Vista in odore di beta pubblica

MS ha annunciato che la prima beta pubblica di Windows Vista è ormai imminente. Ancora poche settimane, dunque, e anche il grande pubblico potrà saggiare il tanto atteso successore di XP
MS ha annunciato che la prima beta pubblica di Windows Vista è ormai imminente. Ancora poche settimane, dunque, e anche il grande pubblico potrà saggiare il tanto atteso successore di XP

Roma – Sul sito Technet Beta Central Microsoft ha annunciato “l’imminente” arrivo della prima beta pubblica di Windows Vista, una release che permetterà finalmente a tutti, inclusi gli utenti consumer, di provare il nuovo sistema operativo made in Redmond.

Microsoft non ha ancora comunicato alcuna data di rilascio per la seconda beta di Vista, ma il suo arrivo è previsto entro l’inizio dell’estate . Come si è detto, questa sarà la prima beta del futuro Windows che potrà essere scaricata ed installata da chiunque . Già ora è possibile iscriversi alla newsletter di Microsoft in cui verranno annunciate, non appena disponibili, le beta pubbliche di Vista, Office 2007 ed Exchange 12.

Qualcuno sostiene che l’arrivo di Vista Beta 2 potrebbe mettere fine al programma Community Technology Preview (CTP), che negli ultimi otto mesi ha permesso di saggiare le funzionalità di Vista anche a coloro che non sono iscritti a MSDN o al programma di beta testing.

Vista Beta 2 non dovrebbe introdurre grossi cambiamenti rispetto all’ultima build, la 5365: ci si attende dunque la presenza della Sidebar e dei correlati widget in stile Apple Dashboard, e qualche ritocco estetico all’interfaccia grafica, in particolare allo schema dei colori e alle icone.

Negli scorsi giorni Microsoft ha anche annunciato che, di default, il firewall di Vista filtrerà esclusivamente il traffico in entrata : gli utenti più esperti, se lo desiderano, potranno tuttavia attivare manualmente anche il filtro in uscita.

Il colosso di Redmond sostiene di aver attuato questa scelta in risposta alle richieste delle aziende, che a quanto pare preferiscono demandare l’eventuale attivazione di questa opzione agli amministratori di rete. Di fatto, dunque, il firewall di Vista funzionerà in modo simile a quello “ad una via” di Windows XP. Questa scelta ha sollevato diverse critiche da parte degli esperti di sicurezza, che considerano la scelta un passo indietro nelle politiche di sicurezza di Microsoft. Altri polemizzano sul fatto che l’imminente Windows Live OneCare , un servizio di protezione a pagamento fornito da Microsoft, filtrerà di default il traffico dati sia in entrata che in uscita.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 05 2006
Link copiato negli appunti