Selfie dopo il vaccino anti-COVID: negli USA una postazione dedicata

Vaccini, selfie e sticker: era questione di tempo

Il selfie post-vaccino sembra essere diventato un rito, tanto che negli USA qualcuno ha pensato di allestire postazioni dedicate alla foto.
Il selfie post-vaccino sembra essere diventato un rito, tanto che negli USA qualcuno ha pensato di allestire postazioni dedicate alla foto.

“Quando andate a fare il vaccino, il fotografo è già lì o bisogna prenotarlo?” recita uno dei tanti meme rimbalzati di recente tra le bacheche di Facebook, Instagram e Twitter, in risposta a chi dopo essersi sottoposto alla somministrazione di uno dei vaccini per COVID-19 sceglie di renderlo noto pubblicamente con un selfie o un post sui social network. Una frecciatina simpatica da chi etichetta come esibizionista la condivisione. Lo precisiamo subito: non c'è nulla di male, anzi, la pratica può essere interpretata come una presa di posizione che fa da contraltare a quelle dei negazionisti e di chi sostiene le più bislacche teorie del complotto sul tema.

Un selfie e uno sticker per il vaccino anti-COVID

Qualcuno ha intuito il potenziale della dinamica e intende sfruttarlo appieno: è il caso di una location designata dalle autorità del New Jersey alla campagna vaccinale dove è stata allestita una vera e propria selfie station, un set in cui ci si può immortalare.

Altrove vengono distribuiti sticker da esibire con orgoglio, del tutto simili a quelli ricevuti ai seggi dopo aver espresso la propria preferenza alle elezioni. A quando qualcosa di simile anche da noi?

Ancora incerti se farvi vaccinare o meno? Fate la cosa giusta, fate come il Capitano Picard.

Stando a quanto riportato dalla dashboard ufficiale, ad oggi il numero di dosi somministrate in Italia ha superato quota 4 milioni: più precisamente sono 4.302.717. Per 1,4 milioni (1.400.262) di persone è già stato eseguito anche il richiamo.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti