USA, uno standard per la TV in movimento

Annunciato da ATSC, il formato permetterà di ricevere la programmazione locale attraverso cellulari e laptop. Dopo Europa e Asia, anche gli USA hanno così il proprio standard. Uno più, uno meno, non fa differenza

Roma – Dopo aver spopolato nel Sol Levante, la televisione mobile ha faticato non poco a farsi strada negli Stati Uniti (e anche in Europa non ha fatto sfaceli), limitata da una scarsa adozione da parte degli utenti e dalla mancanza di un vero e proprio standard tecnologico. Almeno finora. L’ Advanced Television Systems Committee (ATSC) ha recentemente approvato il nuovo standard ATSC Mobile DTV che permetterà ai broadcaster locali di trasmettere verso dispositivi mobili attraverso le stesse frequenze da loro già utilizzate.

ATSC, che supervisiona gli standard tecnologici relativi ai sistemi televisivi degli Stati Uniti, ha così presentato un formato che darà agli utenti la possibilità di ricevere le programmazioni locali attraverso telefoni cellulari, laptop, televisioni portatili e circuiti video interni all’automobile. Lo standard Mobile DTV sfrutta un sistema di modulazione chiamato Vestigial Side Band , insieme ad un sistema di trasporto IP-based. Come illustrato dagli esperti, la tecnologia è in grado di supportare servizi interattivi, modelli di televisione a sottoscrizione e il download dei video per la visione personalizzata.

L’introduzione del nuovo standard mobile ha dunque posto fine alle differenti visioni di produttori come Samsung e LG, poi unitisi per arrivare a formulare una proposta unica alla ATSC. Negli Stati Uniti è attualmente possibile guardare in mobile attraverso FLO TV , network fornito da Qualcomm , che però è a pagamento e rimane focalizzato sulla programmazione nazionale.

Alcuni hanno sottolineato come la mossa di ATSC sia giunta in concomitanza con gli ottimi risultati statistici offerti da Nielsen nell’ambito dei video online: più 18 per cento di visioni in un anno . La società ha dichiarato che il numero degli utenti unici è cresciuto del 12,3 per cento, con gli stream totali aumentati del 25 per cento. Stessa cifra percentuale per il tempo medio passato da ogni spettatore mobile davanti ad un filmato online.

Lo standard Mobile DTV è giunto sulle non proprio uniformi scene della televisione mobile mondiale: l’anno scorso la Commissione Europea aveva adottato lo standard DVB-H, sostenuto con forza da costruttori come Nokia. La RAI italiana aveva tuttavia detto no , preferendogli quello DMB, già ampiamente supportato in paesi asiatici come la Corea Del Sud. Fiducioso per il futuro è apparso Mark Richer, presidente ATSC: “I consumatori raccoglieranno presto i frutti di questo utilizzo innovativo della televisione digitale”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utente non loggato scrive:
    Bing
    Bing campa solo delle ricerche malauguratamente fatte con IE8. Vorrei sapere quante volte su Bing è stato cercato 'google'. Bah.
    • angros scrive:
      Re: Bing
      Qui, veramente, si stava parlando di Wolfram Alpha e non di Bing.Comunque, per quanto mi riguarda, pur usando normalmente Google, trovo che Bing possa essere comodo per cercare i filmati: inoltre, sulle mappe di Bing la funzione BirdEye è complementare allo StreetView di Google.
  • angros scrive:
    Api a pagamento?
    Non mi convince, considerando che la concorrenza le offre gratis.
    • Lorenzo Ridi scrive:
      Re: Api a pagamento?
      quale concorrenza? non credo ci sia nessun altro che fa quello che fa wolfram|alpha (al di là del fatto che si possa giudicare più o meno utile)
      • anonimo scrive:
        Re: Api a pagamento?
        - Scritto da: Lorenzo Ridi
        quale concorrenza? non credo ci sia nessun altro
        che fa quello che fa wolfram|alpha (al di là del
        fatto che si possa giudicare più o meno
        utile)Forse Semantic Wikipedia:http://www.mediawiki.org/wiki/Semantic_MediaWiki
Chiudi i commenti