USB si aggiorna alla versione 3.2

Il consorzio che si occupa di definire l'evoluzione dello standard USB ha annunciato che tra pochi mesi uscirà la versione 3.2. Velocità duplicata e multi-lane tra le novità

Roma – L’USB 3.0 Promoter Group ha rilasciato le specifiche per USB 3.2 che sarà così in grado di gestire il multi-lane ovvero il trasferimento in contemporanea di dati di tipologie diverse riuscendo a mantenere una velocità elevata. Ma tra le migliorie si conta anche il caricamento più rapido dei dispositivi quando la porta USB è usata con finalità di ricarica.

Usb 3.2

Per quanto riguarda il trasferimento in multi-lane, le nuove specifiche saranno in grado di gestire un doppio trasferimento a 5 Gbps o 10 Gbps . Ciò permetterà agli utilizzatori di dispositivi per l’archiviazione, abilitati con le nuove specifiche di raggiungere velocità fino a 2 GB al secondo (utilizzando un cavo USB Type-C certificato SuperSpeed fino a 10 Gbps).

Brad Saunders, a capo dell’USB 3.0 Promoter Group, ha affermato: “Quando abbiamo introdotto USB di tipo C abbiamo voluto assicurarci che cavi e connettori USB Type-C certificati per SuperSpeed USB o SuperSpeed USB 10 Gbps supportassero prestazioni più elevate rispetto alle precedenti versioni di USB. L’aggiornamento a USB 3.2 offrirà un nuovo livello prestazionale”. Naturalmente la compatibilità con USB 3.0 rimane garantita e così anche la possibilità di utilizzare dispositivi non pensati per queste nuove specifiche. Ci si dovrà solo accontentare di performance più limitate.

Il nuovo USB 3.2 dovrebbe affacciarsi sul mercato entro la fine dell’anno facendo anche da propulsore all’ USB di tipo C la cui diffusione non è ancora soddisfacente. Nella velocità di imporsi sul mercato ovviamente entra in gioco la collaborazione dei produttori di periferiche che in più occasioni hanno dimostrato di riuscire ad abbracciare appieno i nuovi standard. Qualcuno ha già criticato le aspettative in termini di velocità mostrando come già in precedenti occasioni queste siano state sovrastimate. Alcuni test hanno ad esempio dimostrato che alcune flash drive USB 3.0, e tra queste la più veloce sul mercato, Extreme CZ80 arrivano a leggere e scrivere al massimo a 254 MB/s e 170 MB/s, ovvero circa la metà rispetto alle massime performance reclamizzate.

D’altronde di esempi di tecnologie acclamate, ma tiepidamente accolte da pubblico e produttori ce ne sono e non pochi. E una di queste è Thunderbolt , nata dalla collaborazione tra Intel e Apple nel 2011. L’interfaccia giunta alla sua terza revisione sembra solo ora approcciarsi al mercato di massa in maniera sistematica, proprio abbracciando USB di tipo C. La sinergia tra i due standard dovrebbe dare il l’impulso sperato.

Mirko Zago

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ZuccoBorg scrive:
    io ho tolto tutto x non inchiodare
    io ho tolto tutto e sul tablet, che uso solo al XXXXX, ho messo le versioni LIGHT.lo smartphone è semplicemente rinato togliendo tutta quella XXXXX.il tablet invece ha iniziato a respirare, mettendo le versioni light ... ovvio che sono meno fiche, ma per il tanto che me ne sbatte di FB va benissimo.Se invece il vostro mondo è sviluppare o lavorare in SMM per queste piattaforme, ovviamente dovete avere devices ULTRAPERFORMANTI.Per me è un assurdo: ottimizzare cavolo, OTTIMIZZARE!!!!!!
  • xte scrive:
    Bé, in effetti...
    ...considerata l'utenza tipo di un social network un bot può anche esser più furbo del para-umano con cui interagisce... Suggerisco l'Emacs doctor nell'attesa.
Chiudi i commenti