USA, nubi sulla sicurezza dei satelliti meteo

Il network del NOAA è stato preso di mira da ignoti attaccanti cinesi con conseguenti disagi sulle previsioni meteorologiche e non solo. L'agenzia ha provato inizialmente a tacere l'incidente

Roma – I soliti cracker cinesi hanno preso di mira l’ennesimo servizio statunitense di interesse pubblico, vale a dire i sistemi della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) che controllano la rete satellitare per il monitoraggio del clima e delle condizioni atmosferiche del Pianeta. È stata interrotta la rete di comunicazioni con l’Europa, sono stati danneggiati i voli aerei e sono peggiorate (ancorché leggermente) le previsioni del tempo del futuro prossimo venturo.

L’incidente è avvenuto lo scorso settembre, dicono le fonti riservate , ma al NOAA non se ne è parlato (nemmeno internamente) almeno sino al 20 ottobre, e ci sono volute altre due settimane per comunicare, il 4 novembre, la natura malevola del problema al Dipartimento del Commercio americano.

L’intrusione ha coinvolto 4 server del NOAA incaricati di processare i dati e le immagini provenienti dai satelliti geostazionari che tengono sotto controllo tempeste, temperatura e gli altri fenomeni del complesso sistema meteorologico del Pianeta, e la prima reazione dell’agenzia è stata interrompere il flusso di comunicazione dei suddetti dati alle rispettive agenzie europee, alle organizzazioni per la prevenzione di disastri (negli USA), ai sistemi delle compagnie di volo, alle aziende di spedizioni e altro ancora.

L’interruzione delle comunicazioni – necessaria a mitigare gli attacchi, ha poi ammesso NOAA – non è durata molto, ma gli effetti pratici si faranno sentire in prospettiva anche sulle previsioni del tempo a lungo termine. Il fatto che l’agenzia abbia inizialmente nascosto l’incidente ha provocato l’ira di Frank Wolf, parlamentare repubblicano del Congresso che ha parlato di vere e proprie bugie propinate al popolo americano. Un’indagine sul comportamento del personale NOAA è attualmente in corso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ciccio puccio scrive:
    Corca...
    ...zzo che pago gugol o iutub. Bittorrent e via andare.
  • Triste scrive:
    Nulla di nuovo
    Offerta destinata per il mercato mobile americano, molti video musicali sono gia' adesso bloccati su youtube per i dispositivi mobili mentre si possono vedere tranquillamente con un PC, come quelli di vevo per interderci e poi non sono presenti tutti i brani.Per quanto rigurda il prezzo e' lo stesso di spotify con gli stessi servizi.
  • Lammy scrive:
    Interessante ma non capisco
    Se Google si butta ultima (o dodicesima) nel mercato pay-for-stream, deve avere qualcosa di speciale nella sua offerta che la differenzia da altri operatori. Ma non si capisce proprio che cosa differenzi dal spotify o beat. "Solo" il video? e con che qualità? e con che qualità l'audio?Osservo però che se devo confrontare il mio personale comportamento da utente: quarantenne tecnologico. Operatore del settore (musica). I miei canali sono di qualità, per usufruire della musica: CD, itunes, spotify (premium).e lo confronto con quello di una figlia 12enne smartfonizzata, che ascolta la musica con youtube e basta. Letteralmente solo youtube.Deduco che ci sia un certo user profile che sicuramente è più popolare del mio. e che può essere moltiplicato per qualche centinaio di milioni di utenti.Interessante. sto a vedere, dubitando. Google fa esperimenti. e se non funzionano: spallucce, qualcos'altro funzionerà.cordialmente
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Interessante ma non capisco
      - Scritto da: Lammy
      Se Google si butta ultima (o dodicesima) nel
      mercato pay-for-stream, deve avere qualcosa di
      speciale nella sua offerta che la differenzia da
      altri operatori. Ma non si capisce proprio che
      cosa differenzi dal spotify o beat. "Solo" il
      video? e con che qualità? e con che qualità
      l'audio?Il prezzo.Sia confrontando le offerte in promozione che quelle a prezzo pieno, Spotify è più cara.Questo non potrà che avere ripercussioni, perché la gente dovrebbe pagare spotify quando pagando meno ha pure il video? Ed ecco che spotify non solo metterà il video, ma dovrà anche abbassare il prezzo. Poi lo abbasserà Google. E via così, <b
      fino a quando non ti pagheranno loro per spendere il tuo tempo ascoltando la loro musica. <u
      COME DOVREBBE ESSERE </u
      . </b
      • Leguleio scrive:
        Re: Interessante ma non capisco

        E via così,
        <b
        fino a quando non ti pagheranno loro
        per spendere il tuo tempo ascoltando la loro
        musica. <u
        COME DOVREBBE ESSERE
        </u
        . </b
        Ecco un altro che ha difficoltà a distinguere i propri sogni dalle finalità degli imprenditori musicali. E vabbè, si vede che il forum di PI fa questo effetto.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Interessante ma non capisco
          - Scritto da: Leguleio

          E via così,

          <b
          fino a quando non ti pagheranno
          loro

          per spendere il tuo tempo ascoltando la loro

          musica. <u
          COME DOVREBBE ESSERE

          </u
          . </b


          Ecco un altro che ha difficoltà a distinguere i
          propri sogni dalle finalità degli imprenditori
          musicali.

          E vabbè, si vede che il forum di PI fa questo
          effetto.Sai argomentare oltre che denigrare gli altri ?
  • Leguleio scrive:
    Speriamo...
    Speriamo che la musica già presente oggi sui canali di Youtube rimanga disponibile così com'è.Questa è un'orazione Cicero pro domo sua : ho un canale Youtube di musica. :(
    • axl scrive:
      Re: Speriamo...
      mi sa di no.. chi è così idiota da pagare youtube per vedere un video musicale se sullo stesso canale è presente uno free ?
      • ces scrive:
        Re: Speriamo...
        - Scritto da: axl
        mi sa di no.. chi è così idiota da pagare youtube
        per vedere un video musicale se sullo stesso
        canale è presente uno free
        ?Chi è così idiota da pagare quello che prima poteva avere gratis?
      • Leguleio scrive:
        Re: Speriamo...

        mi sa di no.. chi è così idiota da pagare youtube
        per vedere un video musicale se sullo stesso
        canale è presente uno free
        ?La mia paura da gestore di un canale è che tolgano quello gratis, e lascino su Youtube solo quello a pagamento. :'(
        • panda rossa scrive:
          Re: Speriamo...
          - Scritto da: Leguleio

          mi sa di no.. chi è così idiota da pagare
          youtube

          per vedere un video musicale se sullo stesso

          canale è presente uno free

          ?

          La mia paura da gestore di un canale è che
          tolgano quello gratis, e lascino su Youtube solo
          quello a pagamento.
          :'(Finira' come con gli editori tedeschi.Da 1000 a zero in 10 secondi netti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Speriamo...
            Cercavo giusto te!Nella questione causa contro SoundReef è stata pubblicata l'ordinanza. Ne parlo qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4162145&m=4185642#p4185642Ripeto, ORDINANZA.Adesso chi è che si arrampica sui vetri?
        • Pasta alla Pirateria scrive:
          Re: Speriamo...
          - Scritto da: Leguleio
          La mia paura da gestore di un canale è che
          tolgano quello gratis, e lascino su Youtube solo
          quello a pagamento.
          :'(I diritti li paghi?Se sì, non vedo perchè te lo debbano togliere.Se no, non vedo perchè ti devi lamentare se te lo tolgono.Ad ogni modo la cosa più probabile è che tutti i video 'non ufficiali' diverranno tutti con advertising (se già non lo sono), quantomeno per gli utenti non paganti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Speriamo...


            La mia paura da gestore di un canale è che

            tolgano quello gratis, e lascino su Youtube
            solo

            quello a pagamento.

            :'(

            I diritti li paghi?Certo che no. I diritti mica sono miei.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Speriamo...
            - Scritto da: Leguleio

            I diritti li paghi?

            Certo che no. I diritti mica sono miei.Interessante teoria, tu paghi per qualcosa quando è già tua?
          • Leguleio scrive:
            Re: Speriamo...



            I diritti li paghi?



            Certo che no. I diritti mica sono miei.

            Interessante teoria, tu paghi per qualcosa quando
            è già
            tua?Ma nulla di quel canale è mio, a parte il tempo che impiego a fare i video. Cosa hai capito?
          • Etype scrive:
            Re: Speriamo...
            - Scritto da: Leguleio



            I diritti li paghi?





            Certo che no. I diritti mica sono miei.



            Interessante teoria, tu paghi per qualcosa
            quando

            è già

            tua?

            Ma nulla di quel canale è mio, a parte il tempo
            che impiego a fare i video.

            Cosa hai capito?Non hai capito tu, se la musica non è tua, tu dovresti pagare i diritti per pubblicarla.Fino ad oggi non lo hai fatto perché servivi da cavallo di XXXXX per Google che sfruttava i video pubblicati illegalmente per raggiungere una platea ampia di utenti. Platea che ora sfrutta per far vedere pubblicità e vendere musica.Capito?
          • Leguleio scrive:
            Re: Speriamo...


            Ma nulla di quel canale è mio, a parte il
            tempo

            che impiego a fare i video.



            Cosa hai capito?
            Non hai capito tu, se la musica non è tua, tu
            dovresti pagare i diritti per
            pubblicarla.Non lo faccio. Youtube mi copre le spalle.Fino ad ora.
            Fino ad oggi non lo hai fatto perché servivi da
            cavallo di XXXXX per Google che sfruttava i video
            pubblicati illegalmente per raggiungere una
            platea ampia di utenti. E vale anche il contrario: usavo Youtube proprio perché potevo raggiungere una platea ampia di utenti per un argomento di nicchia, la musica del passato in buona parte fuori catalogo.
            Platea che ora sfrutta
            per far vedere pubblicità e vendere
            musica.Speriamo che non si metta in testa di venderla anche con le canzoni del canale mio. Dubito guadagnerebbe: è roba di nicchia, l'ho detto.
          • Etype scrive:
            Re: Speriamo...
            - Scritto da: Leguleio
            Speriamo che non si metta in testa di venderla
            anche con le canzoni del canale mio. Dubito
            guadagnerebbe: è roba di nicchia, l'ho
            detto.Nicchia non è una cosa piccola. Metti insieme tante nicchie raccolte da YouTube e fai una platea immensa. In sostanza tu non vali nulla (non per offenderti, dico relativamente a Google), ma la tua nicchia vale molto, perché si unisce a tutte le altre per creare i clienti di Google.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Speriamo...
          - Scritto da: Leguleio

          mi sa di no.. chi è così idiota da pagare
          youtube

          per vedere un video musicale se sullo stesso

          canale è presente uno free

          ?

          La mia paura da gestore di un canale è che
          tolgano quello gratis, e lascino su Youtube solo
          quello a pagamento.
          :'(Migrerebbero tutti su una delle millemila piattaforme di video sharing concorrenti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Speriamo...



            mi sa di no.. chi è così idiota da
            pagare

            youtube


            per vedere un video musicale se sullo
            stesso


            canale è presente uno free


            ?



            La mia paura da gestore di un canale è che

            tolgano quello gratis, e lascino su Youtube
            solo

            quello a pagamento.

            :'(

            Migrerebbero tutti su una delle millemila
            piattaforme di video sharing
            concorrenti.La prospettiva personalmente non mi alletta, dovrei rifare tutto il lavoro daccapo.Tra l'altro Youtube parte avvantaggiato: i video di Dailymotion, di Vimeo, di Metacafe non sono indicizzati nella prima pagina di ricerca di Google, tranne rari casi.
          • Etype scrive:
            Re: Speriamo...

            Tra l'altro Youtube parte avvantaggiato: i video
            di Dailymotion, di Vimeo, di Metacafe non sono
            indicizzati nella prima pagina di ricerca di
            Google, tranne rari
            casi.chi sa perché...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Speriamo...
            - Scritto da: Etype

            Tra l'altro Youtube parte avvantaggiato: i
            video

            di Dailymotion, di Vimeo, di Metacafe non
            sono

            indicizzati nella prima pagina di ricerca di

            Google, tranne rari

            casi.
            chi sa perché...https://www.google.it/?gws_rd=ssl#tbm=vid&q=veronica+maya Esempio recente, i primi risultati non sono video di youtube.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Speriamo...
        - Scritto da: axl
        mi sa di no.. chi è così idiota da pagare youtube
        per vedere un video musicale se sullo stesso
        canale è presente uno free ?Chi non vuole la pubblicità.Altrimenti lo stesso discorso varrebbe per Spotify, chi è così idiota da pagare per ascoltare musica se sullo stesso canale è possibile ascoltarla gratis e altrettanto legalmente?
Chiudi i commenti