Windows Vista scende dal Torrente

Due giovani americani hanno preso la recente beta pubblica di Windows Vista e l'hanno messa su BitTorrent, con tanto di sito Web dedicato. Lo scopo è aggirare le lentezze dei server ufficiali

Roma – Per ovviare alle altalenanti performance dei server su cui Microsoft ha messo la prima beta pubblica di Windows Vista , due imprenditori americani, Chris Pirillo e Jake Ludington, hanno aperto un sito che permette di scaricare la preview di Vista utilizzando il celebre sistema di file-sharing BitTorrent.

A dire il vero su BitTorrent sono passate, seppure in modo illegale, praticamente tutte le più importanti build di Windows Vista. Ciò che rende l’iniziativa di Pirillo e Ludington degna di menzione è che i due amici hanno deciso di fare le cose alla luce del Sole, creando persino il sito Internet dedicato VistaTorrent.com .

Del resto i due giovani imprenditori sono convinti di non fare nulla di illegale nel rendere disponibile una versione pubblica di Vista su BitTorrent, e fin da subito si sono detti disponibili a chiudere immediatamente il proprio sito nel caso in cui Microsoft glielo avesse chiesto. Sito nel quale gli utenti sono fra l’altro invitati a registrarsi presso la pagina ufficiale di Microsoft per ottenere la propria product key di Vista.

Sebbene Microsoft abbia raccomandato ai propri utenti di scaricare la Beta 2 solo dal proprio sito , il colosso non ha impedito il nascere di mirror non ufficiali.

“Siamo davvero entusiasti dell’elevato numero di richieste di Windows Vista Beta 2”, ha affermato Mike Burk, product manager for Windows Client. “Sebbene comprendiamo che la gente possa cercare modi più veloci per scaricare il nostro codice, e questo per via del grande traffico gestito in questi giorni dai nostri server, continuamo a raccomandare a tutti gli interessati di visitare il nostro sito web per scaricare Vista o ordinarlo su DVD”.

Microsoft ha anche suggerito alle persone che incontrassero difficoltà a scaricare le ISO di Windows Vista Beta 2 ad ordinare il sistema operativo su DVD . Ma, secondo quanto scrive Pirillo sul proprio blog, “nessuno vuole aspettare 4 settimane per la ricezione del DVD quando la ISO può essere scaricata assai più velocemente attraverso le reti P2P”.

Pirillo ha anche fatto notare come, nel recente passato, alcuni colossi del software si siano già avvalsi di BitTorrent per distribuire demo o anteprime dei propri prodotti. Secondo l’imprenditore, e ideatore del servizio Lockergnome.com , il fatto che Microsoft non abbia seguito l’esempio appare più come una scelta politica che strategica : BitTorrent, infatti, evocherebbe troppo da vicino “spettri” come l’open source e la pirateria.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ci hanno provato, e ci sono riusciti
    Andate a vedere l'elenco dei paesi, mancano Francia, Grecia, Spagna...però se volete potete trascorrere una splendida estate in Gabon o nell'Uzbekistan.Io sono convinto che, quando ho attivato la promozione, il link dei paesi disponibili portava alla stessa pagina del roaming prepagato, e quindi ero convinto che in Grecia la promozione funzionasse.Purtroppo posso solo dimostrare che la pagina era diversa, avendola stampata (c'era un link sulla parola "Paesi", e non un tasto apposito, come adesso), ma non posso dimostrare a quale pagina portasse il link.Quindi non solo ho speso un sacco di soldi di telefonate, ma anche i 5 euro di una promozione che non mi serviva.
Chiudi i commenti