VIA infila due CPU nel Mini-ITX

Il chipmaker taiwanese ha presentato una scheda madre che può ospitare più di un processore nel formato ridotto Mini-ATX. A manetta verso i produttori di server ultradensi e quelli di net appliance

Taipei (Taiwan) – Via ha svelato quella che definisce la prima scheda madre in formato Mini-ATX capace di supportare due processori. La scheda, denominata EPIA DP-310, è indirizzata soprattutto ai server blade, ai dispositivi embedded compatti e alle appliance di rete.

Tutti i principali componenti inclusi nella mainboard sono stati sviluppati dalla stessa VIA: fra questi si trovano due processori Eden-N da 1 GHz con package nanoBGA da 15 x 15 mm; il chipset CN400, capace di supportare lo standard di rete Gigabit Ethernet da 1.000 Mbps; e il motore grafico integrato UniChrome Pro, che fornisce accelerazione in hardware per la grafica 2D e 3D e per il video in formato MPEG2 e 4. Il chipset grafico viene prodotto da S3 Graphics , una joint venture di VIA, ed è in grado di pilotare due monitor, inclusi DVI, LVDS, TV e CRT.

“Introducendo il dual processing con power-saving sul formato Mini-ITX, VIA ha contribuito ancora una volta all’innovazione del small form factor su piattaforma x86”, ha commentato Richard Brown, associate vice president of marketing di VIA. “La mainboard VIA EPIA DP-310 consentirà di dar vita ad una nuova generazione di applicazioni embedded e server in grado di ottimizzare i costi e i consumi”.

Gli sviluppatori possono posizionare due mainboard DP-310 in un unico chassis in formato 1U (4,3 cm di altezza) oppure possono arrivare ad ottenere configurazioni fino a 168 processori in un rack fully-configured 42U (circa 180 cm di altezza): VIA afferma che tale sistema necessita di “soli” 2,5 kW, una potenza sensibilmente inferiore a quella di molte soluzioni concorrenti.

La scheda madre, che ha una dimensione di 32,5 x 18,8 cm, supporta fino a 4 GB di RAM DDR e fornisce due adattatori Fast Ethernet (oltre al Gigabit), due connettori Serial ATA e ATA-133, quattro USB 2.0 e supporto alla tecnologia audio Vinyl a 6 canali di VIA.

Lo scorso anno, durante il Fall Processor Forum di San Jose, VIA aveva presentato anche alcuni prototipi di mainboard Mini-ITX con 4 processori: al momento, tuttavia, non c’è nessun piano circa la commercializzazione di tali soluzioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Utenza windows...
    Siete sempre indietro. Non masterizzo quasi piu', installo tutto da Rete. Faccio i backup in remoto e se proprio devo salvare dati, mi compero un hard-disk (USB esterno, vi assicuro che va anche su linux), visto che ormai il CD costa di piu'.Nero serve solo a Voi, per salvarvi le copie pirata di programmi scaricati illegalmente e che manco installerete o imparerete ad usare.
  • Anonimo scrive:
    Nero + La maglietta
    Tutto quello che serve per essere alla moda oggi,una copia di Nero e questa maglietta:http://www.boingboing.net/2005/03/15/i_pirate_hollywood_c.html
  • Anonimo scrive:
    Quasi quasi mi fate sentire in colpa...
    e si perchè io sono uno di quelli che a suo tempo scrisse alla nero per avere una loro versione su LINUX.Lamentavo il problema che avendo migrato da Windows a Linux (come utente home desktop), con K3B non potevo masterizzare CD di boot selezionando la sola immagine tramite GUI come facevo con nero.In pratica con nero creavo un nuovo CD dati avviabile dove avevo modo di inserire i files manualmente e l'immagine di boot; il tutto senza digitare neanche una riga di codice, solo GUI.Inoltre con Nero non avevo mai avuto problemi nel masterizzare DVD e CD AUDIO, al contrario di K3B che qualche problemino me lo ha dato.Il sentimento di colpa me lo fate venire perchè leggendo i vari post sembra che cos'ì muore lo spirito open source alimentando il fenomeno della pirateria anche su Linux.Ebbene io non sono d'accordo con questa impostazione, io sono per l'open source e sono contro a tante idiozie protezionistiche sullo status quo dei sistemi operativi(mi domando come sia possibile brevettare una idea, una logica di ragionamento o un modus operandis). Però sono altrettanto convinto che fintanto gli sviluppatori di software libero continueranno a considerare gli utenti desktop come degli UTONTI o WINZOZZI, ossia una classe di utenza che non sa neanche digitare il comando dos "dir", non si faràmolta strada.Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano quotidianamente il PC ma Vi assicuro che ignorano completamente l'esistenza della finestra dos, eppure lo usano sia per lavoro che per diletto, installano e disinstallano software demo con estrema facilità e guarda caso usano NERO per fare i back-up.Fare di queste banalità su Linux, ancora oggi richiedono competenze di discreto livello e passione.Signori questo è il mondo desktop!Quindi, quello che a mio avviso manca è in primo luogo questa consapevolezza e in secondo un coordinamento "commerciale" che sappia dare linfa alla produzione del software su piattaforma LINUX.La LIBERTA' di acquistare in edicola un sistema operativo di tutto rispetto quale la SuSE 9.2 ad un costo "proletario" di soli 8? (+ relativa rivista) e up-gradare alla PRO a gratise in pienalegalità tramite internet è RIVOLUZIONARIO.La PIRATERIA nasce e si accresce quando il rapporto prezzo/prodotto è tutto sbilanciato sul prezzo.Sviluppate software Linux per UTONTI ad un prezzo "proletario" e vendetelo nelle edicole, vedrete se poi ci fate i soldi... la SuSE 9.2 è andata a ruba!
    • Anonimo scrive:
      Re: Quasi quasi mi fate sentire in colpa...
      - Scritto da: Anonimo
      Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano
      quotidianamente il PC ma Vi assicuro che ignorano
      completamente l'esistenza della finestra dos,e tu ignori completamente di non averci capito un tubo dalla vita
      • Anonimo scrive:
        Re: Quasi quasi mi fate sentire in colpa
        - Scritto da: Anonimo

        Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano

        quotidianamente il PC ma Vi assicuro che
        ignorano

        completamente l'esistenza della finestra dos,

        e tu ignori completamente di non averci capito un
        tubo dalla vitaE tu ignori la lingua italiana, aver"ci" è rindondante
    • Anonimo scrive:
      Re: Quasi quasi mi fate sentire in colpa
      Uh... dal mio filemanager (nautilus): tasto destro su un file .iso-
      Scrivi su CDDa k3b: strumenti-
      scrivi file immagine-
      scegli il file, OKhttp://www-uxsup.csx.cam.ac.uk/pub/doc/suse/suse9.1/userguide9.1/ch21s05.htmldifficile, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quasi quasi mi fate sentire in colpa

      Signori questo è il mondo desktop!Direi piuttosto, questo è "l'IMMONDO desktop!" ;)
  • Anonimo scrive:
    I linari vogliono tutto gratis...
    ... e il Nero farà la fine di CorelDrawEvidentemente i colletti bianchi della Nero Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi come linux... futuro... businessMa ora anche loro si scontreranno con la dura e misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio e faranno subito marcia indietro, previa estinzione.A laurà!
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari vogliono tutto gratis...
      Bel troll, complimenti. Come se non ce ne fossero già una dozzina per thread (e uguali, pure).Gli utenti (linux o windows che sia) vogliono programmi che funzionino bene. E non vogliono buttare via i soldi.Se un programma costa ma fa ottimamente il suo lavoro valuteranno se la differenza di prezzo vale la spesa.Se un programma costa e fa pure meno di quelli gratis, beh.. pura economia, non ci vuole un genio.
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari vogliono tutto gratis...
      - Scritto da: Anonimo
      ... e il Nero farà la fine di CorelDrawCioè? Se lo compra MS e ordina di dismettere Nerolinux?
      Evidentemente i colletti bianchi della Nero
      Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi
      come linux... futuro... businessEvidentemente i colletti bianchi della Ahead (Nero è il prodotto, ignorante) ne sanno più di te di marketing, e sanno che il mercato windows è ormai da loro sfruttato quasi al massimo, per espandersi ancora devono trovare altre piattaforme. Quindi anche il 3% di linux fa mercato.
      Ma ora anche loro si scontreranno con la dura e
      misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio
      e faranno subito marcia indietro, previa
      estinzione.Anche tu un giorno ti scontrerai con la dura realtà del lavoro (se ne troverai) e scoprirai che non esistono preconcetti, si usa ciò che serve e rende di più come prestazioni/prezzo. Che sia Windows, Linux o anche carta & matita.Nel frattempo, finisci i compiti, che gli esami non finiscono mai.
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari vogliono tutto gratis...
        - Scritto da: Anonimo
        Quindi anche il 3% di linux fa
        mercato.
        ahahahahahahahahahahah
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari vogliono tutto gratis...
          - Scritto da: Anonimo
          ahahahahahahahahahahahRidi ridi... che la mamma ha fatto i gnocchi...Bye, LucaP.S.: Prima di ridere almeno informati.
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari vogliono tutto gratis...
          - Scritto da: Anonimo

          Quindi anche il 3% di linux fa

          mercato.

          ahahahahahahahahahahahVediamo un pò, fai ridere anche me.Di cosa ridi? Del 3% del mercato di linux? Non lo dico mica io, ma le statistiche di accesso ad internet.Del fatto che è poco? E' vero, ma come detto, Nero è praticamente su quasi tutti i pc windows. Più o meno legalmente.Come lo ampli il tuo mercato? Su, fammi ridere.
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari vogliono tutto gratis...
          - Scritto da: Anonimo

          Quindi anche il 3% di linux fa

          mercato.



          ahahahahahahahahahahahChe ti ridi? MS con la versione Office per Mac quanto pensi che venda?Però la fa lo stesso, vero? Forse non sarà che Microsoft e Ahead di marketing ne sanno più di te?
    • lele2 scrive:
      Re: I linari vogliono tutto gratis...
      - Scritto da: Anonimo
      ... e il Nero farà la fine di CorelDraw

      Evidentemente i colletti bianchi della Nero
      Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi
      come linux... futuro... business

      Ma ora anche loro si scontreranno con la dura e
      misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio
      e faranno subito marcia indietro, previa
      estinzione.

      A laurà!per avere il mio linux ho cacciato 70? più ivapuò darsi che tu abbia ragione, ma non sarà di certo per il tutto gratisda parte mia di nero non mi frega un tubouso gia' k3b
      • Anonimo scrive:
        Re: I linari vogliono tutto gratis...
        - Scritto da: lele2
        per avere il mio linux ho cacciato 70? più ivamasochismo?
        • Anonimo scrive:
          Re: I linari vogliono tutto gratis...
          Non si chiama masochismo, si chiama "acquisto di beni e servizi". Se paghi la scatolotta hai uno o più manuali (ottimi), che è più di quanto offra MS da molti anni. Più l'assistenza per l'installazione, l'assistenza via email, quella telefonica, eccetera.Mica penserai che la gente compri le scatole di SuSE perchè si intonano col divano, no?(e da Mondadori Informatica a Vimercate vedo che finisce spesso il rifornimento... ergo, qualcuno le compra...)
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari vogliono tutto gratis...
            - Scritto da: Anonimo
            Non si chiama masochismo, si chiama "acquisto di
            beni e servizi". Se paghi la scatolotta hai uno o
            più manuali (ottimi), che è più di quanto offra
            MS da molti anni. Più l'assistenza per
            l'installazione, l'assistenza via email, quella
            telefonica, eccetera.

            Mica penserai che la gente compri le scatole di
            SuSE perchè si intonano col divano, no?
            (e da Mondadori Informatica a Vimercate vedo che
            finisce spesso il rifornimento... ergo, qualcuno
            le compra...)purtroppo parli con gente che vorrebbe usare i comandi da prompt fino al 4° millennio.purtroppo parli con gente che non vuole spendere una lira e si scarica le distro da internet, gente che poi sta 1 settimana su internet a cercare howto e cadendo in depressione perchè non va l'usb.purtroppo parli con gente che usa software nato per caso, e sviluppato tuttora a casaccio, senza analisi nè del progetto nè del mercato.parli con gente che preferisce farsi i programmi da sè, perdendo settimane, piuttosto che leggersi un manuale e scoprire che c'è già tutto pronto.parli con gente, infine, che ha tempo da perdere e che trova, come nel sottoscritto, altrettanta gente pronta a perder tempo per darci contro.Ringrazio MS per aver eliminato il prompt MSdos, non ne potevo più di config.sys, autoexec.bat, emm386.exe, msdos.ini ecc ecc.Imparate ad usare il mouse, non c'è solo la tastiera.
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari vogliono tutto gratis...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Mica penserai che la gente compri le scatole di

            SuSE perchè si intonano col divano, no?

            (e da Mondadori Informatica a Vimercate vedo che

            finisce spesso il rifornimento... ergo, qualcuno

            le compra...)
            purtroppo parli con gente che vorrebbe usare i
            comandi da prompt fino al 4° millennio.
            purtroppo parli con gente che non vuole spendere
            una lira e si scarica le distro da internet,
            gente che poi sta 1 settimana su internet a
            cercare howto e cadendo in depressione perchè non
            va l'usb.
            purtroppo parli con gente che usa software nato
            per caso, e sviluppato tuttora a casaccio, senza
            analisi nè del progetto nè del mercato.

            parli con gente che preferisce farsi i programmi
            da sè, perdendo settimane, piuttosto che leggersi
            un manuale e scoprire che c'è già tutto pronto.

            parli con gente, infine, che ha tempo da perdere
            e che trova, come nel sottoscritto, altrettanta
            gente pronta a perder tempo per darci contro.
            Ringrazio MS per aver eliminato il prompt MSdos,
            non ne potevo più di config.sys, autoexec.bat,
            emm386.exe, msdos.ini ecc ecc.
            Imparate ad usare il mouse, non c'è solo la
            tastiera.Per fortuna ci sei tu che sai tutto statistiche alla mano; ma cosa fai quando non sei supersistemista ? Arbitro di calcio ? Presidente della repubblica ? Sindaco ?Come hai fatto a scrivere il tuo post con il mouse ? Usi la tastiera su schermo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari vogliono tutto gratis...
            - Scritto da: Anonimo

            Per fortuna ci sei tu che sai tutto statistiche
            alla mano; ma cosa fai quando non sei
            supersistemista ? Arbitro di calcio ? Presidente
            della repubblica ? Sindaco ?

            Come hai fatto a scrivere il tuo post con il
            mouse ? Usi la tastiera su schermo ?fortuna che c'è il tuo contributo alla discussione, mancava proprio questo tassello, trollino.
          • Anonimo scrive:
            Re: I linari vogliono tutto gratis...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Per fortuna ci sei tu che sai tutto statistiche

            alla mano; ma cosa fai quando non sei

            supersistemista ? Arbitro di calcio ? Presidente

            della repubblica ? Sindaco ?

            Come hai fatto a scrivere il tuo post con il

            mouse ? Usi la tastiera su schermo ?
            fortuna che c'è il tuo contributo alla
            discussione, mancava proprio questo tassello,
            trollino.Lieto di essere stato utile (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: I linari vogliono tutto gratis...
      - Scritto da: Anonimo[CUT]Io personalmente è da due anni che pago il MandrakeClub i cui profitti vanno direttamente a finanziare chi lavora sull'omonima distro... evidentemente ci sono "linari" che pagano anche.Conosco tuttavia molte persone con Windows rubato... ma MOLTE persone. Per non contare l'infinità di persone con software di qualche genere scaricato da internet e mai pagato (craccato). Sarei quindi portato a dire i "windosiani" vogliono tutto gratis...Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Non ne vedo la ragione...
    ...esiste K3b che va alla grande ed è molto semplice da usare... però ben vengano anche i software commerciali.Io comunque continuerò ad usare K3b, non vedo proprio la necessità di pagare per Nero quando K3b è gratis, fa il lavoro che deve, e mi permette di imparare dal suo sorgente (se un giorno dovessi diventare curioso circa il funzionamento di un software di masterizzazione).Inoltre, essendo basato su cdrecord, posso crearmi i miei CD anche da linea di comando (per esempio su un computer remoto da terminale, oppure creare un mio software che fra le altre cose può anche masterizzare un CD).Mi pare quindi che K3b abbia molti più vantaggi rispetto a Nero.Comunque come ho detto, benvenuto Nero su Linux. Forse qualcuno lo troverà utile in qualche modo.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ne vedo la ragione...
      - Scritto da: Segfault
      ...esiste K3b che va alla grande ed è molto
      semplice da usare... però ben vengano anche i
      software commerciali.

      Io comunque continuerò ad usare K3b, non vedo
      proprio la necessità di pagare per Nero quando
      K3b è gratis, fa il lavoro che deve, e mi
      permette di imparare dal suo sorgente (se un
      giorno dovessi diventare curioso circa il
      funzionamento di un software di masterizzazione).

      Inoltre, essendo basato su cdrecord, posso
      crearmi i miei CD anche da linea di comando (per
      esempio su un computer remoto da terminale,
      oppure creare un mio software che fra le altre
      cose può anche masterizzare un CD).

      Mi pare quindi che K3b abbia molti più vantaggi
      rispetto a Nero.perdonami, ma tu dovresti scegliere un software in base alle utilità che ne ottieni e non in base alle utilità che potresti ottenere... altrimenti sono costretto a darti del lamerone

      Comunque come ho detto, benvenuto Nero su Linux.
      Forse qualcuno lo troverà utile in qualche modo.
      ma anche tu potresti trovarlo utile se ti staccassi per una volta dal controllo psicologico di stallman e iniziassi a ragionare con la tua testa
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ne vedo la ragione...
        - Scritto da: Anonimo
        perdonami, ma tu dovresti scegliere un software
        in base alle utilità che ne ottieni e non in base
        alle utilità che potresti ottenere... altrimenti
        sono costretto a darti del lameroneQuando compro un'auto io valuto tutti gli aspetti, dal costo, al colore della carrozzeria.Allo stesso modo quando valuto un software tengo in gran conto dei possibili vantaggi che posso trarne se tale software è opensource (e modulare come nel caso di K3b).Comunque ti ripeto che non vedo assolutamente utilità in più di Nero rispetto a K3b, ne vedo solo molte di meno, sia attuali che possibili/future.Se mi vuoi dare del lamerone fallo pure, non mi pare di aver chiesto la tua opinione circa il mio pensiero, pertanto nemmeno m'importa.
        ma anche tu potresti trovarlo utile se ti
        staccassi per una volta dal controllo psicologico
        di stallman e iniziassi a ragionare con la tua
        testaMagari se tu riuscissi a trovare l'interruttore del tuo cervello, riusciresti a capire che non c'è proprio ragione per avere Nero anziché K3b.Nero costa, K3b è gratis.Nero usa librerie proprietarie, K3b è modulare e si basa sui tool preesistenti di Linux.Nero non può essere usato da linea di comando, i tool che K3b usa (incluso il software di masterizzazione vero e proprio cdrecord) invece si.Nero non può essere usato dall'interno di un altro programma, i tool di K3b si.Nero non fornisce i sorgenti, K3b e tutti i tool che usa invece si.Nero è compilato solo per x86, K3b è ricompilabile su qualunque hardware (quindi non mi lega ad una particolare architettura, se domani passo a Mac posso comunque usare tutti i software che usavo prima senza dovermi reimparare nulla).Nero non è preinstallato con il SO, K3b invece si per molte distro (fra cui quella che uso io).Nero serve a masterizzare i CD e DVD, K3b uguale.Nero è facile da usare, K3b idem.Nero è dotato di interfaccia grafica, K3b idem.Ora dimmi pure le tue ragioni del perché dovrei preferire Nero a K3b.Bye, Luca
        • pippo75 scrive:
          Re: Non ne vedo la ragione...

          Nero non può essere usato dall'interno di un
          altro programma, i tool di K3b si.non so la versione linux, ma quella per windows puo' essere usata anche attraverso altri programmi, usando le sue funzioni, se cerchi sul sito dovresti trovare qualcosa del tipo "nero api".

          Ora dimmi pure le tue ragioni del perché dovrei
          preferire Nero a K3b.sempre parlando della versione windows, la cosa che piu' mi piace di nero, e' che quando aggiorno una sessione, si cerca da solo i file aggiunti e/o aggiornati e registra solo quelli, non ho visto altri programmi che facciano una cosa simile ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Non ne vedo la ragione...
            - Scritto da: pippo75
            non so la versione linux, ma quella per windows
            puo' essere usata anche attraverso altri
            programmi, usando le sue funzioni, se cerchi sul
            sito dovresti trovare qualcosa del tipo "nero
            api".Certo, ma questo richiede:1) Un linguaggio di programmazione (in cui l'interfaccia a quelle API sia stata tradotta, altrimenti devi farti anche questo)2) Devi comunque avere installato Nero (e quindi acquistato), altrimenti la Ahead ti fornisce una licenza per la API ma solo ai paganti che acquistano un certo numero di licenze [e penso che ci vadano giù pesante se poi vuoi commercializzare il tuo prodotto]3) Non hai speranza di capire come esse funzionino.K3b invece si basa su utility a linea di comando già esistenti quindi:1) Non serve alcun linguaggio di programmazione, puoi per esempio creare un semplice script in 1 minuto che fa il lavoro che deve fare (per esempio vuoi che la domenica il computer crei un backup su CD di una particolare cartella, questo lo fai in 1 minuto circa in Linux con uno script semplice semplice [uno script è simile come concetto ad un file BAT di DOS/Windows])2) Non è necessario avere installato K3b essendo questi tool "stand alone" (ottimo quindi anche per versioni hardware minimali)3) Se vuoi i sorgenti sono disponibili, sia per correggere eventuali bug che per studiarne il funzionamento.4) Non devi pagare 1 centesimo di euro per avere tutto questo ed è quasi sempre preinstallato con la distro.
            sempre parlando della versione windows, la cosa
            che piu' mi piace di nero, e' che quando aggiorno
            una sessione, si cerca da solo i file aggiunti
            e/o aggiornati e registra solo quelli, non ho
            visto altri programmi che facciano una cosa
            simile Intendi dire la possibilità di fare backup solo di quello che è cambiato su CD? In Mandrake se non erro (non li ho mai usati) esiste una funzione apposita che non sfrutta K3b (ma i medesimi tool che usa K3b) per fare questo anche in automatico. Puoi comunque creare i backup incrementali con tar e masterizzarli in seguito.Sinceramente non so se K3b ha questa funzione "built-in", non l'ho mai usata... ma come ti dico non è fondamentale esistendo altri software opensource e liberamente disponibili nati per questo scopo.Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    Ahia, che brutta fine
    Rischia di essere solo l'inizio, con l'ampliarsi della base di installati di Linux in giro per il mondo diverse software house "commerciali" inizieranno a realizzare e commercializzare i loro programmi anche per Linux. Sarà la fine per le applicazioni open-source, perché alla fine gli utenti home faranno come nel mondo Windows, preferiranno un software commerciale craccato a un software gratuito con meno funzionalità ma perfettamente legale. Se si comincia a rilasciare NeroLinux la gente installerà la versione piratata e tralascerà via via K3b e gli altri, a quel punto con questo calo di interessa K3b potrebbe essere abbandonato, e otterremo di fatto la stessa situazione presente sotto Windows: il software valido è solo commerciale (tranne poche eccezioni, vedi Mozilla & C.), e il software free non riesce a "tenere botta" quanto a qualità e funzionalità. Quasi quasi preferivo Linux privo di applicazioni commerciali, così avevi almeno la sensazione di essere "libero".
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia, che brutta fine
      La differenza è che le versioni OpenSource in questo caso hanno MOLTE funzionalità in più e sono perfino più belle da vedere :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ahia, che brutta fine
        - Scritto da: Anonimo
        La differenza è che le versioni OpenSource in
        questo caso hanno MOLTE funzionalità in più e
        sono perfino più belle da vedere :-)Certo, infatti in konqueror non esiste l'impostazione "visualizza SEMPRE i file nascosti"Certo infatti per fare andare il java in firefox su linux bisogna creare un s-link sul file system, un file .so di quà linkato di à.Certo infatti per giocare a solitario linux va da dio
    • Anonimo scrive:
      Re: Ahia, che brutta fine
      - Scritto da: Anonimo
      Rischia di essere solo l'inizio, con l'ampliarsi
      della base di installati di Linux in giro per il
      mondo diverse software house "commerciali"
      inizieranno a realizzare e commercializzare i
      loro programmi anche per Linux. Sarà la fine per
      le applicazioni open-source, perché alla fine gli
      utenti home faranno come nel mondo Windows,
      preferiranno un software commerciale craccato a
      un software gratuito con meno funzionalità ma
      perfettamente legale. Se si comincia a
      rilasciare NeroLinux la gente installerà la
      versione piratata e tralascerà via via K3b e gli
      altri, a quel punto con questo calo di interessa
      K3b potrebbe essere abbandonato, e otterremo di
      fatto la stessa situazione presente sotto
      Windows: il software valido è solo commerciale
      (tranne poche eccezioni, vedi Mozilla & C.), e il
      software free non riesce a "tenere botta" quanto
      a qualità e funzionalità. Quasi quasi preferivo
      Linux privo di applicazioni commerciali, così
      avevi almeno la sensazione di essere "libero".hai dimenticato un particolare: linux non lo usa nessuno
      • lele2 scrive:
        Re: Ahia, che brutta fine

        hai dimenticato un particolare: linux non lo usa
        nessunocavolo!!!!!io "lo uso"però mi chiamo lele e non nessuno
      • Trin scrive:
        Re: Ahia, che brutta fine
        - Scritto da: Anonimo
        hai dimenticato un particolare: linux non lo usa
        nessunomi spiace per Ulisse :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ahia, che brutta fine
          - Scritto da: Trin

          - Scritto da: Anonimo


          hai dimenticato un particolare: linux non lo usa

          nessuno

          mi spiace per Ulisse :)Anche a me, e per il suo psicanalista che deve capirci li' dentro :-)
  • Anonimo scrive:
    Questi sono gli inizi...
    ... della pirateria sotto Linux.Finchè si tratta di software che costano poco va anche bene, ma quando inizieranno a girare i software closed più onerosi vai di twilight e p2p. Io mi chiedo come faranno queste aziende a commercializzare i loro software su questa piattaforma formata da una discreta cerchia di utenti che non é abituata a spendere un centesimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi sono gli inizi...
      La pirateria non inizia, perchè esistono programmi open source più validi, e che non paghi vedi K3B, vedi cdrecord, che masterizza meglio di nero clone e qualsiasi altra cosa ti venga in mente, ti prende un bit e lo scrive, prende il successivo e lo scrive!!Nero poteva restare dov'era..tanto non ne farà strada! si fermerà nel giro di poco tempo!
  • Anonimo scrive:
    zampetta??
    Ma cosa significa zampetta??
  • Anonimo scrive:
    OT: interessante...
    http://www.linuxonpower.com/ ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: interessante...
      sarebbe bello se qualche italiano se dasse da fà :)fino ad oggi siamo stati più bravi a parlare che a fare
  • Anonimo scrive:
    ma è wc-closed
    I produttori di WC-CLOSED e i vendor, x Stallaman non applicano l' "etica" nei loro businnes e invita i consumatori e gli acquirenti di computer ad agire di conseguenza non comprando i loro prodotti invitandoli nel contempo ad adottare soft "etici" Open Source.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma è wc-closed
      Ma cosa centra???? io gli estremisti proprio non li mando giù....vedi Stalman criticato anc'esso per queste sue posizoni così estreme.......un software per essere un buon software NON deve essere necessariamente open come pure un "cattivo" software non deve essere necessariamente closed, come pure ancora se non si vuole rilasciare il sorgente del proprio lavoro, non si vuole adottare la gpl, non significa che quel software fa schifo! lo steso Linus utilizza software closed per il debug del kernel.Come Open Source e Gpl non significano necessariamente gratis, così closed non significa cattivo software....scegliere a priori, solo per una ideologia non sapendo e non volendo valutare è solo stupido, crea delle prese di posizioni di fatto e quelle tanto stupide guerre di religione, politiche (destra-sinistra) windowslinux che con l'informatica non hanno nulla a che vedere.....
      • Anonimo scrive:
        Re: ma è wc-closed
        - Scritto da: Anonimo
        Ma cosa centra???? io gli estremisti proprio non
        li mando giù....vedi Stalman criticato anc'esso
        per queste sue posizoni così estreme.......un
        software per essere un buon software NON deve
        essere necessariamente open come pure un
        "cattivo" software non deve essere
        necessariamente closed, Stallman e non Stalman o Stallaman come ha scritto provocatoriamente il tipo di prima che è evidentemente un troll che scrive un messaggio pro e uno contro opensource solo per farsi due risate.Riguardo al "buon software" la posizione di Stallman non è tecnica, ma etica. Lui non dice: il software free source è migliore perché funziona meglio, il software free source è migliore in termini di freedom of speech.Qualcuno potrà trovare ridicola l'etica per una questione che riguarda il software, cioè un semplice strumento per raggiungere determinati fini. Comunque la posizione di Stallman anche se non condivisa va rispettata, se non ci fosse stato lui ora del software libero nessuno ne parlerebbe.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma è wc-closed
        - Scritto da: Anonimo
        Ma cosa centra???? io gli estremisti proprio non
        li mando giù....vedi Stalman criticato anc'esso
        per queste sue posizoni così estreme.......un
        software per essere un buon software NON deve
        essere necessariamente open come pure un
        "cattivo" software non deve essere
        necessariamente closed, come pure ancora se non
        si vuole rilasciare il sorgente del proprio
        lavoro, non si vuole adottare la gpl, non
        significa che quel software fa schifo! lo steso
        Linus utilizza software closed per il debug del
        kernel.

        Come Open Source e Gpl non significano
        necessariamente gratis, così closed non significa
        cattivo software....scegliere a priori, solo per
        una ideologia non sapendo e non volendo valutare
        è solo stupido, crea delle prese di posizioni di
        fatto e quelle tanto stupide guerre di religione,
        politiche (destra-sinistra) windowslinux che con
        l'informatica non hanno nulla a che vedere.....Mi fa piacere che Tu abbia avuto una corrispondenza con Stallman, mi sarebbe piaciuto mangiare una pizza e bermi una birra con una persona come lui, magari scambiare quattro chiacchiere per imparare qualcosa che non ho.Ti saluto, a risentirti, ma non te la prendere se mi sentirai "URLARE" con certi PRETORIANI che girano e impazzano nelle pieghe di questi FORUM oppure quando lancerò meritevoli PROVOCAZIONI A CERTI PARRUCCONI MASTERIZZATI.Lo ripeto anche a Te, ritengo che viviamo in un mondo di merda, e, purtroppo, chi lo ha reso così, sono gli umanoidi, è difficile convivere con questi umani, ma non c'è alternativa in questa breve meteora.
  • Anonimo scrive:
    Linux è bello ma c'è un ma...
    Incuriosito dal tanto parlare di linux su punto-informatico sono andato in biblioteca per effettuare una ricerca.Cercando su un'enciclopedia stampata nel 1986 non ho trovato niente. Evidentemente è un sistema veramente poco usato e conosciuto nel mondo reale.Però, per mia fortuna, sempre nella stessa biblioteca ho trovato un eccellente libro scritto da Naba Barkakati (ah che nome buffo) con allegato un cd della Slackware 1.0.Ho letto i libro, ho installato tutto, però ho come l'impressione che come sistema Desktop sia ancora un po' ostico e un po' indietro rispetto a Windows.Infatti quel pc su cui è installata la Slackware 1.0, a furia di non usarlo, l'ho regalato a mio nipote per il suo compleanno (età 2 anni).Ma vedo che nemmeno lui lo usa, mentre è più interessato ad aprire e chiudere lo sportellino del dvd in salotto e a lanciare contro i muri il mio cellulare nuovo.La mia analisi finale è che:- Nel mondo comune linux è pressoché sconosciuto (Leggasi in alto la parte sull'enciclopedia)- L'installazione è ostica e complicata (Leggasi racconto su installazione della Slackware)- Ai giovani non piace, sono più attirati dal multimediale e dai cellulari(Leggasi parte sul nipote di 2 anni)
    • Faboski scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      - Scritto da: Anonimo
      Incuriosito dal tanto parlare di linux su
      punto-informatico sono andato in biblioteca per
      effettuare una ricerca.
      Cercando su un'enciclopedia stampata nel 1986 non
      ho trovato niente. Evidentemente è un sistema
      veramente poco usato e conosciuto nel mondo
      reale.gia'... devi connetterti a matrix..

      Però, per mia fortuna, sempre nella stessa
      biblioteca ho trovato un eccellente libro scritto
      da Naba Barkakati (ah che nome buffo) con
      allegato un cd della Slackware 1.0.slack 1.0??? su un cd???
      Ho letto i libro, ho installato tutto, però ho
      come l'impressione che come sistema Desktop sia
      ancora un po' ostico e un po' indietro rispetto a
      Windows.Ostico? Indietro? Windows?spiegati..
      Infatti quel pc su cui è installata la Slackware
      1.0, a furia di non usarlo, l'ho regalato a mio
      nipote per il suo compleanno (età 2 anni).ma regalagli un macchinina..
      Ma vedo che nemmeno lui lo usa, mentre è più
      interessato ad aprire e chiudere lo sportellino
      del dvd in salotto e a lanciare contro i muri il
      mio cellulare nuovo.regalagli un altro cellulare allora :)
      La mia analisi finale è che:
      - Nel mondo comune linux è pressoché sconosciuto
      (Leggasi in alto la parte sull'enciclopedia)LOL
      - L'installazione è ostica e complicata
      (Leggasi racconto su installazione della
      Slackware)hai scelto la piu' facile...
      - Ai giovani non piace, sono più attirati dal
      multimediale e dai cellulari
      (Leggasi parte sul nipote di 2 anni)ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      - Scritto da: Anonimo
      - Ai giovani non piace, sono più attirati dal
      multimediale e dai cellulari
      (Leggasi parte sul nipote di 2 anni)Certo che se pretendi che un bambino di 2 anni usi un SO correttamente...Secondo me, PI dovrebbe fare un test di QI prima di lasciare postare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è bello ma c'è un ma...
        - Scritto da: Anonimo
        Secondo me, PI dovrebbe fare un test di QI prima
        di lasciare postare.Concordo, caro il mio jenkins
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è bello ma c'è un ma...

        Secondo me, PI dovrebbe fare un test di QI prima
        di lasciare postare.Buongiorno! Mi pare evidente che il tipo stesse scherzando. Sei cresciuto a pane ed Emilio Fede per avere questo impressionante senso dell'umorismo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      lo sapevi che non ce ne frega un cazzo se non ti piace linux ?@^
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      Risposta a tutti quelli sopra: a me era sembrato ironico ( e mi aveva divertito molto ) . No?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è bello ma c'è un ma...
        hai ragione alex, era ironico anche secondo me.suvvia.
        • Madder scrive:
          [OT] Re: Linux è bello ma c'è un ma...
          Penso che l'ironia fosse in particolare rivolta a tutti quelli che hanno installato una vecchia versione di linux, sperando fosse "click-and-run" tipo windows xp.A tutti loro si consiglia di scaricare una SuSE 9.2 (disonibile gratuitamente dal sito della Novell) o una distribuzione simile (non voglio iniziare una guerra sulle distro). Poi, cosa c'entri questo con nero x linux è un altro discorso.Madder
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] Re: Linux è bello ma c'è un ma.
            - Scritto da: Madder
            A tutti loro si consiglia di scaricare una SuSE
            9.2 (disonibile gratuitamente dal sito della
            Novell) o una distribuzione simile (non voglio
            iniziare una guerra sulle distro). La Novell è la futura Microsoft, se non ci credete confrontate queste foto e noterete molte cose in comune:Bill Gates i un ufficio Microsoft nel 1983http://www.neowin.net/forum/uploads/post-59416-1105987532.jpghttp://www.neowin.net/forum/uploads/post-59416-1105987549.jpgMiguel De Icaza in un ufficio Novell nel 2005:http://nat.org/camera/img_0890-600x400.jpghttp://nat.org/camera/img_0873-600x400.jpg
      • wowbagger scrive:
        Re: Linux è bello ma c'è un ma...
        - Scritto da: alex++
        Risposta a tutti quelli sopra: a me era sembrato
        ironico ( e mi aveva divertito molto ) . No?Mi sono divertito anch'io.Mi pare un pezzo ironico ed intelligente, ben pensato.Bravo l'autore, non c'entrava una mazza con Nero, ma bravo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...

      (Leggasi parte sul nipote di 2 anni)ROTFL! Mi hai fatto sganasciare! :)
    • lele2 scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      è solo colpa tuadovevi informarti, frequentare le mailing-list i forum cercare con gogleè anche stato detto in tutti i TG, compreso Emilio Fedelo sanno tutti che la 1.0 ha un bacodovevi installare la 1.000000000000.1-00001E' SOLO COLPA TUA!!!!
    • Giambo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      - Scritto da: AnonimoLOL (rotfl) !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è bello ma c'è un ma...
      - Scritto da: Anonimo
      Incuriosito dal tanto parlare di linux su
      punto-informatico sono andato in biblioteca per
      effettuare una ricerca.
      Cercando su un'enciclopedia stampata nel 1986 non
      ho trovato niente. Evidentemente è un sistema
      veramente poco usato e conosciuto nel mondo
      reale.Ehm.....guarda che è nato nel 1991.........Aggiornati un attimino prima di scrivere str......
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è bello ma c'è un ma...
        - Scritto da: Anonimo
        Ehm.....guarda che è nato nel
        1991.........Aggiornati un attimino prima di
        scrivere str......Credo lo sapesse benissimo. Non è per caso che ha scritto "stampata nel 1986".
    • Anonimo scrive:
      MA CI SEI O CI FAI ??!?!?
      "Cercando su un'enciclopedia stampata nel 1986 non ho trovato niente."Perche' alla voce windows cosa trovi?!?!?!ahhahahahahahaahahah Stattente con windows che mi sembri l'utonto medioBill li vuole tutti come te!!!
  • Anonimo scrive:
    ma quale nero
    io sul mio linuz uso "sgarupa-cdrecord-0.02"con un semplice comando "sgarupa-and-burn" mi fa tuttigli mp3 che voglio.@^
  • Anonimo scrive:
    Exact Audio Copy ... quando?
    Se esce Nero ... beh, io aspetto solo EAC ... che batte tutti (tranne i plextools che sicuramente gli devono qualcosa) in quanto a precisione di estrazione audio ... ma purtroppo non esiste nulla di simile in linux! :((anonimo) (cylon) (ghost)
    • Anonimo scrive:
      Re: Exact Audio Copy ... quando?
      cdparanoia ??io personalmente lo trovo ottimo.pero' forse non ho capito cosa tu intendessi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Exact Audio Copy ... quando?
        - Scritto da: Anonimo
        cdparanoia ??

        io personalmente lo trovo ottimo.

        pero' forse non ho capito cosa tu intendessi.Aggiungerei che stando alle opzioni EAC sembrerebbe BASATO su cdparanoia...
      • Anonimo scrive:
        Re: Exact Audio Copy ... quando?
        - Scritto da: Anonimo
        cdparanoia ??

        io personalmente lo trovo ottimo.tu lo troverai ottimo. Anche io lo trovo ottimo, almeno finche' devi fare un mp3 da ascoltare in palestra.Ho personalmente ascoltato su un impianto testato e montato da un audiofilo (un _vero_ audiofilo), un cd originale, una copia con clonecd, una copia con nero e una copia con cdparanoia. masterizzatore plextor (non ricordo quale). Nota bene, mai e poi mai si e' passati per un lossy. Il risultato, per quanto possa sembrarti incredibile (e ti garantisco, lo sembrava anche a me) e' che Nero produceva una autentica _merda_. cdparanoia gia' meglio, ma grossa parte della spazialita' andava a farsi fottere. Il migliore e' clonecd, che produce una copia quasi indistinguibile dall'originale. Questo con buona pace della mia maniacale tendenza a fare backup di tutto... mi ero fatto i rip di tutti i miei album (una 60ina) in wav e masterizzati su dvd dati.... tutta porcheria.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Exact Audio Copy ... quando?
          Mah... Io sono un audiophilo newbie, ma non riesco a capire quale differenza possa esserci in un CD copiato bit per bit rispetto all'originale, non è che nero o clonecd ricampionano il suono, lo copiano in forma binaria. L'unica ipotesi è che il cd destinazione non è di buona qualità e quindi il lettore CD perde qualche informazione ed è costretto a interpolare...Mi piacerebbe fare un test con un impianto audio davvero serio per rendermene conto pure io.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Exact Audio Copy ... quando?
            - Scritto da: TADsince1995

            Mah... Io sono un audiophilo newbie, ma non
            riesco a capire quale differenza possa esserci in
            un CD copiato bit per bit rispetto all'originale,
            non è che nero o clonecd ricampionano il suono,
            lo copiano in forma binaria. L'unica ipotesi è
            che il cd destinazione non è di buona qualità e
            quindi il lettore CD perde qualche informazione
            ed è costretto a interpolare...ce lo siamo chiesti anche noi. Se guardi sulla homepage di cdparanoia ti spiega accuratamente che il ripping e' una operazione assolutamente non deterministica, a causa del filesystem di un cd audio. L'unica spiegazione realistica a questo fatto e' che ciascuno dei tre software innesca procedure di rimaneggiamento durante il ripping per compensare tale effetto. cdparanoia stesso dice che se fai l'md5 di due rip dello stesso pezzo di due estrazioni diverse, non otterrai lo stesso risultato, e che per effettuare un ripping affidabile ripete le letture piu' volte, specie quando c'e' uno scratch. Tuttavia, l'algoritmo usato porta a delle perdite di informazioni che sono vitali per quel "feel" sonoro, e che annientano la spazialita' in particolare, non a livello da inscatolarla tra le casse come mp3, ma abbastanza da farti perdere parte della profondita' e della direzionalita'.Nero, oltre a rovinarti cio' detto sopra, ti rende il suono metallico, secco e pieno di artefatti.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Exact Audio Copy ... quando?

            ce lo siamo chiesti anche noi. Se guardi sulla
            homepage di cdparanoia ti spiega accuratamente
            che il ripping e' una operazione assolutamente
            non deterministica, a causa del filesystem di un
            cd audio. L'unica spiegazione realistica a questo
            fatto e' che ciascuno dei tre software innesca
            procedure di rimaneggiamento durante il ripping
            per compensare tale effetto. cdparanoia stesso
            dice che se fai l'md5 di due rip dello stesso
            pezzo di due estrazioni diverse, non otterrai lo
            stesso risultato, e che per effettuare un ripping
            affidabile ripete le letture piu' volte, specie
            quando c'e' uno scratch. Tuttavia, l'algoritmo
            usato porta a delle perdite di informazioni che
            sono vitali per quel "feel" sonoro, e che
            annientano la spazialita' in particolare, non a
            livello da inscatolarla tra le casse come mp3, ma
            abbastanza da farti perdere parte della
            profondita' e della direzionalita'.
            Nero, oltre a rovinarti cio' detto sopra, ti
            rende il suono metallico, secco e pieno di
            artefatti.Interessante. E quindi come fare per effettuare una estrazione davvero accurata, a costo di farla durare un'ora? E poi masterizzare un CD audio come si deve? C'è qualche guida? Onestamente se mi devo ascoltare le canzonette non me ne frega niente, ma a volte capita per mano qualche bel CD live o di musica classica che mi piacerebbe masterizzare bene in vista del mio futuro acquisto di un lettore cd Cambridge Audio! ;)TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Exact Audio Copy ... quando?
            - Scritto da: TADsince1995
            Interessante. E quindi come fare per effettuare
            una estrazione davvero accurata, a costo di farla
            durare un'ora? E poi masterizzare un CD audio
            come si deve? C'è qualche guida?guarda, purtroppo non ho il tempo ne' l'impianto per approfondire. L'unica cosa che posso consigliarti e': tieniti stretto e ben attento agli originali, e preparati alla ormai prossima strage di fedelta' che va sotto il nome di "vendita di musica online". Piace a troppa gente, da ambo le parti, fuori che agli audiofili, e dato che sono una minoranza se ne possono andare a fanc...
            masterizzare bene in vista del mio futuro
            acquisto di un lettore cd Cambridge Audio! ;)Stai attento. non sono assolutamente un esperto, ma mi fido molto di questa persona. L'audiofilia non la fai con gli impianti iperfighi e ipercostosi, anche e soprattutto perche' non c'e' un impianto che suona bene in assoluto. C'e' un impianto che suona bene _per_te_, e questo lo raggiungi con il minimo di elettronica in mezzo, il massimo di esperimenti, spippolamenti ed esperienza e con una accurata schermatura delle frequenze spurie indotte dal sistema di alimentazione. Alcuni vecchi impianti philips avevano l'interruttore sul pannello collegato all'alimentatore con una corda, in modo da unire la comodita' alla posizione ottimale. Anche cose tipo una guaina di plastica che isoli il case metallico onde evitare che formi una grande spira, o rimuovere il fondo metallico e cambiarlo con uno in legno cambia pesantemente la resa. Ho visto condensatori grossi come pollici messi in serie sulla linea amplificatore-casse fatta con dei cavi _telefonici_ darti un suono che ti accarezza dal gran che e' armonioso. Ti garantisco che pure inserire la spina ruotata di 180 gradi cambia il suono, e non credermi se vuoi ma e' vero, in tre persone lo possiamo sottoscrivere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Exact Audio Copy ... quando?
          Visto che sei un audiofilo backupparo, ti consiglio caldamente di risparmiare il 50% della spesa e usare FLAC.E' un compressore Lossless (ricostruisce bit a bit l'originale) come potrebbe essere winzip, ma riduce molto meglio l'audio.E poi... non è un po' mania? Il cd è audio CAMPIONATO... stai già perdendo qualità rispetto all'originale :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: Exact Audio Copy ... quando?
      - Scritto da: Anonimo
      Se esce Nero ... beh, io aspetto solo EAC ... che
      batte tutti (tranne i plextools che sicuramente
      gli devono qualcosa) in quanto a precisione di
      estrazione audio ... ma purtroppo non esiste
      nulla di simile in linux! :(Veramente nella Suse 9.1 c'e' un software che e' identico a EAC. Addirittura compatta una traccia con lame mentre grabba la successiva! Purtroppo non ricordo il nome, ora sono in ufficio... cmq e' identico!Leto
      • Anonimo scrive:
        Re: Exact Audio Copy ... quando?
        Ma svegliamoci, parliamo di programmi che mi estraggo un mp3 da un cd in poco meno di un minuto...e secondo voicosa sta facendo, estraendo bene, e comprimendo ma non fatemi ridere, sta facendo cagate!usate programmi come grip sotto linux, ci mette un bel pò a farmi un cd, tra l'altro supporta il recupero di titoli etc da database online, ma almeno mi sta facendo un mp3 fatto bene, che se decido di fare a 192Kb sono quelli e sono fissi, e non finti!!
  • Anonimo scrive:
    Closed e commerciale è meglio.
    Closed e commerciale è meglio, lo si vede anche su una piattaforma open source, e lo conferma quanto viene detto al termine dell'articolo:"Nero mette sul piatto della bilancia un'architettura più collaudata e caratteristiche derivate direttamente dalla famosa versione per Windows."
    • Anonimo scrive:
      Re: Closed e commerciale è meglio.
      - Scritto da: Anonimo
      "Nero mette sul piatto della bilancia
      un'architettura più collaudata e caratteristiche
      derivate direttamente dalla famosa versione per
      Windows."Ma come ragioni, è più collaudata perchè su windows ci sta da una vita!!!!Non esiste meglio o peggio di open/closed, ci sono ottimi programmi open/closed e ciofeche open/closed.Il modo in cui licenzi il software non peggiora o migliora mica il codice :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Closed e commerciale è meglio.
      - Scritto da: Anonimo
      Closed e commerciale è meglio, lo si vede anche
      su una piattaforma open source, e lo conferma
      quanto viene detto al termine dell'articolo:

      "Nero mette sul piatto della bilancia
      un'architettura più collaudata e caratteristiche
      derivate direttamente dalla famosa versione per
      Windows."Ok è sempre lui, non so se sei più fesso te ad andare avanti con questa tiritera o noi a risponderti.Penso più noi, perché tu te la ridi di tutti quelli che rispondono prendendoti sul serio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Closed e commerciale è meglio.
        Appunto su windows, linux non è windows, e non usa le stesse librerie, non funzionano allo stesso modo, per fortuna!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Closed e commerciale è meglio.
      - Scritto da: Anonimo
      Closed e commerciale è meglio, lo si vede anche
      su una piattaforma open source, e lo conferma
      quanto viene detto al termine dell'articolo:

      "Nero mette sul piatto della bilancia
      un'architettura più collaudata e caratteristiche
      derivate direttamente dalla famosa versione per
      Windows."Mica perchè è closed! perchè è usato dalla massa.
  • Anonimo scrive:
    Supporta Riscrivibili UDF ?
    Chi si trova a provarlo veda un po'...
  • Anonimo scrive:
    Ma il mercato Linux quanto è grande?
    Qualcuno ha delle cifre decenti? Qualche link che riporti il numero di utenti Linux totali rispetto a quelli Windows?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      1,6% Desktop.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      - Scritto da: Anonimo

      Qualcuno ha delle cifre decenti?
      Qualche link che riporti il numero di
      utenti Linux totali rispetto a quelli Windows?Secondo me possono saperlo solo quelle aziende che distribuiscono i driver sia per linux che per altre piattaforme.Prendi ad esempio Nvidia, in base alle percentuali di download può farsi un'idea.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
        - Scritto da: Anonimo
        Prendi ad esempio Nvidia, in base alle
        percentuali di download può farsi un'idea.Penso non sia una buona idea1) I driver nv generici che trovi già con linux vanno bene per l'uso normale, a chi non interessa l'accelerazione 3D non servono i driver proprietari di nvidia.2) Non tutti usano Nvidia3) C'è una sparuta minoranza che non li userebbe cmq perchè sono proprietari "Nvidia license taints kernel" ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
          - Scritto da: Anonimo
          Penso non sia una buona ideaOk ma io non parlavo di quanti come numero, parlavo di percentuali. Anche le indagini statistiche vengono fatte su campione.Usando ad esempio come campioni gli utilizzatori di Nvidia vedi in percentuale come è distribuito un sistema operativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Ok ma io non parlavo di quanti come numero,
            parlavo di percentuali. Anche le indagini
            statistiche vengono fatte su campione.
            Usando ad esempio come campioni gli utilizzatori
            di Nvidia vedi in percentuale come è distribuito
            un sistema operativo.Aggiungo:tu dirai: però come campione è falsato perché tutti quelli con windows scaricheranno i driver mentre quelli con linux senza bisogno del 3d no.Secondo me fa un po' crea equilibrio il fatto che gli utenti windows hanno già il cd con i driver quando prendono la scheda video e quelli con linux invece devono scaricarlo da internet.Oh magari no, boh in effetti non va bene come statistica.Allora Amen non lo so che percentuale ha linux sui desktop
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Oh magari no, boh in effetti non va bene come
            statistica.
            Allora Amen non lo so che percentuale ha linux
            sui desktopGuarda, secondo me si fa prima con gli accessi internet. Di sicuro chi ha un linux (desktop, almeno) sicuramente su internet ci sta, con gli accessi dei browser ci prendi poco perchè sono svariati (mozilla suite, firefox, konqueror, galeon, epiphany, esci matto)Certo ci sarà qualcuno che nasconde il SO nell'agent, ma penso siano una minoranza molto ristretta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Oh magari no, boh in effetti non va bene come
            statistica.
            Allora Amen non lo so che percentuale ha linux
            sui desktopMamma mia quanto siete CONFUSI!!Utenti Linux CONFUSI!! CONFUSISSIMI!!Figuriamoci se avete mai capito cos'è il sw libero (=na bella fregatura).1. L'insieme degli utenti Linux che scaricano i driver Nvidia NON sono un campione.2. Linux non lo usa praticamente nessuno, basta vedere le statistiche di utilizzo di Google per esempio ( Linux: 1% di utilizzatori nel 2003, se non ricordo male )Linux si usa li' dove non ci sono soldi, addirittura un esperto di software e PA ha affermato, su questi forum, che il motivo per cui -eventualmente- si passera' al software libero, e' la mancanza di soldi da parte delle PA.Linux lo usano anche una manica di fanatici che credono di fare qualcosa di buono e che il pinguino libererà il mondo, sono così preoccupati dalle libertà (degli altri) che vorrebbero imporre solo quello in tutto il mondo ed eliminare qualsiasi altra libertà.Bando alle ciance, per esempio:http://www.cen.uiuc.edu/bstats/latest.htmlBrowser Platforms Browser Platforms Hosts % -------------------------------------------- 1. Windows 2K (NT5) 7192 68.4 2. Windows 805 7.7 3. X11 392 3.7 4. Macintosh 335 3.2 5. Windows NT 58 .6 6. other 1727 16.4
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Browser Platforms Hosts %
            --------------------------------------------
            1. Windows 2K (NT5) 7192 68.4
            2. Windows 805 7.7
            3. X11 392 3.7
            4. Macintosh 335 3.2
            5. Windows NT 58 .6
            6. other 1727 16.4Mi sembra un'ottima percentuale
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            2. Linux non lo usa praticamente nessuno, basta
            vedere le statistiche di utilizzo di Google per
            esempio ( Linux: 1% di utilizzatori nel 2003, se
            non ricordo male )Veramente i dati che *tu* porti lo danno al 3.7, non male considerato che è meglio del Mac.E' una percentuale credibile. Linux non è per tutti e lo si sa.Su Mechano sorvolerei, è un pò troppo a senso unico.Ma poi, nello specifico... mettiti nei panni di quelli di Nero, ormai hanno "colonizzato" l'universo windows. Perchè non prendersi anche quel 3.7?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Figuriamoci se avete mai capito cos'è il sw
            libero (=na bella fregatura).non sparare cazzate io uso linux+kde perchè è tecnicamentesuperiore a quella ciofeca di win.non ho mai (come molti altri ) scelto un OS in base alla libertaqueste sono tutte puttanate.
            2. Linux non lo usa praticamente nessuno, basta
            vedere le statistiche di utilizzo di Google per
            esempio ( Linux: 1% di utilizzatori nel 2003, se
            non ricordo male )MA CHE TROIATE VAI DICENDOlinux sui desktop ha superato 100 milioni (ci sono circa 900 milioni windows oem )
            Linux si usa li' dove non ci sono soldi,si si certo come nodomani mattina preparami il jet privato che vadoa farmi un giretto @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            Non andrebbe bene come statistica per i seguenti motivi:1) Linux è multipiattaforma, ossia lo trovi su piattaforme x86, x86-64 (per intenderci i PC e i vari Athlon 64, Itanium), PowerPC, ARM, MIPS, DEC VAX, SGI e sicuramente ne dimentico tantissimi;2) Linux ha quote di mercato molto più ampie nel settore del supercomputing e dei server che in quello desktop (nei primi due settori avere una scheda video è del tutto inpensabile);3) Il 3D su Linux (come già accennato da altri) è un fronzolo. Se c'è bene, se non c'è non fa nulla. Benchè sia possibile, non sono in molti quelli che giocano su Linux. Io personalmente ritengo che allo scopo sia molto più adatta una console anche rispetto a windows.L'unico tipo di stima che potrebbe avere un senso è quella basata sulle navigazioni (a cui ho accennato qualche risposta più sotto), e queste danno una diffusione intorno all'8-9% ma comunque anche questo tipo di statistica non può essere ritenuta attendibile perché esclude tutte le piattaforme di cui al punto 2.Alex++
          • Anonimo scrive:
            a me linux serve per il cad

            3) Il 3D su Linux (come già accennato da altri) è
            un fronzolo. Se c'è bene, se non c'è non fa
            nulla. Nella mia azienda è indispensabile il 3D su Linux, senno' Pro/ENGINEER (www.ptc.com) gira male.E non vedo perché doveri usarlo con Windows quando le prestazioni di quel programma (si parla di un CAD) sono _molto_ superiori con linux. A detta anche di chi vende il programma.saluti pacifici a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Penso non sia una buona idea

            Ok ma io non parlavo di quanti come numero,
            parlavo di percentuali. Anche le indagini
            statistiche vengono fatte su campione.
            Usando ad esempio come campioni gli utilizzatori
            di Nvidia vedi in percentuale come è distribuito
            un sistema operativo.Semplice: gli utilizzatori di Nvidia non sono un campione. ( Vedi Legge di Poissons etc ).
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
            - Scritto da: Anonimo
            Semplice: gli utilizzatori di Nvidia non sono un
            campione. ( Vedi Legge di Poissons etc ).si si ho già scritto sotto che ho rivisto la mia opinione.Dopo guardo anche la Legge di Poissons
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      http://openskills.info/infobox.php?ID=36Non so di quando è l'articolo (mi sembra un po' vecchiotto), ma il contenuto resta comunque valido.Fare stime sulla diffusione di Linux, non essendoci dati di vendita è sicuramente un azzardato.L'unico tipo di stima vagamente attendibile potrebbe essere fatta sulla base degli accessi ad internet (tra le tante informazioni che viaggiano quando si naviga c'è l'user agent che contiene informazioni sul browser e sul sistema della piattaforma che si sta usando). Ma anche qui non si avrebbe una misura certa. Prendi per esempio tutte quelle persone che hanno due OS installati sullo stesso PC.
      • Anonimo scrive:
        Re:Ma il mercato Linux quanto è piccolo?
        - Scritto da: alex++
        Fare stime sulla diffusione di Linux, nonDi quale Linux parli, di questo?http://snipurl.com/dfdkSe riesci a scorporare il prezzo dal detersivo:http://snipurl.com/dfdlhttp://snipurl.com/dfdn
        essendoci dati di vendita è sicuramente un
        azzardato.Grandissima osservazione.In realtà il mercato di Linux non esiste ( mercato è il luogo in cui domanda e offerta si incontrano e determinano il prezzo del bene ).Esiste un mercato di gente che tira a campare, che installa "software libero" scaricato dalla rete o "comprato" in edicola, oppure personaggi dotati di "entratura" ( amico, conoscenze, il futuro suocero, etc ) in azienda pubblica o privata danarosa, che riescono a vendere Linux, ma se vendessero patate al chilo non cambierebbe molto.Non cambierebbe molto perche' probabilmente il computer non serve a niente se non per scrivere qualche file di testo, fare telnet su qualche server closed source vero Unix, rivendere al cliente i propri consulenti di software libero in body rental ( fatturati molte centinaia di euro al giorno ma pagati un inezia, ma loro non lo sanno ), son tutte scuse e pretesti, quando hanno veramente bisogno usano altro, spesso è solo una questione coreografica, hanno bisogno anche loro del computer perchè fa figo, e dato che ci sono soldi da spenderli, spendiamoli ( aumma aumma ).Linux è uno stratagemma da sistemisti o trafficoni per entrare in un'azienda, è facile: si accusa il sw propietario e i programmatori professionisti delle cose più brutte del mondo, e si instaura la dittatura del software libero, un gigantesco e globale work in progress, una volta conquistato il potere ( ufficio acquisto / ufficio personale flessibile in affitto ) non ha più importanza la piattaforma e si munge la vacca finchè fa latte, quando finisce il latte fuggono e cercano un'altra vacca da mungere che abbocca al tranello.Come vedi, non c'è nessun mercato, c'è l'antitesi del mercato, c'è solo un paradossale meccanismo ideologico ( pieno di contraddizioni tra l'altro ), tanta propaganda e ammiccamenti politici.E' tutta una faccenda di potere, e' una "cosa loro", sì, il denaro passa, ma per altri motivi.
        • Anonimo scrive:
          Re:Ma il mercato Linux quanto è piccolo?
          - Scritto da: Anonimo
          In realtà il mercato di Linux non esiste (
          mercato è il luogo in cui domanda e offerta si
          incontrano e determinano il prezzo del bene ).Io voglio un SO server, la Red Hat me lo vende, io lo compro.Intendevi questo?
          Esiste un mercato di gente che tira a campare,
          che installa "software libero" scaricato dalla
          rete o "comprato" in edicola, oppure personaggi
          dotati di "entratura" ( amico, conoscenze, il
          futuro suocero, etc ) in azienda pubblica o
          privata danarosa, che riescono a vendere Linux,
          ma se vendessero patate al chilo non cambierebbe
          molto.Verissimo. Così come esistono cacciavitari che tirano a campare disinstallando virus e spyware e reinstallando windows.
          Non cambierebbe molto perche' probabilmente il
          computer non serve a niente se non per scrivere
          qualche file di testo, fare telnet su qualche
          server closed source vero Unix, rivendere al
          cliente i propri consulenti di software libero in
          body rentalQuindi MS Office non serve ad una cippa? Sono soldi buttati?
          Linux è uno stratagemma da sistemisti o
          trafficoni per entrare in un'azienda, è facile:
          si accusa il sw propietario e i programmatori
          professionisti delle cose più brutte del mondo, e
          si instaura la dittatura del software liberoAHAHAHA ROTFL per caso ti sei letto il Capitale al posto della GPL?
          Come vedi, non c'è nessun mercatoNo, non vedo. Leggo, un sacco di sciocchezze. Ma è normale, stiamo su Asilo Informatico
        • Anonimo scrive:
          Re:Ma il mercato Linux quanto è piccolo?
          - Scritto da: Anonimo
          Esiste un mercato di gente che tira a campare,
          che installa "software libero" scaricato dalla
          rete o "comprato" in edicola, oppure personaggi
          dotati di "entratura" il tipico MCVP targato microsoftfino a 2 anni fa faceva la stessa identica cosa....gestionali vb per le PA.anche i pinguini sanno metterlo nel culo quando serve:D
    • Madder scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      Sicuramente non è così vasto come quello di windows. È un dato di fatto. Probabilmente però è un mercato dove c'è ancora potenziale di espansione che non altri mercati, ormai saturi. Alla ahead avranno fatto il loro calcolo tra lo sforzo di far funzionare le loro api anche sotto linux (forse minimo) e la possibilità che in futuro il mercato cresca. Il risultato lo si vede. Anyway... questa è solo un'opinione, avere dati reali di utilizzo è sicuramente complicato, anche visti i canali di distribuzione di linux. Madder
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      - Scritto da: Anonimo

      Qualcuno ha delle cifre decenti?
      Qualche link che riporti il numero di
      utenti Linux totali rispetto a quelli Windows?Impossibile fare statistiche, dato che linux non va nè comprato nè registrato.Ma cominciano ad esserci installazioni di massa, soprattutto presso istituzioni e governi (ad es. in Extremadura in spagna, e mi pare anche in altre regioni... e parliamo di centinaia di migliaia di utenti). Difficile che le aziende lo ignorino a lungo :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma il mercato Linux quanto è grande?
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno ha delle cifre decenti?
      Qualche link che riporti il numero di
      utenti Linux totali rispetto a quelli Windows?Verso la fine trovi quello che cerchihttp://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.aspTieni comunque conto che considera solo gli utenti che usano bene o male il web.Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    e ora sono cazzi
    hahaha finalmente le software house iniziano a portarei loro softwares su linux yeahh :D
    • TADsince1995 scrive:
      Re: e ora sono cazzi
      - Scritto da: Anonimo
      hahaha finalmente le software house iniziano a
      portare
      i loro softwares su linux yeahh :DCaso esemplare questo del nero, io spero solo che non sia un episodio isolato, però in effetti se altre case storiche che hanno fatto la fortuna di Windows, tipo Macromedia e Adobe, portassero i loro software su linux...Tempi duri per Redmond. ;) (linux)TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: e ora sono cazzi
        Nero è un software obsoleto ancora prima di entrare...!esiste un software K3B, ha più funzioni di nero, funziona meglio, non brucia mai un cd/Dvd e supporta tutti i metodi di scrittura nativamente, al contrario di nero!Due nero usa delle librerie talmente vecchie che le usava mio nonno in guerra!!!
        • TADsince1995 scrive:
          Re: e ora sono cazzi
          - Scritto da: Anonimo
          Nero è un software obsoleto ancora prima di
          entrare...!
          esiste un software K3B, ha più funzioni di nero,
          funziona meglio, non brucia mai un cd/Dvd e
          supporta tutti i metodi di scrittura nativamente,
          al contrario di nero!

          Due nero usa delle librerie talmente vecchie che
          le usava mio nonno in guerra!!!Io finora ho usato XCDRoast, funziona bene ma è un po' spartano... In compenso non mi ha mai e dico MAI bruciato un Cd.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: e ora sono cazzi
        - Scritto da: TADsince1995

        - Scritto da: Anonimo

        hahaha finalmente le software house iniziano a

        portare

        i loro softwares su linux yeahh :D

        Caso esemplare questo del nero, io spero solo che
        non sia un episodio isolato, però in effetti se
        altre case storiche che hanno fatto la fortuna di
        Windows, tipo Macromedia e Adobe, portassero i
        loro software su linux...

        Tempi duri per Redmond. ;) (linux)

        TADCorel ci provo nel 2001 come ultima spiaggia... e da allora spiròora tocca al nero
        • Anonimo scrive:
          Re: e ora sono cazzi
          - Scritto da: Anonimo
          Corel ci provo nel 2001 come ultima spiaggia... e
          da allora spirò

          ora tocca al nerocorel faceva un prodotto di merda, ahead no.(c64)
        • Anonimo scrive:
          Re: e ora sono cazzi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: TADsince1995



          - Scritto da: Anonimo


          hahaha finalmente le software house iniziano a


          portare


          i loro softwares su linux yeahh :D



          Caso esemplare questo del nero, io spero solo
          che

          non sia un episodio isolato, però in effetti se

          altre case storiche che hanno fatto la fortuna
          di

          Windows, tipo Macromedia e Adobe, portassero i

          loro software su linux...



          Tempi duri per Redmond. ;) (linux)



          TAD

          Corel ci provo nel 2001 come ultima spiaggia... e
          da allora spirò

          ora tocca al neromah , veramente Corel ha abbandonato la piattaforma Linux dopo che M$ è diventata sua azionista... che vuoi, sarà uno di quei tanti casi strani e inspiegabili...
    • pippo75 scrive:
      Re: e ora sono cazzi
      - Scritto da: Anonimo
      hahaha finalmente le software house iniziano a
      portare
      i loro softwares su linux yeahh :Dla notizia mi sembra ottima, bisogna vedere se riescono a vendere oppure no.il dato che decidera il futuro sara' il valore fatturato, con windows grazie alle versioni oem, sembrano che campino bene.
  • pinguinello scrive:
    Interessante ma tardivo
    Adesso i programmi per masterizzare (o meglio interfacce per cdrecord e affini) sotto linux ce n'è a bizzeffe, e molto validi.Magari un paio d'anni fa.......ma oggi non credo che ce ne sia bisogno!
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante ma tardivo
      - Scritto da: pinguinello
      Adesso i programmi per masterizzare (o meglio
      interfacce per cdrecord e affini) sotto linux ce
      n'è a bizzeffe, e molto validi.A parte k3b non ne vedo di molto validiXcdroast a me non piace molto, gli mancano parecchie funzionalita'
      • Anonimo scrive:
        Re: Interessante ma tardivo
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: pinguinello

        Adesso i programmi per masterizzare (o meglio

        interfacce per cdrecord e affini) sotto linux ce

        n'è a bizzeffe, e molto validi.

        A parte k3b non ne vedo di molto validik3b basta e avanza perchè è meglio di Nero, sia come interfaccia che funzionalità, ma poi forse ignori che esiste una popolazione che si trova a suo agio con al riga di comando, che sa essere assai più potente della GUI
        • Anonimo scrive:
          Re: Interessante ma tardivo
          Sai, mi dispiace che intorno a linux ci sia sempre questo "celodurismo"... è inutile, e stupido.. e lo dico da utente affezionato. Fosse per quelli come te, saremmo ancora alla slack a floppy...- Scritto da: Anonimo

          A parte k3b non ne vedo di molto validi
          k3b basta e avanza perchè è meglio di Nero1) Non tutti usano kde, e quindi k3b. Usare app di kde sotto altri wm fa molto "a finger in the ass" tanto per essere espliciti.2) Che ne sai che è migliore? L'hai già visto?3) Cmq sia, sono gusti. O vale solo per vim VS emacs?
          ma poi forse
          ignori che esiste una popolazione che si trova a
          suo agio con al riga di comando, che sa essere
          assai più potente della GUITu invece ignori che magari io vorrei farmi un cd-rw con un centinaio e più di mp3, che cazzo tutti a riga di comando? Non scrivo un comando, scrivo un poema!!!Ripeto, i "celoduristi" di linux non li sopporto, non so se siete peggio voi o gli utonti windows.
          • KrecKer scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Sono d'accordo col filo del discorso, comunque a linea di comando con le espressioni regolari non credo ci siano problami a selezionare un centinaio di mp3.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: KrecKer
            Sono d'accordo col filo del discorso, comunque a
            linea di comando con le espressioni regolari non
            credo ci siano problami a selezionare un
            centinaio di mp3.Si, per carita' tutto si può fare. Al limite credo sia più comodo usare qualche riga di codice con python o perl per questo, però trovo un attimo più comodo usare un' interfaccia piuttosto che programmarci su.
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Personalmente per masterizzare e verificare le 9 immagini iso della Fedora Core 3 ho trovato molto più semplice e pratico usare la seguente riga:for i in *.iso ; do cdrecord -dao dev=/dev/sr0 driveropts=burnfree $i ; md5sum /dev/sr0

            iso.md5 ; eject /dev/sr0 ; beep ; sleep 15 ; doneSarà un po' lunghetta (per chi usa poco bash) ma in un oretta circa ho masterizzato e verificato 9 cd limitandomi a inserire i cd vuoti quando venivano espulsi quelli pieni.Poi normalmente anch'io preferisco di gran lunga utilizzare una bella GUI (non per niente uso KDE), ma di tanto in tanto non mi dispiace automatizzare le operazioni tramite console.Alex++
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: alex++
            usare la seguente riga:
            for i in *.iso ; do cdrecord -dao dev=/dev/sr0
            driveropts=burnfree $i ; md5sum /dev/sr0


            iso.md5 ; eject /dev/sr0 ; beep ; sleep 15 ; done:| che casso hai scritto ......hehhehe scherzo anchio ogni tanto mi diverto a scrivere poemicon la console per esempio devo costruire una shellcodeparticolare per usi privati:objdump -d a.out | egrep -A 19 "^08048334
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Fiù! Per un attimo ho temuto di aver scritto, data l'ora tarda, qualche oscenità e non essermene reso conto.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo
            Tu invece ignori che magari io vorrei farmi un
            cd-rw con un centinaio e più di mp3, che cazzo
            tutti a riga di comando? Non scrivo un comando,
            scrivo un poema!!!Copi tutti gli mp3 in una directory, supponiamo che si chiami, che so, urbani (non c'è alcuna allusione, so che tu non scaricheresti mai qualcosa di illegale). Poi dai questo comando:mkisofs -r -J urbani |cdrecord fs=6m -m -(supponendo che in /etc/default/cdrecord sia stata impostato il parametro CDR_DEVICE per individuare il masterizzatore)Per la spiegazione vedi i manuali di cdrecord ed mkisofs (sono molto esaurienti)
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo


            Ripeto, i "celoduristi" di linux non li sopporto,
            non so se siete peggio voi o gli utonti windows.A me sembra che gli utenti linux stanno diventando peggio di quelli di windows.... Ma insomma un po' di tolleranza!! ... secondo le tue filosofie bisogna farli fuori tutti quelli che non condividono il tuo pensiero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo
            A me sembra che gli utenti linux stanno
            diventando peggio di quelli di windows....dimentichi i makkari quelli ti triturano i maronicon il loro tiger :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo

            Ripeto, i "celoduristi" di linux non li
            sopporto,

            non so se siete peggio voi o gli utonti windows.

            A me sembra che gli utenti linux stanno
            diventando peggio di quelli di windows....
            Ma insomma un po' di tolleranza!! ... secondo le
            tue filosofie bisogna farli fuori tutti quelli
            che non condividono il tuo pensiero ?Veramente è il contrario! E' lui che non ammette che non si possa usare una GUI. Per me lui può usare quello che gli pare
          • wowbagger scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo
            Ripeto, i "celoduristi" di linux non li sopporto,
            non so se siete peggio voi o gli utonti windows.Mah! Non è una questione di essere o meno celoduristi: è che ci sono volte che la linea di comando è tanto più efficace e veloce della GUI. Scrivere "cdrdao copy" per copiare un CD è, sinceramente, piuttosto facile e veloce.Poi, cento o mille mp3 che siano, con l'uso appunto delle espressioni regolari puoi gestire la situazione da linea di comando o da GUI, a seconda di come ti sei organizzato prima. Potrebbe essere meglio un metodo o l'altro, tutto dipende da come e dove sono salvati i file.Comunque sa, non è che usare la linea di comando sia essere dei gran celoduristi: è solo una questione di abitudine. Da un certo punto di vista, anzi, la linea di comando rispetto alla GUI è anche più comoda: con la linea di comando dai ordini alla macchina, con la GUI invece le cose te le devi fare a mano. Quest'ultimo non è sempre l'approccio migliore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Innanzitutto sono d'accordo, e vedere che produttori di SW iniziano a interessarsi al pinguino non può che essere una buona notizia, a prescindere da quanto si senta la mancanza di un programma di masterizzazione.E poi questo Nerolinux si propone come un'alternativa a cdrecord, non come una sua interfaccia grafica, a quel che si legge.

            ma poi forse

            ignori che esiste una popolazione che si trova

            a

            suo agio con al riga di comando, che sa essere

            assai più potente della GUI

            Tu invece ignori che magari io vorrei farmi un
            cd-rw con un centinaio e più di mp3, che cazzo
            tutti a riga di comando? Non scrivo un comando,
            scrivo un poema!!!

            Ripeto, i "celoduristi" di linux non li sopporto,
            non so se siete peggio voi o gli utonti windows.Sono d'accordo con te, i "fanatici" sono più una rovina che un punto di forza, per Linux..Detto questo ti dico che io, a parte qualche CD masterizzato con gcombust, che alla fine ti dice che riga di comando genera, masterizzo da anni _solo_ a riga di comando, e mi ci trovo benissimo. Certo, mi sono fatto un piccolo script per evitare di dover ricordare sempre a memoria le opzioni (ma sarebbe bastato un alias) ma in questo modo ho una flessibilità senza pari. La cosa simpatica è che uso Midnight commander come interfaccia grafica per creare i miei CD, facendo una directory di Link simbolici e masterizzando con le giuste opzioni.Ciao. _Antonio_
      • pinguinello scrive:
        Re: Interessante ma tardivo
        Comunque è un buon segno che le software house blasonate si comincino ad interessare con prodotti seri a linux! (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: Interessante ma tardivo
          infatti.... questo nero è in effetti abbastanza inutile.... ma forse dovremmo mostrare una opportunistica apertura verso queste prime applicazioni "commerciali" in modo da mostrare che il mercato c'è e che non siamo linux-talebani che o è open o non lo vogliamo....Scaricarlo a quanto pare non costa nulla....poi forse continueremo ad utilizzare un k3b magari pure migliore....
          • matteo.moro scrive:
            Re: Interessante ma tardivo


            Scaricarlo a quanto pare non costa nulla
            Scaricarlo costa quanto una licenza retail di Nero per Windows. Spesso, negli articoli, bisognerebbe sostituire "gratis" con "compreso nel prezzo". Cmq mi chiedo perchè non sia in vendita separatamente. Se uno vuole un programma per linux, non vedo un valido motivo di complicargli la vita facendogli comprare la versione per un altro sistema, registrarla, e poter accedere al download di quello che voleva. Mah, misteri del marketing.ciao.Matteohttp://www.matteomoro.net
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: matteo.moro



            Scaricarlo a quanto pare non costa nulla


            Scaricarlo costa quanto una licenza retail di
            Nero per Windows. Spesso, negli articoli,
            bisognerebbe sostituire "gratis" con "compreso
            nel prezzo". Cmq mi chiedo perchè non sia in
            vendita separatamente. Si be' diciamo che con quest'offerta è come comprare un programma e avere sia la versione windows che quella linux.Per esempio se Adobe uscisse con Photoshop per Linux potrebbe mettere la versione gratuita a quelli che hanno già una licenza windows.Se succedesse penso che ci sarebbe una forte migrazione.Ma perché queste aziende tipo Adobe, Macromedia, ATI, NVIDIA, HP/compaq, IBM, Wacom, Logitech EA ecc... non fanno un bel cartello insieme per boicottare microsoft e far uscire di colpo con tutto e solo per linux?Darebbe nuova linfa a un mercato saturo, un sacco di aziende e di home user rinnoverebbero software e macchine.Perché? PERCHE'? Non lo fanno???Perché non mi fanno vedere un utente Windows chiedere: "scusate sapete dove posso trovare uno scanner funzionante su longhorn? Sul sito microsoft ci sono solo driver di scanner obsoleti"Oppure sentire un ragazzino dire:"Ah ma perché dovrei passare a windows? Su linux ho tutti i giochi che voglio, su windows non ce n'è manco uno a parte il solitario e campo minato!"Oppure:"ragazzi non riesco a trovare un notebook con windows preinstallato, non sapete dove posso trovarne? Ho cercato ovunque ma niente..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo

            Ma perché queste aziende tipo Adobe, Macromedia,
            ATI, NVIDIA, HP/compaq, IBM, Wacom, Logitech EA
            ecc... non fanno un bel cartello insieme per
            boicottare microsoft e far uscire di colpo con
            tutto e solo per linux?
            Darebbe nuova linfa a un mercato saturo, un sacco
            di aziende e di home user rinnoverebbero software
            e macchine.
            Perché? PERCHE'? Non lo fanno???I casi sono due:1) amano Microsoft2 ) vogliono vendereSe vuoi proponi un referendum
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: matteo.moro





            Scaricarlo a quanto pare non costa nulla




            Scaricarlo costa quanto una licenza retail di

            Nero per Windows. Spesso, negli articoli,

            bisognerebbe sostituire "gratis" con "compreso

            nel prezzo". Cmq mi chiedo perchè non sia in

            vendita separatamente.

            Si be' diciamo che con quest'offerta è come
            comprare un programma e avere sia la versione
            windows che quella linux.
            Per esempio se Adobe uscisse con Photoshop per
            Linux potrebbe mettere la versione gratuita a
            quelli che hanno già una licenza windows.
            Se succedesse penso che ci sarebbe una forte
            migrazione.

            Ma perché queste aziende tipo Adobe, Macromedia,
            ATI, NVIDIA, HP/compaq, IBM, Wacom, Logitech EA
            ecc... non fanno un bel cartello insieme per
            boicottare microsoft e far uscire di colpo con
            tutto e solo per linux?
            Darebbe nuova linfa a un mercato saturo, un sacco
            di aziende e di home user rinnoverebbero software
            e macchine.
            Perché? PERCHE'? Non lo fanno???
            Perché non mi fanno vedere un utente Windows
            chiedere: "scusate sapete dove posso trovare uno
            scanner funzionante su longhorn? Sul sito
            microsoft ci sono solo driver di scanner
            obsoleti"

            Oppure sentire un ragazzino dire:
            "Ah ma perché dovrei passare a windows? Su linux
            ho tutti i giochi che voglio, su windows non ce
            n'è manco uno a parte il solitario e campo
            minato!"

            Oppure:
            "ragazzi non riesco a trovare un notebook con
            windows preinstallato, non sapete dove posso
            trovarne? Ho cercato ovunque ma niente..."Al momento è il contrario eheh
          • dendra75 scrive:
            non hanno le palle per investire su lin
            Non succede perchè purtroppo sono poche le aziende che hanno davvero le palle per investire sul pinguino, e ahimè per farlo nel settore desktop ci vogliono eccome. Questo perchè non c'è ancora quella semplicità di utilizzo che hanno invece gli altri OS, ad esempio l'odiato windows. Che piaccia o no è quello che la massa vuole. Ma che fine hanno fatto quei pc (un milione dovevano essere?) prodotto da IBM con una versione di Linux sviluppata da Sun preinstallata? Dimostrazione che non hanno coraggio a sufficienza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Infatti.L'ho scaricato (per l'appunto non costa nulla se hai un nero 6 retail), l'ho provato e l'ho tolto.Non fraintendetemi non l'ho tolto per partito preso.L'ho provato, ho visto che l'interfaccia non è granché, l'estetica è anche peggio, non si integra molto bene col sistema e non mi offre molto più di quello che mi offre k3b e quindi non avevo motivi sufficienti per sostituire k3b.Sono comunque convinto che sia una cosa positiva. Già da qualche tempo le software house si sono accorte dell'esistenza di Linux e il fatto che per questa piattaforma venga rilasciato software che prima era presente solo per piattaforme Windows, è indice che qualcosa, anche se lentamente, sta cambiando. Ahead, ATI o Adobe (tanto per citarne alcune) non sviluppano certo per beneficenza o perché siano dei fan sfegatati del pinguino. Viceversa se fiutano nel medio-lungo termine la possibilità di entrare a far parte di un nuovo mercato sicuramente non si lasciano sfuggire l'occasione. Certo nel caso di Nero mi sembra che come ingresso sia un po' tardivo, e comunque quello che ho visto mi sembra più un tentativo, che un reale sviluppo. Sicuramente è un inizio e non una fine.Alex++
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: alex++
            L'ho provato, ho visto che l'interfaccia non è
            granché, l'estetica è anche peggio, non si
            integra molto bene col sistema e non mi offre
            molto più di quello che mi offre k3b e quindi non
            avevo motivi sufficienti per sostituire k3b.Anch'io l'ho provato e su 5 CD 1 l'ha bruciato :-( (non ricordo quando sia successa l'ultima volta con cdrecord).L'interfaccia grafica e' praticamente Gnome Toaster (quindi le vecchie GTK1) e da questo punto di vista non vale la pena commentare...la buona notizia e' il porting delle NeroAPI ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            Woohoow :-|Io l'ultima volta che ho bruciato un CD è stato perché è mancata la corrente (e ancora non avevo l'UPS).Come si fa? Come si fa? Come si fa? :'-(Scherzo. Buona notte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: alex++
            Come si fa? Come si fa? Come si fa? :'-(Boh!Al 20% e mi ha sputato il CD accompagnandolo con un messaggio di errore :-(
            Scherzo. Buona notte.'Notte :-)
      • BSD_like scrive:
        Re: Interessante ma tardivo
        Quali sarebbero le funzionalità che mancano a Xcdroast?Da quando in qua K3b e altri, compreso Nero (avverto che sono rimasto a quando lo spulciai 6 anni fà presso il computer di un amico), possono masterizzare CD per macchine Sparc?
        • Anonimo scrive:
          Re: Interessante ma tardivo
          per masterizzare una iso con xcdroast devo necessariamente spostarla nella cartella /tmp ti sembra possibile ??
          • Anonimo scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            - Scritto da: Anonimo
            per masterizzare una iso con xcdroast devo
            necessariamente spostarla nella cartella /tmp

            ti sembra possibile ??con k3b ci masterizzo i paccozzi di divx in scilotezzayeahh :D
          • BSD_like scrive:
            Re: Interessante ma tardivo
            No, infatti è (per quel che conosco/uso) impossibile.Non ho mai avuto bisogno di spostare l'iso.Ri-Controlla per favore la configurazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante ma tardivo
      non é tardi , nero farà la su parte eccome
      • Anonimo scrive:
        Re: Interessante ma tardivo
        - Scritto da: Anonimo
        non é tardi , nero farà la su parte eccomeNon in questa forma, di sicuro: un programma che ha una percentuale infima delle funzioni dei tool già diffusi su Linux, e pure della versione per Windows (verificare, prima di parlare: NeroLinux fa poco e nulla). E che in più è stato chiaramente sviluppato anni fa (forse un esperimento di ahead?), con interfaccia antica (e orrenda), e che tra l'altro sembra presa pari pari da gnome-cdroaster (un vecchio programma per linux... ma forse all'epoca anche lui si era ispirato a qualche vecchia versioe di Nero, chissa').Vedremo, se cominceranno a "regalare" NeroLinux con i masterizzatori (regalare per modo di dire, le OEM si pagano).Vedremo, se la gente pagherà per un programma che fa meno cose di quelle che fanno i programmi gratuiti (e liberi).Per gnome c'e' già gnome-baker, e a breve pure Coaster, quindi niente messaggi "ma k3b è per kde..." e chi se ne frega? Io uso gnome, e sinceramente preferisco un'app kde di una gtk1.x...
        • Anonimo scrive:
          Re: Interessante ma tardivo
          - Scritto da: Anonimo

          Per gnome c'e' già gnome-baker, e a breve pure
          Coaster,Mi-Ti-Co era proprio quello che cercavo!!!e ci sono pure già i pacchetti debian...Cmq sto nero per Linux a me fa un po' ridere, e poi ora co' sti brevetti software che sono quasi passati, probabilmente si preparano allo scontro legale contro gli altri burner liberi che d'ora in avanti saranno concorrenti sleali che non hanno pagato royalties
  • Anonimo scrive:
    Ottimo... e ora...
    Mi piacerebbe vederlo in vendita nelle edicole (dopotutto ci trovi anche il nero per win!) invece di trovare l'ennesima ubuntu-fedora-mandrake.K3b è ottimo, ma non tutti usano kde...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo... e ora...
      - Scritto da: Anonimo
      Mi piacerebbe vederlo in vendita nelle edicole
      (dopotutto ci trovi anche il nero per win!)
      invece di trovare l'ennesima
      ubuntu-fedora-mandrake.

      K3b è ottimo, ma non tutti usano kde...Aggiungo ad un costo PROLETARIO diciamo 2/3?
Chiudi i commenti