USA: tutti i crimini della talpa di Wikileaks

22 capi d'accusa pendono sull'ex-militare Bradley Manning. A Fort Meade, l'imputato rifiuta di dichiararsi colpevole o innocente. Rischia l'ergastolo

Roma – È stato formalmente accusato di aver collaborato con il nemico, attentato alla sicurezza nazionale con il rilascio delle informazioni riservate al sito delle soffiate Wikileaks . A Fort Meade è andato in scena il delicato processo all’ex-militare statunitense Bradley Manning, meglio conosciuto al mondo come la talpa del sito di Julian Assange.

Un totale di 22 capi d’accusa a pendere sulla testa di Manning, che ha ora rifiutato di dichiararsi colpevole piuttosto che innocente . Una strategia suggerita dal suo avvocato David Coombs, che sta cercando di prendere tempo in vista di una linea di difesa chiara e combattiva.

Lo stesso Manning ha inoltre rinunciato alla facoltà di scegliere tra una giuria militare e il verdetto di un singolo giudice . Per la connivenza con il nemico è prevista la pena capitale. Appare però più probabile che – se condannata – la talpa di Wikileaks possa passare il resto della sua vita in carcere. (M.V.)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco scrive:
    L'alternativa
    Io uso NeoOffice, un derivato per Mac :)
  • mah scrive:
    Re: boh?
    Ma soprattutto... chi ci è mai andato sull'Intel Store?
  • uno nessuno scrive:
    boh?
    Vabbè, non partecipo alla gara tra i tifosi di due progetti che, ormai, sono entrambi liberi. Mi limito a guardarli con interesse, nella speranza che riescano a farsi fuori reciprocamente, in modo che poi, se uno vorrà parlare di LibreOffice o OpenOffice, non dovrà per forza interloquire con un ebete che passa le sue giornate a cliccare "Mi piace" sui siti che parlano di Linux.Una cosa, invece: sono io che sono limitato e non capisco l'ovvio, oppure il fatto che Intel includa LibreOffice nel suo store non ha nessunissima importanza per nessuno? No, chiedo, se sono limitato io lo accetterò...
  • durevole scrive:
    ma OpenOffice è morto?
    Sono fermi da anni alla 3.3, ennesimo progetto open fallito!
    • MacGeek scrive:
      Re: ma OpenOffice è morto?
      - Scritto da: durevole
      Sono fermi da anni alla 3.3, ennesimo progetto
      open fallito!Lo sviluppo si è spostato su LibreOffice. Il progetto non è affatto morto, è appena uscita la vers. 3.5 (di LibreOffice).
      • Sgabbio scrive:
        Re: ma OpenOffice è morto?
        - Scritto da: MacGeek
        - Scritto da: durevole

        Sono fermi da anni alla 3.3, ennesimo progetto

        open fallito!

        Lo sviluppo si è spostato su LibreOffice. Il
        progetto non è affatto morto, è appena uscita la
        vers. 3.5 (di
        LibreOffice).precisiamo Openoffice non è morto, il progretto originale attualmente e in mano alla apache fondation è stanno da tempo cercando di riordinare le idee per portarlo avanti.Libre Office è un fork, fatto per protesta, contro le idiozie di Oracle.
        • MacGeek scrive:
          Re: ma OpenOffice è morto?
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: MacGeek

          - Scritto da: durevole


          Sono fermi da anni alla 3.3, ennesimo progetto


          open fallito!



          Lo sviluppo si è spostato su LibreOffice. Il

          progetto non è affatto morto, è appena uscita la

          vers. 3.5 (di

          LibreOffice).

          precisiamo Openoffice non è morto, il progretto
          originale attualmente e in mano alla apache
          fondation è stanno da tempo cercando di
          riordinare le idee per portarlo
          avanti.
          Libre Office è un fork, fatto per protesta,
          contro le idiozie di Oracle.Per quello che ho capito i principale sviluppatori di OpenOffice si sono spostati su LibreOffice, quindi di fatto ora la distribuzione leader è quest'ultima. OpenOffice è di fatto morto (anche se non ufficialmente). D'altra parte, come hai osservato, ora OpenOffice è roba Oracle e Oracle non ha interesse a svilupparlo.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma OpenOffice è morto?
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: Sgabbio

            - Scritto da: MacGeek


            - Scritto da: durevole



            Sono fermi da anni alla 3.3,
            ennesimo
            progetto



            open fallito!





            Lo sviluppo si è spostato su
            LibreOffice.
            Il


            progetto non è affatto morto, è appena
            uscita
            la


            vers. 3.5 (di


            LibreOffice).



            precisiamo Openoffice non è morto, il
            progretto

            originale attualmente e in mano alla apache

            fondation è stanno da tempo cercando di

            riordinare le idee per portarlo

            avanti.

            Libre Office è un fork, fatto per protesta,

            contro le idiozie di Oracle.

            Per quello che ho capito i principale
            sviluppatori di OpenOffice si sono spostati su
            LibreOffice, quindi di fatto ora la distribuzione
            leader è quest'ultima. OpenOffice è di fatto
            morto (anche se non ufficialmente). D'altra
            parte, come hai osservato, ora OpenOffice è roba
            Oracle e Oracle non ha interesse a
            svilupparlo.ERA roba oracle, ha ceduto tutto ad Apache.
        • uno nessuno scrive:
          Re: ma OpenOffice è morto?
          - Scritto da: Sgabbio
          precisiamo Openoffice non è morto, il progretto
          originale attualmente e in mano alla apache
          fondation è stanno da tempo cercando di
          riordinare le idee per portarlo
          avanti.
          Libre Office è un fork, fatto per protesta,
          contro le idiozie di
          Oracle.Dopo che Oracle ha donato il progetto alla Apache Foundation, pensavo che si sarebbero riunificati. Anche perché, almeno in quel momento, riunire il codice dei due software doveva essere relativamente semplice. Ora non lo so, perché non ho più seguito OpenOffice. (Nota per i tifosi: non mi interessa se approvate la mia scelta o se state piangendo sulla tastiera, non ditemelo, ci sono tanti siti che sono molto interessati alla vostra opinione)Per quale motivo non si riuniscono? Pur non sapendolo, posso ipotizzare che i due gruppi vogliano prendere strade diverse nello sviluppo e/o nelle metodologie di sviluppo... è così, o si tratta di semplici personalismi?
          • pignolo scrive:
            Re: ma OpenOffice è morto?
            - Scritto da: uno nessuno
            Per quale motivo non si riuniscono? Pur non
            sapendolo, posso ipotizzare che i due gruppi
            vogliano prendere strade diverse nello sviluppo
            e/o nelle metodologie di sviluppo... è così, o si
            tratta di semplici
            personalismi?Bella domanda. Io sono a favore della libertà di scelta che offre l'open-source ma in questo caso, suddividere gli sforzi della comunità su due intere suite che dovrebbero avere gli stessi obiettivi, non lo capisco proprio...
          • uno nessuno scrive:
            Re: ma OpenOffice è morto?
            Anche perché la libertà di scelta che ti danno ora è la stessa che abbiamo quando andiamo alle urne: votare tra due schieramenti che hanno lo stesso programma, scegliendo semplicemente chi dei due lo attuerà.Nel caso di una suite di produttività, "libertà di scelta" dovrebbe voler dire COME MINIMO poter installare LibreOffice ma sostituire Calc e Writer con i corrispondenti di OpenOffice. In questi casi mi sembra sempre di trovarmi davanti due persone che mi urlano: "O con me o contro di me!", e non posso fare a meno di pensare che stiano dedicando metà delle loro energie a calpestare la filosofia del software libero. Se avessero il triplo dei bug che hanno, non ci sarebbe nessuna differenza tra loro e MS Office...
          • iRoby scrive:
            Re: ma OpenOffice è morto?
            Il problema è che trattandosi di Suite di produttività ognuno si è sviluppato le sue tecnologie collanti tra i componenti. Cioè a parte ODBC/JDBC, poi tutto il software e le metodologie per innestare grafici e tabelle nei documenti di testo, o pescare dati per la rappresentazione Pivot, ecc. Sono specifiche di ogni suite.Sarebbe bello avere Word proXXXXXr, spreadsheet, graph, presentation manager, ecc. tutti di produttori diversi, ed una tecnologia standard che li fa dialogare.Ma la prima a non volere ciò fu proprio Microsoft. E poi oggi non so neppure se puoi comprare Word o Excel da soli, o forse solo questi due ma non il resto dei componenti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma OpenOffice è morto?
            - Scritto da: iRoby
            Il problema è che trattandosi di Suite di
            produttività ognuno si è sviluppato le sue
            tecnologie collanti tra i componenti.

            Cioè a parte ODBC/JDBC, poi tutto il software e
            le metodologie per innestare grafici e tabelle
            nei documenti di testo, o pescare dati per la
            rappresentazione Pivot, ecc. Sono specifiche di
            ogni
            suite.

            Sarebbe bello avere Word proXXXXXr, spreadsheet,
            graph, presentation manager, ecc. tutti di
            produttori diversi, ed una tecnologia standard
            che li fa
            dialogare.
            Ma la prima a non volere ciò fu proprio
            Microsoft.

            E poi oggi non so neppure se puoi comprare Word o
            Excel da soli, o forse solo questi due ma non il
            resto dei
            componenti.ODF non c'è per questa ragione, scusa ?
  • Creative Common scrive:
    Lo facessero un po' più furbo...
    A mio avviso su LibreOffice si sono concentrati sui punti di sviluppo standard. Se invece avessero sviluppato il software in modo che fosse nativamente aperto allo Speech Reading, e all'analisi statistica sui testi sarebbe stato usato da tutti o copywriter, seo writer, article seo, e smanettoni web. E come team leader avrebbero tirato dietro di se tutti gli altri. Paradossalmente Word per questo è meglio. :-(((
    • uno nessuno scrive:
      Re: Lo facessero un po' più furbo...
      Ma scusa, perché dovrebbero concentrarsi sullo "speech reader"? Voglio dire, credo che questo sia solo compito dei programmi di sintesi/riconoscimento vocale. Se ogni programma implementa le funzioni vocali per i fatti suoi, per i ciechi è un disastro... mi sbaglio?
    • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
      Re: Lo facessero un po' più furbo...
      Se scrivo un programma in python che fa quello che dici in 15 righe divento ricco per caso? (ROTFL)
  • eeeeee scrive:
    eeeeeeeeee
    bellooo belo beloo ee he e ee belo belo ee eee bello una intel ee ee e
Chiudi i commenti