Windows Server, solo quattro versioni

Cambia la griglia di offerta: basteranno quattro varianti per accontentare tutti. La nuova strategia commerciale per sottrazione degli OS di Redmond

Roma – La nuova linea di Windows si vede anche nelle opzioni di installamento lasciate agli utenti: in ottica di semplicità e minimalismo saranno solo quattro le versioni di Windows Server 2012 tra cui gli utenti potranno scegliere.

la griglia delle versioni di windows server

Quelle in tabella le quattro opzioni. Si chiamano Foundation, Essentials, Standard e Datacenter. Vanno da 425 a 4.809 dollari con possibilità di sconti per quelle aziende con più di 250 PC.

Si tratta di una netta semplificazione dell’offerta, che nel 2008 prevedeva 12 versioni di Windows Server e che si riallinea anche con la strategia legata a Windows 8 che arriva agli utenti con solo due versioni (rispetto alle 5 del precedente OS). ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Come sempre, il DRM...
    ...non serve a limitare la pirateria (qualcuno ha mai avuto difficoltà a trovare roba piratata?), e rompe solo le scatole ai clienti paganti.Bel colpo, Apple
    • Findi scrive:
      Re: Come sempre, il DRM...
      eee ssiiii caro amico, quoto in pieno!quelli che pagano generalmente hanno un disservizio, quelli che taroccano, niente, tutto a posto...il mondo gira così...;-)
      • panda rossa scrive:
        Re: Come sempre, il DRM...
        E ora una pagina di cultura: il primo DRM della storia, e come fu aggirato da un ragazzino di 14 anni.http://it.wikipedia.org/wiki/Miserere_%28Allegri%29
  • CastigaTrol l scrive:
    Una dura lezione ...
    Di quello che è l'ecosistema eppol....
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Una dura lezione ...
      contenuto non disponibile
    • byebye scrive:
      Re: Una dura lezione ...
      LOLun problema in cinque annicapirai :DApp Store è una meraviglia e non sono certo un fanboy ma solamente uno che non ha il cervello rovinato dall'astio pregiudiziale contro una società che invece a quanto pare fa buonissimi prodotti, tanto è vero che primeggiano nelle valutazioni degli utenti di tutto il mondofatevene una ragione
  • uno qualsiasi scrive:
    dove sono i macachi?
    Dove sono i sostenitori del DRM?Dove sono quelli che dicevano che il drm non dava fastidio? Dove sono quelli che dicevano che apple aveva tolto il drm?
    • MacGeek scrive:
      Re: dove sono i macachi?
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Dove sono i sostenitori del DRM?Nessuno sostiene i DRM
      Dove sono quelli che dicevano che il drm non dava
      fastidio? Un errore che ha colpito una minoranza per poche ore.Non mi sembra tutto questo dramma. Shit happens...
      Dove sono quelli che dicevano che apple
      aveva tolto il drm?L'ha tolto solo sulla musica. E poi l'hanno tolto quasi tutti. Grazie a Jobs.http://www.engadget.com/2007/02/06/a-letter-from-steve-jobs-on-drm-lets-get-rid-of-it/
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: dove sono i macachi?
        contenuto non disponibile
        • MacGeek scrive:
          Re: dove sono i macachi?
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: MacGeek


          L'ha tolto solo sulla musica. E poi l'hanno
          tolto

          quasi tutti. Grazie a

          Jobs.


          http://www.engadget.com/2007/02/06/a-letter-from-s

          Gli mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM sono
          merito <b
          di Napster e della pirateria
          </b

          .
          Diciamole bene le cose.
          Jobs ha fatto un gran lavoro di convincimento
          dalla parte dei vednitori, ma dalla parted dei
          fruitori non c'era già nessun dubbio da parecchi
          anni.Se non fosse per quella lettera (e il carisma) di Jobs, probabilmente ancora la musica VENDUTA (non PIRATATA) sarebbe coperta da DRM. M$, per esempio, era più che contenta di vendere i suoi cervellotici e opprimenti (per gli utenti) sistemi DRM alle major.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • Burp scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            L'unico merito di Jobs, lì, è stato aprire gli occhi di fronte all'evidenza. Altri continuano ad avere il prosciutto sugli occhi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            così la musica venduta avrebbe cessato di esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto quella piratata.
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            così la musica venduta avrebbe cessato di
            esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto quella
            piratata.E sarebbe terminata la produzione di altra musica.Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve altra. Ah si? Allora io dico che di gente studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le scuole.Del resto la stessa fine della musica lo posso fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla cultura.
          • Burp scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            così la musica venduta avrebbe cessato di

            esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto
            quella

            piratata.

            E sarebbe terminata la produzione di altra musica.
            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve
            altra. Ah si? Allora io dico che di gente
            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
            scuole.
            Del resto la stessa fine della musica lo posso
            fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla
            cultura.Ma va là. La musica si faceva anche nei secoli scorsi (e non parlo del 1900), quando tutte queste XXXXXXcce di DRM ed etichette discografiche non c'erano. Ed era pure una signora musica.
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Burp
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: uno qualsiasi


            così la musica venduta avrebbe cessato
            di


            esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto

            quella


            piratata.



            E sarebbe terminata la produzione di altra
            musica.

            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne
            serve

            altra. Ah si? Allora io dico che di gente

            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le

            scuole.

            Del resto la stessa fine della musica lo
            posso

            fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla

            cultura.

            Ma va là. La musica si faceva anche nei secoli
            scorsi (e non parlo del 1900), quando tutte
            queste XXXXXXcce di DRM ed etichette
            discografiche non c'erano. Ed era pure una
            signora
            musica.beh se studi un po meglio la storia della musica scoprirai che la signora musica era solo una piccola fetta della "produzione" di allora..... anche a quei tempi pullulava la musica di "basso rango"....
          • Burp scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Cotton
            - Scritto da: Burp

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: uno qualsiasi



            così la musica venduta avrebbe
            cessato

            di



            esistere, perchè TUTTI avrebbero
            scelto


            quella



            piratata.





            E sarebbe terminata la produzione di
            altra

            musica.


            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza,
            non
            ne

            serve


            altra. Ah si? Allora io dico che di
            gente


            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le


            scuole.


            Del resto la stessa fine della musica lo

            posso


            fare i libri, quindi diamo lo stop
            anche
            alla


            cultura.



            Ma va là. La musica si faceva anche nei
            secoli

            scorsi (e non parlo del 1900), quando tutte

            queste XXXXXXcce di DRM ed etichette

            discografiche non c'erano. Ed era pure una

            signora

            musica.

            beh se studi un po meglio la storia della musica
            scoprirai che la signora musica era solo una
            piccola fetta della "produzione" di allora.....
            anche a quei tempi pullulava la musica di "basso
            rango"....E se tu scendi dalla cattedra e impari a leggere prima di spararle, forse capisci perché gli ho fatto notare quello e non della musica popolare, dei menestrelli o di "basso rango"...
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            non vedo, nel tuo intervento, la parte dove espliciti che escludi un certo tipo di musica da un'altro...... parli di signora musica.... e non era tutta signora musica tutto qui (l'ho detto giu' dalla cattedra, sono sceso apposta per te pensa un po').
          • panda rossa scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            così la musica venduta avrebbe cessato di

            esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto
            quella

            piratata.

            E sarebbe terminata la produzione di altra musica.
            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve
            altra. Ah si? Allora io dico che di gente
            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
            scuole.
            Del resto la stessa fine della musica lo posso
            fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla
            cultura.Qui c'e' la storia del primo DRM, e di come venne aggirato da un ragazzino di 14 anni.http://it.wikipedia.org/wiki/Miserere_%28Allegri%29
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?

            E sarebbe terminata la produzione di altra musica.Falso: la musica è prodotta in ogni cultura, anche nelle più primitive. Veniva prodotta anche prima del copyright.
            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve
            altra. Ah si? Allora io dico che di gente
            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
            scuole.
            Del resto la stessa fine della musica lo posso
            fare i libri, quindi diamo lo stop anche alla
            cultura.Se vuoi che venga prodotta nuova musica, hai solo da finanziarne tu la produzione. Perchè mai ti aspetti che debba farlo anche io?
          • Funz scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            così la musica venduta avrebbe cessato di

            esistere, perchè TUTTI avrebbero scelto
            quella

            piratata.

            E sarebbe terminata la produzione di altra musica.
            Qualcuno dice che ce n'è abbastanza, non ne serve
            altra. Ah si? Allora io dico che di gente
            studiata ce n'è abbastanza, chiudiamo le
            scuole.Perché siamo tutti immortali, neh? A me piacerebbe, ma purtroppo non lo sono... forse tu si, beato te. Anche se la cosa mi terrorizza (rotfl)(+1 counter paragoni sballati di Ruppolo)
        • MeX scrive:
          Re: dove sono i macachi?


          Gli mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM sono
          merito <b
          di Napster e della pirateria
          </b

          .
          Diciamole bene le cose.no, Napster ha terrorizzato le case discografiche che hanno impiegato anni a vedere internet come un mercato e non come una rapina
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • tucumcari scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Ci arriverebbe anche un asino eh... Bella scoperta!Però ti sei scordato che lui non è un asino è un macaco!
          • MeX scrive:
            Re: dove sono i macachi?

            Perché Windows in Cina costava 10 volte meno che
            da
            noi?Perché da noi ci sono 50 milioni di persone (includendo vecchi e bambini) in Cina qualche miliardo
            Perché un album di mp3 costa nolto meno di quanto
            costava un
            CD?Perché Steve Jobs si é imposto sui prezzi alla case discografiche
            La risposta è solo una: per dare un'alternativa
            verosimile alla
            pirateriaNo, per aprire un nuovo mercato, non puoi fare concorrenza a qualcosa che ti da le cose gratis, tempo perso
            Ci arriverebbe anche un asino eh... se non ci
            fosse stato Napster e il download selvaggio
            pagheremmo i CD come 15 anni fa e non avremmo
            musica DRM
            free.Con i Se e con i Ma non si fa la storia
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?


            Ci arriverebbe anche un asino eh... se non ci

            fosse stato Napster e il download selvaggio

            pagheremmo i CD come 15 anni fa e non avremmo

            musica DRM

            free.

            Con i Se e con i Ma non si fa la stPensa alle console di videogiochi : dove non c'è pirateria ci sono i prezzi piú alti.
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Ci arriverebbe anche un asino eh... se
            non
            ci


            fosse stato Napster e il download
            selvaggio


            pagheremmo i CD come 15 anni fa e non
            avremmo


            musica DRM


            free.



            Con i Se e con i Ma non si fa la st

            Pensa alle console di videogiochi : dove non c'è
            pirateria ci sono i prezzi piú
            alti.Prima di risponderti, rispondi a questo:C'è più pirateria su iOS o su Android?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?

            Prima di risponderti, rispondi a questo:
            C'è più pirateria su iOS o su Android?Non ho i dati sotto mano. Suppongo su android, e allora?
          • panda rossa scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Prima di risponderti, rispondi a questo:

            C'è più pirateria su iOS o su Android?

            Non ho i dati sotto mano. Suppongo su android, e
            allora?Credo anche io su android, ma per un semplice motivo: il macaco e' macaco.Tra una app gratis e una precisa e identica a pagamento, il macaco paga.
          • aphex twin scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: panda rossa
            Tra una app gratis e una precisa e identica a
            pagamento, il macaco
            paga.Meglio che "rootare" perché la free é scandalosa e sei costretto , visto che non vuoi sganciare un euro, a craccare il Market rischiando di prenderti il raffreddore.Buona fortuna
          • panda rossa scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: aphex twin
            - Scritto da: panda rossa

            Tra una app gratis e una precisa e identica a

            pagamento, il macaco

            paga.

            Meglio che "rootare" perché la free é scandalosa
            e sei costretto , visto che non vuoi sganciare un
            euro, a craccare il Market rischiando di
            prenderti il
            raffreddore.Certo, questa e' una cosa che capita a coloro che sono privi di cervello o che rifiutano di utilizzarlo.Per fortuna e' la gente intelligente quella che manda avanti il mondo e determina il progresso.Le pecore seguono il gregge.
          • Piero scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            'rootare' per 'crackare' il market? Ci dev'essere tutto un mondo parallelo di Android che mi è completamente ignoto
          • Findi scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            c'è un motivo si fondo, GENERALMENTE il cliente Apple non sa nulla di informatica, io stesso ogni tanto faccio beneficienza su italiamac aiutando quelle persone che scrivono dicendo cose del tipo "AIUTO:lo schermo è diventato nero! cosa devo fare?" ecc ecc....non è una critica, è solo un dato statistico, tutto qui!;-)
          • panda rossa scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Findi
            c'è un motivo si fondo, <s
            GENERALMENTE </s
            <b
            SEMPRE </b
            il cliente
            Apple non sa nulla di informatica, Fixed. 8)
            io stesso ogni
            tanto faccio beneficienza su italiamac aiutando
            quelle persone che scrivono dicendo cose del tipo
            "AIUTO:lo schermo è diventato nero! cosa devo
            fare?" ecc
            ecc....Perle ai porci!Un computer NON DEVE poter mai stare nelle mani di chi: "Aiuto, lo schermo e' diventato nero! Ma giuro che non ho toccato niente da almeno 10 minuti!"Hint: 10 minuti era il timeout dello screensaver.
            non è una critica, è solo un dato statistico,
            tutto qui!Bisogna sterminarli subito, oppure prendere una zappa, metterci sopra l'adesivo della mela, e dire loro: "Usa questa!"
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            ma come non lo sapevi che le multinazionali abbassano i prezzi nei continenti con grandi popolazioni per mantenere gli utili sotto una certa soglia???..... ah ah ah ah ah ah ... scusa non ce l'ho fatta.Spock si sarà rivoltato nella tomba dopo questo exploit di ferrea logica.
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: MeX

            Ci arriverebbe anche un asino eh... se non ci

            fosse stato Napster e il download selvaggio

            pagheremmo i CD come 15 anni fa e non avremmo

            musica DRM

            free.

            Con i Se e con i Ma non si fa la storiama guarda che non c'è nessun "se" e nessun "ma", la storia del contributo di napster e i download "alternativi" è già stata scritta..... senza tutto questo certamente pagheremmo i brani mp3 almeno 5/10 volte quello che costano oggi e i cd come 15 anni fa. Sai, la concorrenza, porta anche a questo...
          • Franky scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: MeX



            Gli mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM
            sono

            merito <b
            di Napster e della
            pirateria

            </b


            .

            Diciamole bene le cose.

            no, Napster ha terrorizzato le case discografiche
            che hanno impiegato anni a vedere internet come
            un mercato e non come una
            rapinaappunto perche' sono ottusi e di basse vedute ...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            Infatti internet non è un mercato e non deve diventarlo.
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: MeX



            Gli mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM
            sono

            merito <b
            di Napster e della
            pirateria

            </b


            .

            Diciamole bene le cose.

            no, Napster ha terrorizzato le case discografiche
            che hanno impiegato anni a vedere internet come
            un mercato e non come una
            rapinaappunto mp3 singolo a 'poco' prezzo e senza DRM sonomerito di Napster e della pirateria
        • ruppolo scrive:
          Re: dove sono i macachi?
          Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere la pirateria. Ecco, le cose sono state dette bene.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ruppolo

            Dire bene le cose? Il DRM è nato per
            combattere

            la pirateria.

            il DRM è nato per *diminuire* la pirateria
            *digitale*Mi pare che stiamo discutendo del sesso degli angeli.
            Gli MP3 erano pirateria che, nel peggiore dei
            casi poteva usare una fonte ANALOGICA e il DRM di
            conseguenza si attaccava la
            XXXXX.E quindi cosa c'entra con le ragioni della nascita del DRM?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            contenuto non disponibile
          • Franky scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere
            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette
            bene.No..manco per idea... il DRM e' nato per far passare agli utenti che hanno voglia di comprare qualcosa...la voglia di comprare...in quanto nessuno vuole comprare una cosa "difettata"...un dizionario di spagnolo che non si puo' installare su HD e che non funziona quando si e' collegati in rete....la gente a questo punto scarica un dizionario gratuito che puo' utilizzare come gli pare e risolve il problema.... io infatti il mio l'ho buttato dalla finestra... e ne ho scaricato uno gratuito...che funziona come si deve senza limitazioni... solo un folle pagherebbe per avere un prodotto che non puo' installare dove gli pare e che e' difettato quando puo' avere un prodotto migliore gratis...
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: ruppolo

            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere

            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette

            bene.

            No..manco per idea...Wikipedia dice di si:http://it.wikipedia.org/wiki/Digital_Rights_Management#Storia
            il DRM e' nato per far
            passare agli utenti che hanno voglia di comprare
            qualcosa...la voglia di comprare...A me, invece, l'ha fatta venire.Erano anni che non compravo musica (i CD costavano troppo), fini a quando non uscì iTunes Store. La sera stessa acquistai un brano singolo e un CD. Totale 10,89 euro, con un risparmio secco di 30 euro.E da quel giorno ho ripreso a comprare musica, specialmente brani singoli.L'iPod già ce l'avevo, quindi non ho avuto alcun problema.
            in quanto
            nessuno vuole comprare una cosa "difettata"...Gli unici difetti li ho avuti con i CD.
            un
            dizionario di spagnolo che non si puo' installare
            su HD e che non funziona quando si e' collegati
            in
            rete....Il mio Treccani si è installato sull'iPhone senza alcun problema, e non necessita di connessione a Internet per funzionare (altrimenti a che servirebbe?)
            la gente a questo punto scarica un dizionario
            gratuito che puo' utilizzare come gli pareE che non ha alcuna autorevolezza.
            e
            risolve il problema....Per me non lo risolve. Un dizionario mi deve GARANTIRE la definizione corretta. Anche perché quando si consulta un dizionario raramente lo so fa perché si ignora totalmente il significato di una parola, bensì si cerca la definizione esatta (o le varie definizioni, se ne v'è più di una).
            io infatti il mio l'ho
            buttato dalla finestra... e ne ho scaricato uno
            gratuito...
            che funziona come si deve senza limitazioni...La limitazione è intrinseca.
            solo un folle pagherebbe per avere un prodotto
            che non puo' installare dove gli pare e che e'
            difettato quando puo' avere un prodotto migliore
            gratis...Solo uno stolto si procura un dizionario non autorevole.
          • panda rossa scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Solo uno stolto si procura un dizionario non
            autorevole.Solo ruppolo butta via il denaro in questo modo insulso.
          • Paolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere
            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette bene.Comprendo le intenzioni originarie, però l'attuazione è stata oscena. Perchè di fatto il DRM limita e infastidisce quasi esclusivamente gli utenti legittimi, dato che i pirati trovano comunque il modo di liberarsene.
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Paolo
            - Scritto da: ruppolo

            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere

            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette
            bene.

            Comprendo le intenzioni originarie, però
            l'attuazione è stata oscena.


            Perchè di fatto il DRM limita e infastidisce
            quasi esclusivamente gli utenti legittimi, dato
            che i pirati trovano comunque il modo di
            liberarsene.Anche una comune serratura, come quella della porta di casa, infastidisce il padrone di casa. E i ladri trovano comunque il modo di scassinarla.Però tra niente e uno strumento che mette i bastoni tra ruote, meglio quest'ultimo, anche se potrebbe dare qualche fastidio.Io sono un "early adopter" del DRM FairPlay di Apple, avendolo utilizzato dal giorno 1.Non mi ha mai creato un solo problema che sia uno.Anzi, mi ha dato ciò che un CD standard non mi poteva dare: la prova che quella musica è mia e che, se la perdo, da qualche parte risulta che l'ho comprata.Anni fa mi rubarono 10 CD dalla macchina: secondo te qualcuno me li rimborsa?Se oggi mi rubano il computer e tutti i backup, io posso riprendermi la mia musica. E se da quella musica masterizzo un CD o DVD, sono in grado di dimostrare in modo inequivocabile di fronte la legge di possedere la licenza d'uso per quella musica.In sostanza il DRM mi ha dato PIÙ diritti e maggior estensione degli stessi rispetto un comune CD.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?

            Anche una comune serratura, come quella della
            porta di casa, infastidisce il padrone di casa. Il tuo esempio non regge: se io compro la casa, mi danno anche la chiave per aprire tale serratura. E se io voglio posso lasciare la serratura sempre aperta (ad esempio, se in quell'edificio voglio mettere una attività aperta al pubblico), o posso togliere direttamente la serratura (o sostituirla con una scelta da me).Con il drm, invece, chi mi vende la casa si tiene lui la chiave... e pretende anche di proibirmi di manomettere la serratura.
            Se oggi mi rubano il computer e tutti i backup,
            io posso riprendermi la mia musica. E puoi beccarti una denuncia per violazione del copyright: infatti, il ladro può mettere online tutti i brani di musica che tu hai sul computer... e tali brani contengono il watermark con il tuo nome, così risulterà che sei stato tu a metterli online (e vallo a dimostrare che non era vero).Invece, se sul computer hai solo brani piratati, il ladro può anche metterli online, ma nessuno potrebbe risalire a te (erano online già prima, e non contenevano alcun dato che permettesse di risalire a chi li aveva messi)
          • FDG scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Con il drm, invece, chi mi vende la casa si tiene
            lui la chiave... e pretende anche di proibirmi di
            manomettere la serratura.E lo fa sostenendo che così difende meglio casa dai furti. Peccato che non sia così :)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            Falso, il drm è nato per far pagare le stesse cose due volte. Ed ha dimostrato che la pirateria è GIUSTA E SACROSANTA, perchè il copyright può essere applicato solo commettendo abusi sugli utenti.
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Falso, Vero:http://it.wikipedia.org/wiki/Digital_Rights_Management#Storia
            il drm è nato per far pagare le stesse
            cose due volte.Al contrario. Se perdo un CD devo ricomprarlo, quindi pagarlo due volte.Se invece perdo un contenuto protetto da DRM, posso recuperare l'originale.
            Ed ha dimostrato che la pirateria
            è GIUSTA E SACROSANTA,La pirateria è disonesta e sleale.
            perchè il copyright può
            essere applicato solo commettendo abusi sugli
            utenti.Come il limite di velocità sulle strade.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Falso,

            Vero:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Digital_Rights_Manage


            il drm è nato per far pagare le stesse

            cose due volte.

            Al contrario. Se perdo un CD devo ricomprarlo,
            quindi pagarlo due
            volte.
            Se invece perdo un contenuto protetto da DRM,
            posso recuperare
            l'originale.Toh, ecco un esempio di due giorni fa:http://blitzbasic.com/Community/posts.php?topic=98280


            Ed ha dimostrato che la pirateria

            è GIUSTA E SACROSANTA,

            La pirateria è disonesta e sleale.L'unica cosa disonesta e sleale è vendere un file, e pretendere che sia ancora tuo (come si fa abitualmente con il copyright); togliere soldi a chi ragiona così è giusto.


            perchè il copyright può

            essere applicato solo commettendo abusi sugli

            utenti.

            Come il limite di velocità sulle strade.Piccola differenza: la strada non è mia. Non me l'hanno mai venduta.Il computer è mio... e il software lo hanno venduto.Se qualcuno provasse a vendere una strada comunale a qualche turista ignaro, finirebbe in galera per truffa.Allo stesso modo, se cerchi di vendere un software e poi di dire che è sempre tuo, meriti lo stesso trattamento.
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            e ci sta "riuscendo perfettamente" direi....
          • ruppolo scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: Cotton
            e ci sta "riuscendo perfettamente" direi....Direi di no, per questo abbiamo visto l'introduzione di altri elementi repressivi.Naturalmente il potere costituito non conosce limiti: sanzioni, limitazioni del servizio, galera (come in giappone).Vuoi, volete, continuare a sfidare il potere costituito?Oh certo, si fa una bella rivoluzione con le armi, e ci si riprende la libertà. Ma vale la pena morire per dei brani?
          • Burp scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Cotton

            e ci sta "riuscendo perfettamente" direi....

            Direi di no, per questo abbiamo visto
            l'introduzione di altri elementi
            repressivi.
            Naturalmente il potere costituito non conosce
            limiti: sanzioni, limitazioni del servizio,
            galera (come in
            giappone).
            Vuoi, volete, continuare a sfidare il potere
            costituito?
            Oh certo, si fa una bella rivoluzione con le
            armi, e ci si riprende la libertà. Ma vale la
            pena morire per dei
            brani?Almeno Jobs l'evidenza la vedeva, tu e compari solo la crema delle torte in faccia che vi beccate sempre. :D
          • Cotton scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            hem.... era ironia la mia....
          • FDG scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Ma vale la pena morire per dei brani?Mica bisogna arrivare ai fucili per difendere i propri diritti.
          • Burp scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere
            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette
            bene.Si discuteva di chi fosse il merito nella rimozione dei DRM. Non sviare il discorso... :
          • FDG scrive:
            Re: dove sono i macachi?
            - Scritto da: ruppolo
            Dire bene le cose? Il DRM è nato per combattere
            la pirateria. Ecco, le cose sono state dette bene.Aggiungiamo: non ci riesce e da solo fastidio. Adesso sono dette meglio.
      • FDG scrive:
        Re: dove sono i macachi?
        - Scritto da: MacGeek
        Shit happens...In pratica, ci sarà sempre un errore del software su cui trollare.
    • byebye scrive:
      Re: dove sono i macachi?
      Io sono quae sostengo che App Store va benissimo com'è. E non lo chiamerei DRM, semplicemente controllo.Io amo il controllo perché è quello che mi permette di non farmi preoccupazioni.Tu ti lamenti che nei supermercati conad non trovi roba della coop? Ti sei mai lamentato per questo? hai mai accusato conad di usare DRM?Se non scrivete fate più bella figura :)
  • WP8 scrive:
    misteri della fede
    Ora Cupertino ha affermato di aver risolto il problema, individuato nel software che utilizza per sbloccare le app acquistate dagli utenti: in pratica, invece di renderle utilizzabili, finiva per contaminarle con codice difettoso che provocava il crash."Abbiamo avuto - spiegano da Cupertino - un problema temporaneo con uno dei server che genera codici DRM per le app scaricate". Problema che ora sarebbe stato risolto.Prima un problema software poi è un problema di un singolo server. Prima o poi a tentativi il problema lo trovano. Chissà magari il server aveva preso il raffreddore...
    • Jacopo scrive:
      Re: misteri della fede
      no no, era stato impugnato male! :)
    • collione scrive:
      Re: misteri della fede
      hanno tolto freebsd e installato mac os x server :Dgliel'ho sempre detto che mac os NON E' UN SISTEMA SERVER!!! (rotfl)
      • MeX scrive:
        Re: misteri della fede
        http://www.apple.com/science/profiles/
        • gnammolo scrive:
          Re: misteri della fede
          http://i.top500.org/sublist
          • MeX scrive:
            Re: misteri della fede
            http://www.macobserver.com/tmo/article/fortune_500_companies_moving_to_ipad_hits_94/
          • tucumcari scrive:
            Re: misteri della fede
            - Scritto da: MeX
            http://www.macobserver.com/tmo/article/fortune_500Cacchio!!! non sapevo che esisteva la versione server di iPad(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • MeX scrive:
            Re: misteri della fede
            http://www.apple.com/ipad/business/Per integrarlo con Active Directory ed Exchange puoi usare MDM di terze party o Profile Manager che é incluso in OSX a prezzi ridicoli.Sempre che tu sappia cos'é un MDMTutto questo vale per l'iPhone e se ci pensi bene c'era un'azienda Canadese che viveva di queste cose...
          • bubba scrive:
            Re: misteri della fede
            - Scritto da: MeX
            http://www.apple.com/ipad/business/

            Per integrarlo con Active Directory ed Exchange
            puoi usare MDM di terze party o Profile Manager
            che é incluso in OSX a prezzi
            ridicoli.

            Sempre che tu sappia cos'é un MDM

            Tutto questo vale per l'iPhone e se ci pensi bene
            c'era un'azienda Canadese che viveva di queste
            cose...e per quegli altri 2 ammenicoli software che sono usati da parecchi milioni di persone, che vanno sotto il nome di Flash e JAVA... come la mettiamo?
          • Burp scrive:
            Re: misteri della fede
            - Scritto da: bubba
            e per quegli altri 2 ammenicoli software che sono
            usati da parecchi milioni di persone, che vanno
            sotto il nome di Flash e JAVA... come la
            mettiamo?Francamente: fanno schifo e non uso roba Apple. Flash è un exploit ambulante e inefficiente, se la cava un po' giusto su Windows, ma appena Youtube ha finito con la conversione ad HTML5, potrò sbarazzarmene definitivamente. Non serve ad altro, a parte fare giocare i facebookari con Farmville, ma anche Zynga sta passando ad HTML5. Il resto sono banner in Flash e roba inutile, che sugli smartphone fa solo consumare di più la batteria. Stendo un velo pietoso sui pochi webmaster rubati all'agricoltura che credono di fare un sito figo facendolo in Flash, specialmente le intro inutili, che sono pure una perdita di tempo per chi apre il sito.Java: altra fonte di exploit. Grazie al cielo le applet java si sono estinte sul web. E la VM non sarà mai efficiente come il codice nativo. Va bene se devi sviluppare su 4000 hardware diversi e non vuoi compilare un eseguibile diverso per ognuno di quelli, ma se hanno solo un hardware, fanno bene a starci alla larga.
          • FDG scrive:
            Re: misteri della fede
            - Scritto da: Burp
            Java: altra fonte di exploit. Grazie al cielo le
            applet java si sono estinte sul web.Quoto per il client. Non per il server.
          • FDG scrive:
            Re: misteri della fede
            - Scritto da: MeX
            Tutto questo vale per l'iPhone e se ci pensi bene
            c'era un'azienda Canadese che viveva di queste
            cose...Cattivone!
    • ruppolo scrive:
      Re: misteri della fede
      - Scritto da: WP8
      Prima un problema software poi è un problema di
      un singolo server.Significa che non era rotta la CPU o la RAM.
Chiudi i commenti