WiFi in città? Il mezzo e il fine

di Alfonso Fuggetta - Condivido il fine, ma il mezzo è carente: non mi pare che le reti WiFi siano intrinsecamente sociali e aperte mentre le altre no. Dipende da come le si usa, dagli accordi in campo, da come si gestiscono

Roma – Punto Informatico ha messo online un servizio video nel quale, partendo dai miei commenti sulle reti WiFi pubbliche, sviluppa il tema e ne offre una sua interpretazione: Il Wi-Fi in città? Non serve .

Innanzi tutto mi fa piacere che su questa mia riflessione Punto Informatico abbia voluto costruire un bel servizio, tra l’altro video e ben montato.

Devo dire che non condivido il modo nel quale il servizio viene chiuso. Di fatto si contrappone la mia visione di “tecnico” con quella di carattere più sociologico e politico, se vogliamo, di Sergio Maistrello. Si dice, nella sostanza, che da un punto di vista tecnico le reti WiFi potrebbero anche non funzionare gran che bene; tuttavia, svolgono un ruolo sociale e culturale importante e hanno un connotato che quelle cellulari commerciali non possono avere.

Inoltre, si dice che la rete cellulare costa troppo. Su questo tema avevo già risposto sul mio blog, in primo luogo segnalando che di gratis a sto mondo non c’è nulla. Dipende da chi paga, ovviamente. In secondo luogo, i prezzi sono in discesa. In terzo luogo, per una PA è più conveniente spendere X per avere una rete WiFi oppure lo stesso X per pagare l’accesso a 3G via gli operatori esistenti? È tutto da vedere.

In generale, mi pare che in questi ragionamenti ci sia un baco di fondo. Avevo scritto un post su Pensieri a questo proposito. Dicevo che spesso si confonde il mezzo con il fine . Io condivido il fine, ma trovo che il mezzo sia carente. Né ha senso caratterizzare un mezzo rispetto ad un altro dicendo che è “culturalmente migliore”. Non mi pare che le reti WiFi siano “intrinsecamente” sociali e aperte, mentre le altre no. Dipende da come le si usa, da come si fanno gli accordi con gli operatori, da come si gestisce l’intera vicenda. Anche nel caso di WiFi bisogna definire accordi commerciali, regole di accesso, “questioni tecnico-economiche”. Non è che nascano sociali per investitura dall’alto.

Penso che questo sia uno dei limiti nelle discussioni su questi temi. Si confondono fini e mezzi. Si associano a certi mezzi caratteristiche e proprietà che in realtà non hanno o non hanno in modo esclusivo.

Credo dovremmo essere più “laici”. Certo definire fini e obiettivi in modo serio e lungimirante. Ma poi si deve fare una analisi pragmatica per scegliere di volta in volta la soluzione che è maggiormente funzionale al raggiungimento di quei fini e obiettivi. Altrimenti, si rischia di vanificare sforzi o di doverli moltiplicare, senza ottenere quei risultati che tutti ci aspetteremmo.

Alfonso Fuggetta

(*) A.F. è docente del Politecnico di Milano e CEO e Direttore scientifico del CEFRIEL

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • an0nim0 scrive:
    SP3 per x64: quando?
    La versione XP Professional x64 seguira', pare, una roadmap diversa. Infatti questa versione e' molto piu' vicina a windows server 2003 x64 che non a xp (nonostante si chiami xp). Anzi, ad oggi credo non si sappia neanche se verra' mai rilasciata una versione per x64Nota personale: peccato che in Microsoft ci credano cosi' poco nei 64bit (e' una mia opinione personale). E' deludente ad esempio che ad oggi una versione completa a 64bit di Office, se non sbaglio, ancora non esista ... (mentre con le distro linux a 64 bit le cose mi pare vadano meglio)
    • Billo scrive:
      Re: SP3 per x64: quando?
      - Scritto da: an0nim0
      Nota personale: peccato che in Microsoft ci
      credano cosi' poco nei 64bit (e' una mia opinione
      personale). E' deludente ad esempio che ad oggi
      una versione completa a 64bit di Office, se non
      sbaglio, ancora non esista ... (mentre con le
      distro linux a 64 bit le cose mi pare vadano
      meglio)A che serve una versione a 64 bit di Office? Sarebbe davvero preoccupante se un programma del genere avesse bisogno di più di 4 giga di memoria! LOL!
    • Gauss scrive:
      Re: SP3 per x64: quando?
      Tranquillo, il 64bit non è così sviluppato perchè non è ancora indispensabile. Quando il 64bit sarà richiesto dal mercato come necessario (ossia, soldoni in "vista") vai tranquillo che in un nanosecondo microsoft si lancerà a capofitto e ti sfornerà office e pure MSN a 64bit
  • Mi scoccio di loggare scrive:
    Non voglio aprire flame...
    ma spero solo che questi aggiornamenti non renderanno il sistema operativo piu' lento e piu' instabile per far passare gli utenti a Vista.... :S
    • Renji Abarai scrive:
      Re: Non voglio aprire flame...
      allora potevi evitare di scrivere.
    • Ale scrive:
      Re: Non voglio aprire flame...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      ma spero solo che questi aggiornamenti non
      renderanno il sistema operativo piu' lento e piu'
      instabile per far passare gli utenti a Vista....
      :SSono hotfix, non ci sono features di rilievo, quello che metti con sp1/sp2 e winupd lo metti con il sp3
      • krane scrive:
        Re: Non voglio aprire flame...
        - Scritto da: Ale
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare

        ma spero solo che questi aggiornamenti non

        renderanno il sistema operativo piu' lento e

        piu' instabile per far passare gli utenti a Vista....

        :S
        Sono hotfix, non ci sono features di rilievo,
        quello che metti con sp1/sp2 e winupd lo metti
        con ilsp3Il che quanto meno permette di non prendersi un virus mentre stai scaricando gli aggiornamenti su un XP appena reinstallato (rotfl)
        • otacon87 scrive:
          Re: Non voglio aprire flame...
          basta installare la versione che comprende già i 3 SP...
          • krane scrive:
            Re: Non voglio aprire flame...
            - Scritto da: otacon87
            basta installare la versione che comprende già i
            3 SP...E' quello che ho cercato di dire io... Mi sono espresso cosi' male ? (newbie)
    • Gabriele Tittonel scrive:
      Re: Non voglio aprire flame...
      - Scritto da: Mi scoccio di loggare
      ma spero solo che questi aggiornamenti non
      renderanno il sistema operativo piu' lento e piu'
      instabile per far passare gli utenti a Vista....
      :SIo sto provando già da un pò di tempo la versione RC in inglese del service pack 3 e mi sembra funzionare molto bene. A livello di prestazioni non si notano differenze apprezzabili, anzi, direi che va quasi meglio del SP2.
      • DnaX scrive:
        Re: Non voglio aprire flame...
        Secondo qualche articolo fa di PI il SP3 dovrebbe addirittura velocizzare WinXP.Aspetto il rilascio ufficiale per provarlo...
Chiudi i commenti