VirtualBox abbraccia la live migration

Anche il noto hypervisor open source di Sun è ora in grado di supportare la migrazione live delle macchine virtuali, allineandosi così agli hypervisor commerciali

Roma – Con l’arrivo della nuova versione 3.1.0 il “piccolo” hypervisor open source di Sun, VirtualBox , fa il salto di qualità e abbraccia una tecnologia ormai essenziale in ambito enterprise: la migrazione live delle macchine virtuali in esecuzione.

Chiamata dal team di sviluppo Teleportation , la funzione live migration offerta dal nuovo VirtualBox permette di spostare le macchine virtuali da un host ad un altro senza la necessità di disattivarle o metterle in pausa. La migrazione real-time delle sessioni attive si applica indipendentemente dal sistema operativo host (che deve comunque essere tra quelli supportati), ma è necessario che le due macchine possano comunicare via TCP/IP, abbiano accesso allo stesso network storage array iSCSI (via NFS o Samba/CIFS) e utilizzino una CPU “sufficientemente simile” (niente mix Opteron/Xeon, ad esempio).

L’altra novità più importante è data dalla possibilità di ripristinare gli stati di una macchina virtuale da qualunque snapshot anziché, come accadeva in precedenza, soltanto dall’ultimo: questo fornisce molta più flessibilità nella gestione delle virtual machine.

Nei guest Windows VirtualBox 3.1.0 introduce poi il supporto all’accelerazione della grafica 2D: in particolare, il software è ora in grado di sfruttare la GPU fisica per accelerare operazioni video quali l’overlay stretching e la conversione del colore.

Tra le altre migliorie, riassunte nelle note di rilascio , si citano poi la possibilità di cambiare il tipo di connessione alla rete mentre la macchina virtuale sta girando e di collegare un drive CD/DVD a qualsiasi controller IDE. Sun afferma infine di aver migliorato le performance dei guest PAE e AMD64 (sfruttando le tecnologie Intel VT e AMD-V) e di aver introdotto il supporto sperimentale ai firmware EFI.

VirtualBox può essere scaricato gratuitamente da qui per Windows, Linux, Mac OS X e Solaris. Le aziende che desiderano supporto tecnico 24×7 possono stipulare un contratto con Sun il cui costo parte da 30 dollari all’anno per singolo PC e da 500 dollari all’anno per ogni quattro socket su un server fisico.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pino scrive:
    Occhiali con otturatore?
    Azz, 200 euro di occhiali con otturatore? Ma perché non utilizzare i simpatici occhialini da 1 euro che si usano attualmente nei cinema 3D?Basterebbe dotare i televisori di un filtro polarizzato applicato sullo schermo, in modo tale da generare un effetto simile a quello degli schermi dei cinema... no? Ho visto qualche film 3D e direi che l'effetto è piuttosto buono, senza andare a spendere soldi in costosi occhialini da 200 euro al paio!
    • Valeren scrive:
      Re: Occhiali con otturatore?
      Se aspettano che la gente ricompri i televisori e che prenda pure gli occhialini possono chiudere.Già la TV costa, poi degli occhiali da 200 a botta... Noi siamo in due in casa, ma una famiglia non può spendere uno stipendio in occhiali!Se poi hai i figli in età dello sviluppo devi vendere un rene :D
    • aktarus scrive:
      Re: Occhiali con otturatore?
      Ma infatti, assurdo, non riesco a capire!C'è questa tecnologia realD, no? non basta uno schermo che spara alternativamente le immagini polarizzate differentemente, e un paio di occhialini reald 3d come quelli che si usano al cinema?invece che so, i driver di nvidia richiedono occhialini polarizzati pilotati via usb e sincronizzati con il video.Io non me ne intendo, ma se è così vuol dire che i monitor normali non possono sparare alternativamente immagini polarizzate in modo diverso (cosa che fanno i proiettori voluti da cameron)
  • V R scrive:
    Terza rivoluzione
    La stereoscopia è la terza rivoluzione1. Sonoro2. Colore3. StereoscopiaCome sempre ci sono delle resistenze alle novità, ma alla fine sarà una cosa normalissima, come lo sono ora il sonoro e il colore.
    • MeX scrive:
      Re: Terza rivoluzione
      non se devo mettermi gli occhiali per vedere il 3dPensa ad una cosa banalissima come un miope che giá porta degli occhiali da vista
      • V R scrive:
        Re: Terza rivoluzione

        Pensa ad una cosa banalissima come un miope che
        già porta degli occhiali da vistaIl problema è già stato risolto.Gli occhiali per la stereoscopia possono essere fatti in modo da poterli sovrapporre agli occhiali da vista.Se non ci credi prova ad andare a vedere un film in stereoscopia al cinema.Lista sale http://www.screenweek.it/3d
        • MeX scrive:
          Re: Terza rivoluzione

          Gli occhiali per la stereoscopia possono essere
          fatti in modo da poterli sovrapporre agli
          occhiali da
          vista.é scomodo.
          Se non ci credi prova ad andare a vedere un film
          in stereoscopia al
          cinema.
          Lista sale http://www.screenweek.it/3dci sono giá andato, ha senso farlo appunto al cinema, dove gli occhialini me li danno pure...Immagina che siamo 5 amici e mi inviti a casa a vedere un film... che si fa?
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            Infatti, fatto così il 3d è una caxxata.Tra l' altro, con il sistema digitale, sarebbe anche possibile usare più sistemi icon lo stesso disco: il film in 3d, in pratica, ha un frame rate doppio, ed una serie di informazioni aggiuntive che indicano, per ogni fotogramma, a quale occhio è destinato e quindi quale otturatore va aperto (esistono quindi due "canali" video).Non dovrebbe essere perciò difficile riprodurre tali film anche su uno schermo autostereoscopico, o su occhiali RV con due schermi LCD: tali sistemi hanno bisogno di due input video in contemporanea, e tali input sarebbero forniti dividendo il video originale e spedendo i fotogrammi pari da ua parte, i dispari dall' altra.In questo modo potremmo avere: -dispositivi ultraportatili, con solo gli occhiali (adatti per l' uso in treno, ad esempio)-Dispositivi trasportabili: laptop con schermo autostereoscopico, che essendo usato da un solo utente alla volta, che in genere si trova esattamente di fronte, non avrebbe grossi problemi di angolazione-home video: quelli attualmente in usoFinchè si limitano solo all' home video, e fatto così, non andranno da nessuna parte
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            il punto é che a cosa mi serve il 3d per vedere il TG?a cosa mi serve il 3d per leggere news su Google o le email in treno?Il 3d é una "nicchia" dell'intrattenimento, e secondo me resterá sempre tale, salvo la proiezioni a ologromma... ma anche li... ha senso solo per certi tipi di film e videogiochi
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            Pienamente d' accordo; unica eccezione.. per quanto riguarda gli ologrammi, potrebbero avere altre applicazioni nella progettazione, nella prototipaione, nella diagnostica per immagini e nella psimulazione di interventi chirurgici (o anche nella chirurgia robitica).Così come lo sta realizzando Sony, il 3d non serve a nulla, su questo sono d' accordo
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            si si, ma infatti in quei contesti é anche giá pure utilizzato...
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            il punto é che a cosa mi serve il 3d per vedere
            il TG? a cosa mi serve il 3d per leggere news su Google
            o le email in treno?il punto é che a cosa mi serve il COLORE per vedere il TG? a cosa mi serve il COLORE per leggere news su Google o le email in treno?
            Il 3d é una "nicchia" dell'intrattenimento, e
            secondo me resterá sempre taleNo, si diffonderà per il semplice motivo che è molto più realistico.Come tutte le nuove tecnologie, all'inizio c'è sempre della resistenza. All'introduzione del sonoro molti parlavano di morte del cinema.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            il punto é che a cosa mi serve il COLORE per
            vedere il TG? "la macchina rossa inquadrata é stata sequestrata in seguito a ..."
            a cosa mi serve il COLORE per
            leggere news su Google o le email in
            treno?"ciao caro, ho trovato una giacca per te, ti piace di piú di questo blu oppure celeste?"
            No, si diffonderà per il semplice motivo che è
            molto più
            realistico.vero, ma si diffonderá se non c'é bisogno di mettersi gli occhiali o essere seduto perfettamente di fronte allo schermo
            Come tutte le nuove tecnologie, all'inizio c'è
            sempre della resistenza. All'introduzione del
            sonoro molti parlavano di morte del
            cinema.ed era una razzata, mentre non é una razzata dire che nessuno ha voglia di spendere 200 o portarsi sempre appresso degli stupidi occhialini
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            il punto é che a cosa mi serve il COLORE per

            vedere il TG?
            "la macchina rossa inquadrata é stata sequestrata
            in seguito a ..."Quindi prima del 1978, anno di introduzione del colore nelle trasmissioni televisive, non si facevano i TG...senza contare"la roccia sullo sfondo, quella più vicina"

            No, si diffonderà per il semplice motivo che è

            molto più realistico.
            vero, ma si diffonderá se non c'é bisogno di
            mettersi gli occhiali o essere seduto
            perfettamente di fronte allo schermoSi diffonderà comunque, l'arricchimento dell'esperienza visiva è molto superiore al dovere fare la terribile :-) fatica di indossare un paio di occhiali.

            Come tutte le nuove tecnologie, all'inizio c'è

            sempre della resistenza. All'introduzione del

            sonoro molti parlavano di morte del

            cinema.
            ed era una razzataPer te, per loro era una disgrazia che avrebbe distrutto il cinema.
            mentre non é una razzata dire
            che nessuno ha voglia di spendere 200 o portarsi
            sempre appresso degli stupidi occhialiniOra costano così, e si riferiscono specificamente a quelli attivi. Con la diffusione della stereoscopia te li regaleranno.Inoltre non te li devi portare sempre appresso, ma solo quando ti servono.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            Quindi prima del 1978, anno di introduzione del
            colore nelle trasmissioni televisive, non si
            facevano i
            TG...ovvio che si facevano, tenendo conto delle limitazioni derivanti dalla mancanza di colore...
            senza contare

            "la roccia sullo sfondo, quella più vicina"ovvio, non ho detto che impossibile, ho detto che i colori rendono come dici tu l'immagine piú realistica e non ho bisogno di mettermi gli occhiali per vederli."Neo, devi scegliere la pillola blu o rossa..."
            Si diffonderà comunque, l'arricchimento
            dell'esperienza visiva è molto superiore al
            dovere fare la terribile :-) fatica di indossare
            un paio di
            occhiali.é questione di ergonomia, non di comoditá.Dover indossare degli occhiali per guardare la TV é meno ergonomico che non doverne indossare.Gli schermi touch sono piú comodi se funzionano senza pennino che con il pennino... capisci?
            Per te, per loro era una disgrazia che avrebbe
            distrutto il
            cinema.sicuramente ha rovinato la carriera ad attori con un brutta dizione e o un brutto accento ;)
            Ora costano così, e si riferiscono specificamente
            a quelli attivi. Con la diffusione della
            stereoscopia te li
            regaleranno.e se li perdi? e se si rompono nel bel mezzo del film? e se guardo il film mentre stiro e mio figlio é seduto sul divano? (stiro con gli occhiali stereoscopici?) se ho ospiti a casa e non se li sono portati? etc etc etc...
            Inoltre non te li devi portare sempre appresso,
            ma solo quando ti
            servono.sai come funziona, é sempre quando li dimentichi che ti tornerebbero utili ;)
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            e se li perdi? e se si rompono nel bel mezzo del
            film? e se guardo il film mentre stiro e mio
            figlio é seduto sul divano? (stiro con gli
            occhiali stereoscopici?) se ho ospiti a casa e
            non se li sono portati? etc etc etc...Ehhh, e se ti esplode il televisore? e se il cavo di alimentazione ti si attorciglia intorno al collo e ti strozzi?... :-)Sono casi eccezionali, ma nella normalità si useranno.Poi uno ovviamente è libero di non usarli. Anche se tutti i contenuti dovessero essere stereoscopici, basta visualizzare solo una delle due viste e la visione diventa monoscopica.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            vuoi dire che non ti é mai capitato di cercare per mezz'ora o rompere il telecomando?
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            "la roccia sullo sfondo, quella più vicina"Se tu sapessi qualcosa di più su come funziona il meccanismo della visione, ti accorgeresti di aver fatto l' esempio errato, perchè la stereoscopia è irrilevante per percepire le distanze di oggetti lontani.Fai la prova: copriti un occhio, poi guarda dalla finestra: ti accorgerai di non avere grosse difficoltà a capire quali oggetti sono vicini e quali lontani (perchè, in questo caso, la differenza di posizione dei due occhi incide poco, e il tuo cervello elabora le distanze soprattutto basandosi sulle dimensioni apparenti degli oggetti). La differenza si nota solo per gli oggetti nel raggio di pochi metri (qui, la differenza tra ciò che vede un occhio e l' altro è significativa, e viene usata per stimare la distanza)Tra l' altro, questo è anche il motivo per cui le persone prive di visione stereoscopica possono comunque guidare senza problemi: le altre auto e gli ostacoli sulla strada sono oggetti relativamente lontani, e la distanza non viene valutata con la visione stereoscopica
          • ruppolo scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            Dopo aver visto alcuni film 3D al cinema, anche con gli occhialOni (visto che sono enormi) LCD, ho deciso che non guarderò più film in 3D. Forse sarà il fatto che le animazioni sono imprecise, o forse che il sistema è tarato per essere visto solo ad una certa distanza, sta di fatto che la visione è per me fastidiosa, buona parte delle scene si vede sdoppiata specie sui lati e spesso anche sfocata. Gli occhiali LCD inoltre diminuiscono parecchio la luminosità. Per ora, no grazie. Probabile che in futuro, con riprese vere 3D e non con animazioni, la qualità sarà migliore, ma in ogni caso ha senso solo al cinema, dove guardi solo lo schermo e nient'altro per tutta la durata del film.
          • aktarus scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            uhmmm... e a cosa serve il colore per vedere un tg? e a cosa serve l'immagine se posso sentire la notizia alla radio? a conti fatti, cosa serve l'audio se posso leggere? e a che serve la stampa se ci sono gli amanuensi?quello che voglio dire, seppur in modo irritante, è che si tratta di maggiore coinvolgimento, più informazioni. Che so, al tg c'è un alluvione? puoi avere un idea molto più accurata di cosa vuol dire essere lì. come con l'alta definizione, il colore, l'audio e il resto.Vedere una persona in 3d può dare ai tuoi istinti un idea moolto più accurata di chi sia. il cervello non è fatto per vedere immagin 3d -appiattite- sul 2d. Il 3D è naturale.e poi pensate ai documentari. pensate al teatro.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            il 3d é naturale nella realtá, da millenni ci siamo abituati a guardare immagini bidimensionali (dipinti, foto, tv)La prospettiva basta e avanza.Inoltre, il fatto che ci sia la TV 3D non significa certo che iniziano a mandare inviati del TG con telecamera stereoscopica
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            Gli occhiali per la stereoscopia possono essere

            fatti in modo da poterli sovrapporre agli

            occhiali da vista.
            è scomodo.In che modo sarebbe scomodo?
            Immagina che siamo 5 amici e mi inviti a casa a
            vedere un film... che si fa?Semplicemente ognuno indossa i suoi occhiali durante il film, poi se li toglie. Una volta diffusa la stereoscopia (non si tratta di SE, ma di quando) sarà normalissimo averne un paio personale.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R


            Gli occhiali per la stereoscopia possono essere


            fatti in modo da poterli sovrapporre agli


            occhiali da vista.


            è scomodo.

            In che modo sarebbe scomodo?nel senso che vestire due paia di occhiali ogni tanto al cinema é sopportabile, farlo OGNI volta che guardi un filme é scomodo
            Semplicemente ognuno indossa i suoi occhiali
            durante il film, poi se li toglie. Una volta
            diffusa la stereoscopia (non si tratta di SE, ma
            di quando) sarà normalissimo averne un paio
            personale.certo, perché ognuno se li porterá con se ovunque vada...
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            Semplicemente ognuno indossa i suoi occhiali

            durante il film, poi se li toglie. Una volta

            diffusa la stereoscopia (non si tratta di SE, ma

            di quando) sarà normalissimo averne un paio

            personale.
            certo, perché ognuno se li porterá con se ovunque
            vada...Se vai in spiaggia no, se vai a casa di amici a vedere un film/partita/ecc.. si.Anche il pallone da calcio mica te lo porti dietro sempre, lo porti solo se vai a fare una partita al campetto.Francamente mi sembrano obiezioni poco consistenti.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            "stasera ci troviamo per una pizzata e poi andiamo a pattinare sul ghiaccio"
            Durante la cena:"eih sta piovendo di brutto"
            "ah... razzo non ho portato gli occhilini..."
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            Durante la cena:
            "eih sta piovendo di brutto"
            "giá che sfiga, eih ma ho il nuovo x-man3d a casa"
            "ah... razzo non ho portato gli occhilini...""Ok, lo vediamo in versione monoscopica."oppure"Non c'è problema, ne ho varie paia"Molto semplice :-)
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            [img]http://nerdapproved.com/wp-content/uploads/2009/03/climb-mirror.jpg[/img]
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            No.Ho detto cose assolutamente sensate.Nella normalità ognuno userà i propri occhiali.Nei casi in cui qualcuno non dovesse averli, o se li fa prestare o si guarda in versione monoscopica.:-)
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            o si guarda in versione
            monoscopica.questa é l'unica frase sensata.E infatti sará cosí, si guarderranno i film in monoscopia, salvo piccole nicchie di appassionati di 3d che si armeranno di tali tecnologie...Ti ricordo che negli anni 90 c'era gente convinta che questo sarebbe stato un sucXXXXX:[img]http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:0W-B3c3p-htmQM:http://cache.gawker.com/assets/images/io9/2009/06/VIRTUAL_BOY_sistem.jpg[/img][img]http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:I08PFyC6vZ-wfM:http://www.bermuda.ch/balduin/blog/virtualboy.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 dicembre 2009 12.52-----------------------------------------------------------
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            E infatti sará cosí, si guarderranno i film in
            monoscopia, salvo piccole nicchie di appassionati
            di 3d che si armeranno di tali tecnologie...Non sono d'accordo, la stereoscopia ha un valore aggiunto troppo elevato per essere ignorata.
            Ti ricordo che negli anni 90 c'era gente convinta
            che questo sarebbe stato un
            sucXXXXX:Troppo in anticipo sui tempi.La Virtual Reality diventerà una tecnologia molto pervasiva in futuro, e comincerà a diffondersi massicciamente sfruttando la diffusione dell'Augmented Reality.Se ti stai domandando cosa hanno a che fare l'una con l'altra:http://en.wikipedia.org/wiki/Virtuality_Continuum
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            Non sono d'accordo, la stereoscopia ha un valore
            aggiunto troppo elevato per essere
            ignorata.non ho detto che va ignorata, ho detto che finché necessita di indossare degli occhiali verrá ignorata dal pubblico
            Troppo in anticipo sui tempi.anche gli schermi 3d che impongono l'uso di fastidiosi occhiali
            La Virtual Reality diventerà una tecnologia molto
            pervasiva in futuro, e comincerà a diffondersi
            massicciamente sfruttando la diffusione
            dell'Augmented
            Reality.puó essere, ma in una forma piú simile alla sala ologrammi di star trek...Nessuno vuole vestirsi come per fare un'immersione nell'oceano per "giocare" o "vedere" un film
            Se ti stai domandando cosa hanno a che fare l'una
            con
            l'altra:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Virtuality_Continuumno é chiaro ció che dici.Non hai capito quello che ho detto io.RiassumoStereoscopia =XXXXXTAOcchialini = FAILStereoscopia senza occhialini = WIN
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            puó essere, ma in una forma piú simile alla sala
            ologrammi di star trek...Oggi la cosa più simile che abbiamo ad una sala ologrammi sono i sistemi CAVE.Ma guardando al futuro, una suite VR è infinitamente più semplice di una sala ologrammi.Parlando di ologrammi, un'alternativa alle televisioni stereoscopiche potrebbero essere le televisioni ad ologrammi o comunque in grado di visualizzare i voxel.Un qualcosa che ricordi questi prototipi:[yt]_cLLyfop3QI[/yt]
            Nessuno vuole vestirsi come per fare
            un'immersione nell'oceano per "giocare" o
            "vedere" un
            film


            Se ti stai domandando cosa hanno a che fare
            l'una

            con

            l'altra:


            http://en.wikipedia.org/wiki/Virtuality_Continuum

            no é chiaro ció che dici.
            Non hai capito quello che ho detto io.
            Riassumo
            Stereoscopia =XXXXXTA
            Occhialini = FAIL
            Stereoscopia senza occhialini = WIN
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            appunto, prototipi.Occhialini = FAIL
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            appunto, prototipi.
            Occhialini = FAILCredo che ormai abbiamo appurato che secondo me gli occhiali non sono un problema per la diffusione della stereoscopia mentre per te si. E ovviamente ho ragione io ;-)Non ho però capito la battuta sul prototipo, io mi riferivo esplicitamente al LED Cube.
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            E
            ovviamente ho ragione io
            ;-)sono felice per la tua autostima :)Chi vivrá vedrá...
            Non ho però capito la battuta sul prototipo, io
            mi riferivo esplicitamente al LED
            Cube.non era un battuta, intendo dire che finché non ci saranno scermi da 32 pollici a 300 stereoscopici senza bisogno di occhiali la stereoscopia non interesserá che ad una ristetta nicchia
          • krane scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R

            appunto, prototipi.

            Occhialini = FAIL
            Credo che ormai abbiamo appurato che secondo me
            gli occhiali non sono un problema per la
            diffusione della stereoscopia mentre per te si. E
            ovviamente ho ragione ioTu non porti gli occhiali vero ?
            ;-)
            Non ho però capito la battuta sul prototipo, io
            mi riferivo esplicitamente al LED
            Cube.
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            Ci sono anche gli schermi ad acqua, se è per questo.Gli occhiali non sono la soluzione, presentano troppe controindicazioni:-che porta altri tipi di occhiali, non può usarli-chi ha una differenza di più di tre diottrie tra un occhio e l' altro, non può usarli-chi è a rischio di epilessia, non può usarli-chi soffre di strabismo/ambliopia, non può usarli-chi soffre di dermatite da contatto, non può usarliSe uno solo, nel gruppo di amici che guardano il film, ha uno di questi problemi, tutti devono guardare il film in versione monoscopica: ti sembra sensato?Inoltre, vorrei ricordarti un dettaglio: tutti gli audiofili sanno che la miglior qualità possibile, per un suono, si ottiene ascoltandolo in cuffia: quanti, però, collegano la cuffia al televisore, e quanti preferiscono un hifi? Anche perchè durante il film c' è sempre quello che si alza per andare in bagno, non si toglie la cuffia, tira il filo e rovescia tutto l' apparato: come puoi aspettarti che una cosa del genere abbia sucXXXXX per il video?
          • MeX scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            esatto, quoto tutto.
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            -che porta altri tipi di occhiali, non può usarliSi sovrappongono, come al cinema
            -chi ha una differenza di più di tre diottrie tra
            un occhio e l' altro, non può usarliPerché?
            -chi è a rischio di epilessia, non può usarliPrimo, 60 Hz sono troppo elevati per indurre una crisi epiletticaSecondo questo vale solo per gli occhiali attivi, ma non per gli altri sistemi, tipo polarizzazione, infitec, ecc.
            -chi soffre di strabismo/ambliopia, non può usarliNon ha la visione stereoscopica neppure nella vista normale
            -chi soffre di dermatite da contatto, non può
            usarlicerca occhiali fatti di qualche altro materiale o li ricopre con qualcosa. Non è che le persone affette da dermatite girano nude lievitando da terra... :-)
            Inoltre, vorrei ricordarti un dettaglio: tutti
            gli audiofili sanno che la miglior qualità
            possibile, per un suono, si ottiene ascoltandolo
            in cuffia: quanti, però, collegano la cuffia al
            televisore, e quanti preferiscono un hifi? Anche
            perchè durante il film c' è sempre quello che si
            alza per andare in bagno, non si toglie la
            cuffia, tira il filo e rovescia tutto l'
            apparato: come puoi aspettarti che una cosa del
            genere abbia sucXXXXX per il video?Gli occhiali non hanno il filo.
          • krane scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R

            -che porta altri tipi di occhiali, non

            può usarli
            Si sovrappongono, come al cinemaE dopo mezz'ora li togli perche' il peso sul naso inizia a dare fastidio. Come ti ho gia' chiesto : tu non porti occhiali vero ?
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            Si sovrappongono, come al cinema
            E dopo mezz'ora li togli perche' il peso sul naso
            inizia a dare fastidio. Come ti ho gia' chiesto :
            tu non porti occhiali vero ?Io no, ma mia moglie si, e non ha mai avuto problemi.
          • krane scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R


            Si sovrappongono, come al cinema

            E dopo mezz'ora li togli perche' il peso sul

            naso inizia a dare fastidio. Come ti ho gia'

            chiesto : tu non porti occhiali vero ?
            Io no, ma mia moglie si, e non ha mai avuto
            problemi.Mai avuto problemi in che senso ?Usa spesso occhiali 3d sovrapposti a quelli da vista ?
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione



            E dopo mezz'ora li togli perche' il peso sul


            naso inizia a dare fastidio. Come ti ho gia'


            chiesto : tu non porti occhiali vero ?

            Io no, ma mia moglie si, e non ha mai avuto

            problemi.
            Mai avuto problemi in che senso?
            Usa spesso occhiali 3d sovrapposti a quelli da
            vista?Quelli da vista li porta sempre e le volte che siamo andati al cinema non si è mai lamentata.E neppure i nostri amici, che io sappia.
          • krane scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R



            E dopo mezz'ora li togli perche' il peso sul



            naso inizia a dare fastidio. Come ti ho gia'



            chiesto : tu non porti occhiali vero ?


            Io no, ma mia moglie si, e non ha mai avuto


            problemi.

            Mai avuto problemi in che senso?

            Usa spesso occhiali 3d sovrapposti a quelli da

            vista?

            Quelli da vista li porta sempre e le volte che
            siamo andati al cinema non si è mai
            lamentata.
            E neppure i nostri amici, che io sappia.Come hanno gia' provato inutilmente a spiegarti una cosa e' l'ultima mezz'ora di un film, un'altra e' l'uso abituale per la tv.Comunque la prossima volta che ti capita chiedigli e vedrai che esterneranno le loro lamentele.
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            Quelli da vista li porta sempre e le volte che

            siamo andati al cinema non si è mai

            lamentata.

            E neppure i nostri amici, che io sappia.
            una cosa e' l'ultima mezz'ora di un film,
            un'altra e' l'uso abituale per la tv.Perché l'ultima mezz'ora?Il tipico film dura un paio di ore ed è interamente in stereoscopia.
            Comunque la prossima volta che ti capita
            chiedigli e vedrai che esterneranno le loro
            lamentele.Mia moglie me lo avrebbe detto.Per quanto riguarda i nostri amici, ne avevamo discusso e tutti ne erano entusiasti, nessuno a lamentato disturbi di visione o fastidio per gli occhiali.
          • krane scrive:
            Re: Terza rivoluzione
            - Scritto da: V R


            Quelli da vista li porta sempre e le volte che


            siamo andati al cinema non si è mai


            lamentata.


            E neppure i nostri amici, che io sappia.

            una cosa e' l'ultima mezz'ora di un film,

            un'altra e' l'uso abituale per la tv.
            Perché l'ultima mezz'ora?
            Il tipico film dura un paio di ore ed è
            interamente in stereoscopia.Sono rimasto indietro :D

            Comunque la prossima volta che ti capita

            chiedigli e vedrai che esterneranno le loro

            lamentele.
            Mia moglie me lo avrebbe detto.
            Per quanto riguarda i nostri amici, ne avevamo
            discusso e tutti ne erano entusiasti, nessuno a
            lamentato disturbi di visione o fastidio per gli
            occhiali.A me pesano un po' dopo verso meta' film, saro' io che ho pochi muscoli nel naso :D
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            -chi ha una differenza di più di tre diottrie
            tra

            un occhio e l' altro, non può usarli

            Perché?Perchè con una simile differenza tra i due occhi, la visione stereoscopica è compromessa o assente

            -chi soffre di strabismo/ambliopia, non può
            usarli

            Non ha la visione stereoscopica neppure nella
            vista
            normaleCerto, e così gli occhiali, per lui, sarebbero inutili: nel "gruppo di amici" che descrivi, non avrà con se gli occhiali, e pretenderà che il film venga visto in modo monoscopico (visto che il modo stereoscopico lo costingerebbe ad indossare gli occhiali comunque, per non vedere le immagini sfasate, e senza dargli nessun vantaggio). Un monitor autostereoscopico gli permetterebbe invece di apprezzare almeno in parte l' effetto 3d (muovendo di poco la testa)
            Gli occhiali non hanno il filo.Così magari ogni tanto perdono la sincronia, facendo venire un bel mal di mare a chi li indossa.
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione



            -chi ha una differenza di più di tre diottrie


            tra un occhio e l' altro, non può usarli

            Perché?
            Perchè con una simile differenza tra i due occhi,
            la visione stereoscopica è compromessa o
            assenteMa questo non è certo colpa degli occhiali. Continuerà a vedere in monoscopia come vede il mondo reale.
            Certo, e così gli occhiali, per lui, sarebbero
            inutili: nel "gruppo di amici" che descrivi, non
            avrà con se gli occhiali, e pretenderà che il
            film venga visto in modo monoscopicoO, molto più banalmente, si adeguerà.E' come se un daltonico pretendesse che tutti guardino la televisione in bianco e nero perché altrimenti lui confonde i colori...

            Gli occhiali non hanno il filo.
            Così magari ogni tanto perdono la sincronia,
            facendo venire un bel mal di mare a chi li
            indossa.Impossibile.Il sistema si basa su un banalissimo emettitore on/off e un banalissimo ricevitore a infrarossi o onde radio. Capisco fossimo negli anni '50, ma oggi...Mi sembra un'obiezioni molto pretestuosa.
          • angros scrive:
            Re: Terza rivoluzione

            O, molto più banalmente, si adeguerà.

            E' come se un daltonico pretendesse che tutti
            guardino la televisione in bianco e nero perché
            altrimenti lui confonde i
            colori...Ti sbagli: per il daltonico, avere davanti uno schermo a colori o in bianco e nero è esattamente uguale: lui si comprerà magari il televisore b/n, ma se gli fai usare un televisore a colori non troverà nessuna differenza.Qui, invece, lo strabico dovrebbe mettersi gli occhiali per vedere esattamente come vedeva prima: capisci che in questo caso è un passo indietro, perchè per lo strabico era più comodo il sistema non stereoscopico?
          • V R scrive:
            Re: Terza rivoluzione


            E' come se un daltonico pretendesse che tutti

            guardino la televisione in bianco e nero perché

            altrimenti lui confonde i colori...
            Ti sbagli: per il daltonico, avere davanti uno
            schermo a colori o in bianco e nero è esattamente
            uguale: lui si comprerà magari il televisore b/n,
            ma se gli fai usare un televisore a colori non
            troverà nessuna differenza.Sei in errore.In una scena colorata può non distinguere certi oggetti, ma se la stessa scena viene convertita in grigio allora riesce a distinguerli.
  • Enjoy with Us scrive:
    Cosa si stanno fumando a Sony?
    ... deve essere roba letale per i neuroni!Questi parlano di adozione di tecnologie 3D sul 50% degli apparecchi di nuova produzione entro 3 anni... ma stanno farneticando o cosa?Il Bluray non supporta ancora il 3D, il digitale terrestre è ancora a standard definition e stanno ancora valutando la tecnologia (probabilmente H264) per passare a trasmissioni HD... con il 3D bisogna aumentare di almeno il 30% il flusso dati (e questo secondo i protocolli più ottimizzati)... come è possibile immaginare una simile rivoluzione tecnologica nel giro di 3 anni? Poi ve lo immaginate il consumatore che ha appena comprato un LCD magari a LED che corre a sbarazzarsene per prendere il nuovo televisore 3D?Secondo me sono fortunati se nel 2012 ha davvero preso piede il bluray... altro che storie!
    • Valeren scrive:
      Re: Cosa si stanno fumando a Sony?
      Sony ha perso credibilità dal rootkit in poi.Hanno detto XXXXXXX allora e stanno ripetendosi con gioia.3D in tre anni in metà delle case, come no.
  • John Spartan scrive:
    Mi tengo il CRT
    Mi tengo stretto il mio Panasonic da 28 pollici, lo guardo in una stanza piccola e col DT và da Dio.Sinceramente di vedere i film a scia proprio non mi và.Inoltre l'Lcd soffre di spixellamenti dovuti alla bassa definizione delle trasmissioni, per cui si comincia a vedere bene dal DVD in poi.Sky non ce l'ho e il Blu-Ray neppure.Bocciato.Aspettiamo l'OLED o tecnologie affini (pare che Sony abbandoni l'oled per gli elevati costi di produzione)
  • sadness with you scrive:
    Sony allo sfacelo...
    al di là delle questioni sui framerate, chi è che si metterebbe in casa con gli occhialini per guardare la TV? Troppo scomodo!!! ancora più scomodo se tirano in ballo questi occhiali a cristalli liquidi. al di là di questo, già fanno fatica a piazzare i lettori blu-ray (i telvisori hd li vendo perché ormai troci quasi solo quelli), figurati se devono piazzare dei modelli nuovi con nuovi televisori e poi, ancora, nuovi dischi (perché i dischi venduti finora non contengono certo il film in 3D)... non è che la gente è lì pronta a spendere... entro due anni poi? suvvia non siamo ridicoli... è più facile prevedere la morte del blu-ray (che, tra parentesi, è ancora in fasce) a vantaggio dei film comprati in internet in questo lasso di tempo...
    • DarkOne scrive:
      Re: Sony allo sfacelo...
      - Scritto da: sadness with you
      è più facile
      prevedere la morte del blu-ray (che, tra
      parentesi, è ancora in fasce) a vantaggio dei
      film comprati in internet in questo lasso di
      tempo...Più che in fasce io mi azzardo a dire: è già con un piede nella fossa.La spinta nel baratro arriverà con i film su chiavi usb.
      • MeX scrive:
        Re: Sony allo sfacelo...

        La spinta nel baratro arriverà con i film su
        chiavi
        usb.? chi compra dischi (DVD, BlueRay) é perché ha una TV, che se ne fa del film su USB?Il BlueRay va bene per i 50enni devono puntare TUTTO sulla distribuzione su internet!
        • angros scrive:
          Re: Sony allo sfacelo...

          ? chi compra dischi (DVD, BlueRay) é perché ha
          una TV, che se ne fa del film su
          USB?Alcuni decoder digitale terrestre hanno la possibilità di leggere i film su chiave USB (e anche di registrare su chiave USB): il mio ce l' ha, e personalmente lo trovo molto comodo.
          • MeX scrive:
            Re: Sony allo sfacelo...
            si ma quello serve per vedere i film scaricati da internet sulla TV.Non ha senso venderti una chiavetta USB per distribuire un FILM.Internet sará il futuro della distribuzione e fruizione dei contenuti.
          • angros scrive:
            Re: Sony allo sfacelo...
            Il punto è: il sistema per leggere le chiavette USB ce l'ho; il sistema per leggere i BD non ce l' ho; se trovo in vendita lo stesso film , allo stesso prezzo, su BD e su chiavetta, quale comprerò?Il discorso è simile a quanto era accaduto con i laserdisc e le cassette: a parità di qualità, era più interessante un videoregistratore rispetto ad un lettore di laserdisc, perchè era più versatile, e quindi c' era più gente con il videoregistratore che con il laserdisc: per questo, è stato più faile vendere le cassette rispetto ai dischi.
          • MeX scrive:
            Re: Sony allo sfacelo...
            no non ha senso distribuire film in formato digitale su memoria esterna.Se tu potessi accedere ad un catalogo aggiornatissimo e comlpeto online con film in affitto a un paio di o meno e in acquisto a 8 o meno... usciresti di casa per vedere se la mediaworld é disponibile quel film su chiavetta USB?
          • sadness with you scrive:
            Re: Sony allo sfacelo...
            - Scritto da: angros
            Il punto è: il sistema per leggere le chiavette
            USB ce l'ho; il sistema per leggere i BD non ce
            l' ho; se trovo in vendita lo stesso film , allo
            stesso prezzo, su BD e su chiavetta, quale
            comprerò?certo, ma immagino che avrai anche una connessione internet a banda larga a casa... e lo stesso film lo puoi comprare online (magari a prezzo un po' più basso) anche alle 22:00 della domenica sera, scegliendo da un catalogo "infinito", far partire il download, e iniziare a vederlo dopo pochi minuti. E il file scaricato lo puoi backuppare su un secondo HD e averlo sempre a portata di mano (cosa che potrebbe non essere vera su una chiavetta USB straprotetta).A quel punto cosa fai? compri la chiavetta e ti fai la scorta di chiavette, oppure compri online?I vecchi sistemi di distribuzione sono ormai "morti"...
            Il discorso è simile a quanto era accaduto con i
            laserdisc e le cassette: a parità di qualità, era
            più interessante un videoregistratore rispetto ad
            un lettore di laserdisc, perchè era più
            versatile, e quindi c' era più gente con il
            videoregistratore che con il laserdisc: per
            questo, è stato più faile vendere le cassette
            rispetto ai dischi.magari è stato più facile perché costava meno produrre le cassette che i laserdisc, e costavano meno pure all'utente... perché non è che di punto in bianco in 10'000'000 di case si è materializzato il lettore di cassette, mentre il lettore lasedisc si è materializzato solo in 1'000
  • Davide sposato scrive:
    mmm
    è una XXXXXta... per il 3d servono ingressi a 120 hz in modo da inviare dei segnali distinti a 60hz ognuno.. i 200hz motion plus della serie bravia o dei samsung sono finti er un post trattamento dei pixell che aggiunge fotogrammi intermedi dando l'impressione di una maggior fluidità dell'immagine ma son finti l'ingresso e il frame rate è sempre 60hzgli unici compatili al momento sono dei monitor syncmaster di samsung alcuni tv a retroproiezione di toshiba e alcuni proiettori...
    • Franz scrive:
      Re: mmm
      L'esperienza 3D l'ho provata proprio con il mio glorioso monitor CRT Samsung Syncmaster che era in grado di arrivare a 150Hz di refresh! ovviamente più si sale con la risoluzione, più dovevo abbassare il refresh, ma a 800*600 potevo arrivare a 120Hz.Circa 8-9 anni fa uscirono gli "Elsa 3D revelator", occhiali con lenti LCD che si oscuravano alternativamente e in Sync con il refresh del monitor (connettore passante tra scheda video e il cavo VGA), ovviamente funzionava per i videogiochi, il driver (Nato per TNT2 Elsa, ma funzionante anche con la GeForce256 di Creative) infatti ricalcolava con la doppia prospettiva qualsiasi gioco OpenGL o directX. Tutti parlano di GRANDE NOVITA'...invece hanno solo ripescato nel calderone delle idee che nessuno ha calcolato a suo tempo.
  • angros scrive:
    Occhiali? No, grazie!
    L' uso degli occhiali per avere immagini 3d è nato intorno al 1920 (con le lenti bicolori, solo per i film in bianco e nero), poi negli anni 50 grazie ai filtri polarizzati è diventato possibile usarli anche per i film a colori. Questi sistemi non hanno mai attaccato, e sempre per lo stesso motivo: gli occhiali sono scomodi , e quelli con filtro a cristalli liquidi mi sembrano ancora peggio (più pesanti, più costosi, più ingombranti); perchè dovrebbero avere sucXXXXX?Inoltre, che senso ha investire su una tecnologia del genere, quando esistono i display autostereoscopici, o le lenti lenticolari? Ne avevo già parlato in http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2701547&m=2702555
    • Steve Robinson Hakkabee scrive:
      Re: Occhiali? No, grazie!
      servono per il XXXXX! mica per altre cose!!!!
    • DarkOne scrive:
      Re: Occhiali? No, grazie!
      - Scritto da: angrosMa qualcuno l'ha provata 'sta cosa del 3d?Francamente sono molto scettico...mi sembra solo una trovata pubblicitaria.
      • V R scrive:
        Re: Occhiali? No, grazie!

        Ma qualcuno l'ha provata 'sta cosa del 3d?Basta andare in un qualsiasi cinema dove proiettano film in stereoscopiahttp://www.cineblog.it/post/15882/la-lista-dei-cinema-con-sale-3d-in-italia
    • V R scrive:
      Re: Occhiali? No, grazie!

      con le lenti bicolori, solo per i film in bianco e neroNo, gli anaglifi (questo è il nome corretto) possono essere usati anche con i colori (ovviamente i risultati non sono eccezionali)
      Questi sistemi non hanno mai attaccato, e sempre
      per lo stesso motivo: gli occhiali sono
      scomodi No, il motivo era legato ai problemi di ghost (ovvero leggere percezione anche dell'altra immagine) e scarsa comprensione delle tecniche di ripresa steroscopica.Negli ultimi anni sono stati fatti enormi passi avanti e quei problemi non ci sono più.
      Inoltre, che senso ha investire su una tecnologia
      del genere, quando esistono i display
      autostereoscopici, o le lenti lenticolari?Il problema è che non devi muovere la testa, altrimenti ti si invertono le immagini. Molto meglio gli occhiali.
  • LuNa scrive:
    previsioni
    io invece prevedo tempi duri. la crisi per i comuni cittadini deve ancora arrivare. e poi, per usare questa tecnologia serve un blue-ray, che io ancora devo vedere in una casa, escludendo le ps3.inoltre, c'è il solito problema major/prezzi. il costo delle opere è molto alto. come pensano di piazzare blue-ray + opere + tv 3d nel 50% delle case in 2 anni ? andiamo avanti. sony di suo è in crisi già da tempo e la linea bravia non è che vada poi tanto. altro che 50%. è già tanto se il settore video non andrà a bagno.
    • Polemik scrive:
      Re: previsioni
      Io ho ancora un TV CRT da 29 pollici. Me lo tengo finché funziona, tanto la televisione la guardo poco.
      • Spai Uer scrive:
        Re: previsioni
        io un 32" crt da 7 anni, consuma + di un lcd ma molto meno di un plasma. si vede come un plasma, quindi molto meglio di un lcd. Finché non escono gli oled o qualsiasi cosa che sia grande, si veda bene come un crt e consumi molto poco io non mi muovo. E non credo di essere l'unico...
        • Martufellat io scrive:
          Re: previsioni
          E non credo di essere l'unico... Hai ragione!Anche mia nonna ha ancora il suo bel crt con un bel "4" stampato in basso a destra.
          • LuNa scrive:
            Re: previsioni
            io pure amo i CRT, anche nei PC. L'ultimo vga CRT da 21'' che è passato a miglior vita mi manca molto.adesso ho solo LCD, di cui un 22'' 16/10 Philips di ottima fattura, ma non è affatto la stessa cosa. manco un pò :(
        • MeX scrive:
          Re: previsioni
          peró ho visto gli LCD a led di Samsung e sono notevoli
Chiudi i commenti