WC3 per un web mobile universale

Morse - L'organismo che sovrintende al web vuole una Internet a misura di cellulare. XHTML per tutti e basta con gli standard che non sono standard
Morse - L'organismo che sovrintende al web vuole una Internet a misura di cellulare. XHTML per tutti e basta con gli standard che non sono standard

Il W3C, acronimo di World Wide Web Consortium, è un consorzio incaricato di promuovere la compatibilità delle tecnologie Internet (HTML, XHTML, XML, CSS) con tutti i device del mercato che includono un navigatore Web.

Dopo aver attaccato per numerosi anni Microsoft ed il suo navigatore Internet Explorer, W3C punta ora il dito sul web mobile e le sue svariate declinazioni in i-mode, HTML, WAP e infine iPhone, in quanto la maggior parte delle versioni mobili dei servizi non sono compatibili tra loro, ed auspica invece un formato universale di Internet mobile che sia anche di semplice utilizzo.

Ciò spiega perché W3C ha pubblicato dei nuovi standard per facilitare la navigazione sul Web a partire dai terminali mobili: Mobile Web Best Practices 1.0 è il documento che dà consigli pratici per la creazione di contenuti universali per i terminali mobili.

“La convergenza delle tecnologie del Web mobile offre una migliore esperienza agli utilizzatori mobili e s’inserisce nella missione di W3C volta a creare un solo Web”, ha precisato Dominique Hazaël-Massieux, direttore dell’iniziativa Web mobile per il W3C.

Concretamente, W3C incoraggia la pubblicazione dei siti mobili in formato XHTML 1.1 Basic e propone una standardizzazione ed una convergenza nell’Internet mobile su tale standard. A tal proposito, il consorzio ha pubblicato in versione beta un “verificatore” W3C mobile per testare e validare la versione light del proprio sito.

Morse

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 07 2008
Link copiato negli appunti