Wi-Fi, Telecom indagata dall'Antitrust

La criticata acquisizione di Megabeam Italia ha dato all'incumbent italiano un vantaggio destinato a rendere la vita davvero difficile agli altri operatori. L'Antitrust lo sospetta e avvia un'indagine. Resa dei conti tra 45 giorni
La criticata acquisizione di Megabeam Italia ha dato all'incumbent italiano un vantaggio destinato a rendere la vita davvero difficile agli altri operatori. L'Antitrust lo sospetta e avvia un'indagine. Resa dei conti tra 45 giorni


Roma – Qualcuno aveva parlato di un piccolo ben pianificato golpe , qualcun altro aveva lamentato i soliti metodi dei soliti colossi, di certo in pochi hanno difeso la repentina e recente acquisizione di Megabeam Italia da parte di Telecom Italia. E ora l’Antitrust ha deciso di volerci veder chiaro.

L’ Autorità garante del mercato ha infatti deciso di aprire una indagine ufficiale che entro i prossimi 45 giorni dovrà chiarire se vi sia del marcio nell’operazione con cui la maggiore tra le imprese nostrane coinvolte nel promettente business del wi-fi è stata messa in mano a mamma Telecom.

L’atto dell’Antitrust appare dovuto. Quello del wi-fi, nonostante il criticabile decreto del ministero delle Comunicazioni che ne dimezza le possibilità , rimane un ambito della connettività per il quale si prevede enorme sviluppo e che appare destinato a rivoluzionare l’uso stesso della rete per milioni di utenti.

In una nota diffusa in questi giorni, l’Antitrust ha spiegato di aver deciso di studiarsi la questione perché considera Megabeam Italia, “uno dei maggiori operatori nazionali attivi nella fornitura delle infrastrutture R-LAN (reti locali via radio) e dei relativi servizi wi-fi”. Il suo acquisto, dunque, “potrebbe determinare il rafforzamento, in capo a Telecom Italia, di una posizione dominante nel mercato dell’offerta di connettività e accesso locale a banda larga”.

Il timore dell’Antitrust è anche che in “aree qualificate”, come gli aeroporti, l’acquisizione di Megabeam si traduca in una posizione dominante di Telecom anche nel wi-fi, una situazione che si dichiara di temere.

Più in generale, spiega il dispositivo che avvia l’indagine, l’operazione di Telecom potrebbe garantirle il rafforzamento della posizione dominante sui mercati nazionali per tutto quello che va dall’accesso ad internet alla connettività a banda larga. “Telecom Italia – spiega infatti l’Authority – acquisirebbe infatti il principale operatore nella fornitura di accesso ai sistemi R-LAN, titolare di alcuni contratti relativi ad importanti siti presenti sul territorio nazionale. In presenza di esclusive contrattuali per la realizzazione o uso di R-LAN in importanti hot spot e di limiti tecnologici al numero di soggetti operanti in una medesima area, l’acquisizione di Megabeam è suscettibile di determinare in capo a Telecom Italia una posizione di rilievo nella realizzazione e fornitura di accesso e connettività tramite infrastrutture R-LAN e dei relativi servizi wi-fi all’utenza finale”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 06 2003
Link copiato negli appunti