Windows Update riprenderà gli aggiornamenti interrotti

Presto gli utenti potranno riprendere il download degli aggiornamenti di Windows 10 da dove lo hanno interrotto, piuttosto che ricominciare daccapo l'intera operazione. Una manna per chi non usa connessioni veloci

Roma – Stando alle indiscrezioni provenienti direttamente da Dona Sarkar, gran capo del programma Windows Insider, presto gli utenti di Windows 10 avranno la possibilità di riprendere il download degli aggiornamenti per il sistema operativo dal punto in cui hanno dovuto interrompere l’operazione.

Il nuovo sistema operativo-come-servizio ha infatti imposto il download obbligatorio degli aggiornamenti, ma non tutti hanno la possibilità di usare una connessione a Internet veloce con cui ridurre al minimo i tempi necessari al recupero dei file.

Inoltre, sui sistemi portatili, non pochi utenti si trovano costretti a interrompere il download con la chiusura improvvisa del sistema. In casi del genere, il risultato è invariabilmente quello di ricevere un messaggio di errore alla prossima accensione e l’obbligo di ricominciare il download dal punto zero.

La nuova versione di Windows Update , ha svelato Sarkar , permetterà invece il ripristino del download dal punto in cui era stato precedentemente interrotto. In tal modo l’obbligo dell’update ossessivo-compulsivo di Windows 10 dovrebbe risultare meno oneroso, a meno ovviamente di disabilitare del tutto gli aggiornamenti tramite un apposito tool di terze parti .

Quali sono i tempi previsti per il debutto della nuova funzionalità? Le indiscrezioni non dicono nulla a riguardo, quindi gli aggiornamenti “progressivi” dovrebbero essere esclusi dalle caratteristiche previste per il prossimo Spring Creators Update.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandro scrive:
    Guadagnare Bitcoin Gratis
    Per chi è interessato a guadagnare bitcoin gratis consiglio l'utilizzo di questo sito: https://tinyurl.com/ottienibitcoinora Si può guadagnare fino a 0.02743338 BTC (200!) ogni ora. Inoltre ai primi tre che si registrano con il link qui sopra manderò un bonus di 0.001 bitcoin. Il sito è molto affidabile, uno dei più famosi nel suo settore. Inoltre consiglio anche questo sito, simile al precedente ma con il quale è possibile ottenere dogecoins, una criptovaluta simile ai bitcoin che sta avendo molto sucXXXXX: https://tinyurl.com/ottienidogecoinora Per entrambi i siti è sufficiente registrarsi e cliccare sul pulsante "ROLL!" ogni ora per ottenere i bitcoin!
  • Nome e cognome scrive:
    26 milioni di domini di primo livello??
    Primo livello? Sei sicuro vero?https://it.wikipedia.org/wiki/Dominio_di_primo_livello
    • panda rossa scrive:
      Re: 26 milioni di domini di primo livello??
      - Scritto da: Nome e cognome
      Primo livello? Sei sicuro vero?
      https://it.wikipedia.org/wiki/Dominio_di_primo_livCerto..aa.ab.ac.ad....zzpoi quelli di tre lettere.aaa.aab.aac....zzzpoi quelli che vengono usati per il phishing, che usano lettere apparentemente somiglianti..aa.ab...ci si dovrebbe arrivare a 26 milioni con un po' di fantasia...
  • Albedo non loggato scrive:
    e PI cosa aspetta?
    Ormai anche i wordpress amatoriali poggiano su HTTPS, grazie a Lets....ma non PI. (rotfl)
    • panda rossa scrive:
      Re: e PI cosa aspetta?
      - Scritto da: Albedo non loggato
      Ormai anche i wordpress amatoriali poggiano su
      HTTPS, grazie a
      Lets.

      ...ma non PI. (rotfl)Che cosa c'e' da proteggere su PI?
      • ospite scrive:
        Re: e PI cosa aspetta?
        - Scritto da: panda rossa
        Che cosa c'e' da proteggere su PI?Niente, come il 99% di quei 50 milioni di siti, ma ormai il "trend" è che qualunque sito non abbia un https valido sia da considerare un ricettacolo di pedoterrosatanisti.
        • panda rossa scrive:
          Re: e PI cosa aspetta?
          - Scritto da: ospite
          - Scritto da: panda rossa


          Che cosa c'e' da proteggere su PI?

          Niente, come il 99% di quei 50 milioni di siti,
          ma ormai il "trend" è che qualunque sito non
          abbia un https valido sia da considerare un
          ricettacolo di
          pedoterrosatanisti.Benissimo.Allora che PI resti pure http.
      • Albedo non loggato scrive:
        Re: e PI cosa aspetta?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Albedo non loggato

        Ormai anche i wordpress amatoriali poggiano su

        HTTPS, grazie a

        Lets.



        ...ma non PI. (rotfl)

        Che cosa c'e' da proteggere su PI?L'utenza, visitatori compresi.
        • ... scrive:
          Re: e PI cosa aspetta?
          - Scritto da: Albedo non loggato
          - Scritto da: panda rossa

          Che cosa c'e' da proteggere su PI?

          L'utenza, visitatori compresi.Ma su PI postano solo trolloni quello che si chiede cosa c'è da proteggere, quindi che utilità hai a proteggerli? Tanto i pochi che si sono registrati hanno fornito dati falsi
          • Albedo non loggato scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Albedo non loggato

            - Scritto da: panda rossa


            Che cosa c'e' da proteggere su PI?


            L'utenza, visitatori compresi.
            Ma su PI postano solo trolloni quello che si
            chiede cosa c'è da proteggere, quindi che utilità
            hai a proteggerli? Tanto i pochi che si sono
            registrati hanno fornito dati
            falsiAnche se trolloni sono sempre persone, così gli utenti visitatori.Entro maggio prossimo tutti i siti dovranno rispettare il nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati, il quale parla chiaro su come proteggere i dati personali, veri o falsi che siano.Le sanzioni stavolta sono pesanti.
          • contro leccaculi scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: Albedo non loggato
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Albedo non loggato


            - Scritto da: panda rossa



            Che cosa c'e' da proteggere su
            PI?




            L'utenza, visitatori compresi.

            Ma su PI postano solo trolloni quello che si

            chiede cosa c'è da proteggere, quindi che
            utilità

            hai a proteggerli? Tanto i pochi che si sono

            registrati hanno fornito dati

            falsi

            Anche se trolloni sono sempre persone, così gli
            utenti
            visitatori.
            Entro maggio prossimo tutti i siti dovranno
            rispettare il nuovo regolamento generale sulla
            protezione dei dati, il quale parla chiaro su
            come proteggere i dati personali, veri o falsi
            che
            siano.
            Le sanzioni stavolta sono pesanti.Iniziamo dalle e-mail magari, la vera vergogna è quella che gli ISP mainstream forniscono servizi e-mail in chiaro da sempre.
          • ... scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: Albedo non loggato
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Albedo non loggato


            - Scritto da: panda rossa



            Che cosa c'e' da proteggere su
            PI?




            L'utenza, visitatori compresi.

            Ma su PI postano solo trolloni quello che si

            chiede cosa c'è da proteggere, quindi che
            utilità

            hai a proteggerli? Tanto i pochi che si sono

            registrati hanno fornito dati

            falsi

            Anche se trolloni sono sempre persone, così gli
            utenti
            visitatori.
            Entro maggio prossimo tutti i siti dovranno
            rispettare il nuovo regolamento generale sulla
            protezione dei dati, il quale parla chiaro su
            come proteggere i dati personali, veri o falsi
            che
            siano.
            Le sanzioni stavolta sono pesanti.Ma che XXXXX vuoi proteggere che questi si salvano pure le password in chiaro
          • 29081160d6e scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?


            Ma che XXXXX vuoi proteggere che questi si
            salvano pure le password in
            chiaroSniffing, spoofing.
          • bertuccia scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: ...

            Tanto i pochi che si sono
            registrati hanno fornito dati
            falsino ma continua pure a diffamare, cretinosentiamo, quali sarebbero nella fattispecie questi dati falsi
        • ... scrive:
          Re: e PI cosa aspetta?
          - Scritto da: Albedo non loggato

          Che cosa c'e' da proteggere su PI?

          L'utenza, visitatori compresi.Si ma se l'utenza è fake cosa proteggi (il 110% degli utenti di PI)? L'inesistente? Non crederai mica che chi si registra su pi fornisca credenziali reali?
          • Albedo non loggato scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Albedo non loggato


            Che cosa c'e' da proteggere su PI?



            L'utenza, visitatori compresi.
            Si ma se l'utenza è fake cosa proteggi (il 110%
            degli utenti di PI)? L'inesistente? Non crederai
            mica che chi si registra su pi fornisca
            credenziali
            reali?Rifai la domanda a Mr.Mechano. ;)
          • Albedo non loggato scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            - Scritto da: Albedo non loggato
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Albedo non loggato



            Che cosa c'e' da proteggere su PI?





            L'utenza, visitatori compresi.

            Si ma se l'utenza è fake cosa proteggi (il
            110%

            degli utenti di PI)? L'inesistente? Non
            crederai

            mica che chi si registra su pi fornisca

            credenziali

            reali?

            Rifai la domanda a Mr.Mechano. ;)E pure a Maxsix ;)
          • 57f047cf0e9 scrive:
            Re: e PI cosa aspetta?
            Sniffing, spoofing
        • panda rossa scrive:
          Re: e PI cosa aspetta?
          - Scritto da: Albedo non loggato
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Albedo non loggato


          Ormai anche i wordpress amatoriali
          poggiano
          su


          HTTPS, grazie a


          Lets.





          ...ma non PI. (rotfl)



          Che cosa c'e' da proteggere su PI?

          L'utenza, visitatori compresi.Proteggere da che?Dalle marchette del Galimba?
Chiudi i commenti