Windows 9, tra Cortana e Spartan

Microsoft ufficializza la presentazione del nuovo OS a piastrelle (e finestre) per la fine del mese, mentre le indiscrezioni continuano ad anticipare le presunte funzionalità del sistema, tra Cortana, GUI rimodulata e una nuova versione di IE
Microsoft ufficializza la presentazione del nuovo OS a piastrelle (e finestre) per la fine del mese, mentre le indiscrezioni continuano ad anticipare le presunte funzionalità del sistema, tra Cortana, GUI rimodulata e una nuova versione di IE

L’ ipotesi settembre per il debutto di Threshold , aka Windows 9 (o forse no), si fa concreta con l’intervento diretto di Microsoft che spedisce inviti alla stampa: la presentazione delle nuove tecnologie Windows avverrà il 30 settembre a San Francisco, dicono gli inviti, ma a quanto pare non si tratterà di un evento focalizzato sul mercato consumer.

Alla fine del mese verranno infatti presentate le novità della piattaforma Windows lato enterprise , e non è a questo punto dato sapere se Microsoft darà la possibilità di toccare con mano dette novità grazie alla distribuzione di una versione preliminare del nuovo OS in contemporanea con l’evento di San Francisco.

Non tutte le funzionalità di Threshold faranno parte della presentazione del 30 settembre, dicono le fonti , si può quindi solo speculare su quali caratteristiche debutteranno, potendo scegliere tra l’assistente digitale Cortana e le altre funzionalità convertite da Windows Phone , le app Metro eseguibili in finestra, l’eliminazione della barra degli Charm e tutto quanto emerso nei mesi passati.

Quel che appare certo è che Threshold dovrebbe rappresentare l’ultima “major release” di Windows, in seguito Microsoft dovrebbe limitarsi ad aggiungere funzionalità con aggiornamenti minori distribuiti tramite canali al momento non meglio precisati.

Un’altra novità di peso che potrebbe o meno debuttare assieme a Threshold è la nuova versione di Internet Explorer , anche nota col nome in codice di Spartan: in questo caso si parla di un’importante novità architetturale sotto forma di estensioni per il browser Web più usato, estensioni che funzionerebbero come plug-in a codice x86 nativo fatti girare in un ambiente sicuro e micro-virtualizzato.

E Windows Phone? Per l’OS mobile di Redmond si parla ancora di leak in merito al presunto rebranding , una possibilità sempre più concreta ora corroborata dall’apparizione di un nuovo terminale che sul retro ha stampata la semplice dicitura “Windows” contro il tradizionale marchio “Windows Phone”.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 09 2014
Link copiato negli appunti