Varata la Carta elettronica dei servizi

La card contiene un microchip: associata ad un lettore potrà essere utilizzata dal PC di casa per interfacciarsi con la pubblica amministrazione. Ieri l'approvazione definitiva da parte del Governo


Roma – Viene salutata come un importante passo avanti per la semplificazione della burocrazia e soprattutto per il miglioramento dell’accesso ai servizi della pubblica amministrazione da parte dei cittadini. Si tratta della CNS, acronimo che si dovrà imparare a conoscere perché definisce la Carta Nazionale dei Servizi .

La Card, il cui varo è stato approvato in via definitiva ieri dal Consiglio dei Ministri, è dotata di un microchip capace, secondo il Governo, di garantire al cittadino di sfruttare da qualsiasi postazione collegata ad internet tutti i servizi online della PA, come quelli per ottenere certificati, documenti o informazioni.

Il microchip conterrà i dati personali che, associati ad un codice identificativo personale (un PIN numerico) che verrà assegnato al singolo cittadino, consentiranno alla PA di riconoscere in modo univoco l’utente che si connette ai servizi e, dunque, di erogare quanto richiesto. Per funzionare, la Card dovrà essere inserita in un lettore apposito che sarà facilmente collegabile a qualsiasi personal computer.

Ovvi i vantaggi per gli utenti, che potranno così evitare le tradizionali trafile burocratiche per ottenere quanto di loro interesse, ma anche per la pubblica amministrazione, che dovrebbe in questo modo migliorare la propria efficienza oltre a comprimere i costi.

La Carta Nazionale dei Servizi viene vista anche come un necessario trampolino dell’e-goverment anche perché riassume in sé le funzionalità necessarie all’uso della firma digitale e quelle della tessera sanitaria o del codice fiscale. Nei fatti, si tratta di uno strumento del tutto simile a quella che sarà la Carta di identità elettronica: l’unica differenza consiste nella presenza, in quest’ultima, della fotografia del cittadino, elemento indispensabile nella nostra legislazione per un documento di “identità”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sono il migliore!
    Ho brevettato adesso "l'essere un cioccolataio", ora chi spera di campare su brevetti risibili, bill gheits, la sco, ecc...mi manteranno a vita!!! :D(troll)
  • Akiro scrive:
    i brevetti sono da prendere con le molle
    Dovrebbero brevettare solo le cose fisiche e non le idee... la gestione del carrello è più un idea che è venuta per prima ad un "fortunato" ma essendo troppo generica non dovrebbe esser brevettata.qualsiasi persona sana di mente col tempo riuscirebbe ad arrivare a questo tipo di gestione, per cui non ha senso.E' come se io brevetto i menu, o la possibilità di richiamare con la pressione dei tasti delle voci dei menu nei programmi... è un idea che può venir a chiunque!(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: i brevetti sono da prendere con le m
      solo cose fisiche?ok, allora domani vado abrevettare il carrello della spesa con la moneta, e anche quello senza moneta, non sisa mai che in qualche minimarket lo usino ancora...
      • shevathas scrive:
        Re: i brevetti sono da prendere con le m
        - Scritto da: Anonimo
        solo cose fisiche?
        ok, allora domani vado abrevettare il
        carrello della spesa con la moneta, e anche
        quello senza moneta, non sisa mai che in
        qualche minimarket lo usino ancora...Potresti farlo, magari se inventi un carrello ergonomico, un carrello con lettore mp3 o uno che calcola automaticamente le calorie di quello che prendi al supermercato.Quello che non puoi brevettare è l' idea di infilare i prodotti in un qualche contenitore per portarli alle casse.
    • Anonimo scrive:
      Re: i brevetti sono da prendere con le molle
      - Scritto da: Akiro - weenie
      Dovrebbero brevettare solo le cose fisiche e
      non le idee... la gestione del carrello
      è più un idea che è
      venuta per prima ad un "fortunato" ma
      essendo troppo generica non dovrebbe esser
      brevettata.
      qualsiasi persona sana di mente (tu non lo sei) col tempo
      riuscirebbe ad arrivare a questo tipo di
      gestione, per cui non ha senso.

      E' come se io brevetto i menu, o la
      possibilità di richiamare con la
      pressione dei tasti delle voci dei menu nei
      programmi... è un idea che può
      venir a chiunque!

      (linux)IBM (e non solo questa) fa di peggio!
  • Anonimo scrive:
    Ideona...
    ...visto che non saranno mai d'accordo, perche' non formattiamo tutti i brevetti e non ripartiamo d'accapo. Magari con i brevetti disabilitati. (Se gli USA non sono d'accordo possiamo sempre cacciarli dalle basi nel mediterraneo, basta prenderli dal verso giusto...).
  • Baruch scrive:
    Possiamo fare qualcosa
    Soverain e Amazon tentano di sfruttare un sistema che e' gia' bacato, e se non lo facessero sarebbero stupide.E' il sistema dei brevetti USA, che si vorrebbe ora esportare, democraticamente, anche altrove. In Europa esiste una lobby - multinazionali e *uffici brevetti* - che tenta di replicare questo sistema in Europa (se vuoi fare qualcosa vai a http://petition.eurolinux.org/ ).Da noi sarebbe in primo luogo l'inizio di un sistema di tangenti verso le aziende straniere (che detengono la maggior parte dei brevetti ahime') e poi verso i potentati europei. E abbiamo capito tutti alla fine su chi saranno riversati i costi.
  • Anonimo scrive:
    cvd: i grossi fan quel che vogliono
    a prescindere dall'idiozia di quei brevetti ... come potete vedere AMAZON fa quel che gli pare e se ne frega, quando tocca a LEI rispettare i brevetti
    • Baruch scrive:
      Re: cvd: i grossi fan quel che vogliono
      E Amazon sarebbe stupida se facesse il contrario.Questi signori sono molto lucidi e coerenti, e organizzati. Mi chiedo quanti in questo Forum si organizzerebbero per fare pressioni sul Consiglio e il Parlamento Europeo. Contro i brevetti software: http://petition.eurolinux.org/Ciao- Scritto da: Anonimo
      a prescindere dall'idiozia di quei brevetti
      ... come potete vedere AMAZON fa quel che
      gli pare e se ne frega, quando tocca a LEI
      rispettare i brevetti
  • Anonimo scrive:
    wow, spam brevettato :)
    "Altri brevetti, tutti rilasciati dall'Ufficio dei brevetti americano nel 1998, riguardano persino la proposta di "offerte" commerciali, anche quando queste vengono trasmesse via email, CD-Rom o altri media digitali..."che culo ... han brevettato lo spam! :)
  • Anonimo scrive:
    Carello????
    :|:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    Io ho il brevetto sulla ruota
  • Anonimo scrive:
    Chi di brevetto ferisce...
    ...di brevetto perisce.Nessuna pietà per chi ha brevettato un "metodo per effettuare acquisti su internet con un solo click"!Anzi, se perdessero un sacco di soldi per via di brevetti di qualcun altro gli starebbe proprio bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi di brevetto ferisce...
      - Scritto da: Anonimo
      ...di brevetto perisce.
      Nessuna pietà per chi ha brevettato
      un "metodo per effettuare acquisti su
      internet con un solo click"!
      Anzi, se perdessero un sacco di soldi per
      via di brevetti di qualcun altro gli
      starebbe proprio bene.Sbaglio o il "one click to buy" e' stato invece brevettato da altri che hanno fatto causa ad Amazon?
  • Anonimo scrive:
    Brevetti, denunce per il carello della
    ha ha ha ha
  • Anonimo scrive:
    A Roma forse...
    si dice "carello della spesa", in Italia si dice "carrello della spesa"... :):):):):)8)
  • Anonimo scrive:
    io ho il brevetto sulle 500 lire
    e le avete usate irregolarmente per anni sui vostri carrelli della spesa. siete dei ladri! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: io ho il brevetto sulle 500 lire
      - Scritto da: Anonimo
      e le avete usate irregolarmente per anni sui
      vostri carrelli della spesa. siete dei
      ladri! :) hanno inventato l'euro per aggirare l tuo brevetto. Adesso sappiamo a chi dare la colpal per il caro-prezzi...
Chiudi i commenti