WebTheatre/ La tradizione della webserie

di G. Niola - La seconda serie di Una Mamma Imperfetta va in onda in Rete e sulla RAI quasi contemporaneamente. E la natura di webserie che l'aveva premiata cede alla televisione

Roma – In 5 mesi Una Mamma Imperfetta ha conquistato lo statuto di webserie per antonomasia nella percezione comune. Con il primo passaggio in pompa magna su Corriere.it e poi quello iniziato a settembre nel preserale di Rai Due (in cui ogni giorno aggrega una media spettatori equivalente al totale di tutti quelli che hanno visto tutte le puntate online messi insieme), la webserie di Ivan Cotroneo ha ricevuto un battage pubblicitario e un’esposizione impensabile per qualsiasi altro prodotto della sua tipologia. Ora è iniziata la seconda stagione, prodotta in un tempo record e mandata in onda in quasi contemporanea online e in tv (alle 13 su corriere.it e alle 21.05 dello stesso giorno su Rai Due), confermando molte idee della prima ma senza la mano di Cotroneo alla regia (solo alla scrittura).

Una mamma imperfetta

Come già avevamo scritto 5 mesi fa , nonostante il marketing e il giornalismo più pigro continuino a parlare di “grande innovazione”, Una Mamma Imperfetta non ha niente di innovativo (tantomeno questa seconda stagione) e questo è il suo pregio maggiore. È stato conoscendo bene, rielaborando e sfruttando ciò che era stato già fatto in rete negli anni passati (non solo all’estero ma anche in Italia) che Cotroneo ha confezionato un prodotto perfetto, ritagliato su un target specifico, girato e scritto ad altezza dell’utente e messo in scena con tutti i trucchi di provato successo online (compreso l’uso pesante di video “paralleli” come backstage, interviste, extra ecc.). Non ha insomma usato le tecniche del cinema e della tv, ma ha compreso di doversi adattare agli stilemi e al linguaggio audiovisivo del mezzo d’elezione.

Ora la seconda stagione, pur essendo sempre scritta da Cotroneo, è diretta da Stefano Chiantini, non ha più la fotografia di Luca Bigazzi (il più importante direttore della fotografia d’Italia, solitamente impiegato da Sorrentino) ma di Daria D’Antonio (che spesso in passato ha lavorato come assistente di Bigazzi) e mantiene le musiche di Paolo Buonvino (già compositore per Gabriele Muccino e altri registi di primo piano). Questo per dire che i valori produttivi sono stati decisamente rivisti e che anche l’urgenza di Cotroneo di dirigere in prima persona è stata accantonata (impossibile dire se per impegni personali o altro, ma il risultato è questo).

Sul successo e sulla cifra espressiva di Una Mamma Imperfetta si gioca molto del destino delle webserie italiane. È considerato un successo (le cifre ufficiali rilasciate sono soltanto un paradossale e inutile dato di 1 milione e 200 mila streaming online, che non vuol dire niente, ma cifre non ufficiali parlano di 200.000 visualizzazioni ad episodio che, se confermate e considerato il posizionamento clamoroso su corriere.it sempre in alto, sempre in home, non è molto), e questo sicuramente ha un effetto positivo sul più grande scenario della produzione di webserie e sull’inclinazione dei grandi editori a trasmetterle. È fatta bene, con grande rispetto delle regole e delle invenzioni che le webserie hanno portato nell’audiovisivo, e ciò è bene, perché, vale la pena ricordarlo, il punto di riferimento per il grande pubblico su “cosa sia una webserie” poteva tranquillamente essere qualcosa di completamente sbagliato e totalmente retrogrado e ignorante (di rete) come Ombrelloni .

Quello che dispiace vedendo questa seconda stagione è semmai come, a fronte di una forte coerenza in scrittura, la messa in scena decisamente non sia coerente allo stesso modo. Se rimane l’idea centrale di avere una confessione in stile webcam a guidare la narrazione e inserti di diversi momenti della giornata, l’impressione è che la grammatica guardi sempre di più verso modelli televisivi e sempre meno verso quelli online.
Come tutti i prodotti selezionati da editori di grosso livello (qui addirittura sono due: corriere.it e RAI) Una mamma imperfetta è di certo soggetto a molte spinte, pressioni e diverse invadenze, inoltre essendo pensato per un pubblico in parte televisivo e di certo dall’età media alta non può essere nulla di realmente rivoluzionario. Tuttavia il lento decadimento di quelle caratteristiche di montaggio, di ritmo e di estetica che ne avevano determinato la pregnanza online per favorire altre soluzioni più simili allo stile televisivo rimane un peccato.

UNA MAMMA IMPERFETTA – SECONDA STAGIONE – EPISODIO 1

UNA MAMMA IMPERFETTA – SECONDA STAGIONE – EPISODIO 2

UNA MAMMA IMPERFETTA – SECONDA STAGIONE – EPISODIO 3

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • madila scrive:
    AMC
    The Walking Dead è visualizzabile sul sito AMC solo dagli USA.Eccoli subito sbugiardati (a parte che la gente preferisce giustamente guardarseli dove gli pare, quindi lo scarica lo stesso)
    • p4bl0 scrive:
      Re: AMC
      - Scritto da: madila
      The Walking Dead è visualizzabile sul sito AMC
      solo dagli
      USA.
      Eccoli subito sbugiardati (a parte che la gente
      preferisce giustamente guardarseli dove gli pare,
      quindi lo scarica lo
      stesso)oltre al fatto che a quanto dicono quelli che lo raggiungono la qualità è vergognosa
  • bubba scrive:
    io sono bubba
    i'm a bubba girl in a bubba world, penis in plastic, it's fantastic!
  • wecunty scrive:
    Il dato interessante
    Il dato interessante è anche vedere cosa scarica di più la gente, selezionatissimi film di nicchia introvabili.Peccato non ci sia l'undicesimo posto, avremmo sicuramente trovato biancaneve nella famosa versione doppiata in italiano e poi ritirata :-)
    • bubba scrive:
      Re: Il dato interessante
      - Scritto da: wecunty
      Il dato interessante è anche vedere cosa scarica
      di più la gente, selezionatissimi film di nicchia
      introvabili.
      Peccato non ci sia l'undicesimo posto, avremmo
      sicuramente trovato biancaneve nella famosa
      versione doppiata in italiano e poi ritirata
      :-)motivo in piu' per tagliare i privilegi temporali ai detentori.Classificando/interpretando la roba cosi, i media vecchi di qualche mese i pirati non li vogliono nemmeno copiati. E ALLORA CHE SI ASPETTA? Fate scattare il public domain dopo 2-5 anni toh. E invece siam sempre li' a 150 anni.
      • bubba scrive:
        Re: Il dato interessante
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: wecunty

        Il dato interessante è anche vedere cosa scarica

        di più la gente, selezionatissimi film di
        nicchia

        introvabili.

        Peccato non ci sia l'undicesimo posto, avremmo

        sicuramente trovato biancaneve nella famosa

        versione doppiata in italiano e poi ritirata

        :-)
        motivo in piu' per tagliare i privilegi temporali
        ai
        detentori.
        Classificando/interpretando la roba cosi, i media
        vecchi di qualche mese i pirati non li vogliono
        nemmeno copiati.

        E ALLORA CHE SI ASPETTA? Fate scattare il public
        domain dopo 2-5 anni toh. E invece siam sempre
        li' a 150
        anni.vai a clonare qualcun altro Legù, io non sono come quel fesso di tucumcari che si fa fare di tutto senza reagire
      • bubba scrive:
        Re: Il dato interessante
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: wecunty

        Il dato interessante è anche vedere cosa scarica

        di più la gente, selezionatissimi film di
        nicchia

        introvabili.

        Peccato non ci sia l'undicesimo posto, avremmo

        sicuramente trovato biancaneve nella famosa

        versione doppiata in italiano e poi ritirata

        :-)
        motivo in piu' per tagliare i privilegi temporali
        ai
        detentori.
        Classificando/interpretando la roba cosi, i media
        vecchi di qualche mese i pirati non li vogliono
        nemmeno copiati.

        E ALLORA CHE SI ASPETTA? Fate scattare il public
        domain dopo 2-5 anni toh. E invece siam sempre
        li' a 150
        anni.i'm a bubba girl in a bubba world, penis in plastic, it's fantastic!
      • wecunty scrive:
        Re: Il dato interessante
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: wecunty

        Il dato interessante è anche vedere cosa scarica

        di più la gente, selezionatissimi film di
        nicchia

        introvabili.

        Peccato non ci sia l'undicesimo posto, avremmo

        sicuramente trovato biancaneve nella famosa

        versione doppiata in italiano e poi ritirata

        :-)
        motivo in piu' per tagliare i privilegi temporali
        ai
        detentori.
        Classificando/interpretando la roba cosi, i media
        vecchi di qualche mese i pirati non li vogliono
        nemmeno copiati.

        E ALLORA CHE SI ASPETTA? Fate scattare il public
        domain dopo 2-5 anni toh. E invece siam sempre
        li' a 150
        anni.Straquoto. Credo anche che non ci sarebbe tutto questo interesse verso la pirateria se non si trattasse di opere recenti, sia da parte degli utenti, sia da parte delle major. Per assurdo, da domani tutte le opere degli ultimi 3 anni scompaiono dalla rete, tac, crollo impressionante dei download, non è che ci si riversa su altre produzioni più vecchie.
        • cicciobello scrive:
          Re: Il dato interessante
          Quindi, se oggi cessasse la produzione di nuove opere, i download smetterebbero in tre anni?Non saprei... c' é ancora chi scarica i giochi del commodore 64
          • wecunty scrive:
            Re: Il dato interessante
            - Scritto da: cicciobello
            Quindi, se oggi cessasse la produzione di nuove
            opere, i download smetterebbero in tre
            anni?

            Non saprei... c' é ancora chi scarica i giochi
            del commodore
            64Intendevo dire che secondo me le major fanno una guerra alla pirateria per questi download,quelli di roba recente, non per la roba vecchia o di nicchia. Ovviamente con casi e casi, probabilmente lo scaricamente di beatles o cult movie come arancia meccanica sarebbero ancora oggetto di guerriglia, ma se la gente si scaricasse "lanterne rosse" o roba di questo tipo magari ci sarebbe più tolleranza.Non lo so, è una mia idea, così, a percezione. Rimane fermo il punto che per scoprire se è vero o no dovremmo prima abbassare il copyright e anni di sfruttameto a 2/3. Cosa che non avverrà mai credo.
          • asLQIQaIv scrive:
            Re: Il dato interessante
            http://genericprednisolone.asia/#3935 prednisolone generic,
        • RWBZExbjJJz EYx scrive:
          Re: Il dato interessante
          http://celebrexgeneric.ga/#2117 celebrex,
        • jRZLQuqeKqm FvpecBB scrive:
          Re: Il dato interessante
          http://erythromycintabletswheretobuy.cf/erythromycin-pills.html#2139 erythromycin pills, http://tretinoincream1.tk/tretinoin-cream-usp-0-1.html#4546 tretinoin cream usp 0.1, http://erythromycintabletswheretobuy.cf/erythromycin-topical-solution.html#4768 erythromycin 500,
        • pwNGCHojLPb kdiuKi scrive:
          Re: Il dato interessante
          http://longtermloansbadcredit.tk/good-personal-loans.html#8177 military pay advance, http://tretinoin-cream.com/tretinoin-cream-usp-0-1.html#4475 tretinoin cream usp 0.1, http://diclofenac-sod.com/voltaren-price.html#1736 diclofenac topical gel,
        • BckREPQDkQl Ty scrive:
          Re: Il dato interessante
          http://amoxicillin-500-mg.ml/#4477 amoxicillin,
  • cicciobello scrive:
    Vogliono eliminare la concorrenza
    I produttori offrono un servizio online inadeguato, con qualità pessima, limitazioni assurde e prezzi inaccettabili. E poi se la prendono con chi, invece, offre servizi che funzionano.
  • Wolf01 scrive:
    MPAA contesta i risultati
    "MPAA contesta i risultati"Ma dai? Non l'avrei mai detto."la serie televisiva The Walking Dead - resta a disposizione per lo streaming gratuito sul sito ufficiale del broadcaster AMC, distribuito in oltre 120 paesi del mondo il giorno dopo la messa in onda negli Stati Uniti. Eppure, sottolineano i produttori cinematografici, The Walking Dead ha fatto registrare 500mila download pirata in appena 16 ore"Che si pubblicizzino meglio."Tra gli autori dello studio, Jerry Brito ha spiegato che, evidentemente, la versione a noleggio di Pacific Rim è stata inserita in un secondo momento, rispedendo al mittente le accuse di scarsa profondità d'analisi."Sembra di sentir parlare dell'Italia.
    • panda rossa scrive:
      Re: MPAA contesta i risultati
      - Scritto da: Wolf01
      "MPAA contesta i risultati"

      Ma dai? Non l'avrei mai detto.

      "la serie televisiva The Walking Dead - resta a
      disposizione per lo streaming gratuito sul sito
      ufficiale del broadcaster AMC, distribuito in
      oltre 120 paesi del mondo il giorno dopo la messa
      in onda negli Stati Uniti. Eppure, sottolineano i
      produttori cinematografici, The Walking Dead ha
      fatto registrare 500mila download pirata in
      appena 16
      ore"...che resteranno 500 mila download anche dopo 16 anni.Non lo dicono questo?Oppure pensano che ogni 16 ore ne vengono scaricati 500.000?
      Che si pubblicizzino meglio.

      "Tra gli autori dello studio, Jerry Brito ha
      spiegato che, evidentemente, la versione a
      noleggio di Pacific Rim è stata inserita in un
      secondo momento, rispedendo al mittente le accuse
      di scarsa profondità
      d'analisi."

      Sembra di sentir parlare dell'Italia.No, no, si parla di un branco di grassi intermediari parassiti, per brevita' chiamati majors.
      • ruppolo scrive:
        Re: MPAA contesta i risultati
        - Scritto da: panda rossa

        No, no, si parla di un branco di grassi
        intermediari parassiti, per brevita' chiamati
        majors.E tu pensi di essere diverso da loro? Ti suggerisco anche la risposta da perfetto italiano: "Io sono magro".
        • cicciobello scrive:
          Re: MPAA contesta i risultati
          Lui per quanto ne so rilascia software gratuito.
          • _______ scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            - Scritto da: cicciobello
            Lui per quanto ne so rilascia software gratuito.(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ne sai ben poco, per esempio, per una banale macro di conversione Office-
            OpenOffice(che a sua detta aveva già realizzato) era qui a chiedere un anticipo in danaro
          • cicciobello scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            Mostraci la tua, di macro, allora.
          • _______ scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            - Scritto da: cicciobello
            Mostraci la tua, di macro, allora.Mostraci la tua, di macro, allora.
          • cicciobello scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            Sei tu che hai detto che era banale, mica io.
          • _______ scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            - Scritto da: cicciobello
            Sei tu che hai detto che era banale, mica io.Io a differenza di quanto sostieni tu di panda rossa non seguo il"Lui per quanto ne so rilascia software gratuito".Ma è inutile che cerchi di sviare il discorso, il punto cardine è la smentita della tua affermazione iniziale
          • cicciobello scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati

            Io a differenza di quanto sostieni tu di panda
            rossa non seguo
            il
            "Lui per quanto ne so rilascia software gratuito".E non seguirlo, a me che importa? Io parlavo a ruppolo, mica a te.
            Ma è inutile che cerchi di sviare il discorso, il
            punto cardine è la smentita della tua
            affermazione
            inizialeNon hai smentito nulla.
          • _______ scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            - Scritto da: cicciobello
            E non seguirlo, a me che importa? Io parlavo a
            ruppolo, mica a
            te.E io sono intervenuto...
            Non hai smentito nulla.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3909428&m=3909648#p3909648
          • cicciobello scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            È inutile che tu linki il tuo stesso post; se era una sciocchezza prima, sciocchezza rimane.
          • cicciobello scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            Linkare te stesso è inutile. Se quello che hai scritto era sbagliato prima, resta sbagliato anche adesso.
          • sbrotfl scrive:
            Re: MPAA contesta i risultati
            - Scritto da: _______
            - Scritto da: cicciobello

            E non seguirlo, a me che importa? Io parlavo
            a

            ruppolo, mica a

            te.
            E io sono intervenuto...


            Non hai smentito nulla.
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3909428&m=390Auto citazioni? :OCiao Fiber!!! Quanto tempo!!!
        • Enjoy non loggato scrive:
          Re: MPAA contesta i risultati
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: panda rossa



          No, no, si parla di un branco di grassi

          intermediari parassiti, per brevita' chiamati

          majors.

          E tu pensi di essere diverso da loro?

          Ti suggerisco anche la risposta da perfetto
          italiano: "Io sono
          magro".Ma tu non sei quello che si vanta di evadere le tasse? E hai il coraggio di parlare?
        • RVdDFdwE scrive:
          Re: MPAA contesta i risultati
          http://prednisolonewithoutprescription.ml/#8041 prednisolone without prescription, http://buyactos.ga/#7323 actos 30 mg, http://antibioticbactrim.com/#8324 antibiotic bactrim,
        • RvPMjttxgpH e scrive:
          Re: MPAA contesta i risultati
          http://acyclovir.in/#4157 acyclovir,
Chiudi i commenti