USA, l'umanoide pompiere

Si chiama ASH ed è un robot sviluppato per assistere i marinai in casi di incendio sulle navi. Progettato per deambulare in maniera elastica come un essere umano

Roma – Un robot costruito nel rispetto dei principi biologici umani e, per questo, destinato a muoversi in maniera meno rigida, quasi malferma. Può sembrare una contraddizione, ma l’ultima creatura progettata dai ricercatori del Virginia Tech dovrà essere adattabile all’ambiente come un essere umano, dovrà essere autonoma per supportare i marinai a bordo delle navi alle prese con gravi disastri come gli incendi.

Autonomous Shipboard Humanoid (ASH) è stato messo a punto dal team di ricerca guidato da Dennis Hong, con il supporto economico dell’Ufficio per le ricerche navali degli Stati Uniti. Il progetto rientra in un programma più ampio denominato SAFFiR , volto alla realizzazione di veri e propri “pompieri umanoidi” capaci di spegnere le fiamme che possono svilupparsi a bordo di navi e sottomarini .

Per questo motivo, il design del robot doveva replicare più fedelmente possibile la deambulazione del corpo umano . Un umanoide ordinario – come quelli destinati a muoversi per lo più su superfici piane – non sarebbe stato in grado di mantenersi in equilibrio all’interno di uno spazio precario, avventurarsi carponi nei corridoi e muoversi in autonomia su scale e scalette: tutte azioni che vengono compiute a bordo di una nave.

Per permettere una simile abilità, i progettisti hanno inserito delle molle di titanio all’interno delle gambe e glutei, facendoli funzionare come quelli umani: due elementi che conferiscono alla macchina un’andatura piuttosto maldestra . Come ha spiegato il professor Hong, ASH – che rappresenta un’evoluzione del suo predecessore e ballerino del tormentone Gangnam Style CHARLI-2 – non è stato concepito semplicemente per spegnere gli incendi, bensì per salvare le persone in difficoltà quando le condizioni diventano troppo pericolose per i pompieri in carne e ossa.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fruit man scrive:
    Java sempre più alla frutta
    ormai siamo al caffè....anzi sta arrivando l'ammazzacaffè!
    • Java scrive:
      Re: Java sempre più alla frutta
      Mi rode dirlo ma hai ragione... ma comunque rimane sempre un buon linguaggio. Non posso sputare su un piatto che mi ha dato da mangiare.
      • fruit man scrive:
        Re: Java sempre più alla frutta
        - Scritto da: Java
        Mi rode dirlo ma hai ragione... ma comunque
        rimane sempre un buon linguaggio. Non posso
        sputare su un piatto che mi ha dato da
        mangiare.È stato (ed è) un gran linguaggio, ha fatto storia in tutti i settori.Però ora è in mano ad una delle peggiori multinazionali, comandata da un pagliaccio a cui manca solo l'armatura di iron-man per affermare ancora di più il suo ego.
  • maestra elementare scrive:
    AUG Maruccia
    "La speranza di Gowdiak è che Oracle si scuota " ....... ci mettiamo una patch ???
    • Ciccio scrive:
      Re: AUG Maruccia
      - Scritto da: maestra elementare
      "La speranza di Gowdiak è che Oracle si scuota "
      ....... ci mettiamo una patch
      ???... Perché? Vorresti dire che si scrive "squotere"? A me risulta che si scriva "scuotere", quindi sia giusto... se no, non ho capito a cosa ti riferisci...http://www.studenti.it/foto/superiori/i-18-errori-piu-comuni-d-italiano/cq.php
Chiudi i commenti