Windows Store, kill switch e open source

Le app progettate per l'interfaccia Metro UI di Windows 8 potranno essere disabilitate da remoto. Lo prevede il TOS dello store, mentre lo stesso TOS apre le porte allo sviluppo di codice FOSS
Le app progettate per l'interfaccia Metro UI di Windows 8 potranno essere disabilitate da remoto. Lo prevede il TOS dello store, mentre lo stesso TOS apre le porte allo sviluppo di codice FOSS

L’app store di Windows 8 – comunemente noto come ” Windows Store ” – sarà dotato di un kill switch operabile da remoto, un meccanismo attraverso il quale Microsoft potrà, a sua discrezione, cancellare o disabilitare il funzionamento di una qualsiasi “app”.

L’esistenza del kill switch – una caratteristica comune a tutti i “walled garden” di app, da iTunes Store in poi – viene confermata dalla lettura delle condizioni d’uso del Windows Store: Microsoft specifica di essersi riservata il diritto di “cambiare o sospendere certe app o contenuti offerti sul Windows Store in ogni momento, per una qualsiasi ragione”.

“Qualche volta sarà per rispondere a richieste legali o contrattuali”, dice ancora Microsoft, e in casi del genere l’utente non potrà più caricare la app incriminata o accedere ai contenuti precedentemente acquisiti tramite regolare acquisto o licenza di utilizzo.

In quanto a scelta dell’utente, insomma, Windows Store sarà più o meno identico a quanto già visto in questi anni su iOS e Android. Maggiore libertà sarà forse dedicata agli sviluppatori di open source, visto che Microsoft apre alla distribuzione di “app” sviluppate a partire da codice FOSS.

Anche in questo caso, neanche a dirlo, c’è una precisazione: la app open source dev’essere distribuita con una licenza approvata dalla Open-Source Initiative (OSI), e non può comunque “costringere un qualsiasi software Microsoft non-FOSS a sottomettersi ai termini di una qualsiasi licenza FOSS”. Tradotto in soldoni, le app distribuite con licenza GNU-GPL non troveranno posto all’interno del Windows Store.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 12 2011
Link copiato negli appunti