Windows Vista, upgrade for dummies

Microsoft ha pubblicato una tabella grafica che mostra a colpo d'occhio in quali casi gli utenti di Windows XP e 2000 potranno aggiornarsi a Vista conservando applicazioni e impostazioni

Redmond (USA) – Come le precedenti versioni di Windows, anche Vista prevede la modalità d’installazione upgrade in-place , che consentirà agli utenti di aggiornare una precedente copia di Windows conservando le applicazioni, i documenti e le impostazioni preesistenti. Tale funzionalità, però, sarà disponibile solo con determinati abbinamenti di nuove e vecchie versioni di Windows.

Per aiutare gli utenti a comprendere fin d’ora se potranno avvalersi della modalità upgrade in-place, Microsoft ha pubblicato una tabella (riprodotta sotto) dove vengono prese in considerazione le quattro edizioni mainstream di Vista: Home Basic, Home Premium, Business e Ultimate. Rimangono fuori la Starter Edition, che non prevede l’upgrade di versioni precedenti, e le versioni Enterprise e Small Business, per le quali Microsoft fornirà percorsi di migrazione ad hoc.

Tabella upgrade Vista

La tabella mostra a colpo d’occhio quando sarà possibile aggiornare una copia di Windows XP o 2000 senza “strappi” (pallino verde) e quando, invece, si sarà costretti ad effettuare una clean install (pallino giallo), ovvero un’installazione di Vista da zero: in quest’ultimo caso sarà necessario reinstallare tutte le applicazioni e ripristinare manualmente file e personalizzazioni.

Come si può vedere, chi possiede Windows XP Home potrà utilizzare l’opzione upgrade in-place con tutte le edizioni di Vista, mentre chi possiede XP Professional potrà avvalersi di questa caratteristica solo con le edizioni Business e Ultimate. Da notare come Windows XP Professional x64 e Windows 2000 richiedano in tutti i casi un’installazione da zero: nonostante ciò, gli utenti di questi due sistemi operativi conservano il diritto all’acquisto della versione aggiornamento di Vista.

Per tutte le precedenti versioni di Windows, quali ad esempio ME e 98, non è invece previsto l’upgrade a Vista: gli utenti dovranno pertanto acquistare una copia integrale di Vista, dal costo più elevato.

Per conoscere se l’hardware del proprio PC è sufficiente per far girare Vista, Microsoft ha messo da tempo a disposizione degli utenti questa pagina (in italiano).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Stallman è il migliore. Punto.
    E nemmeno il Papa, Bush e Bill, hanno tanti adepti nel mondo, quanti Richard...Meno male...
  • Anonimo scrive:
    Ma usate Windows
    Come da Topic... Costa poco, funziona ed è utilizzato dal 90% della popolazione, linux va bene per il terzo mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman - Torvalds
    INFATTI IL PROBLEMA E' UN ALTRO!!!COMBATTERE FINO AD ELIMINARE DEL TUTTO IL TC (TRUSTED COMPUTING) E I DRM !!!TC/DRM NON VUOL DIRE SOLO CHE MALE ANDANDO NON CI SARA' PIU' LINUX O ROBE DEL GENERE... VUOL DIRE: TUTTI SCHEDATI, TUTTI CONTROLLATI, CENSURA TOTALE PREVENTIVA, "LORO" DECIDONO COSA FACCIAMO, COSA LEGGIAMO, CHE SITI VISTIAMO, CHE TV VEDIAMO, CHE HW E CHE SW DOBBIAMO COMPRARE... QUESTO E' LO SCENARIO DA CONTRASTARE!!!STALLMAN E' PURE TROPPO MODERATO!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman - Torvalds
    - Scritto da:
    Torvalds lo sa bene e vuole vedere Linux
    partecipe anche del futuro, se non si potra
    utilizzare il DRM con Linux... questo OS uscira'
    lentamente dalle nostre case, il giorno che
    elettrodomestici, multimedia, reti, computer
    necessiteranno del DRM per interfacciarsi tra
    loro, saremmo noi per primi a dotarci di sistemi
    adatti e il vecchio PC con Linux sara' sempre
    meno utile e funzionale. Il trend non e'
    invertibile!E perché mai gli elettrodomestici dovrebbero usare il DRM?
  • Anonimo scrive:
    e smettere di regalare?
    non sarebbe più facile smettere di regalare software ai grandi come IBM e APPLE ed evitare di farsi sfruttare?
    • Anonimo scrive:
      Re: e smettere di regalare?
      - Scritto da:
      non sarebbe più facile smettere di regalare
      software ai grandi come IBM e APPLE ed evitare di
      farsi
      sfruttare?il software deve essere gratis come il sesso (RMS)viva linux e il software gratis, abbasso il denaro(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: e smettere di regalare?
      - Scritto da:
      non sarebbe più facile smettere di regalare
      software ai grandi come IBM e APPLE ed evitare di
      farsi
      sfruttare?Chi è che si farebbe sfruttare, mi spieghi? Chi è che è COSTRETTO ad usare licenze open?Ma certo che sei forte, sai!
      • Anonimo scrive:
        Re: e smettere di regalare?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non sarebbe più facile smettere di regalare

        software ai grandi come IBM e APPLE ed evitare
        di

        farsi

        sfruttare?

        Chi è che si farebbe sfruttare, mi spieghi? Chi è
        che è COSTRETTO ad usare licenze
        open?

        Ma certo che sei forte, sai!nessuno è costretto ma serebbe meglio che l'open source venisse reso obbligatorio per leggeio penso che questo accadrà molto presto e il mondo vivrà nell'open source, lontano dal denaro e dal profittoviva linux(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: e smettere di regalare?
          Ma Ti rendi conto della sciocchezza che dici ???Rendere il software open-source libero per legge ??? E se non volessi ??? Non sarebbe per niente libero il fatto che diventasse obbligatorio per legge.Per quanto riguarda lo sfruttamento evidentemente non hai capito il senso della frase a cui hai risposto.Lo sfruttamente è operato da IBM, Novell e Apple che prendono il codice Open e lo "pacchettizzano" per i loro scopi: che bello, le multinazionali che prendono il codice open, sfruttando il lavoro di tutti, per fare soldi.
        • Anonimo scrive:
          Re: e smettere di regalare?
          sogni...pero' sono d'accordo con te.. facciamo open source pure i servizi sanitari, l'avvocato, il falegname.. e che cavolo perche dobbiamo pagare certi servizi che a volte fanno pena, vedi linux. I love FreeBsd@^
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Estremisti e moderati
    Sulla questione non mi pronuncio. Trovo fondati gli argomenti delle due parti, non sono in grado di decidere, non riesco a immaginare una licenza che salvi le buone intenzioni di entrambe le parti.Però, come discorso generale, anni e anni di ideologia del politicamente corretto martellata a forza nelle menti ci hanno abituato a pensare, con ottuso automatismo, che i moderati (cioè chi è possibilista, aperto ai compromessi, disponibile a vendere il suo e l'altrui se il prezzo vale il rischio, opportunista) abbiano sempre ragione e gli idealisti, i rigorosi, gli intransigenti sempre torto, o almeno una predestinazione naturale al fallimento. E mi puzza, mi fa simpatizzare d'istinto per Stallman.Ricollegandomi a quanto ha scritto Santos-Dumont, esistono situazioni in cui la minima apertura, per quanto appaia ragionevole, conduce al cedimento totale.È il viscidume di certi moderati che convince certi a farsi estremisti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 18.47-----------------------------------------------------------
    • Paul Atreides scrive:
      Re: Estremisti e moderati

      Ricollegandomi a quanto ha scritto Santos-Dumont,
      esistono situazioni in cui la minima apertura,
      per quanto appaia ragionevole, conduce al
      cedimento
      totale.

      È il viscidume di certi moderati che
      convince certi a farsi
      estremisti.In realtà è sbagliato porre la questione in questi termini.Bisognerebbe riconoscere che c'è chi ( i "moderati " ) è più attento agli interessi delle aziende e chi ( gli "estremisti" ) invece è attento a difendere l'utente ( sempre ammesso che voglia difendersi :( )
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Estremisti e moderati
        In questo caso sì. Ma pensavo più in generale e probabilmente avevo in mente il conflitto tra israeliani e palestinesi.
    • avvelenato scrive:
      Re: Estremisti e moderati
      - Scritto da: Gatto Selvaggio
      Sulla questione non mi pronuncio. Trovo fondati
      gli argomenti delle due parti, non sono in grado
      di decidere, non riesco a immaginare una licenza
      che salvi le buone intenzioni di entrambe le
      parti.

      Però, come discorso generale, anni e anni di
      ideologia del politicamente corretto martellata a
      forza nelle menti ci hanno abituato a pensare,
      con ottuso automatismo, che i moderati (cioè chi
      è possibilista, aperto ai compromessi,
      disponibile a vendere il suo e l'altrui se il
      prezzo vale il rischio, opportunista) abbiano
      sempre ragione e gli idealisti, i rigorosi, gli
      intransigenti sempre torto, o almeno una
      predestinazione naturale al fallimento. E mi
      puzza, mi fa simpatizzare d'istinto per
      Stallman.

      Ricollegandomi a quanto ha scritto Santos-Dumont,
      esistono situazioni in cui la minima apertura,
      per quanto appaia ragionevole, conduce al
      cedimento
      totale.
      Ma spesso la totale chiusura conduce invece... da nessuna parte.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Estremisti e moderati

        Ma spesso la totale chiusura conduce invece... da
        nessuna parte.Però permette di congelare la situazione finché l'altro non demorde.
        • avvelenato scrive:
          Re: Estremisti e moderati
          - Scritto da: Gatto Selvaggio

          Ma spesso la totale chiusura conduce invece...
          da

          nessuna parte.

          Però permette di congelare la situazione finché
          l'altro non
          demorde.Ma anche no.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Estremisti e moderati



            Ma spesso la totale chiusura conduce invece...


            da nessuna parte.



            Però permette di congelare la situazione finché

            l'altro non demorde.

            Ma anche no.Dipende se demorde.
          • avvelenato scrive:
            Re: Estremisti e moderati
            - Scritto da: Gatto Selvaggio



            Ma spesso la totale chiusura conduce
            invece...



            da nessuna parte.





            Però permette di congelare la situazione
            finché


            l'altro non demorde.



            Ma anche no.

            Dipende se demorde.Nello specifico non demorde.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Estremisti e moderati





            Ma spesso la totale chiusura conduce




            invece... da nessuna parte.







            Però permette di congelare la situazione



            finché l'altro non demorde.





            Ma anche no.



            Dipende se demorde.

            Nello specifico non demorde.Allora resta congelata in stallo perpetuo finché uno dei due non fa una mossa.
          • avvelenato scrive:
            Re: Estremisti e moderati
            - Scritto da: Gatto Selvaggio





            Ma spesso la totale chiusura conduce





            invece... da nessuna parte.









            Però permette di congelare la situazione




            finché l'altro non demorde.







            Ma anche no.





            Dipende se demorde.



            Nello specifico non demorde.

            Allora resta congelata in stallo perpetuo finché
            uno dei due non fa una
            mossa.Non è così. Mentre i talebani della FSF con la loro chiusura totale non vanno da nessuna parte, i produttori che vogliono inserire drm, al massimo evitano di usare linux, così non puoi più neanche controllare il sorgente del drm usato, non puoi usarlo e/o modificarlo su altre piattaforme, e devi stare attenti che non c'infilino un uccello padulo nascosto tra le righe.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Estremisti e moderati

            i produttori che vogliono inserire drm, al
            massimo evitano di usare linux, così non puoi più
            neanche controllare il sorgente del drm usato,
            non puoi usarlo e/o modificarlo su altre
            piattaforme, e devi stare attenti che non
            c'infilino un uccello padulo nascosto tra le
            righe.Non ti dò torto, infatti trovo fondate le ragioni di entrambe le parti e mi rode di non saper ricavare una conclusione.Non sono però d'accordo su questo:
            i talebani della FSF con la loro
            chiusura totale non vanno da nessuna parteL'intransigenza della FSF, sostenuta e seguita da un numero sufficiente di utenti, potrebbe portare a software e hardware completamente privo di DRM, TC, sigle oscure e caratteristiche non controllabili dall'utente. Con - punto importante - il riconoscimento legale del diritto alla completa proprietà di ciò che si acquista. Se poi uno accetta di usare il lettore blindato dell'azienda X perché glielo danno in comodato gratuito con i film che compra, affari suoi, ma quel che voglio evitare è che l'abitudine ai DRM-TC finisca per renderli, insieme ad ovvi, ubiquitari e infine obbligatori.Per questo è importante appoggiare la FSF - o almeno, anche la FSF - invece di liquidarli come "estremisti" rendendo implicito nel giudizio un destino automatico al fallimento.Il pregiudizio - perché ormai di pregiudizio si tratta - secondo cui i moderati sono destinati a un florido successo e gli idealisti intransigenti a un inesorabile, naturale fallimento, porta ad evitare gli idealisti, comportandone il fallimento e con ciò autoalimentando il pregiudizio stesso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 agosto 2006 19.21-----------------------------------------------------------
          • avvelenato scrive:
            Re: Estremisti e moderati
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            i produttori che vogliono inserire drm, al

            massimo evitano di usare linux, così non puoi
            più

            neanche controllare il sorgente del drm usato,

            non puoi usarlo e/o modificarlo su altre

            piattaforme, e devi stare attenti che non

            c'infilino un uccello padulo nascosto tra le

            righe.

            Non ti dò torto, infatti trovo fondate le ragioni
            di entrambe le parti e mi rode di non saper
            ricavare una
            conclusione.

            Non sono però d'accordo su questo:


            i talebani della FSF con la loro

            chiusura totale non vanno da nessuna parte

            L'intransigenza della FSF, sostenuta e seguita da
            un numero sufficiente di utenti, potrebbe portare
            a software e hardware completamente privo di DRM,
            TC, sigle oscure e caratteristiche non
            controllabili dall'utente. Con - punto importante
            - il riconoscimento legale del diritto alla
            completa proprietà di ciò che si acquista. Se poi
            uno accetta di usare il lettore blindato
            dell'azienda X perché glielo danno in comodato
            gratuito con i film che compra, affari suoi, ma
            quel che voglio evitare è che l'abitudine ai
            DRM-TC finisca per renderli, insieme ad ovvi,
            ubiquitari e infine
            obbligatori.

            Per questo è importante appoggiare la FSF - o
            almeno, anche la FSF - invece di
            liquidarli come "estremisti" rendendo implicito
            nel giudizio un destino automatico al
            fallimento.
            Il pregiudizio - perché ormai di pregiudizio si
            tratta - secondo cui i moderati sono destinati a
            un florido successo e gli idealisti intransigenti
            a un inesorabile, naturale fallimento, porta ad
            evitare gli idealisti, comportandone il
            fallimento e con ciò autoalimentando il
            pregiudizio
            stesso.
            Guarda gatto, stai parlando con uno che ha votato i radicali, quindi insomma capisco cosa vuoi dire, sono d'accordo, però nel contesto specifico la fsf sta sbagliando. Che poi la sua forza vada in parte sostenuta, perché così ci aiuta nella battaglia contro un mondo totalmente lucchettato, sì, son d'accordo, ma non esageriamo, prendi l'esempio di cui sopra, se linux accettasse la gpl3 molte aziende semplicemente eviterebbero di usarlo, e svilupperebbero loro soluzioni closed. Essendo closed non si potrebbe controllare il codice. E costringendo le aziende a reinvetare la ruota ogni volta, si aumenterebbero i costi. Prendi i lettori dvd amstrad o kiss, che se non sbaglio usano una versione embed di linux, forse non sarebbero arrivati a costare così poco senza la possibilità di usare il pinguino, modificarlo, e condividere le modifiche anche con altri competitors.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Estremisti e moderati

            sono d'accordo, però nel contesto specifico
            la fsf sta sbagliando. Che poi la sua forza vada
            in parte sostenuta, perché così ci aiuta nella
            battaglia contro un mondo totalmente lucchettato,
            sì, son d'accordo, ma non esageriamo, prendi
            l'esempio di cui sopra, se linux accettasse la
            gpl3 molte aziende semplicemente eviterebbero di
            usarlo, e svilupperebbero loro soluzioni closed.
            Essendo closed non si potrebbe controllare il
            codice.In pratica l'intransigenza di Stallman condurrebbe il software open source all'isolamento, il pragmatismo di Torvalds intende non ostacolarne la diffusione.Però - in un attacco convulso di moderatismo - non si potrebbero ufficializzare entrambe le licenze, regolando anche i rispettivi rapporti? Così il kernel continua ad avere la più permissiva GPL2 ma se uno sviluppatore non vuole che il suo prezioso codice cada nelle mani degli untori del DRM lo rilascia sotto la GPL3: e si svilupperebbero distribuzioni di Linux composte da codice solo GPL2 e altre miste.Ad esempio - quando mi conviene sono pragmatico anch'io - nello sviluppare il mio CMS in PHP cerco di evitare come la peste codice GPL, preferendo il pubblico dominio (in genere gli scriptini di poche linee sono esplicitamente o di fatto di pubblico dominio, ma non si sa mai); ma nell'improbabile caso che il mio codice avesse una diffusione, mi seccherebbe se venisse usato dai fautori dei DRM, le cui politiche aborro.
          • Paul Atreides scrive:
            Re: Estremisti e moderati


            In pratica l'intransigenza di Stallman
            condurrebbe il software open source
            all'isolamento, il pragmatismo di Torvalds
            intende non ostacolarne la
            diffusione.Intransigenza e pragmatismo sono termini che non si adattano alla questione e che servono solo a non farla capire: come ho già detto si dovrebbe parlare di attenzione agli interessi delle aziende( quindi no alla gpl3 ) o attenzione ai diritti dell'utenza.
            Però - in un attacco convulso di moderatismo -
            non si potrebbero ufficializzare entrambe le
            licenze, regolando anche i rispettivi rapporti?Non so quale soluzione verrà adottata tieni conto che non sono solo Torvalds e Stallman a decidere, ma una comunità di sviluppatori.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Estremisti e moderati

            Intransigenza e pragmatismo sono termini che non
            si adattano alla questione e che servono solo a
            non farla capire: come ho già detto si dovrebbe
            parlare di attenzione agli interessi delle
            aziende( quindi no alla gpl3 ) o attenzione
            diritti dell'utenza.In effetti la estremizzano. Ma dato che(attenzione agli interessi delle aziende =
            potenziale maggior diffusione) = pragmatismo(attenzione ai diritti dell'utente =
            free software più elitario) possiamo chiamarlo intransigenza, anche se è un termine troppo duro. Diciamo rigore.
            che non sono solo Torvalds e Stallman a decidere,
            ma una comunità di sviluppatori.Ovvio, e non c'è solo Linux (il kernel) ma qualsiasi programma free - open source.Però come ci sono diverse licenze CC, potrebbero nascere diverse GPL, DRM, NO DRM eccetera.
          • Paul Atreides scrive:
            Re: Estremisti e moderati
            - Scritto da: Gatto Selvaggio

            Intransigenza e pragmatismo sono termini che non

            si adattano alla questione e che servono solo a

            non farla capire: come ho già detto si dovrebbe

            parlare di attenzione agli interessi delle

            aziende( quindi no alla gpl3 ) o attenzione

            diritti dell'utenza.

            In effetti la estremizzano. Ma dato che

            (attenzione agli interessi delle aziende =

            potenziale maggior diffusione) =
            pragmatismoSbagliato.+ Interessii delle aziende = - diritti agli utenticiò che avrebbe maggiore diffusione non è il sw che io vorrei perchè perderei libertà
            (attenzione ai diritti dell'utente =
            free
            software più elitario) possiamo chiamarlo
            intransigenza, anche se è un termine troppo duro.
            Diciamo
            rigore.Diciamo libertàCiao!
    • mr_setter scrive:
      Re: Estremisti e moderati
      - Scritto da: Gatto Selvaggio
      Ricollegandomi a quanto ha scritto
      Santos-Dumont, esistono situazioni in cui la
      minima apertura, per quanto appaia ragionevole,
      conduce al cedimento totale.
      È il viscidume di certi moderati che
      convince certi a farsi
      estremisti.Il punto nodale mi pare chiaro: volete che il vostro software (quindi anche il vostro hardware) sia aperto, liberamente modificabile e distribuibile e privo di sistemi di verifica/controllo sullo stesso o volete che al contrario il software che usate sia protetto-blindato da una societa' commerciale e che lei stessa garantisca per voi la sicurezza-immodificabilita' dello stesso? A voi la scelta. Io per mia parte l'ho gia' fatta!LV&P O)
      • avvelenato scrive:
        Re: Estremisti e moderati
        - Scritto da: mr_setter
        - Scritto da: Gatto Selvaggio

        Ricollegandomi a quanto ha scritto

        Santos-Dumont, esistono situazioni in cui la

        minima apertura, per quanto appaia ragionevole,

        conduce al cedimento totale.

        È il viscidume di certi moderati che

        convince certi a farsi

        estremisti.

        Il punto nodale mi pare chiaro: volete che il
        vostro software (quindi anche il vostro hardware)
        sia aperto, liberamente modificabile e
        distribuibile e privo di sistemi di
        verifica/controllo sullo stesso o volete che al
        contrario il software che usate sia
        protetto-blindato da una societa' commerciale e
        che lei stessa garantisca per voi la
        sicurezza-immodificabilita' dello stesso?

        A voi la scelta.

        Io per mia parte l'ho gia' fatta!

        LV&P O)No. Non è così. Semmai è:volete che il software di un sistema immodificabile sia verificabile e modificabile, in modo da aver la libertà di farlo girare su di altri sistemi questa volta modificabili? Oppure preferite che le aziende si rivolgano al closed source e quindi oltre al sistema immodificabile scelgano anche un so immodificabile e non controllabile?Anche io, la mia parte l'ho fatta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stallman - Torvalds
    Torvalds ha ragione a voler fare in modo che Linux non sia tagliato fuori nella peggiore delle ipotesi riguardo alla diffusione e invasività del DRM, ma ciò premesso l'invasività del DRM andrà comunque contrastata il più possibile, cominciando per esempio dal disabilitarli di default e attivandone il supporto solo se indispensabile, oppure usando l'HW trusted nell'unica maniera che rispetta la libertà, con Autorità di Certificazione indipendenti e l'ultima parola sull'HW e su eventuali modifihe SW sempre all'utente e in definitiva con l'uso dei certificati per garantire pariteticamente i diritti del proprietario dei contenuti protetti e la sicurezza e privacy dell'utente, e questo è ottenibile solo con la Certificazione indipendente e con la massima trasparenza e disponibilità di informazioni su quali DRM e quali certificatori sono più rispettosi dell'utente finale.La macchina blindata ai danni dell'utente è comunque inaccettabile, se proprio vogliono più controllo il massimo concedibile è che ai contenuti più "blindati" sia assegnata in esclusiva una Virtual Machine, ma guai a lasciare poteri arbitrari a terzi su tutto il PC che possano travalicare il proprietario dell'HW, sarebbe una minaccia per privacy, libertà e sicurezza.
  • Anonimo scrive:
    LINUX E' DELLA COMUNITA'
    ... non certo di torvalds che ha l'unico merito di aver progettato il kernel iniziale monoliticooggi linux è di tutti ed è libero, gratis e in open sourcequale licenza adottare non sarà certo il finlandese a deciderlo ma la comunità di stallman che si prodiga da anni per la causa del freesoftwarevai a casa torvalds, è la comunità che te lo chiede(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'
      Ma sta zitto e bono. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'
      - Scritto da:
      ... non certo di torvalds che ha l'unico merito
      di aver progettato il kernel iniziale
      monolitico

      oggi linux è di tutti ed è libero, gratis e in
      open
      source

      quale licenza adottare non sarà certo il
      finlandese a deciderlo ma la comunità di stallman
      che si prodiga da anni per la causa del
      freesoftware

      vai a casa torvalds, è la comunità che te lo
      chiede

      (linux)Esatto. Linux è della comunità: nella comunità ci stanno Stallman, Torvalds, Redhat, Canonichal, Novell, Mandriva, io e te... solo per citarne alcuni. Per cui non è giusto che a sìdecidere sia torvalds, ma neanche Stallman...
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'

        Per cui non è giusto che a sìdecidere sia
        torvalds, ma neanche
        Stallman...Difatti fanno una consultazione comunitaria x un anno.Cmq si parla di gpl che è una creazione della fsf, nn di linux
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'
        Redhat.. e si loro offrono il tutto gratis.. :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'
      Linus ha ragione. La FSF sta semplicemente esagerando. Il DRM esisterà e per usufruire di certi servizi sarà una necessità.Chi non lo vuole, ne faccia a meno: non usi i servizi.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' DELLA COMUNITA'
      MI ASSOCIO!!!TORVALDS GO HOME!!!
  • avvelenato scrive:
    Stallman pensi ad Hurd.
    Stallman pensi a Hurd, e osservi come ideologizzare soltanto e in maniera integralista non porti a risultati apprezzabili. Dovrebbe riconoscere che la sua filosofia è sbagliata, inefficace, prendere atto che nel mondo reale non funziona, e questo perché nella sua lotta contro il closed-source ha prodotto uno sciovinismo all'incontrario, dell'open source, e non ha minimamente tenuto in considerazione la possibilità che entrambi i modelli possono sopravvivere e hanno le loro ragioni d'essere, a seconda degli ambiti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 16.33-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman pensi ad Hurd.
      quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman pensi ad Hurd.
      Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 16.33
      --------------------------------------------------Sono d'accordo, forse il purismo di RMS è utile a piccole dosi, come i Radicali.Meglio comunque il purismo di RMS di quello becero e sfacciatamente dimentico dei propri scheletri nell'armadio di Di Pietro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Stallman pensi ad Hurd.
        Sono d'accordo, forse il purismo di RMS è utile a
        piccole dosi, come i
        Radicali.
        Meglio comunque il purismo di RMS di quello
        becero e sfacciatamente dimentico dei propri
        scheletri nell'armadio di Di
        Pietro.Be' se uno proprio volesse il software libero bisgna che sia libero al 100% e non in piccole dosi.Se qualcuno altro preferisce altre caratteristiche e' libero di farlo.Ma la GPL e' stata scritta per il software libero, se non ti va bene scegli un'altra licenza.Il post di Avvelenato non sono riuscito a capire bene cosa vogla dire, a parte che a lui non piace Stallman.
        • avvelenato scrive:
          Re: Stallman pensi ad Hurd.

          Sono d'accordo, forse il purismo di RMS è utile
          a

          piccole dosi, come i

          Radicali.

          Meglio comunque il purismo di RMS di quello

          becero e sfacciatamente dimentico dei propri

          scheletri nell'armadio di Di

          Pietro.

          Be' se uno proprio volesse il software libero
          bisgna che sia libero al 100% e non in piccole
          dosi.
          Se qualcuno altro preferisce altre
          caratteristiche e' libero di
          farlo.

          Ma la GPL e' stata scritta per il software
          libero, se non ti va bene scegli un'altra
          licenza.

          Il post di Avvelenato non sono riuscito a capire
          bene cosa vogla dire, a parte che a lui non piace
          Stallman.libero!= libero di fare come piace a me, te, o Stallman.La misura della libertà che siamo in grado di accettare è determinata da quanto riusciamo a tollerare scelte a noi sgradevoli, come ad esempio, in questo caso, l'uso di drm.il resto del post per dire che il mondo dell'informatica come lo vorrebbe Stallman, semplicemente non funzionerebbe, non si andrebbe da nessuna parte, esattamente come con hurd non si sta andando da nessuna parte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.


            il resto del post per dire che il mondo
            dell'informatica come lo vorrebbe Stallman,
            semplicemente non funzionerebbe, non si andrebbe
            da nessuna parte, esattamente come con hurd non
            si sta andando da nessuna
            parte.Certo forse dimentichi che linux non è un sistema operativo, ma solo un kernel e senza la garn mole di sw del progetto gnu non sarebbe andato da nessuna parte....
          • avvelenato scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da:




            il resto del post per dire che il mondo

            dell'informatica come lo vorrebbe Stallman,

            semplicemente non funzionerebbe, non si andrebbe

            da nessuna parte, esattamente come con hurd non

            si sta andando da nessuna

            parte.
            Certo forse dimentichi che linux non è un sistema
            operativo, ma solo un kernel e senza la garn mole
            di sw del progetto gnu non sarebbe andato da
            nessuna
            parte....Ma infatti io non sono malato di iperideologia, e riconosco il valore degli sforzi gnu e la funzionalità del modello, ma in determinati ambiti e con certi limiti.Parimenti, se linux fosse stato costretto ad utilizzare solo software approvati dal barbone, non sarebbe andato da nessuna parte, non concordi?La virtù, come al solito, sta nel mezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da:







            il resto del post per dire che il mondo


            dell'informatica come lo vorrebbe Stallman,


            semplicemente non funzionerebbe, non si
            andrebbe


            da nessuna parte, esattamente come con hurd
            non


            si sta andando da nessuna


            parte.

            Certo forse dimentichi che linux non è un
            sistema

            operativo, ma solo un kernel e senza la garn
            mole

            di sw del progetto gnu non sarebbe andato da

            nessuna

            parte....

            Ma infatti io non sono malato di iperideologia, e
            riconosco il valore degli sforzi gnu e la
            funzionalità del modello, ma in determinati
            ambiti e con certi
            limiti.
            Parimenti, se linux fosse stato costretto ad
            utilizzare solo software approvati dal barbone,
            non sarebbe andato da nessuna parte, non
            concordi?
            La virtù, come al solito, sta nel mezzo.Non credo che tu sappia elencarmi un solo tool GNU.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.


            Sono d'accordo, forse il purismo di RMS è
            utile

            a


            piccole dosi, come i


            Radicali.


            Meglio comunque il purismo di RMS di quello


            becero e sfacciatamente dimentico dei propri


            scheletri nell'armadio di Di


            Pietro.



            Be' se uno proprio volesse il software libero

            bisgna che sia libero al 100% e non in piccole

            dosi.

            Se qualcuno altro preferisce altre

            caratteristiche e' libero di

            farlo.



            Ma la GPL e' stata scritta per il software

            libero, se non ti va bene scegli un'altra

            licenza.



            Il post di Avvelenato non sono riuscito a capire

            bene cosa vogla dire, a parte che a lui non
            piace

            Stallman.

            libero!= libero di fare come piace a me, te, o
            Stallman.
            La misura della libertà che siamo in grado di
            accettare è determinata da quanto riusciamo a
            tollerare scelte a noi sgradevoli, come ad
            esempio, in questo caso, l'uso di
            drm.Grazie per aver ripreso il tuo post che non mi era chiaro :)Il concetto di liberta' nel software secondo Stallman non prevede livelli di tolleranza. Il software deve essere libero secondo quanto e' descritto sul sito di gnu: http://www.gnu.org/philosophy/philosophy.html#TOCAboutFreeSoftwareSu questo di puo' non essere d'accordo, ma la linea di procipio mi sembra corretta: o libero al 100% o non e' libero per niente.

            il resto del post per dire che il mondo
            dell'informatica come lo vorrebbe Stallman,
            semplicemente non funzionerebbe, non si andrebbe
            da nessuna parte, esattamente come con hurd non
            si sta andando da nessuna
            parte.Be' non mi sembra corretto dire che:status del free software = status di GNUHurdDi free software ne esiste un bel po', e senza essere puerile ti ricordo che esiste un sistema operativo completamente free: Debian Gnu/Linux.Si potrebbe discutere sul fatto che le DSFG non sono 'esattamente' quello che professa RMS alla lettera, ma penso che la maggioranza di noi possa concordare che Debian sia un sistema operativo basato sul free software.Da qui il poco interesse a portare avanti l'Horda.E comunque Gnu porta avanti tanti altri progetti oltre all'Horda da un sacco di tempo, progetti apprezzati e tecnicamente ben fatti.Saluti, eaman
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman pensi ad Hurd.
      - Scritto da: avvelenato
      Stallman pensi a Hurd, e osservi come
      ideologizzare soltanto e in maniera integralista
      non porti a risultati apprezzabili. Dovrebbe
      riconoscere che la sua filosofia è sbagliata,
      inefficace, prendere atto che nel mondo reale non
      funziona, e questo perché nella sua lotta contro
      il closed-source ha prodotto uno sciovinismo
      all'incontrario, dell'open source, e non ha
      minimamente tenuto in considerazione la
      possibilità che entrambi i modelli possono
      sopravvivere e hanno le loro ragioni d'essere, a
      seconda degli
      ambiti.Un post vuoto di contenuti e pieno di luoghi comuni.
      • avvelenato scrive:
        Re: Stallman pensi ad Hurd.
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        Stallman pensi a Hurd, e osservi come

        ideologizzare soltanto e in maniera integralista

        non porti a risultati apprezzabili. Dovrebbe

        riconoscere che la sua filosofia è sbagliata,

        inefficace, prendere atto che nel mondo reale
        non

        funziona, e questo perché nella sua lotta contro

        il closed-source ha prodotto uno sciovinismo

        all'incontrario, dell'open source, e non ha

        minimamente tenuto in considerazione la

        possibilità che entrambi i modelli possono

        sopravvivere e hanno le loro ragioni d'essere, a

        seconda degli

        ambiti.
        Un post vuoto di contenuti e pieno di luoghi
        comuni.Va bene, hurd è pronto ed utilizzabile, e Stallman ha dimostrato al mondo la superiorità in ogni ambito della licenza gpl e del modello open.Ho detto solo palle nel mio post precedente.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 19.26-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Stallman pensi ad Hurd.
          Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 19.26
          --------------------------------------------------
          • avvelenato scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da:



            Va bene, hurd è pronto ed utilizzabile, e

            Stallman ha dimostrato al mondo la superiorità
            in

            ogni ambito della licenza gpl e del modello

            open.
            Che c'entra?No, non c'entra nulla.Come non c'entra nulla che Stallman ha cercato di costruire un mondo di programmatori felici che si condividevano il codice tra fiori profumati programmando tutti insieme allegramente per realizzare il nuovo mondo informatico. Senza riuscire a combinare tantissimo. Gc++ è stata una bella realizzazione, ma l'idea di fare un sistema totalmente gnu?Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non così malato di ideologismo, che voleva semplicemente programmare il miglior SO al mondo. Ancora adesso è lontano dal suo scopo, però per esser partito dopo Hurd, Linux gli ha bagnato il naso ben più di una volta. Secondo te, perché?

            Ho detto solo palle nel mio post precedente.
            Quoto.
            Anche adesso.Dovrei scrivere un disclaimer nei miei post:"Attenzione: tutto ciò che leggete è menzogna. Non credeteci."
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: avvelenato
            No, non c'entra nulla.Leggiti un po' la vita di Stallman, prima dicriticarlo...
            Come non c'entra nulla che Stallman ha cercato di
            costruire un mondo di programmatori felici che si
            condividevano il codice tra fiori profumati
            programmando tutti insieme allegramente per
            realizzare il nuovo mondo informatico. Senza
            riuscire a combinare tantissimo.Oddio, questo è opinabile.
            Gc++ è stata una
            bella realizzazione,Immagino tu intenda il gcc? Magari scrivere il nomecorretto ti farebbe apparire meno approssimativo.
            ma l'idea di fare un sistema
            totalmente gnu?Ossia, nella vulgata di Stallman, totalmente libero?Ti sembra davvero una cattiva idea?
            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non così
            malato di ideologismo, che voleva semplicemente
            programmare il miglior SO al mondo.Per niente. Voleva 'solo divertirsi'...
            Ancora adesso è lontano dal suo scopo, però per
            esser partito dopo Hurd, Linux gli ha bagnato
            il naso ben più di una volta. Secondo te,
            perché?Il caso, la fortuna? Il fatto che si sono basati sustandard ben noti?Visto che attualmente di implementazioni microkernelce ne sono pochine, mi viene il sospetto che per Hurdpuntare a questo non sia stata una grande idea...
            Dovrei scrivere un disclaimer nei miei post:
            "Attenzione: tutto ciò che leggete è menzogna.
            Non credeteci."Buona idea. :D
          • avvelenato scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da:
            - Scritto da: avvelenato


            No, non c'entra nulla.

            Leggiti un po' la vita di Stallman, prima di
            criticarlo...
            Mi bastano le sue sparate contemporanee, fanno parte della sua vita.

            Come non c'entra nulla che Stallman ha cercato
            di

            costruire un mondo di programmatori felici che
            si

            condividevano il codice tra fiori profumati

            programmando tutti insieme allegramente per

            realizzare il nuovo mondo informatico. Senza

            riuscire a combinare tantissimo.

            Oddio, questo è opinabile.
            mica voglio dire che non ha combinato nulla. Tuttavia se non fosse per linux e la sua evoluzione incredibile neanche avrebbe raggiunto la fama che ha invece raggiunto adesso, i suoi sw compresi.

            Gc++ è stata una

            bella realizzazione,

            Immagino tu intenda il gcc? Magari scrivere il
            nome
            corretto ti farebbe apparire meno approssimativo.
            Sono andato a memoria e ho commesso un typo.Se vedi altri errori, correggimeli, è questo che potrebbe dimostrare la mia "approssimatività".

            ma l'idea di fare un sistema

            totalmente gnu?

            Ossia, nella vulgata di Stallman, totalmente
            libero?
            Ti sembra davvero una cattiva idea?
            Cattiva, no, irreale, sì, purtroppo.

            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non così

            malato di ideologismo, che voleva semplicemente

            programmare il miglior SO al mondo.

            Per niente. Voleva 'solo divertirsi'...
            A questo punto mi toccherebbe dirti "Leggiti un po' la vita di Linus". Ma non lo faccio, ti faccio solo notare che il divertimento e la creazione del So migliore al mondo non sono logicamente in contrasto.

            Ancora adesso è lontano dal suo scopo, però per

            esser partito dopo Hurd, Linux gli ha bagnato

            il naso ben più di una volta. Secondo te,

            perché?

            Il caso, la fortuna? Il fatto che si sono basati
            su
            standard ben noti?Il fatto che anche realtà commerciali abbiano potuto usufruirne e quindi pagare programmatori opensource, questo no?
            Visto che attualmente di implementazioni
            microkernel
            ce ne sono pochine, mi viene il sospetto che per
            Hurd
            puntare a questo non sia stata una grande idea...
            Infatti conoscerai bene la disputa tra Linus e Tanenbaum (anche qua, se ci sono typo perdonameli, google lo so usare ma non farmelo usare ogni volta perdinci).E infatti lo scopo di linus era quello di ottenere un SO prestazionalmente interessante, cosa che con l'architettura a microkernel era più complesso (lo scambio di messaggi tra i moduli del kernel aggiunge un certo overhead, no?) e probabilmente per l'hardware di allora proprio impossibile (considerando poi che una delle prime critiche di linux è stata di essere troppo esoso di hardware, dal momento che come requisiti minimi richiedeva un 386 con 4mb di ram..!).

            Dovrei scrivere un disclaimer nei miei post:

            "Attenzione: tutto ciò che leggete è menzogna.

            Non credeteci."

            Buona idea. :DNe riparleremo alla prossima versione dei forum di PI, quando Zanzi sarà riuscito a implementare avatar e profili, link ancorati ad una stringa, un tag "quote" alla phpbb, e ovviamente, la firmetta a fine post.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: avvelenato

            Leggiti un po' la vita di Stallman, prima di

            criticarlo...

            Mi bastano le sue sparate contemporanee, fanno
            parte della sua
            vita.Sbagli. Ti danno un'idea molto approssimativodelle notevoli capacità del tizio.
            mica voglio dire che non ha combinato nulla.
            Tuttavia se non fosse per linux e la sua
            evoluzione incredibile neanche avrebbe raggiunto
            la fama che ha invece raggiunto adesso, i suoi sw
            compresi.Opinabile.Il software GNU è tuttora molto diffuso anchebegli Unix commerciali.Forse, se non ci fosse stato Linux, ci sarebbestato qualcos'altro.


            Gc++ è stata una


            bella realizzazione,



            Immagino tu intenda il gcc? Magari scrivere il

            nome

            corretto ti farebbe apparire meno
            approssimativo.


            Sono andato a memoria e ho commesso un typo.Non sai usare Google? O) In pochi secondi eviti errori banali che mostrano probabile approssimazione...


            ma l'idea di fare un sistema


            totalmente gnu?



            Ossia, nella vulgata di Stallman, totalmente

            libero?

            Ti sembra davvero una cattiva idea?


            Cattiva, no, irreale, sì, purtroppo.Meno di quello che credi.


            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non
            così


            malato di ideologismo, che voleva
            semplicemente


            programmare il miglior SO al mondo.



            Per niente. Voleva 'solo divertirsi'...


            A questo punto mi toccherebbe dirti "Leggiti un
            po' la vita di Linus".A me non serve, io c'ero in quegli anni. :pE ho letto il primo annuncio di LT.
            Ma non lo faccio, ti
            faccio solo notare che il divertimento e la
            creazione del So migliore al mondo non sono
            logicamente in
            contrasto.Ovvio. Ma in particolare agli inizi, l'ideadella creazione del MIGLIORE SO non era particolarmente pubblicizzata... :D

            Il caso, la fortuna? Il fatto che si sono basati

            su

            standard ben noti?

            Il fatto che anche realtà commerciali abbiano
            potuto usufruirne e quindi pagare programmatori
            opensource, questo
            no?Questo è venuto solo dopo.Non ti dico che non abbia dato una mano, male realtà commerciali si sono 'sporcate le mani' quando c'era già una base abbastanza buona da cui partire.

            Visto che attualmente di implementazioni

            microkernel

            ce ne sono pochine, mi viene il sospetto che per

            Hurd

            puntare a questo non sia stata una grande
            idea...


            Infatti conoscerai bene la disputa tra Linus e
            Tanenbaum (anche qua, se ci sono typo
            perdonameli, google lo so usare ma non farmelo
            usare ogni volta
            perdinci).Che pigro! :|Comunque si, la conosco.La critica di Tanembaum era fondamentalmenteche Linux era 'nato vecchio'.D'altra parte, come ho già scritto, la promessadei microkernel non è ancora stata mantenuta.


            Dovrei scrivere un disclaimer nei miei post:


            "Attenzione: tutto ciò che leggete è menzogna.


            Non credeteci."



            Buona idea. :D

            Ne riparleremo alla prossima versione dei forum
            di PITi svelo un segreto: molti anni fa, la genteper le firme usava il 'copia e incolla'.E funzionava! :p
          • mr_setter scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: avvelenato
            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non
            così malato di ideologismo, che voleva
            semplicemente programmare il miglior SO al
            mondo. Ancora adesso è lontano dal suo scopo,
            però per esser partito dopo Hurd, Linux gli ha
            bagnato il naso ben più di una volta. Secondo
            te, perché?Faccio notare che Stallmann ha sempre riconosciuto la bonta' dell'implementazione del kernel Linux all'interno del progetto. Perche' lo ricordo ancora, Torvalds ha sviluppato un ottimo kernel probabilmente anzi sicuramente il migliore possibile in quel momento, su cui potesse poggiare tutta la struttura e lo sviluppo del progetto iniziale. Ma senza il contributo FONDAMENTALE delle centinaia di sviluppatori aggregatisi spontaneamente e, permettimi, grazie ad uno spirito cooperativo di ricerca e sviluppo basato sul piu' puro stile hacker, col piffero Linux sarebbe diventato quello che e' adesso!!LV&P O)
          • avvelenato scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: mr_setter
            - Scritto da: avvelenato

            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non

            così malato di ideologismo, che voleva

            semplicemente programmare il miglior SO al

            mondo. Ancora adesso è lontano dal suo scopo,

            però per esser partito dopo Hurd, Linux gli ha

            bagnato il naso ben più di una volta. Secondo

            te, perché?

            Faccio notare che Stallmann ha sempre
            riconosciuto la bonta' dell'implementazione del
            kernel Linux all'interno del progetto. Perche' lo
            ricordo ancora, Torvalds ha sviluppato un ottimo
            kernel probabilmente anzi sicuramente il migliore
            possibile in quel momento, su cui potesse
            poggiare tutta la struttura e lo sviluppo del
            progetto iniziale. Ma senza il contributo
            FONDAMENTALE delle centinaia di sviluppatori
            aggregatisi spontaneamente e, permettimi, grazie
            ad uno spirito cooperativo di ricerca e sviluppo
            basato sul piu' puro stile hacker, col piffero
            Linux sarebbe diventato quello che e'
            adesso!!

            LV&P O)Ma anche senza il contributo fondamentale delle centinaia di aziende che hanno investito in linux pagando gli stipendi a sviluppatori salariati.Non voglio togliere meriti allo spirito libero dell'Os, ai programmatori per passione e così via, voglio solo ribadire che è anche un movimento commerciale, ed è anche per questo che, a differenza di Hurd, Linux è riuscito ad emergere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stallman pensi ad Hurd.
            - Scritto da: avvelenato


            No, non c'entra nulla.
            Come non c'entra nulla che Stallman ha cercato di
            costruire un mondo di programmatori felici che si
            condividevano il codice tra fiori profumati
            programmando tutti insieme allegramente per
            realizzare il nuovo mondo informatico. Senza
            riuscire a combinare tantissimo. Gc++ è stata una
            bella realizzazione, ma l'idea di fare un sistema
            totalmente
            gnu?
            Poi è arrivato un ragazzotto norvegese non così
            malato di ideologismo, che voleva semplicemente
            programmare il miglior SO al mondo. Non il migliore, ma un So che gli consentisse di usare l'hardware di cui disponeva, 386
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman pensi ad Hurd.
      - Scritto da: avvelenato
      Stallman pensi a Hurd, e osservi come
      ideologizzare soltanto e in maniera integralista
      non porti a risultati apprezzabili. Dovrebbe
      riconoscere che la sua filosofia è sbagliata,
      inefficace, prendere atto che nel mondo reale non
      funziona, e questo perché nella sua lotta contro
      il closed-source ha prodotto uno sciovinismo
      all'incontrario, dell'open source, e non ha
      minimamente tenuto in considerazione la
      possibilità che entrambi i modelli possono
      sopravvivere e hanno le loro ragioni d'essere, a
      seconda degli
      ambiti.Linux senza GNU sarebbe solo un kernel.
      • Anonimo scrive:
        Re: Stallman pensi ad Hurd.
        - Scritto da:

        - Scritto da: avvelenato

        Stallman pensi a Hurd, e osservi come

        ideologizzare soltanto e in maniera integralista

        non porti a risultati apprezzabili. Dovrebbe

        riconoscere che la sua filosofia è sbagliata,

        inefficace, prendere atto che nel mondo reale
        non

        funziona, e questo perché nella sua lotta contro

        il closed-source ha prodotto uno sciovinismo

        all'incontrario, dell'open source, e non ha

        minimamente tenuto in considerazione la

        possibilità che entrambi i modelli possono

        sopravvivere e hanno le loro ragioni d'essere, a

        seconda degli

        ambiti.

        Linux senza GNU sarebbe solo un kernel.GNU senza linux starebbe ancora ad aspettare Hurd.
  • Matx scrive:
    Re: Stallman - Torvalds
    - Scritto da:
    il giorno che
    elettrodomestici, multimedia, reti, computer
    necessiteranno del DRM per interfacciarsi tra
    loro, saremmo noi per primi a dotarci di sistemi
    adattiBeh, ti sembra una cosa giusta?
    Il trend non e' invertibile!Questo è solo quello che ci dicono le major, loro hanno tutto l'interesse che la comunità open source e simili pensino questo, perchè se tutti la pensano così tutti accetteranno i drm senza fare troppe storie, e loro potranno metterteli anche nei frigoriferi...In realtà però non si sa se questo trend potrebbe essere invertito in futuro, quindi secondo me è meglio cercare di combatterlo, se vinciamo ok, se non vinciamo pazienza, tanto ci saremmo trovati nelle stesse condizioni anche continuanto a seguire la gpl2...
  • Anonimo scrive:
    vi svelo una notizia clamorosa
    Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a conoscenza di tutti.Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro settembre.In poche parole Torvalds ha già firmato un contratto di 8 anni con Microsoft come direttore responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere valido da gennaio 2007
    • Anonimo scrive:
      Re: vi svelo una notizia clamorosa
      - Scritto da:
      Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a
      conoscenza di
      tutti.
      Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro
      settembre.
      In poche parole Torvalds ha già firmato un
      contratto di 8 anni con Microsoft come direttore
      responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere
      valido da gennaio
      2007(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: vi svelo una notizia clamorosa
      - Scritto da:
      Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a
      conoscenza di
      tutti.
      Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro
      settembre.
      In poche parole Torvalds ha già firmato un
      contratto di 8 anni con Microsoft come direttore
      responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere
      valido da gennaio
      2007ma veramente?ecco perchè ha da ridire su fsf e gpl3 allora.ti pareva che potevano esiste delle critiche sincere contro fss.adesso si capisce tutto(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • mister_xyz scrive:
      Re: vi svelo una notizia clamorosa
      - Scritto da:
      In poche parole Torvalds ha già firmato un
      contratto di 8 anni con Microsoft come direttore
      responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere
      valido da gennaio
      2007Ma non è ancora detto, pare che Moratti lo voglia all'Inter...
      • mr_setter scrive:
        Re: vi svelo una notizia clamorosa
        - Scritto da: mister_xyz

        - Scritto da:

        In poche parole Torvalds ha già firmato un

        contratto di 8 anni con Microsoft come direttore

        responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere

        valido da gennaio

        2007

        Ma non è ancora detto, pare che Moratti lo voglia
        all'Inter...Non lo so mica se Mister_scudetto ce la faccia....Silvio ha rilanciato con un contratto da 10 anni a 8 mln di euro + finito il contratto passa direttamente in Nazionale per altri 3 anni...Mi sa che Ballmer deve muoversi alla svelta....(geek)LV&P O)
    • Anonimo scrive:
      Re: vi svelo una notizia clamorosa
      - Scritto da:
      Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a
      conoscenza di
      tutti.
      Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro
      settembre.
      In poche parole Torvalds ha già firmato un
      contratto di 8 anni con Microsoft come direttore
      responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere
      valido da gennaio
      2007Linus Torvalds ha messo in piedi Linux su ordine di Gates sin dall'inizio. E' stato il suo cavallo di Troia per far fuori la concorrenza, distruggere ogni possibile concorrente Unix commerciale ed instillare nella gente l'idea che l' OS debba essere gratuito. Il primo risultato è stato far morire OS/2 (oltre all'aiuto ricevuto dall'amministrazione Clinton negli anni '90 per ottenere l'acquisto di NT al posto dell' IBM negli uffici federali). Poi è morto BeOS e quindi Sun Solaris che oramai è libero e non pone problemi a Microsoft.
      • Anonimo scrive:
        Re: vi svelo una notizia clamorosa
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a

        conoscenza di

        tutti.

        Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro

        settembre.

        In poche parole Torvalds ha già firmato un

        contratto di 8 anni con Microsoft come direttore

        responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere

        valido da gennaio

        2007

        Linus Torvalds ha messo in piedi Linux su ordine
        di Gates sin dall'inizio. E' stato il suo cavallo
        di Troia per far fuori la concorrenza,
        distruggere ogni possibile concorrente Unix
        commerciale ed instillare nella gente l'idea che
        l' OS debba essere gratuito. Il primo risultato è
        stato far morire OS/2 (oltre all'aiuto ricevuto
        dall'amministrazione Clinton negli anni '90 per
        ottenere l'acquisto di NT al posto dell' IBM
        negli uffici federali). Poi è morto BeOS e quindi
        Sun Solaris che oramai è libero e non pone
        problemi a Microsoft.
        Avevo sempre sospettato che non potesse averlo scritto da solo: troppo codice era così ben scritto che poteva solo portare la firma di un team di ingegneri Microsoft ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: vi svelo una notizia clamorosa
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà
          a


          conoscenza di


          tutti.


          Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro


          settembre.


          In poche parole Torvalds ha già firmato un


          contratto di 8 anni con Microsoft come
          direttore


          responsabile dell'area Windows. dovrebbe
          essere


          valido da gennaio


          2007



          Linus Torvalds ha messo in piedi Linux su ordine

          di Gates sin dall'inizio. E' stato il suo
          cavallo

          di Troia per far fuori la concorrenza,

          distruggere ogni possibile concorrente Unix

          commerciale ed instillare nella gente l'idea che

          l' OS debba essere gratuito. Il primo risultato
          è

          stato far morire OS/2 (oltre all'aiuto ricevuto

          dall'amministrazione Clinton negli anni '90 per

          ottenere l'acquisto di NT al posto dell' IBM

          negli uffici federali). Poi è morto BeOS e
          quindi

          Sun Solaris che oramai è libero e non pone

          problemi a Microsoft.


          Avevo sempre sospettato che non potesse averlo
          scritto da solo: troppo codice era così ben
          scritto che poteva solo portare la firma di un
          team di ingegneri Microsoft
          ;)Il codice di Linux così ben scritto.. Linux ben scritto.. se fosse stato ben scritto sarebbe stato un Unix basato su microkernel e non un'antichissima architettura monolitica. Ma non serviva creare un OS ed un kernel superiori ma solo uno specchietto per le allodole che fungesse da distruttore per la concorrenza e potesse far regnare Microsoft incontrastata.
          • Anonimo scrive:
            Re: vi svelo una notizia clamorosa
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Non dovrei, ma comunque tra qualche mese
            sarà

            a



            conoscenza di



            tutti.



            Precisamente dovrebbe diventare pubblica
            entro



            settembre.



            In poche parole Torvalds ha già firmato un



            contratto di 8 anni con Microsoft come

            direttore



            responsabile dell'area Windows. dovrebbe

            essere



            valido da gennaio



            2007





            Linus Torvalds ha messo in piedi Linux su
            ordine


            di Gates sin dall'inizio. E' stato il suo

            cavallo


            di Troia per far fuori la concorrenza,


            distruggere ogni possibile concorrente Unix


            commerciale ed instillare nella gente l'idea
            che


            l' OS debba essere gratuito. Il primo
            risultato

            è


            stato far morire OS/2 (oltre all'aiuto
            ricevuto


            dall'amministrazione Clinton negli anni '90
            per


            ottenere l'acquisto di NT al posto dell' IBM


            negli uffici federali). Poi è morto BeOS e

            quindi


            Sun Solaris che oramai è libero e non pone


            problemi a Microsoft.




            Avevo sempre sospettato che non potesse averlo

            scritto da solo: troppo codice era così ben

            scritto che poteva solo portare la firma di un

            team di ingegneri Microsoft

            ;)

            Il codice di Linux così ben scritto.. Linux ben
            scritto.. se fosse stato ben scritto sarebbe
            stato un Unix basato su microkernel e non
            un'antichissima architettura monolitica.

            Ma non serviva creare un OS ed un kernel
            superiori ma solo uno specchietto per le allodole
            che fungesse da distruttore per la concorrenza e
            potesse far regnare Microsoft
            incontrastata.quante stronzate mi tocca leggere :)leggete i libri di storia invece di inventarvelaahahahhahapatetici
          • Anonimo scrive:
            Re: vi svelo una notizia clamorosa
            Mah, secondo me IBM, Sun Microsystems e Bell Laboratories erano tutti d'accordo per favorire Widows di Microsoft, per questo hanno ucciso i loro sistemi operativi. Anche l'Altair BASIC, credete lo abbia scritto Bill Gates? No, e vi rivelo un segreto che non sa nessuno: prima c'era il Dartmouth BASIC, scritto da Linus Torvalds affinchè Bill Gates potesse rubarlo e fondare la Microsoft con Paul Allen (quest'ultimo un agente segreto della CIA pagato dalla Univac). Poi Bill Gates ha fatto un accordo con gli alieni che gli hanno dato una avanzatissima tecnologia di disturbo aziendale nota come Copland e lo ha venduto alla Apple Computer. Ah, dimenticavo: Bill Gates è Sauron.
          • Anonimo scrive:
            Re: vi svelo una notizia clamorosa
            - Scritto da:
            Mah, secondo me IBM, Sun Microsystems e Bell
            Laboratories erano tutti d'accordo per favorire
            Widows di Microsoft, per questo hanno ucciso i
            loro sistemi operativi. Anche l'Altair BASIC,
            credete lo abbia scritto Bill Gates? No, e vi
            rivelo un segreto che non sa nessuno: prima c'era
            il Dartmouth BASIC, scritto da Linus Torvalds
            affinchè Bill Gates potesse rubarlo e fondare la
            Microsoft con Paul Allen (quest'ultimo un agente
            segreto della CIA pagato dalla Univac). Poi Bill
            Gates ha fatto un accordo con gli alieni che gli
            hanno dato una avanzatissima tecnologia di
            disturbo aziendale nota come Copland e lo ha
            venduto alla Apple Computer. Ah, dimenticavo:
            Bill Gates è
            Sauron.Pensi di essere divertente ma non ci sei andato tanto lontano...
          • Anonimo scrive:
            Re: vi svelo una notizia clamorosa
            - Scritto da:
            Mah, secondo me IBM, Sun Microsystems e Bell
            Laboratories erano tutti d'accordo per favorire
            Widows di Microsoft, per questo hanno ucciso i
            loro sistemi operativi. IBM l'ha fatto realmente :-)
    • mr_setter scrive:
      Re: vi svelo una notizia clamorosa
      - Scritto da:
      Non dovrei, ma comunque tra qualche mese sarà a
      conoscenza di
      tutti.
      Precisamente dovrebbe diventare pubblica entro
      settembre.
      In poche parole Torvalds ha già firmato un
      contratto di 8 anni con Microsoft come direttore
      responsabile dell'area Windows. dovrebbe essere
      valido da gennaio
      2007Link please??LV&P O)
  • psik0 scrive:
    Una domandina da ignorante...
    ...ma:Esempio TiVO:1) Ho i sorgenti;2) Posso ricompilare;3) Non posso "deployare" sul dispositivo, perché non firmato...Ma a questo punto "chi mi assicura che i sorgenti siano REALMENTE quelli montati"? E che non ci siano altre "funzionalità" nascoste?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domandina da ignorante...
      - Scritto da: psik0
      Ma a questo punto "chi mi assicura che i sorgenti
      siano REALMENTE quelli montati"? E che non ci
      siano altre "funzionalità"
      nascoste?
      Mi sembra un po' paranoico per un utente, credo siano più preoccupazioni per chi ha scritto quel software. E' comunque molto rischioso per un'azienda fare una cosa del genere, se salta fuori (anche un dipendente che parla) e devono cacciare milioni.Comunque se non ti fidi di un'azienda non comprare i suoi prodotti. Magari nell'orzata che ho bevuto dentro ci hanno sputato dentro, chi me l'assicura? Oltre un certo punto uno si deve fidare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domandina da ignorante...
        - Scritto da:

        - Scritto da: psik0
        Comunque se non ti fidi di un'azienda non
        comprare i suoi prodotti. Magari nell'orzata che
        ho bevuto dentro ci hanno sputato dentro, chi me
        l'assicura? Oltre un certo punto uno si deve
        fidare.Be' se una azienda spinge tanto per implementare una tecnologia che mi imedisca di gestirmi il prodotto mi comincio a preoccupare.Di molte delle aziende che spingono per il drm (tipo le Major) non mi fido prorrio e non mi piace come considerano gli utenti.
      • psik0 scrive:
        Re: Una domandina da ignorante...
        - Scritto da:

        - Scritto da: psik0

        Ma a questo punto "chi mi assicura che i
        sorgenti

        siano REALMENTE quelli montati"? E che non ci

        siano altre "funzionalità"

        nascoste?



        Mi sembra un po' paranoico per un utente, credo
        siano più preoccupazioni per chi ha scritto quel
        software. E' comunque molto rischioso per
        un'azienda fare una cosa del genere, se salta
        fuori (anche un dipendente che parla) e devono
        cacciare
        milioni.
        Comunque se non ti fidi di un'azienda non
        comprare i suoi prodotti. Magari nell'orzata che
        ho bevuto dentro ci hanno sputato dentro, chi me
        l'assicura? Oltre un certo punto uno si deve
        fidare.Quello che dici, è vero SOLO in parte.Uno dei motivi per i quali un utente medio "predilige" software open (ho detto OPEN, non FREE) è per evitare di avere "funzioni" non documentate. Un esempio pratico che mi viene in mente: molti software "close" per effettuare scansioni, non permettono di scansionare banconote. Potrebbe anche essere una cosa accettabile, ma almeno SCRIVILO a caratteri ben grandi...in un software open questo non PUO' accadere, basta documentarsi unpò :-)Vabbé, tutto questo IMHO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domandina da ignorante...
      - Scritto da: psik0
      ...ma:
      Esempio TiVO:
      1) Ho i sorgenti;
      2) Posso ricompilare;
      3) Non posso "deployare" sul dispositivo, perché
      non
      firmato...

      Ma a questo punto "chi mi assicura che i sorgenti
      siano REALMENTE quelli montati"? E che non ci
      siano altre "funzionalità"
      nascoste?
      Hai colto il centro del problema.Nessuno. Non puoi saperlo. Devi fidarti. Per me è abbastanza per sentirmi violentato dalla tecnologia e fare di tutto per contrastarla, soprattutto tenendo conto che esistono altri metodi per ottenere i risultati che "ufficialmente" vogliono ottenere che non hanno questi svantaggi per la mia libertà.
  • Anonimo scrive:
    E intanto lo Zio Bill...
    ...gongola! ;)(win)
  • Marlenus scrive:
    Difesa in tribunale
    Ritengo lodevole il tentativo di FSF di rendere più robusta la GPL, perchè in fin dei conti stanno cercando di evitare che attraverso il DRM qualcuno possa appropriarsi del codice donato dal lavoro dei molti appassionati professionisti che utilizzano queste licenze. Però mi chiedo a cosa possa servire se è già successo che la violazione conclamata della licenza (vedi il caso sony con la LGPL http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1346830) poi non viene perseguita legalmente per l'evidente sproporzione tra la grande multinazionale e il piccolo sviluppatore.A mio parere FSF dovrebbe inventarsi anche una sorta di assicurazione legale, per cui quando c'è evidente sproporzione tra un grosso violatore e un piccolo violato (perdonatemi la licenza poetica), automaticamente si attiva la FSF per difendere la validità della licenza attraverso la difesa dei diritti di chi la usa.In caso contrario il valore della licenza è minimo, e tutto il lodevole lavoro di migliorarla poco utile, secondo me.
    • Anonimo scrive:
      Re: Difesa in tribunale
      - Scritto da: Marlenus
      Ritengo lodevole il tentativo di FSF di rendere
      più robusta la GPL, perchè in fin dei conti
      stanno cercando di evitare che attraverso il DRM
      qualcuno possa appropriarsi del codice donato dal
      lavoro dei molti appassionati professionisti che
      utilizzano queste licenze.
      Ma che stai dicendo? Anche con la GPL attuale se usi il DRM il sorgente modificato lo devi dare e sempre sotto la stessa licenza, come ad esempio fa TiVO. Nessuno si appropria del software.Mi sa che qui molti non hanno capito un beneamato nulla e parlavano così tanto per fare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Difesa in tribunale
        La FSF è la mano informatica dei comunisti combattenti
        • Anonimo scrive:
          Re: Difesa in tribunale
          - Scritto da:
          La FSF è la mano informatica dei comunisti
          combattentiSi, e la Business Software Alliance dei fascisti... (rotfl)(rotfl)Ma non farmi ridere...
          • Anonimo scrive:
            Re: Difesa in tribunale


            La FSF è la mano informatica dei comunisti

            combattenti
            Si, e la Business Software Alliance dei
            fascisti...
            (rotfl)(rotfl)
            Ma non farmi ridere...Complimenti per l'ironia, ma... guarda che le cose non sono molto diverse nella mente semplicistica di tante persone.
      • Marlenus scrive:
        Re: Difesa in tribunale
        - Scritto da:

        - Scritto da: Marlenus

        stanno cercando di evitare che attraverso il DRM

        qualcuno possa appropriarsi del codice donato
        dal

        lavoro dei molti appassionati

        Ma che stai dicendo? Anche con la GPL attuale se
        usi il DRM il sorgente modificato lo devi dare e
        sempre sotto la stessa licenza, come ad esempio
        fa TiVO. Nessuno si appropria del
        software.
        Mi sa che qui molti non hanno capito un beneamato
        nulla e parlavano così tanto per
        fare.Sto facendo violenza a me stesso per risponderti dopo il tono che hai usato. Solitamente non rispondo ai maleducati, ma in questo caso ti concedo il beneficio del dubbio e interpreterò la critica come prova di essermi spiegato male.A mio parere l'intento della nuova GPL è chiaro: impedire che qualcuno, pur rilasciando il sorgente come previsto dalla GPL, gli tolga la possibilità di modificarlo (indirettamente, usando la richiesta certificazione del software come mezzo). La licenza attuale non impedisce questo trucchetto.Io poi mi riferivo alla impossibilità di verificare il furto di sorgente da parte di software commerciale che non potrai più disassemblare ne vedere, perchè la certificazione del software con ogni probabilità (anche se esistono tecniche meno invasive, come la firma) comporterà la distribuzione di eseguibili criptati.Ma ovviamente contro questa eventualità mi sembra ci sia poco da fare....
        • Anonimo scrive:
          Re: Difesa in tribunale
          Che cazzo ne vuoi sapere, tzè.
          • nattu_panno_dam scrive:
            [OT] Re: Difesa in tribunale
            E' stato anche troppo gentile con un im***ille del tuo calibro. STFU.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 17.14-----------------------------------------------------------
        • avvelenato scrive:
          Re: Difesa in tribunale
          - Scritto da: Marlenus

          - Scritto da:



          - Scritto da: Marlenus


          stanno cercando di evitare che attraverso il
          DRM


          qualcuno possa appropriarsi del codice donato

          dal


          lavoro dei molti appassionati



          Ma che stai dicendo? Anche con la GPL attuale se

          usi il DRM il sorgente modificato lo devi dare e

          sempre sotto la stessa licenza, come ad esempio

          fa TiVO. Nessuno si appropria del

          software.

          Mi sa che qui molti non hanno capito un
          beneamato

          nulla e parlavano così tanto per

          fare.

          Sto facendo violenza a me stesso per risponderti
          dopo il tono che hai usato. Solitamente non
          rispondo ai maleducati, ma in questo caso ti
          concedo il beneficio del dubbio e interpreterò la
          critica come prova di essermi spiegato
          male.

          A mio parere l'intento della nuova GPL è chiaro:
          impedire che qualcuno, pur rilasciando il
          sorgente come previsto dalla GPL, gli tolga la
          possibilità di modificarlo (indirettamente,
          usando la richiesta certificazione del software
          come mezzo). La licenza attuale non impedisce
          questo
          trucchetto.
          Non è un trucco ma una necessità. Se una macchina necessita di software firmato, per evitare manomissioni, è giusto che accetti solo software firmato. La licenza gpl2 ti permette comunque di usufruire degli apporti di codice della ditta che lo ha modificato, per poterlo utilizzare nel suo hw blindato, di conseguenza sei libero di prendere un hw non blindato o progettartelo te (non ci vuole poi molto, una scheda madre, un processore, della ram), e farlo girare lì, anche modificato ulteriormente se necessario.
          Io poi mi riferivo alla impossibilità di
          verificare il furto di sorgente da parte di
          software commerciale che non potrai più
          disassemblare ne vedere, perchè la certificazione
          del software con ogni probabilità (anche se
          esistono tecniche meno invasive, come la firma)
          comporterà la distribuzione di eseguibili
          criptati.La licenza gpl2 obbliga il rilascio dei sorgenti. Se non vengono rilasciati si è perseguibili per legge.Se poi esistono persone che non fanno valere i loro diritti, si meritano tutti gli abusi del mondo, io penso che ad ogni diritto corrisponda il dovere di pretenderne il rispetto, e senza questo dovere, il diritto automaticamente cessi di esistere (e incoraggierei le persone a violare i diritti altrui. Per provocazione.).
          Ma ovviamente contro questa eventualità mi sembra
          ci sia poco da
          fare....
          E invece no.
          • mr_setter scrive:
            Re: Difesa in tribunale
            - Scritto da: avvelenato



            A mio parere l'intento della nuova GPL è chiaro:

            impedire che qualcuno, pur rilasciando il

            sorgente come previsto dalla GPL, gli tolga la

            possibilità di modificarlo (indirettamente,

            usando la richiesta certificazione del software

            come mezzo). La licenza attuale non impedisce

            questo

            trucchetto.



            Non è un trucco ma una necessità. Se una macchina
            necessita di software firmato, per evitare
            manomissioni, è giusto che accetti solo software
            firmato. La licenza gpl2 ti permette comunque di
            usufruire degli apporti di codice della ditta che
            lo ha modificato, per poterlo utilizzare nel suo
            hw blindato, di conseguenza sei libero di
            prendere un hw non blindato o progettartelo te
            (non ci vuole poi molto, una scheda madre, un
            processore, della ram), e farlo girare lì, anche
            modificato ulteriormente se
            necessario.Oh Cavolo!!! Non sei LIBERO di prenderti una scheda madre, una CPU o una beata fava cosi', e poi implementargli il tuo di software. Una volta forse, ma non adesso! La tua scheda madre "generica" la tua CPU "generica" IMPLEMENTANO GIA' IL DRM nativamente. Claro? E quindi non e' affatto detto - ed in futuro lo sara' sempre meno - che usando il "fai da te" riesca a far funzionare il tuo software non certificato.LV&P O)
          • avvelenato scrive:
            Re: Difesa in tribunale
            - Scritto da: mr_setter
            - Scritto da: avvelenato





            A mio parere l'intento della nuova GPL è
            chiaro:


            impedire che qualcuno, pur rilasciando il


            sorgente come previsto dalla GPL, gli tolga la


            possibilità di modificarlo (indirettamente,


            usando la richiesta certificazione del
            software


            come mezzo). La licenza attuale non impedisce


            questo


            trucchetto.






            Non è un trucco ma una necessità. Se una
            macchina

            necessita di software firmato, per evitare

            manomissioni, è giusto che accetti solo software

            firmato. La licenza gpl2 ti permette comunque di

            usufruire degli apporti di codice della ditta
            che

            lo ha modificato, per poterlo utilizzare nel suo

            hw blindato, di conseguenza sei libero di

            prendere un hw non blindato o progettartelo te

            (non ci vuole poi molto, una scheda madre, un

            processore, della ram), e farlo girare lì, anche

            modificato ulteriormente se

            necessario.

            Oh Cavolo!!! Non sei LIBERO di prenderti una
            scheda madre, una CPU o una beata fava cosi', e
            poi implementargli il tuo di software. Una volta
            forse, ma non adesso! La tua scheda madre
            "generica" la tua CPU "generica" IMPLEMENTANO
            GIA' IL DRM nativamente. Claro?Affatto.Se ti riferisci al tcpa, non è un DRM. E' una piattaforma che potrà essere utilizzata, fra l'altro, anche per la gestione del drm. Inoltre è disabilitabile.
            E quindi non e'
            affatto detto - ed in futuro lo sara' sempre meno
            - che usando il "fai da te" riesca a far
            funzionare il tuo software non
            certificato.

            LV&P O)Non sono d'accordo, continueranno sempre ad esserci macchine sprotette, se non altro per le applicazioni legacy. Ho visto sistemi industriali che si reggono su pc olivetti di vent'anni, con floppy da 5 1/4" e senza hard disk.
  • Anonimo scrive:
    Secondo me Linus vuole tagliare i ponti
    ... con RMSsi capisce a un miglio di distanza che non adotterà la GPL3 nemmeno se stallman prende la versione 2.0 e la rinomina in 3.0
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me Linus vuole tagliare i po
      - Scritto da:
      ... con RMS

      si capisce a un miglio di distanza che non
      adotterà la GPL3 nemmeno se stallman prende la
      versione 2.0 e la rinomina in
      3.0Se riflettiamo un attimo, capiamo che Linus forse non è "puro" come Stallman, ma chi può negare che Napoleone è arrivato più lontano di Robespierre?Per anni RMS ha preso di punta il sistema e ha ottenuto grandi risultati come principi e come possibilità offerte agli utenti che invece gli Unix proprietari negavano, ma non ha minimamente scalfito e penetrato il sistema Unix, che ha perseverato nelle chiusure reciproche nonostante i suoi attori facessero inesorabilmente brutte fini.Poi arriva Linus e con la sua finta ingenuità e il suo candore a volte sfacciato e un approccio molto più "soft" rispetto a RMS riesce a penetrare tutto il sistema informatico, lanciando tra l'altro anche tutto il SW GNU che completa le distro a diffusioni mai raggiunte prima e portando addirittura Linux alla supremazia assoluta in settori non certo marginali, come i server Web, o di assoluto prestigio, come i supercomputer, e facendo un tale rumore da far aprire gli occhi sull'OSS anche a chi non ha la minima intenzione di passare a Linux, ma è ben felice di passare all'OSS per certi applicativi, come FF, TB e OOo.RMS rosica, ma se fosse un minimo più pragmatico capirebe che l'approccio di Linus è più efficace.In fondo però è giusto così, un purista serve comunque ad avvertire dei rischi e a controbilanciare gli effetti del pragmatismo, diciamo che RMS si assume nel mondo del SW libero il ruolo che in politica avrebbero Radicali e Verdi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me Linus vuole tagliare i po
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... con RMS



        si capisce a un miglio di distanza che non

        adotterà la GPL3 nemmeno se stallman prende la

        versione 2.0 e la rinomina in

        3.0

        Se riflettiamo un attimo, capiamo che Linus forse
        non è "puro" come Stallman, ma chi può negare che
        Napoleone è arrivato più lontano di
        Robespierre?
        Per anni RMS ha preso di punta il sistema e ha
        ottenuto grandi risultati come principi e come
        possibilità offerte agli utenti che invece gli
        Unix proprietari negavano, ma non ha minimamente
        scalfito e penetrato il sistema Unix, che ha
        perseverato nelle chiusure reciproche nonostante
        i suoi attori facessero inesorabilmente brutte
        fini.
        Poi arriva Linus e con la sua finta ingenuità e
        il suo candore a volte sfacciato e un approccio
        molto più "soft" rispetto a RMS riesce a
        penetrare tutto il sistema informatico, lanciando
        tra l'altro anche tutto il SW GNU che completa le
        distro a diffusioni mai raggiunte prima e
        portando addirittura Linux alla supremazia
        assoluta in settori non certo marginali, come i
        server Web, o di assoluto prestigio, come i
        supercomputer, e facendo un tale rumore da far
        aprire gli occhi sull'OSS anche a chi non ha la
        minima intenzione di passare a Linux, ma è ben
        felice di passare all'OSS per certi applicativi,
        come FF, TB e
        OOo.
        RMS rosica, ma se fosse un minimo più pragmatico
        capirebe che l'approccio di Linus è più
        efficace.
        In fondo però è giusto così, un purista serve
        comunque ad avvertire dei rischi e a
        controbilanciare gli effetti del pragmatismo,
        diciamo che RMS si assume nel mondo del SW libero
        il ruolo che in politica avrebbero Radicali e
        Verdi...Ingenuità ? Candore ? Ma che è, hai il poster del tuo adorato Linus in camera e ti ecciti tutto a guardarlo ? Ma per favore ! Ma ti pagano o ti sei sniffato troppa colla ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Secondo me Linus vuole tagliare i po
          Ho detto finta ingenuità: si capisce benissimo che a volte sfrutta la sua aria da secchione ingenuo per tirare frecciate cattivissime fingendo di essere un bambinone che parla a ruota libera senza pesare le parole :D
  • Anonimo scrive:
    Redazione di P.I. datti una calmata!
    3 messagi resi OT per nessun motivo!Mah!!
  • Anonimo scrive:
    Linari e opensorci, mettetevi d'accordo!
    cdo,perchè tutte queste polemiche delle primedonne del mondo OPENSORCIARO non fanno altro che influire positivamente sul già incontrastato dominio di MicroSoft®, sia sui desktop che soprattutto sui server dove la battaglia può decisamente considerarsi conclusa a favore di REDMOND.divide et impera...
    • francescor82 scrive:
      Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
      A te cosa interessa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
        - Scritto da: francescor82
        A te cosa interessa?(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
      - Scritto da:
      cdo,
      perchè tutte queste polemiche delle primedonne
      del mondo OPENSORCIARO non fanno altro che
      influire positivamente sul già incontrastato
      dominio di MicroSoft®, sia sui desktop che
      soprattutto sui server dove la battaglia può
      decisamente considerarsi conclusa a favore di
      REDMOND.

      divide et impera...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)bella battuta.sei al soldo di m$, e lo si nota dalla cura con cui piazzi ®.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        cdo, perchè tutte queste polemiche delle

        primedonne del mondo OPENSORCIARO non fanno

        altro che influire positivamente sul già

        incontrastato dominio di MicroSoft®, sia

        sui desktop che soprattutto sui server dove

        la battaglia può decisamente considerarsi

        conclusa a favore di REDMOND.

        divide et impera...
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        bella battuta.
        sei al soldo di m$, e lo si nota dalla cura con
        cui piazzi
        ®.Ha firmato un contratto, povero, gli scatta la denuncia se non rispetta queste clausole.(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
      La forza dell'OSS è il pluralismo, se un pezzo si arena, darwinianamente si sviluppano gli altri e c'è ridondanza nei settori principali a garantire che l'estinzione di un singolo SW non faccia morire tutto il suo segmento, l'evoluzione rapidissima e mai inficiata dalla morte di alcuni progetti in passato vivi e attivi ne è una conferma...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
        - Scritto da:
        La forza dell'OSS è il pluralismo, se un pezzo si
        arena, darwinianamente si sviluppano gli altri e
        c'è ridondanza nei settori principali a garantire
        che l'estinzione di un singolo SW non faccia
        morire tutto il suo segmento, l'evoluzione
        rapidissima e mai inficiata dalla morte di alcuni
        progetti in passato vivi e attivi ne è una
        conferma...perchè ci sono rami del closed source che si sono arenati?visto comunque che il sw oss e coperto da licenze particolari che consentono a tutti di mettere mano al codice la ridondanza che citi non solo è inutile ma disperde le risorse.
        • Giambo scrive:
          Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
          - Scritto da:
          perchè ci sono rami del closed source che si sono
          arenati?E' una domanda retorica ?
          visto comunque che il sw oss e coperto da licenze
          particolari che consentono a tutti di mettere
          mano al codice la ridondanza che citi non solo è
          inutile ma disperde le
          risorse.I fatti indicano chiaramente che funziona.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da:


            perchè ci sono rami del closed source che si
            sono

            arenati?

            E' una domanda retorica ?


            visto comunque che il sw oss e coperto da
            licenze

            particolari che consentono a tutti di mettere

            mano al codice la ridondanza che citi non solo è

            inutile ma disperde le

            risorse.

            I fatti indicano chiaramente che funziona.Quali fatti?l'unico Get the facts!(TM) è di Microsoft, non degli opensurciaricmq bello vedere quanti editor di testo si trovano su sursforc...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
            - Scritto da:

            - Scritto da: Giambo



            - Scritto da:




            perchè ci sono rami del closed source che si

            sono


            arenati?



            E' una domanda retorica ?




            visto comunque che il sw oss e coperto da

            licenze


            particolari che consentono a tutti di mettere


            mano al codice la ridondanza che citi non
            solo
            è


            inutile ma disperde le


            risorse.



            I fatti indicano chiaramente che funziona.

            Quali fatti?
            l'unico Get the fud !(TM) è di Microsoft, non
            degli opensurciari

            cmq bello vedere quanti editor di testo si
            trovano su
            sursforc...
        • Anonimo scrive:
          Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          La forza dell'OSS è il pluralismo, se un pezzo
          si

          arena, darwinianamente si sviluppano gli altri e

          c'è ridondanza nei settori principali a
          garantire

          che l'estinzione di un singolo SW non faccia

          morire tutto il suo segmento, l'evoluzione

          rapidissima e mai inficiata dalla morte di
          alcuni

          progetti in passato vivi e attivi ne è una

          conferma...

          perchè ci sono rami del closed source che si sono
          arenati?E' successo per diversi progetti per i più svariati motivi.
          visto comunque che il sw oss e coperto da licenze
          particolari che consentono a tutti di mettere
          mano al codice la ridondanza che citi non solo è
          inutile ma disperde le
          risorse.Un po' di spreco c'è, ma lo hai ovunque ci sia ridondanza ed è il prezzo da pagare per averne i vantaggi.La ridondanza non prosegue poi indefinitamente, c'è una selezione continua che fa proseguire i progetti che riescono a raccogliere risorse sufficienti e anche piccoli progetti ben fatti che anche con poche risorse non si arenano perché realizzati in maniera snella ed efficiente.I benefici dell'accuratezza sono eclatanti in un progetto come OpenBSD, che pur con sovvenzioni minime sopravvive e si evolve.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
        - Scritto da:
        La forza dell'OSS è il pluralismo, se un pezzo si
        arena, darwinianamente si sviluppano gli altri e
        c'è ridondanza nei settori principali a garantire
        che l'estinzione di un singolo SW non faccia
        morire tutto il suo segmento, l'evoluzione
        rapidissima e mai inficiata dalla morte di alcuni
        progetti in passato vivi e attivi ne è una
        conferma...Tu stai descrivendo il comunismo stile Cina, al massimo. Per cui il pluralismo è una massa non pensante che funge da macchine che asservono il potere. La teoria di Darwin è un'idiozia e basta, una favoletta per bambini.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco

          La teoria di Darwin è un'idiozia e basta, una
          favoletta per
          bambini.Quoto, viva il creazionismo cattolico. :s
          • boro scrive:
            Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
            - Scritto da:

            La teoria di Darwin è un'idiozia e basta, una

            favoletta per

            bambini.

            Quoto, viva il creazionismo cattolico. :sAh AH AH AH
          • Anonimo scrive:
            Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco
            - Scritto da:

            La teoria di Darwin è un'idiozia e basta, una

            favoletta per

            bambini.

            Quoto, viva il creazionismo cattolico. :sOggi va di moda chiamarlo Intelligent Designhttp://en.wikipedia.org/wiki/Intelligent_design
        • BSD_like scrive:
          Re: Linari e opensorci, mettetevi d'acco


          La teoria di Darwin è un'idiozia e basta, una
          favoletta per
          bambini.Le favolette sono quelle che non hanno fondamento scientifico."La teoria deve essere giustificata dall'esperimento" Galileo GalileiLa base della scienza: altre cose sono fuffa!!!E la teoria di Darwin è giustificata da tutti gli esperimenti fino ad ora condotti che gli hanno dato piena ragione (dai reperti fossili, al DNA, alle analisi statistiche a quelle delle popolazioni di uomini ed animali, etc.); la teoria del creazionismo non è giustificata da nulla se non dalle favole raccontate dalla bibbia o dalle illusioni raccontate da visionari che vedono dio e santi dappertutto; o dall'egocentrismo di chi si ritiene di appartenere ad una specie privilegiata (privilegiata da chi, poi?????).Se non vedo, non credo!!!!La teoria del creazionismo non è scienza, non sono fatti, I FATTI DICONO UN'ALTRA STORIA; la teoria del creazionismo non è nulla: una favola appunto!!!
  • Anonimo scrive:
    preferisco che esista, la GPL3
    almeno soche chi ci "mette il bollino" mi vuole dire "NO-DRM" e io lo apprezzerò, non dovrò scartabellare in giro per capire "c'è o non c'è?"la gente questa "religione" del no-drm la vuole abbracciare.o perlomeno di gente che la vuole abbracciare ce n'è sicuramente tanta, tutta quella cosciente di questi fatti e non implicata con le aziende grosse.tutti quelli che potranno semplicemnte dare un 'occhiata alla versione della licenza e tranquillizzarsi al volo, apprezzeranno.
    • Alessandrox scrive:
      Re: preferisco che esista, la GPL3
      - Scritto da:
      almeno soche chi ci "mette il bollino" mi vuole
      dire "NO-DRM" e io lo apprezzerò, non dovrò
      scartabellare in giro per capire "c'è o non
      c'è?"

      la gente questa "religione" del no-drm la vuole
      abbracciare.Pero' non e' una religione... e' un ***Diritto***ci tenevo a precisarlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: preferisco che esista, la GPL3
        - Scritto da: Alessandrox

        - Scritto da:

        almeno soche chi ci "mette il bollino" mi vuole

        dire "NO-DRM" e io lo apprezzerò, non dovrò

        scartabellare in giro per capire "c'è o non

        c'è?"



        la gente questa "religione" del no-drm la vuole

        abbracciare.

        Pero' non e' una religione... e' un ***Diritto***

        ci tenevo a precisarlo.per molti no, e ci tengono a precisarlo pure loro
        • longinous scrive:
          Re: preferisco che esista, la GPL3
          - Scritto da:

          - Scritto da: Alessandrox



          - Scritto da:


          almeno soche chi ci "mette il bollino" mi
          vuole


          dire "NO-DRM" e io lo apprezzerò, non dovrò


          scartabellare in giro per capire "c'è o non


          c'è?"





          la gente questa "religione" del no-drm la
          vuole


          abbracciare.



          Pero' non e' una religione... e' un
          ***Diritto***



          ci tenevo a precisarlo.

          per molti no, e ci tengono a precisarlo pure loroIl fatto che certa gente non voglia un diritto non gli da automaticamente il potere di negarlo agli altri, o no? (non parlatemi dell'Italia che mi girano solo le balle, era un concetto esteso)
          • Anonimo scrive:
            Re: preferisco che esista, la GPL3
            - Scritto da: longinous
            Il fatto che certa gente non voglia un diritto
            non gli da automaticamente il potere di negarlo
            agli altri, o no? (non parlatemi dell'Italia che
            mi girano solo le balle, era un concetto
            esteso)Facciamo un referendum e la maggioranza vinca.
          • longinous scrive:
            Re: preferisco che esista, la GPL3
            - Scritto da:
            - Scritto da: longinous


            Il fatto che certa gente non voglia un diritto

            non gli da automaticamente il potere di negarlo

            agli altri, o no? (non parlatemi dell'Italia che

            mi girano solo le balle, era un concetto

            esteso)

            Facciamo un referendum e la maggioranza vinca.Purchè tutti abbiano a mente questo concetto, altrimenti è l'ennesima guerra di religione!Se tu vuoi fare (o non fare) qualcosa che non mi tange, non sarò certo io a impedirtelo (o a forzarti), ma mi piacerebbe che la cosa fosse reciproca.Invece no, se io decido che non voglio fare qualcosa non lo può fare nessuno, ma ti pare?
  • Santos-Dumont scrive:
    Linus, where do you want to go today?
    Mi ricordo uno scambio di battute del film "Brubaker" in cui il protagonista principale Robert Redford, che impersonava il direttore del carcere, diceva lapidariamente a Jane Alexander: "Posso venire a compromessi sui metodi, mai sui fini".Oppure il contadino de "Il Tao della Fisica" di F. Capra che, pur conoscendo la tecnologia che gli avrebbe permesso di portare più facilmente e con meno sforzo l'acqua fuori dal pozzo, si vergognava di usare tale conoscenza e continuava con il metodo tradizionale.Esistono tecnologie che contengono in sé il germe della corruzione. Non esistono mezze misure in casi simili, o le si accetta o le si scarta in toto. Stallman l'ha capito perfettamente e si è regolato di conseguenza elaborando la GPL3, Torvalds o non l'ha capito (il che mi sorprenderebbe alquanto, ma devo considerare l'ipotesi per completezza) oppure l'ha capito e se ne frega in nome del "pragmatismo": grazioso eufemismo dietro cui si cela ben altro... Fate vobis.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus, where do you want to go today?
      - Scritto da: Santos-Dumont
      se ne frega in nome del "pragmatismo": grazioso
      eufemismo dietro cui si cela ben altro... Fate
      vobis.E cosa si cela dietro? Possibile che da anni come Linus esprima un'opinione ci sia qualche ben pensante che con qualche strizzatina d'occhio vuol far capire che si è venduto... Facile giudicare gli altri eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da:

        - Scritto da: Santos-Dumont

        se ne frega in nome del "pragmatismo": grazioso

        eufemismo dietro cui si cela ben altro... Fate

        vobis.

        E cosa si cela dietro? Possibile che da anni come
        Linus esprima un'opinione ci sia qualche ben
        pensante che con qualche strizzatina d'occhio
        vuol far capire che si è venduto...Senza strizzatine d'occhio. Si è venduto e basta.
        Facile giudicare gli altri eh?Il che tradotto vorrebbe dire che, fossi nei suoi panni, farei lo stesso?No grazie. Io preferisco fare come il contadino di Capra.
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: Santos-Dumont


          se ne frega in nome del "pragmatismo":
          grazioso


          eufemismo dietro cui si cela ben altro... Fate


          vobis.



          E cosa si cela dietro? Possibile che da anni
          come

          Linus esprima un'opinione ci sia qualche ben

          pensante che con qualche strizzatina d'occhio

          vuol far capire che si è venduto...

          Senza strizzatine d'occhio. Si è venduto e basta.


          Facile giudicare gli altri eh?

          Il che tradotto vorrebbe dire che, fossi nei suoi
          panni, farei lo
          stesso?
          No grazie. Io preferisco fare come il contadino
          di
          Capra.Il commento è mio. Aggiungo che Torvalds, come Stallman, non sono persone "normali" e la loro opinione ha pertanto un peso enormemente diverso dalla tua o dalla mia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            Concordo pienamente con Santos.In rete circola questo piccolo 'poema' a proposito del 'pragmatismo' Linus circa il DRM:First they took our freedom in Tivos, and I did not speak out--because I would not buy a Tivo;Then they took our freedom in XBox, and I did not speak out--because I was not a gamer;Then they came for the MacIntels, and I did not speak out--because I was not a Apple Fanboy;Then they came for the Appliances, and I did not speak out--because they either work better or I use "Open Source";Then they came for the PCs--and there was no one left to speak out for us "Linux" users.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          - Scritto da:

          - Scritto da:
          Senza strizzatine d'occhio. Si è venduto e basta.No con strizzatine visto che prima non l'hai detto. E hai voluto fare intendere a ognuno quello che voleva.E poi venduto a chi? Ma lo sai dove lavora? Lo sai che ha rinunciato a lavori molto più redditizi per dedicarsi solo a Linux? Cosa deve fare per farvi contenti ricoprirsi di cenci e andare in giro a fare la carità?


          Facile giudicare gli altri eh?

          Il che tradotto vorrebbe dire che, fossi nei suoi
          panni, farei lo
          stesso?Il che tradotto: facile giudicare Linus, vorrei vedere invece cosa hai dato alla comunità Free Source.Fare cosa poi? Difendere le proprie idee? Mica ha detto: "aaaaaah io adoro il DRM e ci voglio sguazzare dentro!"Ma l'hai letto il thread in inglese? Mi sa che invece parti per partito preso·
          No grazie. Io preferisco fare come il contadino
          di
          Capra.Sì certo un contadino col computer e la connessione a internet, chissà te poi alla comunità quanto hai dato.
    • The Animal scrive:
      Re: Linus, where do you want to go today
      Credo che andrà a fare Deejay chiama Italia come tutti i giorni da Lunedì a Venerdì.
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da: The Animal
        Credo che andrà a fare Deejay chiama Italia come
        tutti i giorni da Lunedì a
        Venerdì.Eeeehhhh?! (newbie)Non so di cosa parli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          fyihttp://www.deejay.it/dj/personaggio?idPersonaggio=11Ciao
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:
            fyi
            http://www.deejay.it/dj/personaggio?idPersonaggio=

            CiaoGrazie! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da: The Animal
        Credo che andrà a fare Deejay chiama Italia come
        tutti i giorni da Lunedì a
        Venerdì.(rotfl) bellissima (rotfl)
    • mr_setter scrive:
      Re: Linus, where do you want to go today
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Esistono tecnologie che contengono in sé il
      germe
      della corruzione. Non esistono mezze misure in
      casi simili, o le si accetta o le si scarta in
      toto. Stallman l'ha capito perfettamente e si
      è regolato di conseguenza elaborando la GPL3,
      Torvalds o non l'ha capito (il che mi
      sorprenderebbe alquanto, ma devo considerare
      l'ipotesi per completezza) oppure l'ha capito
      e se ne frega in nome del "pragmatismo":
      grazioso eufemismo dietro cui si cela ben
      altro... Fate vobis.In nome del suo "pragmatismo" il buon Torvalds non perde occasione per far risaltare negativamente l'aspetto idelogico inerente le licenze GPL. Ignorando - falsamente - che e' proprio questa la vexata quaestio, il fulcro dei pluridecennali dissensi tra il mondo Torvaldiano e quello della FSF! Un pezzo di codice deve essere libero e liberamente utilizzabile o no?"If I like a program I MUST SHARE it with other people who like it."LV&P O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da: mr_setter
        "If I like a program I MUST SHARE it with other
        people who like
        it."E quindi? I programmi continuano ad essere condivisi anche se le aziende usano il DRM. La differenza è che sul loro hardware puoi mettere solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non su quel determinato apparecchio.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          - Scritto da:
          - Scritto da: mr_setter

          "If I like a program I MUST SHARE it with other

          people who like

          it."
          E quindi? I programmi continuano ad essere
          condivisi anche se le aziende usano il DRM. La
          differenza è che sul loro hardware puoi mettere
          solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi
          usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non
          su quel determinato
          apparecchio.ma la motivazione x adottare queste inutili complicazioni? me le puoi spiegare?E se l' HW di quella macchina si guasta?Se e' utile per l'esercito mica e' detto che lo sia anche per l' uso normale...Perche' dovrei mettere solo copie firmate sul mio HW?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:
            ma la motivazione x adottare queste inutili
            complicazioni? me le puoi
            spiegare?Ad esempio delle aziende ti danno l'apparecchio in comodato e poi ti fanno pagare i servizi che offrono con l'apparecchio stesso. Hackerando la macchina uno può aggirare delle limitazioni sui servizi.
            E se l' HW di quella macchina si guasta?Se si guasta la porti a riparare, mica è il software che si guasta.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da:

            ma la motivazione x adottare queste inutili

            complicazioni? me le puoi

            spiegare?
            Ad esempio delle aziende ti danno l'apparecchio
            in comodato e poi ti fanno pagare i servizi che
            offrono con l'apparecchio stesso. Hackerando la
            macchina uno può aggirare delle limitazioni sui
            servizi.OK e se non ho HW in comodato?Perche' dovrei avere questa tecnologia?

            E se l' HW di quella macchina si guasta?
            Se si guasta la porti a riparare, mica è il
            software che si
            guasta.Mi sai dire dove riparano gli integrati sulle mboard senza pero' farti pagare quanto comprarsi un PC nuovo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: Alessandrox
            OK e se non ho HW in comodato?
            Perche' dovrei avere questa tecnologia? Dipende dall'uso e dall'apparecchio, può essere applicata in diversi settori e con scopi diversi. Per esempio per le macchine per il voto garantisce un maggiore grado di sicurezza perché impedisce alle macchine di far girare software non firmato. Non si può demonizzare una tecnologia in generale come fa la FSF.
            Mi sai dire dove riparano gli integrati sulle
            mboard senza pero' farti pagare quanto comprarsi
            un PC
            nuovo?Questo c'entra poco con la licenza del software.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:

            - Scritto da: Alessandrox

            OK e se non ho HW in comodato?

            Perche' dovrei avere questa tecnologia?

            Dipende dall'uso e dall'apparecchio, può essere
            applicata in diversi settori e con scopi diversi.
            Per esempio per le macchine per il voto
            garantisce un maggiore grado di sicurezza perché
            impedisce alle macchine di far girare software
            non firmato. Non si può demonizzare una
            tecnologia in generale come fa la
            FSF.



            Mi sai dire dove riparano gli integrati sulle

            mboard senza pero' farti pagare quanto comprarsi

            un PC

            nuovo?

            Questo c'entra poco con la licenza del software.Centra eccome. Pirla!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:

            - Scritto da: Alessandrox

            OK e se non ho HW in comodato?

            Perche' dovrei avere questa tecnologia?

            Dipende dall'uso e dall'apparecchio, può essere
            applicata in diversi settori e con scopi diversi.Ok.
            Per esempio per le macchine per il voto
            garantisce un maggiore grado di sicurezza perché
            impedisce alle macchine di far girare software
            non firmato.Che idiozia abissale. A parte il dettaglio che ci si chiede a chi veramente servano le macchine per il voto, di sicuro non hai bisogno del TPM per questo.
            Non si può demonizzare una
            tecnologia in generale come fa la
            FSF.Be'... quando qualcuno spinge per inserire dovunque una tecnologia che potrebbe essere utile in casi particolari, il sospetto è d'obbligo.

            Mi sai dire dove riparano gli integrati sulle

            mboard senza pero' farti pagare quanto comprarsi

            un PC

            nuovo?

            Questo c'entra poco con la licenza del software.C'entra molto con il tuo portafoglio, o da solo non ci arrivi?
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:


            - Scritto da: mr_setter


            "If I like a program I MUST SHARE it with
            other


            people who like


            it."


            E quindi? I programmi continuano ad essere

            condivisi anche se le aziende usano il DRM. La

            differenza è che sul loro hardware puoi mettere

            solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi

            usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non

            su quel determinato

            apparecchio.

            ma la motivazione x adottare queste inutili
            complicazioni? me le puoi
            spiegare?
            E se l' HW di quella macchina si guasta?
            Se e' utile per l'esercito mica e' detto che lo
            sia anche per l' uso
            normale...
            Perche' dovrei mettere solo copie firmate sul mio
            HW?Comprati un hw senza queste limitazioni, o costruiscitelo.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato

            ma la motivazione x adottare queste inutili

            complicazioni? me le puoi

            spiegare?

            E se l' HW di quella macchina si guasta?

            Se e' utile per l'esercito mica e' detto che lo

            sia anche per l' uso

            normale...

            Perche' dovrei mettere solo copie firmate sul
            mio

            HW?
            Comprati un hw senza queste limitazioni, o
            costruiscitelo.Avve... sei un fine umorista, sai ho capito la tua battuta... ci ho messo un po' ma poi ho riso.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:


            - Scritto da: mr_setter


            "If I like a program I MUST SHARE it with
            other


            people who like


            it."


            E quindi? I programmi continuano ad essere

            condivisi anche se le aziende usano il DRM. La

            differenza è che sul loro hardware puoi mettere

            solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi

            usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non

            su quel determinato

            apparecchio.

            ma la motivazione x adottare queste inutili
            complicazioni? me le puoi
            spiegare?
            E se l' HW di quella macchina si guasta?
            Se e' utile per l'esercito mica e' detto che lo
            sia anche per l' uso
            normale...
            Perche' dovrei mettere solo copie firmate sul mio
            HW?Ecco il punto dolente che Torvalds & Co. ignorano bellamente! Fate quel che volete col software ma giu le mani dall'hardware... Vogliamo ricordare si o no come e perché é nato il free software, le sue motivazioni? Accettare i DRM significa sputare sugli ideali di condivisione delle conoscenze ( incluso l'hardware ) che hanno da sempre spinto gli hacker a studiare e sperimentare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          - Scritto da:

          - Scritto da: mr_setter

          "If I like a program I MUST SHARE it with other

          people who like

          it."

          E quindi? I programmi continuano ad essere
          condivisi anche se le aziende usano il DRM. La
          differenza è che sul loro hardware puoi mettere
          solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi
          usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non
          su quel determinato
          apparecchio.Chiedo senza scopo di troll: ma questo a voi va bene?Insomma a me non sembra che per gli utenti sia tutto questo vantaggio: si troverebbe comunque con una piattaforma chiusa per le mani per quanto sia stato condiviso il codice. Non e' quello che si voleva raggiungere con la GPL.Per gli sviluppatori parlo per me: a me non sta bene. Dovrei mettere le mani su un software sapendo che la azienda che lo gestisce lo mette su un hardware sul quale ha espressamente previsto che io poi non lo possa far girare? Hemm... No grazie...Sembra piuttosto che questi vogliano scroccare un po' di software da sourceforge...La GPL ti permette di studiare, modificare, redistribuire, vendere il software sostanzialmente. Se si introduce una tecnologia fatta per impedirmi di usarlo che mi resta?Sicuramente mi resterebbe il software, ma se poi finisse che tutto l'hardware che c'e' in giro non mi permettesse di utilizzarlo? O solo una parte?Hmmm se vuoi usare software libero sarebbe carino che supportassi il motivo per cui e' stato scritto, e ci puo' essere il caso che certe tecnologie mal si conciliano con questi software.Ma ripeto: gli utenti che ne pensano intanto di questo?eaman
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da: mr_setter


            "If I like a program I MUST SHARE it with
            other


            people who like


            it."



            E quindi? I programmi continuano ad essere

            condivisi anche se le aziende usano il DRM. La

            differenza è che sul loro hardware puoi mettere

            solo copie firmate. Quindi il programma lo puoi

            usare e conoscere perché hai il sorgente, ma non

            su quel determinato

            apparecchio.

            Chiedo senza scopo di troll: ma questo a voi va
            bene?
            Insomma a me non sembra che per gli utenti sia
            tutto questo vantaggio: si troverebbe comunque
            con una piattaforma chiusa per le mani per quanto
            sia stato condiviso il codice. Non e' quello che
            si voleva raggiungere con la
            GPL.

            Per gli sviluppatori parlo per me: a me non sta
            bene. Dovrei mettere le mani su un software
            sapendo che la azienda che lo gestisce lo mette
            su un hardware sul quale ha espressamente
            previsto che io poi non lo possa far girare?
            Hemm... No
            grazie...
            Sembra piuttosto che questi vogliano scroccare un
            po' di software da
            sourceforge...

            La GPL ti permette di studiare, modificare,
            redistribuire, vendere il software
            sostanzialmente. Se si introduce una tecnologia
            fatta per impedirmi di usarlo che mi
            resta?

            Sicuramente mi resterebbe il software, ma se poi
            finisse che tutto l'hardware che c'e' in giro non
            mi permettesse di utilizzarlo? O solo una
            parte?

            Hmmm se vuoi usare software libero sarebbe carino
            che supportassi il motivo per cui e' stato
            scritto, e ci puo' essere il caso che certe
            tecnologie mal si conciliano con questi
            software.

            Ma ripeto: gli utenti che ne pensano intanto di
            questo?

            eamanA me sembra che sia tu il troll, ma più che altro malato di iperideologismo.Se il tuo hw non ti fa girare il sw che vuoi e liberamente modificabile secondo la gpl, cambia hw. Semplice.Se i produttori di tivo rendono pubbliche le modifiche al source, poi possono anche ingabbiarlo in una cassaforte e buttarla in fondo al mare. Starà a te prenderti il source e metterlo nella tua cassaforte. La libertà di condivisione e di modifica del source non si difende impendendo agli altri usi che noi non approveremo.
          • mr_setter scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato
            A me sembra che sia tu il troll, ma più che
            altro malato di iperideologismo.
            Se il tuo hw non ti fa girare il sw che vuoi e
            liberamente modificabile secondo la gpl, cambia
            hw.
            Semplice.A me invece sembra che tu non voglia vedere (ed in questo sei in buona compagnia assieme a mr. Torvalds) che sara' decisamente complicato cambiare hw tra un po' di tempo e l'esempio te lo presento subito:Devi cambiare ora Notebook? Bene, dovresti gentilmente fornirmi una lista di nuovi Notebook (non farmi il giochino di citare Portatili di uno o due anni fa sto parlando di uno che deve investire un migliaio di euro su un Notebook DI ADESSO e che possibilmente gli possa durare almeno un paio d'anni!) da acquistare che siano al di fuori della lista TPC o DRM come vuoi definirli (e' uguaglio...). Ah, dovresti citarmi Notebook di cui possa avere una "normale" assistenza e non citarmi il Notebook pinco-pallo solo per dimostrarmi che ne esistono ancora privi di supporto DRM, sto parlando di quelli che trovi normalmente nei negozi e nei centri commerciali italiani.Se me lo trovi: birra pagata! Promesso.LV&P O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 agosto 2006 01.30-----------------------------------------------------------
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: mr_setter
            - Scritto da: avvelenato

            A me sembra che sia tu il troll, ma più che

            altro malato di iperideologismo.

            Se il tuo hw non ti fa girare il sw che vuoi e

            liberamente modificabile secondo la gpl, cambia

            hw.

            Semplice.

            A me invece sembra che tu non voglia vedere (ed
            in questo sei in buona compagnia assieme a mr.
            Torvalds) che sara' decisamente complicato
            cambiare hw tra un po' di tempo e l'esempio te lo
            presento
            subito:

            Devi cambiare ora Notebook? Bene, dovresti
            gentilmente fornirmi una lista di nuovi Notebook
            (non farmi il giochino di citare Portatili di uno
            o due anni fa sto parlando di uno che deve
            investire un migliaio di euro su un Notebook DI
            ADESSO e che possibilmente gli possa durare
            almeno un paio d'anni!) da acquistare che siano
            al di fuori della lista TPC o DRM come vuoi
            definirli (e' uguaglio...). Ah, dovresti citarmi
            Notebook di cui possa avere una "normale"
            assistenza e non citarmi il Notebook pinco-pallo
            solo per dimostrarmi che ne esistono ancora privi
            di supporto DRM, sto parlando di quelli che trovi
            normalmente nei negozi e nei centri commerciali
            italiani.

            Se me lo trovi: birra pagata! Promesso.

            LV&P O)
            ma io non sono affetto dalla sindrome paranoide da tcpa, quindi non mi faccio di questi problemi.Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella tua attività informatica di routine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato
            ma io non sono affetto dalla sindrome paranoide
            da tcpa, quindi non mi faccio di questi
            problemi.La vista lunga di una talpa. ;)
            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un
            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella
            tua attività informatica di
            routine.Il problema del TCPA è tutto relativo a comeverrà utilizzato in FUTURO.Il fatto è che tu non potrai scegliere... almassimo potrai non usarlo affatto, ma questasarebbe una scelta piuttosto limitante, perqualsiasi "attività informatica di routine", noncredi?
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:
            - Scritto da: avvelenato


            ma io non sono affetto dalla sindrome paranoide

            da tcpa, quindi non mi faccio di questi

            problemi.

            La vista lunga di una talpa. ;)


            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un

            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella

            tua attività informatica di

            routine.

            Il problema del TCPA è tutto relativo a come
            verrà utilizzato in FUTURO.
            Il fatto è che tu non potrai scegliere... al
            massimo potrai non usarlo affatto, ma questa
            sarebbe una scelta piuttosto limitante, per
            qualsiasi "attività informatica di routine", non
            credi?No, non credo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today

            ma io non sono affetto dalla sindrome paranoide
            da tcpa, quindi non mi faccio di questi
            problemi.
            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un
            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella
            tua attività informatica di
            routine.Stai discutendo o stai cazzeggiando?Nel messaggio precedente dici che uno si può comprare un'altro hardware, poi ti fanno presente che non ci sono hw senza drm e tu cosa rispondi? Che non sei paranoico...Sembra di sentire un parlamentare...
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:

            ma io non sono affetto dalla sindrome paranoide

            da tcpa, quindi non mi faccio di questi

            problemi.

            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un

            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella

            tua attività informatica di

            routine.

            Stai discutendo o stai cazzeggiando?

            Nel messaggio precedente dici che uno si può
            comprare un'altro hardware, poi ti fanno presente
            che non ci sono hw senza drm e tu cosa rispondi?
            Che non sei
            paranoico...

            Sembra di sentire un parlamentare...tcpa != drm, se non ti entra nella zucca è un problema tuo.
          • mr_setter scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato
            ma io non sono affetto dalla sindrome
            paranoide da tcpa, quindi non mi faccio di
            questi problemi.
            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un
            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella
            tua attività informatica di routine.Scusami, ma l'uso retorico di rispondere ad una ben precisa domanda con un'altra domanda spostando quindi l'onere della risposta nuovamente a carico dell'interlocutore non attacca.Sai benissimo che ad oggi non esiste nessuna implementazione "attiva" del TC (treacherous computing...) sulle piattaforme attuali (che siano win-mac-linux etc.), per cui e' ovvio che il contesto non esiste.LV&P O)
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: mr_setter
            - Scritto da: avvelenato

            ma io non sono affetto dalla sindrome

            paranoide da tcpa, quindi non mi faccio di

            questi problemi.

            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un

            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella

            tua attività informatica di routine.

            Scusami, ma l'uso retorico di rispondere ad una
            ben precisa domanda con un'altra domanda
            spostando quindi l'onere della risposta
            nuovamente a carico dell'interlocutore non
            attacca.L'ho datto per permetterti di risponderti da solo.
            Sai benissimo che ad oggi non esiste nessuna
            implementazione "attiva" del TC (treacherous
            computing...) sulle piattaforme attuali (che
            siano win-mac-linux etc.), per cui e' ovvio che
            il contesto non
            esiste.

            LV&P O)Ecco, ti sei risposto da solo :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 agosto 2006 18.42-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: mr_setter

            - Scritto da: avvelenato


            ma io non sono affetto dalla sindrome


            paranoide da tcpa, quindi non mi faccio di


            questi problemi.


            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi un


            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato nella


            tua attività informatica di routine.



            Scusami, ma l'uso retorico di rispondere ad una

            ben precisa domanda con un'altra domanda

            spostando quindi l'onere della risposta

            nuovamente a carico dell'interlocutore non

            attacca.

            L'ho datto per permetterti di risponderti da solo.


            Sai benissimo che ad oggi non esiste nessuna

            implementazione "attiva" del TC (treacherous

            computing...) sulle piattaforme attuali (che

            siano win-mac-linux etc.), per cui e' ovvio che

            il contesto non

            esiste.



            LV&P O)

            Ecco, ti sei risposto da solo :)Scusa, ma se tu fossi su un autobus e vedessi uno vicino a te cominciare a montare una pistola.... Non ti preoccuperesti per l'uso che potrebbe farne ???
          • avvelenato scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: mr_setter


            - Scritto da: avvelenato



            ma io non sono affetto dalla sindrome



            paranoide da tcpa, quindi non mi faccio di



            questi problemi.



            Ti invito invece, di rilancio, a mostrarmi
            un



            contesto in cui il tcpa ti ha impacciato
            nella



            tua attività informatica di routine.





            Scusami, ma l'uso retorico di rispondere ad
            una


            ben precisa domanda con un'altra domanda


            spostando quindi l'onere della risposta


            nuovamente a carico dell'interlocutore non


            attacca.



            L'ho datto per permetterti di risponderti da
            solo.




            Sai benissimo che ad oggi non esiste nessuna


            implementazione "attiva" del TC (treacherous


            computing...) sulle piattaforme attuali (che


            siano win-mac-linux etc.), per cui e' ovvio
            che


            il contesto non


            esiste.





            LV&P O)



            Ecco, ti sei risposto da solo :)

            Scusa, ma se tu fossi su un autobus e vedessi uno
            vicino a te cominciare a montare una pistola....
            Non ti preoccuperesti per l'uso che potrebbe
            farne
            ???Sì. Se invece tu in autobus vedessi uno con un saldatore e dei componenti elettronici, penseresti subito che sta cercando di costruire un detonatore, e andresti come un ossesso in giro per l'autobus urlando "Ha una bomba, ha una bomba!"?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato



            Scusa, ma se tu fossi su un autobus e vedessi
            uno

            vicino a te cominciare a montare una pistola....

            Non ti preoccuperesti per l'uso che potrebbe

            farne

            ???

            Sì. Se invece tu in autobus vedessi uno con un
            saldatore e dei componenti elettronici,
            penseresti subito che sta cercando di costruire
            un detonatore, e andresti come un ossesso in giro
            per l'autobus urlando "Ha una bomba, ha una
            bomba!"?No, ovviamente, ma se il tipo fosse invece dentro al mio prossimo Pc (come in questo caso) mi preoccuperei eccome !!!
          • mr_setter scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today
            - Scritto da: avvelenato

            Sai benissimo che ad oggi non esiste nessuna

            implementazione "attiva" del TC (treacherous

            computing...) sulle piattaforme attuali (che

            siano win-mac-linux etc.), per cui e' ovvio che

            il contesto non

            esiste.



            LV&P O)

            Ecco, ti sei risposto da solo :)OK! Linus vs RMS: 1-1Ciao, ;)LV&P O)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus, where do you want to go today
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Esistono tecnologie che contengono in sé il germe
      della corruzione. Ragazzi se questo non è estremismo ideological-religioso...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da:

        - Scritto da: Santos-Dumont

        Esistono tecnologie che contengono in sé il
        germe

        della corruzione.

        Ragazzi se questo non è estremismo
        ideological-religioso...Provo a dirtelo in questi termini: ci sono tecnologie come il software libero che mirano a garantirti la possibilita' di poter studiare, modificare, ridistribuire, vendere, ottenere guadagno da quanto fatto, riutilizzarlo nei modi e tempi che ti fanno comodo.Altre come il DRM mirano a far si che tu abbia delle limitazioni sull'utilizzo, imponendo all'utente come utilizzarlo e impedendogli di utilizzare versioni modificate del software.http://defectivebydesign.org/E' una differenza di filosofia e di vision probabilmento qualcuno ti potra' sembrare un po' touchy quando cercano di infilargli il secondo nel primo dicendo: "Hey that's just business!"eaman
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: Linus, where do you want to go today
        - Scritto da:

        - Scritto da: Santos-Dumont

        Esistono tecnologie che contengono in sé il
        germe

        della corruzione.

        Ragazzi se questo non è estremismo
        ideological-religioso...Ideologico senz'altro, non sono affatto un "pentito" come tanti che si lasciano spingere dalla corrente ma al contrario ritengo che senza un impianto ideale su cui basarci non siamo nulla.L'impianto ideale in questo caso é: libera condivisione delle conoscenze (software e hardware), aspirazione vanificata dall'introduzione dei DRM.Torvalds vuole continuare su quella via perché ha interessi personali in gioco? Padronissimo, chi glielo impedisce? Ma a partire dal momento in cui un sistema operativo implementerà DRM, sia Linux o Windows o qualsiasi altro, passerò a un altro sistema, e come me tanti altri.
        • mr_setter scrive:
          Re: Linus, where do you want to go today
          - Scritto da: Santos-Dumont
          Ideologico senz'altro, non sono affatto un
          "pentito" come tanti che si lasciano spingere
          dalla corrente ma al contrario ritengo che
          senza un impianto ideale su cui basarci non
          siamo nulla.Q U O T O !
          L'impianto ideale in questo caso é: libera
          condivisione delle conoscenze (software e
          hardware), aspirazione vanificata
          dall'introduzione dei DRM.
          Torvalds vuole continuare su quella via perché
          ha interessi personali in gioco?
          Padronissimo, chi glielo impedisce? Ma a
          partire dal momento in cui un sistema
          operativo implementerà DRM, sia Linux
          o Windows o qualsiasi altro, passerò a un
          altro sistema, e come me tanti altri.Esposizione cristallina. Aggiungo solo che nel mentre mr.Linux(Torvalds) si affanna a dimostrare che in fondo DRM: is not evil! LORO (le corporation) stanno gia' incanalando i sistemi commerciali Linux-based a passare obbligatoriamente attraverso la gogna DRM per sopravvivere e quando saranno riusciti a farlo...sentiremo cosa dira' Papa' Linux in merito, sara' interessante!LV&P O)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linus, where do you want to go today

            sopravvivere e quando saranno riusciti a
            farlo...sentiremo cosa dira' Papa' Linux in
            merito, sara'
            interessante!Torvalds è stato troppo tempo negli stati uniti: il cervello gli è diventato un hamburger...
  • Anonimo scrive:
    Leggete i cambiamenti e giudicate voi!
    http://gplv3.fsf.org/gpl3-dd1to2-markup-rationale.pdfQui ci sono TUTTI i cambiamenti di questa bozza, di fatto hanno solo tagliato.Se la parte sui DRM non e' cambiata molto (perche' e' la battaglia principale di questa licenza), la parte sui brevetti (patents) e' cambiata DRASTICAMENTE. Adesso la formulazione e' molto meno restrittiva rispetto a prima, leggetala e non credete a tutto quello che raccontano i media, usate la vostra testa.
    • Alessandrox scrive:
      E' Linus che sbaglia.
      - Scritto da:
      http://gplv3.fsf.org/gpl3-dd1to2-markup-rationale.
      Qui ci sono TUTTI i cambiamenti di questa bozza,
      di fatto hanno solo
      tagliato.

      Se la parte sui DRM non e' cambiata molto
      (perche' e' la battaglia principale di questa
      licenza), la parte sui brevetti (patents) e'
      cambiata DRASTICAMENTE. Adesso la formulazione e'
      molto meno restrittiva rispetto a prima,
      leggetala e non credete a tutto quello che
      raccontano i media, usate la vostra
      testa.Quoto tutto, stavolta e' Linux ad avere la testa DURA.
  • Anonimo scrive:
    X la redazione
    Trovo che indicare la fonte della notizia debba essere un po' piu' precisa. Se il Blog dove Torvalds e' intervenuto e' quello indicato nell'articolo, perche' non mandare anche un link preciso e puntuale alle sue parole cosi' da fare un raffronto e leggere direttamente senza filtri, omissis, e traduzioni varie?Nel blog indicato ci sono migliaia di opinioni tra cui spulciare e trovare le parole di Torvalds sull'argomento e' difficilismo.Mettete un link diretto alle sue parole, quando fate la traduzione.Grazie.
    • mister_xyz scrive:
      Re: X la redazione
      http://tinyurl.com/oqd77Questo è il thread. Inizia con PJ che ha moderato il primo messaggio di Linus perché conteneva parolacce.--------------Ma è ancora col tag OT?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2006 18.27-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: X la redazione
        Ma si può sapere perchè il primo post è stato messo OT??????Si faceva solo una semplice domanda!!!!!
  • Anonimo scrive:
    TORVALDS
    Torvalds è da un pò di tempo che sfarfalla.Del resto Torvalds è x l' Open Sorcio mentre Stallman giustamete purista e contro le contaminazioni è x il Free Software.E in effetti la differenza che c' è tra l' Open Sorcio (voluta da Eric Raymond, Bruce Perens, e apoggiata da Linus Torvalds e solo tollerato da Stallman), e il Free Software di Richard Stallman. E' una differenza di approccio al Sw, di filosofia, e anche se Open Sorcio e Free Software sono vicini, sono in realtà lontani.Un purista non può che essere x il Free-Software in toto per non contaminarsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: TORVALDS
      - Scritto da: Alien.
      Torvalds è da un pò di tempo che sfarfalla.
      Del resto Torvalds è x l' Open Sorcio mentre
      Stallman giustamete purista e contro le
      contaminazioni è x il Free
      Software.
      E in effetti la differenza che c' è tra l' Open
      Sorcio (voluta da Eric Raymond, Bruce Perens, e
      apoggiata da Linus Torvalds e solo tollerato da
      Stallman), e il Free Software di Richard
      Stallman. E' una differenza di approccio al Sw,
      di filosofia, e anche se Open Sorcio e Free
      Software sono vicini, sono in realtà
      lontani.

      Un purista non può che essere x il Free-Software
      in toto per non
      contaminarsi.Insomma, uno Stallmanita Gnulebano :p :p :p
      • Anonimo scrive:
        Re: TORVALDS
        - Scritto da:

        - Scritto da: Alien.

        Torvalds è da un pò di tempo che sfarfalla.

        Del resto Torvalds è x l' Open Sorcio mentre

        Stallman giustamete purista e contro le

        contaminazioni è x il Free

        Software.

        E in effetti la differenza che c' è tra l' Open

        Sorcio (voluta da Eric Raymond, Bruce Perens, e

        apoggiata da Linus Torvalds e solo tollerato da

        Stallman), e il Free Software di Richard

        Stallman. E' una differenza di approccio al Sw,

        di filosofia, e anche se Open Sorcio e Free

        Software sono vicini, sono in realtà

        lontani.



        Un purista non può che essere x il Free-Software

        in toto per non

        contaminarsi.
        Insomma, uno Stallmanita Gnulebano :p :p :p(rotfl)(rotfl)(rotfl)(geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: TORVALDS
      Proprio quello che torvalds denuncia...ormai è Ideologia politica, religione.....che schifo, è un po come vedere il governo Prodi cercare di andare d'accordo con i comunisti (FSF)
      • Anonimo scrive:
        Re: TORVALDS
        - Scritto da:
        Proprio quello che torvalds denuncia...ormai è
        Ideologia politica, religione.....che schifo, è
        un po come vedere il governo Prodi cercare di
        andare d'accordo con i comunisti
        (FSF)Infatti Linus e Gates sono una specie di Rutelli e D'Alema. Il resto degli opensource che vogliono il GPL3 sono fanatici noglobal di Bertinotti. In pratica.
  • Anonimo scrive:
    GPL2 e Gpl3
    Be' mi sento di dissentire con Linus: la GPL v2 e' stata scritta con lo stesso spirito e finalita' della v3 ma allora non c'era il pericolo dei DRM.Non che il DRM sia male in se', questa nuova draft serve a chiarirlo in modo piu' esplicito. Ma se viene implementato per limitare i diritti che la GPL vuole garantire agli utenti allora si si scelga una altra licenza.Stimo molto Linus: piu' come sviluppatore di codice che come 'legislatore' a dire il vero, preferisco che sia Eben Moglen ad occuparsi di questo ultimo aspetto: http://trends.newsforge.com/article.pl?sid=06/07/28/0124234&from=rssQualcuno si ricorda la storia di BitKeeper? http://en.wikipedia.org/wiki/BitKeepereaman(speriamo in una thread poco trolloso intanto...)
    • Anonimo scrive:
      Re: GPL2 e Gpl3
      - Scritto da:
      [...]
      preferisco che sia Eben Moglen ad occuparsi di
      questo ultimo aspetto:
      Già, qualcuno scrive software e qualcun'altro decide cosa puoi/non puoi farci.Peggio dei brevetti...
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL2 e Gpl3
        - Scritto da:
        - Scritto da:


        [...]

        preferisco che sia Eben Moglen ad occuparsi di

        questo ultimo aspetto:



        Già, qualcuno scrive software e qualcun'altro
        decide cosa puoi/non puoi
        farci.
        Peggio dei brevetti...Be' io mi baso su esperienza del lavoro fatto finora. Ci sono tanti kernel e mi sembra che quelo di Linux faccia quanto mi serva. Tantissime licenze, ma il lavoro fatto da Eben e Stallman e' quello che mi convince di piu'.Resta che Linus puo' decedere autonomamente quali licenze utilizzare: a me piacerebbe usasse quelle della FSF.eaman
        • Anonimo scrive:
          Re: GPL2 e Gpl3

          Resta che Linus puo' decedere autonomamente quali
          licenze utilizzare: a me piacerebbe usasse quelle
          della
          FSF.

          eamaninfatti, userà GPLv2.
  • Anonimo scrive:
    Linux ci vede molto in là
    Sebbene sia odiato da molti (me comnpreso) il DRM e la questione dei brevetti sono cose delicate e che in alcuni casi o in alcuni settori ha senso che ci siano. Per questo Linus Torvalds sa che sviluppare software con GPL3 come è concepita ora taglierebbe l'opportunità al S.O. Linux e ad alcuni dei software liberi di svilupparsi e espandersi in certi settori dove sarà necessario integrare il DRM. La domanda è: meglio avere un software libero che usa DRM o dover utilizzare software proprietari con DRM? (ovviammente dove sono espressamente richiesti)GigioP.S. La battaglia dei pro o contro DRM va combattuta in altre sedi (politiche ed economiche) non con le licence.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux ci vede molto in là
      - Scritto da: ...
      La domanda è: meglio avere un software libero che
      usa DRM o dover utilizzare software proprietari
      con DRM? (ovviammente dove sono espressamente
      richiesti)

      GigioIl rischio e' che il software libero non sia poi tanto libero quanto e' adesso per via dell'utilizzo del DRM.O e' libero o e' occupato :PSe e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi aprire/modificare/redistribuire perche' tecnicamente impossibile a causa di limitazioni implementate col drm lo chiameresti ancora libero?Io no: distribuiscilo come shareware|freeware|vattelapesca ma non venirmi a dire che e' free software!E gentilmente: non provare a farlo col _mio_ codice che non mi sta bene ;P
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        Se ho capito bene ci vorrebbero quindi due licenze diverse e poi uno decide?Es: GPL3 e GPL3-DRM?Protrebbe anche essere ...(newbie)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:
          Se ho capito bene ci vorrebbero quindi due
          licenze diverse e poi uno
          decide?
          Es: GPL3 e GPL3-DRM?

          Protrebbe anche essere ...

          (newbie)Usi la GPL 2 (senza includere la possibilità di usare una versione maggiore) ed hai risolto il problema.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        - Scritto da:


        - Scritto da:
        ...

        La domanda è: meglio avere un software libero
        che

        usa DRM o dover utilizzare software proprietari

        con DRM? (ovviammente dove sono espressamente

        richiesti)



        Gigio

        Il rischio e' che il software libero non sia poi
        tanto libero quanto e' adesso per via
        dell'utilizzo del
        DRM.
        O e' libero o e' occupato :P

        Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi
        aprire/modificare/redistribuire perche'
        tecnicamente impossibile a causa di limitazioni
        implementate col drm lo chiameresti ancora
        libero?Il problema, per quello che ne so, è diverso: puoi avere il codice sorgente ma non le chiavi. Torvalds vuole questo, Stallman vuole che l'utente finale abbia anche accesso a queste ultime, rendendo inutile il DRM.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da: eaman
          [cut]
          - Scritto da: Gigio



          Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi

          aprire/modificare/redistribuire perche'

          tecnicamente impossibile a causa di limitazioni

          implementate col drm lo chiameresti ancora

          libero?

          Il problema, per quello che ne so, è diverso:
          puoi avere il codice sorgente ma non le chiavi.
          Torvalds vuole questo, Stallman vuole che
          l'utente finale abbia anche accesso a queste
          ultime, rendendo inutile il
          DRM.Be' io uso/scrivo free software perche' lo posso modificare e cosi possono fare anche gli utenti/altri sviluppatori.Ti quoto Erben sull'argomento: "As a result of this input, section 3 has now been extensively rewritten. The guiding principle in the second draft is whether a technology or its application takes away a user's right to run and modify the code. "Our goal," says Moglen, "is to make as clear as possible that the technology is not in itself a problem -- user disablement in the context of this technology is a problem."Non vorrei pensassi che giro attorno al problema, ma l'idea e' che se viene implementato qualcosa che impedisca agli utenti della GPL di fare cio' che e' negli scopi della GPL allora c'e' un conflitto.Oppure se vuoi: ti conviene svendere i privilegi che ti garantisce la GPL per avere temporaneamente un po' piu' di (presunta) sicurezza e assecondare qualche big che magari per quanto ben intenzionato non sta faendo qualcosa di valido sul lungo periodo?Se il kernel vuole restare libero che si comporti di conseguenza, Linus ha tutto il diritto di fare le sue scelte comunque.eaman
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là

            - Scritto da: eaman
            Oppure se vuoi: ti conviene svendere i privilegi
            che ti garantisce la GPL per avere
            temporaneamente un po' piu' di (presunta)
            sicurezza e assecondare qualche big che magari
            per quanto ben intenzionato non sta faendo
            qualcosa di valido sul lungo
            periodo?

            Se il kernel vuole restare libero che si comporti
            di conseguenza, Linus ha tutto il diritto di fare
            le sue scelte
            comunque.

            eamanQuesto penso sia il punto cruciale su cui sta riflettendo Linus ... effettivamente hai fatto una buona osservazioneGigio
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là

        Io no: distribuiscilo come
        shareware|freeware|vattelapesca ma non venirmi a
        dire che e' free
        software!

        E gentilmente: non provare a farlo col _mio_
        codice che non mi sta bene
        ;Pte la quoto appienocomunque bisogna imparare da openoffice:formato copyleft che ha fatto molto effetto e poco rumore.Bisogna CREARE STANDARD INCOMPATIBILI con il closed source. E' l'unica arma vincente.Penso si possa creare qualcosa di meglio di HDTV ecc...Anzi sarebbe meglio mettere che con i software GPL non sia possibile implementare del DRM
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:


          Io no: distribuiscilo come

          shareware|freeware|vattelapesca ma non venirmi a

          dire che e' free

          software!



          E gentilmente: non provare a farlo col _mio_

          codice che non mi sta bene

          ;P


          te la quoto appieno
          comunque bisogna imparare da openoffice:
          formato copyleft che ha fatto molto effetto e
          poco
          rumore.
          Bisogna CREARE STANDARD INCOMPATIBILI con il
          closed source. E' l'unica arma
          vincente.
          Penso si possa creare qualcosa di meglio di HDTV
          ecc...
          Anzi sarebbe meglio mettere che con i software
          GPL non sia possibile implementare del DRMCosa ? Vorresti creare cosa ? Meglio di HDTV ? Ma che dici ? HDTV opensource ? H.264 opensource ? Ma che stai dicendo ? Ma di che parli ? Blu-Ray , HD-DVD, la PS3, XBox360, Nintendo ViiV .. che fai, le fai tutte open-source ? Ah, sì, visto che ci sei fai pure le CPU open-source e GPL , eh ? Ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là

            Ah, sì, visto che ci sei fai pure le CPU
            open-source e GPL , eh ?L'open source ha molto più senso per l'hardware che per il software. Il secondo si copia dalla notte dei tempi, il primo costa ancora uno sproposito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da:

            Ah, sì, visto che ci sei fai pure le CPU

            open-source e GPL , eh ?

            L'open source ha molto più senso per l'hardware
            che per il software. Il secondo si copia dalla
            notte dei tempi, il primo costa ancora uno
            sproposito.Ecco, gente come te è un pericolo per la società. Sapete solo distruggere, odiate la proprietà privata. Il vostro è neo-comunismo e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là

            Ecco, gente come te è un pericolo per la società.
            Sapete solo distruggere, odiate la proprietà
            privata. Il vostro è neo-comunismo e
            basta.Ma per favore, ancora questa vecchia storia del comunismo. Ecco perché vi piacciono le tecnologie closed: avete anche il cervello in questo stato.Vi vedete come esseri a sé stanti, non parte di un'umanità che sta cercando di evolversi. E l'unico modo per evolversi è condividere le conoscenze, le conquiste.Ma questo discorso è completamente inutile, perché gli egoisti come te non vedono più in là del proprio naso e inscatolano tutti coloro che non hanno una visione egoistica/semplicistica in box con scritto COMUNISTA, quando in realtà esistono tante di quelle sfumature di pensiero (il bello dell'umanità!!!) che non ti basterebbero 10 vite per analizzarle tutte!Che tristezza....
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là

            Ah, sì, visto che ci sei fai pure le CPU
            open-source e GPL , eh ?http://en.wikipedia.org/wiki/Open_source_hardware
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da:

            Ah, sì, visto che ci sei fai pure le CPU

            open-source e GPL , eh ?

            http://en.wikipedia.org/wiki/Open_source_hardwareEh, che conquista, eh! L'hardware di stampo comunista '68ino... ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là

            Eh, che conquista, eh! L'hardware di stampo
            comunista '68ino... ma per favore
            !http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1602577&id=1598963&r=PI
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        - Scritto da:
        Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi
        aprire/modificare/redistribuire perche'
        tecnicamente impossibile a causa di limitazioni
        implementate col drm lo chiameresti ancora
        libero?Ma non è così! Le aziende che usano il drm+Linux rilasciano i sorgenti! (vedi TiVo che ho citato in un altro messaggio)La questione è che con il DRM non puoi installare su quel dispositivo copie non firmate di Linux. In parole povere non puoi modificare il software che vi è sopra. E a Stallman e FSF questo non sta bene, secondo me a torto.
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi

          aprire/modificare/redistribuire perche'

          tecnicamente impossibile a causa di limitazioni

          implementate col drm lo chiameresti ancora

          libero?

          Ma non è così! Le aziende che usano il drm+Linux
          rilasciano i sorgenti! (vedi TiVo che ho citato
          in un altro
          messaggio)
          La questione è che con il DRM non puoi installare
          su quel dispositivo copie non firmate di Linux.
          In parole povere non puoi modificare il software
          che vi è sopra. E a Stallman e FSF questo non sta
          bene, secondo me a
          torto.Hai espresso il nodo cruciale in poche parole, grazie. Io invece sono totalmente d'accordo con Stallman: non potendo modificare il software su quel determinato dispositivo, viene meno il significato del free software.
          • avvelenato scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi


            aprire/modificare/redistribuire perche'


            tecnicamente impossibile a causa di
            limitazioni


            implementate col drm lo chiameresti ancora


            libero?



            Ma non è così! Le aziende che usano il drm+Linux

            rilasciano i sorgenti! (vedi TiVo che ho citato

            in un altro

            messaggio)

            La questione è che con il DRM non puoi
            installare

            su quel dispositivo copie non firmate di Linux.

            In parole povere non puoi modificare il software

            che vi è sopra. E a Stallman e FSF questo non
            sta

            bene, secondo me a

            torto.

            Hai espresso il nodo cruciale in poche parole,
            grazie. Io invece sono totalmente d'accordo con
            Stallman: non potendo modificare il software su
            quel determinato dispositivo, viene meno il
            significato del free
            software.Non è esatto. Il software lo puoi modificare. Se poi la macchina non ti dà i permessi di esecuzione è un altro discorso, indipendente dal software.Se non ti sta bene, prenditi i sorgenti, modificateli, compila, e costruisciti un hardware che possa eseguire il tutto. In fondo è generalmente alla portata di uno smanettone.
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Santos-Dumont



            - Scritto da:





            - Scritto da:






            Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi



            aprire/modificare/redistribuire perche'



            tecnicamente impossibile a causa di

            limitazioni



            implementate col drm lo chiameresti ancora



            libero?





            Ma non è così! Le aziende che usano il
            drm+Linux


            rilasciano i sorgenti! (vedi TiVo che ho
            citato


            in un altro


            messaggio)


            La questione è che con il DRM non puoi

            installare


            su quel dispositivo copie non firmate di
            Linux.


            In parole povere non puoi modificare il
            software


            che vi è sopra. E a Stallman e FSF questo non

            sta


            bene, secondo me a


            torto.



            Hai espresso il nodo cruciale in poche parole,

            grazie. Io invece sono totalmente d'accordo con

            Stallman: non potendo modificare il software su

            quel determinato dispositivo, viene meno il

            significato del free

            software.


            Non è esatto. Il software lo puoi modificare. Se
            poi la macchina non ti dà i permessi di
            esecuzione è un altro discorso, indipendente dal
            software.Non sono d'accordo che sia un altro discorso. Anzi, è proprio il motivo per cui è nato il free software:http://www.oreilly.com/openbook/freedom
            Se non ti sta bene, prenditi i sorgenti,
            modificateli, compila, e costruisciti un hardware
            che possa eseguire il tutto. In fondo è
            generalmente alla portata di uno
            smanettone.Non vedo perché dovrei costruirmi da zero un hardware differente da quello che è già in mio possesso. Reclamo il diritto di smanettare con quel che ho già disponibile.
          • avvelenato scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da: Santos-Dumont

            - Scritto da: avvelenato



            - Scritto da: Santos-Dumont





            - Scritto da:







            - Scritto da:








            Se e' rilasiato con GPL v2 ma non lo puoi




            aprire/modificare/redistribuire perche'




            tecnicamente impossibile a causa di


            limitazioni




            implementate col drm lo chiameresti ancora




            libero?







            Ma non è così! Le aziende che usano il

            drm+Linux



            rilasciano i sorgenti! (vedi TiVo che ho

            citato



            in un altro



            messaggio)



            La questione è che con il DRM non puoi


            installare



            su quel dispositivo copie non firmate di

            Linux.



            In parole povere non puoi modificare il

            software



            che vi è sopra. E a Stallman e FSF questo
            non


            sta



            bene, secondo me a



            torto.





            Hai espresso il nodo cruciale in poche parole,


            grazie. Io invece sono totalmente d'accordo
            con


            Stallman: non potendo modificare il software
            su


            quel determinato dispositivo, viene meno il


            significato del free


            software.





            Non è esatto. Il software lo puoi modificare. Se

            poi la macchina non ti dà i permessi di

            esecuzione è un altro discorso, indipendente dal

            software.

            Non sono d'accordo che sia un altro discorso.
            Anzi, è proprio il motivo per cui è nato il free
            software:
            http://www.oreilly.com/openbook/freedom


            Se non ti sta bene, prenditi i sorgenti,

            modificateli, compila, e costruisciti un
            hardware

            che possa eseguire il tutto. In fondo è

            generalmente alla portata di uno

            smanettone.

            Non vedo perché dovrei costruirmi da zero un
            hardware differente da quello che è già in mio
            possesso. Reclamo il diritto di smanettare con
            quel che ho già
            disponibile.Lo puoi fare. Smontalo e divertiti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da: Santos-Dumont[cut]
            Hai espresso il nodo cruciale in poche parole,
            grazie. Io invece sono totalmente d'accordo con
            Stallman: non potendo modificare il software su
            quel determinato dispositivo, viene meno il
            significato del free
            software.Sembra che siamo arrivati ad un punto cruciale.A riguardo posto qunato leggo dalla GPL v3 sull'argomento "tivo": The Corresponding Source also includes any encryption or authorization keys necessary to install and/or execute modifiedversions from source code in the recommended or principal context ofuse, such that they can implement all the same functionality in thesame range of circumstances. (For instance, if the work is a DVDplayer and can play certain DVDs, it must be possible for modifiedversions to play those DVDs. If the work communicates with an onlineservice, it must be possible for modified versions to communicate withthe same online service in the same way such that the service cannotdistinguish.) A key need not be included in cases where use of thework normally implies the user already has the key and can read andcopy it, as in privacy applications where users generate their ownkeys. However, the fact that a key is generated based on the objectcode of the work or is present in hardware that limits its use doesnot alter the requirement to include it in the Corresponding Source.----eaman
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux ci vede molto in là
      Volevo incentrare il discorso di questo post sulla scelta di Linus in ottiva dello sviluppo del kernel Linux.O meglio: può essere che GPL3 così come è concepita danneggi Linux nella sua espansione in certi settori? Che gli venvano preclusi certi ambiti di applicazioni?Qualcuno sa argomentare la risposta a questa domanda?La domanda può essere posta in maniera più colorita:- Non è che succede che si fa come l'uomo che si è tagliato le p a l l_e per far dispetto alla moglie?Gigio@^
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        Risposta presa da un altro post che mi sembra attinente a quello che volevo dire io. Gigio"... Ad esempio TiVo usa Linux e fornisce le modifiche. Però sul suo apparecchio puoi far girare solo versioni di Linux firmate. E quindi non puoi sostituire il software. Però puoi prendere i pezzi e usare il loro software per farti il tuo apparecchio.Anche le macchine per il voto se Linux adottasse la GPL3 non potrebbero avere un drm che prevenga di installare versioni modificate per truccare il voto.Lui dice: con questa licenza si limiterebbe l'uso di Linux e quindi non la adotto. La GPL2 non pone vincoli all'uso.Alla fine Linux con la GPL3 sarebbe meno attraente per l'industria, non per questioni di carattere tecnico, ma per scelte ideologiche."
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        - Scritto da:
        O meglio: può essere che GPL3 così come è
        concepita danneggi Linux nella sua espansione in
        certi settori? Che gli venvano preclusi certi
        ambiti di
        applicazioni?Certo che è così. La GPL2 non limita l'uso in nessun modo. Con questa licenza invece ci sono limiti anche per l'utilizzo. Tutti quei settori dove il drm è necessario (es: le macchine per votare) non potranno adottare Linux.E in un mondo dove il digitale sta diventando un mercato in forte espansione questo non è un bene.Ma per fortuna Linus l'ha capito e si tiene la GPL vecchia. Nonostante i 300 GNU/Rompiscatole che gli dicono che non ha capito niente della GPL3.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          Esatto, inoltre io credo che Linus abbia dimostrato di vedere le cose in maniera obiettiva e pragmatica, facendo sempre delle buone scelte. Credo dovrebbero dargli molto più peso quando parla,non è per niente uno stupido e non vuole arrivare a guerre di religione informatica che non producono niente di buono.Gigio
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:
          Ma per fortuna Linus l'ha capito e si tiene la
          GPL vecchia. Nonostante i 300 GNU/Rompiscatole
          che gli dicono che non ha capito niente della
          GPL3.Hemm, e' un argomento un po' complesso che non adrebbe trattato con questo tono...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da:
            Hemm, e' un argomento un po' complesso che non
            adrebbe trattato con questo
            tono...
            Almeno lui qualcosa ha detto, tu invece hai scritto questo bel messaggio per dire il nulla più assoluto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là


            Hemm, e' un argomento un po' complesso che non

            adrebbe trattato con questo

            tono...



            Almeno lui qualcosa ha detto, tu invece hai
            scritto questo bel messaggio per dire il nulla
            più
            assoluto.Invece qualcosa l'ha detto: ha sottolineato la maleducazione del posto di cui sopra.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:
          Certo che è così. La GPL2 non limita l'uso in
          nessun modo. Con questa licenza invece ci sono
          limiti anche per l'utilizzo.Ma non e' vero.
          Tutti quei settori dove il drm è necessario (es:
          le macchine per votare) non potranno adottare
          Linux.Falso anche questo: basta stampare la chiave su carta sul retro della macchina e sarebbe perfettamente compatibile con la GPLv3, con una garanzia in piu' per gli utenti
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là


          Tutti quei settori dove il drm è necessario (es:
          le macchine per votare) non potranno adottare
          Linux.Alle ultime elezioni si è sperimentato il voto elettronico con knoppix
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là
        - Scritto da:
        Volevo incentrare il discorso di questo post
        sulla scelta di Linus in ottiva dello sviluppo
        del kernel
        Linux.
        O meglio: può essere che GPL3 così come è
        concepita danneggi Linux nella sua espansione in
        certi settori? Che gli venvano preclusi certi
        ambiti di
        applicazioni?Be' non e' che la diffusione di linux di per se sia questo evento megagalattico: se domani si facesse una gabala con cui Microsoft potesse usare il kernel di Linux coi suoi os rilasciati sotto EULA attuale saremmo tutti piu' contenti?(Si noti che questo significherebbe non poter piu' gestire il sotware "Linux" cosi' come si fa ora in modo "libero": diventerebbe soggetto alle regole dell'EULA ;P )Hey diffusione garantita!Oppure: se una mega azienda volesse svilppare una soluzione informatica che: a) renda la piattaforma completamente chiusa b) renda assolutamente impossibile condividere liberamente quello di cui si tratta c) Solo licenza d'uso: nessun trasferimento della proprieta' all'utente che ne puo' usufruire esclusivamente (modi,tempi,tutto...) come previsto dal venditore. Per un modello in cui l'utente e' totalmente passivo e alla mercee del venditore senza nessuna possibilita' di uscirne. d) implementi un modello di sicurezza basato sull'offuscamento piuttosto che sull'apertura...be in questo caso se Linux non fosse un elemento di questa piattaforma io non mi preoccuperi ;)Direi che gli scopi di questo applicazione mal si abbinano a quelli della GPL.Insomma: ma se il TIVO non potesse 'scroccare' il software libero per realizzare una piattaforma di distribuzione multimediale in cui l'utente e' incapace di far girare quello che gli pare (= i suoi materiali, utilizzare i formati che gli pare, saltare i contenuti che non gli interessano, ecc..) sarei cosi' dispiaciuto?Mi conviene rinunciare alla possibilita' di poter avere una piattaforma "libera al 100%" per poter dire che il mio kernel gira anche li', anche se poi non e' che ci possa fare gran che dato che e' tutto chiuso...

        Qualcuno sa argomentare la risposta a questa
        domanda?

        La domanda può essere posta in maniera più
        colorita:
        - Non è che succede che si fa come l'uomo che si
        è tagliato le p a l l_e per far dispetto alla
        moglie?Non vorrei che questo per farsi la vicina di casa finisse per divorziare con la moglie e mandare in vacca la famiglia piuttosto.eaman

        Gigio

        @^
        • avvelenato scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:


          - Scritto da:

          Volevo incentrare il discorso di questo post

          sulla scelta di Linus in ottiva dello sviluppo

          del kernel

          Linux.

          O meglio: può essere che GPL3 così come è

          concepita danneggi Linux nella sua espansione in

          certi settori? Che gli venvano preclusi certi

          ambiti di

          applicazioni?
          Be' non e' che la diffusione di linux di per se
          sia questo evento megagalattico: se domani si
          facesse una gabala con cui Microsoft potesse
          usare il kernel di Linux coi suoi os rilasciati
          sotto EULA attuale saremmo tutti piu'
          contenti?
          (Si noti che questo significherebbe non poter
          piu' gestire il sotware "Linux" cosi' come si fa
          ora in modo "libero": diventerebbe soggetto alle
          regole dell'EULA ;P
          )
          Hey diffusione garantita!

          Oppure: se una mega azienda volesse svilppare una
          soluzione informatica
          che:

          a) renda la piattaforma completamente chiusa

          b) renda assolutamente impossibile condividere
          liberamente quello di cui si tratta


          c) Solo licenza d'uso: nessun trasferimento
          della proprieta' all'utente che ne puo' usufruire
          esclusivamente (modi,tempi,tutto...) come
          previsto dal venditore. Per un modello in cui
          l'utente e' totalmente passivo e alla mercee del
          venditore senza nessuna possibilita' di
          uscirne.

          d) implementi un modello di sicurezza basato
          sull'offuscamento piuttosto che
          sull'apertura

          ...be in questo caso se Linux non fosse un
          elemento di questa piattaforma io non mi
          preoccuperi
          ;)

          Direi che gli scopi di questo applicazione mal si
          abbinano a quelli della
          GPL.

          Insomma: ma se il TIVO non potesse 'scroccare' il
          software libero per realizzare una piattaforma di
          distribuzione multimediale in cui l'utente e'
          incapace di far girare quello che gli pare (= i
          suoi materiali, utilizzare i formati che gli
          pare, saltare i contenuti che non gli
          interessano, ecc..) sarei cosi'
          dispiaciuto?

          Mi conviene rinunciare alla possibilita' di poter
          avere una piattaforma "libera al 100%" per poter
          dire che il mio kernel gira anche li', anche se
          poi non e' che ci possa fare gran che dato che e'
          tutto
          chiuso...
          Ma tu non rinunci ad un bel niente.Se il tizio si prende i sorgenti di Linux per farci il TiVo, in base alla gpl2 è costretto a rilasciare pubblicamente il sorgente, modifiche comprese. Se poi sul tivo non ci gira nient'altro apparte il linux così modificato e firmato digitalmente, insomma quello "originale", è una questione di hardware, se non ti stà bene puoi sempre prenderti i sorgenti, farci le modifiche che vuoi, e far girare il tutto sull'hardware di tua scelta.E' in questo modo che hai la massima libertà, perché puoi accedere ai contributi dei coders "commerciali", tipo TiVo. Con la GPL3 linux non verrebbe neanche preso in considerazione, e quindi non avresti modo di usufruire delle eventuali modifiche apportate da tivo.



          Qualcuno sa argomentare la risposta a questa

          domanda?



          La domanda può essere posta in maniera più

          colorita:

          - Non è che succede che si fa come l'uomo che
          si

          è tagliato le p a l l_e per far dispetto alla

          moglie?
          Non vorrei che questo per farsi la vicina di casa
          finisse per divorziare con la moglie e mandare in
          vacca la famiglia
          piuttosto.

          eaman



          Gigio



          @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da: avvelenato
            Ma tu non rinunci ad un bel niente.
            Se il tizio si prende i sorgenti di Linux per
            farci il TiVo, in base alla gpl2 è costretto a
            rilasciare pubblicamente il sorgente, modifiche
            comprese.Sbagli: moduli non essenziali al funzionamento del SW (es. crittografici) possono rimanere binari.Inoltre io posso rilasciare il sorgente, ma coprirlo con brevetto.
          • avvelenato scrive:
            Re: Linux ci vede molto in là
            - Scritto da:

            - Scritto da: avvelenato


            Ma tu non rinunci ad un bel niente.

            Se il tizio si prende i sorgenti di Linux per

            farci il TiVo, in base alla gpl2 è costretto a

            rilasciare pubblicamente il sorgente, modifiche

            comprese.

            Sbagli: moduli non essenziali al funzionamento
            del SW (es. crittografici) possono rimanere
            binari.questa mi mancava, ma mi sembra ovvio. Altrimenti costringeresti a dover usare, ad esempio, encoders opensource per ogni so opensource, non sempre in grado di pareggiare coi rivali closed, e rendendo incompatibile il prodotto con documenti encodati con codec closed. E di parallelo costringeresti ogni distro ad includere solo sw gpl, che é un'assurdità. Linux non è la guerra ideologica di Stallman.
            Inoltre io posso rilasciare il sorgente, ma
            coprirlo con
            brevetto.Non in Europa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:
          Mi conviene rinunciare alla possibilita' di poter
          avere una piattaforma "libera al 100%"Rinunci a cosa? Mica te lo ordina il dottore di comprare il TiVo. Il software ce l'hai, le modifiche fatte da tivo anche, ti assembli i pezzi e ne fai uno da te. Altrimenti questa freedom of speech a che ti serve? Mi sa che invece un sacco di gente è contraria a questo tipo di protezioni per fini che hanno poco a che fare con la freedom of speech...
    • mr_setter scrive:
      Re: Linux ci vede molto in là
      - Scritto da:
      P.S. La battaglia dei pro o contro DRM va
      combattuta in altre sedi (politiche ed
      economiche) non con le
      licence.C'e' solo un lieve particolare da tenere presente. Le maggiori industrie e major mondiali non chiedono il tuo od il mio parere nell'implementare o meno il DRM nei loro prodotti/dispostivi: lo fanno semplicemente e basta!! Se tu che ti devi adattare al loro diktat e NON viceversa. Il che mi pare pone le questione in un'ottica di lotta globale al DRM. In tutte le sedi ed in tutte le modalita' che si possono concepire come utenti/consumatori cui - di fatto - non e' dato modo di conoscere prima ancora che esprimersi su tali importantissimi argomenti!!!LV&P O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux ci vede molto in là

        Le maggiori industrie e major mondiali
        non chiedono il tuo od il mio parere
        nell'implementare o meno il DRM nei loro
        prodotti/dispostivi: lo fanno semplicemente e
        basta!! Se tu che ti devi adattare al loro diktat
        e NON viceversa.E io che pensavo di poter fare a meno di comprare roba con il DRM, che ingenuo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux ci vede molto in là
          - Scritto da:
          E io che pensavo di poter fare a meno di comprare
          roba con il DRM, che ingenuo...Infatti.Ti sfuggiva, poverino, che la scelta non è tracomprare roba con il DRM e roba senza DRM, matra roba con DRM e ...non comprare affatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux ci vede molto in là
      Senza offesa, ma dopo il pasticcio con Bitkeeper non è che mi fidi molto del giudizio di Linus per cose non strettamente tecniche.Mi sembra che il suo approccio sia: "quando mi scontro con il problema, allora penso come risolverlo".Non esattamente lungimirante...
  • Anonimo scrive:
    adesso
    anche il papà di linux lo afferama publicamente:"Oggi, secondo Torvalds, la FSF sta utilizzando la propria licenza per imporre la propria visione ideologica su temi delicatissimi come il DRM e i brevetti."La GPL3 è assai inferiore all'attuale GPL2. Ha perso il proprio senso di imparzialità, divenendo una sorta di manganello buono soltanto per le politiche estremiste della FSF", ha aggiunto severo Torvalds. "(..) Io penso che la GPL2 sia nettamente migliore, e questo perché permette di lavorare insieme senza fare (del software libero, NdR) una religione"si respira troppo aria di religione, parzialità e politiche estremiste intorno all'oss.quello che doveva essere uno strumenento di libertà ha finito per essere una prigione ideologica su cui far nascere pregiudizi e estremismi.
    • Anonimo scrive:
      Re: adesso
      Questione di punti di vista...Per esempio io non ho nulla contro il software proprietario e con i DRM. Però per chi usa sfacciatamente software GPL per creare software chiuso senza rilasciare i sorgenti, beh, una riapertura dei gulag siberiani non guasterebbe... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: adesso
        - Scritto da:
        Questione di punti di vista...
        Per esempio io non ho nulla contro il software
        proprietario e con i DRM. Però per chi usa
        sfacciatamente software GPL per creare software
        chiuso senza rilasciare i sorgenti, beh, una
        riapertura dei gulag siberiani non guasterebbe...

        :DLa questione comunque non è questa. Ad esempio TiVo usa Linux e fornisce le modifiche. Però sul suo apparecchio puoi far girare solo versioni di Linux firmate. E quindi non puoi sostituire il software. Però puoi prendere i pezzi e usare il loro software per farti il tuo apparecchio.Anche le macchine per il voto se Linux adottasse la GPL3 non potrebbero avere un drm che prevenga di installare versioni modificate per truccare il voto.Lui dice: con questa licenza si limiterebbe l'uso di Linux e quindi non la adotto. La GPL2 non pone vincoli all'uso.Alla fine Linux con la GPL3 sarebbe meno attraente per l'industria, non per questioni di carattere tecnico, ma per scelte ideologiche.
      • Anonimo scrive:
        Re: adesso
        - Scritto da:
        Questione di punti di vista...
        Per esempio io non ho nulla contro il software
        proprietario e con i DRM. Però per chi usa
        sfacciatamente software GPL per creare software
        chiuso senza rilasciare i sorgenti, beh, una
        riapertura dei gulag siberiani non guasterebbe...

        :DIl software opensource che funziona è quello sviluppato dalle stesse multinazionali, come Firefox.Quindi...
        • Anonimo scrive:
          Re: adesso

          Il software opensource che funziona è quello
          sviluppato dalle stesse multinazionali, come
          Firefox.
          Quindi...Quindi che? al posto del cervello hai una scatoletta di tonno?Omissis (apple) (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso
            - Scritto da:

            Il software opensource che funziona è quello

            sviluppato dalle stesse multinazionali, come

            Firefox.

            Quindi...

            Quindi che? al posto del cervello hai una
            scatoletta di
            tonno?

            Omissis (apple) (linux)La tua di scatoletta deve essere da 100mg...
    • Anonimo scrive:
      Re: adesso

      si respira troppo aria di religione, parzialità e
      politiche estremiste intorno
      all'oss.forse volevi dire "intorno al free software", perche l'open source non ha mai avuto questo clima ;)
      quello che doveva essere uno strumenento di
      libertà ha finito per essere una prigione
      ideologica su cui far nascere pregiudizi e
      estremismi.Il software libero al giorno d'oggi _e'_ancora_ un'idea radicale che necessita di posizioni forti, e sembra proprio che cambiera'...Non che ci sia gran differenza con tutti gli altri momenti quando si spingeva a sacrificare un po' delle liberta' che garantisce la GPL per "semplificare|rendere piu' appetibile| diffondere piu' im fretta'...
    • Alessandrox scrive:
      Re: adesso
      Fammi capire: la GPL3 non va bene perche' lo dice Linus o perche' avendola letta e compresa non ti soddisfa?- Scritto da:
      anche il papà di linux lo afferama publicamente:
      "Oggi, secondo Torvalds, la FSF sta utilizzando
      la propria licenza per imporre la propria visione
      ideologica su temi delicatissimi come il DRM e i
      brevetti.
      "La GPL3 è assai inferiore all'attuale GPL2. Ha
      perso il proprio senso di imparzialità, divenendo
      una sorta di manganello buono soltanto per le
      politiche estremiste della FSF", ha aggiunto
      severo Torvalds. "(..) Io penso che la GPL2 sia
      nettamente migliore, e questo perché permette di
      lavorare insieme senza fare (del software libero,
      NdR) una
      religione"
      si respira troppo aria di religione, parzialità e
      politiche estremiste intorno
      all'oss.
      quello che doveva essere uno strumenento di
      libertà ha finito per essere una prigione
      ideologica su cui far nascere pregiudizi e
      estremismi.
      • Anonimo scrive:
        Re: adesso
        - Scritto da:

        - Scritto da: Alessandrox

        Fammi capire: la GPL3 non va bene perche' lo
        dice

        Linus o perche' avendola letta e compresa

        e già chi non è d'accordo è perchè non ha capito
        le cose :( che
        troll


        non ti

        soddisfa?

        non va bene perchè si pone in una posizione
        ideologica forte sfiorando la religiosità
        estremista.ok, non l'hai letta.basta dirlo, he!mica ti scanniamo se parli per sentito dire, figurati...qui dentro lo fanno in molti... O) ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: adesso
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: Alessandrox


          Fammi capire: la GPL3 non va bene perche' lo

          dice


          Linus o perche' avendola letta e compresa



          e già chi non è d'accordo è perchè non ha capito

          le cose :( che

          troll




          non ti


          soddisfa?



          non va bene perchè si pone in una posizione

          ideologica forte sfiorando la religiosità

          estremista.

          ok, non l'hai letta.
          basta dirlo, he!ok non vuoi discutere se prima non ti cito a memoria la gpl3
          mica ti scanniamo se parli per sentito dire,
          figurati...qui dentro lo fanno in
          molti...tu sei il primo.non basta leggere la licenza e impararla a memoria bisogna anche sforzarsi di ragionarci su.ma non ti affannare troppo a portare argomentazioni dalle tue parti non si usa

          O) ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso

            tu sei il primo.
            non basta leggere la licenza e impararla a
            memoria bisogna anche sforzarsi di ragionarci
            su.
            ma non ti affannare troppo a portare
            argomentazioni dalle tue parti non si
            usa




            O) ciao.
            hummm 11.02 e 12.02... 1 ora...si, forse adesso l'hai letta....ok, adesso che sai cosa dice quella licenza, finalmente, ci vuoi dire cosa non ti soddisfa senza fare tanti giri di parole? ci vuoi dire dove sembra evangelizzata?vogliamo i punti precisi, non "secondo me", o scuse come"e già chi non è d'accordo è perchè non ha capito le cose :( che troll"o"non va bene perchè si pone in una posizioneideologica forte sfiorando la religiosità estremista" senza dire perchè e percome.grazie.(questo sarebbe un forum di tecnici, capisci che tanti giri di parole non servono ad una cippa qui?)(e l'insulto e l'attacco è un vecchio trucchetto inutile, se vuoi dialogare facciamolo, se vuoi fare la vittima vai su www.pokemon.com o posti del genere, qui non funziona.e te lo dico senza nessuna intenzione di provocare.)
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso
            - Scritto da:

            tu sei il primo.

            non basta leggere la licenza e impararla a

            memoria bisogna anche sforzarsi di ragionarci

            su.

            ma non ti affannare troppo a portare

            argomentazioni dalle tue parti non si

            usa







            O) ciao.



            hummm 11.02 e 12.02... 1 ora...
            si, forse adesso l'hai letta....le tue insinuazioni sono degno di un troll

            ok, adesso che sai cosa dice quella licenza,si mago otelma
            finalmente, ci vuoi dire cosa non ti soddisfa
            senza fare tanti giri di parole?più chiaro di come sono stato è difficile ma capisco che senza disegnini non tutti possono comprenderlo
            ci vuoi dire
            dove sembra
            evangelizzata?dove ho usato la parola "evangelizzata"?
            vogliamo i punti precisi, non "secondo me", o
            scuse
            come
            "e già chi non è d'accordo è perchè non ha capito
            le cose :( che
            troll"sei tu che offendi la gente con insinuazioni varie e poi provi a fare retorica spiccia
            o
            "non va bene perchè si pone in una posizione
            ideologica forte sfiorando la religiosità
            estremista" senza dire perchè e
            percome.la prossima volta leggili i post

            grazie.

            (questo sarebbe un forum di tecnici, capisci che
            tanti giri di parole non servono ad una cippa
            qui?)giri di parole?più esplicito di così si muore caro mio.l'unico che fa giri di retorica sei tu per evitare di argomentare
            (e l'insulto e l'attacco è un vecchio trucchetto
            inutile,dove ti ho insultato?o magari sei tu che apri i post dicendo che gli altri non hanno capito e che non hanno letto la licenza parlando in malafede
            se vuoi dialogare facciamolo,non mi sembra tu voglia dialogare
            se vuoi
            fare la vittima vai su www.pokemon.com o posti
            del genere, qui non
            funziona.funzionano invece i tuoi sofisfi da bottega?
            e te lo dico senza nessuna intenzione di
            provocare.)giri di parole gli stai a fare tu.se hai letto l'articolo i miei post e la licenza hai capito benissimo di cosa sto parlando, se invece preferisci non rispondere e continuare a menar il can pel l'aia allora tanti saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso


            (e l'insulto e l'attacco è un vecchio trucchetto

            inutile,

            dove ti ho insultato?
            o magari sei tu che apri i post dicendo che gli
            altri non hanno capito e che non hanno letto la
            licenza parlando in
            malafedeerroremi sono espresso male, sarà più chiaro a scanso di equivoci:non sei tu a parlare in malafede (nel senso che non lo so quindi non mi esprimo) ma attribuisci a me l'azione di parlare male della licenza senza averla letta, quindi attribuisci a me la malafede di parlare a vanvera.il chiarimento era d'obbligo perchè la frase era ambigua.questo non toglie che trovo fastidioso il tuo continuo insinuare che non ho letto la licenza, che non la conosco e che posto senza sapere le cose.mago otelma escluso non credo che qualcuno possa sapere cosa ho letto e cosa no da dietro un monitor a km di distanza o sbaglio?
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso
            qui o si fa il giochetto delle personalità multiple o ci sono più persone che scrivono a nome di una.ora, aldilà di qualsiasi considerazione, vorresti (chiunque o qualunque tu sia) cortesemente dirmi DOVE LA LICENZA NON TI SODDISFA? perchè non è ancora chiaro/nessuno l'ha ancora detto. grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso
            - Scritto da:
            qui o si fa il giochetto delle personalità
            multiple o ci sono più persone che scrivono a
            nome di
            una.no, ma perchè devi vedere sempre situazioni al limite?doppia personalita? e cosa ti fa pensare che abbia doppia personalità?

            ora, aldilà di qualsiasi considerazione, vorresti
            (chiunque o qualunque tu siasono sempre lo stesso e non capisco perchè dubiti anche di questo:(
            ) cortesemente
            dirmi
            DOVE LA LICENZA NON TI SODDISFA?
            perchè non è ancora chiaro/nessuno l'ha ancora
            detto.http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1599569&id=1598963&r=PIsono stato chiaro secondo me, se non basta allora non so più che risponderti ma mi piacerebbe che invece argomentassi sul perchè il blocco che si impone verso il drm non è limitatito ed estremista


            grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: adesso
            e ancora (ma sono sempre io) per dare qualche spunto di discussione che ci schiodi dal nostro empasse oltre che spiegarmi perchè sei convinto che io non abbia letto la gpl3 e in malafede mi ostini a voler nascondere questa mancaza potresti anche dirmi perchè secondo te il drm è va demonizato?è vero o no che la gpl3 così come è pone dei seri obblighi contro il drm?per analogia per chiarire la mia posizione si può pensare al p2p e alla lotta che i governi muovono ad esso.esistono condanne (o comunque accordi per evitare queste) a programmatori che hanno sviluppato sw p2p quasi come il p2p sia di per se il male, lasciando stare tutto il resto è ovvio che il male non è il p2p ne il sw per il p2p al limite l'uso che se ne fa.lo stesso vale per il drm pensare di escludere forzatamente il drm con limiti imposti dalla gpl3 sarebbe sparare a zero su una tecnologia che di per se non è il male, da qui le mie critiche (e mi pare di capire anche quelle di linus), da qui l'idea che certe fazioni interne all'oss stiano estremizzando troppo.parliamone se vuoi, sono disposto a cambiare idea ma per favore finiscila di insinuare che non ho letto la gpl3.spero di essermi chiarito
        • Anonimo scrive:
          Re: adesso
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: Alessandrox


          Fammi capire: la GPL3 non va bene perche' lo

          dice


          Linus o perche' avendola letta e compresa



          e già chi non è d'accordo è perchè non ha capito

          le cose :( che

          troll




          non ti


          soddisfa?



          non va bene perchè si pone in una posizione

          ideologica forte sfiorando la religiosità

          estremista.

          ok, non l'hai letta.
          basta dirlo, he!
          mica ti scanniamo se parli per sentito dire,
          figurati...qui dentro lo fanno in
          molti...Già già... però a pensarci bene è un po' come i lettori di "La Repubblica" che leggono delle notizie che dovrebbero essere notizie ma che in realtà sono poco notizia e tanta opinione.
    • Anonimo scrive:
      Re: adesso
      Il problema è che i soldi sono soldi! A parte scrivere delle (quasi) fesserie, è ovvio che le persone tendono a tutelare il proprio lavoro. L'importante è non esagerare, dando il giusto contributo senza creare sia monopoli che figure che lucrano senza fare praticamente niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: adesso
        - Scritto da:
        Il problema è che i soldi sono soldi! A parte
        scrivere delle (quasi) fesserie, è ovvio che le
        persone tendono a tutelare il proprio lavoro.
        L'importante è non esagerare, dando il giusto
        contributo senza creare sia monopoli che figure
        che lucrano senza fare praticamente
        niente.non solo quello ma il problema è anche quello!quando dici che non bisogna esagerare nella tutela del proprio lavoro bisogna ricordarsi che il discorso vale anche in senso opposto:non bisogna esagerare nel demonizzare strumenti che permettono tale tutela.da un punto di vista pratico è una delle principali critiche che si muove alla fsf e alla gpl3.quello che dice linus (non un anonimo qualsiasi di pi) è proprio che fsf ormai si muove verso quella direzione sbagliata.la libertà informatica non passa ne si ottiene con l'estremismo; lavorare a progetti oss non dovrebbe significare essere religiosamente fedeli all'oss.ne le licenze dovrebbero essere pensate come crociate contro il mondo capitalista.è questo che dice linus ed è quella l'aria che si respira (di estremismo, di guerre sante, e religiosità cieca) in molti luoghi vicini all'oss a cominciare da tanti post su pi.questo contraddice l'affermazione "non esagerare" ma introduce anche un secondo problema:l'oss (o il free source) principalmente nascono dalla filosofia di "libertà informatica"; i guinzagli e paletti che certe correnti dell'oss e la fsf tramite le sue licenze cercano di mettere sono una privazione di libertà, un'estremismo che non ha nessuna giustificazione tecnica e come tale una limitazione della "libertà informatica".certe correnti estremiste (puriste le chiamano loro) sono l'antitesi stessa di quello che professano.
        • Anonimo scrive:
          Re: adesso
          :
          l'oss (o il free source) principalmente nascono
          dalla filosofia di "libertà informatica"; i
          guinzagli e paletti che certe correnti dell'oss e la fsf tramite le sue licenze cercano di mettere
          sono una privazione di libertàParli di cose che non conosci:tanto per cominciare non si dice free source, ma freesoftware, inoltre la fsf non c'entra niente con l'opensource.L'opensource è spinto da aziende che tendono anche a non usare la gpl, il freesoftware difende l'utenza e usa gpl.http://www.opensource.org/docs/definition.phphttp://www.fsf.org/
  • Anonimo scrive:
    Grande Linus!
    ...si conferma una persona seria: pragmatica e lontana dalle ideologie settarie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Linus!
      bhe sarebbe stupido da parte sua contraddirsi "linux e' libero e ci puoi fare quello che vuoi" e' quello che ha sempre detto, non credo farebbe una bella figura a dire "tranne x y e z!"
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Linus!
        Be' cosi' finisce che magari e' qualcun altro a dire cosa puo' fare Linux invece che Linus :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Grande Linus!
          - Scritto da:
          Be' cosi' finisce che magari e' qualcun altro a
          dire cosa puo' fare Linux invece che Linus
          :PLinux (il kernel, intendo) è rilasciato sotto GPL2, quindi...
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Linus!
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Be' cosi' finisce che magari e' qualcun altro a

            dire cosa puo' fare Linux invece che Linus

            :P
            Linux (il kernel, intendo) è rilasciato sotto
            GPL2,
            quindi...quindi chi ne fa opere derivate può scegliere se lasciare la gpl alla stess versione o aggiornarla ad una successiva.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Linus!
      - Scritto da:
      ...si conferma una persona seria: pragmatica e
      lontana dalle ideologie
      settarie.Un grande come sempre.Con un senso dell'umorismo tagliente che fa imbufalire gli estremisti :D
Chiudi i commenti