Windows OneCare Live, sicurezza by Microsoft

L'azienda statunitense rilancia con la sua soluzione all-in-one per la sicurezza informatica; per ora è disponibile in Beta, ma da giugno partirà la campagna abbonamenti. Symantec: investiremo per resistere


Seattle (USA) – Microsoft entra con tutto il suo peso nello spinosissimo mercato della sicurezza informatica. Dal prossimo giugno lancerà in pompa magna il nuovo Windows OneCare Live , un servizio di protezione all-in-one che permetterà di difendersi da virus, spyware e altri tipi di attacchi informatici.

In chiara competizione con gli ex partner Symantec e McAfee , l’azienda di Redmond rilancia con un abbonamento annuale da 49,95 dollari : una soluzione software, a detta degli sviluppatori, semplice da gestire grazie agli auto-update, e facilmente configurabile in base alle esigenze e alle risorse hardware.

Ryan Hamlin, general manager del comparto Technology Care and Safety Group di Microsoft, ha dichiarato che l’obiettivo non è quello di attirare i consumatori che già fanno uso di prodotti per la sicurezza informatica . Le mire espansionistiche guardano con maggiore interesse a quegli utenti, magari non troppo esperti, che si affidano ancora alla buona sorte, più che a qualche applicazione. Microsoft ha stimato che questo mercato rappresenta almeno il 70% del parco consumatori. “C’è abbondanza per tutti”, ha sentenziato Hamlin.

OneCare Live è attualmente disponibile online in versione Beta, per i soli residenti statunitensi. Chi deciderà di scaricare l’applicazione entro il 30 aprile potrà beneficiare di un forte sconto sull’abbonamento annuale. Già, perché non si tratta di un prodotto “compra e dimentica”, ma di una piattaforma di servizio . Entro i termini sopra citati il costo annuale sarà di 19,95 dollari; passato aprile, il prezzo di listino si attesterà sui 49,95 dollari. La licenza permetterà – al massimo – l’istallazione su tre computer diversi.

Entro i prossimi 12 mesi l’applicazione disporrà del supporto multi-lingua e non è escluso che vengano inserite nuove funzioni aggiuntive. Per ora sono presenti le opzioni di back-up, recovery e Firewall a due vie. Hamlin ha confermato che almeno 200 mila persone stanno già testando il prodotto con buoni risultati.

Gli analisti del settore si sono detti sorpresi dei prezzi di listino. Ted Schadler, collaboratore di Forrester Research , è convinto che sia difficile fare un paragone con gli altri prodotti presenti sul mercato, ma certamente questa politica commerciale non si distingue per un approccio economicamente seducente. “Ha pienamente senso la mossa di Microsoft. Rendere disponibile un prodotto che sia in grado di proteggere i milioni di PC che dispongono del suo sistema operativo è giusto. Ma la questione è se potrà aver maggiore fortuna rispetto ai suoi competitor, che hanno avuto non poche difficoltà nel persuadere gli utenti a proteggere i loro sistemi”, ha dichiarato Schadler. “La grande opportunità è quella di attirare quel pubblico privo di ogni protezione, ma Microsoft non ha certo migliori carte da giocare rispetto agli altri”.

Le considerazioni di di Schadler, però, non sono condivise da tutto l’ambiente. Gregg Moskowitz, analista di Susquehanna Financial Group , è certo che Microsoft stravolgerà il settore, guadagnando velocemente share. Tanto più che lo stesso John Thompson, CEO di Symantec, ha già confermato che nei prossimi anni aumenteranno vistosamente gli investimenti nello sviluppo, elemento chiave per sopravvivere alla competizione. Non a caso, entro la fine dell’anno arriverà il momento di Symantec Genesis, soluzione analoga a OneCare Live.

“Se guardo all’attuale mercato, non vi è niente di simile in tutto il comparto”, ha concluso Dennis Bonsall, direttore di Windows OneCare Live. La nuova piattaforma potrà essere blindata e di altissima qualità, ma è certo che nei prossimi mesi i cyber-cecchini avranno un unico bersaglio : la grande visibilità ha sempre un prezzo.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Si bravi credeteci e diffondete
    Che IBM piazza la stessa cpu di un server dentro una console.Anche gli Xeon ed i P1 sono degli x86 ma non per questo sono la stessa roba
    • Anonimo scrive:
      Re: Si bravi credeteci e diffondete
      Il 99% degli utenti di questo forum gioca a chi ce l'ha più lungo.
    • Pisky scrive:
      Re: Si bravi credeteci e diffondete
      - Scritto da: Anonimo
      Che IBM piazza la stessa cpu di un server dentro
      una console.
      Anche gli Xeon ed i P1 sono degli x86 ma non per
      questo sono la stessa robaCapire qualcosa di quello che si parla no, eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Si bravi credeteci e diffondete
        - Scritto da: Pisky

        - Scritto da: Anonimo

        Che IBM piazza la stessa cpu di un server dentro

        una console.

        Anche gli Xeon ed i P1 sono degli x86 ma non per

        questo sono la stessa roba

        Capire qualcosa di quello che si parla no, eh?ma leggere senza capire e' piu' veloce...
  • Anonimo scrive:
    PS3 è già obsoleta
    cdo
    • Anonimo scrive:
      Re: PS3 è già obsoleta
      e non hai visto l'xbox360! un ppc alla vecchia maniera, già superato dal cell che a sua volta verrà superato dal power6 appena annunciato
    • Anonimo scrive:
      Re: PS3 è già obsoleta
      - Scritto da: Anonimo
      cdoscrivono proprio tutti...
      • Anonimo scrive:
        Re: PS3 è già obsoleta
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo


        cdo

        scrivono proprio tutti...e rispondono anche, questo è il bello. 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: PS3 è già obsoleta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          - Scritto da: Anonimo




          cdo



          scrivono proprio tutti...

          e rispondono anche, questo è il bello. 8) eh ehvero......... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: PS3 è già obsoleta
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo


        cdo

        scrivono proprio tutti...Hai visto che bello? La mia scritta c'è sullo schermo di taaaanta gente! :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: PS3 è già obsoleta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          - Scritto da: Anonimo




          cdo



          scrivono proprio tutti...

          Hai visto che bello? La mia scritta c'è sullo
          schermo di taaaanta gente!

          :D :D :Dil commodore 64 è superato!
    • Anonimo scrive:
      Re: PS3 è già obsoleta
      - Scritto da: Anonimo
      cdoVero non usa java.
      • Anonimo scrive:
        Re: PS3 è già obsoleta
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        cdo

        Vero non usa java.Finalmente cominciate a capire
        • Anonimo scrive:
          Re: PS3 è già obsoleta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          cdo



          Vero non usa java.

          Finalmente cominciate a capireeh ? non capisco
          • Anonimo scrive:
            Re: PS3 è già obsoleta
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            cdo





            Vero non usa java.



            Finalmente cominciate a capire

            eh ? non capiscoIl futuro stà nell'iterpretazione totale e totalitaria
          • Anonimo scrive:
            Re: PS3 è già obsoleta
            - Scritto da: Anonimo
            Il futuro stà nell'iterpretazione totale e
            totalitariaTotalitaria ? .NET ? Aiuto !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: PS3 è già obsoleta
            Vorrai dire nell'interpretazione interpretata...
    • Anonimo scrive:
      Re: PS3 è già obsoleta
      La ps3 è vecchia. Il suo hardware non è interpretato.
      • Anonimo scrive:
        Re: PS3 è già obsoleta
        - Scritto da: Anonimo
        La ps3 è vecchia. Il suo hardware non è
        interpretato.Tua mamma e' vecchia, il suo intimo non è piu' usato.
  • Anonimo scrive:
    per il 3D...
    sarebbe bene che ci giri Maya, 3D Studio Max o Lightwave 3D (penso sia piu' facile per Maya e Lightwave, visto che e' da sempre programmato in ottica multipiattaforma/OS).Se lo fanno e' il top!
  • Anonimo scrive:
    Un'alternativa agli x86
    Il fatto che si tratti dello stesso "cervello" della PS3 e che sia un "Power" significa che ci sono le premesse perché possa gestire anche dei computer casalinghi in grado di dare filo da torcere ai PC e perfino di emularli (come sono in grado di fare i Mac basati su PPC). Come sistema operativo, potrebbero usare delle versioni su misura di Linux PPC.Chissà quanti pensano che la Apple abbia fatto male a passare dai PPC agli x86...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'alternativa agli x86
      in effetti come utente mac...questa transizione mi dispiace, soprattutto vedendo cosa ha prodotto ibm!diciamo ke 3 mesi fa ero piu' entusiasta dell'idea, ora con i cell, rimpiango il passagio di apple...pero' per essee sincero non so se sti processori possono andare su un portatile ed essere competitivi con i centrino... IBM infatti punta sui computer fissi non i portatili ke sono uno dei settori piu' vitali di apple...
      • pikappa scrive:
        Re: Un'alternativa agli x86
        - Scritto da: Anonimo
        in effetti come utente mac...questa transizione
        mi dispiace, soprattutto vedendo cosa ha prodotto
        ibm!

        diciamo ke 3 mesi fa ero piu' entusiasta
        dell'idea, ora con i cell, rimpiango il passagio
        di apple...

        pero' per essee sincero non so se sti processori
        possono andare su un portatile ed essere
        competitivi con i centrino... IBM infatti punta
        sui computer fissi non i portatili ke sono uno
        dei settori piu' vitali di apple...
        al di là del fatto che CELL deve ancora dimostrare sul campo di valere qualcosa, l'architettura POWER non va bene per Apple, sono processori sovradimensionati per un desktop, figuriamoci per un portatile, per chi non lo sa i G5 sono una derivazione depotenziata (più piccola e più economica) dei processori Power4
        • Tatos scrive:
          Re: Un'alternativa agli x86
          secondo me è stata ibm a sbarazzarsi di apple. Strano che arrivi microsoft e gli chieda un microprocesso e salti fuori un triple-core, e poco dopo il pp6 da 4ghz, annunciato sul financial time http://news.ft.com/cms/s/c41f2d94-973c-11da-82b7-0000779e2340.html ... mentre ad apple ha sempre offerto soluzione mediocri, soprattutto per consumi e efficienza termica.... o come cavolo si dice... mmm... secondo me ibm vedeva nell?apple un concorrente e ha fatto il doppio gioco finché ha potuto.
          • pikappa scrive:
            Re: Un'alternativa agli x86
            - Scritto da: Tatos
            secondo me è stata ibm a sbarazzarsi di apple.
            Strano che arrivi microsoft e gli chieda un
            microprocesso e salti fuori un triple-core, e
            poco dopo il pp6 da 4ghz, annunciato sul
            financial time
            http://news.ft.com/cms/s/c41f2d94-973c-11da-82b7-0può darsi, ma:1) microsoft non guadagna granchè sulle xbox, e non è un mistero, inoltre il chip di una console non è certo una cpu general purprose adatta ad un desktop2) come ti ripeto l'architettura power è inadatta per apple, non potranno mai infilare una cosa simile in un portatile e un chip di quelli li costa quante un imac, sarebbe decisamente antieconomico
          • Anonimo scrive:
            Re: Un'alternativa agli x86

            secondo me ibm vedeva nell?apple un concorrente e
            ha fatto il doppio gioco finché ha potuto."secondo te"? :D :D :D Ora torna alla realtà e pensa che IBM......HA DISMESSO la produzione di PC, sia desktop che notebook!!!!!!In quale altro campo poteva entrare in competizione con Apple, nella musica online? :D Tutti esperti..."secondo me"...
    • avvelenato scrive:
      Re: Un'alternativa agli x86
      - Scritto da: Anonimo
      Il fatto che si tratti dello stesso "cervello"
      della PS3 e che sia un "Power" significa che ci
      sono le premesse perché possa gestire anche dei
      computer casalinghi in grado di dare filo da
      torcere ai PC e perfino di emularli (come sono in
      grado di fare i Mac basati su PPC). Come sistema
      operativo, potrebbero usare delle versioni su
      misura di Linux PPC.
      Chissà quanti pensano che la Apple abbia fatto
      male a passare dai PPC agli x86...no, non sono processori general purpouse e in ambiti consumer avrebbero prestazioni insoddisfacenti, inoltre necessiterebbero di un oneroso lavoro di ricompilazione, e sono soldi che vanno, tanto vale ricompilare tutto per x86 (piattaforma + conosciuta, quindi + semplice da gestire) e lasciar perdere l'uso di processori differenti, che tanto a breve le schede video saranno in grado di svolgere tutta la parte computazionale-vettoriabilizzabile dei calcoli, accelererà le applicazioni audio e l'encoding-decoding video, e una cpu come cell sarà inutile tranne che x i cluster.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'alternativa agli x86
      - Scritto da: Anonimo
      Il fatto che si tratti dello stesso "cervello"
      della PS3 e che sia un "Power" significa che ci
      sono le premesse perché possa gestire anche dei
      computer casalinghi in grado di dare filo da
      torcere ai PC e perfino di emularli (come sono in
      grado di fare i Mac basati su PPC). Come sistema
      operativo, potrebbero usare delle versioni su
      misura di Linux PPC.
      Chissà quanti pensano che la Apple abbia fatto
      male a passare dai PPC agli x86...Il problema é che PPC ha abbondonato il mondo dei notebook .... Quindi si ritroverebbe con un futuro senza mercato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un'alternativa agli x86
        I PPC vanno benissimo per fare tanti, molti calcoli (un PPC straccia quasi tutti gli x86 in flops) ma inadatti per un sistema che fa pochi calcoli (su un pc desktop in generale mica ti metti a fare il rendering di un filmato in 3d).
Chiudi i commenti