WebM accelerato in hardware, presto su questi schermi

Google annuncia la disponibilità del suo codec video ai produttori di chip, con l'obiettivo di inondare presto il mercato di dispositivi capaci di alleggerire il carico di lavoro necessario alla gestione dei flussi video in HD

Roma – Da quando, pochi giorni fa, Google ha annunciato l’ abbandono del codec video H.264 in favore del “suo” progetto open source WebM ( basato su codec VP8 ), la rete è in fibrillazione in merito alle possibili conseguenza della decisione di Mountain View e alla sua reale portata sul mercato delle tecnologie video. Che Google faccia dannatamente sul serio viene ora confermato dalla futura disponibilità di hardware specializzato WebM-compatibile .

La concorrenza irride , le polemiche divampano ma Mountain View tira dritto per la sua strada: i brevetti per la decodifica assistita dall’hardware del codec VP8 sono stati forniti a più di 20 produttori di chip, annuncia Google, pertanto i primi dispositivi con integrato il supporto alla piattaforma WebM dovrebbero comparire sul mercato già a partire dal primo trimestre dell’anno.

Stando a quanto sostiene Google, VP8 è in grado di supportare gli stream video “Full HD” (1920×1080 pixel in formato progressivo) a 30 o 60 frame al secondo, e l’utente potrà agilmente “partecipare a una videoconferenza con video a 720p o persino 1080p a pieno framerate su un dispositivo portatile con un utilizzo della batteria minimo”.

Con l’annuncio della disponibilità, nel prossimo futuro, della decodifica hardware di WebM, Google intende confermare che l’impegno intrapreso con l’abbandono di H.264 è di quelli che si portano avanti fino in fondo: la disponibilità di chip dedicati dovrebbe servire a Mountain View per attrarre utenza e produttori di contenuti, eliminando nel contempo uno dei vantaggi competitivi attualmente detenuti dal formato concorrente licenziato da MPEG-LA .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    piattaforma di dating online
    che è?
    • sovietbear scrive:
      Re: piattaforma di dating online
      - Scritto da: ...
      che è? * La ricerca di potenziali partner da incontrare e con cui uscire fatta attraverso i siti internet è chiamato dating online. I siti web in questione sono luoghi virtuali fortemente caratterizzati per tutti coloro che sono intenzionati a conoscere ed eventualmente incontrare nuove persone.fonte wikipediahttp://it.wikipedia.org/wiki/Datingbuona giornata
    • Billo scrive:
      Re: piattaforma di dating online
      - Scritto da: ...
      che è?Una cagata che non ha più senso di esistere.. visto che le stesse persone che sono presenti su quel sito le trovi anche sui social network gratuiti.
      • ephestione scrive:
        Re: piattaforma di dating online
        ma in teoria anche su okcupid, che è gratuito e dovrebbe raccogliere più iscrizioni...
    • Sborone di Rubikiana memoria scrive:
      Re: piattaforma di dating online
      Semplice anacronismo informatico.
Chiudi i commenti