USA, più vicina la legge sull'emergenza telematica

Primo passaggio parlamentare per la discussa proposta di istituire il controllo governativo sulle infrastrutture private in caso di minaccia telematica impellente. Positivo il parere dei senatori, molto meno quello dell'industria

Roma – Il senatore Joe Lieberman e la collega Susan Collins hanno infine presentato la loro discussa proposta di controllo governativo delle cyber-emergenze, invocando la nascita di un nuovo organismo di supervisione sulle infrastrutture private che risponda direttamente al Presidente degli Stati Unti. I colleghi senatori applaudono, mentre l’industria IT denuncia i possibili rischi derivanti dagli effetti del controllo indiscriminato da parte del governo federale.

La proposta prevede la nascita di un Ufficio per la Politica sulla Cybersicurezza , e la concessione di ampi poteri di intervento al Direttore della Cybersicurezza e all’inquilino della Casa Bianca. Le suddette autorità potranno, all’occorrenza, dichiarare lo stato di emergenza telematica organizzando e imponendo misure utili a disinnescare l’imminente minaccia nei confronti delle infrastrutture vitali.

Le società private responsabili di tali infrastrutture (ISP, impianti di fornitura energetica o quant’altro) non potranno che obbedire agli ordini provenienti dalle istituzioni federali, mentre la cyber-emergenza potrà durare 30 giorni ma sarà prorogabile all’infinito. Con la presentazione della proposta Lieberman-Collins fioccano anche le prime reazioni della politica e dell’industria , e le une risultano antitetiche alle altre.

Positiva è ad esempio l’accoglienza della proposta di legge da parte dei senatori Jay Rockefeller e Olympia Snowe, che sottolineano come la cybersicurezza rappresenti “uno dei principali problemi di sicurezza nazionale che questo paese deve affrontare e la minaccia cresce di giorno in giorno”. I senatori Rockefeller e Snowe, già artefici di una precedenza proposta sulla cyber-sicurezza risalente ad alcuni mesi addietro, sostengono che occorre agire ora e subito per rinnovare “le attuali e antiquate politiche per la cyber-sicurezza” invece di attendere supinamente l’esplosione di una crisi potenzialmente devastante per il paese.

Ma dalle parti dell’industria l’accoglienza della proposta Lieberman-Collins è molto meno entusiasta: l’organizzazione dell’industria tecnologica TechAmerica si dice “preoccupata per le conseguenze non previste che scaturirebbero dall’approccio regolamentare della legge”.

L’attenzione dei senatori USA sulle infrastrutture critiche è giustificata e comprensibile, dice l’associazione, ma la “fondamentale natura interconnessa” dei sistemi e dei network impedisce di fatto l’esclusione delle infrastrutture secondarie . “Se la legge passa nella sua forma attuale – continua TechAmerica – il Department of Homeland Security (DHS) verrà trasformato in un’agenzia di regolamentazione significativa”. E “regolamentazioni del genere potrebbero seriamente minacciare l’innovazione di cui abbiamo bisogno” per battere i cyber-criminali e “prosperare come nazione”, avverte l’organizzazione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • V67 scrive:
    Sfondi per ipad
    Faccio un regalino a Ruppolo e Co, non sono un fan apple ma senza dubbio apprezzeranno il link i fan apple:http://www.n2h.it/apple/35-sfondi-ad-alta-risoluzione-per-ipad/
  • Cavallo Pazzo scrive:
    seee
    Se google earth viene installato su windows e si impalla, è windows che fa schifo, se invece viene installato su mac e crasha... è google earth che fa schifo... ohhhh codesti macachi!!!
    • Rover scrive:
      Re: seee
      Ultimo paragrafo di un articolo sul corriere web di oggi, che parla di iPad, anzi di computer in senso lato, e i politici:ALFANO - In altri Paesi invece il tema non sembra provocare malumori: in Estonia, per esempio, tutti i seggi in Parlamento sono dotati di computer portatili, e il volto avviene tramite un clic con il mouse. Anche sui banchi del governo italiano l'iPad ha fatto recentemente la sua prima comparsa. A sfoderare orgogliosamente il suo tablet durante una discussione alla Camera è stato il ministro della Giustizia, Angelino Alfano. Quindi se l'app si blocca e non volete che si sappia, scrivete ad Angelino che il probl della app ve lo risolve....Ah, tale app sul mio WM 6,5 va come uno Stradivari
  • Vega scrive:
    Semplice... impedire l'installazione!
    come per flash... perchè non impedire anche l'installazione di google earth? una app che occupa tante risorse chissà quanta batteria consuma!no no, non va bene....
    • Mario scrive:
      Re: Semplice... impedire l'installazione!
      - Scritto da: Vega
      come per flash... perchè non impedire anche
      l'installazione di google earth? una app che
      occupa tante risorse chissà quanta batteria
      consuma!passi più tempo a navigare, usare google earth o a scrivere razzate su PI
      no no, non va bene....ma davvero sei più limited di quello che fai apparire?
      • zuzzurro scrive:
        Re: Semplice... impedire l'installazione!
        ma diglielo... ma che discorsi.Tutto il software sui prodotti Apple, si sa, funziona ed è stabilissimo.In particolare mi ricordo una serie di client FTP uno più stabile dell'altro...
        • Goldrake scrive:
          Re: Semplice... impedire l'installazione!
          Eccone un altro che blatera...
          • zuzzurro scrive:
            Re: Semplice... impedire l'installazione!
            In che senso scusa? Sui prodotti Apple tutto funziona sempre perfettamente.Il mio iPod mica si è mai bloccato, per fare un esempio.
      • Vega scrive:
        Re: Semplice... impedire l'installazione!
        ma quanta memoria ram ha ipad che googole earth la finisce? sul sito apple non c'è traccia di tale dato.... ma credo sia molto bassa.cmq sicuramente è google earth che è stato studiato male, non ipad che ha poca memoria. ma apple fa bene, se risparmiano anche solo 1 dollaro ad ipad son milioni...hanno un bel da dire che la potenza della macchina non conta, conta solo quanto è ottimizzato il software... ma con sta solfa, vendono a prezzo più alto degli altri delle macchine con caratteristiche hardware più scarse della concorrenza... e vai di guadagno.sono solo pensieri a ruota libera eh....
        • Vega scrive:
          Re: Semplice... impedire l'installazione!
          ah ok, scoperto...http://www.9to5mac.com/ipad-256mb-ram-single-core-proXXXXXr-4493093592"When using sysctl() to query the amount of memory available to the iPhone OS, the following values are reported:KindBytesMegabytesPhysical (HW_PHYSMEM)258,998,272247 MBUser (HW_USERMEM)210,284,544200.5 MBAgain, its likely that the device is using 256 MB memory chips with a portion of the total being used for other purposes, such as video memory. Also, developers have noted that all of the 200 MB of user memory is not available for use by apps. The OS and background apps make use of a large portion of that memory."quindi le app hanno a disposizione meno di 50 Mb?
    • Goldrake scrive:
      Re: Semplice... impedire l'installazione!
      Effettivamente non è difficile immaginare che Google non abbia un granché d'interesse a far ben figurare l'iPad, visto che poi gli fa concorrenza...
  • attonito scrive:
    Ruppolo, calma!
    Roby, dai!L'iPad e' figo e stiloso, e' l'app che e' fatta da un malvagio programmatore - che in realta' odia Apple ed in suo condottiero e vuole fare di tutto per screditarla - che funziona male.Puo' capitare! calmati, dai.
  • Logan.III scrive:
    Confermo..
    La prima cosa che ho fatto appena aperta è visitare il luogo dove son stato in vacanza anno scorso, dopo nemmeno un minuto mi ha detto "iPad ha esaurito la memoria, per risolvere il problema spegnerlo completamente e riavviarlo".La seconda volta che ci ho provato, dopo 10 minuti di strade in america per vedere la scuola che faceva la mia morosa, si e' chiuso senza dare nessun avviso, poi appena collegato ad iTunes il mac mi ha informato che stava inviando dei report sul crash di Google Earth agli sviluppatori...Terza volta, mentre zoomavo sulle alpi si e' piantato tutto e andava ad una velocità infima, come refresh della videata.. tipo 4 frame al secondo manco stessi tentando di far girare Quake3 su un 486... Ho dovuto chiudere l'app e riaprirla per risolvere il problemaInsomma.. Quando va.. va bene! Quando va!...ma di sicuro non è stata molto testata questa app!Non mi era mai sucXXXXX con nessun'altra applicazione, e di "XXXXXte" sul mio iPad ne ho installate!!!! Anche troppe.. :-D
  • attonito scrive:
    Titolo carino!
    strano, di solito il titolista ubriaco sbraga ed invece stavolta il titolo lo ha fatto carino... sar'a in cura dagli Alcolisti Anonimi, chissa'.
  • ruppolo scrive:
    Ah ecco, mi pareva...
    Se l'applicazione non dava un errore figuriamoci se veniva menzionata, vero Tamburrino?
    • cheffo scrive:
      Re: Ah ecco, mi pareva...
      ..il peggio è che google earth gira su cellulari android con eclair in modo perfetto anche con 256mb di memoria.......ma figuriamoci, la mela morsicata vale ben più di google earth o sbaglio??? :P
      • ruppolo scrive:
        Re: Ah ecco, mi pareva...
        - Scritto da: cheffo
        ..il peggio è che google earth gira su cellulari
        android con eclair in modo perfetto anche con
        256mb di
        memoria....

        ...ma figuriamoci, la mela morsicata vale ben più
        di google earth o sbaglio???
        :PSe tu fossi meno ignorante sapresti che Google Earth gira sull'iPhone dal 27 Ottobre 2008:http://appshopper.com/travel/google-earthData in cui esisteva l'iPhone 3G con 128 MB di RAM.
    • rover scrive:
      Re: Ah ecco, mi pareva...
      Lesà maestà...Ma smettila di renderti ridicolo.Rilasceranno una patch dell'OS e tutto si sistema.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ah ecco, mi pareva...
        - Scritto da: rover
        Lesà maestà...
        Ma smettila di renderti ridicolo.
        Rilasceranno una patch dell'OS e tutto si sistema.A te serve un patch. Indovina dove...
Chiudi i commenti