WebTheatre/ Webserie nel mondo

di G. Niola - Non solo fenomeni isolati, ma citazioni e calchi fra paesi diversi del mondo. Il processo di emancipazione del video in Rete si fa globale

Roma – Capita spesso che dall’America vengano presi format e idee da riusare per produzioni in altri stati, più raro invece è che gli americani (che delle webserie sono i produttori più potenti e inventivi) si rifacciano a qualcosa prodotto in Europa. Eppure recentemente sta succedendo sempre di più.
Avevamo notato solo poche settimane fa come Bref , webserie francese, sia stata praticamente rifatta in America con Long story short , senza trovare la medesima pregnanza ma replicandone lo stile. Un calco abbastanza palese dovuto soprattutto alla peculiare maniera in cui la serie per la rete francese è realizzata, impossibile da confondere.

nepotism tv

È invece molto più sottile la maniera in cui Nepotism TV ricorda i nostri ThePills . Nessuno dice che la webserie di Macarony Productions si sia rifatta a Luca Vecchi e compagnia, non c’è maniera di provarlo e in fondo non è nemmeno davvero importante, non quanto notare come i due modi di produrre si adattino ad internet e siano unici di questa forma di produzione.

Entrambe le webserie infatti sfruttano un umorismo molto peculiare centrato sulle tematiche che solitamente gli altri media evitano come la peste, principalmente droga, razzismo e omosessualità (quest’ultima più Nepotism che ThePills ) ed entrambe le usano in episodi a cadenza regolare che paiono slegati tra di loro ma in realtà sono abbastanza legati da un filo che si intuisce solo dopo diverse puntate.
Coinvolgendo un numero molto limitato di personaggi di cui si sa molto poco, il racconto è sempre quello di una serie di incredibili sconfitte che spesso ribaltano i ruoli canonici con un finale di episodio che fa da punch line , cioè da battuta clamorosa.

Se ThePills giocano più con i generi del cinema, NepotismTV sfrutta formati molto brevi (mai più di due minuti) ma sostanzialmente lavora nella stessa maniera al limite del confortevole, mettendo i personaggi in situazioni sul crinale tra paradossale e ordinaria sfortuna e facendoli interagire in un gioco al rilancio delle assurdità.
Tra i due sono chiaramente realizzati con un’ambizione maggiore i video di ThePills , sempre più elaborati e capaci molto di più di incrociare piani di racconto differenti, tuttavia il fatto che diversi autori realizzino una comicità particolare con una cadenza quasi simile e storie che girano intorno alla medesima relazione con lo spettatore, è indicativo di dove possa andare la produzione per la rete.

Il processo di allontanamento dal cinema e dalla televisione è lento e inesorabile, e passa anche per questo tipo di passaggi intermedi. Il fatto che format come quello di Bref vengano copiati e che esperimenti (da noi) di successo come quello di ThePills si ritrovino anche in altri paesi e che infine il format Una mamma imperfetta sia stato acquistato per l’estero testimoniano che il processo di emancipazione della rete non è fatto solo di assoli ma comincia ad essere una grande negoziazione mondiale.

STREET CREDIT

BAD FIT

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    la cosa piu' interessante e'...
    la cosa piu' interessante e' la schiena gobba (o almeno sinusoidale ;) ) dei tribunali romani (ma anche italiani in generale) rispetto a CERTA gente.... a differenza di quelli spagnoli.
  • Esprit scrive:
    Il problema è un altro...
    Il problema non è che su YouTube vengano messi filmati tratti dai "programmi" di mediaset, il problema è nella mente di quelli che mettono questi filmati e sopratutto da quelli che li guardano.
    • Lia scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      i "programmi" della rai invece...
    • thebecker scrive:
      Re: Il problema è un altro...
      - Scritto da: Esprit
      Il problema non è che su YouTube vengano messi
      filmati tratti dai "programmi" di mediaset, il
      problema è nella mente di quelli che mettono
      questi filmati e sopratutto da quelli che li
      guardano.quoto, esclusi i divertenti video di MaiDireTv della Giallapas ma rimossi ormai quasi tutti :(I contenuti di Mediaset alla fine sXXXXXno solo Youtube :D, ci sono tanti bravi ragazzi su Youtube che fanno video e sono molto più interessanti della roba di Mediaset e anche più bravi di certi personaggi che lavorano in TV. ;)
      • ... scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: Esprit

        Il problema non è che su YouTube vengano
        messi

        filmati tratti dai "programmi" di mediaset,
        il

        problema è nella mente di quelli che mettono

        questi filmati e sopratutto da quelli che li

        guardano.

        quoto, esclusi i divertenti video di MaiDireTv
        della Giallapas ma rimossi ormai quasi tutti
        :(

        I contenuti di Mediaset alla fine sXXXXXno solo
        Youtube :D, ci sono tanti bravi ragazzi su
        Youtube che fanno video e sono molto più
        interessanti della roba di Mediaset e anche più
        bravi di certi personaggi che lavorano in TV.
        ;)Cerca la recensione di MightyPirate di "il Sangue e la Rosa" (specie quella della prima puntata, mi ha fatto scomXXXXXXre). :)
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Il problema è un altro...
        Ci sono rimasto male quando perle come la "telenovela piemontese" siano sparite....
  • Fabio Fazio FanClub scrive:
    FF ti amo
    CHISSENEFREGA DI MEDIASET, NOI VOGLIAMO FABIO FAZIO, UNICO GRANDE EROE DELLA TELEVISIONE. FABIO FAZIO 4EVER, SEMPRE E SOLO TU NEI NOSTRI CUORI
  • relix scrive:
    Si capiva...
    Che sarebbe andata a finire in questi modi. Piano piano le regole stanno venendo a galla. Regole tra l'altro discusse da anni e anni ma senza uno straccio di certificazione. Con l'ultima sentenza UE le speranze di ricevere qualceh spiccio da Youtube per Mediaset si sono ridotte pari allo zero.Mediaset pensasse a migliore la propria situazione online che rasenta il ridicolo... invece di diffidare 3/4 di web su opere che a tutt'oggi non esistono piu'. Ormai e' veramente raro trovare spezzoni di programmi tv o serie tv loro, quindi questo continuo lamento non ha ragione di esistere!
  • rico scrive:
    Da che pulpito.
    Sono decine al giorno le violazioni dei TG mediaset nei confronti di videoreporter, bloggers e servizi google, tutti usati senza citare gli autori o le fonti, se non per 1-2 secondi (quando lo fanno).Al posto loro non farei tanto il gradasso coi risarcimenti.
    • krane scrive:
      Re: Da che pulpito.
      - Scritto da: rico
      Sono decine al giorno le violazioni dei TG
      mediaset nei confronti di videoreporter, bloggers
      e servizi google, tutti usati senza citare gli
      autori o le fonti, se non per 1-2 secondi (quando
      lo fanno).Non so videoreportere e blogghers, ma youtube permette l'uso dei suoi video se non sbaglio, quindi hanno pieno diritto di usarli.
      Al posto loro non farei tanto il gradasso coi
      risarcimenti.
      • NemoTizen scrive:
        Re: Da che pulpito.
        non è youtube che permette... sono gli utenti che caricano i video a decidere la licenza quindi le tv devono sottostare a quelle licenze.
        • krane scrive:
          Re: Da che pulpito.
          - Scritto da: NemoTizen
          non è youtube che permette... sono gli utenti che
          caricano i video a decidere la licenza quindi le
          tv devono sottostare a quelle licenze.Ma va ? Posso caricare un video sul tupo e decidere che chi lo guarda mi deve 10.000 E ?? E che se qualcuno lo pubblica da un'altra parte me ne deve 100.000 ? Spiegami un po'.
          • thebecker scrive:
            Re: Da che pulpito.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: NemoTizen

            non è youtube che permette... sono gli
            utenti
            che

            caricano i video a decidere la licenza
            quindi
            le

            tv devono sottostare a quelle licenze.

            Ma va ? Posso caricare un video sul tupo e
            decidere che chi lo guarda mi deve 10.000 E ?? E
            che se qualcuno lo pubblica da un'altra parte me
            ne deve 100.000 ? Spiegami un
            po'.Se non ricordo male, puoi bloccare la condivisione del video su altro sito e nella pagina pubblica non verrà visulizzato il codice per farlo, l'unica soluzione è scaricare il video e caricarlo da un altra parte ma così mi sa che stai violando la volontà dell'autore del video...
          • krane scrive:
            Re: Da che pulpito.
            - Scritto da: thebecker
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: NemoTizen


            non è youtube che permette... sono gli

            utenti

            che


            caricano i video a decidere la licenza

            quindi

            le


            tv devono sottostare a quelle licenze.



            Ma va ? Posso caricare un video sul tupo e

            decidere che chi lo guarda mi deve 10.000 E
            ??
            E

            che se qualcuno lo pubblica da un'altra
            parte
            me

            ne deve 100.000 ? Spiegami un

            po'.

            Se non ricordo male, puoi bloccare la
            condivisione del video su altro sito e nella
            pagina pubblica non verrà visulizzato il codice
            per farlo, l'unica soluzione è scaricare il video
            e caricarlo da un altra parte ma così mi sa che
            stai violando la volontà dell'autore del
            video...Non mi stai spiegando la licenza possibile sotto cui posso mettere il mio filmato pero'.
          • thebecker scrive:
            Re: Da che pulpito.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: thebecker

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: NemoTizen



            non è youtube che permette... sono
            gli


            utenti


            che



            caricano i video a decidere la
            licenza


            quindi


            le



            tv devono sottostare a quelle
            licenze.





            Ma va ? Posso caricare un video sul
            tupo
            e


            decidere che chi lo guarda mi deve
            10.000
            E

            ??

            E


            che se qualcuno lo pubblica da un'altra

            parte

            me


            ne deve 100.000 ? Spiegami un


            po'.



            Se non ricordo male, puoi bloccare la

            condivisione del video su altro sito e nella

            pagina pubblica non verrà visulizzato il
            codice

            per farlo, l'unica soluzione è scaricare il
            video

            e caricarlo da un altra parte ma così mi sa
            che

            stai violando la volontà dell'autore del

            video...

            Non mi stai spiegando la licenza possibile sotto
            cui posso mettere il mio filmato
            pero'.Questo non lo so, ma poter decidere se il video può essere condivisibile ha un certo significato :) Vediamo se trovo qualcosa nelle opzioni del mio account...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 febbraio 2014 18.59-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da che pulpito.
            contenuto non disponibile
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Da che pulpito.
            Peccato che il diritto di cronaca su youtube venga stuprato.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Da che pulpito.
            contenuto non disponibile
    • Enry scrive:
      Re: Da che pulpito.
      - Scritto da: rico
      Sono decine al giorno le violazioni dei TG
      mediaset nei confronti di videoreporter, bloggers
      e servizi google, tutti usati senza citare gli
      autori o le fonti, se non per 1-2 secondi (quando
      lo
      fanno).
      Al posto loro non farei tanto il gradasso coi
      risarcimenti.Com'è che si notano le violazioni da una parte e dall'altra no? Brutta bestia eh l'ignoranza...
      • Panda Rosa scrive:
        Re: Da che pulpito.
        Effettivamente si tratta di ignoranza...Per il semplice motivo che youtube non carica i contenuti, ma li caricano gli utenti...Al tg non mi risulta siano gli utenti a caricare le cose, ma i dipendenti...Brutta bestia l'ignoranza...
  • Leguleio scrive:
    Ma quindi...
    ...Mediaset rischia di rimanere senza un soldo? :'( :'( :'(
    • tucumcari scrive:
      Re: Ma quindi...
      - Scritto da: Leguleio
      ...Mediaset rischia di rimanere senza un soldo?
      :'( :'(
      :'(con un indebitamento finanziario stimato a circa 2.5 miliardi e i profitti in contrazione non è che le cose siano poi così rosa...Vedi te...
      • krane scrive:
        Re: Ma quindi...
        - Scritto da: tucumcari
        - Scritto da: Leguleio

        ...Mediaset rischia di rimanere senza un soldo?

        :'( :'(

        :'(
        con un indebitamento finanziario stimato a circa
        2.5 miliardi e i profitti in contrazione non è
        che le cose siano poi così rosa...
        Vedi te...Ma chiudessero domani.
    • bubba scrive:
      Re: Ma quindi...
      - Scritto da: Leguleio
      ...Mediaset rischia di rimanere senza un soldo?
      :'( :'(
      :'(accadra' quando Windows avra' il market share di netbsd, credo.Il tappetto non e' mica cosi' stolto... a parte le 'alliberian', opera anche nella pubblicita' online e nel gioco d'azzardo, per dirne due.
    • NemoTizen scrive:
      Re: Ma quindi...
      direi di no mediaset premium rende bene, inoltre opera su più fronti ormai è più probabile che vengano tagliati alcuni settori che sono quelli per cui mediaset si batte ossia le produzioni proprie.
Chiudi i commenti