Windows 10 tra futuro e passato

Redmond aggiorna ancora una volta la versione preliminare dell'OS-come-servizio, introducendo novità dal sapore retrò e funzionalità al passo coi tempi dedicate all'accessibilità
Redmond aggiorna ancora una volta la versione preliminare dell'OS-come-servizio, introducendo novità dal sapore retrò e funzionalità al passo coi tempi dedicate all'accessibilità

In attesa del prossimo settembre, mese in cui dovrebbe debuttare la versione aggiornata di Windows 10 nota come Fall Creators Update , Microsoft continua a descrivere quelle che saranno le caratteristiche della nuova Build autunnale dell’OS-come-servizio. I tester volontari del programma Insider possono già “assaggiare” le novità con la Build preliminare 16257 , mentre agli utenti comuni non resta che aspettare il momento dell’upgrade per verificare di prima mano i rinnovamenti al codice implementati da Redmond.

Caratteristica prominente della Build 16257 è la tecnologia Eye Control , spiega Microsoft, una funzionalità attualmente in beta – e che potrebbe restare tale anche a settembre – pensata per migliorare in maniera significativa l’accessibilità di Windows 10 per le persone affette da disabilità tramite il tracciamento dei movimenti oculari .

Eye Control è al momento compatibile solo con la periferica Eye Tracker 4C di Tobii , mentre il supporto per altre periferiche di tracciamento dovrebbe arrivare in futuro, e tra le altre cose è progettata per velocizzare l’immissione di testo tramite la tastiera virtuale visualizzata su schermo .

Una delle caratteristiche di Eye Control si chiama infatti “shape-writing”, un modo di prevedere la prossima parola da “digitare” sulla tastiera virtuale focalizzando la vista sulla prima e ultima lettera e poi dando uno sguardo alle lettere comprese nel mezzo; in caso di predizione sbagliata si può sempre scegliere un risultato alternativo.

Un’altra novità della Build 16257 su cui Microsoft posa l’attenzione è poi lo schema colori della console dei comandi testuali , componente storico di Windows che dopo il supporto ai 24-bit e ai codici di “escape” ANSI introdotto nelle precedenti versioni diverrà presto più leggibile sugli schermi ad alto livello di contrasto.

Ulteriori novità della nuova Build preliminare di Windows includono infine miglioramenti per il componente Windows Defender Application Guard (WDAG), un rinnovo del “look” del browser Edge, bugfix vari e il supporto (qualora qualcuno ne sentisse il bisogno) degli oggetti tridimensionali all’interno dei programmi del pacchetto Office. 

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 08 2017
Link copiato negli appunti