VPN leak: i dati degli utenti esposti su Telegram

VPN leak: i dati degli utenti esposti su Telegram

Le informazioni appartenenti a 21 milioni di utenti iscritti a servizi VPN gratuiti sono finite in un enorme leak: non è la prima volta.
Le informazioni appartenenti a 21 milioni di utenti iscritti a servizi VPN gratuiti sono finite in un enorme leak: non è la prima volta.

Un altro leak sta mettendo in pericolo la privacy e i dati personali degli utenti. È l’ennesimo di un periodo davvero nero sul fronte della cybersecurity. Questa volta tocca a coloro che hanno scelto di affidarsi ad alcuni servizi che offrono VPN gratuite ovvero GeckoVPN, SuperVPN e ChatVPN, le cui informazioni sono state raccolte in un file da 10 GB distribuito liberamente su Telegram. La condivisione ha preso il via il 7 maggio. Per stare al sicuro, meglio optare per la solidità di un’offerta premium come quella proposta da NordVPN, oggi in sconto del 52%.

Un leak ha colpito gli utenti di tre VPN gratuite

L’archivio contiene un totale pari a 21 milioni di record, appartenenti ad altrettanti iscritti. Al loro interno sono consultabili in chiaro l’indirizzo email (nel 95% dei casi inerenti a caselle su Gmail), lo username, il nome e il cognome, il paese di residenza, la password (fortunatamente non in chiaro), gli eventuali dettagli sui metodi di pagamento inseriti e il periodo di validità delle opzioni premium sottoscritte.

Per uno dei tre servizi chiamati in causa, SuperVPN, non si tratta del primo leak: era stato colpito già nel 2020. Nelle mani dei cybercriminali, questi dati possono essere impiegati con le più disparate finalità malevole, anzitutto per mettere in atto truffe e raggiri. Una di queste è quella che passa dall’invio di messaggi in cui si ricatta la potenziale vittima, affermando di essere a conoscenza delle attività online svolte e chiedendo una somma di denaro (molto spesso in crypto) per non vedere divulgate pubblicamente le informazioni. Spinto dal panico, qualcuno potrebbe cadere nella trappola.

A chi è interessato a proteggere le proprie sessioni di navigazione e i propri dispositivi affidandosi a una Virtual Private Network consigliamo di prendere in considerazione un’offerta premium, che per ovvie ragioni offre maggiori garanzie. Abbiamo spiegato il perché in un articolo dedicato. Tra queste c’è NordVPN, oggi in sconto del 52% se si sceglie di sottoscrivere un abbonamento dalla durata biennale.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: vpnMentor
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 mag 2022
Link copiato negli appunti