Videogiochi? Studenti motivati

Questa l'opinione di un terzo degli insegnanti scolastici d'Inghilterra e Galles, che usano alcuni videogiochi come strumento didattico. Electronic Arts si frega le mani e istruisce gli studenti


Londra – I ricercatori del NESTA Futurelab , in collaborazione con Electronic Arts , hanno reso noti i primi risultati di uno studio sull’ uso dei videogiochi come strumento di supporto alla didattica scolastica tradizionale. Il 59% dei 1000 insegnanti coinvolti è favorevole all’uso di software ludici sui banchi di scuola, mentre un terzo dei partecipanti è addirittura entusiasta delle proprietà motivazionali di certi giochi.

Secondo il rapporto sulla prima fase della ricerca Teaching with Games , pubblicato da BBC , la maggioranza degli insegnanti britannici usa da tempo videogiochi e software interattivi, spesso impiegati come supporto per lezioni tradizionali. Molti docenti sembrano addirittura avere idee ben precise sugli effetti benefici legati all’uso dei giochi digitali: il 91% pensa che i videogiochi possano sviluppare abilità motorie e cognitive, mentre il 60% crede che abbiano una qualche influenza sulla formazione culturale ed intellettuale degli studenti.

L’ edutainment , il software ludico preso in prestito dagli operatori della formazione scolastica, gode già del supporto di alcuni accademici britannici. Angela McFarlane, professoressa dell’ Università di Bristol coinvolta nella ricerca, indica nei videogiochi un ottimo esercizio per allenare il cervello alla soluzione di problemi complessi. Per videogioco, in questo caso, si intende qualsiasi programma dotato di una interfaccia interattiva e di un sistema di regole ben definite: dal semplice quiz fino alla simulazione tridimensionale.

Ma prima di giungere a prese di posizione definitive, che smentirebbero di fatto i numerosi studi sugli effetti antisociali dei videogiochi più violenti, McFarlane invita comunque alla prudenza: “Ci sono certamente molti vantaggi nell’uso di videogiochi interattivi in classe”, sostiene, “anche se abbiamo bisogno di ulteriori analisi approfondite per capire esattamente come, quando e soprattutto cosa utilizzare per avere vantaggi oggettivi”.

Niente di nuovo: alcuni videogiochi fanno bene ed altri, invece, fanno male. Tutto sta nel dividere la farina dalla crusca. Ed è qui che entrano in gioco gli interessi economici di Electronic Arts, azienda che detiene una posizione dominante sulla produzione e la distribuzione globale di software videoludico e che è impegnata direttamente nel mondo scolastico.

La prossima fase dell’indagine, che mira a coinvolgere tutto il territorio europeo, studierà in maniera approfondita l’uso di tre titoli commerciali di successo (The Sims 2, Roller Coaster Tycoon 3 e Knights of Honor) all’interno delle aule. Selezionati in base ai criteri stilati dai responsabili di Teaching with Games , i tre giochi permettono di allenare doti sociali, gestionali e strategiche. Claus Due, responsabile per il marketing di EA, è entusiasta e pensa che “il settore dell’educazione e l’industria videoludica” debbano essere sempre “più vicine per raggiungere l’obiettivo di una migliore qualità dell’insegnamento”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Cam di strada dirottate.....
    Si Cam di strada dirottate a vedere le donnine che si spogliano ! Ma che bravi, almeno spero si siano messi a filmare le cinquantenni ! (anonimo)
  • abbasso scrive:
    Omicidio all'arma bianca...
    ...incolpato il produttore di coltelli.
  • AnyFile scrive:
    e sarebbero pene pesanti?
    E queste sarebbero pene pesanti????Ma se in Italia dai dello st***o a qualcuno perche' ti ha tirato un pugno in pancia rischi di finire in galera per molto piu' rempo (tra l'altro se l'ingiuria si trasforma in vilipendio e' pure perseguibile d'uffcio, mentre quello che ti ha tirato il pugno in pancia va in giro liberamente senza il minimo problema).
  • Ubu re scrive:
    Ho i link della donna in salotto!!!
    http://www.punto-latelecamera.itSiete solo dei curiosi maniaci e pervertiti e sessomani :@ Ora basta scherzi, qui ho le foto di puffetta nuda!!!http://www.noipuffisiamcosi.ite per le signore : AVVELENATO NUDOhttp://www.fenice.info/x-files/pix/spennato.gife ora basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho i link della donna in salotto!!!
      - Scritto da: Ubu re


      http://www.punto-latelecamera.it



      Siete solo dei curiosi maniaci e pervertiti e
      sessomani :@




      Ora basta scherzi, qui ho le foto di puffetta
      nuda!!!

      http://www.noipuffisiamcosi.it
      potevi almeno linkare la tua famiglia e non la mia:@ puffa!!
      e per le signore : AVVELENATO NUDO

      http://www.fenice.info/x-files/pix/spennato.gif


      e ora basta.
  • puffetta scrive:
    GUARDONI DENTRO
    Sarà anche un episodio che riguarda gli addetti ai lavori che hanno approfittato perchè sono guardoni fuori, ma dentro? per esempio guardiamo l'italia, dove il potere corrotto dà spesso cattivo esempio e la giustizia è morta, cosa succederebbe?:s Se penso che ad un Tanzi ed un Cragnotti non hanno fatto niente e i banchieri, dirigenti e direttori conniventi tranquillamente si mantengo i loro incarichi....Se penso che a un Fiorani daranno la medaglia e che lega, pds, cdl e altri si litigano senza senso per un posto al sole, come certe mignotte....Se penso che è più grave rubare un dvx o un mp3 in p2p che rubare i risparmi a tutti gli italiani....Se penso che il ns. premier ha interessi dappertutto e si governa i suoi interessi ....Se penso che sia a sx che a dx c'è il politico che non solo mangia pane a tradimento ma che lavora soltanto per deliberarsi l'aumentano dello stipendio e la pensione d'oro ...Se penso che l'italia è il paese dei cococò, dove uno stipendio al cococo ci costa circa 1000:00 euro al mese mentre mantenere i tizi dell'agenzia per la gestione del cococò ci costa 6000,00 euro al mese ...Se penso ... se penso.....finirà che andrò a votare una grossa X su tutta la scheda e una ditata di cacca a mo di firma sul foglio che mi presenterà lo scrutatore.... :@ ==================================Modificato dall'autore il 16/01/2006 11.39.10
  • Anonimo scrive:
    dove sono non ho niente da nascondere
    :| :| :| :|
    • Anonimo scrive:
      Re: dove sono non ho niente da nasconder
      - Scritto da: Anonimo
      :| :| :| :|sei in galera?
      • Anonimo scrive:
        Re: dove sono non ho niente da nasconder

        sei in galera?per adesso non hanno prove ;)comunque che c'entra il commento quindi ?????
    • Anonimo scrive:
      Re: dove sono non ho niente da nasconder
      - Scritto da: Anonimo
      :| :| :| :|io sono uno di quelli, peccato che tu sei uno che non sa leggere.Troll a parte, si e' sempre detto: nei luoghi pubblici, sai cosa vuol dire?La casa in genere e' un luogo adibito ad uso privato, non pubblico, come scritto anche nella costituzione.Ripeto: luoghi pubblici, ad accesso pubblico, come strade, banche, aereoporti, stazizoni.Per quanto riguarda negozi, li spetta al negoziante stabilire se le vuole (e le lagge obbliga a segnalare la presenza di telecamere).
      • Anonimo scrive:
        Re: dove sono non ho niente da nasconder

        Ripeto: luoghi pubblici, ad accesso pubblico,
        come strade, banche, aereoporti, stazizoni.
        Per quanto riguarda negozi, li spetta al
        negoziante stabilire se le vuole (e le lagge
        obbliga a segnalare la presenza di telecamere).ho capito ma fuori casa mia e chiamiamolo luogo pubblico, vabbe ma questo autorizza lo stato a mettere una telecamera ?????appena sono uscito di casa zac la telecamerae che ***** quinditralasciando che ci sono sistemi, anche intelligenti di "disturbare" le telecamere volendo per cui alla fine se uno e bravo e solo tempo perso quindi
  • Anonimo scrive:
    E' Palladium che ci spia...
    Tutti ai ripari! (troll)
  • Anonimo scrive:
    e così sarà ovunque
    se ci sono le telecamere, ci sono dietro anche esseri umani.e fino ad ora non si è assistito ad un miglioramento della razza umana.non possiamo fidarci delle forze dell'ordine se loro hanno troppo potere; sono nostri dipendenti, non i nostri capi
    • Alessandrox scrive:
      Re: e così sarà ovunque
      - Scritto da: Anonimo
      se ci sono le telecamere, ci sono dietro anche
      esseri umani.
      e fino ad ora non si è assistito ad un
      miglioramento della razza umana.
      non possiamo fidarci delle forze dell'ordine se
      loro hanno troppo potere; sono nostri dipendenti,
      non i nostri capiLa soluzion migliore e' sempre l' equilibrio dei poteri: quando questi sono sbilanciati verso una parte succedono SEMPRE guai.
    • Anonimo scrive:
      Re: e così sarà ovunque
      - Scritto da: Anonimo
      se ci sono le telecamere, ci sono dietro anche
      esseri umani.

      e fino ad ora non si è assistito ad un
      miglioramento della razza umana.Bravo, e' tutto qui.Spero che nessuno sia sorpreso.
      • john scrive:
        Re: e così sarà ovunque
        - Scritto da:

        - Scritto da: Anonimo

        se ci sono le telecamere, ci sono dietro anche

        esseri umani.



        e fino ad ora non si è assistito ad un

        miglioramento della razza umana.

        Bravo, e' tutto qui.

        Spero che nessuno sia sorpreso.sono sorpreso del fatto che, sapendolo, in UK sia sempre peggio, ma sempre sempre peggio!!!
Chiudi i commenti