WebTheatre/ Videogiocare per vincere

di G. Niola - Una serie a sfondo fantascientifico che immagina un mondo in cui lo sport principale è il videogioco. I personaggi vi si immergono, letteralmente

Roma – Colpevolmente dimenticato agli Streamy (solo due nomination e nessuna vittoria) Video Game High School (d’ora in poi VGHS) è probabilmente la webserie più sofisticata e intelligente (tra quelle d’intrattenimento puro) vista fino ad oggi, nonché il più grande successo contemporaneo. Un successo meritato che, una volta tanto, non si misura con le visualizzazioni (comunque sulla media dei 3 milioni ad episodio), con le condivisioni o con i commenti, quanto con il denaro. Denaro di internet, non denaro delle televisioni che acquistano, di produttori che producono o di sponsor che pagano.

Video Game High School

VGHS è una serie vagamente fantascientifica, ambientata in un prossimo futuro di fantasia in cui i videogiochi sono la cosa più importante nella società e questo chiaramente rimescola i criteri di influenza, popolarità e le dinamiche di potere tra le persone (i nerd sono gli atleti della situazione).
In questo mondo in cui ognuno ha un nick, Brian D, casualmente batte il campione del mondo in diretta televisiva e viene ammesso alla prestigiosa Video Game High School (il cui preside è uno del team di Epic Meal Time ). Essendo ambientata in un mondo in cui la cosa più importante di tutte sono i videogiochi e in cui anche la scuola funziona con regole da videogame (chi è in basso con i punti viene espulso), la webserie è scritta con dialoghi che inventano un gergo reale mescolato a quello videoludico, in una storia che segue le regole del cinema sportivo anni ’80 ( l’episodio 4 è tutto in stile), fatto di sfide e underdog che in realtà si rivelano essere i migliori.

Dietro VGHS c’è principalmente Freddie Wong (assieme ai co-creatori Matthew Arnold, Brian Firenzi e Will Campos al co-regista e co-scrittore Brandon Laatsch), animatore dei canali freddiew e freddiew2 , grandissimo gamer e rinomato campione di Guitar Hero (contattato all’epoca anche per il lancio di Rock Band e per la direzione di diverse pubblicità videoludiche), che più di un anno fa ha deciso di buttarsi nel mondo della produzione, scrittura e direzione di una webserie, dopo aver preso parte a tante di esse.
Per farlo Freddie Wong si è appoggiato al fatto di avere già un’audience molto vasta, ad un’idea buona e ad un argomento, il videogioco, popolare e amato da un pubblico assetato di contenuti, lo stesso che aveva dato il successo a The Guild . Così ha lanciato una campagna Kickstarter per finanziare la prima stagione, raccogliendo 273mila dollari da 5.000 utenti (che hanno quindi donato una media di 54 dollari a testa), nonostante la volontà iniziale fosse di raggiungerne 75mila.

I quasi trecentomila dollari sono stati, alla fine, poco meno della metà del budget finale della prima stagione (636mila dollari), composta da 9 episodi di poco più di 10 minuti l’uno. Come si possano spendere così tanti soldi per solo nove episodi di una webserie e un totale di circa 100 minuti è stato ben spiegato dallo stesso Wong con un’infografica , ma la ricchezza della produzione è evidente dalla visione di qualsiasi episodio.
Se la prima stagione è stato il successo già detto, ora, nel raccogliere fondi per la seconda ( sempre su Kickstarter ), Wong ha sfondato il muro degli 800mila dollari (da 10mila utenti, quindi è aumentata anche la media a testa) diventando il progetto più finanziato di sempre nella categoria film&video.

Il risultato è una serie che traduce i videogiochi in una versione live (quando i personaggi giocano non vediamo mai le schermate ma una versione di essa in carne ed ossa) non banale e molto conscia di cosa siano e come funzionino. Aspetto, questo della coerenza e dell’intelligenza, che si trova in tutta la webserie, scritta e pensata in maniera sopraffina.
Soprattutto nel rappresentare il suo mondo di fantascienza Freddie Wong, Brandon Laatsch e Matthew Arnold mettono in realtà in scena il mondo che esiste dentro i videogiochi multiplayer, ovvero la comunità di giocatori che impegnano i server per ore e ore, quella comunità in cui, come nella webserie, non c’è differenza tra donne e uomini, in cui i più nerd sono i più popolari e nella quale esiste una venerazione direttamente proporzionale al numero di punti realizzati. In sostanza il mondo in cui molte persone interagiscono e nel quale si muovono per diverse ore al giorno, trasferito con le sue regole in quello reale. Un mondo che nessuno racconta mai ma che coinvolge ampie fette della popolazione.

VIDEO GAME HIGH SCHOOL – EPISODIO 1

VIDEO GAME HIGH SCHOOL – EPISODIO 2

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francede23 scrive:
    riscaldare gli uffici con il data center
    Riscaldare gli uffici con il calore prodotto da un data center: ecco un bellesempio di utilizzo efficiente delle risorse (http://www.creuzanews.com/?p=2262) che tra laltro è perfettamente coerente con gli obiettivi per cui sarà utilizzata lavveniristico centro di calcolo del National Renewable Energy Laboratory (NREL) del Dipartimento dellEnergia americano, ovvero per la ricerca di tecnologie avanzate per lefficienza energetica, lo sfruttamento delle fonti rinnovabili e lo sviluppo di veicoli elettrici.
    • Cancella quel contenuto scrive:
      Re: riscaldare gli uffici con il data center
      - Scritto da: Francede23
      Riscaldare gli uffici con il calore prodotto da
      un data center: ecco un bellesempio di utilizzo
      efficiente delle risorse
      (http://www.creuzanews.com/?p=2262) che tra
      laltro è perfettamente coerente con gli
      obiettivi per cui sarà utilizzata lavveniristico
      centro di calcolo del National Renewable Energy
      Laboratory (NREL) del Dipartimento dellEnergia
      americano, ovvero per la ricerca di tecnologie
      avanzate per lefficienza energetica, lo
      sfruttamento delle fonti rinnovabili e lo
      sviluppo di veicoli
      elettriciE questo cosa c'entra con l'articolo!?! :|Cancella quel contenuto! :@
      • Il Principe scrive:
        Re: riscaldare gli uffici con il data center
        Ci penserà a breve il T-1000 AnnunziataIl Principe-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 marzo 2013 21.32-----------------------------------------------------------
  • Fifo scrive:
    Normale...
    "L'azienda statunitense ha accompagnato la spiegazione con le scuse di rito...".Scuse di rito?!Immagino i danni materiali e morali arrecati a chi aveva bisogno proprio in quel momento, e non in un altro, dei suoi dati...Certo, chi è causa del suo mal...Ma in ogni caso siamo alla preistoria del diritto, con un'asimmetria di forza nei contratti (che ipocritamente le aziende ci chiedono di capire prima di firmare, quando nemmeno un legale lo potrebbe fare senza preparazione) che la dice lunga su quali siano veramente i "diritti" dei cittadini...
    • Skywalkersenior scrive:
      Re: Normale...
      - Scritto da: Fifo
      "L'azienda statunitense ha accompagnato la
      spiegazione con le scuse di
      rito...".
      Scuse di rito?!
      Immagino i danni materiali e morali arrecati a
      chi aveva bisogno proprio in quel momento, e non
      in un altro, dei suoi
      dati...
      Certo, chi è causa del suo mal...Chi tiene i propri dati _solo_ su cloud (senza sincronizzazione, senza backup, ecc...) merita di perdere tutto, e può solo tacere
      • Alfonso Maruccia scrive:
        Re: Normale...
        - Scritto da: Skywalkersenior
        Chi tiene i propri dati _solo_ su cloud (senza
        sincronizzazione, senza backup, ecc...) merita di
        perdere tutto, e può solo
        tacerePersonalmente gongolo come un matto ogni volta che mi trovo davanti a "incidenti" del genere. I love cloud :-P
        • rockroll scrive:
          Re: Normale...
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Personalmente gongolo come un matto ogni volta
          che mi trovo davanti a "incidenti" del genere. I
          love cloud
          :-PPersonalmente io godo proprioooo...oh...oh...ohhhhhh...
  • Provare per credere scrive:
    L'update è fallito
    L'update è fallito " in maniera inaspettata ".[img]http://images.wikia.com/icarly/images/7/73/Yeah_Right.jpg[/img]
  • prova123 scrive:
    Il Cloud in generale ...
    è una tecnologia di fine anni 70 quando le memorie di massa erano inavvicinabili per i comuni mortali e non si lavorava con un computer, ma con un terminale (VT100) ed un computer remoto. Oggi dopo una trentina di anni gli hard disk ed i sistemi RAID sono anche alla portata della casalinga di Voghera. Le aziende non possono perdere tempo dietro una tecnologia antidiluviana ed inutile.Oggi Microsoft, domani Pinco Pallino, ci sarà sempre qualcosa di traverso, in più l'Italia dal punto di vista della ADSL è messa da panico, è un vero terzo mondo.Chi è causa dei propri mali pianga se stesso.
  • P.Inquino scrive:
    bollori
    non c'e' limite al triste e faceto con le soluzioni redmonnezz!
    • tucumcari scrive:
      Re: bollori
      - Scritto da: P.Inquino
      non c'e' limite al triste e faceto con le
      soluzioni
      redmonnezz!Soluzioni?
      • il signor rossi scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: P.Inquino

        non c'e' limite al triste e faceto con le

        soluzioni

        redmonnezz!
        Soluzioni?tante! il mondo è grande e non c'è solo ms che fornisce servizi, anzi...
      • P.Inquino scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: P.Inquino

        non c'e' limite al triste e faceto con le

        soluzioni

        redmonnezz!
        Soluzioni?abbandonare le soluzioni di redmonnezz
      • P.Inquino scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: P.Inquino

        non c'e' limite al triste e faceto con le

        soluzioni

        redmonnezz!
        Soluzioni?abbandonare le soluzioni di redmonnezz
      • thebecker scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: P.Inquino

        non c'e' limite al triste e faceto con le

        soluzioni

        redmonnezz!
        Soluzioni?prova box.com
    • panda rossa scrive:
      Re: bollori
      - Scritto da: P.Inquino
      non c'e' limite al triste e faceto con le
      soluzioni
      redmonnezz!Bollori si'.Dal colapasta esce acqua bollente.Dal colapasta M$ che ha i buchi grossi, escono fuori pure i maccheroni!
      • P.Inquino scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: P.Inquino

        non c'e' limite al triste e faceto con le

        soluzioni

        redmonnezz!

        Bollori si'.
        Dal colapasta esce acqua bollente.
        Dal colapasta M$ che ha i buchi grossi, escono
        fuori pure i
        maccheroni!ma non solo..ora si sono ingegnati e sparano il vapore in cielo ..verso il cloudvapore è un ...eufemismo...vapore marrone-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 marzo 2013 14.02-----------------------------------------------------------
      • Leguleio scrive:
        Re: bollori
        - Scritto da: panda rossa
        Dal colapasta esce acqua bollente.
        Dal colapasta M$ che ha i buchi grossi, escono
        fuori pure i
        maccheroni!Ulp. È un oggetto simile a questo?[img]http://s.sbito.it/images/34/3468820097.jpg[/img]
        • panda rossa scrive:
          Re: bollori
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: panda rossa



          Dal colapasta esce acqua bollente.

          Dal colapasta M$ che ha i buchi grossi,
          escono

          fuori pure i

          maccheroni!

          Ulp. È un oggetto simile a questo?

          [img]http://s.sbito.it/images/34/3468820097.jpg[/img]No. Quello nella foto ha i buchi troppo regolari.
Chiudi i commenti