Windows 8 e i crucci dell'open source

Secure Boot non è la fine del mondo e nemmeno di Linux, dice il creatore Torvalds. E Microsoft torna sui propri passi garantendo la disponibilità di una versione aggiornata di Visual Studio Express per desktop

Roma – La funzionalità Secure Boot implementata nel prossimo Windows 8 continua a scatenare discussioni e polemiche. Buon ultimo si pronuncia sulla questione anche Linus Torvalds, il “papà” di Linux, che si dice parecchio scettico sui possibili danni che Secure Boot e Windows 8 potrebbero provocare al mondo FOSS nel suo complesso.

Quando attiva su firmware UEFI (erede tecnologico del BIOS originario di IBM), la funzionalità Secure Boot richiede che il processo di boot sia firmato digitalmente e le firme verificabili con quelle integrate nel firmware. Il problema, dice Torvalds, è che difficilmente questo porrà un freno agli hacker.

Chi vorrà sconfiggere Secure Boot (malware writer, cyber-criminali ma anche hacker white o grey hat) si limiterà ad aggirare del tutto il meccanismo di autenticazione sfruttando vulnerabilità nel sistema, sostiene Mr. Linux, oppure abusando di chiavi private che non saranno private ancora per molto tempo.

“Non sono certo un gran fan di UEFI – ha dichiarato Torvalds – ma allo stesso tempo posso immaginare perché qualcuno voglia avere il processo di boot-up firmato digitalmente. E se ottenere una chiave per Fedora costa solo 99 dollari, non vedo dove sia questo gran problema”.

A ulteriore riprova del fatto che in fondo, con Windows 8, Microsoft non ha intenzione di distruggere l’open source arriva la notizia di una nuova versione “desktop” di Visual Studio Express: inizialmente descritto come utilizzabile per creare solo app Metro limitate nello scopo e nelle funzionalità, “Visual Studio Express 2012 for Windows Desktop” continuerà a essere un tool di sviluppo gratuito (C++, C#, Visual Basic eccetera) capace di sfruttare al massimo il PC e non solo l’interfaccia piastrellata del nuovo ecosistema Windows-centrico.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Menestrello scrive:
    Ecco ARM + AMD x86
    Ecco una risposta concreta: i primi accordi con ARM per integrare nelle APU un modulo basato su CPU Cortex A5 per il trust computing: http://www.bitsandchips.it/13-mobile/1233-amd-e-arm-lintegrazione-e-per-la-sicurezza
  • max scrive:
    è possibile ibridare x86 ed ARM?
    è possibile che un sistema operativo, o meglio, un'unica versione di un sistema operativo, giri su proXXXXXri ibridi demandando alcuni compiti ai core x86 e altri ai core ARM, e "switchando" da un'architettura all'altra a seconda del carico di lavoro?imagino ci vogliano librerie completamente nuove, un'operazione tipo openCL.ma non si vanno a complicare ancora di più le cose? trovarsi con sistemi che si devono barcamenare tra core x86, core ARM e GPU...
    • collione scrive:
      Re: è possibile ibridare x86 ed ARM?
      potrebbe non essere complicato se si gestisce a doverecioè l'os vero e proprio ( le routine di arbitraggio e scheduling in particolare ) girano su x86, mentre gli altri chip ( gpu, arm, pincopallino ) fungono da acceleratori hardware gestiti da specifici driver del sistema operativo
    • ufff scrive:
      Re: è possibile ibridare x86 ed ARM?
      - Scritto da: max
      è possibile che un sistema operativo, o meglio,
      un'unica versione di un sistema operativo, giri
      su proXXXXXri ibridi demandando alcuni compiti ai
      core x86 e altri ai core ARM, e "switchando" da
      un'architettura all'altra a seconda del carico di
      lavoro?no.
      • collione scrive:
        Re: è possibile ibridare x86 ed ARM?
        - Scritto da: ufff
        no.veramente lo scopo di una cpu ibrida è proprio quello
        • MacGeek scrive:
          Re: è possibile ibridare x86 ed ARM?
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: ufff


          no.

          veramente lo scopo di una cpu ibrida è proprio
          quelloUn Cell funziona a tutti gli effetti in quel modo.
        • ufff scrive:
          Re: è possibile ibridare x86 ed ARM?
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: ufff


          no.

          veramente lo scopo di una cpu ibrida è proprio
          quellosono stato precipitoso nella risposta, avevo letto male la domanda.
Chiudi i commenti