Vodafone: abbiamo un piano per il digital divide

Con l'HSDPA e in futuro LTE punta a fornire 2 megabit ad un comune al giorno. Senza abbandonare il piano per la fibra. Mille centri abitati non saranno più digital divisi

Roma – Vodafone ha presentato un nuovo piano per sconfiggere il digital divide: l’intenzione è quella di coprire in 3 anni 1.000 comuni italiani . Grazie un miliardo di euro di risorse da investire.

La tecnologia su cui vuole scommettere Vodafone, per tirare la volata per sbrogliare la questione delle infrastrutture di connessione, è la banda larga mobile via radio : l’offerta di connessione per questi comuni inizialmente interessati arriverà con Vodafone station (con chiavetta) per collegamento immediato WiFi o lan.

Nella presentazione dell’amministratore delegato italiano Paolo Bertoluzzo si parla dell’intenzione da parte della telco di raggiungere un comune al giorno con almeno 2 mbps medi in casa: oggi, ha spiegato l’AD, il 3G copre circa l’80 per cento della popolazione indoor, l’ADSL l’88 per cento. Con la nuova iniziativa si punta quindi a quel 20 per cento senza 3G e quel 12 per cento senza xDSL.

In totale si tratta di circa 1800 comuni isolati . Su cui Vodafone ha ritagliato questo sorta di corsia preferenziale da portare avanti accanto al progetto Fibra per l’Italia e al futuro sviluppo LTE: accanto al miliardo di investimento nelle case non verranno abbandonati i progetti previsti negli altri settori.

In tutto nei prossimi 3-4 anni la telco dovrebbe implementare circa 10mila nuove antenne tra le zone ancora non raggiunte dalla banda larga mobile (aree rurali, comuni medio-grandi e grandi città) e in quelle nelle quali i servizi Internet sono già disponibili.

Il progetto prevede l’utilizzo delle frequenze attualmente disponibili e il refarming dei 900 mhz . Gli investimenti nelle aree scoperti riguarderanno le tecnologie HSDPA , protocollo che lavora nello standard UMTS.

Il piano è in avvio: chiesti già 300 permessi ai comuni interessati . Vodafone manifesta l’intenzione di voler dare la precedenza alle amministrazioni più sensibili alla tematica, cioè a quelle che non metteranno particolari ostacoli allo sviluppo delle nuove infrastrutture. A disposizione, inoltre, un sito dedicato e un numero verde per raccogliere le segnalazioni dei comuni scoperti.

Il tutto, peraltro, non è in sostituzione della fibra, ma semplicemente complementare nelle aree disagiate: il progetto Fibra per l’Italia, insomma, va avanti. Un po’ più sfumata, invece la questione Wimax: per Vodafone non è una tecnologia vincente, ma un buono stimolo per lo sviluppo di altre soluzioni. In quest’ottica la scommessa per il futuro è LTE, per cui occorrerà trovare le frequenze adatte (una notizia, l’operatore sembra interessato a intavolare un discorso di questo tipo con i ministeri interessati) e che si punta ad implementare a partire dal 2013.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Nebbia scrive:
    ancora soldi?
    ma l'invidia crede che i comuni mortali spendano sul serio 500 euro ogni 2/3 anni per una scheda video? forse è arrivato il momento di sbattersi sul codice del software invece che pendere dai nostri portafogli ad ogni nuovo( ?!?) chip che viene sapientemente messo sul mercato nel momento che reputano giusto.. da oggi sciopero dell'acquisto HW mi tengo il pc che ho a tempo indeterminato
    • Xenon scrive:
      Re: ancora soldi?
      Posso dirti che molti dei professionisti che lavorano sulla grafica noleggiano i propri PC per non dover star dietro, appunto, a questi continui cambi di hardware.Inoltre NVidia basa le proprie vendite proprio su questo continuo "cambio" di richieste hardware... se no come fanno a tirare avanti?
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: ancora soldi?
      Il mondo è dinamico, non statico, stai tranquillo che se tu ti tieni il pc che hai ne nvidia ne intel ne amd vanno in fallimento (forse casomai lo andrebbero seguendo il tuo consiglio di non sviluppare più nuovo hardware). Ci sono nuove generazioni che crescono, sempre più gente si appassiona ai pc poi ci sono quelli che hanno la passione e spendere soldi per nuovo hardware è quasi una ragion di vita (un po' come per le droghe). Comunque capisco la tua frustrazione, forse hai appena speso 700 euro per una scheda video che oramai non vale più la ventolina che ha montata.
      • Andrea Nebbia scrive:
        Re: ancora soldi?
        no, e premetto che i toni da "so tutto io" e "io non mi faccio XXXXXXX dal consumismo perche' ne so'" non ti rendono ne figo ne simpatico, cmq ho speso la bellezza di 300 euro 2 anni fa per una gtx245 che emula (da schifo) ledirecx 11, mentre su xp dx9 usando un monitor da 24 pollici 1920x1200 fa ancora faville giocando con il classico "tutto a manetta", allora capisco la passione capisco la febbre tecnologica ( guarda i migliaia di XXXXXXXX in fila per un telefono con le apps dentro a "soli" 500 euris) ma qui ci prendono per i fondelli. il mio discorso ruota intorno al fatto che chi si avvicina alla tecnologia non spende cosi tanto cosi' spesso, e se come me compra un pezzo da 300 euro e 2 anni dopo escono le dx11 e non va bene piu ovvio che si XXXXXXX e magari la passione ti passa alla prima inxxlata. ma ovviamente per te la tentazione di dire la frase in piu è stata irresistibile.
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: ancora soldi?
      Guarda che si parla di schede della aerie quadro, dedicate ai professionisti, non è roba per videogiocatori.Ad uno studio grafico o ad un architetto, 500 euro fanno ridere se poi c'è un reale vantaggio in termini prestazionali.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 ottobre 2010 15.00-----------------------------------------------------------
      • Andrea Nebbia scrive:
        Re: ancora soldi?
        io sono ufotografo e so benissimo cosa sono le quadro cosi come so che 500 euro sono soldi da me guadagnati e non mi va di buttarli nel XXXXX per il nuovo pezzo di ferro nvidia. ripeto il problema e' che ogni anno c'e' la super novita del momento che da oggi non se ne puo' fare a meno. poi magari mi sbaglio ma non siamo in crisi? gli stipendi non sono pressoche identici dal 2002? magari sono l'unico che lavora tra chi mi ha risposto :|
        • James Kirk scrive:
          Re: ancora soldi?
          - Scritto da: Andrea Nebbia
          problema e' che ogni anno c'e' la super novita
          del momento che da oggi non se ne puo' fare a
          meno. Mica sei obbligato a comprarle, e specialmente non sei forzato, come nei videogiochi di alcuni anni fa, a cambiare la scheda se vuoi poter giocare.Il ciclo di vita di un PC per uso CAD è di circa 4 anni, dopo si cambia tutto, scheda compresa.Semmai quello di cui ci si deve lamentare è che molto spesso funzionalità accessibili ai videogiochi non lo sono (furbescamente) ai programmi professionali, salvo poi sbloccarle con schede tipo Quadro/Fire Pro, che differiscono da quelle consumer Geforce/Radeon solo per i drivers ma costano 4-8 volte tanto.
          • Funz scrive:
            Re: ancora soldi?
            Ma anche facendo grafica o CAD 3D, a che serve tutta questa potenza? Non si lavorava benissimo anche 10 anni fa, su immagini pesanti e su modelli complessi?A meno che non si debba fare rendering in maniera pesante, c'è davvero tutto questo bisogno di potenza?
          • James Kirk scrive:
            Re: ancora soldi?
            - Scritto da: Funz
            Ma anche facendo grafica o CAD 3D, a che serve
            tutta questa potenza?

            Non si lavorava benissimo anche 10 anni fa, su
            immagini pesanti e su modelli
            complessi?Quoto al 100% ed aggiungo che, almeno per quel che riguarda il CAD meccanico (senza rendering pesante) il lavoro della GPU non è molto impegnativo.Ho anche verificato che, tra una scheda consumer di fascia alta ed una Quadro di fascia bassa (che costa comunque il doppio), non c'è poi quella gran differenza in termini di prestazioni.Quello che cambia sono le funzioni disabilitate, che però non sevrono a tutti.Il problema comunque è la differenza di prezzo, che non è giustificabile solo dalle ottimizzazioni dei drivers. D'altra parte i costi di licenza e mantenimento di un sistema CAD 3D sono enormemente superiori a quelli della scheda, per cui spesso si decide di prendere una Quadro/FirePro (i cui drivers sono certificati dai produttori del software) per evitare problemi.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: ancora soldi?
            Perchè, esistono driver non certificati per le Radeon/Nvidia varie?Dove li trovo, così evito di aspettare 5 ore su Rhino per un render del caxxo con ombre e effetti vari?
          • James Kirk scrive:
            Re: ancora soldi?
            - Scritto da: Paolo Nocco
            Perchè, esistono driver non certificati per le
            Radeon/Nvidia
            varie?
            Dove li trovo, così evito di aspettare 5 ore su
            Rhino per un render del caxxo con ombre e effetti
            vari?Premesso che per drivers certificati intendo quelli certificati dalle singole software house dei programmi CAD.es. qui: http://www.solidworks.it/sw/support/videocardtesting.html Ebbene, questi driver non si installerebbero su Geforce/Radeon.Pur essendo sostanzialmente uguali le schede Pro differiscono leggermente da quelle consumer; poi qualcuno ogni tanto trova metodi (es il reflashing del BIOS e/o installer taroccati) per far diventare Quadro/FirePro le Geforce/Radeon, ma se una volta era facile oggi le cose sono state rese molto più complesse.... oltre al fatto che, se hai problemi al software CAD, con drivers taroccati, l'assistenza non ti viene fornita.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: ancora soldi?
            Questo lo sapevo, volevo capire se c'era modo di installare driver Quadro sulla Geforce senza tanto sbatta, ma a quanto pare dici che non è facile. Peccato, risparmiare 1000 euro su una scheda uguale non è poco.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: ancora soldi?
            Perchè, esistono driver non certificati per le Radeon/Nvidia varie?Dove li trovo, così evito di aspettare 5 ore su Rhino per un render del caxxo con ombre e effetti vari?
          • andrea nebbia scrive:
            Re: ancora soldi?
            quello che dico io, ci fanno credere che abbiamo bisogno di piu potenza quando invece basta solo ottimizzare, la solita solfa del consumismo a tutti i costi e rischi..
Chiudi i commenti