Windows Vista, upgrade for dummies

Microsoft ha pubblicato una tabella grafica che mostra a colpo d'occhio in quali casi gli utenti di Windows XP e 2000 potranno aggiornarsi a Vista conservando applicazioni e impostazioni
Microsoft ha pubblicato una tabella grafica che mostra a colpo d'occhio in quali casi gli utenti di Windows XP e 2000 potranno aggiornarsi a Vista conservando applicazioni e impostazioni

Redmond (USA) – Come le precedenti versioni di Windows, anche Vista prevede la modalità d’installazione upgrade in-place , che consentirà agli utenti di aggiornare una precedente copia di Windows conservando le applicazioni, i documenti e le impostazioni preesistenti. Tale funzionalità, però, sarà disponibile solo con determinati abbinamenti di nuove e vecchie versioni di Windows.

Per aiutare gli utenti a comprendere fin d’ora se potranno avvalersi della modalità upgrade in-place, Microsoft ha pubblicato una tabella (riprodotta sotto) dove vengono prese in considerazione le quattro edizioni mainstream di Vista: Home Basic, Home Premium, Business e Ultimate. Rimangono fuori la Starter Edition, che non prevede l’upgrade di versioni precedenti, e le versioni Enterprise e Small Business, per le quali Microsoft fornirà percorsi di migrazione ad hoc.

Tabella upgrade Vista

La tabella mostra a colpo d’occhio quando sarà possibile aggiornare una copia di Windows XP o 2000 senza “strappi” (pallino verde) e quando, invece, si sarà costretti ad effettuare una clean install (pallino giallo), ovvero un’installazione di Vista da zero: in quest’ultimo caso sarà necessario reinstallare tutte le applicazioni e ripristinare manualmente file e personalizzazioni.

Come si può vedere, chi possiede Windows XP Home potrà utilizzare l’opzione upgrade in-place con tutte le edizioni di Vista, mentre chi possiede XP Professional potrà avvalersi di questa caratteristica solo con le edizioni Business e Ultimate. Da notare come Windows XP Professional x64 e Windows 2000 richiedano in tutti i casi un’installazione da zero: nonostante ciò, gli utenti di questi due sistemi operativi conservano il diritto all’acquisto della versione aggiornamento di Vista.

Per tutte le precedenti versioni di Windows, quali ad esempio ME e 98, non è invece previsto l’upgrade a Vista: gli utenti dovranno pertanto acquistare una copia integrale di Vista, dal costo più elevato.

Per conoscere se l’hardware del proprio PC è sufficiente per far girare Vista, Microsoft ha messo da tempo a disposizione degli utenti questa pagina (in italiano).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 07 2006
Link copiato negli appunti