Win e Linux ancora sposi con VMware 3.0

SuSE ha rilasciato la nuova versione del noto software che permette l'uso simultaneo di più sistemi operativi su un unico PC
SuSE ha rilasciato la nuova versione del noto software che permette l'uso simultaneo di più sistemi operativi su un unico PC


Castelnuovo Rangone – SuSE Linux ha annunciato la disponibilità di VMware Workstation 3.0, la nuova versione del noto software per far girare più sistemi operativi sotto Windows o Linux.

VMware Workstation 3.0 supporta Windows XP e ne consente l’avvio in una console virtuale in ambiente Linux o viceversa.

“Con l’utilizzo di macchine virtuali – spiega SuSE -, dove ogni macchina equivale a un PC autonomo in una finestra, Vmware 3.0 garantisce l’utilizzo simultaneo di più sistemi operativi e delle rispettive applicazioni su un unico PC. Anziché agire come un emulatore, VMware utilizza il sistema operativo specifico dell’applicazione, garantendo il massimo livello di compatibilità e stabilità”.

SuSE sostiene che VMware Workstation 3.0 offre un’interfaccia grafica migliorata e più intuitiva, il cui look and feel è stato aggiornato per avvicinarsi a quello di Windows XP. I più rilevanti aggiornamenti tecnici includono il supporto per dispositivi USB e SCSI all’interno dei sistemi guest (da cui è ora possibile accedere anche ai drive CD-ROM e DVD); la possibilità di connettere drive CD-ROM virtuali a file d’immagine ISO; il supporto per dischi virtuali IDE di dimensioni fino a 128 GB e dischi virtuali SCSI fino a 256 GB; un NAT (Network Address Translation) incorporato che facilita le connessioni Internet e di rete del sistema client VMware.

Secondo SuSE la versione 3.0 offre infine migliori prestazioni grazie alla revisione dell’uso della CPU e ad un accesso più rapido agli hard disk.

“Da quando è stato presentato nel maggio del 1999 – si legge in un comunicato di SuSE – la posizione di VMware si è rafforzata in quanto rappresenta una soluzione rapida ed efficace per l’uso di più sistemi operativi su un unico host; ad oggi conta oltre 750.000 utenti registrati in oltre 100 paesi”.

VMware consente agli utenti Linux di utilizzare applicazioni non ancora disponibili per Linux. L’accesso a file condivisi e funzionalità “cut-and-paste” integrano direttamente le applicazioni Windows su desktop Linux.

“Gli utenti – spiega SuSE – ottengono la stabilità, la velocità e la qualità di rete superiori di Linux, pur continuando a utilizzare le consuete applicazioni per le attività d’ufficio quotidiane.

SuSE offre VMware Workstation 3.0 edizione per Linux o Windows NT/2000/XP (monoutente) con manuale al prezzo di 372,73 euro più IVA. Ogni licenza via e-mail è offerta al prezzo di 336,94 euro più IVA. Su richiesta, gli istituti di ricerca e formazione hanno diritto a condizioni particolari.

Ulteriori informazioni sul prodotto sono disponibili qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 12 2001
Link copiato negli appunti