USA, ucciso il maggiore dei Grandi Fratelli

L'ultimo grido in fatto di schedatura di massa hi-tech finisce nel tritarifiuti delle agenzie governative americane. ADVISE è inefficace, costoso e nessuno lo vuole finanziarie. Strano ma (pare) vero

Roma – La piovra delle piovre, la mamma di tutti i sistemi di spionaggio, ADVISE , da molti considerato come la vera incarnazione del sempiterno disegno di Total Information Awareness voluto dall’ammiraglio John Poindexter , chiude definitivamente i battenti .

Già sospeso a primavera dopo un rapporto del braccio investigativo del Congresso, il Government Accountability Office (GAO), sulle violazioni alla riservatezza dei dati personali avvistate durante i primi test, il programma “non verrà più riavviato” stando a quanto dichiarato dal portavoce del Department of Homeland Security (DHS) Russ Knocke.

Il programma Analysis, Dissemination, Visualization, Insight and Semantic Enhancement , questo il significato dell’acronimo ADVISE, era stato progettato come sistema complesso in grado di raccogliere, interconnettere e relazionare le informazioni sulle identità personali di chiunque fosse passato per il territorio statunitense, usando i suoi avanzati algoritmi matematici per estrapolare profili di potenziali terroristi e criminali pericolosi per la sicurezza nazionale.

Profili di tipo probabilistico, che sarebbero però dovuti servire ad “indovinare” con una certa qual precisione chi potesse avere interesse a colpire gli States con un altro attentato spettacolare come quello avvenuto alle Torri Gemelle il settembre del 2001. Tali informazioni sarebbero servite alle agenzie facenti parte del DHS come l’Ufficio Immigrazione, quello per la protezione dei confini, la difesa biologica e l’Intelligence, per le proprie indagini e azioni di contrasto.

Tutto quanto avrebbe potuto fare ADVISE per la multiforme galassia di agenzie della burocrazia USA è ora storia, considerando che ulteriori indagini hanno portato alla luce un grado di affidabilità non adeguato allo scopo . È stata proprio un’agenzia facente capo al DHS, l’Ufficio dell’Ispettore Generale (OIG), a chiudere definitivamente la bara di ADVISE con un rapporto estremamente critico completato a giugno.

L’OIG ha prima di tutto evidenziato le insufficienti protezioni del diritto alla riservatezza , sottolineando poi come mancassero i fondi necessari perché le varie parti del programma funzionassero a dovere: nessuno vuole pagare per ADVISE , e l’Office of Intelligence and Analysis (OIA), ennesima sigla riconducibile al DHS, lo ha rigettato completamente.

ADVISE sembra dunque caduto sotto il suo stesso enorme peso, un progetto troppo esteso e mal gestito da un gruppuscolo di compagini statali costantemente in lotta da cui l’amministrazione Bush ha tirato fuori il DHS nel 2002, come nota caustico The Register . Il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale vorrebbe in sostanza affidare la suddetta sicurezza ad algoritmi che conducono regolarmente a falsi positivi e infrangono le libertà protette dalla costituzione americana .

L’originale progetto dell’ammiraglio Poindexter comunque non si ferma: già esistono in circolazione “prodotti commerciali che offrono funzionalità simili, costando nel contempo molto meno della gestione di ADVISE”, dice il portavoce del DHS Knocke. Morto un ADVISE, TIA continua ad essere sviluppato sotto altri nomi . La vera piovra, fintamente moribonda, è lui.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gatto Selvaggio scrive:
    Cimici nei PC

    cimici nei PCSi sa che in India l'igiene ha sempre un po' lasciato a desiderare.
  • m00f scrive:
    NWO
    Vogliono governare il mondo.Creano un problema.La popolazione chiede una soluzione.I potenti offrono la loro dittatura per contrastare il problema.Ma V per Vendetta non vi insegna niente? I vari film e documentari sul 9/11? Dobbiamo aggire!Domani possiamo iniziare con il V-DAY
    • dadaumpa scrive:
      Re: NWO
      spiegati un po' meglio scusa:chi vuole governare il mondo?eppoi mi citi Vper vendetta ocme esempio di opera chirificatrice degl iintenti dei "demoni che volgiono prendere il potere sulla terra"hai visto troppi anime IMHO....il mondo non è fatto di buoni e cattivi ed assoluti come è nei film, il modno è tutto sfumature non essere così drastico e paranoico
      • Roby scrive:
        Re: NWO
        ritengo che dal titolo del post si riferisca al New World Order. Che altro non sarebbe se la politica mondiale ricercata e fortemente voluta dalle elite massoniche di tuto il mondo, le stesse alle quali appartengono i bildemberg, i bush, i rottshield, i berlusconi, i rockfeller ecc.... L'11 settembre 2001 fu organizzato ad-hoc da queste elite, con i consenso dei militari.Obiettivo è quello di instaurare a livello mondiale una dittatura fascista con religione il satanismo.ci sono tanti siti, libri e documentari a riguardo, non sono deliri di qualche singolo, isolato, mitomane.
        • By your command scrive:
          Re: NWO
          Ma quando leggi queste cose, tutto solo nella tua cantina, ti fanno sentire meno sfigato?
        • dadaumpa scrive:
          Re: NWO
          ora ti dico la mia:i massoni cisono sempre stati, così come i satanisti così come le società segrete, anche molti faraoni egiziani o imperatori cinesi avevano il palazzo reale infarcito di sette più o meno segrete e più o meno votate al raggiungimento del potere.noi stessi in italia abbiamo avuto la mafia che il potere lo vuole eccome, ma fortunatamente nonostante ci provino da anni non ci sono mai riusciti DEL TUTTO.io credo che quello che descrivi sia esagerato ma con un fondo di verità ma non mi preoccupo più di tanto, è sempre stato così.se poi anche uno di questi gruppi raggiungesse ilpotere assoluto sul pianeta il controllo di tutto ilpianeta non lo avrebbe mai e poi mai, è troppo grosso e c'è tropp agente per pretendere di tenere tutto sotto ocntrollo ed una società del genere non sopravviverebbe tanto tempo senza avere il contorllo totale di tutto quindi non durerebbe molto.
  • horax scrive:
    R: India, cimici nei PC dei netcafé
    maleIn italia si continua a chiedere documenti per accedere a internet nei posti pubblici. In India chiedono anche i documenti e non so' se in altri paesi succede. E' non solo lavoro per noi gestori di punti internet, lo è anche inutile nella lotta antiterrorismo. Mai potranno fermare un attentato PRIMA; potranno sapere solo CHI FU, ma sarà tarde.Forse vorranno fare come gli nordamericani, spiando in tempo reale tutto quello che si fa? Non credo: basta andare in India per sapere come funziona(troll)horax-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 settembre 2007 10.32-----------------------------------------------------------
    • dadaumpa scrive:
      Re: R: India, cimici nei PC dei netcafé
      Modificato dall' autore il 07 settembre 2007 10.32
      --------------------------------------------------non sono d'accordo.un cyber cafe IMHO è l'unico vero punto di accesso ad internet anonimo, forse anche l'accesso da un dispositivo mobile potrebbe esserlo.in entrambi i casi usando documenti falsi.un ipotetico terrorista potrebbe conseganrti (dici di esser eun gestore di cyber cafe) un documento falso e tu mica controlli in tempo reale il numero della carta d'identità per vedere se esiste....il negoziante che ti vende un telfono invece collega poi l'imei del cell., al numero di carta d'detità ma è più facile che a quel livello ci sia il controllo con i database dell'anagrafe per vedere se il numero del documento fornito esiste o meno inoltre anche se il controllo degli accessi dai cyber cafe non puo' prevenire un attentato puo' fornire preziose informazioni su come i terroristi usano internet e sui loro metodi in generale...dal punto di vista strategico e pratico il discorso degli indiani sta in piedi
      • horax scrive:
        Re: R: India, cimici nei PC dei netcafé
        infatti, se i documenti possono essere falsi e per quello i controlli partono già male, che senso ha il chiedere documenti? Per vedere se per caso il terrorista ci ha dato quello buono per errore?Queste misure servono solo per "la platea", per far vedere che lo stato si occupa di noi, ci protegge. Quando in realtà il terrorismo se lo combatte con l'intelligence. E soprattuto non vendendo armi al estero :)Saluti a tutti, ho finito con questo tema.(troll)
        • dadaumpa scrive:
          Re: R: India, cimici nei PC dei netcafé
          non consideri una cosa:1) ti dannoun documento falso e tu non lo sai2) parte da un tuo pc una emali sospetta3) il carabiniere passa e si spulcia ituoi registri4) ilcarabiniere scopre che in una data compatibile con l'invio dell'email sospetta qualcuno ti ha dato un documento falsol'email non è più sospetta, è qualcosa di più visto che il numero della carta d'identità che tu hai registrato in un ora/data compatibile a quella dell'email era fasullo.il carabiniere sà che quell'email è stta madata d aun potenziale terrorista e non sitratta di un falso positivo.può pur emettersi a far eindagini più approfnodite su quell'email, inoltre tu hai le telecamere in negozio vero?
    • dadaumpa scrive:
      Re: R: India, cimici nei PC dei netcafé
      Modificato dall' autore il 07 settembre 2007 10.32
      --------------------------------------------------mi sono informato, ho un amico che ha appena aperto un cyber cafètu non puoi essere gestore di un cyber cafè perchè sennò sapresti che la legge dice che se uno fà cose illegali da uno dei tuoi pc (e non esiste solo il terrorismo ma anche cose molto + banali ma comunque illecite) e tu non hai modo di identificarlo ci vai di mezzo tu, ti fanno chieder ei documenti per tutelare il tuo business.è per questo che vi fanno chiedere i documenti (pratica in uso ben prima che venisse fuori il terorrismo) ed inoltre siete resposabili se vi siete fatti rifilare dei documenti fasulli, per questo avete accesso se lo chiedete ai carabinieri al database dell'anagrafe per controllare in tempo reale se il documento presentatovi è vero o meno, potete controllare il numero riportato sul documento con i dati su di esso e la fotografia presenti nel database dell'anagrafe.
      • horax scrive:
        Re: R: India, cimici nei PC dei netcafé
        grandioso ragionamentovuol dire che se facciamo responsabile ai gestori dei bar della somministrazione di superalcolici nelle autostrade, saranno corresponsabili degli incidenti, dei morti e delle responsabilità civili e penali per gli incidenti causati dai loro clienti... basta mettere una telecamera per controllare se hanno bevuto, cosa, quando e quanto.No, non dovrebbe funzionare cosi. Dimostra solo la incapacità dello stato (degli stati) nel controllo e lotta al terrorismo. Infatti, fu Bush chi a fatto a tutti un pò sospetti. Siamo tutti terroristi; basta non essere nordamericani.saluti
  • sk000ks scrive:
    bene o male?
    Non so se sia un bene o un male. Da una parte si perde una importante libertà dall'altra si impedisce che chiunque possa fare qualsiasi porcata su internet in modo anonimo.Ma siamo veramente sicuri che ai terroristi servano gli internet cafè? Mah...
    • dadaumpa scrive:
      Re: bene o male?
      se ci pensi un attimo i cyber cafe sono la strada più facile economica e veloce per guadagnare una ccesso anonimo ad internet, il gestore deli cyber cafe vuole id ocumenti per farti accedere alle macchine ma li si può dare un falso ed il gioco è fatto.l'alternativas perchè un terrorista abbia ccesso adinternet sarebbe quella di usare collegamenti casalinghi o satelliateri con prestanome o di nuovo doc falsi, ma lìì i ocntrolli sono più stringenti ed ad es. un documento falso viene fuori subito..vedrai che più ci pensi + i cyber cafe sono l'unica vera stra dapercorribile per accedere ad intrnet in anonimato reale ed effettivo.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: bene o male?
        contenuto non disponibile
        • dadaumpa scrive:
          Re: bene o male?
          vero ma intanto ci sono le telecamere vicino alla maggior parte degli hot-spot, hai un acceso sospetto tale data/ora giorno controlli il video ed hai una immagine delll'ipotetico terroristanon dico che la queste misure siano perfette ma se uno cerca di mettersi nei panni di uno che di mestiere deve cercarli i terroristi non rimagono molte opzioni se non molto di ciò che stanno facendo.tutto questo è un discorso puramente pragmatico, altro è il discorso riguardo la buona fede di chi lavora all'antiterrorismo.e secondo te il terrorista che deve caricare su un sito un'immagine con steganografia lo fà consegnando i suoi documenti veri o dal suo pc personale dall'adsl di casa????esiste anceh la possibilità di scansionare leimmagini alla ricerca di pixel che seguano una certa logica, lì è tutta una questione di tempo di cpu che uno ha adisposiizone, inoltre se il sito sul quale i terrirsti si scambiassero i messaggi steganografati veniss escoperto loro non ne saprebbero niente, mi sembr aun po' pericoloso ocme metodo di comunciazione tra terroristi, se invece usi sempre lo stesso internet cafè e ad un certo punto ci và lapolizia per far eun'ispezione il terrorista saprebbe che l'accesso anonimo non è più tale.PS: in riferimento al tuo bel ROTFL non è il modo milgiore di cominciare una risposta. non hai fatto altro che dire ehi! io sono più intelligente e figo e rido di te perchè ti smonto la tua tesi.non è il massimo della corretteza questabye
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: bene o male?
            contenuto non disponibile
          • dadaumpa scrive:
            Re: bene o male?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dadaumpa

            vero ma intanto ci sono le telecamere vicino
            alla

            maggior parte degli hot-spot, hai un acceso

            sospetto tale data/ora giorno controlli il video

            ed hai una immagine delll'ipotetico

            terrorista

            ehmm.. gli 'hot spot' sono le connessioni dei
            milioni di privati
            :)OK chiamiamoli come vogliamo, i luoghi dove è presente un accesso wireless ad internet, di fatto le telcamere servono a questo IMHO, non di certo per il borseggiatore

            e secondo te il terrorista che deve caricare su

            un sito un'immagine con steganografia lo fà

            consegnando i suoi documenti veri o dal suo pc

            personale dall'adsl di

            casa????

            chissà...


            esiste anceh la possibilità di scansionare

            leimmagini alla ricerca di pixel che seguano una

            certa logica, lì è tutta una questione di tempo

            di cpu che uno ha adisposiizone

            se non sai quali pixel leggere non sai quale
            messaggio
            leggere.
            le combinazioni di pixel sono
            2^(24*larghezza*altezza)
            Auguri.appunto, tutta questione di tempo di cpu, inoltre chi contorlla leimmagini potrebbe ricevere l'imboccata sull'immagine sospetta da controllare dagli investigatori "classici"
            , inoltre se il

            sito sul quale i terrirsti si scambiassero i

            messaggi steganografati veniss escoperto loro
            non

            ne saprebbero niente

            il sito?
            Roba tipo rapidshare/imageshack, diverso tutte le
            volte che si scambiano
            documenti...
            immagini/file del tutto leciti che si scaricano
            anche altre mille
            persone...il sito o i siti, ero generico riferendomi proprio a questa questione,non consideri però il problema di come farebbero gli ipotetici terroristi che sono negli usa a sapere quali immagini devono scaricare per avere il messaggio dei colleghi nascosti chissà dove?anche loro dovranno pur avere una logica con la quale decidono quali immagini in quali luoghi su internet sono quelle che contengono il messaggio.....l'anitterrorimo dovrebbe lavorare sulla ricerca di tale logica per intercettare i messaggi
          • Guybrush scrive:
            Re: bene o male?
            Quello che ha cercato di dirti l'amico "unaDuraLezione" è che se il sig. Rossi si compra l'access point WiFi domestico e non lo configura a dovere, è vulnerabile e utilizzabile da malintenzionati per navigare a sbafo.Pure che lo configura a dovere, se lo lascia acceso h24, prima o poi qualcuno riuscira a violarlo.Ci sono milioni di HotSpot, una volta individuati marca e modello è facile trovare un exploit per scardinarlo.Ma pure no: basta un po' di pazienza e su 100 router wifi installati, se ne trovera' sempre qualcuno configurato da un'ottimista... o da una bionda.SalutiGT
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: bene o male?
            contenuto non disponibile
          • sk sk scrive:
            Re: bene o male?

            se non sai quali pixel leggere non sai quale
            messaggio
            leggere.
            le combinazioni di pixel sono
            2^(24*larghezza*altezza)
            Auguri.La steganalisi utilizza principalmente metodi statistici. Il procedimento per verificare se esiste una probabilità di contenuto steganografato può essere facilmente automatizzato.Poi bisogna decifrare l'eventuale codice ed è tutto un'altro paio di maniche. Ma si può sempre andare a casa del tipo, pestarlo benino e ottenere le informazioni. Si risparmia un mucchio carico alle cpu dei mega computer ;)
          • TNT scrive:
            Re: bene o male?
            - Scritto da: sk sk
            La steganalisi utilizza principalmente metodi
            statistici. Il procedimento per verificare se
            esiste una probabilità di contenuto
            steganografato può essere facilmente
            automatizzatoLa steganografia non protegge, se non in minima parte, i contenuti di un messaggio, lo "nasconde" solamente, e sospettando che, ad esempio, un immagine contenga codice nascosto un team che conosce bene l'argomento ci mette ben poco a tirar fuori il codice nascosto. Soltanto con crittografia + steganografia si ha un messaggio nascosto e indecifrabile (sempre che la chiave e l'algoritmo siano stati scelti decentemente).
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: bene o male?
            contenuto non disponibile
    • Guybrush scrive:
      Re: bene o male?
      "Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza." (Benjamin Franklin)E non aggiungo altro.
      GT
Chiudi i commenti