionare il modo di produrre

        energia!!!

        Probabilità che la cosa sia reale... mmm... 0,01%?
        Comunque speriamo, sarebbe davvero una
        rivoluzione.Dagli il tempo, questa cosa esploderà, e una volta che si affronterà il problema da un punto di vista scientifico anziché solo lucrativo (ossia se qualcuno, dati alla mano, si toglierà i paraocchi e comincerà a studiare il fenomeno sul serio), gli sviluppi saranno esponenziali.
        • Rover scrive:
          Re: rossi focardi
          Sì, ma o si decidono a spiegare e a fare eseguire delle misure serie, oppure passano per i replicanti del tubo tucker (si chiamava cosi'?)
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: Rover
            Sì, ma o si decidono a spiegare e a fare eseguire
            delle misure serie, oppure passano per i
            replicanti del tubo tucker (si chiamava
            cosi'?)Qualche cosa si sta muovendo, anche la NASA è interessata al fenomeno "base" degli esperimenti Nickel-Idrogeno, quelli realizzati da Piantelli-Focardi, dai quali poi ha preso la mossa l'E-Cat di Rossi:http://blog.newenergytimes.com/2011/05/06/nasa-working-on-lenr-replication-and-theory-confirmation/Per parlarne apertamente senza la paura di sXXXXXXXrsi, a mio avviso hanno già qualche cosa tra le mani.Guarda, leggendo in giro io mi sono fatto l'idea che questo è un campo in cui chiunque abbia un minimo di reputazione, deve pensarci non una ma dieci volte prima di fare qualche affermazione, altrimenti viene letteralmente emarginato dalla comunità scientifica.Guarda ad esempio Giuliano Preparata e Emilio Del Giudice, hanno trovato le condizioni per la ripetibilità dell'esperimento di fusione fredda Deuterio-Palladio (quello originale di Fleishman e Pons), ma nessuno lo sa perché non sono stati pubblicati.
        • Michele Pradella scrive:
          Re: rossi focardi
          ma...direi che ad ottobre (quindi tra 4-5 mesi) scopriremo "quanto è profonda la tana del coniglio" per citare una frase tratta da Matrix.Ad ottobre infatti dovrebbe entrare in funzione una centrale in Grecia sviluppata con quella tecnologia...se il progetto parte e va tutto bene (e non lo sabotano, o peggio) direi che ormai ci siamo. L'esperimento da gennaio è già stato pubblicamente presentato diverse volte: c'è ancora il segreto industriale per via dell'approvazione del brevetto, ma se è tutto vero sarà la rivoluzione. Hanno di recente fatto un servizio su rainews24
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: Michele Pradella
            L'esperimento da gennaio è già stato
            pubblicamente presentato diverse volte: c'è
            ancora il segreto industriale per via
            dell'approvazione del brevetto, ma se è tutto
            vero sarà la rivoluzione. Hanno di recente fatto
            un servizio su
            rainews24Un pessimo servizio a mio parere. Chi era scettico, dopo tutta quella disamina del caso PetrolDragon, ora lo è ancora di più. Inoltre aver mischiato affermazioni che riguardavano quel caso con il caso E-Cat come è stato fatto nel finale del servizio, sembra anche giornalisticamente scorretto.
          • shevathas scrive:
            Re: rossi focardi

            Un pessimo servizio a mio parere. Chi era
            scettico, dopo tutta quella disamina del caso
            PetrolDragon, ora lo è ancora di più. Inoltre
            aver mischiato affermazioni che riguardavano quel
            caso con il caso E-Cat come è stato fatto nel
            finale del servizio, sembra anche
            giornalisticamente
            scorretto.mah più che va avanti la vicenda a me sembra tanto la classica bufala, i due hanno fatto dimostrazioni ma non sono state ancora permesse misure indipendenti partendo da zero o uno studio fisico dettagliato della reazione . Sinceramente, anche se spero di essere smentito, mi sembra tanto "tubo tuker 2.0".
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: shevathas
            Sinceramente, anche se spero di essere smentito,
            mi sembra tanto "tubo tuker
            2.0".Con il tubo Tucker non si erano mai fatti esperimenti approntati da ricercatori universitari e giornalisti indipendenti, alla presenza di scienziati internazionalmente riconosciuti di cui uno che fa parte del comitato che assegna il nobel per la fisica e un altro presidente dell'equivalente del CICAP in Svezia.Con tutte le cautele del caso, penso che il punto di partenza sia completamente diverso.
          • shevathas scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: mai dire mai
            - Scritto da: shevathas


            Sinceramente, anche se spero di essere smentito,

            mi sembra tanto "tubo tuker

            2.0".

            Con il tubo Tucker non si erano mai fatti
            esperimenti approntati da ricercatori
            universitari e giornalisti indipendenti, e per il momento neanche con il sistema rossi - focardi, sono state fatte dimostrazioni ma non è stato ancora riprodotto l'esperimento da terzi indipendenti.
            alla
            presenza di scienziati internazionalmente
            riconosciuti di cui uno che fa parte del comitato
            che assegna il nobel per la fisica e un altro
            presidente dell'equivalente del CICAP in
            Svezia.cosa che, allo stato attuale, non significa niente. da:http://www.queryonline.it/2011/04/15/reattore-e-cat-la-posizione-del-cicap/ Da molte parti la visita dei fisici svedesi Hanno Essén e Sven Kullander al laboratorio di Rossi, qualche settimana fa, è stata salutata come la prova definitiva. In realtà il loro rapporto non aggiunge molto a quanto già era noto: Essén e Kullander non hanno potuto fare nulla più di quanto era già stato fatto da Levi e collaboratori nelle dimostrazioni precedenti, con la sola novità della versione più piccola del dispositivo e della conseguente diminuzione della potenza misurata da 20kW a circa 4kW. (...)Simili esperimenti fatti in condizioni molto vincolate hanno il difetto di mettere al sicuro solo dagli errori che si sa di poter commettere e (per dirla tutta) solo dai trucchi che si riescono a immaginare. Lunico modo per cercare di evitare errori e trucchi che non si riescono a immaginare è progettare la misura da zero, misurando tutto quello che è possibile misurare, per ottenere riscontri incrociati e tenere sotto controllo gli errori di misura: ci pare che questo non sia ancora avvenuto.Lo stesso Essén, che è stato presidente dellassociazione Vetenskap och Folkbildning (lequivalente svedese del CICAP), ci ha dichiarato: «Sono perfettamente daccordo; la faccenda non può essere considerata chiusa fino a che non saranno autorizzati test indipendenti: lho fatto notare anche ad Andrea Rossi. A quanto so, lUniversità di Bologna dovrebbe alla fine avere questo permesso».
            Con tutte le cautele del caso, penso che il punto
            di partenza sia completamente
            diverso.aspettiamo i risultati delle verifiche indipendenti prima di stappare lo champagne.
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: mai dire mai

            - Scritto da: shevathas




            Sinceramente, anche se spero di essere
            smentito,


            mi sembra tanto "tubo tuker


            2.0".



            Con il tubo Tucker non si erano mai fatti

            esperimenti approntati da ricercatori

            universitari e giornalisti indipendenti,

            e per il momento neanche con il sistema rossi -
            focardi, sono state fatte dimostrazioni ma non è
            stato ancora riprodotto l'esperimento da terzi
            indipendenti.


            alla

            presenza di scienziati internazionalmente

            riconosciuti di cui uno che fa parte del
            comitato

            che assegna il nobel per la fisica e un altro

            presidente dell'equivalente del CICAP in

            Svezia.

            cosa che, allo stato attuale, non significa
            niente.Beh, certo, meglio farlo alla presenza del garzone della ferramenta (con tutto il rispetto) perchè di tubi se ne intende, oppure alla presenza, ad esempio, del nostro presidente del consiglio in quanto in passato è stato oltre che operaio, anche un grande fisico nucleare.
            da:http://www.queryonline.it/2011/04/15/reattore-e

            Da molte parti la visita dei fisici svedesi
            Hanno Essén e Sven Kullander al laboratorio di
            Rossi, qualche settimana fa, è stata salutata
            come la prova definitiva. In realtà il loro
            rapporto non aggiunge molto a quanto già era
            noto: Essén e Kullander non hanno potuto fare
            nulla più di quanto era già stato fatto da Levi e
            collaboratori nelle dimostrazioni precedenti, con
            la sola novità della versione più piccola del
            dispositivo e della conseguente diminuzione della
            potenza misurata da 20kW a circa 4kW.
            (...)Intanto non hanno sollevato obbiezioni sul metodo adottato perchè a leggere in giro sembrava che quella metodologia di misura fosse puramente inventata con lo scopo di confermare un trucco.
            Simili esperimenti fatti in condizioni molto
            vincolate hanno il difetto di mettere al sicuro
            solo dagli errori che si sa di poter commettere e
            (per dirla tutta) solo dai trucchi che si
            riescono a immaginare.Certo che se non si riesce ad immaginare che in un cilindretto di 5cm di diametro per 7cm di lunghezza ci sia qualche cosa di diverso da un trucco per portare in ebollizione un certo flusso d'acqua per 18 ore continuative, allora la scienza di passi in avanti ne farà ben pochi. Lunico modo per cercare
            di evitare errori e trucchi che non si riescono a
            immaginare è progettare la misura da zero,
            misurando tutto quello che è possibile misurare,
            per ottenere riscontri incrociati e tenere sotto
            controllo gli errori di misura: ci pare che
            questo non sia ancora
            avvenuto.Certo gli errori di misura. Se da un guadagno stimato di 20 o 30 per l'E-Cat più grande (quello del primo esperimento), si passasse ad un guadagno di 1 (con un errore del 2000-3000%), beh, penso che qualche cattedra o qualche ruolo dovrà saltare al dipartimento di fisica di Bologna.
            Lo stesso Essén, che è stato presidente
            dellassociazione Vetenskap och Folkbildning
            (lequivalente svedese del CICAP), ci ha
            dichiarato: «Sono perfettamente daccordo; la
            faccenda non può essere considerata chiusa fino a
            che non saranno autorizzati test indipendenti:
            lho fatto notare anche ad Andrea Rossi. A quanto
            so, lUniversità di Bologna dovrebbe alla fine
            avere questo
            permesso». Anche l'università di Uppsala avrà questo permesso (altrimenti già si dice che Bologna non sarà indipendente visto che riceverà finanziamenti).Per il tubo Tucker c'è stato qualche cosa di minimamente paragonabile prima della sua commercializzazione? Ci sono mai stati 4 test pubblici eseguiti da ricercatori universitari e che, almeno per il metodo adottato, non ha avuto parere contrario da uno scienziato che assegna il nobel per la fisica?
            aspettiamo i risultati delle verifiche
            indipendenti prima di stappare lo
            champagne.Sono d'accordo.
          • shevathas scrive:
            Re: rossi focardi

            Beh, certo, meglio farlo alla presenza del
            garzone della ferramenta (con tutto il rispetto)
            perchè di tubi se ne intende, oppure alla
            presenza, ad esempio, del nostro presidente del
            consiglio in quanto in passato è stato oltre che
            operaio, anche un grande fisico
            nucleare.
            puoi farlo anche alla presenza di tutti i più grandi premi nobel del mondo, ma se non consenti loro di aprire la scatola e misurare tutto il misurabile, l'"esperimento" ha lo stesso valore scientifico di uno spettacolo di lap dance.

            Certo che se non si riesce ad immaginare che in
            un cilindretto di 5cm di diametro per 7cm di
            lunghezza ci sia qualche cosa di diverso da un
            trucco per portare in ebollizione un certo flusso
            d'acqua per 18 ore continuative, allora la
            scienza di passi in avanti ne farà ben
            pochi.
            una ipotesi sentita in giro potrebbe essere calore dovuto al decadimento di sostanze radioattive, alcuni siti parlavano di cobalto60. Ma per il momento sono solo ipotesi sul funzionamento; per chiarirle bisogna aprire la scatola.

            Lo stesso Essén, che è stato presidente

            dellassociazione Vetenskap och Folkbildning

            (lequivalente svedese del CICAP), ci ha

            dichiarato: «Sono perfettamente daccordo; la

            faccenda non può essere considerata chiusa fino
            a

            che non saranno autorizzati test indipendenti:

            lho fatto notare anche ad Andrea Rossi. A
            quanto

            so, lUniversità di Bologna dovrebbe alla fine

            avere questo

            permesso».

            Anche l'università di Uppsala avrà questo
            permesso (altrimenti già si dice che Bologna non
            sarà indipendente visto che riceverà
            finanziamenti).e ne ha già ricevuto dal rossi, a quanto pare. Ovvio che chi deve controllare deve essere diverso da chi vende.
            Per il tubo Tucker c'è stato qualche cosa di
            minimamente paragonabile prima della sua
            commercializzazione? Ci sono mai stati 4 test
            pubblici eseguiti da ricercatori universitari e
            che, almeno per il metodo adottato, non ha avuto
            parere contrario da uno scienziato che assegna il
            nobel per la
            fisica?
            veramente i pareri degli scienziati sono stati unanimi: bene, fateci capire come funziona l'affare e se è possibile riprodurre i risultati mostratici. Non è un parere contrario ma neppure una approvazione incondizionata, a me sembra tanto una sospensione del giudizio in attesa di informazioni migliori.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 maggio 2011 17.02-----------------------------------------------------------
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: shevathas

            Beh, certo, meglio farlo alla presenza del

            garzone della ferramenta (con tutto il rispetto)

            perchè di tubi se ne intende, oppure alla

            presenza, ad esempio, del nostro presidente del

            consiglio in quanto in passato è stato oltre che

            operaio, anche un grande fisico

            nucleare.


            puoi farlo anche alla presenza di tutti i più
            grandi premi nobel del mondo, ma se non consenti
            loro di aprire la scatola e misurare tutto il
            misurabile, l'"esperimento" ha lo stesso valore
            scientifico di uno spettacolo di lap
            dance.Paragone un po' facilotto, che non fa un grande onore. Per la scienza attuale non esiste niente capace di dare quell'energia in un volume come quello che non sia di origine nucleare. Per misurare la potenza termica di una caldaia non è necessario aprirne il bruciatore. Certo che se si vuole vedere il segreto industriale di Rossi, temo che bisognerà aspettare il brevetto (e se fossi nei suoi panni farei lo stesso).

            Certo che se non si riesce ad immaginare che in

            un cilindretto di 5cm di diametro per 7cm di

            lunghezza ci sia qualche cosa di diverso da un

            trucco per portare in ebollizione un certo
            flusso

            d'acqua per 18 ore continuative, allora la

            scienza di passi in avanti ne farà ben

            pochi.


            una ipotesi sentita in giro potrebbe essere
            calore dovuto al decadimento di sostanze
            radioattive, alcuni siti parlavano di cobalto60.
            Ma per il momento sono solo ipotesi sul
            funzionamento; per chiarirle bisogna aprire la
            scatola.Negli esperimenti è sempre stata fatta una misura di radioattività (tranne che nell'esperimento del giornalista svedese di NyTeknik mi sembra) risultata sempre negativa. Il cobalto 60 ha un periodo di dimezzamento di 5 anni, quindi mi sembra un trucco un po' facile da scoprire, se questa è l'ipotesi di trucco più avanzata ...



            Lo stesso Essén, che è stato presidente


            dellassociazione Vetenskap och Folkbildning


            (lequivalente svedese del CICAP), ci ha


            dichiarato: «Sono perfettamente daccordo; la


            faccenda non può essere considerata chiusa
            fino

            a


            che non saranno autorizzati test indipendenti:


            lho fatto notare anche ad Andrea Rossi. A

            quanto


            so, lUniversità di Bologna dovrebbe alla fine


            avere questo


            permesso».



            Anche l'università di Uppsala avrà questo

            permesso (altrimenti già si dice che Bologna non

            sarà indipendente visto che riceverà

            finanziamenti).

            e ne ha già ricevuto dal rossi, a quanto pare.
            Ovvio che chi deve controllare deve essere
            diverso da chi
            vende.Non è l'università di Bologna che vende. In un caso come questo UniBo ha solo da perderci la faccia se non fa le cose per bene, e per quanti soldi siano non credo che ci tengano a fare una figura di XXXXX di fronte al mondo intero.E comunque l'università di Uppsala non riceverà finanziamenti per fare il test o per studiare il dispositivo, anche se sono convinto si troverà qualche cosa da ridire comunque.

            Per il tubo Tucker c'è stato qualche cosa di

            minimamente paragonabile prima della sua

            commercializzazione? Ci sono mai stati 4 test

            pubblici eseguiti da ricercatori universitari e

            che, almeno per il metodo adottato, non ha avuto

            parere contrario da uno scienziato che assegna
            il

            nobel per la

            fisica?



            veramente i pareri degli scienziati sono stati
            unanimi: bene, fateci capire come funziona
            l'affare e se è possibile riprodurre i risultati
            mostratici. Non è un parere contrario ma neppure
            una approvazione incondizionata, a me sembra
            tanto una sospensione del giudizio in attesa di
            informazioni
            migliori.Bene, per il tubo Tucker non c'è stato neanche il tentativo di avviare una sperimentazione seria, non dico di aprire il tubo, ma semplicemente di collegare strumenti in ingresso e in uscita per verificarne il funzionamento (perché "l'inventore" sapeva a cosa sarebbe andato incontro), l'atteggiamento di Rossi mi sembra alquanto diverso, e dire che non è vero significa negare l'evidenza ed è inutile proseguire la discussione.Se poi chiedi a Rossi di rivelarti segreti industriali, e limiti solo a questo la tua disamina dell'atteggiamento di Rossi *sulla globalità* del funzionamento del catalizzatore e della sua volontà di sottoporsi a test, allora capisco che ti riesce facile fare un paragone e con il tubo Tucker, ma a mio avviso si tratta di un atteggiamento parecchio superficiale.
          • shevathas scrive:
            Re: rossi focardi

            Paragone un po' facilotto, che non fa un grande
            onore. Per la scienza attuale non esiste niente
            capace di dare quell'energia in un volume come
            quello che non sia di origine nucleare.
            anche il calore generato dal decadimento di scorie radioattive è di origine nucleare.
            Per misurare la potenza termica di una caldaia
            non è necessario aprirne il bruciatore. Certo che
            se si vuole vedere il segreto industriale di
            Rossi, temo che bisognerà aspettare il brevetto
            (e se fossi nei suoi panni farei lo
            stesso).
            però se uno ti facesse vedere una caldaia, perfettamente funzionante, e ti dicesse che brucia limonata per funzionare, anche se non ha capito bene come, la compreresti a scatola chiusa senza guardare il bruciatore ?


            Certo che se non si riesce ad immaginare che
            in


            un cilindretto di 5cm di diametro per 7cm di


            lunghezza ci sia qualche cosa di diverso da un


            trucco per portare in ebollizione un certo

            flusso


            d'acqua per 18 ore continuative, allora la


            scienza di passi in avanti ne farà ben


            pochi.




            una ipotesi sentita in giro potrebbe essere

            calore dovuto al decadimento di sostanze

            radioattive, alcuni siti parlavano di cobalto60.

            Ma per il momento sono solo ipotesi sul

            funzionamento; per chiarirle bisogna aprire la

            scatola.

            Negli esperimenti è sempre stata fatta una misura
            di radioattività (tranne che nell'esperimento del
            giornalista svedese di NyTeknik mi sembra)
            risultata sempre negativa. Il cobalto 60 ha un
            periodo di dimezzamento di 5 anni, quindi mi
            sembra un trucco un po' facile da scoprire, se
            questa è l'ipotesi di trucco più avanzata
            ...
            sarebbe bastato analizzare il catalizzatore e vedere cosa conteneva, cosa che per motivi di tutela del brevetto da parte di rossi non è stata fatta.
            Non è l'università di Bologna che vende. In un
            caso come questo UniBo ha solo da perderci la
            faccia se non fa le cose per bene, e per quanti
            soldi siano non credo che ci tengano a fare una
            figura di XXXXX di fronte al mondo
            intero.
            E comunque l'università di Uppsala non riceverà
            finanziamenti per fare il test o per studiare il
            dispositivo, anche se sono convinto si troverà
            qualche cosa da ridire
            comunque.
            aspettiamo a vedere i test. Per chiudere il 99% delle polemiche basta che l'esperimento venga riprodotto con pari risultati da un altro team di ricerca. Anche se, nel caso il secondo team non riuscisse a replicare l'esperimento, mi aspetto il solito coretto del complotto demoplutogiudaicomassonico.
            Se poi chiedi a Rossi di rivelarti segreti
            industriali, e limiti solo a questo la tua
            disamina dell'atteggiamento di Rossi *sulla
            globalità* del funzionamento del catalizzatore ele mie perplessità sono principalmente due:- il fatto che non siano stati in grado di fornire una spiegazione teorica coerente con le attuali teorie fisiche del fenomeno- il fatto che il "segreto industriale" impedisca al momento di indagare sul funzionamento da parte dell'apparato da parte di terzi.singolarmente possono essere entrambe coerenti ma insieme non danno proprio l'impressione di un comportamento cristallino. Per il resto rimango della mia idea: meglio aspettare e vedere se le rose fioriscono o meno.
            della sua volontà di sottoporsi a test, allora
            capisco che ti riesce facile fare un paragone e
            con il tubo Tucker, ma a mio avviso si tratta di
            un atteggiamento parecchio
            superficiale.
          • mai dire mai scrive:
            Re: rossi focardi
            - Scritto da: shevathas

            Paragone un po' facilotto, che non fa un grande

            onore. Per la scienza attuale non esiste niente

            capace di dare quell'energia in un volume come

            quello che non sia di origine nucleare.


            anche il calore generato dal decadimento di
            scorie radioattive è di origine
            nucleare.Aridaje, non si sono mai misurate radiazioni fuori dal catalizzatore. Se ci fossero scorie radioattive, il catalizzatore sarebbe sempre caldo e non solo dopo aver premuto l'interruttore. Mi sembra una ipotesi piuttosto semplice da escludere.

            Per misurare la potenza termica di una caldaia

            non è necessario aprirne il bruciatore. Certo
            che

            se si vuole vedere il segreto industriale di

            Rossi, temo che bisognerà aspettare il brevetto

            (e se fossi nei suoi panni farei lo

            stesso).


            però se uno ti facesse vedere una caldaia,
            perfettamente funzionante, e ti dicesse che
            brucia limonata per funzionare, anche se non ha
            capito bene come, la compreresti a scatola chiusa
            senza guardare il bruciatore
            ?Sempre azzeccato come esempio eh? Il caso Rossi-Focardi non mi sembra completamente inventato di sana pianta, passando da Piantelli-Focardi, a tutti gli studi fatti in Italia e Giappone sui fenomeni riportati con il nome di "fusione fredda", fino a risalire a quegli emarginati di Fleishman e Pons, che ci sia qualche cosa di più di una limonata dietro a tutto questo non mi sembra che sia una novità.Riguardo alla caldaia, guarda che io non ho la più pallida idea del perché il gas bruci (e non so neanche se le teorie fisiche che ci sono dietro lo spieghino *completamente*). Il bruciatore non so neanche come è fatto, ma la caldaia a gas la compero ugualmente.

            Negli esperimenti è sempre stata fatta una
            misura

            di radioattività (tranne che nell'esperimento
            del

            giornalista svedese di NyTeknik mi sembra)

            risultata sempre negativa. Il cobalto 60 ha un

            periodo di dimezzamento di 5 anni, quindi mi

            sembra un trucco un po' facile da scoprire, se

            questa è l'ipotesi di trucco più avanzata

            ...


            sarebbe bastato analizzare il catalizzatore e
            vedere cosa conteneva, ......ma anche mettere un rilevatore di radiazioni vicino, come è stato fatto, per escludere la presenza di materiali radioattivi, ma si continua a negare questa evidenza. Vedo che anche tu continui a ipotizzare la presenza di elementi radioattivi nonostante che questa misura sia stata fatta, ... a già, dimenticavo..., Giuseppe Levi è stato pagato sottobanco da Rossi e quindi ha manomesso appositamente lo strumento di misura.No, in realtà io penso che Rossi abbia evitato di aprire il catalizzatore in presenza di pubblico per evitare di contaminarli tutti i presenti con radiazioni da cobalto 60.
            aspettiamo a vedere i test. Per chiudere il 99%
            delle polemiche basta che l'esperimento venga
            riprodotto con pari risultati da un altro team di
            ricerca. Anche se, nel caso il secondo team non
            riuscisse a replicare l'esperimento, mi aspetto
            il solito coretto del complotto
            demoplutogiudaicomassonico.Se invece riuscirà a riprodurlo si dirà che Rossi ha finanziato, magari in nero, anche l'università di Uppsala in Svezia.
            le mie perplessità sono principalmente due:

            - il fatto che non siano stati in grado di
            fornire una spiegazione teorica coerente con le
            attuali teorie fisiche del
            fenomenoForse lo farà un nuovo Einstain tra una decina di anni, nel frattempo cosa facciamo? Lasciamo tutto lì perché non c'è una teoria fisica, magari corredata da una nuova teoria matematica dei tensori, in grado di descrive come l'interazione degli atomi nella materia risponda a teorie diverse da quelle finora ipotizzate per il fatto che in realtà la forza nucleare debole ... e bla, bla, bla, bla...?
            - il fatto che il "segreto industriale" impedisca
            al momento di indagare sul funzionamento da parte
            dell'apparato da parte di
            terzi.Lo so, anche a me piacerebbe sapere cosa c'è dentro, ma mi accontento anche di una caldaia che mi riscaldi casa, non dico tanto, ma con un terzo di quello che spendo ora. Spero che non ci sia bisogno di aspettare la nascita di un nuovo genio della fisica-matematica prima che ciò avvenga.Speriamo non si faccia con Rossi come con i fratelli Wright i quali furono dichiarati dei truffatori per ben cinque anni dopo il loro primo volo, semplicemente perché affermavano di riuscire a volare con un oggetto "più pesante dell'aria", ma magari se avessero fornito una spiegazione teorica coerente con le attuali (di allora) teorie fisiche del fenomeno, sarebbero stati più credibili. Chissà se le teorie fisiche di allora permettevano di spiegare una cosa così verosimilmente impossibile.
          • Michele Pradella scrive:
            Re: rossi focardi
            Diciamo che magari basta aspettare ottobre quando dovrebbe entrare in funzione la centrale in grecia...quella sarebbe la prova definitiva più ancora di esperimenti prove e ricerche fatte da chiunque: è chiaro poi il fatto che bisogna studiare per bene il fenomeno capirne la teoria per poterlo sfruttare al meglio. Però non lo trovo molto saggio far fare esperimenti accurati prima di aver ottenuto il brevetto perché poi potrebbero essere copiato...in ogni caso il brevetto italiano è stato già ottenuto circa 1 mese fa
          • Michele Pradella scrive:
            Re: rossi focardi
            Anche secondo me è stato un pessimo servizio, perché le 2 vicende sono completamente scorrelate e comunque non hanno aggiunto nessuna informazione aggiuntiva se non quelle 2 interviste misere che puntavano ancora su sta faccenda della petrol dragon...Secondo me si solo voluti parare il C*LO. In ogni caso io voglio credere che sarà una rivoluzione, e ci spero...
          • Michele Pradella scrive:
            Re: rossi focardi
            La scienza in genere crea una teoria per spiegare un fenomeno che non si riesce a capire. Quindi fenomeno sconosciuto-
            teoria che lo spiega.In questo caso il fenomeno è l'E-CAT...arriverà anche la teoria che ne spiega il funzionamento..mi sembra tra l'altro che la scienza negli anni sia stata smentita diverse volte e molte teorie sono state scritte o riscritte...quindi secondo me non bisogna pretendere che la scienza abbia una teoria per un fenomeno che non è ancora stato studiato. Se poi il tutto si rivelerà una bufala (anche se credo e spero di no) allora quelli che ci perdono siamo solo noi: perché se invece fosse tutto vero sarebbe l'inizio di una nuova era...l'era dell'E-CAT
  • iRoby scrive:
    La XXXXX è il futuro!
    Il titolo fa ridere...Eppure posso dirvi che gli allevatori emiliani quelli del prosciutto di Parma guadagnano di più dalla produzione di energia elettrica da bio-gas prodotto dalla XXXXX dei loro maiali, che dalle cosce di prosciutto.I guadagni in energia prodotta da bio-masse arrivano a 60.000 al giorno da un solo motore a bio-gas collegato ad un generatore da meno di 10 MegaWatt.Anche l'AMIAT di Torino, l'azienda della nettezza urbana produce gas ed energia elettrica dal rifiuto umido. E ci sono nuove tecniche di fermentazione degli scarti di mais che permettono grandi produzioni di bio-gas. Ecco qualche esempio di questi prodotti di un'azienda per cui ho fatto consulenze.[yt]eXE1CUUx8T4[/yt]
    • MacBoy scrive:
      Re: La XXXXX è il futuro!
      E' sicuramente un'opportunità da sfruttare. Anche perché hai 2 piccioni con una fava: ricicli dei rifiuti (che sarebbero altrimenti un costo da eliminare) e ci guadagni anche. Ma dubito sufficiente a soddisfare il carico di base di una nazione industrializzata, se non in minima percentuale. Per quello in futuro il nucleare sarà inevitabile, c'è poco da fare.
    • Rover scrive:
      Re: La XXXXX è il futuro!
      Premesso che è un metodo intelligente, ho dei dubbi sui 60.000 Euro al giorno.Supponendo che ci sia XXXXX x 24 ore al giorno, 10 Mw x 24 =240 Mwh.Non mi risulta che la produzione bio sia incentivata, a meno che non ricada nel CIP6 o qualcosa del genere.Perchè con i pressi di mercato credo che si arrivi fore a 20.000 Euro al giorno.Non male, comunque.
  • iRoby scrive:
    Bill Gates ha perso con l'etanolo
    Secondo me si vuole rifare dei soldoni persi con l'etanolo:http://www.consumerenergyreport.com/2007/09/21/bill-gates-ethanol-losses/Quando si iniziò a parlare di batterie a combustibile, che si ricaricavano con una carica di etanolo, i ricconi e l'industria iniziarono ad investire lì.Poi tali batterie e tecnologie si rivelarono una bolla che è scoppiata, e Bill Gates ha perso parecchio -$16 ad azione.Essendo già tutte le altre fonti energetiche fortemente in mano ai magnati del petrolio e dei combustibili fossili, persone come Bill Gates cercano qualcosa di profittevole in mondi alternativi...Bill Gates non è un genio o un innovatore, è solo un comunissimo MERCANTE!
  • Redpill scrive:
    Le balle sul nucleare
    se posso citare un'altra testata giornalistica (indipendente da finanziamenti politici al contrario di molti quotidiani da bar...)http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/03/gli-esperti-schneider-e-maltini-spiegano-perche-il-nucleare-non-conviene-e-non-e-sicuro/108712/http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/25/leggende-nucleari-tutta-la-verita-sulfabbisogno-energetico-nazionale/100027/Disponibile a chiarimenti di sorta da parte di chi è del settore. I dati sopra riportati mi sembrano verificabili e piuttosto chiari.
  • Funz scrive:
    Cosa vuoi che ne capisca Bill?
    Cosa vuoi che ne capisca Bill di nucleare, di rinnovabili, di energia? Tanto più che ha un leggeriiiissimo conflitto di interessi...
  • Utouti scrive:
    Sono d'accordo
    Una bella centrale atomica VICINO A CASA SUA.
    • collione scrive:
      Re: Sono d'accordo
      bella proposta, io invece ne vorrei 3 ad Arcore e 2 in Sardegna ah e un bell'inceneritore superacXXXXXriato di fronte al parlamento, tanto loro dicono che l'unico prodotto di questi mostri è una lieve brezzolina profumata
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    L'ho sempre pensato...
    ... che è un cretino, e questa ne è l'ennesima conferma.PS RICORDATEVI DI VOTARE PER I REFERENDUM DI GIUGNO
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: L'ho sempre pensato...
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      ... che è un cretino, e questa ne è l'ennesima
      conferma.
      Magari fosse un cretino.Chissà quali interessi economici tiene..
      PS RICORDATEVI DI VOTARE PER I REFERENDUM DI
      GIUGNOEh, ricordiamoci: 4 SI.
  • asd scrive:
    le mani in pasta
    di sicuro ha dei progetti, come e' riuscito a comprare e rivendere software schifoso per ora, cosi' vuole fare con le centrali nucleari, e' bravo a vendere letame quest'uomo
    • Fiber scrive:
      Re: le mani in pasta
      - Scritto da: asd
      di sicuro ha dei progetti, come e' riuscito a
      comprare e rivendere software schifoso per ora,
      cosi' vuole fare con le centrali nucleari, e'
      bravo a vendere letame
      quest'uomoanche tu sei bravo a sparar cappellate con tue sentenze che non sei nessuno come vedi sei 100 volte peggio di Bill Gates
      • krane scrive:
        Re: le mani in pasta
        - Scritto da: Fiber
        - Scritto da: asd

        di sicuro ha dei progetti, come e' riuscito a

        comprare e rivendere software schifoso per ora,

        cosi' vuole fare con le centrali nucleari, e'

        bravo a vendere letame quest'uomo
        anche tu sei bravo a sparar cappellate con tue
        sentenze che non sei nessunoSe vuoi parlare di sentenze leggiti quelle di microsoft, ah anche la nuova societa' benefica ne sta accumulando.
        come vedi sei 100 volte peggio di Bill Gates
        • Fiber scrive:
          Re: le mani in pasta
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: Fiber

          - Scritto da: asd


          di sicuro ha dei progetti, come e' riuscito a


          comprare e rivendere software schifoso per
          ora,


          cosi' vuole fare con le centrali nucleari, e'


          bravo a vendere letame quest'uomo


          anche tu sei bravo a sparar cappellate con tue

          sentenze che non sei nessuno

          Se vuoi parlare di sentenze leggiti quelle di
          microsoft, ah anche la nuova societa' benefica ne
          sta
          accumulando.


          come vedi sei 100 volte peggio di Bill Gatesanche Margherita Hack dice che senza nucleare non si puo' andar avanti viste le colossali richieste energetiche del pianeta di oggi e dell'immediato futuro ..e che con le sole rinnovabili ci si pulisce il kiul proprio per questo non essendo sufficienti ,non che non vanno beneperche' non andate a dire anche a lei che e' un'astrofisica capra incompetente che produce solo XXXXX?cosa aspettate?lo vedete o no che siete ridicoli all'ennesima potenza ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 maggio 2011 12.54-----------------------------------------------------------
    • Picchiatell o scrive:
      Re: le mani in pasta
      - Scritto da: asd
      di sicuro ha dei progetti, come e' riuscito a
      comprare e rivendere software schifoso per ora,
      cosi' vuole fare con le centrali nucleari, e'
      bravo a vendere letame
      quest'uomocrtl+alt+canc e la centrale di fukushima si sarebbe spenta dai...i giapponesi non ne capiscono un mazza....(troll4)
    • iRoby scrive:
      Re: le mani in pasta
      So di investimenti in fabbriche di metanolo ed etanolo fatte da Bill Gates.Per cui sta investendo parecchio in energia...Il suo commento non è disinteressato...
  • kallsu scrive:
    Nucleare$
    Ma in caso di emergenza si dovrà pigiare Ctrl+Alt+Canc ?!??!?!?!Non è che in caso di emergenza si può eseguire il dump dei dati e riformattare tutto quanto o avviare la procedura di ripristino ... o almeno non in tempo brevi.Sarà sarcasmo pure, ma Guglielmo Porte forse non ce la racconta tutta per benino.
  • Nome e cognome scrive:
    scommettitore fallito


    il magnate statunitense continua a scommettere

    sul nucleare come fonte energetica del futurocome scommettitore e' un fallito, fate conto che il magnate all'epoca di windows 3 non voleva includere il tcp/ip nel sistema operativo perche' riteneva la rete una "moda passeggera"
  • kakkola scrive:
    lui difende i propri interessi
    Lui difende i propri investimenti e fa i propri interessi, che come al solito, non è detto che coincidano con quelli della comunità...
    • Picchiatell o scrive:
      Re: lui difende i propri interessi
      - Scritto da: kakkola
      Lui difende i propri investimenti e fa i propri
      interessi, che come al solito, non è detto che
      coincidano con quelli della
      comunità...il problema e' quando gli interessi di questo + i politici + i mass media + cartelli sono gli stessi ...
  • iges scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    - Scritto da: Enjoy with Us[...]
    speriamo si
    spiccino con la fusione nucleare, [...]ma si, e anche con la pace nel mondo e la giustizia sociale
  • customsoft scrive:
    Referendum
    Che sia SI o che sia NO l'importante è far valere il proprio DIRITTO AL VOTOQuindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su quel che volete) il 12-13 giugno!SalutiMarco (SE&O)
    • Our Money scrive:
      Re: Referendum
      - Scritto da: customsoft
      Che sia SI o che sia NO l'importante è far valere
      il proprio DIRITTO AL
      VOTO
      Quindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su
      quel che volete) il 12-13
      giugno!

      Saluti
      Marco (SE&O)Andare a votare significa far vincere il SI.Chi come me vuole il nucleare NON DEVE VOTARE.
      • panda rossa scrive:
        Re: Referendum
        - Scritto da: Our Money
        - Scritto da: customsoft

        Che sia SI o che sia NO l'importante è far
        valere

        il proprio DIRITTO AL

        VOTO

        Quindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su

        quel che volete) il 12-13

        giugno!



        Saluti

        Marco (SE&O)
        Andare a votare significa far vincere il SI.Andare a votare significa rispettare la democrazia.Se non vai a votare, temi prima di tutto la democrazia.
        Chi come me vuole il nucleare NON DEVE VOTARE.Chi come te non e' democratico NON DEVE VOTARE.Chi e' democratico a votare ci va ed esprime il suo parere.
        • shevathas scrive:
          Re: Referendum

          Andare a votare significa rispettare la
          democrazia.
          Se non vai a votare, temi prima di tutto la
          democrazia.
          ah la democrazia bulgara... li si che si votava...
          Chi come te non e' democratico NON DEVE VOTARE.
          Chi e' democratico a votare ci va ed esprime il
          suo
          parere.anche l'astensione è un parere.
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas

            Chi come te non e' democratico NON DEVE VOTARE.

            Chi e' democratico a votare ci va ed esprime il

            suo

            parere.

            anche l'astensione è un parere.certo: è il sacrosanto diritto a fregarsene.che in Italia è confuso col parere contrario
          • collione scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas

            Chi come te non e' democratico NON DEVE VOTARE.

            Chi e' democratico a votare ci va ed esprime il

            suo

            parere.

            anche l'astensione è un parere.un parere dannoso perchè la democrazia si regge sulla partecipazione popolare e non è questione di votare si o no ma proprio di fregarsene e mettere il proprio potere sovrano nelle mani di altricome vedi l'astensione è solo segno di un disinteresse verso la democrazia
          • shevathas scrive:
            Re: Referendum

            un parere dannoso perchè la democrazia si regge
            sulla partecipazione popolare e non è questione
            di votare si o no ma proprio di fregarsene e
            mettere il proprio potere sovrano nelle mani di
            altri
            altri discesi dal cielo ? o votati dagli italiani ?
          • collione scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas
            altri discesi dal cielo ? o votati dagli italiani
            ?mi chiedo da quanti italiani siano stati votati e quante promesse hanno mantenuto e soprattutto quanti soldi hanno preso dalle lobbyper esempio Silvio in campagna elettorale le centrali atomiche non le aveva certo messema comunque non vedo dove sia il problema, il referendum è meglio di un passaggio parlamentare non ti pare? non pensi che sia più democratico? nel parlamento di esprimono le posizioni di 2-3 anni prima ( quando ci sono state le elezioni ), nel referendum si esprimono le posizioni di tutta l'Italia oggialla fin fine è sempre una forma superiore di democrazia e per questo non va disertatonon penso che l'italiano medio non abbia 10 minuti per andare a votare
          • shevathas scrive:
            Re: Referendum

            ma comunque non vedo dove sia il problema, il
            referendum è meglio di un passaggio parlamentare
            non ti pare? purtroppo no, il referendum è una domanda secca su un argomento ed è meramente abbrogativo, non ha valore propositivo e non può sostituirsi all'attività del legislatore, al più può dare "indicazioni" molto liberamente interpretabili.
            non pensi che sia più democratico?più democratico non significa più efficace.
            alla fin fine è sempre una forma superiore di
            democrazia e per questo non va
            disertato
            dai referendum sulla caccia 1987 il non andare a votare è stata l'arma di chi voleva far fallire il referendum sommando ai no la quota di astenuti. E questo ripropone a parti inverse un discorso fatto per le politiche: la differenza fra la maggioranza degli italiani e la maggioranza dei voti validamente espressi.
      • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
        Re: Referendum
        - Scritto da: Our Money
        Andare a votare significa far vincere il SI.
        Chi come me vuole il nucleare NON DEVE VOTARE.Chi vuole il nucleare dovrebbe andare a votare.. e votare NO.E ricordarsi che sono 4 i referndumquesta di usare l'astensione al posto dle no è una distrorsione della democrazia
      • mint 4ever scrive:
        Re: Referendum
        Ricorda che il referendum lo paghi anche tu. Non votare significa buttare nel XXXXX tanti bei soldi.E comunque i referendum dovrebbero essere usati solo per questioni morali. I tecnicismi lasciamoli ai tecnici. Un leader deve saper scegliere per la sua gente pensando nel lungo periodo ed informandosi.Lasciamo decidere al voto gli italiani? L'italiano medio è vecchio e guarda mediaset tutto il giorno: che competenze ha in merito?????
        • deactive scrive:
          Re: Referendum
          lasciamo le leggi ad personam ai tecnici allora ?la privatizzazione dell'acqua poi non mi pare argomento tanto complesso.Cosa succede allora se i tecnici non sono minimamente in grado di valutare la situazione nell'interesse del paese?
          • mint 4ever scrive:
            Re: Referendum
            Chi fa le leggi lo hai votato. E' lì che hai espresso la tua democrazia.Cosa fare se hai votato una sola? Appena possibile (max 4 anni) ne voti un altro.Ma visto che siamo vecchi e rXXXXXXXXXti dalla TV votiamo sempre gli stessi...PS: ai referendum votano gli stessi che votano alle politiche...PPS: un governo basato sul referendum non è praticabile. E comunque non mi fido nè del governo nè del mio vicino (referendum). E allora che facciamo, anarchia?
          • shevathas scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: deactive
            lasciamo le leggi ad personam ai tecnici allora ?
            la privatizzazione dell'acqua poi non mi pare
            argomento tanto
            complesso.
            che poi non c'è alcuna privatizzazione dell'acqua, il referendum riguarda la possibilità di dare in gestione, non di privatizzare, acquedotti e fognature.
            Cosa succede allora se i tecnici non sono
            minimamente in grado di valutare la situazione
            nell'interesse del
            paese?e se non lo sono in grado i tecnici chi dovrebbe essere in grado di farlo ?
          • deactive scrive:
            Re: Referendum

            che poi non c'è alcuna privatizzazione
            dell'acqua, il referendum riguarda la possibilità
            di dare in gestione, non di privatizzare,
            acquedotti e
            fognature.che s'intende come far lucrare qualcuno su un bene totalmente primario come l'acqua. Ti ricordo che siamo in italia e che la trasparenza non e' il nostro forte. Il clientelismo invece, in quello si che siamo campioni.

            Cosa succede allora se i tecnici non sono

            minimamente in grado di valutare la situazione

            nell'interesse del

            paese?

            e se non lo sono in grado i tecnici chi dovrebbe
            essere in grado di farlo
            ?tremonti e' un tecnico. Eppure non mi sembra la mente n1 dell'economia mondiale. Questo intendo : se i tecnici sono troppo di parte per giudicare le cose in modo oggettivo e nell'interesse della comunita'.
          • shevathas scrive:
            Re: Referendum

            che s'intende come far lucrare qualcuno su un
            bene totalmente primario come l'acqua. cosa indipendente dal chi ha in gestione le risorse, mi sembra che in italia le "parastatali" non siano state campioni di imparzialità e trasparenza.

            tremonti e' un tecnico. Eppure non mi sembra la
            mente n1 dell'economia mondiale. il tuo medico di base ha preso il nobel per la medicina ? no ? e allora perché vai da lui ?
            Questo intendo :
            se i tecnici sono troppo di parte per giudicare
            le cose in modo oggettivo e nell'interesse della
            comunita'.ripeto la domanda: e allora chi dovrebbe giudicare ? la comunità stessa ? siamo sicuri che abbia le competenze almeno per capire il problema ?
      • pietro scrive:
        Re: Referendum
        - Scritto da: Our Money
        - Scritto da: customsoft

        Che sia SI o che sia NO l'importante è far
        valere

        il proprio DIRITTO AL

        VOTO

        Quindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su

        quel che volete) il 12-13

        giugno!



        Saluti

        Marco (SE&O)
        Andare a votare significa far vincere il SI.
        Chi come me vuole il nucleare NON DEVE VOTARE.far fallire un referendum per non far vincere il si è semplicemente l'imposizione del volere di una minoranza sulla maggioranza, non c'è nulla di più antidemocratico.
        • shevathas scrive:
          Re: Referendum

          far fallire un referendum per non far vincere il
          si è semplicemente l'imposizione del volere di
          una minoranza sulla maggioranza, non c'è nulla di
          più
          antidemocratico.maggioranza di che, se il referendum fallisce ? di certo non del 50%+1 degli elettori.
          • pietro scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas

            far fallire un referendum per non far vincere il

            si è semplicemente l'imposizione del volere di

            una minoranza sulla maggioranza, non c'è nulla
            di

            più

            antidemocratico.

            maggioranza di che, se il referendum fallisce ?
            di certo non del 50%+1 degli
            elettori.se quelli che sono per il no votassero ci sarebbe il quorum e quindi il si avrebbe la maggioranza sul 50% dei votanti.Visto come stanno invece le cose si potrebbe allora cambiare la legge per i referendum, chi è per il si va a votare chi è per il no sta a casa, con buona pace per la segretezza del voto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas

            far fallire un referendum per non far vincere il

            si è semplicemente l'imposizione del volere di

            una minoranza sulla maggioranza, non c'è nulla
            di

            più

            antidemocratico.

            maggioranza di che, se il referendum fallisce ?
            di certo non del 50%+1 degli
            elettori.No, ma quelli del NO carpirebbero anche quella massa di ignavi, menefreghisti, disinformati, impossibilitati a votare, malati, in viaggio, in trasferta, o che non possono votare per mille altri motivi e tu lo sai!
          • shevathas scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            far fallire un referendum per non far vincere
            il


            si è semplicemente l'imposizione del volere di


            una minoranza sulla maggioranza, non c'è nulla

            di


            più


            antidemocratico.



            maggioranza di che, se il referendum fallisce ?

            di certo non del 50%+1 degli

            elettori.

            No, ma quelli del NO carpirebbero anche quella
            massa di ignavi, menefreghisti, disinformati,
            impossibilitati a votare, malati, in viaggio, in
            trasferta, o che non possono votare per mille
            altri motivi e tu lo
            sai!certo, e quella massa la si vuole sommare al no oppure al si ?
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Referendum
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: shevathas



            far fallire un referendum per non far
            vincere

            il



            si è semplicemente l'imposizione del volere
            di



            una minoranza sulla maggioranza, non c'è
            nulla


            di



            più



            antidemocratico.





            maggioranza di che, se il referendum fallisce
            ?


            di certo non del 50%+1 degli


            elettori.



            No, ma quelli del NO carpirebbero anche quella

            massa di ignavi, menefreghisti, disinformati,

            impossibilitati a votare, malati, in viaggio, in

            trasferta, o che non possono votare per mille

            altri motivi e tu lo

            sai!

            certo, e quella massa la si vuole sommare al no
            oppure al si
            ?In una democrazia corretta non dovrebbe essere conteggiata
    • parasol scrive:
      Re: Referendum
      ben detto. SI SI e ancora SI. votare SI e raggiungere il cuorum.- Scritto da: customsoft
      Che sia SI o che sia NO l'importante è far valere
      il proprio DIRITTO AL
      VOTO
      Quindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su
      quel che volete) il 12-13
      giugno!

      Saluti
      Marco (SE&O)
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Referendum
      - Scritto da: customsoft
      Che sia SI o che sia NO l'importante è far valere
      il proprio DIRITTO AL
      VOTO
      Quindi ... ricordatevi di metter la crocetta (su
      quel che volete) il 12-13
      giugno!

      Saluti
      Marco (SE&O)veramente cui eravamo gia' espressi per il no e mi pare che la democrazia nel nostro paese sia solo sulla carta e non ai piani alti...
      • petrestov scrive:
        Re: Referendum
        - Scritto da: Picchiatell o
        veramente cui eravamo gia' espressi per il no e
        mi pare che la democrazia nel nostro paese sia
        solo sulla carta e non ai piani
        alti...I quesiti abrogativi proposti nel referendum del 1987 non dicevano chiaramente che non si possono costruire centrali nucleari in Italia, ma abrogavano norme vigenti che permettevano allo Stato di costruirle.Da Wikipedia:quesito 1Abrogazione dell'intervento statale se il Comune non concede un sito per la costruzione di una centrale nucleare.Quesito: "Volete che venga abrogata la norma che consente al Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) di decidere sulla localizzazione delle centrali nel caso in cui gli enti locali non decidano entro tempi stabiliti? (la norma a cui si riferisce la domanda è quella riguardante "la procedura per la localizzazione delle centrali elettronucleari, la determinazione delle aree suscettibili di insediamento", previste dal 13° comma dell'articolo unico legge 10/1/1983 n.8)"quesito 2Abrogazione dei contributi di compensazione agli enti locali per la presenza sul proprio territorio di centrali nucleari o a carbone.Quesito: "Volete che venga abrogato il compenso ai comuni che ospitano centrali nucleari o a carbone? (la norma a cui si riferisce la domanda è quella riguardante "l'erogazione di contributi a favore dei comuni e delle regioni sedi di centrali alimentate con combustibili diversi dagli idrocarburi", previsti dai commi 1,2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12 della citata legge)"Quesito 3Esclusione della possibilità per l'Enel di partecipare alla costruzione di centrali nucleari all'estero.Quesito: "Volete che venga abrogata la norma che consente allENEL (Ente Nazionale Energia Elettrica) di partecipare ad accordi internazionali per la costruzione e la gestione di centrali nucleari all'estero? (questa norma è contenuta nella legge N.856 del 1973, che modificava larticolo 1 della legge istitutiva dellENEL)."E' politicamente che ci si è resi conto, con il voto popolare, che il nucleare era impraticabile nel nostro Paese. Ma anche con le norme abrogate con i quesiti referendari è legalmente ancora possibile costruire una centrale nucleare in Italia. Non lo sarebbe più, ad esempio, se ci fosse una norma costituzionale a dire chiaramente che l'atomo non può essere usato sul suolo italiano per produrre energia elettrica o un suo vettore.
        • ciccio pasticcio scrive:
          Re: Referendum

          I quesiti abrogativi proposti nel referendum del
          1987 non dicevano chiaramente che non si possono
          costruire centrali nucleari in Italia, ma
          abrogavano norme vigenti che permettevano allo
          Stato di
          costruirle.I referendum in italia sono solamente abrogativi.Nessun referendum potrebbe mai sancire che non si possono costruire centrali nucleari.
  • fox82i scrive:
    Bravo Bill
    Il solito sacente del menga!Bah invece di parlare così senza cognizione di causa che provi a dare un occhio al progetto di Rubbia con le centrali al Torio e alle sue implementazioni attuali in Cina e India (qualche documento reperito da Google)http://www.lineameteo.it/viewtopic.php?f=9&t=8916e poi anche quihttp://www.climatemonitor.it/?p=10383Ora mi chiedo io:- o siamo noi scemi che non capiamo che abbiamo un genio che ci potrebbe permettere di introdurre il nucleare anche in Italia ma con tossicità e rendimenti nettamente migliori alle centrali all'uranio/plutonio!- o i cinesi/indiani sono talmente rimbambiti che non si stanno accorgendo che questo progetto è un buco nell'acqua!Chi avrà ragione?
    • MacBoy scrive:
      Re: Bravo Bill
      - Scritto da: fox82i
      Il solito sacente del menga!

      Bah invece di parlare così senza cognizione di
      causa che provi a dare un occhio al progetto di
      Rubbia con le centrali al Torio e alle sue
      implementazioni attuali in Cina e India (qualche
      documento reperito da Google)Non c'è solo quella di Rubbia al Torio, e non è neanche la più interessante. Le più interessanti sono quelle a sali liquidi, variamente chiamate MSR (Molten Salt Reactor), LFTR (Liquid Fluoride Thorium Reactor) o MSTR (Molten Salt Thorium Reactor).[yt]N2vzotsvvkw[/yt]
      Ora mi chiedo io:
      - o siamo noi scemi che non capiamo che abbiamo
      un genio che ci potrebbe permettere di introdurre
      il nucleare anche in Italia ma con tossicità e
      rendimenti nettamente migliori alle centrali
      all'uranio/plutonio!Che siamo scemi non c'è proprio dubbio.
      - o i cinesi/indiani sono talmente rimbambiti che
      non si stanno accorgendo che questo progetto è un
      buco nell'acqua!I cinesi hanno annunciato a gennaio di voler sviluppare le sopra menzionate LFTR.Oltre a provare a sviluppare altri tipi di autofertilizzanti (al sodio metallico, ecc).I cinesi sono la nostra speranza. Hanno un'ENORME necessità di energia e non si fanno le 1000 pippe mentali che ci facciamo noi a provare cose nuove. Peccato che non siano gli USA che queste tecnologie innovative già le avevano pronte al 90% 20-40 anni fà.
  • iges scrive:
    una centrale ad antrace no?
    ma una belal centrale ad antrace, oppure ad armi batteriologiche? qualcosa di mortale dai, non ci piace altrimenti
  • KeS scrive:
    Ma state ancora a sentire Bill??
    Ormai è storia che tutto quello che dice lo Zio in ambito tecnologico sono XXXXXXXte... è un venditore nato!!
  • silvan scrive:
    Esplosioni pericolose
    C'è una esplosione ancora peggiore di quella nucleare: quella demografica mondiale, che, se continuerà con l'attuale progressione, porterà alla distruzione, non di un singolo territorio, ma dell'intera Terra. Non mi stancherò mai di ricordare a tutti che le risorse globali NON SONO INFINITE, non solo quelle energetiche ma anche quelle alimentari, delle materie prime, dell'acqua potabile. Temo che tutti se ne accorgeranno quando sarà troppo tardi per rimediare.
    • Lucadiver scrive:
      Re: Esplosioni pericolose
      tanto c'è il soylent green no? il cibo del futuro...
    • panda rossa scrive:
      Re: Esplosioni pericolose
      - Scritto da: silvan
      C'è una esplosione ancora peggiore di quella
      nucleare: quella demografica mondiale, che, se
      continuerà con l'attuale progressione, porterà
      alla distruzione, non di un singolo territorio,
      ma dell'intera Terra. Perche'?Gli esseri umani sono biodegradabili al 100%.La selezione naturale fara' il resto.
      • Cbuttius scrive:
        Re: Esplosioni pericolose
        - Scritto da: panda rossa

        La selezione naturale fara' il resto.La selezione cosa ???Ti informo che la selezione naturale non vale una beneamata cippa per gli esseri umani (almeno fin quando esisteranno macchinari, medicine e ospedali).
        • panda rossa scrive:
          Re: Esplosioni pericolose
          - Scritto da: Cbuttius
          - Scritto da: panda rossa



          La selezione naturale fara' il resto.

          La selezione cosa ???

          Ti informo che la selezione naturale non vale una
          beneamata cippa per gli esseri umani (almeno fin
          quando esisteranno macchinari, medicine e
          ospedali).La selezione naturale esiste eccome per gli esseri umani, e prende il nome di "denaro".Chi non ne ha non ha ne' macchinari, ne' medicine, ne' ospedali.Un esempio a caso.[img]http://www.unicef.it/flex/images/D.587c60e9aaa93b0ecb37/Regions_450.jpg[/img]
    • Franck scrive:
      Re: Esplosioni pericolose
      Gia ma i potenti per uccidere le razze piu' povere e nel tentativo di risolvere i problemi demografici cosa fanno? Investono soldi in farmaci e vaccini velenosi e se ne approffittano sperimentandoli sulle spalle dei paesi poveri è sterminare piu' gente possibile.!!!
  • Ubunto scrive:
    Sì ma anche no...
    Cit. Il bello del nucleare è che in questi decenni non c'è stata molta innovazione tecnologica, dice Gates, quindi "lo spazio per fare le cose in maniera differente è enorme". Non dice nulla di sbagliato, non ha senso essere contrari al nucleare a priori. Ha senso essere contrari a QUESTO nucleare.Credo che nessuno abbia nulla in contrario a finanziare e promuovere la ricerca scientifica su nuove/diverse fonti energetiche (inclusa quella nucleare).Ma un conto è correre un rischio per il collaudo/sviluppo di un prototipo, un conto è usare un prototipo in produzione.Le centrali nucleari sono dei prodotti a metà. Che prima si realizzi un prodotto finito, senza scorie (e senza costi/luoghi necessari allo smaltimento), senza rischi di contaminazione, e poi saranno davvero, anche a costi di realizzazione elevati, un'opzione interessante.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 maggio 2011 01.25-----------------------------------------------------------
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Sì ma anche no...
      si concordo.
    • collione scrive:
      Re: Sì ma anche no...
      su quel punto ha pienamente ragione e aggiungo "ma sto cacchio di torio lo vogliamo usare o no?"il berlusca ci parla di centrali della nmila-esima generazione, ma nessuno di questi tuttologi ha minimamente citato il ciclo del torio ( peraltro scoperto da Rubbia, famosissimo genio nostrano cacciato dall'Enea ma per fortuna riconosciuto da tutto il mondo )il torio è meno radiottivo, tempo di dimezzamento irrisorio, molto più maneggiabile, migliore resa, è diffusissimo sulla terra a differenza dell'uranio che è scarso e necessita ( surprise surprise ) di arricchimento e mi chiedo la corrente usata per arricchirlo da dove venga ( in buona parte centrali al petrolio )è chiaro che il torio è troppo economico perchè lorsignori possano farci la cresta e continuare a mantenere le loro megaville e i loro conti in banca miliardari
  • giancarlo piccinini scrive:
    Google mega impianto eolico
    Google investe in un mega impianto eolico in grado di sostituirne dieci a carboneFONTE : http://www.gizmodo.it/2011/04/29/google-investe-in-un-mega-impianto-eolico-in-grado-di-sostituirne-dieci-a-carbone.htmle Bill Gates: pensa al nucleare ma ........
    • petrestov scrive:
      Re: Google mega impianto eolico
      - Scritto da: giancarlo piccinini
      Google investe in un mega impianto eolico in
      grado di sostituirne dieci a
      carbone
      FONTE :
      http://www.gizmodo.it/2011/04/29/google-investe-inmmmm... una centrale termoelettrica che brucia carbone, come una centrale nucleare può lavorare ininterrottamente mantenendo costante la potenza erogata per lunghissimo tempo. Le pale eoliche invece funzionano solo quando c'è vento (non troppo forte altrimenti si bloccano) ad una velocità minima. Non esiste posto al mondo dove soffia un vento sufficiente a produrre energia costante.
      • panda rossa scrive:
        Re: Google mega impianto eolico
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: giancarlo piccinini

        Google investe in un mega impianto eolico in

        grado di sostituirne dieci a

        carbone

        FONTE :


        http://www.gizmodo.it/2011/04/29/google-investe-in

        mmmm... una centrale termoelettrica che brucia
        carbone, come una centrale nucleare può lavorare
        ininterrottamente mantenendo costante la potenza
        erogata per lunghissimo tempo. Le pale eoliche
        invece funzionano solo quando c'è vento (non
        troppo forte altrimenti si bloccano) ad una
        velocità minima. Non esiste posto al mondo dove
        soffia un vento sufficiente a produrre energia
        costante.Pero' produce energia senza inquinare.E tutta l'energia prodotta dalle pale eoliche, e' energia in meno che devono produrre le centrali a carbone che emettono inquinamento.Tra il continuare ad inquinare e lo smettere di inquinare, esiste una fase intermedia che si definisce "ridurre le emissioni" .
        • petrestov scrive:
          Re: Google mega impianto eolico
          - Scritto da: panda rossa
          Pero' produce energia senza inquinare.
          E tutta l'energia prodotta dalle pale eoliche, e'
          energia in meno che devono produrre le centrali a
          carbone che emettono
          inquinamento.

          Tra il continuare ad inquinare e lo smettere di
          inquinare, esiste una fase intermedia che si
          definisce "ridurre le
          emissioni" .1 kw di potenza installata di fotovoltaico o eolico non sostituirà mai 1 kw di potenza del termoelettrico a carbone. E' una illusione. Il termoelettrico è un baseload power plant: funziona in modo ON/OFF e quando è ON non regola mai la sua produzione, va al 100% per mesi, forse anche per anni e si ferma solo per manutenzione o guasti. E' costoso spegnerlo ed accenderlo. Per questa sua caratteristica viene usato nei sistemi energetici per coprire il carico di base, ovvero quella richiesta di potenza elettrica sempre presente nella rete, di giorno e di notte. L'eolico e il fotovoltaico hanno invece una potenza espressa in kw/mw definita di picco. Cosa vuol dire? Semplice, è la potenza massima che l'impianto raggiunge in condizioni ottimali. Per il fotovoltaico significa: che non produce di notte, produce di giorno con la luce in maniera non costante, quasi mai al 100%, quando è nuvoloso di meno, meno d'inverno che d'estate.il risultato nell'arco di un anno è questo:http://www.portalsole.it/solarefotovoltaico_live/chart_pv_energy_last_365_days_m.phpe nell'arco della giornata questohttp://www.portalsole.it/solarefotovoltaico_live/chart_weekM.phpl'unico vantaggio del fotovoltaico è che produce corrente (quanta dipende da eventi meteorologici e astronomici) di giorno quando la richiesta di potenza in genere sale (picco di domanda).L'eolico è un tantino peggio del fotovoltaico. Gli aerogeneratori di corrente (le pale eoliche) funzionano quando il vento raggiunge una certa velocità (espressa in metri al secondo) e chiamato cut-in. In quel punto però la potenza erogata non raggiunge il picco di potenza. Solo quando la velocità del vento raggiunge un certo intervallo d'intensità (ad esempio tra i 9 e i 15 metri al secondo) la potenza raggiunge il suo picco. Poi c'è il cut-out, ovvero una velocità talmente intensa del vento che impone all'aerogeneratore di fermarsi (le pale vengono bloccate) per evitare guasti al sistema. La produzione elettrica da eolico è quindi intermittente e variabile senza che l'intermittenza sia prevedibile come con il fotovoltaico (che funziona di giorno ma di notte no).La conclusione è questa: per le loro differenti caratteristiche, rinnovabili e carbone non sono sostituibili. Un parco eolico non sostituirà mai una centrale a carbone. Questa è una balla. Quelle che vengono spente sono le centrali di carico medio o di picco.Ah, il nucleare non produce C02. Quindi una centrale nucleare sostituisce tecnicamente una a carbone senza emettere CO2.http://it.wikipedia.org/wiki/Fattore_di_capacit%C3%A0
          • panda rossa scrive:
            Re: Google mega impianto eolico
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: panda rossa


            Pero' produce energia senza inquinare.

            E tutta l'energia prodotta dalle pale eoliche,
            e'

            energia in meno che devono produrre le centrali
            a

            carbone che emettono

            inquinamento.



            Tra il continuare ad inquinare e lo smettere di

            inquinare, esiste una fase intermedia che si

            definisce "ridurre le

            emissioni" .

            1 kw di potenza installata di fotovoltaico o
            eolico non sostituirà mai 1 kw di potenza del
            termoelettrico a carbone. E' una illusione. Ok, ho preso nota.1 kw != 1 kwUsero' questo assunto per interpretare il seguito.
            Il
            termoelettrico è un baseload power plant:
            funziona in modo ON/OFF e quando è ON non regola
            mai la sua produzione, va al 100% per mesi,
            forse anche per anni e si ferma solo per
            manutenzione o guasti. E' costoso spegnerlo ed
            accenderlo. Per questa sua caratteristica viene
            usato nei sistemi energetici per coprire il
            carico di base, ovvero quella richiesta di
            potenza elettrica sempre presente nella rete, di
            giorno e di notte. Benissimo.
            L'eolico e il fotovoltaico
            hanno invece una potenza espressa in kw/mw
            definita di picco. Cosa vuol dire? Semplice, è la
            potenza massima che l'impianto raggiunge in
            condizioni ottimali. Per il fotovoltaico
            significa: che non produce di notte, produce di
            giorno con la luce in maniera non costante, quasi
            mai al 100%, quando è nuvoloso di meno, meno
            d'inverno che d'estate.Giova ricordare che e' di giorno che c'e' la maggior parte delle richieste di energia: fabbriche, motori, uffici.Quindi, la differenza di richiesta energetica tra il giorno e la notte puo' benissimo essere demandata all'eolico e al fotovoltaico.
            il risultato nell'arco di un anno è questo:

            http://www.portalsole.it/solarefotovoltaico_live/c

            e nell'arco della giornata questo

            http://www.portalsole.it/solarefotovoltaico_live/cIl grafico faccio fatica a leggerlo.Prendo in considerazione solo questo dato che compare nelle tue pagine.Ultimi 365 giorni, prodotti 3293 KwhTutta energia pulita prodotta da una sola persona.
            l'unico vantaggio del fotovoltaico è che produce
            corrente (quanta dipende da eventi meteorologici
            e astronomici) di giorno quando la richiesta di
            potenza in genere sale (picco di
            domanda).E quindi perche' non obbligare per legge a mettere dei pannelli solari sui tetti invece di fare centrali nucleari?Posso azzardare una risposta?Perche' coi pannelli tutti risparmiano, mentre con le centrali c'e' qualcuno ben preciso che ci guadagna e pure parecchio.
            L'eolico è un tantino peggio del fotovoltaico.
            Gli aerogeneratori di corrente (le pale eoliche)
            funzionano quando il vento raggiunge una certa
            velocità (espressa in metri al secondo) e
            chiamato cut-in. In quel punto però la potenza
            erogata non raggiunge il picco di potenza. Solo
            quando la velocità del vento raggiunge un certo
            intervallo d'intensità (ad esempio tra i 9 e i
            15 metri al secondo) la potenza raggiunge il suo
            picco. Poi c'è il cut-out, ovvero una velocità
            talmente intensa del vento che impone
            all'aerogeneratore di fermarsi (le pale vengono
            bloccate) per evitare guasti al sistema. La
            produzione elettrica da eolico è quindi
            intermittente e variabile senza che
            l'intermittenza sia prevedibile come con il
            fotovoltaico (che funziona di giorno ma di notte
            no).Le aree in cui l'eolico e' possibile sono caratterizzate dalle condizioni di vento richieste.Non vai certo a mettere pale eoliche a caso.Qui il vento c'e':[img]http://beenergierinnovabili.it/files/2011/01/parco-eolico1.jpg[/img]E ci sono perfino soluzioni che si integrano nelle strutture gia' esistenti.[img]http://www.iorisparmio.eu/wp-content/uploads/2007/05/eolico-autostrada.jpg[/img]
            La conclusione è questa: per le loro differenti
            caratteristiche, rinnovabili e carbone non sono
            sostituibili. Un parco eolico non sostituirà mai
            una centrale a carbone. Questa è una balla.
            Quelle che vengono spente sono le centrali di
            carico medio o di picco.Chi ha parlato di sostituire?Cominciamo ad affiancare!
            Ah, il nucleare non produce C02. Quindi una
            centrale nucleare sostituisce tecnicamente una a
            carbone senza emettere CO2.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Fattore_di_capacit%C3Dalla padella alla brace, insomma.
          • petrestov scrive:
            Re: Google mega impianto eolico
            - Scritto da: panda rossa

            l'unico vantaggio del fotovoltaico è che produce

            corrente (quanta dipende da eventi meteorologici

            e astronomici) di giorno quando la richiesta di

            potenza in genere sale (picco di

            domanda).

            E quindi perche' non obbligare per legge a
            mettere dei pannelli solari sui tetti invece di
            fare centrali
            nucleari?
            forse perché anche una centrale nucleare è un baseload power plant.
            Posso azzardare una risposta?
            Perche' coi pannelli tutti risparmiano, mentre
            con le centrali c'e' qualcuno ben preciso che ci
            guadagna e pure
            parecchio.veramente è il contrario. Per i pannelli fotovoltaici sono previsti succulenti incentivi sul kwh prodotto validi per 20 anni.
            Le aree in cui l'eolico e' possibile sono
            caratterizzate dalle condizioni di vento
            richieste.
            Non vai certo a mettere pale eoliche a caso.

            Qui il vento c'e':
            [img]http://beenergierinnovabili.it/files/2011/01/

            E ci sono perfino soluzioni che si integrano
            nelle strutture gia'
            esistenti.

            [img]http://www.iorisparmio.eu/wp-content/uploads/
            non c'è nessuna zona al mondo dove il vento soffi per 365 giorni all'anno.
          • panda rossa scrive:
            Re: Google mega impianto eolico
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: panda rossa

            Qui il vento c'e':



            In Italia non molto, però...In Italia c'e' il sole!
          • petrestov scrive:
            Re: Google mega impianto eolico
            - Scritto da: panda rossa
            In Italia c'e' il sole!ma sciaguratamente montano anche da noi le pale eoliche, perché il Governo le incentiva con i certificati verdi che per lo più ricompra per ecXXXXX di offerta sulla domanda.
      • collione scrive:
        Re: Google mega impianto eolico
        si ma se tu vai nelle falkland o nelle svalbard, lì il vento c'è tutto l'anno ed è pure bestialestesso discorso per il solare termodinamico installato in Spagna vicino al Marocco, lì il sole c'è tutto l'anno ed è pure fortestendiamo miliardi di km di cavi per portare corrente dalle centrali nucleari e non possiamo stendere gli stessi cavi per portare corrente da un impianto solare nel deserto del Sahara?mica rinnovabile significa per forza che la pala devi averla installata accanto a casa tua
      • Funz scrive:
        Re: Google mega impianto eolico
        - Scritto da: petrestov
        velocità minima. Non esiste posto al mondo dove
        soffia un vento sufficiente a produrre energia
        costante.Si, basta alzarsi oltre i 1000 metri al di sopra della superficie e si hanno flussi d'aria molto più veloci che a terra e per un numero di ore/anno paragonabili ad un impianto termoelettrico. E questo vale sopra tutte le latitudini temperate.
      • Redpill scrive:
        Re: Google mega impianto eolico
        - Scritto da: petrestov
        - Scritto da: giancarlo piccinini

        Google investe in un mega impianto eolico in

        grado di sostituirne dieci a

        carbone

        FONTE :


        http://www.gizmodo.it/2011/04/29/google-investe-in

        mmmm... una centrale termoelettrica che brucia
        carbone, come una centrale nucleare può lavorare
        ininterrottamente mantenendo costante la potenza
        erogata per lunghissimo tempo. Le pale eoliche
        invece funzionano solo quando c'è vento (non
        troppo forte altrimenti si bloccano) ad una
        velocità minima. Non esiste posto al mondo dove
        soffia un vento sufficiente a produrre energia
        costante.Una centrale a carbone come una nucleare producono costantemente la stessa energia anche quando il fabbisogno è inferiore. E l'energia prodotta di notte o viene venduta (come fa la Francia che ha un surplus di centrali nucleari) o va persa facendo diventare quindi la centrale antieconomica.
  • panda rossa scrive:
    Al referendum votate SI
    Quando andrete a votare al referendum del 12 e 13 giugno, ricordatevi che Bill Gates vuole il nucleare.Quindi votate SI, per seppellire definitivamente il business dei mercanti di morte, votate SI per avere sempre acqua libera dai vostri rubinetti, votate SI perche' tutti siano uguali davanti alla legge, e i porci siano piu' uguali degli altri solo nel romanzo di Orwell.
    • marco scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      Al referendum votate NO . Io sono per il nucleare.
      • Pietro scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        - Scritto da: marco
        Al referendum votate NO . Io sono per il nucleare.quello non c'è
      • Lucadiver scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        la facciamo subito vicino a casa tua la centrale. e i rifiuti li stocchiamo da te...tanto tu la vuoi. (troll)(troll2)
        • iges scrive:
          Re: Al referendum votate SI
          - Scritto da: Lucadiver
          la facciamo subito vicino a casa tua la centrale.
          e i rifiuti li stocchiamo da te...tanto tu la
          vuoi.
          (troll)(troll2)i prossimi che votano la legge e la propongono dovrebbero avere obbligo di viverci per tutta la vita.
        • caps scrive:
          Re: Al referendum votate SI
          - Scritto da: Lucadiver
          la facciamo subito vicino a casa tua la centrale.
          e i rifiuti li stocchiamo da te...tanto tu la
          vuoi.Quoto
      • panda rossa scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        - Scritto da: marco
        Al referendum votate NO . Io sono per il nucleare.Vai a farti un giretto in Giappone, via Chernobil, e poi torna con le foto (se torni), che cosi' mettiamo le scorie nella cantina di casa tua.
      • iges scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        - Scritto da: marco
        Al referendum votate NO . Io sono per il nucleare.allora vota no solo per quello.vota SI e SI per gli altri due: l'acqua è un bene comune. E per il legittimo impedimento... vedi un po' tu.
      • Darwin scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        - Scritto da: marco
        Al referendum votate NO . Io sono per il nucleare.Sono sicuro che ti piacerà avere la centrale nucleare vicino casa.
        • shevathas scrive:
          Re: Al referendum votate SI
          - Scritto da: Darwin
          - Scritto da: marco

          Al referendum votate NO . Io sono per il
          nucleare.
          Sono sicuro che ti piacerà avere la centrale
          nucleare vicino
          casa.guarda personalmente preferirei una centrale nucleare alle ciminiere della grossa raffineria presente nel sud sardegna, che non è che spanda per l'aere petali di rosa e di violetta.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        contenuto non disponibile
      • deactive scrive:
        Re: Al referendum votate SI
        spero costruscano una bella discarica per uranio vicino a casa tua.
    • Franck scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      La politica ci prende per il XXXX tutti quanti bastano un po di "mazzette" è tutto viene messo a tacere
    • iges scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      - Scritto da: panda rossa
      Quando andrete a votare al referendum del 12 e 13
      giugno, ricordatevi che Bill Gates vuole il
      nucleare.

      Quindi votate SI, per seppellire definitivamente
      il business dei mercanti di morte, votate SI per
      avere sempre acqua libera dai vostri rubinetti,
      votate SI perche' tutti siano uguali davanti alla
      legge, e i porci siano piu' uguali degli altri
      solo nel romanzo di
      Orwell.sottoscrivo:VOTARE SI PER DIRE NO!approfondimento:http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=18d14874b8ad9afae recenti sviluppi:http://www.laltraagrigento.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2649:300-milioni-di-euro-persi-per-mancato-accorpamento-referendum&catid=106:lettere-in-redazione&Itemid=431
    • Darwin scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      Sottoscrivo anche io:- Votare SI per scegliere di non implementare questa aberrante tecnologia nucleare.- VOTARE SI per scegliere di avere l'acqua pubblica, perchè TUTTI i cittandini hanno pari diritti e dignità e TUTTI hanno bisogno del bene primario, che è l'acqua.- VOTARE SI, perchè la legge è uguale per tutti e non esiste nessun "LEGITTIMO IMPEDIMENTO" che possa sovrastare i diritti e i doveri di tutti i cittadini che vivono in una democrazia.
    • SamioSeven scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      - Scritto da: panda rossa
      Quando andrete a votare al referendum del 12 e 13
      giugno, ricordatevi che Bill Gates vuole il
      nucleare.

      Quindi votate SI, per seppellire definitivamente
      il business dei mercanti di morte, votate SI per
      avere sempre acqua libera dai vostri rubinetti,
      votate SI perche' tutti siano uguali davanti alla
      legge, e i porci siano piu' uguali degli altri
      solo nel romanzo di
      Orwell.Quoto e ribadisco fermamente il concetto espresso
    • parasol scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      ovviamente voto SI non solo per il nucleare ma anche perchè se il cuorum venisse raggiunto sboccherei dalle risate nel vedere gli interessi del bb andare a XXXX. SI SI e ancora SI.- Scritto da: panda rossa
      Quando andrete a votare al referendum del 12 e 13
      giugno, ricordatevi che Bill Gates vuole il
      nucleare.

      Quindi votate SI, per seppellire definitivamente
      il business dei mercanti di morte, votate SI per
      avere sempre acqua libera dai vostri rubinetti,
      votate SI perche' tutti siano uguali davanti alla
      legge, e i porci siano piu' uguali degli altri
      solo nel romanzo di
      Orwell.
    • collione scrive:
      Re: Al referendum votate SI
      io voterò SI a quel referendum per vari motivi:- esistono alternative al nucleare- esiste un'alternativa nucleare al nucleare- il nucleare tradizionale ha un coefficiente di rischio che azzera tutti i presunti vantaggiper il referendum sull'acqua non c'è nemmeno da chiedere cosa voterò, penso solo che bisogna tagliare le zampe a questi strozzini che vendono acqua come fosse oro
  • Pietro scrive:
    non ci sono solo fotovoltaico e eolico
    nessuno ha mai sentito parlare di solar tower?funziona anche di notte e quando non c'è il sole.http://videos.howstuffworks.com/discovery/6825-building-the-future-solar-power-tower-video.htm
    • MacBoy scrive:
      Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
      - Scritto da: Pietro
      nessuno ha mai sentito parlare di solar tower?

      funziona anche di notte e quando non c'è il sole.
      http://videos.howstuffworks.com/discovery/6825-buiPensavo anche io fosse una buona idea, ma non lo è.Ha un'efficienza ridottissima, anche molto meno del fotovoltaico.
      • pietro scrive:
        Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
        - Scritto da: MacBoy
        - Scritto da: Pietro

        nessuno ha mai sentito parlare di solar tower?



        funziona anche di notte e quando non c'è il
        sole.


        http://videos.howstuffworks.com/discovery/6825-bui

        Pensavo anche io fosse una buona idea, ma non lo
        è.
        Ha un'efficienza ridottissima, anche molto meno
        del
        fotovoltaico.forse sarebbe il caso di costruirne almeno una prima di seppellire il progetto non ti pare?
        • MacBoy scrive:
          Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
          - Scritto da: pietro
          forse sarebbe il caso di costruirne almeno una
          prima di seppellire il progetto non ti
          pare?Già fatte.
          • pietro scrive:
            Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: pietro

            forse sarebbe il caso di costruirne almeno una

            prima di seppellire il progetto non ti

            pare?

            Già fatte.dammi le coordinate di Gmaps
          • MacBoy scrive:
            Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: MacBoy

            - Scritto da: pietro


            forse sarebbe il caso di costruirne almeno una


            prima di seppellire il progetto non ti


            pare?



            Già fatte.

            dammi le coordinate di Gmapshttp://tinyurl.com/62k3y4mhttp://tinyurl.com/6eoupl2http://tinyurl.com/6cvlxh3
          • pietro scrive:
            Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: MacBoy


            - Scritto da: pietro



            forse sarebbe il caso di costruirne almeno
            una



            prima di seppellire il progetto non ti



            pare?





            Già fatte.



            dammi le coordinate di Gmaps

            http://tinyurl.com/62k3y4m
            http://tinyurl.com/6eoupl2
            http://tinyurl.com/6cvlxh3non vedo torri solari.la torre solare australiana è alta 1 km e alla base ha 3 km2 di serre.
    • fox82i scrive:
      Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
      La verità è che ci sono alternative!Solo che :- le lobby non vogliono perdere il dominio acquisito (un po come i discografici che vogliono mantenere gli attuali metodi di introiti)- bisogna cambiare filosofia di vita ed iniziare ad essere meno pretenziosi: molti gadget tecnologici odierni sono inutili
    • iges scrive:
      Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
      - Scritto da: Pietro
      nessuno ha mai sentito parlare di solar tower?è più efficiente di una centrale nucleare di ultima generazione?
      • pietro scrive:
        Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
        - Scritto da: iges
        - Scritto da: Pietro

        nessuno ha mai sentito parlare di solar tower?


        è più efficiente di una centrale nucleare di
        ultima
        generazione?definiscimi efficienza in entrambi i casi però
    • customsoft scrive:
      Re: non ci sono solo fotovoltaico e eolico
      Esiste anche il mini idroelettricoEsiste anche l'eolico d'alta quotaEsiste anche corrente di tipo piezoelettricohttp://punto-informatico.it/3147471/PI/News/california-superstrada-che-produce-energia.aspxEsiste anche il far case/apparecchi che consumano meno corrente. Ci sono PC e apparecchi da 5-40 watt che possono fare molti lavori di altre apparecchiature che ne consumano 150-300. A casa di mia madre semplicemente prendendo un misuratore di corrente comprato al supermercato, un po di prese multiple e qualche interruttore si è passati da 12kw al giorno a 8kw.Attiviamo i neuroni :-)SalutiMarco (SE&O)Esistono tante altre cose
  • Stefano M5 scrive:
    Google invece....
    Google invece sta investendo milioni di dollari nelle energie alternative... e fino ad ora non mi sembra abbia fatto investimenti sbagliati...
    • came88 scrive:
      Re: Google invece....
      Beh, qualche castroneria l'ha fatta anche google, solo che quando si accorge che non funziona più smette di pubblicizzarla e la chiude in sordina.Tanto per fare un nome pensa a google video
    • Milanesotto scrive:
      Re: Google invece....
      http://www.seoworld.it/google/progetti-di-google-senza-sucXXXXX-che-sono-stati-abbandonatie manca anche google wave
    • Our Money scrive:
      Re: Google invece....
      - Scritto da: Stefano M5
      Google invece sta investendo milioni di dollari
      nelle energie alternative... e fino ad ora non mi
      sembra abbia fatto investimenti
      sbagliati...Tipo wave, buzz, orkut... e già. infallibile.
  • sempronio scrive:
    Guardate che...
    con il nucleare non si può commettere errori. Basta un solo errore e una sola volta e la frittata è fatta. Non ci sarà una seconda chance.
    • Rover scrive:
      Re: Guardate che...
      473 centrali x 50 anni x 3 incidenti catastrofici.Non mi sembra male come insicurezza,
      • Pietro scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: Rover
        473 centrali x 50 anni x 3 incidenti catastrofici.
        Non mi sembra male come insicurezza,a Fukushima sono 6 i reattori in avaria (fusione parziale del nocciolo per tutti)comunque la garanzia era di un incidente ogni 100 anni, quindi per 800 anni ormai dovremmo essere tranquilli
        • Cbuttius scrive:
          Re: Guardate che...
          Ricordo che l'incidente di Fukushima e' stato causato da un'immane disastro naturale, che se fosse avvenuto in Italia anziche' in Giappone, l'unica cosa a rimanere in piedi sarebbe stato il governo Berlusconi...
          • Pietro scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Cbuttius
            Ricordo che l'incidente di Fukushima e' stato
            causato da un'immane disastro naturale, che se
            fosse avvenuto in Italia anziche' in Giappone,
            l'unica cosa a rimanere in piedi sarebbe stato il
            governo
            Berlusconi...quando fai una centrale nucleare devi tenere in conto anche della possibilità di immani disastri soprattutto se la fai in Giappone, se non lo fai allora è meglio evitare di farti progettare centrali nucleari
          • lellykelly scrive:
            Re: Guardate che...
            per esempio un meteorite può colpire ogni cosa, questo implica che niente è al sicuro.di persè la centrale nucleare fa un bel disastro, però fanno più morti gli aerei, le macchine e gli incidenti domestici.
          • j0e scrive:
            Re: Guardate che...

            per esempio un meteorite può colpire ogni cosa,
            questo implica che niente è al sicuro.Non è necessario ricorrere ad un'iperbole,potresti trapassare anche cadendo male dal letto.Siccome ho avuto la sfortuna di leggere altrituoi interventi, sono sempre più convinto cheti piace soltanto spararle grosse.
            di persè la centrale nucleare fa un bel disastro,
            però fanno più morti gli aerei, le macchine e
            gli incidenti domestici.Lo pensi tu o ci fai partecipi di qualche fonteseria dalla quale averne riscontro?Ad ogni modo, il confronto è superficiale.Soltanto il rischio della contaminazione da radiazionidovrebbe far riflettere, ma molto.
          • KeS scrive:
            Re: Guardate che...
            Sveglia,il problema è che:un disastro nucleare avviene OGGI e dura per SECOLI.un incidente avviene OGGI e finisce lì.--------------------------------Cosa minc.ia centra il meteorite?
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: lellykelly
            per esempio un meteorite può colpire ogni cosa,
            questo implica che niente è al
            sicuro.
            di persè la centrale nucleare fa un bel disastro,
            però fanno più morti gli aerei, le macchine e gli
            incidenti
            domestici.Non ti è chiara la concezione di rischio.Rischio = gravità del danno da un possibile evento * probabilità di tale evento.Secondo te in Giappone era più probabile che una centrale sulla costa sia colpita da uno tsunami di quelle dimensioni o da un meteorite? Senza contare che lo tsunami colpisce tutti i reattori assieme.Poi oltre ai morti immediati non pensi ai danni economici e sociali di evacuare una provincia costiera praticamente per sempre? E l'aumento di casi di cancro, aborti e nati malformati?
          • Cbuttius scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Pietro

            quando fai una centrale nucleare devi tenere in
            conto anche della possibilità di immani disastri
            soprattutto se la fai in Giappone, se non lo fai
            allora è meglio evitare di farti progettare
            centrali nucleariInfatti la centrale ha resistito senza problemi di sorta a tutti i terremoti dalla sua costruzione ad oggi: il danno che ha causato il disastro, e' derivato dal maremoto di portata eccezionale (che e' penetrato per oltre 10 km nell'entroterra) che ha sommerso i generatori d'emergenza.Purtroppo, quando progetti qualsiasi cosa, puoi tenere conto di tutto con ampi margini di sicurezza, ma l'imponderabile puo' sempre capitare.
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Cbuttius
            - Scritto da: Pietro


            Infatti la centrale ha resistito senza problemi
            di sorta a tutti i terremoti dalla sua
            costruzione ad oggi: il danno che ha causato ilQuello che non è sucXXXXX prima non conta, conta solo quello che è sucXXXXX adesso!
            disastro, e' derivato dal maremoto di portata
            eccezionale (che e' penetrato per oltre 10 km
            nell'entroterra) che ha sommerso i generatori
            d'emergenza.Non doveva succedere, è sucXXXXX, e la colpa è di chi non l'aveva previsto.Non prevedere uno tsunami in Giappone è come non prevedere il sorgere del sole entro le 24 ore successive...
            Purtroppo, quando progetti qualsiasi cosa, puoi
            tenere conto di tutto con ampi margini di
            sicurezza, ma l'imponderabile puo' sempre
            capitare.L'imponderabile va ponderato accuratamente tramite FMEA e simili, altrimenti evitiamo pure di correre certi rischi...
          • Cbuttius scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Funz


            disastro, e' derivato dal maremoto di portata

            eccezionale (che e' penetrato per oltre 10 km

            nell'entroterra) che ha sommerso i generatori

            d'emergenza.

            Non doveva succedere, è sucXXXXX, e la colpa è di
            chi non l'aveva
            previsto.
            Non prevedere uno tsunami in Giappone è come non
            prevedere il sorgere del sole entro le 24 ore
            successive...
            Un eventuale tsunami era previsto, ma non di tale portata (ti ricordo che in quel'area non esistono precedenti di uno tsunami cosi' esteso).

            L'imponderabile va ponderato accuratamente
            tramite FMEA e simili, altrimenti evitiamo pure
            di correre certi
            rischi...Si, vabbe', se le scimmie avessero ponderato accuratamente le conseguenze dello scendere dagli alberi, col piffero che lo avrebbero fatto...
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Cbuttius

            Non doveva succedere, è sucXXXXX, e la colpa è
            di

            chi non l'aveva

            previsto.

            Non prevedere uno tsunami in Giappone è come non

            prevedere il sorgere del sole entro le 24 ore

            successive...



            Un eventuale tsunami era previsto, ma non di tale
            portata (ti ricordo che in quel'area non esistono
            precedenti di uno tsunami cosi'
            esteso).Scherzi? Non sapevano di essere in una delle zone più sismiche del pianeta, e si basavano su un secolo di misurazioni scientifiche? Avrebbero dovuto eccome considerare il rischio di uno tsunami di quelle dimensioni capitasse durante la vita della centrale.Diciamo pure che hanno corso il rischio, e gli è andata male.

            L'imponderabile va ponderato accuratamente

            tramite FMEA e simili, altrimenti evitiamo pure

            di correre certi

            rischi...

            Si, vabbe', se le scimmie avessero ponderato
            accuratamente le conseguenze dello scendere dagli
            alberi, col piffero che lo avrebbero
            fatto...Stupidata: che alternativa c'era? Restare scimmie. Che alternative avevamo al nucleare? Un sacco, a partire dall'evitare di consumare tanta energia inutilmente.
          • panda rossa scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Cbuttius
            Ricordo che l'incidente di Fukushima e' stato
            causato da un'immane disastro naturale, I disastri naturali capitano.E' certo che capitino.I terremoti sono frequenti, soprattutto in zone sismiche.I maremoti e conseguenti tsunami accadono anche quelli.Ci sono anche i vulcani, non dimentichiamocelo.Gli unici eventi altamente improbabili sono le meteoriti, ma anche quelle non possono essere escluse, anche se posso concedere che se un meteorite di quelli grossi impattasse contro la terra, le centrali nucleari sarebbero l'ultimo dei problemi.
          • fox82i scrive:
            Re: Guardate che...
            Appunto la natura non conosce limiti e l'uomo non conosce la reale forza della Natura!Quindi qualsiasi calcolo a priori sulla sicurezza non è mai esatto
      • j0e scrive:
        Re: Guardate che...

        473 centrali x 50 anni x 3 incidenti catastrofici.
        Non mi sembra male come insicurezza,E' sconvolgente quanto stai presto a fare duecalcoli ed emettere un giudizio positivo.Non tieni conto dell'aspetto "effetti collaterali"?La loro durata e il loro impatto?La bontà delle misure per evitare un disastro?Chi e come le manterrà efficienti?
      • cognome scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: Rover
        473 centrali x 50 anni x 3 incidenti catastrofici.
        Non mi sembra male come insicurezza,Ecco un'altro "ben informato", un potenziale elettore di berlusca.Leggiti questo:http://www.ecologiae.com/oltre-130-incidenti-nucleari-in-50-anni-ecco-tutti-i-disastri-che-non-vi-hanno-raccontato/1302/3 incidenti ?Ma dove vivi?
    • panda rossa scrive:
      Re: Guardate che...
      - Scritto da: MacBoy
      - Scritto da: sempronio

      con il nucleare non si può commettere errori.

      Basta un solo errore e una sola volta e la

      frittata è fatta. Non ci sarà una seconda

      chance.

      0 morti a Fukushima.Non sono i morti il problema, che poi si fa in fretta a dire zero morti, quando il fenomeno avra' conseguenze a lunghissima scadenza.Il problema e' il territorio, nel raggio di 30 Km, non piu' abitabile per decenni!Il problema sono le radiazioni, e la percentuale di leucemie verso tutti coloro che sono stati esposti.E poi non dimentichiamoci delle scorie.Materiale pericolosissimo e radioattivo per secoli!
      • SamioSeven scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: panda rossa
        Non sono i morti il problema, che poi si fa in
        fretta a dire zero morti, quando il fenomeno
        avra' conseguenze a lunghissima
        scadenza.
        Il problema e' il territorio, nel raggio di 30
        Km, non piu' abitabile per
        decenni!abitabile=vivibile ;) ostico alla Vita
        Il problema sono le radiazioni, e la percentuale
        di leucemie verso tutti coloro che sono stati
        esposti.E quelle provocate negli anni a seguire dai prodotti derivati da quelle zone: frutta, verdura, ortaggi, uova, latte, carne... senza dimenticare le riproduzioni di animali "liberi in Natura" che si riprodurranno, estendendo così la contaminazione.Cernobyl fa ancora PAURA..
        E poi non dimentichiamoci delle scorie.
        Materiale pericolosissimo e radioattivo per
        secoli!Di cui non esiste ancora un posto di stoccaggio delle scorie radioattive geologicamente sicuro.Ciò la dice lunga..
        • deactive scrive:
          Re: Guardate che...
          tra l'altro l'uranio, se vero, pare anch'esso prossimo all'esaurimento.http://www.disinformazione.it/uranio_esaurito.htm
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: deactive
            tra l'altro l'uranio, se vero, pare anch'esso
            prossimo
            all'esaurimento.

            http://www.disinformazione.it/uranio_esaurito.htmDipende come lo usi. Le centrali autofertilizzanti sono 160-250 volte più efficienti (dipende dal tipo). E possono bruciare anche l'uranio depleto e gli scarti delle centrali attuali.Non c'è un effettivo limite all'uranio disponibile con quella tipologia di centrali.
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: deactive

            tra l'altro l'uranio, se vero, pare anch'esso

            prossimo

            all'esaurimento.




            http://www.disinformazione.it/uranio_esaurito.htm

            Dipende come lo usi. Le centrali
            autofertilizzanti sono 160-250 volte più
            efficienti (dipende dal tipo). E possono bruciare
            anche l'uranio depleto e gli scarti delle
            centrali
            attuali.
            Non c'è un effettivo limite all'uranio
            disponibile con quella tipologia di
            centrali.Dove sono le centrali autofertilizzanti? A Cupertino?
          • panda rossa scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            Ce ne sono (almeno) 2 in Russia e funzionano da
            30 anni senza problemi (BN-600 e
            800)Quindi esisterebbero da 30 anni.E come mai non sono state adottate anche altrove se sono tanto innovative?30 anni di accumulo di scorie per niente.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: MacBoy


            Ce ne sono (almeno) 2 in Russia e funzionano da

            30 anni senza problemi (BN-600 e

            800)

            Quindi esisterebbero da 30 anni.
            E come mai non sono state adottate anche altrove
            se sono tanto innovative?
            30 anni di accumulo di scorie per niente.Perché sono/erano più costose da costruire. E il sodio metallico è un po' rognoso da gestire (prende fuoco a contatto dell'aria e dell'acqua).Ma oggi le cose sono un po' diverse. Le LWR sono diventate enormemente costose per vie dei sistemi attivi di sicurezza aggiunti nel tempo (contenimenti, multipli circuiti di raffreddamento, ecc) che su centrali autofertillizanti al sodio di nuova generazione come le IFR sono inutili in quanto dotate di sicurezze passive.E poi in passato lo scopo delle centrali autofertilizzanti era principalmente quello di produrre plutonio per le bombe, oggi semmai è il contrario: bruciare, appunto, anche il plutonio stoccato negli anni e l'uranio depleto delle LWR.
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: MacBoy




            Ce ne sono (almeno) 2 in Russia e funzionano
            da


            30 anni senza problemi (BN-600 e


            800)



            Quindi esisterebbero da 30 anni.

            E come mai non sono state adottate anche altrove

            se sono tanto innovative?

            30 anni di accumulo di scorie per niente.

            Perché sono/erano più costose da costruire. E il
            sodio metallico è un po' rognoso da gestire
            (prende fuoco a contatto dell'aria e
            dell'acqua).Ecco, ti sei dato la risposta da solo sul perché non ce ne siano in giro, nonostante la Francia abbia speso un mare di soldi e tempo in Superphénix.
            Ma oggi le cose sono un po' diverse. Le LWR sono
            diventate enormemente costose per vie dei sistemi
            attivi di sicurezza aggiunti nel tempo
            (contenimenti, multipli circuiti diVero, per questo è assolutamente antieconomico pensare di costruirle oggi (senza nemmeno iniziare a considerare i costi e i problemi di smaltimento scorie, decommissioning e danni da disastri)
            raffreddamento, ecc) che su centrali
            autofertillizanti al sodio di nuova generazione
            come le IFR sono inutili in quanto dotate di
            sicurezze
            passive.
            E poi in passato lo scopo delle centrali
            autofertilizzanti era principalmente quello di
            produrre plutonio per le bombe, oggi semmai è il
            contrario: bruciare, appunto, anche il plutonio
            stoccato negli anni e l'uranio depleto delle
            LWR.Aspettiamo queste fantomatiche centrali, allora. Mi sa che l'attesa sarà ancora lunga...
      • MacBoy scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: panda rossa
        Non sono i morti il problema, che poi si fa in
        fretta a dire zero morti, quando il fenomeno
        avra' conseguenze a lunghissima
        scadenza.
        Il problema e' il territorio, nel raggio di 30
        Km, non piu' abitabile per decenni!Forse a Chernobyl e comunque anche lì la vita va avanti, solo gli uomini non ci sono (forse è anche meglio per la natura).A Fukushima torneranno fra non molto.
        Il problema sono le radiazioni, e la percentuale
        di leucemie verso tutti coloro che sono stati
        esposti.La gente prende leucemie anche mangiando troppe bistecche o troppe bruschette.
        E poi non dimentichiamoci delle scorie.
        Materiale pericolosissimo e radioattivo per
        secoli!Le cosiddette "scorie" sono il combustibile delle centrali di domani.Prezioso materiale da mettere da parte per le generazioni future (altro che buttare!!!!).
    • KeS scrive:
      Re: Guardate che...
      MacBoy ma che ca..o dici???Sei percaso in malafede tipo Franco Battaglia???Informati!Perchè è ovvio che sei in malafede se conti solo i morti immediati e non tutti i tumori e malformazioni dovute alla radioattività.
      • MacBoy scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: KeS
        MacBoy ma che ca..o dici???
        Sei percaso in malafede tipo Franco Battaglia???
        Informati!Informati tu.Quello riportato è il numero ufficiale di morti al 2007 dopo uno studio di 20 anni di tutta la letteratura del settore da parte del WHO (World Health Organization). Non c'è niente di più ufficiale.
        Perchè è ovvio che sei in malafede se conti solo
        i morti immediati e non tutti i tumori e
        malformazioni dovute alla
        radioattività.Si prevedono altri 4000 morti nell'arco di 80 anni, ma non ne sono certi. Anche perché di studi reali sulle basse esposizioni a lungo termine non ce ne sono e quindi non è affatto certo che tumori e leucemie siano lineari al decrescere dell'esposizione (da cui viene fuori quel numero ipotizzato). Molti scienziati sostengono che non sia affatto così. Ma solo il tempo lo potrà dire.
        • panda rossa scrive:
          Re: Guardate che...
          - Scritto da: MacBoy
          Ma solo il tempo lo potrà dire.Il tempo lo ha gia' detto!http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs303/en/index.html
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: MacBoy

            Ma solo il tempo lo potrà dire.

            Il tempo lo ha gia' detto!

            http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs303/en Although there is controversy about the magnitude of the cancer risk from exposure to low doses of radiation, the US National Academy of Sciences BEIR VII Committee, published in 2006, a comprehensive review of the scientific evidence, and concluded that the risk seems to continue in a linear fashion at lower doses without a threshold (this is called the linear no-threshold or LNT model). However, there are uncertainties concerning the magnitude of the effect, particularly at doses much lower than about 100 mSv No ancora no. I 4000 morti ipotizzati sono tenendo conto del modello LNT sopra menzionato. Ma come detto ci sono delle incertezze a riguardo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: MacBoy


            Ma solo il tempo lo potrà dire.



            Il tempo lo ha gia' detto!




            http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs303/en

            Although there is controversy about the
            magnitude of the cancer risk from exposure to low
            doses of radiation, the US National Academy of
            Sciences BEIR VII Committee, published in 2006, a
            comprehensive review of the scientific evidence,
            and concluded that the risk seems to continue in
            a linear fashion at lower doses without a
            threshold (this is called the linear
            no-threshold or LNT model). However, there are
            uncertainties concerning the magnitude of the
            effect, particularly at doses much lower than
            about 100
            mSv

            No ancora no. I 4000 morti ipotizzati sono
            tenendo conto del modello LNT sopra menzionato.
            Ma come detto ci sono delle incertezze a
            riguardo.Da nessuna parte c'e' scritto che le radiazioni fanno bene!E' inutile che tenti di girare la frittata a tuo favore solo perche' uno studio scientifico non usa terminologie dirette, ma si tiene dei margini interpretativi.Gli effetti delle radiazioni ci sono.E se fossero solo quelle, si potrebbe andare a fare le centrali nel mezzo del sahara.Il problema sono le scorie, ed e' inutile che insisti a dire che saranno il combustibile di altre centrali perche' NON E' COSI'.Le scorie vengono stoccate, sepolte, e annegate nel cemento, e neanche sappiamo che cosa potrebbero provocare nonostante tutto questo.
          • deactive scrive:
            Re: Guardate che...

            Le scorie vengono stoccate, sepolte, e annegate
            nel cemento, e neanche sappiamo che cosa
            potrebbero provocare nonostante tutto
            questo.non lo sappiamo, ma bene non possono fare.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...

            Da nessuna parte c'e' scritto che le radiazioni
            fanno bene!
            E' inutile che tenti di girare la frittata a tuo
            favore solo perche' uno studio scientifico non
            usa terminologie dirette, ma si tiene dei margini
            interpretativi.
            Gli effetti delle radiazioni ci sono. (quasi) nessuno dice che fanno bene.Ma dire che un incidente nucleare possa distruggere l'umanità ce ne passa.Perfino gli effetti di Chernobyl, che è stato davvero un disastro che peggio di così non poteva andare e che difficilmente si potrà ripresentare, non sono poi così terribili come sono stati troppe volti dipinti dagli antinuclearisti "a prescindere".Il Vajont ha fatto 1600 morti. Che ancora è solo 1/100 dei morti che hanno fatto le dighe Baquia in Cina negli anni '70. Eppure nessuno dice di chiudere le centrali idroelettriche.Vogliamo parlare dei danni fatti dal petrolio? L'ultimo del golfo è solo di un paio di anni fà...E di tutti i morti/anno per estrarre carbone? E le RADIAZIONI emesse dalle centrali a carbone (molto superiori da quelle emesse dalle centrali nucleari!!)?Non esiste il RISCHIO ZERO. Ogni cosa ha un suo rischio. Il nucleare però è ancora la fonte più sicura e l'unica realistica con prospettive future.
            E se fossero solo quelle, si potrebbe andare a
            fare le centrali nel mezzo del sahara.
            Il problema sono le scorie, ed e' inutile che
            insisti a dire che saranno il combustibile di
            altre centrali perche' NON E' COSI'.E' così.Diverse tipologie di centrali di IV generazione autofertilizzanti possono bruciare le scorie delle LWR (Light Water Reactors, le centrali più comuni attuali). In particolare le IFR sono progettate per quello. Non è fantascienza. E' stato provato. Sono stati fatti prototipi in passato.Tanto che gli USA hanno rinunciato al progetto di stoccaggio definitivo di Yucca Mountain per aspettare sviluppi futuri a riguardo.http://theenergycollective.com/barrybrook/27076/ifr-fad-3--lwr-versus-ifr-fuel-cycle
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            Le dighe cinesi si chiamano Banqiao (avevo scritto male)http://it.wikipedia.org/wiki/Diga_di_Banqiao
          • panda rossa scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy

            Da nessuna parte c'e' scritto che le radiazioni

            fanno bene!

            E' inutile che tenti di girare la frittata a tuo

            favore solo perche' uno studio scientifico non

            usa terminologie dirette, ma si tiene dei
            margini

            interpretativi.

            Gli effetti delle radiazioni ci sono.

            (quasi) nessuno dice che fanno bene.
            Ma dire che un incidente nucleare possa
            distruggere l'umanità ce ne
            passa.Nessuno dice questo.Si dice che l'incidente nucleare distrugga a lungo termine una non trascurabile porzione del pianeta.
            Perfino gli effetti di Chernobyl, che è stato
            davvero un disastro che peggio di così non poteva
            andare e che difficilmente si potrà ripresentare,
            non sono poi così terribili come sono stati
            troppe volti dipinti dagli antinuclearisti "a
            prescindere".Poteva andare peggio, non credere... poteva andare molto peggio.Non mettere limite al peggio.
            Il Vajont ha fatto 1600 morti. Che ancora è solo
            1/100 dei morti che hanno fatto le dighe Baquia
            in Cina negli anni '70. Eppure nessuno dice di
            chiudere le centrali idroelettriche.Ancora non ti e' chiaro il concetto di "conseguenze a lungo termine" di un incidente di qualunque natura?
            Vogliamo parlare dei danni fatti dal petrolio?
            L'ultimo del golfo è solo di un paio di anni
            fà...Parliamone: credi forse di avere a che fare con interlocutori che sostengono il petrolio?
            E di tutti i morti/anno per estrarre carbone?E parliamo anche dei morti alla FoxConn per costruire mac, allora.Le condizioni inumane di lavoro non hanno molto a che fare con la natura del lavoro medesimo.Ci sono zone del mondo in cui lavorare e' pericoloso, sia lavorare in miniera, sia costruire computer.E comunque ci stiamo arrivando anche noi europei a quelle condizioni, questione di tempo.
            E
            le RADIAZIONI emesse dalle centrali a carbone
            (molto superiori da quelle emesse dalle centrali
            nucleari!!)?Se ci fosse da votare per chiudere le centrali a carbone, io chiuderei pure quelle, non credere che essere contro il nucleare significhi essere favorevole ad altro tipo di inquinamento.
            Non esiste il RISCHIO ZERO. Ogni cosa ha un suo
            rischio. Il nucleare però è ancora la fonte più
            sicura e l'unica realistica con prospettive
            future.Puoi andare a comprare una villa a Fukushima allora: i prezzi sono calati di molto ultimamente.Per pochi yen puoi prendere un intero palazzo con giardino.

            E se fossero solo quelle, si potrebbe andare a

            fare le centrali nel mezzo del sahara.

            Il problema sono le scorie, ed e' inutile che

            insisti a dire che saranno il combustibile di

            altre centrali perche' NON E' COSI'.

            E' così.
            Diverse tipologie di centrali di IV generazione
            autofertilizzanti possono bruciare le scorie
            delle LWR (Light Water Reactors, le centrali più
            comuni attuali). In particolare le IFR sono
            progettate per quello. Non è fantascienza. E'
            stato provato. Sono stati fatti prototipi in
            passato.
            Tanto che gli USA hanno rinunciato al progetto di
            stoccaggio definitivo di Yucca Mountain per
            aspettare sviluppi futuri a
            riguardo.Ecco, allora aspettiamo anche noi.Aspettiamo che le facciano, che le costruiscano in casa loro, e poi acquistiamo l'energia.Cosi', se funzionano, l'energia sara' comunque economica.Se invece non dovessero funzionare, meglio che sia toccato a loro che a noi.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: panda rossa
            Nessuno dice questo.
            Si dice che l'incidente nucleare distrugga a
            lungo termine una non trascurabile porzione del
            pianeta.Pensa quanta parte di pianeta sarebbe necessaria per produrre energia con fonti di energia a bassissima densità come l'eolico o il solare... (senza contare il costo e l'irregolarità).
            Ancora non ti e' chiaro il concetto di
            "conseguenze a lungo termine" di un incidente di
            qualunque natura?Per me i morti sono morti. Per te alcuni morti sono più brutti o belli di altri.
            Parliamone: credi forse di avere a che fare con
            interlocutori che sostengono il
            petrolio?Quindi petrolio NO.

            E di tutti i morti/anno per estrarre carbone?
            E parliamo anche dei morti alla FoxConn per
            costruire mac, allora.
            Le condizioni inumane di lavoro non hanno molto a
            che fare con la natura del lavoro
            medesimo.Perché tu pensi che lavorare in una miniera di carbone sia come lavorare in una fabbrica hi-tec?Non c'è il grisù (http://it.wikipedia.org/wiki/Grisù) alla Foxonn. Non c'è polvere nera che ti ottura i polmoni. Non stai sottoterra. Chissà quanti minatori cinesi si suicidano... perché nessuno ce lo dice?
            Se ci fosse da votare per chiudere le centrali a
            carbone, io chiuderei pure quelle, non credere
            che essere contro il nucleare significhi essere
            favorevole ad altro tipo di
            inquinamento.Bene anche carbone NO, allora (e sono d'accordo).MA CHE PROPONI?Le ruote con i criceti?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            MA CHE PROPONI?
            Le ruote con i criceti?Impedire che esseri inutili accendano il pc per divulgare castronerie, tanto per cominciare.
          • Picchiatell o scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy

            Il Vajont ha fatto 1600 morti. Che ancora è solo
            1/100 dei morti che hanno fatto le dighe Baquia
            in Cina negli anni '70. Eppure nessuno dice di
            chiudere le centrali
            idroelettriche.faccio ancora ennesimamente presente che la diga del vajont e' stata costruita per interessi personali dove non doveva essere costruita e gestita alla "carlona" per non dire di peggio, un po' come le centrali nucleari che sicuramente verranno costruite nel nostro paese in un territorio completamente sismico e magari dagli amici degli amici con l'uso di cemento fatto di sabbia di mare come gli ultimi appalti...
    • cotton scrive:
      Re: Guardate che...
      piu' o meno come esaurire tutte le risorse disponibili....
    • iges scrive:
      Re: Guardate che...
      - Scritto da: sempronio
      con il nucleare non si può commettere errori.
      Basta un solo errore e una sola volta e la
      frittata è fatta. Non ci sarà una seconda
      chance.mi consolo per il mondo di schifo che stiamo creando solo perché ho 40 anni e non ho figli. Al punto di non ritorno posso sempre tirarmi un colpo.Ma chi ha figli dovrebbe vergognarsi così tanto... ma dovrebbero riscoprire cosa significhi la vergogna. E non lo sa più nessuno.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Guardate che...
      - Scritto da: MacBoy
      - Scritto da: sempronio

      con il nucleare non si può commettere errori.

      Basta un solo errore e una sola volta e la

      frittata è fatta. Non ci sarà una seconda

      chance.

      0 morti a Fukushima.

      Solo 65 finora a Chernobyl (fonte WHO) Affermazioni come questa sono criminali.
      • panda rossa scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        - Scritto da: MacBoy

        - Scritto da: sempronio


        con il nucleare non si può commettere errori.


        Basta un solo errore e una sola volta e la


        frittata è fatta. Non ci sarà una seconda


        chance.



        0 morti a Fukushima.



        Solo 65 finora a Chernobyl (fonte WHO)

        Affermazioni come questa sono criminali.E soprattutto false al quadrato.La fonte WHO dice ben altro.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Guardate che...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella

          - Scritto da: MacBoy


          - Scritto da: sempronio



          con il nucleare non si può commettere
          errori.



          Basta un solo errore e una sola volta e la



          frittata è fatta. Non ci sarà una seconda



          chance.





          0 morti a Fukushima.





          Solo 65 finora a Chernobyl (fonte WHO)



          Affermazioni come questa sono criminali.

          E soprattutto false al quadrato.
          La fonte WHO dice ben altro.Secondo la OMS (noto covo di comunisti) in 70 anni sono stimabili almeno 4000 morti.Secondo GreenPeace i morti si possono stimare fino a 6milioni in tutto il mondo(avete capito, un nuovo olocausto).Ma si sa Greenpeace sono notoriamente dei terroristi.Secondo la commissione di inchiesta ucraina, nella sola Ucraina i morti sono stimabili in circa 500mila unità (cioè mezzo milione di perosne in un solo Paese).Tutti questi numeri pero' non parlano di mutazioni, malettie gravissime non letali e quant'altro.Ma sì, chi se ne frega.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: MacBoy



            - Scritto da: sempronio




            con il nucleare non si può commettere

            errori.




            Basta un solo errore e una sola volta e la




            frittata è fatta. Non ci sarà una seconda




            chance.







            0 morti a Fukushima.







            Solo 65 finora a Chernobyl (fonte WHO)





            Affermazioni come questa sono criminali.



            E soprattutto false al quadrato.

            La fonte WHO dice ben altro.

            Secondo la OMS (noto covo di comunisti) in 70
            anni sono stimabili almeno 4000
            morti.

            Secondo GreenPeace i morti si possono stimare
            fino a 6milioni in tutto il mondo(avete capito,
            un nuovo
            olocausto).
            Ma si sa Greenpeace sono notoriamente dei
            terroristi.

            Secondo la commissione di inchiesta ucraina,
            nella sola Ucraina i morti sono stimabili in
            circa 500mila unità (cioè mezzo milione di
            perosne in un solo
            Paese).

            Tutti questi numeri pero' non parlano di
            mutazioni, malettie gravissime non letali e
            quant'altro.

            Ma sì, chi se ne frega.Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente ricollegabili a quell'incidente.
          • Picchiatell o scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che
            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente
            ricollegabili a
            quell'incidente.il problema principale e' che questi danni non si estingueranno mai e dico mai...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Picchiatell o
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che

            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente

            ricollegabili a

            quell'incidente.

            il problema principale e' che questi danni non si
            estingueranno mai e dico
            mai...Infatti gli effetti si protrarranno per migliaia di anni, il che rende tutto poco misurabile.Ma naturalmente per i berlusca/Gates-fan è tutta fuffa.L'importante è inseguire i mito del "molto, buono e a basso costo".Non esistono cose buone che costano poco, tutto si paga, nell'immediato e nel lungo termine e non sempre solo a soldi.La filosofia consumistica dello spreco sistematico condurrà l'umanità alla soglia del baratro e probabilmente oltre.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che
            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente
            ricollegabili a
            quell'incidente.Senti i tuoi "studi" con numeri al lotto te li puoi mettere dove meglio ti pare...Il report del WHO (o chiamala in italiano OMS se ti piace) del 2006 raccoglie tutti gli studi PEER-REVIEWED degli ultimi 20 anni e non c'è niente di più ufficiale a riguardo.Tutto il resto sono CHIACCHERE.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che

            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente

            ricollegabili a

            quell'incidente.

            Senti i tuoi "studi" con numeri al lotto te li
            puoi mettere dove meglio ti
            pare...
            Il report del WHO (o chiamala in italiano OMS se
            ti piace) del 2006 raccoglie tutti gli studi
            PEER-REVIEWED degli ultimi 20 anni e non c'è
            niente di più ufficiale a
            riguardo.
            Tutto il resto sono CHIACCHERE.Capisco che per chi è totalmente privo di argomenti l'unica alternativa sia bollare come "chiacchiere" tutto ciò che non fa comodo e capisco che l'ignorante superficialità di chi ritiene credibili solo le fonti di comodo non abbia altri sbocchi che non arroccarsi autisticamente sulle proprie posizioni.Ma sui forum, quali essi siano, si va per "discutere" e noi stiamo discutendo.Tu ritieni che un disastro che dopo 25 anni è ancora scientificamente misurabile a decine di migliaia di chilometri da dove si è verificato abbia causato solo 65 morti, chiunque abbia un QI a 3 cifre sa che non è possibile, non è verosimile ed è francamente ridicolo.A chi ci legge sta tirare le conclusioni.In ogni caso ti invito a moderare i termini: gli studi non sono i "miei", basta cercare con google, sono fatti da gente sicuramente + qualificata dell'ultimo dei cretini dei forum di PI ergo non danno numeri al lotto, e soprattutto le tue pratiche anal-masturbatorie cerca di non attribuirle agli altri, moccioso.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Capisco che per chi è totalmente privo di
            argomenti l'unica alternativa sia bollare come
            "chiacchiere" tutto ciò che non fa comodo e
            capisco che l'ignorante superficialità di chi
            ritiene credibili solo le fonti di comodo non
            abbia altri sbocchi che non arroccarsi
            autisticamente sulle proprie
            posizioni.Il metodo scientifico è abbastanza consolidato.Un tipo dice una cosa, altri suoi pari la verificano e la confermano oppure no.Nel primo caso hai uno studio PEER-REVIEWED verificato, nel secondo caso CHIACCHERE.Ecco i tuoi numeri sono chiacchere, quindi inutile farci discussioni sopra.
            Tu ritieni che un disastro che dopo 25 anni è
            ancora scientificamente misurabile a decine di
            migliaia di chilometri da dove si è verificato
            abbia causato solo 65 morti, chiunque abbia un QI
            a 3 cifre sa che non è possibile, non è
            verosimile ed è francamente
            ridicolo.Non lo ritengo io. Lo ritiene la WHO dopo aver esaminato tutti gli studi scientifici PEER-REVIEWED a riguardo degli ultimi 20 anni.E il fatto che tu e altri tuoi pari non vogliate accettare numeri verificati e dimostrati ma riproponiate solo CHIACCHERE dimostra la vostra assoluta irrazionalità (quando non ci sono altri interessi sotto).
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Capisco che per chi è totalmente privo di

            argomenti l'unica alternativa sia bollare come

            "chiacchiere" tutto ciò che non fa comodo e

            capisco che l'ignorante superficialità di chi

            ritiene credibili solo le fonti di comodo non

            abbia altri sbocchi che non arroccarsi

            autisticamente sulle proprie

            posizioni.

            Il metodo scientifico è abbastanza consolidato.Anche la lettura e la scrittura sono metodi di trasferimento della conoscenza consolidati.Eppure c'è chi non ne è capace.
            Un tipo dice una cosa, altri suoi pari la
            verificano e la confermano oppure
            no.Nessuno ha verificato i 65 morti.Le stime + risicate parlano di 4000 decessi.Qualche cretino sui forum fa disinformazione cianciando di 65.

            Tu ritieni che un disastro che dopo 25 anni è

            ancora scientificamente misurabile a decine di

            migliaia di chilometri da dove si è verificato

            abbia causato solo 65 morti, chiunque abbia un
            QI

            a 3 cifre sa che non è possibile, non è

            verosimile ed è francamente

            ridicolo.

            Non lo ritengo io.Ah, nemmeno tu?Quindi proprio nessuno.
            Lo ritiene la Falso, impara a leggere.
            E il fatto che tu e altri tuoi pari non vogliate
            accettare numeri verificati e dimostrati ma
            riproponiate solo CHIACCHERE dimostra la vostra
            assoluta irrazionalità (quando non ci sono altri
            interessi
            sotto).Io spero, per te, che tu abbia qualche interesse diretto economico per sostenere certe corbellerie.Certo dimostreresti di non avere nessuna onestà intellettuale, ma almeno non passeresti per fesso.
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            Sono io che non so leggere?http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Černobyl' Il rapporto ufficiale[2] redatto da agenzie dell'ONU (OMS, UNSCEAR, IAEA e altre) stila un bilancio di 65 morti accertati con sicurezza e altri 4.000 presunti (che non sarà possibile associare direttamente al disastro) per tumori e leucemie su un arco di 80 anni. 65 AD OGGI. Se non ti fidi di Wikipedia scaricati il report e le somme fattele tu. Sono solo un centinaio di pagine da leggere... se sei capace (dubito, a questo punto).
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            Sono io che non so leggere?

            http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Čern
            Il rapporto ufficiale[2] redatto da agenzie
            dell'ONU (OMS, UNSCEAR, IAEA e altre) stila un
            bilancio di 65 morti accertati con sicurezza e
            altri 4.000 presunti (che non sarà possibile
            associare direttamente al disastro) per tumori e
            leucemie su un arco di 80
            anni.

            65 AD OGGI. Accertati.4000 presunti.E' facile capire per tutti, adesso, che non hai saputo leggere nemmeno la stima + favorevole alle tue strampalate tesi.Secondo un articolo scientifico pubblicato sul New York Academy of Science, invece, sono 985000.Ma si sa, l'Academy of Science non utilizza il metodo Scientifico, ma il pallottoliere del lotto.Anche se fonda il risultato su 5000 studi.Il TORCH ne stima 9000 nella sola Ucraina e fino a 60000 su scala mondiale.Sempre citando da Wikipedia, fonte prodotta da te: "un'altra stima dovuta a Nikolai Omelyanets, vicecapo di una commissione ucraina per la protezione dalle radiazioni, che parla di 34.499 vittime fra i liquidatori e, a tutt'oggi, almeno 500.000 morti fra i 2 milioni di esposti alle radiazioni in Ucraina." e sottolineo "NELLA SOLA UCRAINA".Ma si sa le commissioni ucraine non usano il metodo scientifico.Insomma chi usa o non usa il metodo scientifico lo stabilisci te.Poi dopo ometti pure i risultati scientifici (da te stabiliti come tali)che non ti piacciono.E vorresti anche essere preso sul serio?
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            65 AD OGGI.

            Accertati.

            4000 presunti.Ehi genio quale parte di "su un arco di 80 anni" non riesci proprio ad afferrare?(tra l'altro è stato tradotto male, di quei 4000 nessuno è ad oggi, ad oggi sono 64-65, questo è wikipedia EN : A UNSCEAR report places the total confirmed deaths from radiation at 64 as of 2008. The World Health Organization (WHO) suggests it could reach 4,000. )
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            65 AD OGGI.



            Accertati.



            4000 presunti.

            Ehi genio quale parte di "su un arco di 80 anni"
            non riesci proprio ad
            afferrare?Vedo che hai glissato molto bene sulla non scientificità delle altre relazioni.Argomenti 0, ma andiamo avanti.Quindi le morti che non si sono verificate immediatamente non valgono?Quindi se io ti prendo a calci oggi e tu muori dopo una settimana di agonia io non ti ho ucciso?
            (tra l'altro è stato tradotto male, di quei 4000
            nessuno è ad oggi, ad oggi sono 64-65, questo è
            wikipedia EN : A UNSCEAR report places the
            total confirmed deaths from radiation at 64 as of
            2008. The World Health Organization (WHO)
            suggests it could reach 4,000.
            )Ma se non sai leggere nemmeno l'italiano, ma che ti metti a fare a leggere l'inglese?
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Secondo un articolo scientifico pubblicato sul
            New York Academy of Science, invece, sono
            985000.
            Ma si sa, l'Academy of Science non utilizza il
            metodo Scientifico, ma il pallottoliere del
            lotto.
            Anche se fonda il risultato su 5000 studi.Vedo che la capacità di comprensione nella lettura non è proprio il tuo forte:http://en.wikipedia.org/wiki/Chernobyl:_Consequences_of_the_Catastrophe_for_People_and_the_Environment" The book was not peer reviewed by the New York Academy of Sciences,[5], and two later reviews by the Oxford Journal Radiation Protection Dosimetry[6] in 2010 could not be conclusive on the relevance of its conclusions while questioning parts of the methodology used ."

            Il TORCH ne stima 9000 nella sola Ucraina e fino
            a 60000 su scala
            mondiale.

            Sempre citando da Wikipedia, fonte prodotta da
            te: "un'altra stima dovuta a Nikolai Omelyanets,
            vicecapo di una commissione ucraina per la
            protezione dalle radiazioni, che parla di 34.499
            vittime fra i liquidatori e, a tutt'oggi, almeno
            500.000 morti fra i 2 milioni di esposti alle
            radiazioni in Ucraina." e sottolineo "NELLA SOLA
            UCRAINA".
            Ma si sa le commissioni ucraine non usano il
            metodo
            scientifico.


            Insomma chi usa o non usa il metodo scientifico
            lo stabilisci
            te.
            Poi dopo ometti pure i risultati scientifici (da
            te stabiliti come tali)che non ti
            piacciono.
            E vorresti anche essere preso sul serio?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Secondo un articolo scientifico pubblicato sul

            New York Academy of Science, invece, sono

            985000.

            Ma si sa, l'Academy of Science non utilizza il

            metodo Scientifico, ma il pallottoliere del

            lotto.

            Anche se fonda il risultato su 5000 studi.

            Vedo che la capacità di comprensione nella
            lettura non è proprio il tuo
            forte:E' evidente il contrario, non sai leggere nè l'italiano nè l'inglese.
            http://en.wikipedia.org/wiki/Chernobyl:_Consequenc

            " The book was not peer reviewed by the New
            York Academy of Sciences,[5], and two later
            reviews by the Oxford Journal Radiation
            Protection Dosimetry[6] in 2010 could not be
            conclusive on the relevance of its conclusions
            while questioning parts of the methodology
            used ."

            Te lo traduco visto che sei ignorante come un sasso:"Il libro non è stato recensito/revisionato dalla New York Acedemy of Science"OK la Accademy non lo ha recnsito, mica ha detto che è falso.Sempicemnte l'ha pubblicato perchè gli sembrava interessante.Ma, proseguiamo:"Due successive revisioni del Oxford Journal Radiation Protection Dosimetry non sono conclusive sull'attendiblità delle sue conclusioni poichè sono in discussione alcune parti della metodologia utilizzata"Quindi due revisioni successive non concludono che sia inattendibile come tu disonestamente vuoi lasciare intendere,ma discutono su una parte (una parte!) delle metodologie usate.Non dicono che siano dati falsi o inattendibli, dicono che alcuni metodi sono discutibili.D'altronde approfondendo la lettura, nella prima revisione sono asprissime le critiche al rapporto OMS e alle sue conclusioni sostenendo che a differenza del libro in questione non teneva presente affatto i dati provenienti dai centri di ricerca locali e slavi in genere.La seconda recensione discuteva invece del fatto che la ricerca (che ricordiamo stima in circa un milione di morti le risultanze dell'incidente id Chernobyl) non teneva presente il fatto che a causa della trasformazione socio-politica dell'URSS avvenuta proprio in quegli anni la mortalità dovuta a cancro e malattie poteva avere avuto anch'essa influenza da tali eventi e non solo dalle radiazioni.Non nega affatto l'esplosione del cancro e della mortalità ad essa collegata, ritiene semplicemente che non siano stati presi in considerazione tutti i fattori anche di diversa natura.Che è parecchio diverso che sostenere che i morti sono solo 65 e che chi sostiene cifre diverse non usa il metodo scientifico e fa chiacchiere.Anzi dalla discussione scientifica scaturita da quel libra si evidenzia semmai l'assoluta carenza del rapporto della OMS.Eh, a saper leggere...
          • MacBoy scrive:
            Re: Guardate che...
            Finiamola con queste XXXXXXX.Quello è un libro scritto da 3 russi probabilmente per fare cassa sul disastro. E nessun altro ha confermato le sue conclusioni, anzi le metodologie adottate sono state criticate.Il report WHO si basa sulla conclusione di più di 100 scienziati che hanno revisionato centinaia di studi peer-reviewed degli ultimi 20 anni.Sei solo un troll e anche ignorante.Qui c'è un sunto:http://www.preventionweb.net/files/5516_Chernobyllegacy.pdfIl documento originale è di 600 pagine. Ma tanto è inutile, non sai leggere.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            Finiamola con queste XXXXXXX.

            Quello è un libro scritto da 3 russi
            probabilmente per fare cassa sul disastro.Bene invece di replicare nel merito preferisci fare illazioni e insultare.questo è il valore delle tue opinioni: nullo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che

            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente

            ricollegabili a

            quell'incidente.

            Senti i tuoi "studi" con numeri al lotto te li
            puoi mettere dove meglio ti
            pare...Gli studi non sono miei e non osno numeri al lotto, cafone.ps.complimenti alla redazione che come al solito ha censurato me, e una discussione molto interessante, invece che i soliti trolletti da 4 soldi. Dimostrate sempre la vostra poca professionalità e intelligenza.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Ah dimenticavo uno studio + recente sostiene che

            fino al 2004 ci siano 985000 morti direttamente

            ricollegabili a

            quell'incidente.

            Senti i tuoi "studi" con numeri al lotto te li
            puoi mettere dove meglio ti
            pare...Gli studi non sono miei e non sono numeri al lotto, il tuo modo di esprimerti e di rispettare i tuoi interlocutori è molto cafone, e ti qualifica appieno.ps.complimenti alla redazione che come al solito ha censurato me, e una discussione molto interessante, invece che i soliti trolletti da 4 soldi.
    • panda rossa scrive:
      Re: Guardate che...
      - Scritto da: petrestov
      quello delle generazioni mutanti a causa delle
      radiazioni è una storia che non è
      scientificamente provata sugli esseri
      umani.Ti faccio vedere solo la foto di un vitello, perche' voglio risparmiarti quelle dei neonati.[img]http://4.bp.blogspot.com/-7ZwJryA0sIw/TaaCn4m9Z6I/AAAAAAAAte4/rF_9ch6mWbQ/s1600/mutation.jpg%25253Fw%25253D400%252526h%25253D300.jpg[/img]Puoi sempre sostenere che sia un caso... e crederci!
      • petrestov scrive:
        Re: Guardate che...
        - Scritto da: panda rossa
        Ti faccio vedere solo la foto di un vitello,
        perche' voglio risparmiarti quelle dei
        neonati.

        [img]http://4.bp.blogspot.com/-7ZwJryA0sIw/TaaCn4m

        Puoi sempre sostenere che sia un caso... e
        crederci!questa sarebbe che cosa? una risposta?
        • panda rossa scrive:
          Re: Guardate che...
          - Scritto da: petrestov
          - Scritto da: panda rossa


          Ti faccio vedere solo la foto di un vitello,

          perche' voglio risparmiarti quelle dei

          neonati.




          [img]http://4.bp.blogspot.com/-7ZwJryA0sIw/TaaCn4m



          Puoi sempre sostenere che sia un caso... e

          crederci!

          questa sarebbe che cosa? una risposta?Una concentrazione di nati deformi tra la popolazione che viveva nell'area di Chernobil, nei mesi seguenti al disastro puoi tranquillamente considerarla una non risposta alla tua domanda.Io, se permetti, do' a questa informazione tutt'altro significato.
        • petrestov scrive:
          Re: Guardate che...
          - Scritto da: deactive
          Senza offesa. Sono documentati decine di casi di
          malformazioni, aborti e migliaia di altre
          atrocita' avvenute in seguito al disastro di
          chernobyl.

          se hai lo stomaco guarda questo servizio
          fotografico
          http://www.pixelpress.org/chernobyl/index.htmlsenza offesa, ma le immagini sono una cosa, i dati scientifici sono un'altra. La radioattività sull'uomo uccide, porta a malattie come il cancro e la leucemia ma non è stato ancora scientificamente provato che provochi alterazioni del DNA (umano).
          • Funz scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: petrestov
            senza offesa, ma le immagini sono una cosa, i
            dati scientifici sono un'altra. La radioattività
            sull'uomo uccide, porta a malattie come il cancro
            e la leucemia ma non è stato ancora
            scientificamente provato che provochi alterazioni
            del DNA
            (umano).Ma stai scherzando spero. Il fatto è che tu non sai niente di niente di scienza e di quello che si sa sui danni da radiazioni. Ciò non toglie che siano reali, altrochéAdesso aspetto la stron*ata che il virus dell'HIV non esiste...
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: Funz
            Ma stai scherzando spero. Il fatto è che tu non
            sai niente di niente di scienza e di quello che
            si sa sui danni da radiazioni.quindi io non saprei niente. ho chiesto testimonianze scientifiche e mi ritrovo il tuo post....
            Ciò non toglie che
            siano reali,
            altrochéma dove? dov'è scritto che le radiazioni causano le mutazioni genetiche nelle generazioni future a quelle esposte alla contaminazione nucleare? quello che chiedo io è uno straccio di prova scientifica.
            Adesso aspetto la stron*ata che il virus dell'HIV
            non
            esiste...ah, sì vabbe', se ragioniamo in questi termini.
          • 444 scrive:
            Re: Guardate che...
            Emh... da cosa credi siano determinati il cancro e le leucemie se non da alterazioni del DNA?
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: 444
            Emh... da cosa credi siano determinati il cancro
            e le leucemie se non da alterazioni del
            DNA?ah, quindi tu chiami mutante una persona affetta da cancro?
          • 444 scrive:
            Re: Guardate che...
            Io le chiamo "malate", ma se vuoi usare un gergo da film fai pure. Le radiazioni possono provocare danni al DNA di qualsiasi cellula, anche a cellule delle gonadi. In tal caso si avrà la possibilità di avere una prole con geni diversi.
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: 444
            Io le chiamo "malate", ma se vuoi usare un gergo
            da film fai pure. Le radiazioni possono provocare
            danni al DNA di qualsiasi cellula, anche a
            cellule delle gonadi. In tal caso si avrà la
            possibilità di avere una prole con geni
            diversi.fonte?
          • mai dire mai scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: 444

            Io le chiamo "malate", ma se vuoi usare un gergo

            da film fai pure. Le radiazioni possono
            provocare

            danni al DNA di qualsiasi cellula, anche a

            cellule delle gonadi. In tal caso si avrà la

            possibilità di avere una prole con geni

            diversi.

            fonte?Non c'è bisogno di fonti. Radiazioni ionizzanti, di vario tipo e di differente energia (alfa, beta e anche gamma o addirittura neutroni), sono tutte in grado, in vario modo e con diversa intensità, di rompere legami atomici e/o molecolari. Tutta la materia, compresi gli esseri umani, sono fatti di atomi e molecole, quindi... .
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: mai dire mai
            Non c'è bisogno di fonti. Radiazioni ionizzanti,
            di vario tipo e di differente energia (alfa, beta
            e anche gamma o addirittura neutroni), sono tutte
            in grado, in vario modo e con diversa intensità,
            di rompere legami atomici e/o molecolari. Tutta
            la materia, compresi gli esseri umani, sono fatti
            di atomi e molecole, quindi...state riscrivendo la storia della medicina voi due:http://books.google.it/books?id=ixQuICIARWoC&pg=PA52&dq=radiation+genetic+offspring&hl=it&ei=yYzHTYWyLY_Zsgak56CPDw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=6&ved=0CEsQ6AEwBQ#v=onepage&q=radiation%20genetic%20offspring&f=falseEffects of Ionizing Radiation: United Nations Scientific Committee on the ... Di United Nations
          • mai dire mai scrive:
            Re: Guardate che...
            E' fisica elementare, non servono studi statistici elaborati.
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: mai dire mai
            E' fisica elementare, non servono studi
            statistici
            elaborati.che c'entra la fisica? Qui si parla di figli di persone esposte a radiazioni nati con aberrazioni genetiche come causa di quella esposizione. Voi state affermando che generazioni future a quelle esposte a dosi di radiazioni non letali, ma comunque alte, sono marchiate da mutazioni genetiche. Quello studio delle Nazioni Unite dice esattamente il contrario. Abbiate l'onestà intellettuale di ammetterlo o quantomeno di produrre delle controaffermazioni scientifiche.Frasi del tipo "è fisica elementare" andatelo a dire in televisione ai beoni che vogliono crederci e che non aprono un libro da una vita.
          • mai dire mai scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: petrestov
            che c'entra la fisica? Qui si parla di figli di
            persone esposte a radiazioni nati con aberrazioni
            genetiche come causa di quella esposizione. Voi
            state affermando che generazioni future a quelle
            esposte a dosi di radiazioni non letali, ma
            comunque alte, sono marchiate da mutazioni
            genetiche.La probabilità che ciò avvenga è tutt'altro che trascurabileCi sono un sacco di articoli che fanno riferimenti a studi di enti più o meno famosi, di cui non ho né voglia né tempo di verificare l'attendibilità, che riguardano persone e piante:http://www.vita.it/news/viewprint/1663http://qn.quotidiano.net/2000/10/10/1375474-A-Chernobyl-cresce-con-6-mutazioni-genetiche.shtmlCi sono molte critiche anche ai dati forniti dalla OMShttp://www.kensan.it/articoli/Chernobyl.php"Una ricercatrice afferma "Siamo pieni di casi di cancro alla tiroide, leucemie e mutazioni genetiche non registrati nei dati dell'Oms e che erano praticamente sconosciuti 20 anni fa", ha detto Eugenia Stepanova, del centro scientifico del governo ucraino"Comunque hai sicuramente ragione tu, io non spingo questo fatto con tanta forza perché fondamentalmente sono un beone e credo a tutto quello che mi propinano compreso il fatto che se una radiazione ionizzante ha il potere di fare danni a livello cellulare, le conseguenze attuali e future di questo non sono semplicemente inquadrabili con un misero studio statistico.
          • 444 scrive:
            Re: Guardate che...
            Qualsiasi libro di biologia e genetica
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: 444
            Qualsiasi libro di biologia e geneticastate riscrivendo la storia della medicina voi due:http://books.google.it/books?id=ixQuICIARWoC&pg=PA52&dq=radiation+genetic+offspring&hl=it&ei=yYzHTYWyLY_Zsgak56CPDw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=6&ved=0CEsQ6AEwBQ#v=onepage&q=radiation%20genetic%20offspring&f=falseEffects of Ionizing Radiation: United Nations Scientific Committee on the ... Di United Nations
          • mai dire mai scrive:
            Re: Guardate che...
            le mutazioni sono solo un fatto probabilistico. Se puoi rilevarlo in maniera relativamente frequente nei batteri o nei virus, è solo per l'elevato numero presente dove si annidano che fa si che la bassissima percentuale della possibilità di una mutazione si manifesti concretamente prima o poi.La stessa cosa non la puoi dire per una popolazione esposta a radiazioni che per quanto alta (10 mila, 100 mila ?) e comunque sempre poco per avere una manifestazione certa.
          • petrestov scrive:
            Re: Guardate che...
            - Scritto da: mai dire mai
            La stessa cosa non la puoi dire per una
            popolazione esposta a radiazioni che per quanto
            alta (10 mila, 100 mila ?) e comunque sempre poco
            per avere una manifestazione
            certa.Toh, vedo una persona scivolare dallo specchio.
    • hermanhesse scrive:
      Re: Guardate che...

      Chernobyl è praticamente pulita. L'unica cosa
      radioattiva rimane il reattore, che è sotto
      qualche metro di cemento armato, e che lasciano
      lì solo perché è meno pericoloso che
      spostarlo.Difatti, a riprova del fatto che spari c azzate, un servizio delle Iene ha dimostrato esattamente il contrario: molte zone hanno così tanta radioattività da essere un rischio mortale per l'uomo dopo un solo giorno di permanenza.Vai a scrivere cavolate su argomenti meno seri, per favore.
    • Funz scrive:
      Re: Guardate che...
      Guarda non rispondo punto per punto perché ogni singola cosa che dici è sbagliata, falsa, parziale. Informati un minimo prima di venire a sentenziare.
  • mah scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    - Scritto da: Enjoy with Us
    Il nucleare ha due grossi problemi:
    1. Le scorie, che ancora nessuno sa come trattare
    per i 50.000/100.000 anni necessari ad un loro
    adeguato decadimentoL'inquinamento da CO2 in quanto decade?
    • panda rossa scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      - Scritto da: mah
      L'inquinamento da CO2 in quanto decade?L'inquinamento da CO^2 decade piantando alberi.Disponiamo gia' di un ottimo sistema naturale per convertire CO^2 in carbonio e ossigeno.L'azione sciagurata e' quella di aumentare le emissioni di CO^2 e contemporaneamente distruggere le foreste.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      - Scritto da: mah
      - Scritto da: Enjoy with Us

      Il nucleare ha due grossi problemi:

      1. Le scorie, che ancora nessuno sa come
      trattare

      per i 50.000/100.000 anni necessari ad un loro

      adeguato decadimento

      L'inquinamento da CO2 in quanto decade?Dipende da quante foreste hai, di sicuro tuttavia non è direttamente letale!
  • cognome scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    il terzo problema è la Mafia.Il quarto problema è che le amministrazioni politiche, ti sbattono le scorie in capannoni anonimi a due passi da casa, e tu non lo sai.Oltre al sistema in se, che come ho scritto, è ridicolo, rudimentale, pericolosissimo e stupido, c'è da mettere in conto la serietà di chi sta al governo, la malavita organizzata, il terrorismo, potenziali conflitti che colpirebbero per prime le centrali...Le centrali nucleari servono solo a far arricchire gli imprenditori e i mafiosi.Di certo non è la gente comune che ne gode.
  • cognome scrive:
    No Nucleare
    Bill Gates è fuori di senno.Le centrali nucleari non sono sicure, perchè utilizzano un sistema rudimentale basato su una turbina mossa da vapore.Ci vuole poco a capire che questo sistema è rozzo, primitivo e stupido.Se ha dei soldi da spendere, che li investa per ricercare come ricavare energia dall'atomo direttamente, senza far bollire l'acqua.Con l'acqua bollente al massimo ci si può cuocere della pasta, in tutta sicurezza (o quasi).Le radiazioni di Fukushima sono giunte fino in Italia...Non esiste un luogo sicuro su questo pianeta per mettere "l'acqua bollita" e la "dinamo" mosse da pericolosissime reazioni atomiche.E' un sistema ridicolo. Siamo oltre il 2000 e ancora utilizziamo sistemi inventati nel medio-evo:- il motore a scoppio (pistone e cilindro, sic!)- la ruota- la dinamo (figlia della trottola, utilizzata in una smisurata serie di applicazioni)eccetera eccetera.Che bel progresso quello umano... Tecnologia e innovazione... Medioevale!
    • Rover scrive:
      Re: No Nucleare
      Sono stupefatto....e non faccio uso di sostanze!!
    • Milanesotto scrive:
      Re: No Nucleare
      ma l'hai letto l'articolo???
      • iges scrive:
        Re: No Nucleare
        - Scritto da: Milanesotto
        ma l'hai letto l'articolo???se l'avesse letto direbbe "quindi sono contro il nucleare ma sono d'accordo sulla ricerca e sviluppo, ma non nel nucleare"
        • cognome scrive:
          Re: No Nucleare
          - Scritto da: iges
          - Scritto da: Milanesotto

          ma l'hai letto l'articolo???

          se l'avesse letto direbbe "quindi sono contro il
          nucleare ma sono d'accordo sulla ricerca e
          sviluppo, ma non nel
          nucleare"E' quello che ho detto, ma non lo hai capito, perchè hai usato il condizionale.Se tutti gli italiani sono come voi...Adesso capisco perchè c'è berlusconi al governo...
    • deactive scrive:
      Re: No Nucleare
      mi spiace ma gates se n'e' venuto fuori con la storia del nucleare sicuro nel momento piu' sbagliato della storia.E mai un'affermazione fu piu' infelice di "il bello del nucleare e' che.."Il nucleare di bello non ha nulla soprattutto se implementato e utilizzato con le tecnologie di cui siamo in possesso.
  • Cap scrive:
    Energy Worldwide Web
    Quello che serve è un "Energy Worldwide Web", simile al WWW, dove ogniuno è produttore e consumatore allo stesso tempo:[yt]K7LIA1XIllo[/yt]E poi è necessario mettere in piedi una rete efficiente, specie per favorire il settore dei trasporti:[yt]KkqfHHlhPRU[/yt]Non dobbiamo accentrare anche la produzione di energia!
  • Una povera scimmia scrive:
    Apple ci salverà
    Quando apple farà le centrali nucleari, tutti capiremo come andranno fatte.
  • Africano scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    solo? le radiazioni influenzano la stessa evoluzione delle specie viventi e aumentare il dosaggio naturalmente presente sul pianeta, nel medio periodo, porterà a mutanti aberranti, poi rimane la conquista galattica di pianeti lontanissimi non frequentati dai nuclearisti terrestri, materia da cinematografo e poco realmente realizzabile.
  • Cbuttius scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    Ovviamente sarebbe utile guardare il quadro complessivo e non solo le solite convinzioni di chi guarda solo una faccia della medaglia e ne fa una propaganda demagogica e populista (e non mi riferisco soltanto a chi e' contro).Partiamo dai fatti:- l'energia serve: e' un fatto assodato che i consumi aumentano e che serve un'alternativa valida ai combustibili fossili e serve anche alla svelta.- l'energia nucleare e' pericolosa: e questo e' un altro fatto assodato. I paladini del nucleare continuano a dire che l'atomo e' sicuro, ma come la storia insegna, i rischi ci sono. Certo le catastrofi non sono all'ordine del giorno e gli standard attuali di sicurezza sono del tutto appropriati (ricordiamoci che alla base dell'incidente di Fukushima c'e' stato uno tsunami di proporzioni bibliche e un terremoto che se fosse capitato in Italia, l'unica cosa a restare in piedi sarebbe stato il governo Berlusconi). Quindi bisogna chiedersi se il gioco vale la candela.- il problema delle scorie: questo, sulla carta, dovrebbe essere il problema maggiore. Dovrebbe. Gia', perche' non molti sanno che esistono studi e progetti, nonche' prototipi (si, prototipi funzionanti) di reattori nucleari che sono piu' efficienti degli attuali (e intendo quelli nuovi francesi), piu' piccoli, piu' sicuri (la reazione tende a smorzarsi senza bisogno di raffreddamento o interventi esterni in caso di fermata/guasto e la fuoriuscita di materiale radioattivo e' meglio contenibile e non danno rischio di esplosioni gassose) e che soprattutto possono funzionare con le attuali scorie e con combustibili alternativi all'uranio e che non producono materiale utile a scopo bellico.DOMANDA DELLE DOMANDE: se esistono tali impianti PERCHE' CACCHIO NESSUNO LI COSTRUISCE ??? PERCHE' CACCHIO NESSUNO NE PARLA ???La questione e' semplice: questi impianti hanno un piccolissimo difetto: possono usare combustibile NON TRATTATO. Non molti (tra i favorevoli) sanno che la costruzione di una centrale nucleare e' antieconomica e che il costruttore e' SEMPRE in perdita quando costruisce un impianto. Chi costruisce centrali nucleari, infatti, guadagna non dalla costruzione delle centrali, ma dalla fornitura di combustibile nucleare trattato (ad esempio uranio arricchito preparato in pellet rivestiti di vari composti ceramici). Se dovessero costruire centrali che utilizzano scorie e combustibile non trattato DOVE VA A FINIRE IL LORO GUADAGNO ??? Avete indovinato: proprio a "gentili signore" !!!Alla fine il grosso del "problema nucleare", si trova non nella tecnologia ma negli interessi commerciali dei lobbisti del settore.IMHO non e' sbagliato investire nel nucleare e, personalmente, non sono contrario all'adozione di queste tecnologie, ma sono fermamente contrario al nucleare all'insegna del loro business quando esistono gia' tecnologie che garantiscono maggior sicurezza intrinseca, maggiore efficienza energetica, il riutilizzo delle attuali scorie e la produzione di scorie con emivita dell'ordine delle centiania di anni (in confronto a quelle prodotte adesso con emivita dell'ordine delle centinaia di migliaia di anni) e non riutilizzabili a scopo bellico.Purtroppo a taluni conviene che l'energia nucleare non compia passi in avanti dal punto di vista tecnologico, ma le potenzialita' per un futuro piu' verde ci sono tutte.
    • Lucadiver scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      bisogna ridurre i consumi prima di tutto, non si può continuare con una crescita infinita su un pianeta finito, non puoi fare auto che fanno 5 km con 1 litro o lasciare interi palazzi con le luci accese di giorno. iniziamo a consumare meno e le centrali non serviranno più.
      • Cbuttius scrive:
        Re: Ancora con sto nucleare?
        Il problema non e' cosi' semplice come sembra. E' vero: bisognerebbe ridurre i consumi. In teoria e a chiacchiere siamo bravi tutti, ma poi quando si tratta di spegnere il condizionatore, la TV, il PC o lavare i piatti a mano anche no. Bisognerebbe ridurre le emissioni in atmosfera: a parole sono bravi tutti a dire che bisognerebbe usare i mezzi pubblici o evitare di usare l'automobile per brevi tragitti. In pratica la maggior parte degli "ecologisti" gira per due ore in macchina per cercare il parcheggio il piu' vicino possibile al luogo dove deve andare. Si dovrebbe limitare l'abbattimento degli alberi, ma chi e' che all'atto pratico rinuncierebbe alla carta igienica ???Talvolta bisogna scendere a compromessi e scegliere il male minore.Lo sviluppo dell'energia nucleare puo' esserlo.Se mi parli delle centrali attuali e di quelle "nuove" che vogliono costruire anche qui in Italia, mi trovi d'accordo che non sono assolutamente la soluzione: tecnologia base di oltre 60 anni fa non e' certo il futuro, ma se guardi a certi prototipi di fine anni 60/inizio anni 70 ma mai realizzati a scopo commerciale unicamente in quanto non funzionali al business delle aziende del settore, IMHO abbiamo gia' in mano la tecnologia per ridurre la pericolosita' delle scorie attuali producendo energia e tagliando le vecchie centrali degli anni 50 e le centrali a pertolio e carbone. Ovviamente questo non significa tagliare sulle fonti rinnovabili (che se guardi ai processi produttivi e al bilancio energetico totale, allo stato attuale non sono poi cosi' pulite come sembra).
      • kkk scrive:
        Re: Ancora con sto nucleare?
        Sulla lunga durata le soluzioni sono 3:- Sterilizzazioni di massa- 3a guerra mondiale- colonizzazioni di altri pianetiVisto che le prime due non sono auspicabili e per la 3a ci vorranno ancora secoli...ok il risparmio ma è bene pensare come produrre piu' energia... la demagogia lasciamola a casa
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      - Scritto da: Cbuttius
      Ovviamente sarebbe utile guardare il quadro
      complessivo e non solo le solite convinzioni di
      chi guarda solo una faccia della medaglia e ne fa
      una propaganda demagogica e populista (e non mi
      riferisco soltanto a chi e'
      contro).
      Partiamo dai fatti:

      - l'energia serve: e' un fatto assodato che i
      consumi aumentano e che serve un'alternativa
      valida ai combustibili fossili e serve anche alla
      svelta.

      - l'energia nucleare e' pericolosa: e questo e'
      un altro fatto assodato. I paladini del nucleare
      continuano a dire che l'atomo e' sicuro, ma come
      la storia insegna, i rischi ci sono. Certo le
      catastrofi non sono all'ordine del giorno e gli
      standard attuali di sicurezza sono del tutto
      appropriati (ricordiamoci che alla base
      dell'incidente di Fukushima c'e' stato uno
      tsunami di proporzioni bibliche e un terremoto
      che se fosse capitato in Italia, l'unica cosa a
      restare in piedi sarebbe stato il governo
      Berlusconi). Quindi bisogna chiedersi se il gioco
      vale la
      candela.

      - il problema delle scorie: questo, sulla carta,
      dovrebbe essere il problema maggiore. Dovrebbe.
      Gia', perche' non molti sanno che esistono studi
      e progetti, nonche' prototipi (si, prototipi
      funzionanti) di reattori nucleari che sono piu'
      efficienti degli attuali (e intendo quelli nuovi
      francesi), piu' piccoli, piu' sicuri (la reazione
      tende a smorzarsi senza bisogno di raffreddamento
      o interventi esterni in caso di fermata/guasto e
      la fuoriuscita di materiale radioattivo e' meglio
      contenibile e non danno rischio di esplosioni
      gassose) e che soprattutto possono funzionare con
      le attuali scorie e con combustibili alternativi
      all'uranio e che non producono materiale utile a
      scopo
      bellico.

      DOMANDA DELLE DOMANDE: se esistono tali impianti
      PERCHE' CACCHIO NESSUNO LI COSTRUISCE ??? PERCHE'
      CACCHIO NESSUNO NE PARLA
      ???

      La questione e' semplice: questi impianti hanno
      un piccolissimo difetto: possono usare
      combustibile NON TRATTATO. Non molti (tra i
      favorevoli) sanno che la costruzione di una
      centrale nucleare e' antieconomica e che il
      costruttore e' SEMPRE in perdita quando
      costruisce un impianto. Chi costruisce centrali
      nucleari, infatti, guadagna non dalla costruzione
      delle centrali, ma dalla fornitura di
      combustibile nucleare trattato (ad esempio uranio
      arricchito preparato in pellet rivestiti di vari
      composti ceramici). Se dovessero costruire
      centrali che utilizzano scorie e combustibile non
      trattato DOVE VA A FINIRE IL LORO GUADAGNO ???
      Avete indovinato: proprio a "gentili signore"
      !!!

      Alla fine il grosso del "problema nucleare", si
      trova non nella tecnologia ma negli interessi
      commerciali dei lobbisti del
      settore.

      IMHO non e' sbagliato investire nel nucleare e,
      personalmente, non sono contrario all'adozione di
      queste tecnologie, ma sono fermamente contrario
      al nucleare all'insegna del loro business quando
      esistono gia' tecnologie che garantiscono maggior
      sicurezza intrinseca, maggiore efficienza
      energetica, il riutilizzo delle attuali scorie e
      la produzione di scorie con emivita dell'ordine
      delle centiania di anni (in confronto a quelle
      prodotte adesso con emivita dell'ordine delle
      centinaia di migliaia di anni) e non
      riutilizzabili a scopo
      bellico.

      Purtroppo a taluni conviene che l'energia
      nucleare non compia passi in avanti dal punto di
      vista tecnologico, ma le potenzialita' per un
      futuro piu' verde ci sono
      tutte.Sarà che esistono tecnologie per fare centrali che funzionino con sistemi di raffreddamento completamente passivi e che si accontentino di combustibile nucleare esausto o simili, è tanto che si parla di centrali di 4° generazione ecc, ma alla fine in nessun paese del mondo se ne è mai vista una, anzi da qualche parte sostengono che occorrono altri 20 annni di studi per arrivare ad un progetto commerciale per una centrale di 4° generazione.... a questo punto tanto vale cercare di spingere ulteriormente la ricerca sulla fusione nucleare!
      • Cbuttius scrive:
        Re: Ancora con sto nucleare?
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Sarà che esistono tecnologie per fare centrali
        che funzionino con sistemi di raffreddamento
        completamente passivi e che si accontentino di
        combustibile nucleare esausto o simili, è tanto
        che si parla di centrali di 4° generazione ecc,
        ma alla fine in nessun paese del mondo se ne è
        mai vista una, anzi da qualche parte sostengono
        che occorrono altri 20 annni di studi per
        arrivare ad un progetto commerciale per una
        centrale di 4° generazione.... a questo punto
        tanto vale cercare di spingere ulteriormente la
        ricerca sulla fusione
        nucleare!Nessuno dice di fermare altre ricerche: dove si puo' migliorare IMHO si deve cercare di farlo. Comunque di centrali di IV generazione esistono prototipi funzionanti (costruiti per ricerca) costruiti e testati tra il 1960 e il 1970, funzionanti anche con il torio (decisamente piu' disponibile ed economico dell'uranio), il problema e' che commercialmente non conviene: usa combustibile non trattato (e quindi i guadagni delle compagnie dell'atomo vanno a dispensatrici d'amore a pagamento) e non da' sottoprodotti utilizzabili a scopo bellico (e quindi non interessano ne' a Zio Sam, ne' al Cremlino, ne' tantomeno a Sarkozy o a Gheddafi).Purtroppo le ragioni sono prettamente economiche: la tecnologia e' gia' pronta. La ricerca sulla fusione invece e' ancora in alto mare: al momento non si e' ancora arrivati ad un bilancio energetico positivo (serve piu' energia per produrre la fusione che neanche quella ricavata da essa), senza contare che anch'essa presenta dei rischi non da poco (non dovrebbe sprigionare radiazioni, ma in caso d'incidente su un impianto il rischio e' di trovarsi con un cratere grande quanto NYC).
        • lellykelly scrive:
          Re: Ancora con sto nucleare?
          il problema secondario non è il nucleare si o il nucleare no, ma è appunto se vale la pena, ed è ovvio che se i rischi sono minimi e la cosa è gestibile il nucleare è una possibilità.il problema primario è l'ignoranza diffusa che è data dalle fonti di informazione, se scelgo una fonte energetica, la scelgo perchè ha più pregi che difetti ed è sicuro che se i signorotti non ci guadagnano a me non frega proprio niente, ma devo saperlo: se la soluzione A conviene alla collettività e la B agli investitori, di sicuro non scelgo la B. ma se queste cose non le so, mi faccio convincere da chi urla di più.
          • Cbuttius scrive:
            Re: Ancora con sto nucleare?
            Hai centrato il problema: l'informazione e' distorta e chi deve scegliere (o comunque vuole farsi un'idea a riguardo) e' privato dell'informazione completa e quindi qualunque scelta compie, e' basata su presupposti sbagliati.
          • j0e scrive:
            Re: Ancora con sto nucleare?

            Hai centrato il problema:
            l'informazione e' distorta [..]Avendo (finalmente) evidenziatoil difetto, perché le personedovrebbero essere favorevolial nucleare? Fiducia?
          • collione scrive:
            Re: Ancora con sto nucleare?
            purtroppo il settore energetico è ormai monopolizzato e le scelte si fanno sempre perchè convengono ai signorotti e della gente chissenefregaparlavo, e spero di non essere petulante, del ciclo del torio e ancora oggi mi chiedo perchè non lo si fa, perchè ci sono un numero di centrali al torio che si possono contare sulle dita delle mani?eppure queste centrali dimostrano che il sistema funziona ma non lo si fa, perchè ovviamente costa troppo poco per permettere gli ingenti guadagni garantiti da nucleare, petrolio e compagnima del resto basti pensare che il petrolio va giù e la benzina va sù per capire in che razza di mondo viviamoriguardo i media, beh, quelli è da mezzo secolo almeno che hanno smesso di fare informazione e ormai sono solo dei gossippari o al massimo dei leccapiedi
          • Cbuttius scrive:
            Re: Ancora con sto nucleare?
            - Scritto da: collione

            parlavo, e spero di non essere petulante, del
            ciclo del torio e ancora oggi mi chiedo perchè
            non lo si fa, perchè ci sono un numero di
            centrali al torio che si possono contare sulle
            dita delle
            mani?
            Semplice: ci si lucra di meno che con quelle di II/III generazione !Se non fosse per le mere ragioni di business, l'energia nucleare sarebbe veramente un'alternativa pulita e sicura...
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Ancora con sto nucleare?
          - Scritto da: Cbuttius
          - Scritto da: Enjoy with Us



          Sarà che esistono tecnologie per fare centrali

          che funzionino con sistemi di raffreddamento

          completamente passivi e che si accontentino di

          combustibile nucleare esausto o simili, è tanto

          che si parla di centrali di 4° generazione ecc,

          ma alla fine in nessun paese del mondo se ne è

          mai vista una, anzi da qualche parte sostengono

          che occorrono altri 20 annni di studi per

          arrivare ad un progetto commerciale per una

          centrale di 4° generazione.... a questo punto

          tanto vale cercare di spingere ulteriormente la

          ricerca sulla fusione

          nucleare!

          Nessuno dice di fermare altre ricerche: dove si
          puo' migliorare IMHO si deve cercare di farlo.
          Comunque di centrali di IV generazione esistono
          prototipi funzionanti (costruiti per ricerca)
          costruiti e testati tra il 1960 e il 1970,
          funzionanti anche con il torio (decisamente piu'
          disponibile ed economico dell'uranio), il
          problema e' che commercialmente non conviene: usa
          combustibile non trattato (e quindi i guadagni
          delle compagnie dell'atomo vanno a dispensatrici
          d'amore a pagamento) e non da' sottoprodotti
          utilizzabili a scopo bellico (e quindi non
          interessano ne' a Zio Sam, ne' al Cremlino, ne'
          tantomeno a Sarkozy o a
          Gheddafi).
          Purtroppo le ragioni sono prettamente economiche:
          la tecnologia e' gia' pronta. La ricerca sulla
          fusione invece e' ancora in alto mare: al momento
          non si e' ancora arrivati ad un bilancio
          energetico positivo (serve piu' energia per
          produrre la fusione che neanche quella ricavata
          da essa), senza contare che anch'essa presenta
          dei rischi non da poco (non dovrebbe sprigionare
          radiazioni, ma in caso d'incidente su un impianto
          il rischio e' di trovarsi con un cratere grande
          quanto
          NYC).Si certo come no, come la storia del motore ad acqua che sarebbe stoppato dalle lobby dei petrolieri!http://daily.wired.it/news/scienza/2011/03/26/centrali-nucleari-torio.htmlLeggi un pò, si tratta di soluzioni sperimentali che per ora non hanno goduto grande diffusione, anche perchè prevedono l'utilizzo di tecnologie ìnnovative, tipo un'acceleratore di particelle, con notevoli costi di progettagione e realizzazione e che soprattutto non essendo mai stato fatto espone alle incognite di qualsiasi progetto sperimentale!Per carità è sicuramente un progetto molto interessante (specie quello proposto da Rubbia, gran testa!), ma per ora è appunto solo un progetto non verificato, speraimo che l'attuale crisi sul nucleare spinga verso tali tipi di reattori, visto che fino ad oggi continuavano a prporre i soliti progetti a plutonio o ad uranio arricchito!
    • mint 4ever scrive:
      Re: Ancora con sto nucleare?
      Scusa ma il ragionamento non regge...La centrale può realizzarla un costruttore ad un prezzo per cui ci guadagna. E' una tecnologia innovativa e spazza la concorrenza. Fa business alla grande.Mii quanti complottisti!Non è che, come in tutte le cose, la tecnologia è talmente nuova che nessuno l'ha mai messa in atto e magari ci si pensa su prima di partire?
  • Lucadiver scrive:
    Re: Ancora con sto nucleare?
    sarà la pubblicità per i prossimi netbook a pila atomica (rotfl)
  • Francesco scrive:
    The Draga returns
    A volte ritornano
  • Nemo_bis scrive:
    Centralizzazione del potere
    Come nel software (proprietario invece che libero) cosí nella produzione di energia (concentrata invece che distribuita), Bill Gates preferisce le soluzioni che accentrano il potere nelle mani di pochi (ovviamente perché sembrano piú efficienti ecc.). Interessante.
    • petrestov scrive:
      Re: Centralizzazione del potere
      - Scritto da: Nemo_bis
      Come nel software (proprietario invece che
      libero) cosí nella produzione di energia
      (concentrata invece che distribuita), Bill Gates
      preferisce le soluzioni che accentrano il potere
      nelle mani di pochi (ovviamente perché sembrano
      piú efficienti ecc.).
      Interessante.Non credo sia il caso del TerraPower che lui finanzia. La classe di reattori a cui lavora TerraPower è di quelli su scala ridotta, o perlomeno è così che vengono classificati dalla International Atomic Energy Agency (IAEA) i reattori con una capacità energetica inferiore ai 300 Megawatt. http://punto-informatico.it/28 MW39837/PI/News/bill-gates-investe-sul-futuro-del-nucleare.aspxMeno di 300 MW di potenza non è una produzione concentrata. Di certo non la puoi mettere in cantina.
  • Africano scrive:
    energia Terra nucleica
    il nucleare è sXXXXX e esiziale per le specie viventi e in prospettiva renderebbe il pianeta abitato da mutanti da film dell'orrore.la Terra non è un Marte qualunque e per chi concepisce solo un futuro iperneregetico e non gli basta neppure l'abnorme centrale a fusione nucleare a distanza di sicurezza che è il Sole, c'è il cuore tumultuoso e incandescente della Terra e la sua forza e relativa energia Terra nucleica, talmente colossale e spropositata che sposta l'asse terrestre! oltre che i continenti e aver innalzato anche l'Himalaya, en passant, tuttora anche energia potenziale conservata e che suggerisce un modo pulito di accumularla massivamente.http://sismogeneratore.wordpress.com/Conoscenza è LiberazioneuniversaleCèL
  • mai dire mai scrive:
    E-Cat per tutti
    altro che nucleare.E ora piano con le offese eh. ;-)
    • lellykelly scrive:
      Re: E-Cat per tutti
      http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Motore_a_gatto_imburrato
    • panta scrive:
      Re: E-Cat per tutti
      l'unico commento intelligente Dubito che qualcuno sappia di cosa stai parlandoqualche link http://22passi.blogspot.com/
      • rantlo scrive:
        Re: E-Cat per tutti
        - Scritto da: panta
        qualche link
        http://22passi.blogspot.com/Miiinkia. Ma è una rivoluzione. Come mai non ne parla nessuno?
    • xWolverinex scrive:
      Re: E-Cat per tutti
      - Scritto da: mai dire mai
      altro che nucleare.
      E ora piano con le offese eh. ;-)Il motore a gatto imburrato ?
  • uno nessuno tutti quanti scrive:
    problema geografico
    Mi dispiace che Bill Gates non sia nato in Giappone. Possibilmente a Fukujima. Dentro il reattore 2, intendo.Ma si può sempre mettercelo ora.
  • Colui che ha cambiato il volto all info scrive:
    Come sopra
    Colui che ha cambiato il volto all'informatica
    • ruppolo scrive:
      Re: Come sopra
      - Scritto da: Colui che ha cambiato il volto all info
      Colui che ha cambiato il volto all'informaticaSi, sfregiandolo.
      • collione scrive:
        Re: Come sopra
        però l'ha cambiato :D
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Come sopra
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Colui che ha cambiato il volto all
        info

        Colui che ha cambiato il volto all'informatica

        Si, sfregiandolo.Beh Windows 3.0 è stata una grande innovazione e sia IBM (chi si ricorda OS/2?) che Apple negli anni 90 hanno rischiato di fallire (IBM ha dovuto cedere poi l'attività PC ed era il primo produttore mondiale!)
        • lroby scrive:
          Re: Come sopra
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Beh Windows 3.0 è stata una grande innovazione e
          sia IBM (chi si ricorda OS/2?) Io
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: Come sopra
      - Scritto da: Colui che ha cambiato il volto all info
      Colui che ha cambiato il volto all'informaticaQuesto è vero, ma solo per chi non conosce la storia dell'informatica.MS-DOS è un clone a 16 bit del CP/M a 8 bit; fu venduto a Bill Gates e Paul Allen da un ingegnere infedele della Digital Research.La tecnologia MS-Doublespace che raddoppiava virtualmente lo spazio su disco (favorendo anche colossali truffe) fu rubata alla Stack Inc. che aveva sviluppato il mitico programma Stacker. OS/2 aveva già tutte le caratteristiche delle interfacce moderne e ancora Windows non esisteva. IBM ne affidò lo sviluppo a M$ la quale fece morire OS/2 trasferendone tutte le tecnologie nel nascente Windows.L'idea di sviluppare una interfaccia grafica venne a Bill Gates dopo aver visto in azione Borland Paradox il quale era dotato di una spettacolare GUI per MS-DOS.Steve Jobs si infuriò moltissimo quando M$ lanciò Windows95 con il tristemente famoso slogan: "il computer diventa multimediale".Giustamente, Jobs sottolineò che i Macintosh all'epoca erano già multimediali da anni. Si trattò quindi di una astuta campagna pubblicitaria che permise a Bill Gates di spacciare per rivoluzionario ciò che esisteva da anni.L'unica cosa seria presente all'epoca in Windows, e cioè la tecnologia OLE che permetteva ai programmi di scambiarsi i dati, era stata rubata da M$ alla Wang Corporation.L'interfaccia di Excell fu copiata pari pari dal mitico Lotus 123.E potrei continuare all'infinito.Bill, ti piace vincere facile?
      • cicciuzzo scrive:
        Re: Come sopra
        Se era così facile potevi farlo tu ...
      • lellykelly scrive:
        Re: Come sopra
        come quando cambi operatore energetico perchè ti hanno riempito la testa di boiate e poi paghi di più.solo che con il monopolio di windows il mondo ha preso una strada, limitando molto le altre. se ci fosse stata una diffusione paritaria degli os più seri, ora chissà a che punto saremo.
      • shevathas scrive:
        Re: Come sopra

        MS-DOS è un clone a 16 bit del CP/M a 8 bit; fu
        venduto a Bill Gates e Paul Allen da un ingegnere
        infedele della Digital
        Research.
        per completezza c'è da dire che il padre del CP/M, randall, snobbò alla grande la proposta della IBM di acquistare non giudicando il mercato dei PC interessante.

        OS/2 aveva già tutte le caratteristiche delle
        interfacce moderne e ancora Windows non esisteva.
        IBM ne affidò lo sviluppo a M$ la quale fece
        morire OS/2 trasferendone tutte le tecnologie nel
        nascente
        Windows.
        veramente OS/2 venne abbattuto da due cose: marketing demenziale da parte della IBM e eccessiva fame di risorse.
        L'idea di sviluppare una interfaccia grafica
        venne a Bill Gates dopo aver visto in azione
        Borland Paradox il quale era dotato di una
        spettacolare GUI per
        MS-DOS.
        se per quello a linus torvalds venne l'idea di sviluppare un sistema operativo dopo aver giocato con il minix, e allora ?
        Steve Jobs si infuriò moltissimo quando M$ lanciò
        Windows95 con il tristemente famoso slogan: "il
        computer diventa
        multimediale".
        Giustamente, Jobs sottolineò che i Macintosh
        all'epoca erano già multimediali da anni. Si
        trattò quindi di una astuta campagna
        pubblicitaria che permise a Bill Gates di
        spacciare per rivoluzionario ciò che esisteva da
        anni.
        chi Jobs ? quello che ha inventato il telefonino ?
  • petrestov scrive:
    Ha ragione Gates
    Per due ordini di ragione.1) Diversamente da quanto dice una certa politica nostrana, Gates riesce a far distinzione tra impianti nucleari e il loro compito strategico di coprire il carico di base e le rinnovabili in voga come eolico e fotovoltaico che con la loro intermittenza e variabilità non potranno mai assurgere a questo ruolo. Questo è evidente soprattutto in quei paesi del BRIC (Brasile, Russia, India e Cina) che stanno crescendo economicamente e quindi devono ritagliarsi un mix energetico stabile e funzionale e quindi devono dotarsi anche di impianti nucleari. Per i Paesi già ricchi questo problema non si pone, se non nel caso di dover sostituire le centrali nucleari più vecchie (e l'incidente di Fukushima con i suoi impianti di II generazione ha determinato questa decisione) con qualcos'altro. Nel breve periodo è il gas, che ha lo svantaggio di produrre CO2.2) Gli incentivi alle rinnovabili fanno più male che bene. Ha ragione lui, e non è l'unico a sostenerlo. Gli incentivi sono mirati ad aiutare l'industria delle rinnovabili a raggiungere le dovute economie di scala così da ridurre i costi del fotovoltaico ed eolico e ridurre quindi il gap tra l'energia prodotta con combustibili fossili e non e quella prodotta da rinnovabili (la cosiddetta grid parity). Come viene bene evidenziato in questo articolo, gli incentivi dovrebbero essere mirati al raggiungimento di obiettivi tecnici capaci di annullare il punto 1 (cioè l'insostituibilità del nucleare e delle fonti fossili).The problem of innovation isnt entirely cut-and-dried. Businesses invest in R&D for technologies with some hope of payoff, and most renewable energy efforts arent attractive to capital investors for that reason. The research in those fields might get slowed without some government subsidies to push it along. However, as economist Robert Michaels points out, most of the subsidies involved in green energy come on the commercial end, not in research. Government is trying to pick winners and losers with current technology. As the chart shows, government is picking the least efficient technology (by orders of magnitude) as winners. Theyre deliberately hiding the price on the product in order to convince people that this energy is competitive, while taxpayers pick up the rest of the bill.In doing so, they are preventing or at least disincentivizing the normal innovative processes that could unlock a real revolution in green technology. Wind and solar technology in their current form today cannot compete in the marketplace without heavy government intervention, and thanks to that intervention, wind and solar purveyors dont have to innovate to make a profit. As long as that situation continues, well still be waiting decades to turn the corner on mass production of renewable energy.http://hotair.com/archives/2011/03/12/reason-should-government-be-tilting-at-wind-turbines/Secondo me gli incentivi dovrebbero andare a prodotti che soddisfano determinate caratteristiche: modularità della produzione, programmabilità della stessa, invece che essere concessi alla cieca sulla sola base del fatto che producano energia "pulita".
    • petrestov scrive:
      Re: Ha ragione Gates
      - Scritto da: petrestov
      Gli incentivi sono mirati ad aiutare
      l'industria delle rinnovabili a raggiungere le
      dovute economie di scala così da ridurre i costi
      del fotovoltaico ed eolico e ridurre quindi il
      gap tra l'energia prodotta con combustibili
      fossili e non e quella prodotta da rinnovabili
      (la cosiddetta grid parity). mi correggo: il gap è tra IL COSTO dell'energia prodotta con le fossili-nucleare e quella prodotta con le rinnovabili. E' risaputo che le rinnovabili producono energia ad un costo superiore rispetto a quello realizzato dalle convenzionali (senza però tener conto per queste ultime delle esternalità generate dal bruciare fonti fossili o usare il nucleare).
    • collione scrive:
      Re: Ha ragione Gates
      compito strategico per il nucleare? l'uranio viene dall'Africa e attualmente siamo in guerra con la Libia per sbattere fuori Cina e Russia dall'Africacome vedi è molto più complicata la faccendaa ciò aggiungi che l'uranio raddoppia di prezzo ogni 6 minuti e l'uranite è un minerale tutt'altro che abbondante ( a confronto il petrolio è disponibile manco fosse acqua )inoltre faccio notare che nel caso di combustibili convenzionali, per qualche strana ragione, non si calcolano mai i costi di estrazione, stoccaggio e trasporto ( diversamente dalle rinnovabili ) e soprattutto i costi di ripulitura dei disastri petroliferi ( per le catastrofi nucleari semplicemente non c'è verso di ripulire )le fonti eoliche, solari, ecc... non sono le uniche fonti rinnovabili disponibili e pertanto il vero lavoro è nella ricerca su:1. fusione calda/fredda2. fissione di materiali inerti ( presentata 2 settimane dal CNR un dispositivo che realizza la piezo-fissione del ferro, SI IL FERRO!!!! )ma ammettendo di voler restare fedeli al nucleare, lo sai ( e lo sanno lor signori???? ) che il grande Rubbia ( si quello è un grand'uomo, diversamente dalla feccia pro-nuclearista che vediamo in TV ) ha realizzato decenni fa un prototipo di centrale fusione a torio? se ti vai a guardare cos'è, scoprirai che produce più energia dell'uranio/plutonio, con costi minori e inquinamento ridottissimo
      già ricchi questo problema non si pone, se non
      nel caso di dover sostituire le centrali nucleari
      più vecchie (e l'incidente di Fukushima con imi spiace per te ma i disastri naturali sono dietro l'angolo e NON ESISTE nucleare sicuro di fronte a simili disastri
      (la cosiddetta grid parity). Come viene bene
      evidenziato in questo articolo, gli incentivi
      dovrebbero essere mirati al raggiungimento di
      obiettivi tecnici capaci di annullare il punto 1
      (cioè l'insostituibilità del nucleare e delle
      fonti
      fossili).
      questo è piuttosto un problema della solita politica italiota dei fondi a pioggia ad amici e comparielliè ridicolo che la fusione fredda non venga nemmeno ancora considerata ( nonostante ci siano molti esperimenti che quantomeno introducono il legittimo sospetto che possa funzionare davvero )
      cut-and-dried. Businesses invest in R&D for
      technologies with some hope of payoff, and most
      renewable energy efforts arent attractive to
      capital investors for that reason. The researchecco ci siamo, ovvero il capitalismo è il vero male del mondo modernospendiamo e spandiamo ma solo per incassare e ci buttiamo in certe avventure solo se è lo Stato a defecare soldi come un canguro malatosomiglia tanto alla lagna di una certa Telecom riguardo il digital divide
      Secondo me gli incentivi dovrebbero andare a
      prodotti che soddisfano determinate
      caratteristiche: modularità della produzione,
      programmabilità della stessa, invece che essere
      concessi alla cieca sulla sola base del fatto che
      producano energia
      "pulita".andrebbe diretti prim'ancora alla ricerca, quella vera, che funziona e poi all'industriail problema sta a monte e cioè che al "sistema" non piace l'energia a basso costo e lo stiamo vedendo con la benzinail petrolio sale e la benzina pure, il petrolio sale ma la benzina continua a salirequesto la dice lunga su chi comanda veramente nel mondo
      • petrestov scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: collione
        compito strategico per il nucleare? l'uranio
        viene dall'Africa e attualmente siamo in guerra
        con la Libia per sbattere fuori Cina e Russia
        dall'Africache c'entra la guerra in Libia con il nucleare. Quella guerra è per il gas e il petrolio di cui è ricco il Paese.
        come vedi è molto più complicata la faccendanon è affatto complicata
        a ciò aggiungi che l'uranio raddoppia di prezzo
        ogni 6 minuti e l'uranite è un minerale
        tutt'altro che abbondante ( a confronto il
        petrolio è disponibile manco fosse acqua
        )Il prezzo dell'uranio è solo una minuscola percentuale del costo complessivo dell'energia nucleare. Come hai ben detto tu in passato il minerale nucleare è aumentato di prezzo in maniera esorbitante, ma il prezzo dell'energia prodotta non è cresciuto di molto. Questo è dovuto alla scarsa incidenza dello stesso rispetto ai costi totali. Diversamente, il petrolio è cresciuto in dieci anni di 5 volte e il prezzo dell'energia prodotta con esso (o con il gas che segue il prezzo del greggio) è di fatto cresciuto sensibilmente. Poi il petrolio c'è, ma quello a buon mercato (con costi d'estrazione bassi) non è illimitato. Adesso si stanno sfruttando giacimenti più costosi (off-shore, a profondità superiori) e il prezzo del greggio rispetta anche questo trend.
        inoltre faccio notare che nel caso di
        combustibili convenzionali, per qualche strana
        ragione, non si calcolano mai i costi di
        estrazione, stoccaggio e trasporto ( diversamente
        dalle rinnovabili ) e soprattutto i costi di
        ripulitura dei disastri petroliferi ( per le
        catastrofi nucleari semplicemente non c'è verso
        di ripulire
        )si chiamano esternalità.
        le fonti eoliche, solari, ecc... non sono le
        uniche fonti rinnovabili disponibili e pertanto
        il vero lavoro è nella ricerca
        su:

        1. fusione calda/fredda
        2. fissione di materiali inerti ( presentata 2
        settimane dal CNR un dispositivo che realizza la
        piezo-fissione del ferro, SI IL FERRO!!!!
        )quindi ha ragione Gates.
        ma ammettendo di voler restare fedeli al
        nucleare, lo sai ( e lo sanno lor signori???? )
        che il grande Rubbia ( si quello è un grand'uomo,
        diversamente dalla feccia pro-nuclearista che
        vediamo in TV ) ha realizzato decenni fa un
        prototipo di centrale fusione a torio? se ti vai
        a guardare cos'è, scoprirai che produce più
        energia dell'uranio/plutonio, con costi minori e
        inquinamento
        ridottissimoio lo so, così come so che attualmente l'Italia sta spendendo miliardi in eolico e fotovoltaico e pochissimo in ricerca.

        già ricchi questo problema non si pone, se non

        nel caso di dover sostituire le centrali
        nucleari

        più vecchie (e l'incidente di Fukushima con i

        mi spiace per te ma i disastri naturali sono
        dietro l'angolo e NON ESISTE nucleare sicuro di
        fronte a simili
        disastrie quindi? Tutto è rischioso, anche andare in auto. E i morti all'anno per incidenti sono nell'ordine di 1 milione.
        questo è piuttosto un problema della solita
        politica italiota dei fondi a pioggia ad amici e
        comparielli

        è ridicolo che la fusione fredda non venga
        nemmeno ancora considerata ( nonostante ci siano
        molti esperimenti che quantomeno introducono il
        legittimo sospetto che possa funzionare davvero
        )mi pare che tu stia dando ragione a me e a Gates.
        ecco ci siamo, ovvero il capitalismo è il vero
        male del mondo
        modernoon credo che sia una faccenda di capitalismo malvagio. E' solo che il tipo d'incentivo non è finalizzato a stimolare la ricerca, ma soltanto la produzione.

        Secondo me gli incentivi dovrebbero andare a

        prodotti che soddisfano determinate

        caratteristiche: modularità della produzione,

        programmabilità della stessa, invece che essere

        concessi alla cieca sulla sola base del fatto
        che

        producano energia

        "pulita".

        andrebbe diretti prim'ancora alla ricerca, quella
        vera, che funziona e poi
        all'industriainfatti non dovrebbe nemmeno finanziare la ricerca. Deve solo dire che questi incentivi vanno a impianti capaci di essere puliti, sicuri, con una produzione costante di energia, rinnovabili o quantomeno con risorse al momento abbondante. La ricerca la faranno i privati, con capitali privati assumendosi i rischi tipici della R&D
        il problema sta a monte e cioè che al "sistema"
        non piace l'energia a basso costo e lo stiamo
        vedendo con la
        benzinati sconvolgerà sapere che al netto delle tasse e imposte il costo della benzina sarebbe molto più abbordabile.
        il petrolio sale e la benzina pure, il petrolio
        sale ma la benzina continua a
        salirecome sopra
      • al default con furore scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: collione
        che il grande Rubbia ( si quello è un grand'uomo,
        diversamente dalla feccia pro-nuclearista che
        vediamo in TV ) ha realizzato decenni fa un
        prototipo di centrale fusione a torio? se ti vai
        a guardare cos'è, scoprirai che produce più
        energia dell'uranio/plutonio, con costi minori e
        inquinamento
        ridottissimoFISSIONE non fusione.
      • Rover scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        Sono quasi d'accordo.Ma i 2/3 dell'uranio provengono da Canada e Australia.SOlo 1/3 da Sudafrica, Niger e dintorni.
      • came88 scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: collione[...]
        a ciò aggiungi che l'uranio raddoppia di prezzo
        ogni 6 minuti e l'uranite è un minerale[...]
        2. fissione di materiali inerti ( presentata 2
        settimane dal CNR un dispositivo che realizza la
        piezo-fissione del ferro, SI IL FERRO!!!!
        )Se l'uranio raddoppiasse di prezzo ogni 6 minuti, nel giro di una settimana non basterebbe il PIL del mondo intero per comprarne un grammo, quindi non diciamo fesserie per favore.Da quel che so le supernove esplodono proprio perché sia la fissione che la fusione del ferro sono endoterme, cioè richiedono energia, non ne rilasciano.Forse hanno trovato il modo di trasformare energia elettrica e ferro in scorie radioattive???
        • collione scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          sorry, ogni 6 mesie no non sono balle http://www.wealthdaily.com/articles/uraniums-bull-market-pushes-forward/2946
          • came88 scrive:
            Re: Ha ragione Gates
            Ok, il prezzo si è impennato negli ultimi tempi (me non è detto che continui così, anche se a priori non si può escludere)Che gli ultrasuoni possano penetrare i nuclei atomici mi sembra molto difficile... anche se fino a prova contraria tutto è possibile, per me è più probabile che plutone sia di formaggio grana, con un pizzico di fontina. Finché nessuno prova che non è vero ha una piccola probabilità di essere vero, ma non per questo non sembra una grande ca..ata.Che poi una reazione parta dal ferro e produca... ferro ed energia, mi sembra ancora più grande, perché 1 dal ferro sia per fusione che per fissione il saldo energetico è negativo 2 ferro -
            ferro non è che sia una grande reazione... anzi direi proprio nessuna reazione.Poi che l'energia dell'esperimento ci fosse non lo voglio mettere in dubbio, ma è molto molto molto più probabile che derivi da qualche reazione chimica, non nucleare...
    • lellykelly scrive:
      Re: Ha ragione Gates
      per me se una fonte di energia, per il beneficio di molti, crea morte, non è usabile.
      • Cbuttius scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: lellykelly
        per me se una fonte di energia, per il beneficio
        di molti, crea morte, non è
        usabile.Quindi sbarazzati subito della tua automobile !!!
        • lellykelly scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          dovremmo smettere pure di respirare visto che espiriamo anidride carbonica...
        • panda rossa scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          - Scritto da: Cbuttius
          - Scritto da: lellykelly

          per me se una fonte di energia, per il beneficio

          di molti, crea morte, non è

          usabile.

          Quindi sbarazzati subito della tua automobile !!!Da quando l'automobile e' una fonte di energia?
          • Cbuttius scrive:
            Re: Ha ragione Gates
            - Scritto da: panda rossa

            Da quando l'automobile e' una fonte di energia?Lo e' la benzina (e il petrolio da cui e' ricavata).Cos'e', adesso fai pure finta di non capire ???
          • panda rossa scrive:
            Re: Ha ragione Gates
            - Scritto da: Cbuttius
            - Scritto da: panda rossa



            Da quando l'automobile e' una fonte di energia?

            Lo e' la benzina (e il petrolio da cui e'
            ricavata).Si ma la benzina viene bruciata per far girare il motore, e il motore fa funzionare l'auto.
            Cos'e', adesso fai pure finta di non capire ???Non faccio finta. Non ho ancora capito.Quindi ti invito a spiegare meglio questo passaggio.Come faresti per ricavare energia per tutti con la MIA benzina che serve per far girare il MIO motore?
      • shevathas scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: lellykelly
        per me se una fonte di energia, per il beneficio
        di molti, crea morte, non è
        usabile.vajont (diga), exxon valdez (petrolio), impianto della BP nel golfo del messico(petrolio), incidenti vari nelle miniere di carbone, tragedia di viareggio (GPL)... alla fine rimane solo il motore a gatto imburrato
        • Andrea scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          Sinceramente non credo che il problema sia veramente nucleare si o no ma quanto nucleare e quante rinnovabili. Le rinnovabili, stante la tecnologia sia attuale che in fase di studio, non sono in grado di coprire piu' del 30-40% del fabbisogno energetico globale. E' un problema matematico di disponibilita' di energia e efficienza. In futuro l'efficienza potra' anche migliorare ma visto il costante aumento di necessita' di energia e il costante aumento della popolazione e' estremamente improbabile che questo dato possa crescere a piu' del 50%.Le non rinnovabili finiranno : prima il petrolio e poi il gas (parliamo di decenni da ora ma comunque sono risorse limitate) e nel medio termine : un lustro, non c'e' modo di sostituirle con le rinnovabili, questo e' un dato di fatto non contestabile.Il problema a questo punto non e' nucleare si o nucleare no ma quale nucleare. Il nucleare non significa solo fissione, ma anche fusione e fissione di materiali differenti (come nel caso delle centrali proposte da Bill Gates). Anche restando sulle centrali a fissione, le nuove centrali, attualmente in progettazione ma che vedranno la luce solo tra 30 anni, sono intrinsecamente sicure (semplicemente in caso di disastro la reazione non avviene piu'), producono una quantita' ridottissima di scorie e necessitano di una quantita' minore di scorie.
          • Funz scrive:
            Re: Ha ragione Gates
            - Scritto da: Andrea
            Sinceramente non credo che il problema sia
            veramente nucleare si o no ma quanto nucleare e
            quante rinnovabili. Le rinnovabili, stante la
            tecnologia sia attuale che in fase di studio, non
            sono in grado di coprire piu' del 30-40% del
            fabbisogno energetico globale. E' un problemaIniziamo a raggiungere il 30-40%, e vediamo. Siamo già ben avviati nonostante gli incentivi ballerini e i bastoni che i governi mettono tra le ruote dell'industria.
            matematico di disponibilita' di energia e
            efficienza. In futuro l'efficienza potra' anche
            migliorare ma visto il costante aumento di
            necessita' di energia e il costante aumento della
            popolazione e' estremamente improbabile che
            questo dato possa crescere a piu' del
            50%.Si prevede un lungo periodo di stagnazione, altro che crescita dei consumi, senza nemmeno tener conto del picco del petrolio che nessuno dei nostri politici ed economisti vede.
            Le non rinnovabili finiranno : prima il petrolio
            e poi il gas (parliamo di decenni da ora ma
            comunque sono risorse limitate) e nel medio
            termine : un lustro, non c'e' modo di sostituirle
            con le rinnovabili, questo e' un dato di fatto
            non
            contestabile.Se non c'è modo di sostituirle, mi sa che dovremo semplicemente farne a meno.
            Il problema a questo punto non e' nucleare si o
            nucleare no ma quale nucleare. Il nucleare non
            significa solo fissione, ma anche fusione e
            fissione di materiali differenti (come nel caso
            delle centrali proposte da Bill Gates).


            Anche restando sulle centrali a fissione, le
            nuove centrali, attualmente in progettazione ma
            che vedranno la luce solo tra 30 anni, sono
            intrinsecamente sicure (semplicemente in caso di
            disastro la reazione non avviene piu'), producono
            una quantita' ridottissima di scorie e
            necessitano di una quantita' minore di
            scorie.Già, ma i problemi gravi li avremo ben prima che fra 30 anni.
    • MarcoP. scrive:
      Re: Ha ragione Gates
      Bill Gates non ha ragione per una semplicissima ragione.Il NUCLEARE E' UN PROBLEMA... non è una soluzione."Fukushima" viene bollato da molti come un incidente occorso ad una centrale che ha evidentemente necessità di essere rinnovata, passando a centrali di nuova generazione. NON E' COSI'! Fukushima ha provocato e provocherà VITTIME CERTE. Fukushima ha reso INOSPITALE UN VASTO TERRITORIO nel quale per secoli non sarà possibile vivere, né coltivare, né allevare animali... tutto ciò che proviene da quella regione è e sarà AVVELENATO.QUESTE SONO LE UNICHE CERTEZZE SUL NUCLEARE.MI ASPETTO CHE LE PERSONE INTELLIGENTI SI RECHINO AL REFERENDUM E VOTINO "SI'".
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        - Scritto da: Fiber
        spero tu lo capisca bene che centrali nucleari in
        certe zone NON DEVONO ESSERE
        COSTRUITEIn Italia dove possono essere costruite?
        • Darwin scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          In Italia dove possono essere costruite?Conoscendo la nostra classe dirigente le metteranno a L'Aquila.
        • Funz scrive:
          Re: Ha ragione Gates
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Fiber


          spero tu lo capisca bene che centrali nucleari
          in

          certe zone NON DEVONO ESSERE

          COSTRUITE

          In Italia dove possono essere costruite?Lungo l'asse del Po, con la limitazione della portata di acqua disponibile. Farle al sud o sul mediterraneo è follia pura.
      • 444 scrive:
        Re: Ha ragione Gates
        Spiacente, non ritengo intelligente qualcuno affetto da sindrome da casp lock.
  • pietro scrive:
    640Kb
    Bill Gates:640 Kb sono sufficienti per chiunquevabbè non è che ci ha preso sempre in quello che ha affermato in passato..
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: 640Kb
      Peccato sia un falso storico....
      • collione scrive:
        Re: 640Kb
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Peccato sia un falso storico....vabbè Gates tra falsi e flop ormai c'ha fatto il callo :D
      • uno nessuno tutti quanti scrive:
        Re: 640Kb
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Peccato sia un falso storico....Certi "giornalisti" hanno un bel coraggio a fare agli ALTRI certe critiche...Maruccia, non vorrà che noi ci mettiamo a enumerare (in un sito pubblico) le castronerie che spara lei, vero?
        • ABC scrive:
          Re: 640Kb
          Almeno lui ci mette Nome e Cognome in quello che scrive.Facile dire cose da anonimo... e poi criticare gli altri senza poter/voler essere criticato.
          Certi "ANONIMI" hanno un bel coraggio a fare agli ALTRI certe critiche...Magari che poi proprio te hai sparato castronerie peggio di quelle di Bill e Maruccia, al cubo......Su, allora, di chi sei e che non hai mai sbagliato... che c'è voglia di ridere...
          • uno nessuno scrive:
            Re: 640Kb
            Che boiata!1) ABC è il tuo nome o il tuo cognome?2) Non c'è nessun motivo per cui uno che fa un commento debba dire il suo nome e il suo cognome.3) Anche se io ti avessi fatto una grande ingiustizia (mah...), tutto sommato, che ti frega di quello che scrive un anonimo? Sei il suo avvocato?Certo, se io mi mettessi a enumerare DAVVERO le boiate di Maruccia (che col suo nome o senza non ha nessun diritto di disinformare la gente), e forse lo farò davvero, allora sì, usero il mio nome e il mio cognome. E tu mi risponderai come ABC?
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: 640Kb

        Peccato sia un falso storico....In effetti, Bill Gates non l'ha mai detto. È attribuito a lui, ma non è vero.
      • Alvaro Vitali scrive:
        Re: 640Kb
        Non è un falso storico; è una frase detta da Bill Gates ai tempi di MS-DOS a 16 bit che girava sui PC IBM con BUS dei dati a 16 bit e BUS degli indirizzi a 20 bit.2^20 = 1,048,576 indirizzi possibili pari a 1,048,576 locazioni da 1 byte ciascuna (1 MB); togliendo le aree riservate al DOS e alla mappatura del BIOS, restavano 640 KB a disposizione dei programmi.All'epoca ci furono addirittura polemiche tra gli "esperti" che si chiedevano a chi potesse servire quella "enorme" quantità di RAM.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: 640Kb
          È un falso:http://en.wikiquote.org/wiki/Bill_Gates#Misattributed
          • Alvaro Vitali scrive:
            Re: 640Kb
            Il falso è proprio ciò che riporta Wikiquote; la fonte citata è lo stesso Bill Gates.Bill Gates pronunciò effettivamente quella frase ma successivamente negò tutto rendendosi conto di essersi coperto di ridicolo.Bisogna ricordare, tra l'altro, che Bill Gates è un genio degli affari, ma di informatica non ha mai capito nulla; fu pure cacciato da Harvard (insieme a Paul Allen) per scarso rendimento.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: Alvaro Vitali
            Il falso è proprio ciò che riporta Wikiquote; la
            fonte citata è lo stesso Bill
            Gates.

            Bill Gates pronunciò effettivamente quella frase
            ma successivamente negò tutto rendendosi conto di
            essersi coperto di
            ridicolo.Quando l'avrebbe pronunciata?Puoi citarmi la fonte?
          • Bill Laden scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: Alvaro Vitali

            Il falso è proprio ciò che riporta Wikiquote; la

            fonte citata è lo stesso Bill

            Gates.



            Bill Gates pronunciò effettivamente quella frase

            ma successivamente negò tutto rendendosi conto
            di

            essersi coperto di

            ridicolo.

            Quando l'avrebbe pronunciata?

            Puoi citarmi la fonte?Esigiamo foto, anzi registrazione audio e video. Se no non è mai sucXXXXX.
          • cognome scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: Alvaro Vitali
            Bill Gates pronunciò effettivamente quella frase
            ma successivamente negò tutto rendendosi conto di
            essersi coperto di
            ridicolo.Fonte?
            Bisogna ricordare, tra l'altro, che Bill Gates è
            un genio degli affari, ma di informatica non ha
            mai capito nulla; fu pure cacciato da Harvard
            (insieme a Paul Allen) per scarso
            rendimento.Fonte?Te le sogni la notte queste affermazioni?
          • fonte scrive:
            Re: 640Kb
            Ciao, mi chiamo fonte.Ma ragazzi, ragionate o no? Se io so per certo una cosa e la dico, ma la fonte è un libro che non è disponibile on line, e poi vengo smentito da uno che cita come fonte un blog fatto da un 12enne, ha ragione lui?Mamma mia, che livello...Mettetevi in testa una cosa: la maggior parte delle persone che scrivono su wiki* non sanno quello che scrivono. La maggioranza delle voci che non sono di carattere tecnico contengono numerosi errori. Fonte: il mio cervello.
          • lellykelly scrive:
            Re: 640Kb
            sono più vere le foto di osama...
          • Franck scrive:
            Re: 640Kb
            "Bisogna ricordare, tra l'altro, che Bill Gates è un genio degli affari, ma di informatica non ha mai capito nulla; fu pure cacciato da Harvard (insieme a Paul Allen) per scarso rendimento."Bill Gates e Paul Allen non sono stati cacciati da harvard hanno lasciato gli studi per fondare la Micro-Soft che inizialmente aveva il trattino in mezzo poi eliminato va anche detto che nei primi anni della fondazione la MS vendeva anche memorie RAM per computer per poi la fine tralasciare la parte hardware ed interessarsi solo al software forse da li il mito del 640 KB sono sufficienti per tutti
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: 640Kb
            contenuto non disponibile
          • Il campo nome e cognome contiene dei car scrive:
            Re: 640Kb
            Mi dispiace, ma dici così perchè sei giovane (scusa l'invidia), probabilmente non hai mai nemmeno dovuto scrivere "type /p autoexec.bat".Io me la ricordo benissimo l'età in cui non avrei mai immaginato di avere 640kb di memoria.Fra molti anni, ma forse non così tanti, dei ragazzini ti daranno dell'idiota per aver pensato che 16 terabyte sono tanti, e se dirai loro le dimensioni del tuo hard disk attuale non ti crederanno.Ricordatelo, rievocherai questa frase fra un po' di tempo, ripeto: forse non tanto tempo :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: 640Kb
            contenuto non disponibile
          • lroby scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: unaDuraLezione
            ho iniziato a scrivere in basic sul vic20, se non
            sbaglio 4kb di rampiù precisamente 3.5kb :)
    • Skywalker scrive:
      Re: 640Kb
      Bill Gates:: "I see little commercial potential for the internet for the next 10 years." (1994)vabbè non è che ci ha preso sempre in quello cheha affermato in passato..
      • Bill Laden scrive:
        Re: 640Kb
        - Scritto da: Skywalker
        Bill Gates:: "I see little commercial potential
        for the internet for the next 10 years."
        (1994)Questa non è una leggenda metropolitana, del resto lui credeva che il MSN originario, il microsoft network, sarebbe stato la vera rivoluzione digitale che avrebbe relegato Internet nell'angolo dei giocattolini da nerd.Poi si è visto come sono andate veramente le cose.
        vabbè non è che ci ha preso sempre in quello che
        ha affermato in passato..Se ne azzecchi una ogni tanto, non è che devi per forza azzeccarci sempre e circondarsi di yes men scodinzolanti non aiuta a fare i conti con la realtà circostante.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: 640Kb
          contenuto non disponibile
          • Fiber scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Bill Laden


            Questa non è una leggenda metropolitana, del

            resto lui credeva che il MSN originario, il

            microsoft network, sarebbe stato la vera

            rivoluzione digitale che avrebbe relegato

            Internet nell'angolo dei giocattolini da

            nerd.



            Poi si è visto come sono andate veramente le
            cose.

            già: al posto di MSN abbiamo facebook.quella nel tuo avatar cosa sarebbe ? una centrale a riscaldamento nucleare?o ti confondi con la bomba atomica?assimilate sempre le mele con le pere giusto?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 maggio 2011 14.25-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: 640Kb
            contenuto non disponibile
          • lroby scrive:
            Re: 640Kb
            - Scritto da: Fiber
            quella nel tuo avatar cosa sarebbe ? una centrale
            a riscaldamento
            nucleare?Provate a guardare quell'avatari al contrario ditemi voi se non assomiglia ad un c...o :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: 640Kb
            contenuto non disponibile
    • iges scrive:
      Re: 640Kb
      - Scritto da: pietro
      Bill Gates:640 Kb sono sufficienti per chiunque

      vabbè non è che ci ha preso sempre in quello che
      ha affermato in
      passato..ha fatto diverse altre cosette, ma tu ignorale pure.
  • MacBoy scrive:
    Terrapower...
    Già che ci ha investito i milioni, poteva investire in una tecnologia più promettente e realistica di autofertilizzante invece di questa fuffa Terrapower... che so, le centrali di tipo LFTR o IFR...Gates, come sempre, non capisce un tubo.
    • Milanesotto scrive:
      Re: Terrapower...
      infatti è un poverello...sicuramente adesso sta andando in fabbrica...
      • lol scrive:
        Re: Terrapower...

        infatti è un poverello...
        sicuramente adesso sta andando in fabbrica...capisce molto bene ma sicuramente non per i nostri interessi.il nucleare fa bene alle tasche dei produttori vedi tepco.
        • lol scrive:
          Re: Terrapower...
          - Scritto da: lol

          infatti è un poverello...

          sicuramente adesso sta andando in fabbrica...PS: è degradante e demotivante vedere valutare un uomo dal suo conto corrente.Mahatma Gandhi era milionario? era un poverello.
          • Milanesotto scrive:
            Re: Terrapower...
            infatti in questo articolo si sta parlando di investimenti non di umanità...non facciamo i finti moralisti che è ancora più degradante
  • Tortomarcio scrive:
    Da che pulpito...
    E' davvero divertente che proprio il DRAGA venga a parlare di bisogno energetico che aumenta, quando ne è proprio lui una delle cause, grazie ai suoi Windows che richiedono macchine sempre più potenti e quindi più assetate di energia...Ma non era andato in pensione?
    • Fiber scrive:
      Re: Da che pulpito...
      - Scritto da: Tortomarcio
      E' davvero divertente che proprio il DRAGA venga
      a parlare di bisogno energetico che aumenta,
      quando ne è proprio lui una delle cause, grazie
      ai suoi Windows che richiedono macchine sempre
      più potenti e quindi più assetate di
      energia...

      Ma non era andato in pensione?lo sai che dovresti andare a Zelig per le razzate colossali che spari
    • uno qualunque scrive:
      Re: Da che pulpito...
      - Scritto da: Tortomarcio
      E' davvero divertente che proprio il DRAGA venga
      a parlare di bisogno energetico che aumenta,
      quando ne è proprio lui una delle cause, grazie
      ai suoi Windows che richiedono macchine sempre
      più potenti e quindi più assetate di
      energia...Io non sono pro Gates e sono spesso critico verso Microsoft, ma questa è veramente una fesseria.Che Windows non sia particolarmente performante e richieda macchine "carrozzate" mi sta bene, ma da qui a dire che è una delle cause dell'aumento del fabbisogno energetico ce ne corre, e anche parecchio!!!
    • uno nessuno tutti quanti scrive:
      Re: Da che pulpito...
      Mah, guarda, l'importante è che i computer delle centrali non abbiano Windows.In attesa che le suddette centrali vengano smantellate e i loro costruttori uccisi, intendo.
      • angros scrive:
        Re: Da che pulpito...
        - Scritto da: uno nessuno tutti quanti
        Mah, guarda, l'importante è che i computer delle
        centrali non abbiano
        Windows.Se non sbaglio, il sistema operativo consigliato per i computer delle centrali è QNX.Forse, anche L4 potrebbe essere adattato.
        • lellykelly scrive:
          Re: Da che pulpito...
          manda una mail a quelli in iran, magari cambiano...
          • Funz scrive:
            Re: Da che pulpito...
            - Scritto da: lellykelly
            manda una mail a quelli in iran, magari
            cambiano...Usano controlli numerici Siemens per le centrifughe di arricchimento dell'uranio.C'è una certa differenza con i sw di gestione di una centrale nucleare.
        • bellali scrive:
          Re: Da che pulpito...
          QNX e' l'OS che e' usato dal table della RIM, Blackberry Playbook e l'OS che verra' implementato su tutti i blackberry appena riescono a far uscire un device multicore.
  • kkk scrive:
    fusione
    Le centrali a fusione sono il vero futuro energetico, su questo bisogna investire in ricerca. Le odierne centrali a fissione sono un "surrogato cinese" dell'energia nucleare...
    • Fiber scrive:
      Re: fusione
      - Scritto da: kkk
      Le centrali a fusione sono il vero futuro
      energetico, su questo bisogna investire in
      ricerca. Le odierne centrali a fissione sono un
      "surrogato cinese" dell'energia
      nucleare...ci vuole l'Elio 3 ed e' fatta
      • collione scrive:
        Re: fusione
        l'elio-3 non è il combustibile ma il prodotto della reazione di fusione
        • Guybrush Fuorisede scrive:
          Re: fusione
          - Scritto da: collione
          l'elio-3 non è il combustibile ma il prodotto
          della reazione di
          fusione- Scritto da: petrestov
          - Scritto da: Fiber


          ci vuole l'Elio 3 ed e' fatta

          che sulla terra non c'è. Vai tu a prenderlo dalla
          superficie
          lunare?Si, be' la fusione H+He3 era la più promettente qualche anno fa.Pero' richiede qualche milione di gradi più della D+T (deuterio e trizio).Il trizio però si può fabbricare solo se si dispone di "abbondante flusso neutronico".Vale a dire che bombardi le scorie radioattive con abbastanza proiettili (per esempio i nuclei di H4 prodotti dalle reazioni D-T) e pare, secondo le ultime notizie beccate su www.iter.org che si possa ottenere particelle alpha (nuclei di H4) ad alta energia.In effetti tanto la struttura del lawrence laboratory ignition facility, quanto l'ITER in costruzione a Cadarache hanno in mente qualcosa del genere.Nel caso del NIF https://lasers.llnl.gov/ è stato dichiarato che l'intenzione è di costruire una torcia a fusione capace di "bruciare" il mantello composto da metalli radioattivi altrimenti pericolosi (dallo XXXXXXXon al torio fino all'uranio impoverito).Nel caso di ITER si pensa di riuscire a fare a meno delle scorie e di realizzare un mantello "pulito" dove a fornire i neutroni è un particolare isotopo del LITIO.Inutile dire che faccio il tifo per ITER, la giostra del NIF è un po' troppo ingarbugliata per i miei gusti.GTFS
      • petrestov scrive:
        Re: fusione
        - Scritto da: Fiber
        ci vuole l'Elio 3 ed e' fattache sulla terra non c'è. Vai tu a prenderlo dalla superficie lunare?
        • Fiber scrive:
          Re: fusione
          - Scritto da: petrestov
          - Scritto da: Fiber


          ci vuole l'Elio 3 ed e' fatta

          che sulla terra non c'è. Vai tu a prenderlo dalla
          superficie
          lunare?entro 15 anni avremo l'elio 3 ..proprio dalla Luna
        • Cbuttius scrive:
          Re: fusione
          Si, ci va' lui...http://en.wikipedia.org/wiki/Moon_%28film%29
          • Fiber scrive:
            Re: fusione
            - Scritto da: Cbuttius
            Si, ci va' lui...

            http://en.wikipedia.org/wiki/Moon_%28film%29No, la Nasa con la tecnologiadove vivi?
    • ruppolo scrive:
      Re: fusione
      - Scritto da: kkk
      Le centrali a fusione sono il vero futuro
      energetico,Se riusciranno a fondere Microsoft allora sono una cosa buona.
      • Fiber scrive:
        Re: fusione
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: kkk

        Le centrali a fusione sono il vero futuro

        energetico,

        Se riusciranno a fondere Microsoft allora sono
        una cosa
        buona.prova ad infilar 2 dita nella presa a 220V ..vedi se con un elettroshock ti metti un po' a posto quella cavesa
      • Rover scrive:
        Re: fusione
        Quando uno non sa cosa postare potrebbe semplicemente astenersi.E comunque in apple c'è più ciccia da fondere. O sbaglio?
    • xWolverinex scrive:
      Re: fusione
      - Scritto da: kkk
      Le centrali a fusione sono il vero futuro
      energetico, su questo bisogna investire in
      ricerca. Le odierne centrali a fissione sono un
      "surrogato cinese" dell'energia
      nucleare...A parte che la "fusione" è ben lungi dal venire ma..Il VERO problema dell'attuale rete energetica sta' proprio nella definizione.. nella RETE. Infatti gran parte dell'energia viene dispersa (anche fino ai 2/3) lungo la rete distributiva.E soprattutto in italia c'è piu' potenza istallata di quella richiesta! Iniziamo magari a dismettere le centrali a carbone sostituendole con rinnovabili..
      • p4bl0 scrive:
        Re: fusione
        - Scritto da: xWolverinex
        - Scritto da: kkk

        Le centrali a fusione sono il vero futuro

        energetico, su questo bisogna investire in

        ricerca. Le odierne centrali a fissione sono un

        "surrogato cinese" dell'energia

        nucleare...

        A parte che la "fusione" è ben lungi dal venire
        ma..
        Il VERO problema dell'attuale rete energetica
        sta' proprio nella definizione.. nella RETE.

        Infatti gran parte dell'energia viene dispersa
        (anche fino ai 2/3) lungo la rete
        distributiva.

        E soprattutto in italia c'è piu' potenza
        istallata di quella richiesta!già.. è proprio per questo che ne compriamo dalla francia..
        Iniziamo magari a
        dismettere le centrali a carbone sostituendole
        con
        rinnovabili..
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: fusione
          - Scritto da: p4bl0
          - Scritto da: xWolverinex

          - Scritto da: kkk


          Le centrali a fusione sono il vero futuro


          energetico, su questo bisogna investire in


          ricerca. Le odierne centrali a fissione sono
          un


          "surrogato cinese" dell'energia


          nucleare...



          A parte che la "fusione" è ben lungi dal venire

          ma..

          Il VERO problema dell'attuale rete energetica

          sta' proprio nella definizione.. nella RETE.



          Infatti gran parte dell'energia viene dispersa

          (anche fino ai 2/3) lungo la rete

          distributiva.



          E soprattutto in italia c'è piu' potenza

          istallata di quella richiesta!

          già.. è proprio per questo che ne compriamo dalla
          francia..
          E questa gente come p4bl0 infaricta di luoghi comuni non solo ha diritto di voto, ma il suo voto vale quanto il mio.Se è questa la democrazia...
          • p4bl0 scrive:
            Re: fusione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            E soprattutto in italia c'è piu' potenza


            istallata di quella richiesta!



            già.. è proprio per questo che ne compriamo
            dalla

            francia..



            E questa gente come p4bl0 infaricta di luoghi
            comuni non solo ha diritto di voto, ma il suo
            voto vale quanto il
            mio.

            Se è questa la democrazia...potresti come minimo spiegare dove ho sbagliato dopo un commento del genere, altrimenti sei solo uno dei tanti arroganti e saccenti che infestano l'italia..comincio io.."In Italia la produzione di energia elettrica avviene in gran parte a partire dall'utilizzo di fonti energetiche non rinnovabili (i combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale) e in misura minore con fonti rinnovabili (come lo sfruttamento dell'energia geotermica, dell'energia idroelettrica e dell'energia eolica); il restante fabbisogno viene coperto con l'acquisto di energia dall'estero, trasportata nel paese tramite l'utilizzo di elettrodotti."ok, ho letto di fretta, parlava di potenza installata (che comunque non è di tanto superiore: "potenza media disponibile alla punta stimata è stata di 67 GW", "richiesta massima storica di circa 56,8 GW") e nonostante questo il "13,3% di energia [è] importata dall'estero"appurato che i miei non erano luoghi comuni ma lettura di una frase senza immediato approfondimento, e che anche a prescindere da questo nonostante la potenza installata (media) sia il 17,6% circa superiore alla potenza richiesta e che comunque il 13,3% di energia viene importata dall'estero (ok, più dalla svizzera, ma anche dalla francia) non vedo come il mio commento sia così scandalosopurtroppo non si è ancora riusciti a trovare un modo migliore per gestire la democrazia che con un voto a testa, altrimenti sono certo che non saresti tra i votanti
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: fusione
            - Scritto da: p4bl0
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            E soprattutto in italia c'è piu' potenza



            istallata di quella richiesta!





            già.. è proprio per questo che ne compriamo

            dalla


            francia..






            E questa gente come p4bl0 infaricta di luoghi

            comuni non solo ha diritto di voto, ma il suo

            voto vale quanto il

            mio.



            Se è questa la democrazia...

            potresti come minimo spiegare dove ho sbagliato
            dopo un commento del genere, altrimenti sei solo
            uno dei tanti arroganti e saccenti che infestano
            l'italia..

            comincio io..Perchè è un luogo comune che è ormai stato smentito + e + volte da quando è iniziata la propaganda 2.0 sul nucleare.

            "In Italia la produzione di energia elettrica
            avviene in gran parte a partire dall'utilizzo di
            fonti energetiche non rinnovabili (i combustibili
            fossili quali carbone, petrolio e gas naturale) e
            in misura minore con fonti rinnovabili (come lo
            sfruttamento dell'energia geotermica,
            dell'energia idroelettrica e dell'energia
            eolica); il restante fabbisogno viene coperto con
            l'acquisto di energia dall'estero, trasportata
            nel paese tramite l'utilizzo di
            elettrodotti."

            ok, ho letto di fretta, parlava di potenza
            installata (che comunque non è di tanto
            superiore: "potenza media disponibile alla punta
            stimata è stata di 67 GW", "richiesta massima
            storica di circa 56,8 GW") e nonostante questo il
            "13,3% di energia [è] importata
            dall'estero"E sai anche il perchè?No, non lo sai.

            appurato che i miei non erano luoghi comuni ma
            lettura di una frase senza immediato
            approfondimento, e che anche a prescindere da
            questo nonostante la potenza installata (media)
            sia il 17,6% circa superiore alla potenza
            richiesta e che comunque il 13,3% di energia
            viene importata dall'estero (ok, più dalla
            svizzera, ma anche dalla francia) non vedo come
            il mio commento sia così
            scandaloso
            E' un luogo comune perché il fatto che venga importato il 13,3 % dell'energia elettrica consumata non vuol dire che ne abbiamo bisogno, come invece sostiene chi ci vuole imporre un nucleare che invece non ci serve.Semplicemente, ripetiamolo per l'ennesima volta per chi "non abla" (cit.), poichè a differenza delle centrali temroelettriche tradizioali gli impianti nucleari non si possono regolare alla produzione in tempi brevi, le centrali nucleari francesi e svizzere producono di notte un quantitativo di energia sovrabbondante alle loro esigenze.Per questo motivo "svendono" il loro esubero agli italiani che approfittano del basso costo per riempire i bacini per la produzione idroelettrica durante la notte, bacini che serviranno di giorno per produrre la corrente che utilizziamo.La verità è quindi che all'Italia non serve altra corrente rispetto a quella che può produrre, trova semplicemente conveniente acquistarne una parte all'estero perché il nucleare è poco flessibile, e genera sprechi.Francesi e svizzeri non sono fessi preferiscono svendere un esubero che buttarlo e noi preferiamo acquistare qualcosa che costa meno che produrlo.Ma non ci servono altre fonti di produzione, è una balla colossale.Ti dirò di +, non è nemmeno detto che avere un nucleare nazionale ci converrebbe economicamente, perché una cosa è appunto acquistare uno scarto, altra è produrre in proprio.Purtroppo si cerca di far passare questo acquisto come una necessità che non c'è. E' una leggenda metropolitana che gira dal famoso black out di qualche anno fa. Tra l'altro costurito ad arte proprio per fare un po' di terrorismo psicologico.Perchè è grave che tu e molti altri non lo sapevate?Perchè credete che per farvi opinioni valide basti leggiucchiare un mezzo dato e saltare alle conclusioni, e questo è il tradimento della democrazia, che funziona solo se i cittaidni sono bene informati, altrimenti è una dittatura come un'altra.
          • p4bl0 scrive:
            Re: fusione
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: p4bl0

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            E soprattutto in italia c'è piu' potenza




            istallata di quella richiesta!







            già.. è proprio per questo che ne compriamo


            dalla



            francia..









            E questa gente come p4bl0 infaricta di luoghi


            comuni non solo ha diritto di voto, ma il suo


            voto vale quanto il


            mio.





            Se è questa la democrazia...



            potresti come minimo spiegare dove ho sbagliato

            dopo un commento del genere, altrimenti sei solo

            uno dei tanti arroganti e saccenti che infestano

            l'italia..



            comincio io..


            Perchè è un luogo comune che è ormai stato
            smentito + e + volte da quando è iniziata la
            propaganda 2.0 sul
            nucleare.vedi che con 2 righe in più è molto più semplice? io non sto parlando di nucleare (a cui sono contrario) ma stavo solo rispondendo all'affermazione su potenza installata - potenza richiesta (in modo sbagliato causa svista)basterebbe questo ma risponderò anche agli altri punti sotto :P



            "In Italia la produzione di energia elettrica

            avviene in gran parte a partire dall'utilizzo di

            fonti energetiche non rinnovabili (i
            combustibili

            fossili quali carbone, petrolio e gas naturale)
            e

            in misura minore con fonti rinnovabili (come lo

            sfruttamento dell'energia geotermica,

            dell'energia idroelettrica e dell'energia

            eolica); il restante fabbisogno viene coperto
            con

            l'acquisto di energia dall'estero, trasportata

            nel paese tramite l'utilizzo di

            elettrodotti."



            ok, ho letto di fretta, parlava di potenza

            installata (che comunque non è di tanto

            superiore: "potenza media disponibile alla punta

            stimata è stata di 67 GW", "richiesta massima

            storica di circa 56,8 GW") e nonostante questo
            il

            "13,3% di energia [è] importata

            dall'estero"

            E sai anche il perchè?
            No, non lo sai.no, effettivamente non lo sapevo




            appurato che i miei non erano luoghi comuni ma

            lettura di una frase senza immediato

            approfondimento, e che anche a prescindere da

            questo nonostante la potenza installata (media)

            sia il 17,6% circa superiore alla potenza

            richiesta e che comunque il 13,3% di energia

            viene importata dall'estero (ok, più dalla

            svizzera, ma anche dalla francia) non vedo come

            il mio commento sia così

            scandaloso



            E' un luogo comune perché il fatto che venga
            importato il 13,3 % dell'energia elettrica
            consumata non vuol dire che ne abbiamo bisogno,
            come invece sostiene chi ci vuole imporre un
            nucleare che invece non ci
            serve.non è un luogo comune il fatto che importiamo corrente, questo è un dato.il luogo comune è che ne abbiamo bisogno (e so che il nucleare non ci serve)

            Semplicemente, ripetiamolo per l'ennesima volta
            per chi "non abla" (cit.), poichè a differenza
            delle centrali temroelettriche tradizioali gli
            impianti nucleari non si possono regolare alla
            produzione in tempi brevi, le centrali nucleari
            francesi e svizzere producono di notte un
            quantitativo di energia sovrabbondante alle loro
            esigenze.
            Per questo motivo "svendono" il loro esubero agli
            italiani che approfittano del basso costo per
            riempire i bacini per la produzione idroelettrica
            durante la notte, bacini che serviranno di giorno
            per produrre la corrente che
            utilizziamo.non ci avevo pensato quando ho risposto ma in effetti qualche notiziola l'avevo sentita (anche dalle mie parti vogliono realizzare uno di questi impianti di pompaggio)
            La verità è quindi che all'Italia non serve altra
            corrente rispetto a quella che può produrre,
            trova semplicemente conveniente acquistarne una
            parte all'estero perché il nucleare è poco
            flessibile, e genera
            sprechi.
            Francesi e svizzeri non sono fessi preferiscono
            svendere un esubero che buttarlo e noi preferiamo
            acquistare qualcosa che costa meno che
            produrlo.

            Ma non ci servono altre fonti di produzione, è
            una balla
            colossale.ok
            Ti dirò di +, non è nemmeno detto che avere un
            nucleare nazionale ci converrebbe economicamente,
            perché una cosa è appunto acquistare uno scarto,
            altra è produrre in
            proprio.d'accordissimo

            Purtroppo si cerca di far passare questo acquisto
            come una necessità che non c'è. E' una leggenda
            metropolitana che gira dal famoso black out di
            qualche anno fa. Tra l'altro costurito ad arte
            proprio per fare un po' di terrorismo
            psicologico.uhm.. qua c'è necessità di qualche fonte, che si sta andando sul complottismo

            Perchè è grave che tu e molti altri non lo
            sapevate?
            Perchè credete che per farvi opinioni valide
            basti leggiucchiare un mezzo dato e saltare alle
            conclusioni, e questo è il tradimento della
            democrazia, che funziona solo se i cittaidni sono
            bene informati, altrimenti è una dittatura come
            un'altra.adesso so qualcosa in più, ma la mia opinione è immutata
    • iges scrive:
      Re: fusione
      - Scritto da: kkk
      Le centrali a fusione sono il vero futuro
      energetico, su questo bisogna investire in
      ricerca. maddai?!menomale che ce l'hai detto
Chiudi i commenti