Vodafone e l'unità d'Italia

Parte in anticipo il progetto 1000 comuni: un miliardo per la banda larga via radio nei paesini digital divisi

Roma – La promessa banda larga via radio di Vodafone è già arrivata a Pallare (Liguria, 972 abitanti), San Pietro Viminario (Veneto, 2957), Noepoli (Basilicata, 1024) e ai 1137 abitanti di Suni (Sardegna). Con questi 4 comuni è partito in anticipo il progetto che punta a coprire in 3 anni mille comuni italiani con un miliardo di euro di investimenti.

“Abbiamo già ricevuto segnalazioni per oltre 1000 Comuni – afferma Paolo Bertoluzzo, AD di Vodafone Italia – e per questo abbiamo deciso di partire con anticipo” rispetto alla roadmap annunciata, che parlava dell’avvio dei lavori il prossimo gennaio.

Secondo dati forniti da Vodafone, ammontano a circa 1.800 i Comuni italiani non coperti dalla banda larga per un totale di circa 7 milioni di cittadini (il 12 per cento della popolazione): per portare la sua soluzione via radio al problema, la telco ha ottenuto la possibilità di utilizzare le frequenze più efficienti del 900 MHz per l’UMTS. Questa tecnologie le permette, dice, di offrire “la soluzione più adeguata per eliminare il digital divide dal momento che nelle zone più isolate del Paese premette prestazioni paragonabili alla banda larga fissa”.

Inoltre, spiega Vodafone, è “totalmente compatibile con i più diffusi dispositivi” sia fissi che mobile. Agli abitanti dei comuni coinvolti, in ogni caso, sarà garantito un accesso ad almeno 2Mbps dichiarati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 0110 scrive:
    Causa - risultato
    Egoismo - assalto alla democrazia
  • Andreabont scrive:
    Indirizzi sospetti
    E quali sarebbero questi indirizzi sospetti? Non è l'indirizzo che conta, ma cosa scarichi da esso.Inoltre andare a guardare cosa scarichi è una violazione della privacy e del diritto della riservatezza delle comunicazioni.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Indirizzi sospetti
      - Scritto da: Andreabont
      Inoltre andare a guardare cosa scarichi è una
      violazione della privacy e del diritto della
      riservatezza delle
      comunicazioni.In Italia è così... ma in Francia?
  • chris scrive:
    44 gatti......
    In Francia ci sono circa 20 milioni di abbonamenti a banda larga, a 10mila avvisi al giorno il lavoro sarebbe finito in qualche anno, e si sa come la PA francese sia un porto sicuro.
  • Nomen Omen scrive:
    comprare apps ?!?!
    Credo di aver letto male. Il governo francese usa le tasse dei francesi per permettere ai bimbiminkia di comprare apps iPhone e pregevoli pezzi della Shakira di turno?!?!
    • panda rossa scrive:
      Re: comprare apps ?!?!
      - Scritto da: Nomen Omen
      Credo di aver letto male. Il governo francese
      usa le tasse dei francesi per permettere ai
      bimbiminkia di comprare apps iPhone e pregevoli
      pezzi della Shakira di
      turno?!?!In Italia invece il governo italiano, con le tasse degli italiani, fa queste cose:http://www.cronachelodigiane.net/article-la-storia-del-ministro-bondi-e-del-film-di-michelle-bonev-62097289.htmlUltimo paragrafo.Almeno in Francia sono i bimbiminkia francesi a beneficiare delle elargizioni governative.
  • panda rossa scrive:
    La spiegazione piu' ovvia.
    Strano che a nessuno sia venuta in mente la spiegazione piu' ovvia.Ovvero che la gente che scarica non sono quei milioni di utenti che lamentano le major, ma sono solo 4 gatti.
    • Sgabbio scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      per non parlare poi che magari a molti non sanno nemmeno della mail, visto che sono in pochi ad usare l'indirizzo email offerto dal proprio ISP :D
      • panda rossa scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        - Scritto da: Sgabbio
        per non parlare poi che magari a molti non sanno
        nemmeno della mail, visto che sono in pochi ad
        usare l'indirizzo email offerto dal proprio ISP
        :DInoltre in Italia qualunque notifica non inviata a mezzo raccomandata A/R ha lo stesso valore della carta igienica usata.Evidentemente in Francia e' sufficiente cacciare un urlo dalla finestra del vicolo per considerare il messaggio recapitato.
        • mak77 scrive:
          Re: La spiegazione piu' ovvia.
          - Scritto da: panda rossa
          Inoltre in Italia qualunque notifica non inviata
          a mezzo raccomandata A/R ha lo stesso valore
          della carta igienica
          usata.Hai scordato la magica PEC a cui tanti cittadini hanno aderito. Ora supponi che il nostro "governo" decida di seguire una strategia simile, una volta che ti inviano la mail di avviso al tuo indirizzo PEC loro sono a posto, tu sei fregato.
          • Guybrush scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: mak77
            - Scritto da: panda rossa

            Inoltre in Italia qualunque notifica non inviata

            a mezzo raccomandata A/R ha lo stesso valore

            della carta igienica

            usata.

            Hai scordato la magica PEC a cui tanti cittadini
            hanno aderito. Ora supponi che il nostro
            "governo" decida di seguire una strategia simile,
            una volta che ti inviano la mail di avviso al tuo
            indirizzo PEC loro sono a posto, tu sei
            fregato.Prima lo stato deve dare la PEC a tutti i cittadini e metterli in condizione di ricevere posta elettronica certificata.E' un pelino difficile farlo in uno stato dove ci sono zone dove si navica ancora a 56k.GT
          • panda rossa scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: mak77
            - Scritto da: panda rossa

            Inoltre in Italia qualunque notifica non inviata

            a mezzo raccomandata A/R ha lo stesso valore

            della carta igienica

            usata.

            Hai scordato la magica PEC a cui tanti cittadini
            hanno aderito. Ora supponi che il nostro
            "governo" decida di seguire una strategia simile,
            una volta che ti inviano la mail di avviso al tuo
            indirizzo PEC loro sono a posto, tu sei
            fregato.Quindi si fa una legge alla quale devono sottostare solo quelli con la PEC, gli altri no.Sappimi dire che cosa ne pensa la corte costituzionale. ;)
          • mak77 scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi si fa una legge alla quale devono
            sottostare solo quelli con la PEC, gli altri
            no.Non hai capito, il punto è che per come è stata presentata (grande rivoluzione tecnologica utile a tutti i cittadini) molti hanno sottoscritto senza veramente comprendere i lati negativi della cosa. Questo è uno dei possibili lati negativi.Quindi tu (o io) che non hai sottoscritto il servizio riceverai la classica mail "carta igienica" e potrai fregartene ed eventualmente dimostrare di non averla ricevuta, mentre chi ha sottoscritto la PEC si potrebbe beccare una bella mail tracciabile, ben diversa da un punto di vista legale.
          • panda rossa scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: mak77
            - Scritto da: panda rossa

            Quindi si fa una legge alla quale devono

            sottostare solo quelli con la PEC, gli altri

            no.

            Non hai capito, il punto è che per come è stata
            presentata (grande rivoluzione tecnologica utile
            a tutti i cittadini) molti hanno sottoscritto
            senza veramente comprendere i lati negativi della
            cosa. Questo è uno dei possibili lati
            negativi.

            Quindi tu (o io) che non hai sottoscritto il
            servizio riceverai la classica mail "carta
            igienica" e potrai fregartene ed eventualmente
            dimostrare di non averla ricevuta, mentre chi ha
            sottoscritto la PEC si potrebbe beccare una bella
            mail tracciabile, ben diversa da un punto di
            vista
            legale.Rimane solo un aspetto da chiarire:come associano l'ip dal quale scarico col mulo, che parte dal router in cantina, con l'indirizzo di pec che utilizzo unicamento dal computer dell'ufficio?
          • Deus Ex Machina scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: mak77
            - Scritto da: panda rossa

            Quindi si fa una legge alla quale devono

            sottostare solo quelli con la PEC, gli altri

            no.

            Non hai capito, il punto è che per come è stata
            presentata (grande rivoluzione tecnologica utile
            a tutti i cittadini) molti hanno sottoscritto
            senza veramente comprendere i lati negativi della
            cosa. Questo è uno dei possibili lati
            negativi.

            Quindi tu (o io) che non hai sottoscritto il
            servizio riceverai la classica mail "carta
            igienica" e potrai fregartene ed eventualmente
            dimostrare di non averla ricevuta, mentre chi ha
            sottoscritto la PEC si potrebbe beccare una bella
            mail tracciabile, ben diversa da un punto di
            vista
            legale.basta una e-mail con contenuto di tipo web (basta un jpg tipo banner) che traccia la connessione, dunque quando vieni tracciato loro possono vedere che tu la e-mail l'hai letta.
          • panda rossa scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Deus Ex Machina
            - Scritto da: mak77

            - Scritto da: panda rossa


            Quindi si fa una legge alla quale devono


            sottostare solo quelli con la PEC, gli altri


            no.



            Non hai capito, il punto è che per come è stata

            presentata (grande rivoluzione tecnologica utile

            a tutti i cittadini) molti hanno sottoscritto

            senza veramente comprendere i lati negativi
            della

            cosa. Questo è uno dei possibili lati

            negativi.



            Quindi tu (o io) che non hai sottoscritto il

            servizio riceverai la classica mail "carta

            igienica" e potrai fregartene ed eventualmente

            dimostrare di non averla ricevuta, mentre chi ha

            sottoscritto la PEC si potrebbe beccare una
            bella

            mail tracciabile, ben diversa da un punto di

            vista

            legale.

            basta una e-mail con contenuto di tipo web (basta
            un jpg tipo banner) che traccia la connessione,
            dunque quando vieni tracciato loro possono vedere
            che tu la e-mail l'hai
            letta.Si, perche' secondo te io lascio che il mio client di posta apra i contenuti web presenti nella mail!Fallo tu e beccati i virus trasmessi in quel modo!
          • gomez scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Deus Ex Machina
            - Scritto da: mak77

            basta una e-mail con contenuto di tipo web (basta
            un jpg tipo banner) che traccia la connessione,
            dunque quando vieni tracciato loro possono vedere
            che tu la e-mail l'hai letta.ah, allora sto tranquillo, lo html e' disabilitato nelmio mailer e cmq scarico la posta e poi la leggo offline :-)se non si fosse capito, sono uno degli n-milioni a 56k :-(Mauro
        • embe scrive:
          Re: La spiegazione piu' ovvia.
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Sgabbio

          per non parlare poi che magari a molti non sanno

          nemmeno della mail, visto che sono in pochi ad

          usare l'indirizzo email offerto dal proprio ISP

          :D

          Inoltre in Italia qualunque notifica non inviata
          a mezzo raccomandata A/R ha lo stesso valore
          della carta igienica
          usata.

          Evidentemente in Francia e' sufficiente cacciare
          un urlo dalla finestra del vicolo per considerare
          il messaggio
          recapitato.Dopo aver ricevuto il terzo avviso se ne accorgeranno di aver ricevuto le mail, altrochè!
          • Sgabbio scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            ma se io non ho ricevuto nulla, posso appellarmi mi sa.
          • panda rossa scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Sgabbio
            ma se io non ho ricevuto nulla, posso appellarmi
            mi
            sa.Il fatto che esista la PEC, serve a dimostrare che tutto cio' che non passa dalla PEC non puo' essere certificato che sia arrivato, ne' che sia stato mandato.Altrimenti la PEC non avrebbe senso.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      - Scritto da: panda rossa
      Strano che a nessuno sia venuta in mente la
      spiegazione piu'
      ovvia.

      Ovvero che la gente che scarica non sono quei
      milioni di utenti che lamentano le major, ma sono
      solo 4
      gatti.e magari sono tutti lavoratori pubblici, manager, ufficiali, agenti pubblica sicurezza ?
      • Ubunto scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        - Scritto da: Picchiatell o
        e magari sono tutti lavoratori pubblici, manager,
        ufficiali, agenti pubblica sicurezza
        ?eh? (newbie)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 dicembre 2010 15.06-----------------------------------------------------------
    • Guybrush scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      - Scritto da: panda rossa
      Strano che a nessuno sia venuta in mente la
      spiegazione piu'
      ovvia.

      Ovvero che la gente che scarica non sono quei
      milioni di utenti che lamentano le major, ma sono
      solo 4
      gatti.Una spiegazione meno ovvia è un notevole incremento, in terra francese, di connessioni su rete KAD adeguatamente protette.GT
      • Sgabbio scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        stealthnet se non erro in terra oltre alpina e diffusissima :D
        • Guybrush scrive:
          Re: La spiegazione piu' ovvia.
          - Scritto da: Sgabbio
          stealthnet se non erro in terra oltre alpina e
          diffusissima
          :DDavvero? Oh cielo che cattivoni 'sti francesi che non lasciano le comunicazioni in chiaro :-PGT
          • Sgabbio scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            l'avevo installato per vedere come funzionava, praticamente i peer che si vedevano sono francesi e tedeschi (alcuni dicono pure giapponesi ma non ho visto niente :( )
          • Guybrush scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Sgabbio
            l'avevo installato per vedere come funzionava,
            praticamente i peer che si vedevano sono francesi
            e tedeschi (alcuni dicono pure giapponesi ma non
            ho visto niente :(
            )Pazienta.Le reti si devono popolare, i primi tempi con kad non si trovava nulla.GT
    • spacevideo scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      le mail inviate sono poche rispetto ai reali pirati, ecco perchè le vogliono automatizzare.Comunque credo che la francia debba voltarsi verso l'italia, anche se loro hanno il merito di aver dato il via, noi stiamo facendo un lavoro più a monte, che inizialmente credo sia la cosa migliore.
      • Sgabbio scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        - Scritto da: spacevideo
        le mail inviate sono poche rispetto ai reali
        pirati, ecco perchè le vogliono
        automatizzare.Sai che falsi positivi :D
        Comunque credo che la francia debba voltarsi
        verso l'italia, anche se loro hanno il merito di
        aver dato il via, noi stiamo facendo un lavoro
        più a monte, che inizialmente credo sia la cosa
        migliore.bla bla bla bla bla bla bla bla
      • ThEnOra scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        - Scritto da: spacevideo
        le mail inviate sono poche rispetto ai reali
        pirati, ecco perchè le vogliono
        automatizzare.Starei attento agli automatismi.
        Comunque credo che la francia debba voltarsi
        verso l'italia, anche se loro hanno il merito di
        aver dato il via, noi stiamo facendo un lavoro
        più a monte, che inizialmente credo sia la cosa
        migliore.Il provvedimento italiano, non ancora esecutivo (aspettiamo la conclusione della consultazione pubblica), non può essere definito migliore rispetto a quello francese.Hanno applicazione in due ambiti diversi: HADOPI è indirizzato verso gli utenti, mantre quello AGCOM è verso gli operatori "http".Dunque la prima "colpisce" le condotte a valle, mentre la secondo quelle a monte, ma ristretto solo a chi opera attraverso http.Due pesi d'azione completamente diversi.
        • Hiperlon scrive:
          Re: La spiegazione piu' ovvia.
          - Scritto da: ThEnOra
          Il provvedimento italiano, non ancora esecutivo
          (aspettiamo la conclusione della consultazione
          pubblica), non può essere definito migliore
          rispetto a quello
          francese.
          Hanno applicazione in due ambiti diversi: HADOPI
          è indirizzato verso gli utenti, mantre quello
          AGCOM è verso gli operatori
          "http".

          Dunque la prima "colpisce" le condotte a valle,
          mentre la secondo quelle a monte, ma ristretto
          solo a chi opera attraverso
          http.
          E secondo me è meglio colpire gli utenti finali. Che si assumano le loro responsabilità. Quindi meglio quello francese.
          • krane scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Hiperlon
            - Scritto da: ThEnOra

            Il provvedimento italiano, non ancora esecutivo

            (aspettiamo la conclusione della consultazione

            pubblica), non può essere definito migliore

            rispetto a quello francese.

            Hanno applicazione in due ambiti diversi: HADOPI

            è indirizzato verso gli utenti, mantre quello

            AGCOM è verso gli operatori "http".

            Dunque la prima "colpisce" le condotte a valle,

            mentre la secondo quelle a monte, ma ristretto

            solo a chi opera attraverso http.
            E secondo me è meglio colpire gli utenti finali.
            Che si assumano le loro responsabilità. Quindi
            meglio quello francese.Che adesso vanno in criptato coprendo cosi' meglio qualsiasi pedoterroanarcosatanista.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.

        Comunque credo che la francia debba voltarsi
        verso l'italiaTi senti già con la vittoria in tasca e con il negozio pieno di clienti, eh !
    • ThEnOra scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      - Scritto da: panda rossa
      Strano che a nessuno sia venuta in mente la
      spiegazione piu'
      ovvia.

      Ovvero che la gente che scarica non sono quei
      milioni di utenti che lamentano le major, ma sono
      solo 4
      gatti.Hehehe, se permetti, facciamo 5-6 gatti.
      • panda rossa scrive:
        Re: La spiegazione piu' ovvia.
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: panda rossa

        Strano che a nessuno sia venuta in mente la

        spiegazione piu'

        ovvia.



        Ovvero che la gente che scarica non sono quei

        milioni di utenti che lamentano le major, ma
        sono

        solo 4

        gatti.

        Hehehe, se permetti, facciamo 5-6 gatti.Anche dieci te ne concedo: la questione non cambia.La gente che scarica non e' cosi' tanta come si vuole far credere.La gente che scarica comunque si abbona a sky, a mediaset premium, va al cinema a vedere Belen, va ai concerti...Nessuno di quelli che scaricano provoca un calo di richieste all'indistria che diffonde i contenuti (a parte le videoteche, ma che subiscono la concorrenza della tv, anche se il videotecaro non lo ha ancora capito).
        • Hiperlon scrive:
          Re: La spiegazione piu' ovvia.
          - Scritto da: panda rossa
          Anche dieci te ne concedo: la questione non
          cambia.mettici un pò di zeri dopo quel dieci e poi vedi se cambia.
          La gente che scarica non e' cosi' tanta come si
          vuole far
          credere.
          La gente che scarica comunque si abbona a sky, a
          mediaset premium, va al cinema a vedere Belen, va
          ai
          concerti...Come no, il prezzo a zero dello scaricare è imbattibile e sono tutti ansiosi di sborsar soldi per sky, ecc.

          Nessuno di quelli che scaricano provoca un calo
          di richieste all'indistria che diffonde i
          contenuti (a parte le videoteche, ma che
          subiscono la concorrenza della tv, anche se il
          videotecaro non lo ha ancora
          capito).Fermo restando che le videoteche fallirano comunque (solo perchè ovviamente usano uno strumento vecchio), chi ti da la certezza così piena che non ci siano danni all'industria dei contenuti?Secondo me ci sono nel presente e ci saranno ancor più nel futuro con questo andazzo. E ancor più che all'industria, danni ala diffusione della cultura.
          • panda rossa scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Hiperlon
            - Scritto da: panda rossa


            Anche dieci te ne concedo: la questione non

            cambia.
            mettici un pò di zeri dopo quel dieci e poi vedi
            se cambia.In quel caso magari cambierebbe, ma il dato di fatto e' che adesso sono coinvolti solo 4 gatti. Fattene una ragione.

            La gente che scarica non e' cosi' tanta come si

            vuole far

            credere.

            La gente che scarica comunque si abbona a sky, a

            mediaset premium, va al cinema a vedere Belen,
            va

            ai

            concerti...
            Come no, il prezzo a zero dello scaricare è
            imbattibile e sono tutti ansiosi di sborsar soldi
            per sky,
            ecc.Il numero degli abbonati a sky e mediaset non e' mica segreto.Del resto basta guardare quanto sono disposti a spendere per accaparrarsi i diritti del calcio, quindi di gente ansiosa a dar soldi a sky ce n'e'...

            Nessuno di quelli che scaricano provoca un calo

            di richieste all'indistria che diffonde i

            contenuti (a parte le videoteche, ma che

            subiscono la concorrenza della tv, anche se il

            videotecaro non lo ha ancora

            capito).
            Fermo restando che le videoteche fallirano
            comunque (solo perchè ovviamente usano uno
            strumento vecchio), chi ti da la certezza così
            piena che non ci siano danni all'industria dei
            contenuti?Notizia di oggi su repubblica: Avatar e' il film piu' scaricato dal P2P.http://trovacinema.repubblica.it/multimedia/copertina/quotavatarquot-il-film-piu-piratato-dellanno/27557096/1/1?ref=HRESS-12Considerando che Avatar e' stato sia il film piu' visto al cinema che quello che ha piu' venduto in dvd e blue ray, ho la certezza che non ci sono stati danni all'industria dei contenuti.
            Secondo me ci sono nel presente e ci saranno
            ancor più nel futuro con questo andazzo.Secondo me invece ci saranno sempre meno film cagata, perche' sono solo quelli i film danneggiati dal P2P, quelli che non valgono i soldi del biglietto del cinema.
            E ancor
            più che all'industria, danni ala diffusione della
            cultura.La cultura non contempla le cagate.
          • Hiperlon scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: panda rossa

            In quel caso magari cambierebbe, ma il dato di
            fatto e' che adesso sono coinvolti solo 4 gatti.
            Fattene una
            ragione.
            Mi devo fare una ragione su dati che sono solo il frutto di tue stime, perchè altro non possono essere rigurdando un fenomeno che è clandestino?


            La gente che scarica non e' cosi' tanta come
            si


            vuole far


            credere.


            La gente che scarica comunque si abbona a
            sky,
            a


            mediaset premium, va al cinema a vedere Belen,

            va


            ai


            concerti...

            Come no, il prezzo a zero dello scaricare è

            imbattibile e sono tutti ansiosi di sborsar
            soldi

            per sky,

            ecc.




            Nessuno di quelli che scaricano provoca un
            calo


            di richieste all'indistria che diffonde i


            contenuti (a parte le videoteche, ma che


            subiscono la concorrenza della tv, anche se il


            videotecaro non lo ha ancora


            capito).

            Fermo restando che le videoteche fallirano

            comunque (solo perchè ovviamente usano uno

            strumento vecchio), chi ti da la certezza così

            piena che non ci siano danni all'industria dei

            contenuti?

            Notizia di oggi su repubblica: Avatar e' il film
            piu' scaricato dal
            P2P.
            http://trovacinema.repubblica.it/multimedia/copert

            Considerando che Avatar e' stato sia il film piu'
            visto al cinema che quello che ha piu' venduto in
            dvd e blue ray, ho la certezza che non ci sono
            stati danni all'industria dei
            contenuti.perchè avatar dispensa cultura? Non lo vedrò nemmeno gratis quando lo passeranno sulla tv generalista.


            Secondo me ci sono nel presente e ci saranno

            ancor più nel futuro con questo andazzo.

            Secondo me invece ci saranno sempre meno film
            cagata, perche' sono solo quelli i film
            danneggiati dal P2P, quelli che non valgono i
            soldi del biglietto del
            cinema.
            Al cinema non ci andrà più nessuno se si diffonderà la piaga della pirateria senza argini. Non prendiamoci in giro!!!

            E ancor

            più che all'industria, danni ala diffusione
            della

            cultura.

            La cultura non contempla le cagate.E quelle avrete, inpregnate di pubblicità (che finanzierà la nuova "cultura" ad ogni scena, magari sul punto più eccitante del film. Che bella prospettiva.
          • krane scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Hiperlon
            - Scritto da: panda rossa

            Notizia di oggi su repubblica: Avatar e' il film

            piu' scaricato dal

            P2P.
            Al cinema non ci andrà più nessuno se si
            diffonderà la piaga della pirateria senza argini.
            Non prendiamoci in giro!!!E allora com'e' che a vedere Avatar sono andati cosi' in tanti ?

            La cultura non contempla le cagate.
            E quelle avrete, inpregnate di pubblicità (che
            finanzierà la nuova "cultura" ad ogni scena,
            magari sul punto più eccitante del film. Che
            bella prospettiva.Perche' adesso che cultura abbiamo ?
          • Hiperlon scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: krane
            Perche' adesso che cultura abbiamo ?Tanto peggio se ne sei consapovele.Continmuiamo a farci del male. Che bello il nostro futuro!!!
          • krane scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.
            - Scritto da: Hiperlon
            - Scritto da: krane

            Perche' adesso che cultura abbiamo ?
            Tanto peggio se ne sei consapovele.E vorresti dare la colpa alla pirateria anche di quello ?Saresti proprio ridicolo...
            Continmuiamo a farci del male. Che bello il
            nostro futuro!!!Non hai risposto alla mia domanda: E allora com'e' che a vedere Avatar sono andati cosi' in tanti ? Sono andati solo qulelli che non potevano scaricarlo secondo te ?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.

            Tanto peggio se ne sei consapovele.
            Continmuiamo a farci del male. Che bello il
            nostro
            futuro!!!A me piace tale prospettiva. Se a te non piace, arrangiati. Non ti impedisco di finanziare la realizzazione di un film, ti dico solo che io non intendo contribuire, se non mi va.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.

            Al cinema non ci andrà più nessuno se si
            diffonderà la piaga della pirateria senza argini.
            Non prendiamoci in
            giro!!!La pirateria non ti offre il grande schermo.Comunque, ammettiamo che accada. E allora?

            La cultura non contempla le cagate.
            E quelle avrete, inpregnate di pubblicità (che
            finanzierà la nuova "cultura" ad ogni scena,
            magari sul punto più eccitante del film.E allora, tagli gli spot pubblicitari, e riuppi il film senza. Oppure, usi la funzione "avanti veloce", come si faceva con i videoregistratori.
            Che bella prospettiva.Sempre meglio dei sistemi a pagamento e dei drm.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: La spiegazione piu' ovvia.

            Fermo restando che le videoteche fallirano
            comunque (solo perchè ovviamente usano uno
            strumento vecchio), chi ti da la certezza così
            piena che non ci siano danni all'industria dei
            contenuti?Infatti ci saranno. E allora? A me non interessa che tale industria continui a esistere. Ne possiamo fare a meno.
    • Maestro Miyagi scrive:
      Re: La spiegazione piu' ovvia.
      Mah, anch'io credo che tutto questo presunto scopiazzamento di materiale c.d. protetto sia pesantemente sovrastimato, per far apparire chissà cosa nelle sbrilluccicose presentazioni powerpoint dei "conslutanti" e dei "mangler" nelle riunioni del gran consiglio dei dieci assenti delle major.D'altro canto se continuano a mandare 2000 segnalazioni al giorno agli utenti "sospetti" o sedicenti tali, nel giro di "soli" 80 anni avranno raggiunto più o meno tutta la popolazione francese, vecchi e neonati compresi: dire che è un ottimo risultato!!
      ;
      :PPPPPPPPPPPPP
Chiudi i commenti