Windows: OS che vanno, OS che vengono

Secondo gli analisti l'entusiasmo per il nuovo sistema Microsoft non è alle stelle. Mentre il vecchio XP continua a girare su un terzo di tutti i PC

Roma – Chitika Research ha riportato nuovi dati riguardanti l’utilizzo del sistema operativo Windows 8 . La ricerca, basata sulla Developer Preview dell’imminente software Microsoft, segnala che c’è stato un drastico calo d’interesse rispetto al lancio settembrino.

Per questa statistica Chitika ha misurato l’attività online di early adopter e sviluppatori vari, nell’arco di tre mesi: dall’ultima settimana di settembre, piuttosto movimentata, fino alla prima di dicembre, decisamente più fiacca.

Secondo i ricercatori, dopo l’entusiasmo iniziale gli utenti Microsoft avrebbero lanciato l’anteprima di Windows 8 giusto un paio di volte, per dare un’occhiata alle novità introdotte, per poi ritornare al sistema operativo utilizzato abitualmente.

Il portavoce degli analisti si dichiara decisamente sorpreso da questa flessione. “Con l’arrivo della Beta a febbraio e del Windows Store l’interesse per questo nuovo OS dovrebbe crescere ogni giorno di più, ma i dati raccolti dipingono un quadro chiaramente diverso.”

Secondo un’altra ricerca portata recentemente a termine, il vecchio sistema Windows XP uscito nel lontano 2001 sarebbe ancora in esecuzione su quasi un terzo (32,8 per cento) di tutti PC sparsi nel mondo. Le statistiche raccolte da W3Schools per un periodo di sette anni sottolineano che, fino all’arrivo di Seven, XP dominava la scena dei sistemi operativi con uno schiacciante 47 per cento.

Come noto, il supporto a Windows XP SP3 sarà assicurato dai tecnici di Redmond fino ad aprile 2014 ma molte delle tecnologie in arrivo a breve, come il prossimo Internet Explorer 10 , già non saranno compatibili con questo datato sistema.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • LuLu scrive:
    Non lamentatevi.
    Non lamentatevi. I sistemi p2p appositamente studiati per evitare censure e per garantire il più possibile l'anonimato esistevano da prima di questi nuovi sistemi di "condivisione" su siti web dalle dubbie intenzioni.Ma qualche ragazzino ha ben pensato che era molto più comodo affidarsi "ai siti social".Chi è causa del suo mal pianga s'è stesso.
    • Funz scrive:
      Re: Non lamentatevi.
      - Scritto da: LuLu
      Non lamentatevi. I sistemi p2p appositamente
      studiati per evitare censure e per garantire il
      più possibile l'anonimato esistevano da prima di
      questi nuovi sistemi di "condivisione" su siti
      web dalle dubbie
      intenzioni.il P2P è sempre lì, e chiunque può tornare a usarlo in qualunque momento.
      Ma qualche ragazzino ha ben pensato che era molto
      più comodo affidarsi "ai siti
      social".

      Chi è causa del suo mal pianga s'è stesso.E se non è stesso? :p
  • Zukkino scrive:
    la colpa è nostra...
    ...questi "colossi" esistono perchè ci sono milioni di utenti che usano i loro servizi. Se gli utenti smettessero di postare video o commenti o immagini anche solo per un giorno, i titoli in borsa di queste multinazionali andrebbero a picco. La verità è che parte della colpa è nostra che permettiamo che succeda.
    • Sgabbio scrive:
      Re: la colpa è nostra...
      - Scritto da: Zukkino
      ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
      milioni di utenti che usano i loro servizi. Se
      gli utenti smettessero di postare video o
      commenti o immagini anche solo per un giorno, i
      titoli in borsa di queste multinazionali
      andrebbero a picco. La verità è che parte della
      colpa è nostra che permettiamo che
      succeda.No, la colpa non è di questi servizi, ma dei dinosauri che vogliono spiegare la natura, nonostante lori siano ormai fuori dal ciclo vitale da 10 anni.
      • Il Gargilli scrive:
        Re: la colpa è nostra...
        [..No, la colpa non è di questi servizi, ma dei dinosauri che vogliono spiegare la natura..]Dinosauri.. appunto. come lo è la Universal.Magari dico una fesseria, ma è probabile che YouTube sia stata costretta a questo accordo. La Universal è troppo potente, ma non solo. E' anche tremendamente vecchia. Chissà che razza di legali hanno. Una società che ha visto TUTTO il secolo passato, comprese guerre Mondiali e Fredda. E anche il ruolo che ha avuto, nella diffusione di film e documentari.. come nel caso legato al tabacco, per esempio:http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblicità_indirettaE poi non si parla mai del fatto che, il copyright, ha una seconda funzione (che a volte diventa la primaria) oltre a quella di preservare i diritti d'autore, che è diventata una potentissima arma da parte di molti governi, e cioè l'acquisto di diritti su una determinata opera d'ingegno a scopo di omissione, come, credo, volesse intendere Franceso Holy87:[..Praticamente io pubblico su YT il video di un viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato della UMG o chicchessia ha vena di rompere le palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non ho il diritto di difendermi..]Un saluto
        • Sgabbio scrive:
          Re: la colpa è nostra...
          - Scritto da: Il Gargilli
          [..No, la colpa non è di questi servizi, ma dei
          dinosauri che vogliono spiegare la
          natura..]

          Dinosauri.. appunto. come lo è la Universal.
          Magari dico una fesseria, ma è probabile che
          YouTube sia stata costretta a questo accordo. La
          Universal è troppo potente, ma non solo. E' anche
          tremendamente vecchia. Chissà che razza di legali
          hanno. Una società che ha visto TUTTO il secolo
          passato, comprese guerre Mondiali e Fredda. E
          anche il ruolo che ha avuto, nella diffusione di
          film e documentari.. come nel caso legato al
          tabacco, per
          esempio:

          http://it.wikipedia.org/wiki/Pubblicità_indiretta

          E poi non si parla mai del fatto che, il
          copyright, ha una seconda funzione (che a volte
          diventa la primaria) oltre a quella di preservare
          i diritti d'autore, che è diventata una
          potentissima arma da parte di molti governi, e
          cioè l'acquisto di diritti su una determinata
          opera d'ingegno a scopo di omissione, come,
          credo, volesse intendere Franceso
          Holy87:

          [..Praticamente io pubblico su YT il video di un
          viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato
          della UMG o chicchessia ha vena di rompere le
          palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non
          ho il diritto di
          difendermi..]

          Un salutoGoogle guadagna molto di più della universal, potrebbe comprarla e farci carta igenica, volendo.Poi un simile accordo violerebbe qualche diritto umano mi sa.Va detto però, che google ha smentito subito la presenza di tale accordo, forse per evitare un danno d'immagine senza precedenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 dicembre 2011 21.34-----------------------------------------------------------
          • Il Gargilli scrive:
            Re: la colpa è nostra...
            [..Google guadagna molto di più della universal, potrebbe comprarla e farci carta igenica, volendo..]Si, potrebbe essere. Più che altro, quando scrissi che la Universal è vecchia, naturalmente intendevo dire "datata".. e non ci è dato sapere con esatteza che tipo di conoscenze/intrallazzi possano avere. Magari con governati e/o gente molto potente.Google come YouTube sono più giovani in questo senso, anche se naturalmente molto forti a livello economico. Ma credo che, purtroppo, questo come altri casi simili che si riproporranno in futuro, andranno a toccare anche la questione politica (inteso come fenomeno sociale e culturale che muove le masse, le condiziona e in un certo senso le istruisce) oltre che quella economica..Così come qualcuno (giustamente, a mio avviso) ipotizzava rispetto al continuo e incessante attacco allo sharing, non tanto per ottenere risultati tangibili (che comunuqe, se arrivano.. tanto di guadagnato per loro) ma infondere nelle menti degli internauti un concetto errato a priori, come se si partisse già dal presupposto che lo sharing è sbagliato a priori. E' un gioco che i governi occidentali usano spesso, quello di ripetere parole e termini in maniera ossessiva. Lo hanno fatto con "terrorismo" e lo stanno facendo con "pirateria"..In pratica, focalizzano il discorso partendo da una posizione che è già di parte e sbilanciata in partenza, e da questa posizione vorrebbero poi che si creasse l'opinione pubblica, resa ancora più ignorante e disorientata da un sistema informativo (quotidiani, telegiornali, ecc.) sempre più massiccio e controllato.Sarà interessante vedere come volgeranno le cose nei prossimi anni, sopratutto in merito al Trusted Computing, di cui si parla sempre più spesso ultimamente.Aloha!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la colpa è nostra...
            contenuto non disponibile
          • malto scrive:
            Re: la colpa è nostra...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Diversamente Universal potrebbe rimuovere *TUTTI*
            i video e youtube trovarsi senza alcun contenuto.
            Vi sembra logico che venga concessa una
            possibilità del
            genere?Se rimuovono tutti i video di cani che cantano, bambini che ridono e razzate di questo tipo, sarei quasi contento... :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: la colpa è nostra...
            contenuto non disponibile
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: la colpa è nostra...
      - Scritto da: Zukkino
      ...questi "colossi" esistono perchè ci sono
      milioni di utenti che usano i loro servizi. Se
      gli utenti smettessero di postare video o
      commenti o immagini anche solo per un giorno, i
      titoli in borsa di queste multinazionali
      andrebbero a picco. La verità è che parte della
      colpa è nostra che permettiamo che
      succeda.Come quella str*nzata di non comprare benzina per un giorno per costringere le multinazionali ad abbassare i prezzi? Girava la catena di mail qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci davvero.Quanti anni hai, per scrivere una cosa del genere?
      • Sgabbio scrive:
        Re: la colpa è nostra...
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: Zukkino

        ...questi "colossi" esistono perchè ci sono

        milioni di utenti che usano i loro servizi.
        Se

        gli utenti smettessero di postare video o

        commenti o immagini anche solo per un
        giorno,
        i

        titoli in borsa di queste multinazionali

        andrebbero a picco. La verità è che parte
        della

        colpa è nostra che permettiamo che

        succeda.

        Come quella str*nzata di non comprare benzina per
        un giorno per costringere le multinazionali ad
        abbassare i prezzi? Girava la catena di mail
        qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci
        davvero.

        Quanti anni hai, per scrivere una cosa del genere?Ma qualcuno ha provato poi ?
        • Benzinaro Sfatto scrive:
          Re: la colpa è nostra...
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: uno qualsiasi

          - Scritto da: Zukkino


          ...questi "colossi" esistono perchè ci sono


          milioni di utenti che usano i loro servizi.

          Se


          gli utenti smettessero di postare video o


          commenti o immagini anche solo per un

          giorno,

          i


          titoli in borsa di queste multinazionali


          andrebbero a picco. La verità è che parte

          della


          colpa è nostra che permettiamo che


          succeda.



          Come quella str*nzata di non comprare benzina
          per

          un giorno per costringere le multinazionali ad

          abbassare i prezzi? Girava la catena di mail

          qualche anno fa. Solo un cretino poteva crederci

          davvero.



          Quanti anni hai, per scrivere una cosa del
          genere?

          Ma qualcuno ha provato poi ?Se non la compri un giorno la compri il giorno doponon è che ci siano tutte queste alternative.
  • Rayden scrive:
    Youtube e condivisione
    Lo streaming e i video caricati in questo modo sono stati un gigantesco passo indietro dal punto di vista tecnico per quanto riguarda la condivisione di contenuti. E questo proprio perché sono facilmente controllabili da chi gestisce il servizio e facilmente attaccabili da soggetti terzi. Stessa cosa, anche se con qualche differenza (ad esempio i file possono essere criptati e condivisi privatamente) per i cyberlocker e il direct download.Purtroppo le mode dei nubbi che vogliono tutto e subito, senza fermarsi un secondo a pensare a come funziona la cosa, la fanno da padrone e questi sono i logici risultati.La forza del p2p e della condivisione è sempre stata che nessuno poteva permettersi di censurare o togliere un contenuto una volta immesso e non quella di scaricare tutto in 10 secondi. Ma vallo a spiegare ai bimbiminkia. :|
    • ces scrive:
      Re: Youtube e condivisione
      - Scritto da: Rayden
      Lo streaming e i video caricati in questo modo
      sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
      di vista tecnico per quanto riguarda la
      condivisione di contenuti. E questo proprio
      perché sono facilmente controllabili da chi
      gestisce il servizio e facilmente attaccabili da
      soggetti terzi.


      Stessa cosa, anche se con qualche differenza (ad
      esempio i file possono essere criptati e
      condivisi privatamente) per i cyberlocker e il
      direct
      download.

      Purtroppo le mode dei nubbi che vogliono tutto e
      subito, senza fermarsi un secondo a pensare a
      come funziona la cosa, la fanno da padrone e
      questi sono i logici
      risultati.

      La forza del p2p e della condivisione è sempre
      stata che nessuno poteva permettersi di censurare
      o togliere un contenuto una volta immesso e non
      quella di scaricare tutto in 10 secondi. Ma vallo
      a spiegare ai bimbiminkia.
      :|Non capisco dove sia il problema,, nessuno di impedisce di usare un qualsivoglia protocollo p2p per scaricare file, hai semplicemente più opzioni tra cui scegliere.
      • Rayden scrive:
        Re: Youtube e condivisione
        - Scritto da: ces
        Non capisco dove sia il problema,, nessuno di
        impedisce di usare un qualsivoglia protocollo p2p
        per scaricare file, hai semplicemente più opzioni
        tra cui
        scegliere.Ovvio che mi rivolgo a chi si vanta ad aver sostituito una cosa con un'altra e se ne vanta pensando di essere più intelligente o più aggiornato e non sono pochi.Excusatio non petita, accusatio manifesta... :)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Youtube e condivisione
      contenuto non disponibile
      • Rayden scrive:
        Re: Youtube e condivisione
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Sono servizi diversi adatti a fare diverse. Il
        fatto che tu li metta in un unico calderone,
        supponendo erroneamente che facciano le stesse
        cose, è un limite tuo non dei
        servizi.A metterli nello stesso calderone sono quelli che si vantano di aver sostituito una cosa con un'altra, vedi risposta precedente.
        • Rayden scrive:
          Re: Youtube e condivisione
          Resta il fatto che i limiti tecnici che ho descritto ci sono tutti e usare questi sistemi per *condividere* contenuti, qualunque sia lo scopo o la funzione, incoraggia un metodo bacato in partenza fin dalle origini, per i motivi già esposti.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Youtube e condivisione
          contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Rayden


            A metterli nello stesso calderone sono
            quelli
            che

            si vantano di aver sostituito una cosa con

            un'altra, vedi risposta

            precedente.

            No, ciccio, parole tue:
            "Lo streaming e i video caricati in questo modo
            sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
            di vista tecnico per quanto riguarda la
            condivisione di
            contenuti."

            E' come dire che una mela è un passo indietro
            rispetto ad una
            pera.Perche' si finisce sempre a parlare di apple? (newbie)
          • Rayden scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: panda rossa

            E' come dire che una mela è un passo indietro

            rispetto ad una

            pera.

            Perche' si finisce sempre a parlare di apple?
            (newbie)Non si può del tutto escludere che una mela sia un passo indietro rispetto a una pera :ohttp://www.pear-os-linux.fr/
          • sbrotfl scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: unaDuraLezione

            - Scritto da: Rayden




            A metterli nello stesso calderone sono

            quelli

            che


            si vantano di aver sostituito una cosa
            con


            un'altra, vedi risposta


            precedente.



            No, ciccio, parole tue:

            "Lo streaming e i video caricati in questo
            modo

            sono stati un gigantesco passo indietro dal
            punto

            di vista tecnico per quanto riguarda la

            condivisione di

            contenuti."



            E' come dire che una mela è un passo indietro

            rispetto ad una

            pera.

            Perche' si finisce sempre a parlare di apple?
            (newbie)Tra poco arriviamo a hitler... ocio!
          • panda rossa scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: unaDuraLezione


            - Scritto da: Rayden






            A metterli nello stesso calderone
            sono


            quelli


            che



            si vantano di aver sostituito una
            cosa

            con



            un'altra, vedi risposta



            precedente.





            No, ciccio, parole tue:


            "Lo streaming e i video caricati in
            questo

            modo


            sono stati un gigantesco passo indietro
            dal

            punto


            di vista tecnico per quanto riguarda la


            condivisione di


            contenuti."





            E' come dire che una mela è un passo
            indietro


            rispetto ad una


            pera.



            Perche' si finisce sempre a parlare di apple?

            (newbie)

            Tra poco arriviamo a hitler... ocio!Potremmo teorizzare una variante della legge di Godwin: nelle discussioni sul forum di PI si finisce sempre a parlare di Apple.
          • sbrotfl scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: unaDuraLezione



            - Scritto da: Rayden








            A metterli nello stesso
            calderone

            sono



            quelli



            che




            si vantano di aver sostituito
            una

            cosa


            con




            un'altra, vedi risposta




            precedente.







            No, ciccio, parole tue:



            "Lo streaming e i video caricati in

            questo


            modo



            sono stati un gigantesco passo
            indietro

            dal


            punto



            di vista tecnico per quanto
            riguarda
            la



            condivisione di



            contenuti."







            E' come dire che una mela è un
            passo

            indietro



            rispetto ad una



            pera.





            Perche' si finisce sempre a parlare di
            apple?


            (newbie)



            Tra poco arriviamo a hitler... ocio!

            Potremmo teorizzare una variante della legge di
            Godwin: nelle discussioni sul forum di PI si
            finisce sempre a parlare di
            Apple.:O Corriamo a fare la voce su wikipedia :D
          • Rayden scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            - Scritto da: unaDuraLezione
            No, ciccio, parole tue:
            "Lo streaming e i video caricati in questo modo
            sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
            di vista tecnico per quanto riguarda la
            condivisione di
            contenuti."

            E' come dire che una mela è un passo indietro
            rispetto ad una
            pera.Ehi cocco, dove starebbe il problema o l'errore in quello che ho detto?Si tratta o non si tratta di *condivisione di contenuti*? O forse quando carichi un video in streaming è per tenertelo per te?Non ho parlato di *download* di contenuti... Mai visto un vocabolario? La condivisione può comprendere oppure no il download.E ti confermo anche che è un gigantesco passo indietro dal punto di vista tecnico per la *condivisione* di contenuti.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            contenuto non disponibile
          • Rayden scrive:
            Re: Youtube e condivisione
            Chi non ci arriva sei tu (rotfl)Comprati un vocabolario e impara qualche parola nuova va...
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Youtube e condivisione
      - Scritto da: Rayden
      Lo streaming e i video caricati in questo modo
      sono stati un gigantesco passo indietro dal punto
      di vista tecnico per quanto riguarda la
      condivisione di contenuti.Vero: ma dal punto di vista sociale/legale sono stati un passo avanti enorme: con il P2P, l'utente era punibile (almeno in linea teorica), inoltre lo percepiva come una cosa illegale (o ai limiti della legalità); ma nessuno può accusarmi di fare qualcosa di sbagliato, se guardo un film o ascolto musica su youube.Finalmente gli utenti si rendono conto che non è furto, non può essere considerato tale, e le che majors non stanno tutelando i diritti degli autori, stanno cercando di calpestare i nostri.E le majors stesse sono costrette a scendere a patti, mentre con il p2p non l'avrebbero mai fatto.E comunque, il p2p è ancora al suo posto, non è sparito. E se i bimbiminkia si sono trasferiti altrove, non è un male (almeno non ci saranno più milioni di utenti che condividono i tokio hotel, magari spacciandoli per files con nomi diversi)
  • Guybrush scrive:
    Ok, ora so dove NON pubblicare video
    Ottima notizia,se confermata mi fa dire che non userò più YT per pubblicare qualcosa.GT
    • Fininsvest scrive:
      Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
      io ho smesso da tempo di usarlo, attualmente uso megavideo e pubblico anche i video su dailymotion e mediacafè.
    • malto scrive:
      Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
      - Scritto da: Guybrush
      Ottima notizia,
      se confermata mi fa dire che non userò più YT per
      pubblicare
      qualcosa.

      GTPuoi sempre metter su i tuoi server, giusto?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
        - Scritto da: malto
        - Scritto da: Guybrush

        Ottima notizia,

        se confermata mi fa dire che non userò più YT
        per

        pubblicare

        qualcosa.



        GT
        Puoi sempre metter su i tuoi server, giusto?che risposta del Razzo
        • malto scrive:
          Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: malto

          - Scritto da: Guybrush


          Ottima notizia,


          se confermata mi fa dire che non userò più YT

          per


          pubblicare


          qualcosa.





          GT

          Puoi sempre metter su i tuoi server, giusto?

          che risposta del RazzoPerchè?Vuoi pubblicare i tuoi video SENZA censure, fatti i tuoi server... :D
          • lol scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video

            Vuoi pubblicare i tuoi video SENZA censure, fatti
            i tuoi server...
            :Dvero, tanto ormai lo spazio e la banda costano poco.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
      - Scritto da: Guybrush
      Ottima notizia,
      se confermata mi fa dire che non userò più YT per
      pubblicare
      qualcosa.
      Concordo: e' veramente vergognosa la questione.Peggio che la santa inquisizione!
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
      Praticamente io pubblico su YT il video di un viaggio con la mia famiglia, e se un impiegato della UMG o chicchessia ha vena di rompere le palle a qualcuno, me lo può cancellare e io non ho il diritto di difendermi.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
        contenuto non disponibile
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
          - Scritto da: unaDuraLezione
          E' quello che succede già oggi con i forum (e
          anche sulla wikipedia): i moderatori incaricati
          possono fare il bello e il cattivo tempo e non è
          illegale perché si parla di servizi
          privati.

          Ovviamente, fossi youtube, aggiungerei
          all'accordo clausola che se il 'moderatore'
          cancella ripetutamente video leciti, perde la la
          possibilità di moderare per
          mesi/anni/millenni.E' vergognoso, che si permetta una cosa simile, perchè lede pesantemente i diritti umani. Non parlo di caricare materiale protetto da diritto d'autore, in se, ma del fatto che un ente privato faccia accordi ad un servizio per rimuovere quello che vuole, andando oltre al copyright. Questo è grave, molto grave.
          • lurker scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            Io non ritengo che sia vergognoso l'accordo in se, il servizio è privato.Mi piacerebbe che Google fosse obbligata però a mettere bene in chiaro, stile informazioni sui pacchetti di sigarette, che una serie di aziende (con tanto di nomi e cognomi) avranno la possibilità di decidere se rimuovere i contenuti.Una volta che è chiaro, essendo il servizio privato, per me può andare.(La cosa brutta è che, anche ci fosse scritto tutte le volte che ti colleghi, la maggior parte degli utenti se ne fregherebbe e continuerebbe pecoronamente ad omologarsi ed utilizzare quello che tutti utilizzano (vedi esempio facebook/privacy per dirne uno).Io credo sia l'educazione delle persone ad essere errata ora come ora ..
          • krane scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: lurker
            Io non ritengo che sia vergognoso l'accordo in
            se, il servizio è privato.Ma google nega l'esistenza dell'accordo: http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=16513#axzz1gziUEKdw
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: lurker

            Io non ritengo che sia vergognoso l'accordo
            in

            se, il servizio è privato.

            Ma google nega l'esistenza dell'accordo:
            http://zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=16513#Nel bene o nel male, doveva dire cosi, altrimenti youtube, si trovava in grane ben peggiori, ovvero la perdità di utenti, sai quanti servizi meno genoflessi come youtube è che permettono pure si pubblicare materiale osè, non aspetterebbero altro ?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: lurker
            Io non ritengo che sia vergognoso l'accordo in
            se, il servizio è
            privato.
            Mi piacerebbe che Google fosse obbligata però a
            mettere bene in chiaro, stile informazioni sui
            pacchetti di sigarette, che una serie di aziende
            (con tanto di nomi e cognomi) avranno la
            possibilità di decidere se rimuovere i
            contenuti.
            Una volta che è chiaro, essendo il servizio
            privato, per me può
            andare.

            (La cosa brutta è che, anche ci fosse scritto
            tutte le volte che ti colleghi, la maggior parte
            degli utenti se ne fregherebbe e continuerebbe
            pecoronamente ad omologarsi ed utilizzare quello
            che tutti utilizzano (vedi esempio
            facebook/privacy per dirne
            uno).

            Io credo sia l'educazione delle persone ad essere
            errata ora come ora
            ..Diventa vergognoso se un accordo simile lede i diritto fondamentali umani.Se io faccio un video dove dico 3 XXXXXXX e me lo trovo rimosso per motivi di copyright dalla universal, nonostante io non abbia usato nulla che venga da loro...bhè puoi ben capire che la parte in torto sono loro.
          • malto scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: Sgabbio
            Diventa vergognoso se un accordo simile lede i
            diritto fondamentali
            umani.
            Se io faccio un video dove dico 3 XXXXXXX e me lo
            trovo rimosso per motivi di copyright dalla
            universal, nonostante io non abbia usato nulla
            che venga da loro...Sarebbe un DIRITTO UMANO FONDAMENTALE fare un video con 3 razzate su utubbe?Stai scherzando vero? :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: malto.
            Sarebbe un DIRITTO UMANO FONDAMENTALE fare un
            video con 3 razzate su
            utubbe?
            Stai scherzando vero? :DLa libertà d'espressione fa parte dei diritti umani fondamentali.La stessa Onu si è lamentata che il sistema di takedown messo in piedi dai detendori dei diritti, sia una violazione palese dei diritti umani, perchè c'è una enorme disparità tra le parti in causa, oltre a permettere antti di censura con una semplicita abberante. Ma tu PI lo leggi, oltre a commentare ?
          • malto scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: malto
            .

            Sarebbe un DIRITTO UMANO FONDAMENTALE fare un

            video con 3 razzate su

            utubbe?

            Stai scherzando vero? :D

            La libertà d'espressione fa parte dei diritti
            umani
            fondamentali.Vero, in parte e solo in occidente, forse :'(
            La stessa Onu si è lamentata che il sistema di
            takedown messo in piedi dai detendori dei
            diritti, sia una violazione palese dei diritti
            umani, perchè c'è una enorme disparità tra le
            parti in causa, oltre a permettere antti di
            censura con una semplicita abberante. Ma tu PI lo
            leggi, oltre a commentare
            ?Certo che lo leggo, esattamente come NON uso utubbe...Nessuno ti obbliga ad usarlo.Non ti piacciono i loro metodi? In fondo alla strada, a destra trovi un sacco di altri fornitori di servizi simili; basta piangersi addosso cambiate fornitore! :D
          • anon scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: malto
            Nessuno ti obbliga ad usarlo.
            Non ti piacciono i loro metodi? In fondo alla
            strada, a destra trovi un sacco di altri
            fornitori di servizi simili; basta piangersi
            addosso cambiate fornitore! :Dfinché ci saranno altri servizi...il punto è che si vuole usare la "resa" di youtube come "monito" per tutti gli altri. e questo non va bene.
          • malto scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: anon
            - Scritto da: malto


            Nessuno ti obbliga ad usarlo.

            Non ti piacciono i loro metodi? In fondo alla

            strada, a destra trovi un sacco di altri

            fornitori di servizi simili; basta piangersi

            addosso cambiate fornitore! :D

            finché ci saranno altri servizi...
            il punto è che si vuole usare la "resa" di
            youtube come "monito" per tutti gli altri. e
            questo non va
            bene.Quale parte di "fatti i tuoi server" non ti è chiara? :D
          • anon scrive:
            Re: Ok, ora so dove NON pubblicare video
            - Scritto da: malto
            Quale parte di "fatti i tuoi server" non ti è
            chiara? :Dche risposta insensata... anche se mi facessi i miei server, mi verrebbero a rompere le balle lo stesso. hanno la sfrontatezza e il coraggio di farlo con youtube, e credi che non lo farebbero con me?comunque è evidente che non hai capito nulla di quello che volevo dire: è il principio che conta.fosse solo anche 1 servizio su 1000 a cedere alle loro <s
            richieste </s
            ricatti, non andrebbe bene lo stesso. per il semplice fatto che andrebbe a costituire un pericoloso "precedente".
Chiudi i commenti