Visual Studio 2010, cadono i primi veli

BigM ha ufficialmente confermato il nome commerciale della sua prossima suite di sviluppo. Svela alcune delle novità principali e inaugura un sito zeppo di video e screenshot
BigM ha ufficialmente confermato il nome commerciale della sua prossima suite di sviluppo. Svela alcune delle novità principali e inaugura un sito zeppo di video e screenshot

Il rilascio delle prossime major release di Visual Studio e MS.NET Framework è ancora piuttosto lontano – le prime beta pubbliche potrebbero arrivare non prima del 2009 – ma ciò non ha impedito a BigM di richiamare l’attenzione dei programmatori sulla sua futura piattaforma di sviluppo.

Come primo passo, Microsoft ha inaugurato un sito espressamente dedicato a quello che sarà ufficialmente chiamato Visual Studio 2010: su tale sito è già possibile trovare video, screenshot e risorse tecniche che illustrano le principali caratteristiche della futura suite di sviluppo.

Versioni d’anteprima di Visual Studio 2010 e di MS.NET Framework 4 saranno mostrate presso la Professional Developers Conference (PDC) che si terrà dal 27 al 30 ottobre. Lo stesso evento in cui BigM presenterà per la prima volta al pubblico il successore di Vista, nome in codice Windows 7 . Il destino di questo sistema operativo appare profondamente legato a quello di Visual Studio 2010, tanto che la sua data di rilascio dovrebbe corrispondere, o seguire di poco, quella del nuovo ambiente di sviluppo.

Tra le principali novità di Visual Studio 2010 vi è un nuovo tool per il modeling che, secondo Microsoft, permetterà anche agli utenti non tecnici di progettare un’applicazione e definirne le funzionalità attraverso strumenti visuali. La nuova versione del designer, completamente riscritta, supporta sia il Domain Specific Language che l’Unified Modeling Language: quest’ultimo è un set standardizzato di notazioni di modellazione utilizzato come linguaggio per progettare e sviluppare applicazioni software che si sta facendo sempre più largo fra le aziende di medie e grandi dimensioni.

Il prossimo Visual Studio promette poi di migliorare le funzionalità per la collaborazione e l’application life-cycle management (ALM), consentendo a tutti i membri di un’organizzazione, indipendentemente dal loro ruolo, di partecipare al ciclo di vita del software.

Microsoft ha infine svelato che la versione 2010 di Visual Studio Team System (VSTS) integrerà i componenti per lo sviluppo e quelli per i database in un’unica soluzione: nelle precedenti release erano invece forniti separatamente. Una scelta di cui potranno immediatamente avvantaggiarsi anche i clienti di VSTS 2008 in possesso di un contratto Software Assurance: a questi Microsoft fornirà gratuitamente una copia di VSTS 2008 Development Edition, VSTS 2008 Database Edition, VSTS 2005 for Software Developers e VSTS 2005 for Database Professionals.

Negli scorsi giorni Scott Guthrie, dirigente della Microsoft Developer Division, ha annunciato sul proprio blog che jQuery , nota libreria JavaScript open source della dimensione di soli 15 KB, diverrà parte integrante di Visual Studio. jQuery sarà distribuito anche insieme ad ASP.NET MVC, e sarà compatibile con Visual Studio 2008 SP1 e Visual Web Developer 2008 Express SP1. Guthrie ha anche assicurato che Microsoft non ha alcuna intenzione di modificare o “forkare” il codice della libreria, e che questa sarà utilizzata per implementare la futura versione di ASP.NET AJAX.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 09 2008
Link copiato negli appunti