Windows 7, l'XP Mode è quasi pronto

Microsoft ha rilasciato la prima release candidate dell'add-on gratuito per Windows 7. Un ambiente virtualizzato per far girare tutte le applicazioni per XP che hanno problemi con Seven
Microsoft ha rilasciato la prima release candidate dell'add-on gratuito per Windows 7. Un ambiente virtualizzato per far girare tutte le applicazioni per XP che hanno problemi con Seven

Dopo alcuni mesi di beta testing, l’ XP Mode di Windows 7 ha raggiunto lo stadio di release candidate, ossia l’ultimo passo prima del rilascio della versione finale.

Come noto, l’XP Mode è un add-on per Windows 7 che utilizza un’immagine virtualizzata di Windows XP per far girare tutte quelle applicazioni che, per vari motivi, sono parzialmente o completamente incompatibili con il nuovo sistema operativo desktop di Microsoft.

Brandon LeBlanc, del Windows Team Blog , spiega in questo post che la RC di XP Mode migliora in modo sostanziale la precedente beta del software, facendo tesoro di tutti i suggerimenti fin qui forniti da tester e recensori. Una delle novità più importanti consiste nella possibilità di connettere all’XP virtualizzato i dispositivi USB, come chiavette e stampanti, direttamente dalla task bar di Seven: ciò permette di usare i device USB dalle applicazioni che girano in XP Mode senza la necessità di passare alla modalità full screen.

Una comoda jump list permette ora di accedere ai file e alle applicazioni aperti più di recente all’interno dell’XP Mode, inoltre è finalmente possibile disattivare – quando non necessaria – la condivisione delle unità di archiviazione tra XP Mode e Windows 7. Gli utenti hanno anche la possibilità di decidere dove archiviare i “file differenza”, ossia quelli contenenti tutte le modifiche apportate dall’utente all’ambiente virtuale, generati alla chiusura di ogni sessione di XP Mode.

LeBlanc afferma che l’XP Mode è stato pensato soprattutto per agevolare la migrazione a Seven delle piccole e medie imprese, e che “in molti casi non è necessario”. Il portavoce di BigM sostiene infatti che la propria azienda ha lavorato moltissimo nel migliorare la compatibilità tra Windows 7 e Windows XP, e che la stragrande maggioranza delle applicazioni oggi compatibili con XP o Vista non solo può girare senza problemi anche sotto W7, ma può avvantaggiarsi “delle migliori performance, delle migliori funzionalità di gestione e della migliore sicurezza offerte da Windows 7”.

Appena pronto, l’XP Mode potrà essere scaricato gratuitamente da tutti i possessori delle edizioni Ultimate, Professional e Enterprise di Windows 7. Per funzionare, l’XP Mode necessita di un processore che supporti le tecnologie Intel-VT o AMD-V.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti