Xbox Scorpio, una bestia videludica

Svelate, in anticipo sull'E3, le caratteristiche della nuova console retrocompatibile di Redmond: un mostro in fatto di prestazioni. Al momento restano ancora degli interrogativi insoluti

Roma – Eurogamer.net ha avuto accesso a una versione preliminare di Project Scorpio , vale a dire il nuovo hardware con cui Microsoft si prepara a una revisione della linea di console videoludiche Xbox One. A Redmond il reporter del sito britannico è venuto a conoscenza delle specifiche tecniche e di quello che la nuova macchina potrà fare per i videogiochi propriamente detti, mentre per avere risposta alle altre (importanti) questioni occorrerà attendere ancora un po’ di tempo.

Dal punto di vista del “duro metallo”, Scorpio è un vero e proprio mostro se raffrontato all’ offerta hardware della concorrenza: la CPU include 8 core x86 “personalizzati” da AMD con un clock di 2,3GHz, la GPU è composta da 40 CU (Compute Unit) altrettanto custom da 1172MHz, la memoria sale a 12GB (GDDR5) con una banda dati da 326GB/s, lo storage è suddiviso tra un HDD da 1 Terabyte e un lettore ottico compatibile con i Blu-ray in UltraHD/4K.

Scorpio sarà in grado di garantire una potenza da 6 teraFLOPS, e il mero confronto tecnico sia con la versione “base” di Xbox che con PS4/PS4 Pro non lascia adito a dubbi su quale sarà, da qui a qualche mese, la console che potrà fregiarsi del titolo di “più potente di sempre” nelle campagne di marketing internazionali.

Scorpio sarà messa in vendita accanto a Xbox One S , e più che rappresentare una sostituzione della Xbox One avrà il compito di fornire un riferimento prestazionale rinnovato con il pieno supporto alle risoluzioni Ultra HD, ai nuovi display e alle tecnologie per la visualizzazione di gamme cromatiche estese (HDR) laddove possibile. Scorpio rappresenta l’evoluzione di medio termine di Xbox One alla pari di quanto PS4 Pro ha fatto con la PS4 , mentre Nintendo continuerà imperterrita a giocare una partita tutta sua con la recentemente svelata Switch .

Archiviato il capitolo specifiche, molto resta ancora da capire e da valutare in merito all’avventura commerciale prossima ventura di Scorpio: Microsoft non sembra granché interessata alla realtà virtuale diversamente da Sony, e anche se la possibilità di far girare i giochi in maniera nativa in 4K@60 Hz è allettante ( Eurogamer.net lo ha verificato di prima mano con un demo del nuovo Forza ), PS4 Pro ha già dimostrato di poter “aumentare” l’esperienza ludica su display UltraHD con qualche trucco grafico qua e là.

I possessori dell’originale Xbox One dovrebbero essere “salvi” grazie all’obbligo, imposto da Microsoft, di realizzare i nuovi titoli con supporto garantito sia ai display a 1080p che 4K, mentre i nuovi acquirenti dovranno valutare con attenzione i vantaggi della nuova macchina assieme al prezzo che verrà deciso da Redmond. Un prezzo che al momento rappresenta uno degli interrogativi principali riguardo il futuro di Scorpio.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marta scrive:
    Cosa ne pensi
    <a href:"https://wwww.dogalize.com/it/
    cani </a
  • Marta scrive:
    Cani
    Ecco un sito con video meravigliosi https://www.dogalize.com
  • Sutter Kaine scrive:
    Ubuntu non è morto
    Specialmente su desktop... se Canonical e Gnome si aiuteranno ne vedremo delle belle.Ovviamente sono un fans di Unity... ma anche gnome shell è molto molto bello!.Avanti così..
  • ... scrive:
    chi tardi arriva in **** sela piglia
    Hanno fatto la fine di M$, via le piastrelle e addio al mobile.
  • mbutu scrive:
    mbutolandia
    [yt]eovLCvfUTyw[/yt]
  • di passaggio scrive:
    Fallimento di Linux su desktop
    Contrariamente a quello che il titolo potrebbe fare pensare, questo non è un messaggio da troll, ma una analisi di come va il mercato Linux.L'abbandono di Unity per passare a Gnome, significa solo una cosa, Canonical preferisce concentrarsi su altro. In particolare sulla versione server che costituisce il vero business dell'azienda.Il messaggio che lancia Shuttleworth è chiaro, l'idea di convergenza è stata un fallimento, e del resto si poteva anche immaginare che non sarebbero andati lontano visto che non hanno i soldi di Microsoft, Google o Apple.Ma ad essere abbandonata non è solo l'idea di convergenza, ma anche la versione desktop di Ubuntu.In quest'ultimo caso lo sviluppo non sarà interrotto, ma è chiaro che tutta una serie di risorse (quelle che sviluppavano Unity) saranno spostate su altro (la versione server e gli altri servizi per aziende?).Quindi lo sviluppo della versione desktop perdendo tutta una serie di risorse sarà sicuramente meno curato. E forse è anche meglio così.Oltre dieci anni di sviluppo non hanno aiutato Linux a diffondersi di più. L'utilizzo di Linux su dektop negli ultimi anni non è cresciuto che di frazioni di punti percentuali, nonostante tutto l'impegno messo. (E non mi nominate Android che non c'entra niente).Al contrario Linux su server si è diffuso sempre di più, diventando il sistema operativo utlizzato su Internet.La stessa versione di Ubuntu server ormai è diventata un buon concorrente per Red Hat, il sistema operativo più utilizzato dalle grosse aziende.E da questo punto di vista, Shuttleworth fa benissimo a procedere in questa direzione.Linux su desktop è morto, lunga vita a linux sui server.
    • Non Ripassare grazie basta cosi scrive:
      Re: Fallimento di Linux su desktop
      - Scritto da: di passaggio
      ma una analisi di come va il mercato
      Linux.Il mercato Linux?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E cosa sarebbe "il mercato Linux"?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Al massimo (per certe "distro") puoi parlare di "mercato del supporto professionale su tali distro"...Ma il "mercato Linux" è una battuta da Zelig!Linux ha a che fare col "mercato" come la marmotta con la cioccolata!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Ogekury scrive:
        Re: Fallimento di Linux su desktop

        Ma il "mercato Linux" è una battuta da Zelig!
        Linux ha a che fare col "mercato" come la
        marmotta con laScusa, secondo te con cosa fa i pippi red hat? (per nominarne una)
    • iRoby scrive:
      Re: Fallimento di Linux su desktop
      Anche per AMD il mercato più importante non è quello del desktop, ma i server con Naples.Le CPU Ryzen non sono CPU per il desktop, ma delle Naples camuffate e rifilate anche agli utenti desktop. Il che non è un male in assoluto. Dato che sono delle ottime CPU ma che non hanno prestazioni eccezionali su singoli thread e singoli core.Questo discorso per dire che il mondo server è sempre stato quello dove girano più soldi. E questo lo si sa da sempre.Io non ho mai capito l'idea di Canonical di farsi il suo desktop, forse perché voleva pilotare la convergenza, ed avere lei la proposta unica.Gnome Shell comunque oggi è un ottimo desktop pronto anche per tablet.
      • ZLoneW scrive:
        Re: Fallimento di Linux su desktop
        - Scritto da: iRoby
        Io non ho mai capito l'idea di Canonical di farsi
        il suo desktop, forse perché voleva pilotare la
        convergenza, ed avere lei la proposta unica.Questo, e il fatto che, quando uscirono con Unity, Gnome 2 era a fondo corsa e Gnome 3 era lontano dall'essere pronto, secondo me.
        • iRoby scrive:
          Re: Fallimento di Linux su desktop
          Infatti io accantonai Gnome 3 per usare Unity.Ora ho ritrovato Gnome 3 con sorpresa, ed è molto più bello ed usabile di allora.
    • Garson Pollo scrive:
      Re: Fallimento di Linux su desktop
      No, non direi proprio.Ma fa lo stesso.
      • ... scrive:
        Re: Fallimento di Linux su desktop
        - Scritto da: Garson Pollo
        No, non direi proprio.
        Ma fa lo stesso.Immagino opinione tua visto che non porti documenti, cioè la solita aria fritta
        • Garson Pollo scrive:
          Re: Fallimento di Linux su desktop
          Ma guarda basta guardarsi intorno.Basta anche solo capire che a nessuno di coloro che lavora su Linux importa qualcosa dello share.Se vi piace usatelo, se non vi piace usate altro."La fine del desktop Linux" non esiste, esiste solo a livello personale se non lo vuoi usare e/o se ti serve usare altro.Esiste la fine di windows phone, la fine di Vista, dei server OSX e di tutto ciò che è fatto da un azienda come prodotto e che poi viene blindato e dismesso.Questo sì. Finisce.
          • iRoby scrive:
            Re: Fallimento di Linux su desktop
            Mi viene in mente SCO Unix. Mamma mia che botto che ha fatto!Invece Solaris dopo l'apertura ha avuto qualche possibilità in più.237354
  • ... scrive:
    ...
    LA VERITA' SUI "MIGRANTI" [yt]dP4rYgJKo_w[/yt]
  • Franco scrive:
    Il bello dell'open è il brutto dell'open
    Unity morirà, nasce il fork, evvica, si poteva comunque scegliere, si sceglierà.... tutto stupendoE nessuno se lo caga del dekstop però... chissà perchè
    • Pepe Lopez scrive:
      Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
      Io no sabe, no sabe nada. :'(
    • il brutto di Franco scrive:
      Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
      Quando lo leggi non si capisce un XXXXX.
    • iRoby scrive:
      Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
      Nessuno?Lo uso io e tanto basta.Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli con QI superiore alla media.Sono i centri di calcolo, le istituzioni e tantissime realtà di un certo livello.Io non voglio Linux per le masse. Non ha senso.I lamentoni, e gli imbranati che stiano su Windows o usino Linux indirettamente coi loro tablet e smartphone collegandosi ai siti e i servizi che guarda caso girano spessissimo su Linux.Una volta ho fondato e fatto parte di un LUG. Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi. Oggi non ha più senso, sia perché è conosciuto e non ha più bisogno di propaganda, sia perché chi lo ha capito e lo ha voluto, lo ha fatto.E come il resto delle attività umane, questo sistema è diffuso proprio dove doveva diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha saputo coglierne i vantaggi.Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la diffusione dell'intelligenza umana.
      • ... scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli con QI
        superiore alla
        media.AHAHHAHAHAHAHAHAHHAHAHA <b
        SIAMO </b
        AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAH
        • La Strega e i 7 Nani scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          - Scritto da: ...
          AHAHHAHAHAHAHAHAHHAHAHA <b
          SIAMO
          </b

          AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAH[img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uploads/2014/05/biancaneve-XXXXXXX.jpg[/img]
      • bertuccia scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby

        E come il resto delle attività umane, questo
        sistema è diffuso proprio dove doveva
        diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha saputo
        coglierne i vantaggi.
        Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la
        diffusione dell'intelligenza umana.caro diario, oggi è uno di quei giorni: android non è linux.
        • iRoby scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          Tu e l'altro siete la dimostrazione della diffusione dell'intelligenza tra le persone.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Tu e l'altro siete la dimostrazione della
            diffusione dell'intelligenza tra le
            persone.Scusa se ti abbiamo lasciato solo le briciole. Accontentati , ti andrá meglio nella tua prossima reincarnazione.
          • iRoby scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Un cretino non si camuffa granché, lo riconosci subito.Per quello voi restate anonimi e vi nascondete dietro cambi continui di nick.Manco le palle avete...
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Un cretino non si camuffa granché, lo riconosci
            subito.
            Per quello voi restate anonimi e vi nascondete
            dietro cambi continui di
            nick.

            Manco le palle avete...E perché mai dovrei camuffarmi da te che mi fotte praticamente meno di zero ?La mia email la do a testate serie non di certo a questo sito di XXXXXXXXX.Qui si entra , si leggono le vostre scemate e vi si prende per il qlo.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: ...
            La mia email la do a testate serie non di certo a
            questo sito di
            XXXXXXXXX.(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si continua a "XXXXXre" alla grande vero?(rotfl)(rotfl)(rotfl)[img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uploads/2014/05/biancaneve-XXXXXXX.jpg[/img]
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: ...


            La mia email la do a testate serie non di
            certo
            a

            questo sito di

            XXXXXXXXX.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Si continua a "XXXXXre" alla grande vero?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            [img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uplAnche senza XXXXXre resta un sito di XXXXXXXXX.
          • camuffato scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Un cretino non si camuffa granché, lo riconosci
            subito.
            Per quello voi restate anonimi e vi nascondete
            dietro cambi continui di
            nick.

            Manco le palle avete...Hanno le palle di Tim che gli sbattono sul deretano.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: camuffato
            Hanno le palle di Tim che gli sbattono sul
            deretano.Complimenti per la profondità del commento ...
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Un cretino non si camuffa granché, lo riconosci
            subito.
            Per quello voi restate anonimi e vi nascondete
            dietro cambi continui di nick.Tra cui ci potresti esserci anche tu, che sei altrettanto anonimo dato che:1) non sei registrato con nome e cognome;2) non hai un avatar unicamente identificabile;3) non sei associabile ad una reale persona fisica;4) la tua registrazione non è visibile agli utenti;5) può essere cmq fasullo perché qui nesuno controlla se esisti nel real o meno.Allora, come detto sopra, non farti vanto di virtù che non hai.Trolla tranquillo e smettila di frignare, il forum di pi è un ricettacolo di perditempo, trolloni, personaggi falliti e chi si diverte a pigliare per il sedere.Io compreso.
          • iRoby scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Non è vero. Io sono parente di Maruccia!Ed il mio scopo è farvi fare impressions e guadagnare dalla pubblicità.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Io sono parente di Maruccia!La cosa non mi sorprenderebbe affatto. Deficienti uguali.
          • bertuccia scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby

            Tu e l'altro siete la dimostrazione della
            diffusione dell'intelligenza tra le persone.colpo di scena: forse android è linux, siamo in attesa della confermain tal caso dato che i numeri "rispecchiano la diffusione dell'intelligenza umana" (cit.) avremmo la conferma che linux è per la massa ignorantestay tuned
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: bertuccia
            in tal caso dato che i numeri "rispecchiano la
            diffusione dell'intelligenza umana" (cit.)
            avremmo la conferma che linux è per la massa
            ignorante

            stay tunedStay tuned tu...Nessuna conferma perchè vedi cocco de mamma Mentre Android è Linux Linux non è Android (mai letta la licenza?) così come SuSE (o Debian) è Linux ma Linux non è ne SuSE ne Debian... peccato... ergo ammesso Android sia per le "masse" (più o meno ignoranti non importa granchè) non implica affatto che lo sia Linux perchè vedi la relazione tra i due è la seguente (ripeto leggere la licenza) <b
            1 Linux==
            Android2 Android<
            Linux </b
            Quindi mi spiace ma le tue inferenze macacologiche sono (ahitè e come al solito) completamente errate!Cuntent?
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            Stay tuned tu...
            Nessuna conferma perchè vedi cocco de mamma
            Mentre Android è Linux La mela è un frutto :D
            Linux non è Android Un frutto non è la mela :D
            (mai
            letta la licenza?) Quale licenza ? Della mela o del frutto ? :D
            così come SuSE (o Debian) è
            Linux ...così come la pera (o la banana) è un frutto.... :D
            ma Linux non è ne SuSE ne Debian.......ma un frutto non è nè pera nè banana :DEcco perchè a casa quando dici: "passatemi un frutto", ti passano un bicchier d'acqua con le gocce che ti fanno tanto tanto bene (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            peccato... ergo ammesso Android sia per le
            "masse" (più o meno ignoranti non importa
            granchè) non implica affatto che lo sia LinuxPerò Android è Linux pollastro, l'hai detto tu (rotfl)
            perchè vedi la relazione tra i due è la seguente
            (ripeto leggere la licenza)

            <b
            1 Linux==
            Android
            2 Android<
            Linux </b
            Adesso Android non è Linux ? :D Sopra avevi detto il contrario, mi sa che la questione non l'hai capita neppure tu, pollastro (rotfl)O mentre scrivevi è cambiata temperatura e umidità dell'aria ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Quindi mi spiace ma le tue inferenze
            macacologiche sono (ahitè e come al solito)
            completamente
            errate!Ripassa le tue formuline poi ne riparliamo pollastro (rotfl)
            Cuntent?Delle tue figure di palta ? Si molto (rotfl)(rotfl)(rotfl)Stay tuned eh !! Le gocce poi aiutano (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • La Strega e i 7 Nani scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: stay tuned
            Stay tuned eh !! Le gocce poi aiutano
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Il delirio...Stay pipped... [img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uploads/2014/05/biancaneve-XXXXXXX.jpg[/img]
        • giaguarevol issimevolm ente scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          - Scritto da: bertuccia
          caro diario, oggi è uno di quei giorni: android
          non è
          linux.Caro diario nel il berty ne il sodale maxsix (aka pavanello da pordenone) ha ancora capito in quali giorni Android non sia Linux secondo il Berty e/o il relativo sodale...Nella ansiosa attesa di esserne messi a conoscenza abbracciamo fraternamente il nostro "Genius" locale. :D
          • bertuccia scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            Caro diario nel il berty ne il sodale maxsix (aka
            pavanello da pordenone) ha ancora capito in quali
            giorni Android non sia Linux secondo il Berty e/o
            il relativo sodale...eh no, oggi android non è linux, l'ha detto chiaramente iRobyperò forse arriva la smentita, attendiamo trepidanti
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: bertuccia
            eh no, oggi android non è linux, l'ha detto
            chiaramente
            iRoby1 Estic... non è mica una opinione ma un fatto che Android sia Linux e comunque iRoby non ha affatto detto questo.2 Android è Linux pecato non sia vero il contrario cioè Linux non è Android quindi? :D

            però forse arriva la smentita, attendiamo
            trepidantiEccola cocco se vuoi te la ripeto Andoid è linux ma Linux non è AndroidNe più ne meno di quanto Ubuntu è Linux ma Linux non è Ubuntu ecc. ecc. ecc.Quindi ripeto?
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open

            Perchè quando compri un auto compri solo il motore
            o solo il cofano ?Compro entrambi ma non chiamo l'uno l'altro, i miei neuroni han una rete sufficiente a farmi valutare entrambi, separatamente. Ovvero Android ha una discreta base (Linux, un po' di userland base GNU) ed un discutibile telaio che più evolve peggio diventa mentre la carrozzeria (UI) è la più sugosa "del mercato".Purtroppo i macachi a cui si riferiva quel mio prof sono come i manager di Simon: più di tre parole non possono metabolizzare (storpiandole pure), oltre serve un opportuno reset [nda: questa frase ha senso solo se siete informatici con un po' di storia alle spalle].
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            Perchè quando compri un auto compri solo il
            motore

            o solo il cofano ?
            Compro entrambi ma non chiamo l'uno l'altro, E immagino che tu e i tuoi amici quando parlate di windows separate bene windows kernel, dagli altri servizi, dalla ui, dalle applicazioni acXXXXXrie, vero ? :DTu e i tuoi amici non siete "macachi senza pelliccia" che buttano tutto in un unico calderone, giusto ? :D
            i
            miei neuroni han una rete sufficiente a farmi
            valutare entrambi, separatamente. Lo vedremo quando parleremo di windows, stay tuned (rotfl)
          • La Strega e i 7 Nani scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: stay tuned
            Lo vedremo quando parleremo di windows, stay
            <s
            tuned </s
            "pipped & twin gemelled"
            (rotfl)[img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uploads/2014/05/biancaneve-XXXXXXX.jpg[/img]
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Non mi capita in genere di parlare di Windows, ho avuto la fortuna di evitarlo e di poterlo evitare in ogni ambito.Comunque ti sorprenderà ma nelle poche volte in cui ne ho parlato ho spesso parlato abbastanza bene degli "snapshot" (shadow copy) ntfs e di alcune altre features mentre non mi son mai curato troppo della differenza tra kernel ed altre componenti anche alla luce del fatto che Windows è una scatola chiusa: GNU/Linux lo trovi in svariate salse, Windows che sia una delle 2 o 3 varianti "embedded" o desktop è alla fine sempre disegnato allo stesso modo con analoghi problemi. Ha senso fare distinguo su Android, su Debian kFreeBSD ecc, non ha senso se confronti RH e Ubuntu come non lo ha se parli di Windows CE piuttosto che server.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Non mi capita in genere di parlare di Windows, ho
            avuto la fortuna di evitarlo e di poterlo evitare
            in ogni
            ambito.Mi pare invece che ne parli spesso come hater, anche tu sei uno di quelli che non si legge ? :D
            Comunque ti sorprenderà ma nelle poche volte in
            cui ne ho parlato ho spesso parlato abbastanza
            bene degli "snapshot" (shadow copy) ntfs e di
            alcune altre features mentre Sul forum mai visto commenti di questo tipo :D
            non mi son mai
            curato troppo della differenza tra kernel ed
            altre componenti E allora butti tutto in un unico calderone come un "macaco senza pelliccia" :D
            anche alla luce del fatto che
            Windows è una scatola chiusa: Ci sono libri scritti da tecnici e risorse in rete se ti interessa, se non ti interessa è un altro discorso :D
            GNU/Linux lo trovi
            in svariate salse, Ma la sostanza non cambia o mi stai dicendo che ogni "salsa" ha una diversa architettura di sistema e i principi per mettere in piedi una distribuzione sono diversi ? :D
            Windows che sia una delle 2 o
            3 varianti "embedded" o desktop è alla fine
            sempre disegnato allo stesso modo con analoghi
            problemi. Hai detto che lo hai evitato, quali sarebbero questi problemi analoghi ? Separare kernel da altre componenti di sistema please, proprio come fanno i linari del forum quando parlano di Linux per pararsi il sederino :D
            Ha senso fare distinguo su Android, su
            Debian kFreeBSD ecc, non ha senso se confronti RH
            e Ubuntu come non lo ha se parli di Windows CE
            piuttosto che
            server.Ma hai detto che Windows non lo conosci, su quale base questa affermazione ? :D
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open


            ... Windows ...
            Mi pare invece che ne parli spesso come hater
            Sul forum mai visto commenti di questo tipoLe rare volte che parlo di Windows di solito lo faccio con tecnici, di persona, in qualche discussione a margine di una conferenza, in una riunione ecc non su forum (che in genere non frequento) o commenti-pseudo-forum che in quasi tutti i casi non sono adatti a queste discussioni
            Ci sono libri scritti da tecnici e risorse
            in rete se ti interessaAll'uni avevo studiato il Petzold ma vedi, capisco che per un Windowsiano sia incomprensibile, però il mondo ha un concetto di comodità un pelo diverso, il fatto che esista documentazione formale, modello mattone, per ogni cosa non implica che questa sia utile. Sai perché UNIX ha avuto sucXXXXX? Perché era informale, semplice, flessibile, ITS morì per lo stesso motivo, Multics/Plan9 idem. Su GNU/Linux è facile capire cosa non va, su Windows magari puoi anche provarci ma con sforzi immani. Questo il manager tipo non è in grado di comprenderlo, lui pensa a comparti stagni, ma l'utente lo vive ed il tecnico vero la differenza la sa bene.Su Windows, si non lo conosco, perché sono un sistemista e do un certo peso alla parola conoscere, ma un minimo di informazioni ed esperienze, quanto basta per giudicare le ho. Come ho detto in altre occasioni non serve un ortopedico per diagnosticare una frattura esposta.
          • zio scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte


            ... Windows ...

            Mi pare invece che ne parli spesso come hater

            Sul forum mai visto commenti di questo tipo
            Le rare volte che parlo di Windows di solito lo
            faccio con tecnici, di persona, in qualche
            discussione a margine di una conferenza, in una
            riunione ecc non su forum (che in genere non
            frequento) In questo forum però sei piuttosto presente.

            Ci sono libri scritti da tecnici e risorse

            in rete se ti interessa
            All'uni avevo studiato il Petzold ma vedi,
            capisco che per un Windowsiano sia
            incomprensibile, però il mondo ha un concetto di
            comodità un pelo diverso, il fatto che esista
            documentazione formale, modello mattone, per ogni
            cosa non implica che questa sia utile. Vuoi dire che non è utile a te.
            Sai perché
            UNIX ha avuto sucXXXXX? Perché era informale,
            semplice, flessibile, Ha avuto sucXXXXX perchè era praticamente l'unico sistema operativo disponibile.Poi è arrivato Windows e ha cominciato a perdere terreno, poi è arrivato Linux e ne ha perso ancora di più.Mi pare che i tuoi siano argomenti per fare passare le tue teorie di hater di Windows.
            ITS morì per lo stesso
            motivo, Multics/Plan9 idem. Su GNU/Linux è facile
            capire cosa non va, Per chi lo conosce.
            su Windows magari puoi anche
            provarci ma con sforzi immani. Gli stessi sforzi che ti servono per conoscere bene un OS.
            Questo il manager
            tipo non è in grado di comprenderlo, lui pensa a
            comparti stagni, ma l'utente lo vive ed il
            tecnico vero la differenza la sa
            bene.Se il tecnico conosce quello di cui sta parlando va bene, altrimenti sono soltanto chiacchiere.
            Su Windows, si non lo conosco, perché sono un
            sistemista e do un certo peso alla parola
            conoscere, Se è così dovresti astenerti dal commentare invece, come diceva l'utente a cui hai risposto, pare che i tuoi siano commenti da hater, non da tecnico che capisce quello di cui parla.
            ma un minimo di informazioni ed
            esperienze, quanto basta per giudicare le ho.Che sarebbero ?
            Come ho detto in altre occasioni non serve un
            ortopedico per diagnosticare una frattura
            esposta.Come qualcuno dice: "non sono io razzista, è l'altro che è un XXXXX"
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Per me questi sarebbero commenti ad un articolo più che un forum... Ad ogni buon conto il "dover conoscere" che citi è quel che il manager tipo non riesce a comprendere. Nel FOSS, ed in buona parte in UNIX, non c'è una netta separazione di ruoli per nessuno: l'utente può essere benissimo un po' sviluppatore, un po' sistemista, lo sviluppatore può essere un po' utente, il sistemista sviluppatore ecc. Non vi sono barriere, percorsi definiti, "specifiche" od altro, vi è la libertà. In ambito proprietario l'utente è il mero braccio del software che lo sviluppatore crea ed il sistemista cerca di far girare. È l'organizzazione della cattedrale vs quella del bazar. Se non hai vissuto entrambe difficilmente comprenderai.Per l'utente Windows/OSX accedere ad un certo livello all'OS è qualcosa di estremamente tecnico e seccante, per l'utente di os FOSS è naturale e la differenza è in gran parte dovuta al modo in cui il prodotto è sviluppato.Sulla storia se pensi che UNIX sia stato scalzato da Windows prima e GNU/Linux dopo lascia stare, non la conosci. Prima di UNIX c'era una miriade di OS, vari anche assai più avanzati di UNIX, la maggioranza dei quali è morta per la semplicità e gestibilità di unix. Windows ha preso terreno in un segmento di popolazione non informatizzato e da li ha tentato in gran parte senza sucXXXXX di espandersi, oggi Windows è maggioritario in settori che ai tempi di UNIX non esistevano e unix ha perso si, ma relativamente poco, nel settore workstation, poi ha perso ma anche li poco nel settore server scalzato da GNU/Linux nelle fasce basse. UNIX è sempre stato d'élite più che altro perché quanto è nato l'informatica era d'élite e in seguito ha scelto di restare in un certo segmento ignorando l'importanza "della massa". GNU/Linux, come altri *nix, è stata la risposta di chi voleva un unix "di tutti", Windows è stato ed è solo un sistema per la grande distribuzione.Conosco l'informatica abbastanza per odiare Windows, insieme a tutti coloro che han voluto tenere unix ad un certo modo, XXXXr le gambe alle LispM o a Multics ecc. Perché da tecnico son in grado di vedere i danni che fa pur riconoscendogli alcuni meriti (quello di aver portato l'informatica alle masse). Non mi serve una conoscenza più approfondita per questo nella stessa misura in cui non mi serve conoscere gli internal del partito nazista per classificarlo. Non gli stò facendo un proXXXXX, mi limito a pesare grossolanamente i danni che provoca, a tutti.In ultimo gli sforzi necessari per conoscere un OS: in ambito *nix, sopratutto FOSS, tutto o quasi funziona per aiutarti e stimolarti ad imparare, in ambito Windows ed in genere nel software proprietario la teoria è che non c'è bisogno di sapere e ci sono forche caudine altrimenti. Questa è la differenza. Mi importa poco che l'errore n. 7865 sia documentato nell'MSDN o altrove è il concetto che non va bene: non abbiamo più bisogno di certi sistemi (usare pochi chr+docs per risparmiare carta sulle schede perforate) quindi non ha senso proseguire su questa linea. Mi importa poco che dopo un opportuno corso o approfondito studio di qualche testo PowerShell diventi un potente strumento, mi importa che a scriptare in ambito *nix può iniziare un niubbo e proseguire sino a diventare un wizard imparando pian piano, incoraggiato, divertito e spinto dal bisogno perché questo fa crescere l'utente e tutti noi mentre i percorsi prefissati servono solo a garantire un certo ritorno economico a chi li ha fatti.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte


            ... Windows ...

            Mi pare invece che ne parli spesso come hater

            Sul forum mai visto commenti di questo tipo
            Le rare volte che parlo di Windows Rare volte ? Questa è buona !! (rotfl)Appena puoi ti infili in una discussione come hater...anche tu non ti leggi eh ?!! (rotfl) (rotfl)Tutti fatti con lo stampino i personaggi di questo forum (rotfl)
            di solito lo
            faccio con tecnici, di persona, in qualche
            discussione a margine di una conferenza, in una
            riunione ecc non su forum (che in genere non
            frequento) o commenti-pseudo-forum che in quasi
            tutti i casi non sono adatti a queste
            discussioniE infatti si vede che sei qui a parlarne (rotfl)

            Ci sono libri scritti da tecnici e risorse

            in rete se ti interessa
            All'uni avevo studiato il Petzold ma vedi,
            capisco che per un Windowsiano sia
            incomprensibile, però il mondo ha un concetto di
            comodità un pelo diverso, La poltrona ? :D
            il fatto che esista
            documentazione formale, modello mattone, per ogni
            cosa non implica che questa sia utile. Sai perché
            UNIX ha avuto sucXXXXX? Perché era informale,
            semplice, flessibile, .....e perchè ti faceva la pasta e il caffè (rotfl)
            ITS morì per lo stesso
            motivo, Multics/Plan9 idem. Su GNU/Linux è facile
            capire cosa non va, su Windows magari puoi anche
            provarci ma con sforzi immani. Ma se non sai usarlo ? Cosa stai raccontando ? Stai facendo una magra figura :D
            Questo il manager
            tipo non è in grado di comprenderlo, lui pensa a
            comparti stagni, ma l'utente lo vive ed il
            tecnico vero la differenza la sa
            bene.Ma se tu non lo conosci cosa vuoi sapere ? (rotfl)
            Su Windows, si non lo conosco, E allora di cosa stai parlando ? (rotfl)
            perché sono un
            sistemista e do un certo peso alla parola
            conoscere, ma un minimo di informazioni ed
            esperienze, quanto basta per giudicare le ho.I sentito dire degli hater ignoranti come te ? (rotfl)
            Come ho detto in altre occasioni non serve un
            ortopedico per diagnosticare una frattura
            esposta.Eh già....però l'osso è qualcosa che fa parte di te e di cui fai esperienza, qui si sta parlando di qualcosa che non conosci per tua stessa ammissione :DDai si è capito che sei un hater, un troll e pure un fesso visto che fai discorsi che non stanno in piedi e pretendi che gli altri ti credano (rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            numero 2 in lista... Il fatto che non usi Windows non significa che non l'abbia mai usato. Il fatto che non lavori su Windows, non ci sviluppi sopra, abbia già rimosso gli orrori di WinAPI, regalato il Petzold, quasi mai letto l'MSDN e ad ogni modo rimosso la traumatica esperienza subito dopo, mai usato veramente Windbg, PowerSHell, ... non significa che qualcosa su Windows non la sappia.So che per alcuni vedere un mondo, non dico a colori, ma per lo meno in scala di grigio è assai difficile, ma il mondo reale è a colori, non in bianco&nero. Fa uno sforzo su.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            numero 2 in lista... Il fatto che non usi Windows
            non significa che non l'abbia mai usato. Il fatto
            che non lavori su Windows, non ci sviluppi sopra,
            abbia già rimosso gli orrori di WinAPI, regalato
            il Petzold, quasi mai letto l'MSDN e ad ogni modo
            rimosso la traumatica esperienza subito dopo, mai
            usato veramente Windbg, PowerSHell, ... non
            significa che qualcosa su Windows non la
            sappia.Si è capito: sei un utonto di Windows casuale che però pretende di dare lezioni, questo è il tipo che sei :D
            So che per alcuni vedere un mondo, non dico a
            colori, ma per lo meno in scala di grigio è assai
            difficile, ma il mondo reale è a colori, non in
            bianco&nero. Fa uno sforzo
            su.Disse quello che vedeva il mondo diviso tra: linari e tutto il resto (rotfl)Altre chicche da regalare ai tuoi amichetti per farsi altre risate ? (rotfl)
          • maxsix scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: bertuccia


            caro diario, oggi è uno di quei giorni:
            android

            non è

            linux.
            Caro diario nel il berty ne il sodale maxsix (aka
            pavanello da pordenone) ha ancora capito in quali
            giorni Android non sia Linux secondo il Berty e/o
            il relativo
            sodale...
            Nella ansiosa attesa di esserne messi a
            conoscenza abbracciamo fraternamente il nostro
            "Genius"
            locale.
            :DSono sempre li sopra il tuo neurone a sovrastare i tuoi piccoli pensieri.Son soddisfazioni.Insomma quando vieni a trovarmi?
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: maxsix
            Sono sempre li sopra il tuo neurone a sovrastare
            i tuoi piccoli
            pensieri.No povero coglioncello non ci contare.

            Insomma quando vieni a trovarmi?Beh e questa idea che io "venga a trovarti" come ti è venuta?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ti "ho già trovato" e onestamente senza cercare .... sei sempre in mezzo agli zebedei se i frequentatori di PI avessero un euro per ogni XXXXXXX che posti avrebbero (a oggi) 9.716 euro in tasca aggratis... ti è chiaro così?Quanto al resto per tua sfiga (e del tuo sodale) ti ripeto per la ennesima volta <b
            ANDROID È LINUX MA (purtroppo per te) LINUX NON È ANDROID Quindi? </b
            Esattamente come imbutu/ubuntu è Linux ma ubuntu non linux Debian è Linux ma Linux non è Debian ecc. ecc. ecc. e non una opinione (ne mia ne tua ne del tuo sodale o di chiunque altro) bensì un dato di fatto (basta leggere la/le licenza/e) ora io capisco che per te la parola "leggere" è una complicazione (figuriamoci poi capire) ma a parte le tue oggettive difficoltà (che interessano meno di zero) i fatti sono questi.Quindi ripeto non c'è granchè da aggiungere.Però puoi sempre buttare i soliti 7000 caratteri (cit.) di stupidaggini qui sotto vorrà dire che passiamo da 9.716 a 9.717 :D
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            - Scritto da: bertuccia




            caro diario, oggi è uno di quei giorni:

            android


            non è


            linux.

            Caro diario nel il berty ne il sodale maxsix
            (aka

            pavanello da pordenone) ha ancora capito in
            quali

            giorni Android non sia Linux secondo il
            Berty
            e/o

            il relativo

            sodale...

            Nella ansiosa attesa di esserne messi a

            conoscenza abbracciamo fraternamente il
            nostro

            "Genius"

            locale.

            :D

            Sono sempre li sopra il tuo neurone a sovrastare
            i tuoi piccoli
            pensieri.

            Son soddisfazioni.
            Insomma quando vieni a trovarmi?Sei un XXXXXXXXX frustrato.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            [img]http://m.memegen.com/xcrngo.jpg[/img]
        • Shiba scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          - Scritto da: bertuccia
          caro diario, oggi è uno di quei giorni: android
          non è linux.Che spasso quando non sapete che pesci prendere :)
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: bertuccia

            caro diario, oggi è uno di quei giorni:
            android

            non è linux.

            Che spasso quando non sapete che pesci prendere :)Tu pensi ?Io dico che vi stanno pigliando per il qlo. E non sono ancora sicuro che tu te ne sia reso conto.
          • Shiba scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: bertuccia


            caro diario, oggi è uno di quei giorni:

            android


            non è linux.



            Che spasso quando non sapete che pesci
            prendere
            :)

            Tu pensi ?

            Io dico che vi stanno pigliando per il qlo. E non
            sono ancora sicuro che tu te ne sia reso conto.Utenti che riescono a malapena a cogliere la distinzione tra hardware e software, ripetono il mantra senza capire bene cosa sta succedendo. Hai presente il bullo che dice «oh ti spacco!»? Uguale :)
      • xte scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        Attenzione a non sottovalutare la forza endemica e pandemica dell'ignoranza...Gli UNIX storici tempo fa decisero di non esser di massa, cosa successe dopo lo sappiamo...
      • mino lino scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Nessuno?
        Lo uso io e tanto basta.

        Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli con QI
        superiore alla
        media.

        Sono i centri di calcolo, le istituzioni e
        tantissime realtà di un certo
        livello.

        Io non voglio Linux per le masse. Non ha senso.
        I lamentoni, e gli imbranati che stiano su
        Windows o usino Linux indirettamente coi loro
        tablet e smartphone collegandosi ai siti e i
        servizi che guarda caso girano spessissimo su
        Linux.

        Una volta ho fondato e fatto parte di un LUG.
        Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi. Oggi
        non ha più senso, sia perché è conosciuto e non
        ha più bisogno di propaganda, sia perché chi lo
        ha capito e lo ha voluto, lo ha
        fatto.

        E come il resto delle attività umane, questo
        sistema è diffuso proprio dove doveva
        diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha saputo
        coglierne i
        vantaggi.
        Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la
        diffusione dell'intelligenza
        umana.bendetto
      • Franco scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Nessuno?
        Lo uso io e tanto basta.
        Per farlo morire basta e avanza
        Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli con QI
        superiore alla
        media.
        Un po' azzardata come affermazione, si legge tra l righe un po' di arroganza e presunzione ma scommetto che non è questo che volevi dire
        Sono i centri di calcolo, le istituzioni e
        tantissime realtà di un certo
        livello.Non lo metto in dubbio, è ovvio che si ti serve un SO personalizzabile ti prendi GNU/Linux, da qua a parlare di diffusione per i desktop ce ne passa

        Io non voglio Linux per le masse. Non ha senso.E fin qua va bene, ma allora smetti di lamentarti se le masse usano Windows o OS
        I lamentoni, e gli imbranati che stiano su
        Windows o usino Linux indirettamente coi loro
        tablet e smartphone collegandosi ai siti e i
        servizi che guarda caso girano spessissimo su
        Linux.
        Io veramente leggo spesso i tuoi lamenti nei confronti degli altri se non del mondo intero
        Una volta ho fondato e fatto parte di un LUG.
        Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi. Oggi
        non ha più senso, sia perché è conosciuto e non
        ha più bisogno di propaganda, sia perché chi lo
        ha capito e lo ha voluto, lo ha
        fatto.
        Insomma, battaglia persa, adesso nella tua città lo usano in 5, tutti con QI altissimo ovviamente
        E come il resto delle attività umane, questo
        sistema è diffuso proprio dove doveva
        diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha saputo
        coglierne i
        vantaggi.
        Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la
        diffusione dell'intelligenza
        umana.A parte sta fissa dell'intelligenza, come se un computer non servisse per uno scopo ma per la semplice capacità di usarlo... Ad esempio, cosa cambia negli scritti di Umberto Eco se avesse usato macchina da scrivere, MS Word su Windows o Latex su GNU/Linux? Assolutamente nulla, non mi pare che capacità e intelligenza vadano a pari passo con il computer che usi, che, ricordiamolo, non è niet'altro che uno strumento. E fin qua spero tu possa arrivarci e finirla con questo svangamento di maroni sulla tua presunta intelligenza superiore, già il fatto di ripeterlo tante volte mi fa nascere qualche dubbio.Detto questo, e qua forse lontanamente e involontariamente cogli il punto, GNU/Linux si diffonde dove ne vengono apprezzati i vantaggi, ok. Dove ne vengono apprezzati i vantaggi? Dove viene preso il kernel e poco più e lascciato fuori tutto quello che fanno sviluppatori bravissimi ma senza visione. E allora ti ritrovi una Google che ci mette una interfaccia più o meno coerente su milioni di device e ci fa Android, cioè un capo che dirige una massa di pecore (altro che intelligenti). Canonical non ce la fa con Unity invece ed il mercato desktop riceve un'altra batosta perché comunque Ubuntu è una delle distro più usate per chi si affaccia al mondo GNU/Linux. Chi ha investito su Unity ha perso tempo, sarà difficile che ripeta lo sbaglio.Se poi, come dici, a te non frega che GNU/Linux prenda piede nel desktop bene, basta che tu la smetta di lamentarti però.
        • quotone scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          - Scritto da: Franco
          - Scritto da: iRoby

          Nessuno?

          Lo uso io e tanto basta.



          Per farlo morire basta e avanza


          Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli
          con
          QI

          superiore alla

          media.



          Un po' azzardata come affermazione, si legge tra
          l righe un po' di arroganza e presunzione ma
          scommetto che non è questo che volevi
          dire


          Sono i centri di calcolo, le istituzioni e

          tantissime realtà di un certo

          livello.

          Non lo metto in dubbio, è ovvio che si ti serve
          un SO personalizzabile ti prendi GNU/Linux, da
          qua a parlare di diffusione per i desktop ce ne
          passa




          Io non voglio Linux per le masse. Non ha
          senso.

          E fin qua va bene, ma allora smetti di lamentarti
          se le masse usano Windows o
          OS


          I lamentoni, e gli imbranati che stiano su

          Windows o usino Linux indirettamente coi loro

          tablet e smartphone collegandosi ai siti e i

          servizi che guarda caso girano spessissimo su

          Linux.



          Io veramente leggo spesso i tuoi lamenti nei
          confronti degli altri se non del mondo
          intero


          Una volta ho fondato e fatto parte di un LUG.

          Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi.
          Oggi

          non ha più senso, sia perché è conosciuto e
          non

          ha più bisogno di propaganda, sia perché chi
          lo

          ha capito e lo ha voluto, lo ha

          fatto.



          Insomma, battaglia persa, adesso nella tua città
          lo usano in 5, tutti con QI altissimo
          ovviamente


          E come il resto delle attività umane, questo

          sistema è diffuso proprio dove doveva

          diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha
          saputo

          coglierne i

          vantaggi.

          Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la

          diffusione dell'intelligenza

          umana.

          A parte sta fissa dell'intelligenza, come se un
          computer non servisse per uno scopo ma per la
          semplice capacità di usarlo... Ad esempio, cosa
          cambia negli scritti di Umberto Eco se avesse
          usato macchina da scrivere, MS Word su Windows o
          Latex su GNU/Linux? Assolutamente nulla, non mi
          pare che capacità e intelligenza vadano a pari
          passo con il computer che usi, che, ricordiamolo,
          non è niet'altro che uno strumento. E fin qua
          spero tu possa arrivarci e finirla con questo
          svangamento di maroni sulla tua presunta
          intelligenza superiore, già il fatto di ripeterlo
          tante volte mi fa nascere qualche
          dubbio.

          Detto questo, e qua forse lontanamente e
          involontariamente cogli il punto, GNU/Linux si
          diffonde dove ne vengono apprezzati i vantaggi,
          ok. Dove ne vengono apprezzati i vantaggi? Dove
          viene preso il kernel e poco più e lascciato
          fuori tutto quello che fanno sviluppatori
          bravissimi ma senza visione. E allora ti ritrovi
          una Google che ci mette una interfaccia più o
          meno coerente su milioni di device e ci fa
          Android, cioè un capo che dirige una massa di
          pecore (altro che intelligenti). Canonical non ce
          la fa con Unity invece ed il mercato desktop
          riceve un'altra batosta perché comunque Ubuntu è
          una delle distro più usate per chi si affaccia al
          mondo GNU/Linux. Chi ha investito su Unity ha
          perso tempo, sarà difficile che ripeta lo
          sbaglio.
          Se poi, come dici, a te non frega che GNU/Linux
          prenda piede nel desktop bene, basta che tu la
          smetta di lamentarti
          però.Quotone !!!
        • iRoby scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          E chi si è mai lamentato se Linux non prende piede su Desktop?Sono la miriade di siti che riportano la notizia come se fosse una disgrazia.Che tanto per intenderci, AMD ed Nvidia hanno appena aggiornato i driver.E Linux non aveva mai avuto supporto come adesso dai produttori.Evidentemente dove è usato nei settori che pagano, i produttori hanno interesse a supportare.E su desktop ci arriva come conseguenza diretta.Che ben inteso tutto il desktop è in crisi per via dei tablet e smartphone.Quello Linux in fondo è stabile.Solo in Canonical non hanno avuto il sucXXXXX che speravano.Linux è qui per restare, sui desktop che contano. E chi ne sa cogliere i vantaggi lo sta già usando alla grande.Unica accortezza non comprare hardware così di impulso stile cestone dell'Euronics, ma fare un minimo di ricerche in rete prima. Come si è sempre fatto d'altronde.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            E chi si è mai lamentato se Linux non prende
            piede su
            Desktop?Giusto ... non ti stai lamentando che Linux sia praticamente inesistente in ambito desktop , ti lamenti della diffusione altrui.Il tuo medico come l'ha chiamata questa cosa ? Io la chiamo "essere sfigati" , in gergo medico non so.
          • iRoby scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Sei tu quello che continua a ripetere questa cosa dello sfigato, anche in molti altri reply a miei messaggi.La sfiga è una cosa che ti sta particolarmente a cuore dato che cerchi di togliertela di dosso e attribuirla agli altri.Questo i miei libri di primo anno di psicologia la chiamano proiezione.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: iRoby
            Sei tu quello che continua a ripetere questa cosa
            dello sfigato, anche in molti altri reply a miei
            messaggi.
            Dai tuoi commenti ne esce solo la tua sfiga. Non é bello sentirselo dire ma é quello che sembri.
            La sfiga è una cosa che ti sta particolarmente a
            cuore dato che cerchi di togliertela di dosso e
            attribuirla agli
            altri.
            Non sono io che te la voglio attribuire ma te la stai attribuendo da solo con quello che scrivi.
            Questo i miei libri di primo anno di psicologia
            la chiamano
            proiezione.Vai a parlare di psicologia nel forum di Freud che qui dentro non frega a nessuno cosa dicono i tuoi libri.
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Fuori dal "giardino europeo" i diritti umani sono in massima parte ignorati, la popolazione stà male. Tu non ti lamenti di questo pur stando bene? Non ti preoccupi che certi metodi di vita vengano importati anche nel tuo giardino?
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Fuori dal "giardino europeo" i diritti umani sono
            in massima parte ignorati, la popolazione stà
            male. Tu non ti lamenti di questo pur stando
            bene? Piú che lamentarmi mi spiace e vorrei tanto cambiare le cose .... ma non mischiamo i sacrosanti diritti umani a dei pezzi di metallo o a righe di codice, please.
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Il principio è analogo: noi utenti del FOSS siamo in un bel giardino ma intorno a noi c'è un mondo assai meno gradevole, è grosso, minaccioso, si espande. Permette che i desktop diventino sempre più chiusi togliendoci il ferro su cui lavoriamo, ci troviamo sempre più servizi ingestibili liberamente ecc.
          • Franco scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open


            Linux è qui per restare, sui desktop che contano.
            E chi ne sa cogliere i vantaggi lo sta già usando
            alla
            grande.
            E infatti non si chiamano desktop le cose che dici tu, si chiamano o supercomputer o workstation particolari, o server, o dispositivi embedded o appliace ecc ecc. Nel desktop, che sia di casa o al lavoro, si arranca.Forse a te non frega niente, a me invece frega, vorrei vedere più coerenza generale in modo da semplificare gestione e supporto, altrimenti è una giungla, bella e affascinante finché ti pare ma di certo non ci vai volentieri tutti i giorni. Mentre ci sono schiere di persone con QI altissimo, diversamente furbi dal resto della popolazione che ancora non sanno se usare unity, gnome o kde, ci sono i dementi che pur avendo avuto differenze di desktop notevoli da windows xp a windows 10, ancora ci installano il software gestionale del 2002 e ci lavorano.Se tu ti senti felice che il kernel linux venga preso da chiunque, messo dentro un device, crata una interfaccia web più o meno oscena e di questi apparati non aggiornati/non supportati/con funzioni limitate ecc sia pieno il mondo, evviva, felice tu felice tutti, è questo il senso dell'open forse.
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Posso chiederti quale coerenza c'è su un sistema che esibisce comportamenti diversi eseguendo più volte identiche azioni (tipico di Windows)?Quanto a chi lavora nel gestionale con sw del 2002 tu lo trovi furbo? Chi "manda avanti la baracca" incapace di vedere il domani lo trovi intelligente? Non tutti i disastri capitano in poco tempo, un po' come quelle case costruite male in zone sismiche, franose o allagabili, magari son state in piedi per anni e se sentivi i loro proprietari sino a prima del disastro facevano discorsi molto simili al tuo. Poi tutti a urlare contro qualche colpevole terzo.
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Posso chiederti quale coerenza c'è su un sistema
            che esibisce comportamenti diversi eseguendo più
            volte identiche azioni (tipico di
            Windows)?A cosa ti riferisci ?
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Al commento di Franco qui sopra
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Al commento di Franco qui sopraNo, intendevo a cosa ti riferisci dicendo "comportamenti diversi eseguendo più volte identiche azioni"
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            A quel che accade non troppo raramente su Windows: fai una cosa identica ogni giorno e talvolta hai "risposte" diverse, errori che compaiono e scompaiono autonomamente senza alcun messaggio o indizio utile ecc.In pratica non c'è un desktop Windows che non sia una WM ripristinata ad ogni chiusura che non sia una pentola di problemi strani, assai complessi da debuggare o proprio incomprensibili al punto che l'utente medio li ignora sinché può, riavvia di frequente, reinstalla regolarmente come fossero cose normali. Ancora oggi pur con powershell mi pare costume comune per i desktop windows la regola installa&dimenticatene... Si arriva a dire frasi insensate tipo "mi da errore" al posto di dire "dice xyz" perché tanto i messaggi d'errore son mediamente inutili...
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            A quel che accade non troppo raramente su
            Windows: fai una cosa identica ogni giorno e
            talvolta hai "risposte" diverse, errori che
            compaiono e scompaiono autonomamente senza alcun
            messaggio o indizio utile
            ecc.Esempi pratici di cose che fai tutti i giorni che ti danno risposte diverse ? Esempi di errori che appaiono e scompaiono autonomamente ? :D
            In pratica non c'è un desktop Windows che non sia
            una WM ripristinata ad ogni chiusura che non sia
            una pentola di problemi strani, assai complessi
            da debuggare o proprio incomprensibili al punto
            che l'utente medio li ignora L'utente medio ignora tutto quello che non capisce, sarebbe la stessa cosa anche su Linux :D
            sinché può, riavvia
            di frequente, reinstalla regolarmente come
            fossero cose normali. Ma stiamo parlando dell'utente medio :D
            Ancora oggi pur con
            powershell mi pare costume comune per i desktop
            windows la regola installa&dimenticatene... Invece coi pacchetti Linux oggi non è così ?E poi cosa c'entra powershell con i pacchetti di installazione ? :D
            Si
            arriva a dire frasi insensate tipo "mi da errore"
            al posto di dire "dice xyz" perché tanto i
            messaggi d'errore son mediamente
            inutili...Per l'utente medio è così ma lo sarebbe anche con Linux :DIl tuo è un discorso tipico di un hater..... poi uno che dice: <i
            - Scritto da: xte
            Non mi capita in genere di parlare di Windows, ho
            avuto la fortuna di evitarlo e di poterlo evitare
            in ogni
            ambito. </i
            (rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open

            Esempi pratici di cose che fai tutti i giorni
            che ti danno risposte diverse ?
            Esempi di errori che appaiono e scompaiono
            autonomamente ?Sai bene che quasi nessuno se li segnerebbe, l'esperienza (cosa che il manager odia, è troppo complessa da comprendere e quantificare per la sua mente limitata) di ogni utente di questo forum, almeno di quelli che non negano l'evidenza, è una prova personale più che sufficiente.
            L'utente medio ignora tutto quello che non capisce,
            sarebbe la stessa cosa anche su LinuxL'utente medio su Windows resta tale, su GNU/Linux è spinto a crescere, su GNU/Linux e tutto il FOSS in generale non ci sono comparti stagni stile cattedrale c'è un vivo bazaar.Su powershell evidentemente non sai quali sono gli standard de facto dell'amministrazione odierna e non proprio odierna: su GNU/Linux come su ogni *nix ed ogni OS per alleggerire il lavoro dell'admin e garantire il deploy si automatizza il possibile. Alcune cose son facili da automatizzare, altre meno. L'utente medio classico di GNU/Linux ha una piccola collezione di script per automatizzare la post-install, quello un po' più evoluto usa magari LinuxCOE, quello professionale usa ad es. FAI, quello base s'è fatto una lista di pacchetti ecc. Su Windows chi realmente automatizza un deploy "di sistema"/bare metal son 4 gatti, la regola è fai a mano, installa&dimenticatene, questo nonostante da alcuni anni si sian svegliati e abbian fatto un framework di automazione che in teoria dovrebbe render la vita assai comoda: PowerShell.

            messaggi d'errore
            Per l'utente medio è così ma lo sarebbe anche con Linux Se l'utente medio GNU/Linux è appena arrivato da Windows può darsi altrimenti il solo fatto che il messaggio d'errore al posto di un numero da googlare di da un po' di informazioni utili, è normalmente facile indagare, sino alle source talvolta, le cose sono un pelo diverse. Non confondere il "drogato" da Windows che ha appena scoperto un altro mondo con l'utente medio.
          • zio scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            Esempi pratici di cose che fai tutti i giorni

            che ti danno risposte diverse ?

            Esempi di errori che appaiono e scompaiono

            autonomamente ?
            Sai bene che quasi nessuno se li segnerebbe,Tu hai detto che non usi Windows quindi non puoi segnarteli per quello.
            l'esperienza (cosa che il manager odia, è troppo
            complessa da comprendere e quantificare per la
            sua mente limitata) di ogni utente di questo
            forum, almeno di quelli che non negano
            l'evidenza, è una prova personale più che
            sufficiente.Ma tu hai detto che Windows non lo usi, quindi che esperienza porti ? Di qualcosa di sentito dire o che vorresti fare passare ?Io uso Linux e Windows per lavoro, e problemi con Windows sono anni che non ne vedo, nè sul lavoro, nè da parte di colleghi, nè a casa mia, nè a casa dei miei amici.

            L'utente medio ignora tutto quello che non
            capisce,

            sarebbe la stessa cosa anche su Linux
            L'utente medio su Windows resta tale, su
            GNU/Linux è spinto a crescere, Stiamo parlando di un OS che è ancora di nicchia.
            su GNU/Linux e
            tutto il FOSS in generale non ci sono comparti
            stagni stile cattedrale c'è un vivo
            bazaar.Coi vantaggi e svantaggi di un bazar ma tu vuoi farlo passare come un modello vincente che funziona sempre e a prescindere.
            Su powershell evidentemente non sai quali sono
            gli standard de facto dell'amministrazione
            odierna e non proprio odierna: su GNU/Linux come
            su ogni *nix ed ogni OS per alleggerire il lavoro
            dell'admin e garantire il deploy si automatizza
            il possibile.Anche su Windows, quale è il problema ?
            Alcune cose son facili da
            automatizzare, altre meno. L'utente medio
            classico di GNU/Linux ha una piccola collezione
            di script per automatizzare la post-install,
            quello un po' più evoluto usa magari LinuxCOE,
            quello professionale usa ad es. FAI, quello base
            s'è fatto una lista di pacchetti ecc.Si, e allora ?
            Su Windows
            chi realmente automatizza un deploy "di
            sistema"/bare metal son 4 gatti, la regola è fai
            a mano, installa&dimenticatene, Non diciamo fesserie.
            questo nonostante
            da alcuni anni si sian svegliati e abbian fatto
            un framework di automazione che in teoria
            dovrebbe render la vita assai comoda:
            PowerShell.Ma dove hai letto che non viene usato ? Ma poi, forse ho capito male, ma si parlava degli utenti desktop. Cosa c'entra l'amministrazione a livello aziendale ?Altri pregiudizi e manipolazioni da portare a sostegno delle tue teorie ?


            messaggi d'errore

            Per l'utente medio è così ma lo sarebbe
            anche con Linux

            Se l'utente medio GNU/Linux è appena arrivato da
            Windows può darsi altrimenti il solo fatto che il
            messaggio d'errore al posto di un numero da
            googlare di da un po' di informazioni utili, è
            normalmente facile indagare, sino alle source
            talvolta, le cose sono un pelo diverse. Non
            confondere il "drogato" da Windows che ha appena
            scoperto un altro mondo con l'utente
            medio.A me pare che sia tu che confondi le cose, anzi mi pare che vuoi fare passare le tue opinioni come verità e si chiama manipolazione.Se vuoi portare argomenti convincenti parla di fatti non di tue opnioni basate su pregiudizi e su una esperienza inesistente.
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open

            problemi con Windows sono anni che non ne vedoWAU, penso che chiunque ti legga non possa che suggerirti un buon oculista, o magari un neurologo che forse hai qualche difetto di trasmissione nel nervo ottico... Solo tutti i ramsonware strombazzati persino dal Sole24Ore con casi di ospedali, enti governativi ecc che *pagano* strozzini per avere i loro dati non ti dicono niente? L'aver bisogno di un "antivirus" non ti dice niente? O forse per te è talmente naturale che non riesci a comprendere come questi problemi, strutturali, di design, siano intollerabili, inaccettabili e assurdi?

            Gnu/linux
            Stiamo parlando di un OS che è ancora di nicchia.Oh si, ci gira solo sopra internet, il supercomputing mondiale, i router domestici e la stragrande maggioranza delle appliance consimili, servizi ferroviari, meteo, aeroporti, .... Decisamente di nicchia. L'unica cosa che non è di nicchia forse è il supermercato nel vocabolario Windowsiano...

            Deploy bare-metal
            Non diciamo fesserie.Ok, chiedi ad una manciata di utenti GNU/Linux cosa sanno di Ansible, Cobbler, FAI, LinuxCOE, Salt, ... poi fai la stessa cosa con una manciata di utenti Windows. Penso avrai serie difficoltà in una grande città europea a trovare una percentuale che passi l'1% dell'utenza Microsoft che fa deploy automatici bare-metal, per contro non avrai difficoltà a trovare vari livelli di deploy/provisioning automatizzato in più delle metà delle realtà GNU/Linux. Del resto Windows è nato per vendere dell'hw, unix per far girare infrastrutture IT, è abbastanza normale...
          • zio scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            problemi con Windows sono anni che non ne
            vedo
            WAU, penso che chiunque ti legga non possa che
            suggerirti un buon oculista, o magari un
            neurologo che forse hai qualche difetto di
            trasmissione nel nervo ottico... Questa si che è una argomentazione sensata. E quindi abbiamo inquadrato che tipo sei.
            Solo tutti i
            ramsonware strombazzati persino dal Sole24Ore con
            casi di ospedali, enti governativi ecc Quindi mi stai dicendo che se il pc ha un virus la causa è il sistema operativo, questa proprio non l'avevo mai sentita da nessuno ma grazie perchè dimostra la tua incompetenza.
            che
            *pagano* strozzini per avere i loro dati non ti
            dicono niente? L'aver bisogno di un "antivirus"
            non ti dice niente? Non sai neppure come funziona un ramsonware e confermi la tua incompetenza da classico hater accecato dal proprio fanatismo.
            O forse per te è talmente
            naturale che non riesci a comprendere come questi
            problemi, strutturali, di design, siano
            intollerabili, inaccettabili e
            assurdi?Windows avrebbe problemi strutturali e di design se un utente coi permessi di admin si scarica il file: "filmgratis.exe" e poi lo lancia ? Ma per favore, sei proprio un hater e per giunta anche rimbambito.


            Gnu/linux

            Stiamo parlando di un OS che è ancora di
            nicchia.
            Oh si, ci gira solo sopra internet, il
            supercomputing mondiale, E l'utente medio è in grado di configurarli e amministrarli secondo te ? No, quindi è di nicchia.E poi si stava parlando di PC desktop quindi rivolti ad un certo tipo di utenza. Market share linux desktop = 2%, quindi anche il desktop è di nicchia per i numeri.Quella che hai appena tirato fuori è la classica argomentazione di chi vuole a tutti i costi dimostrare qualcosa, per altro piuttosto noiosa e ripetitiva, indice della mancanza di argomenti e tipica di chi, come argomento, ha solo la pretesa di vantarsi perchè usa Linux.E sai che vanto..... chissà quante donne rimorchi quando dici che sei un utente Linux, eh ?!!
            i router domestici e la
            stragrande maggioranza delle appliance consimili,
            servizi ferroviari, meteo, aeroporti, ....
            Decisamente di nicchia. Per me lo è e ti ho spiegato i motivi.Ma tu sei un hater e pur di dimostrare le tue tesi venderesti anche tua madre.Proprio come nel 3d di VS2017: non sei un programmatore ma hai preteso di sostenere che VS aveva dei fantomatici problemi. E dire che hai postato anche il codice che chiunque poteva provare....ma no....non ti è bastato, hai continuato con la tua faccia di palta a sostenere che VS, non compilava. VS che neppure usi, proprio come Windows. E alla fine non hai neanche risposto, ergo: di credibilità non ne hai neanche un briciolo perchè hai dimostrato di essere solo un povero trollazzo incompetente.
            L'unica cosa che non è di
            nicchia forse è il supermercato nel vocabolario
            Windowsiano...Mah....che dire.....sei proprio un poveraccio e basta.


            Deploy bare-metal

            Non diciamo fesserie.
            Ok, chiedi ad una manciata di utenti GNU/Linux
            cosa sanno di Ansible, Cobbler, FAI, LinuxCOE,
            Salt, ... poi fai la stessa cosa con una manciata
            di utenti Windows. Perchè secondo te sono tenuti a saperlo ? Ma per favore ma che razza di argomenti sarebbero questi ? Sei ridicolo....d'altra parte sei un trollazzo, cosa si può pretendere da te ?
            Penso avrai serie difficoltà
            in una grande città europea a trovare una
            percentuale che passi l'1% dell'utenza Microsoft
            che fa deploy automatici bare-metal, per contro
            non avrai difficoltà a trovare vari livelli di
            deploy/provisioning automatizzato in più delle
            metà delle realtà GNU/Linux. Del resto Windows è
            nato per vendere dell'hw, unix per far girare
            infrastrutture IT, è abbastanza
            normale...Non so dove lavori tu, io in una grande azienda che ha tutti processi automatizzati.Il problema è che tu salti di palo in frasca, per dimostrare quello che ti fa comodo.... ma che te lo dico a fare ? Non te ne rendi neppure conto !! Invece l'altro post non l'ho neppure letto, sei prolisso, impara a postare in modo corretto nei forum, non scrivere romanzi che poi non ti legge nessuno.Adesso se vuoi rispondi pure coi tuoi romanzi, non penso proprio che ti leggerò.E con questo ho chiuso tanto per me sei un caso disperato di uno che si è rimbambito dalle sue stesse convinzioni estremiste-talebane o nel migliore dei casi è solo un povero trollazzo che si eccita a dire baggianate tanto per provocare, vedi quello che hai detto all'inizio del tuo bellissimo discorso che sta in piedi solo nella tua fantasia perversa.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            Esempi pratici di cose che fai tutti i giorni

            che ti danno risposte diverse ?

            Esempi di errori che appaiono e scompaiono

            autonomamente ?
            Sai bene che quasi nessuno se li segnerebbe,Soprattutto se non usa Windows :D
            l'esperienza (cosa che il manager odia, è troppo
            complessa da comprendere e quantificare per la
            sua mente limitata) di ogni utente di questo
            forum, almeno di quelli che non negano
            l'evidenza, è una prova personale più che
            sufficiente.Bella questa !!! Mi prendi come esempio l'esperienza degli utenti di questo forum....fantastica !! (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            L'utente medio ignora tutto quello che non
            capisce,

            sarebbe la stessa cosa anche su Linux
            L'utente medio su Windows resta tale, Perchè vede il computer come uno strumento :D
            su
            GNU/Linux è spinto a crescere, E sono fatti suoi, altre persone sono spinte a crescere in altri ambiti :D
            su GNU/Linux e
            tutto il FOSS in generale non ci sono comparti
            stagni stile cattedrale c'è un vivo
            bazaar.
            Su powershell evidentemente non sai quali sono
            gli standard de facto dell'amministrazione
            odierna e non proprio odierna: su GNU/Linux come
            su ogni *nix ed ogni OS per alleggerire il lavoro
            dell'admin e garantire il deploy si automatizza
            il possibile. Alcune cose son facili da
            automatizzare, altre meno. L'utente medio
            classico di GNU/Linux ha una piccola collezione
            di script per automatizzare la post-install,
            quello un po' più evoluto usa magari LinuxCOE,
            quello professionale usa ad es. FAI, quello base
            s'è fatto una lista di pacchetti ecc. Su Windows
            chi realmente automatizza un deploy "di
            sistema"/bare metal son 4 gatti, la regola è fai
            a mano, installa&dimenticatene, questo nonostante
            da alcuni anni si sian svegliati e abbian fatto
            un framework di automazione che in teoria
            dovrebbe render la vita assai comoda:
            PowerShell.Si stava parlando di utenti desktop :DDa quando un utente desktop si mette a fare il deploy bare metal ? Sei uno spasso !! (rotfl)(rotfl)(rotfl)


            messaggi d'errore

            Per l'utente medio è così ma lo sarebbe
            anche con Linux

            Se l'utente medio GNU/Linux è appena arrivato da
            Windows può darsi altrimenti il solo fatto che il
            messaggio d'errore al posto di un numero da
            googlare di da un po' di informazioni utili, è
            normalmente facile indagare, sino alle source
            talvolta, le cose sono un pelo diverse. Non
            confondere il "drogato" da Windows che ha appena
            scoperto un altro mondo con l'utente
            medio.Mi sa che qui se c'è un drogato non è di certo l'utente Windows (rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open

            Soprattutto se non usa WindowsIl fatto che non usi Windows non significa che non mi sia mai capitato per le mani eh!
            Bella questa !!!
            Mi prendi come esempio l'esperienza
            degli utenti di questo forum....Certo, utenti che leggono questi commenti e posson farsi qualche risata alle tue spalle :D

            L'utente medio su Windows resta tale,
            Perchè vede il computer come uno strumentoIMVHO perché non sa di aver scelta, perché vedi uno strumento se ti serve è bene conoscerlo. Per curiosità sei di quelli che non apre mai il cofano della macchina, non cambia mai l'olio, il filtro aria ecc limitandosi ai tagliandi obbligatori sino a che l'auto è in garanzia?
            Si stava parlando di utenti desktop
            Da quando un utente desktop si mette a fare
            il deploy bare metal ? Sei uno spasso !!"deploy bare metal" vuol dire installazione da zero/a macchina vuota, ovvero se prendi il tuo supporto ottico di Windows o la penna USB con Ubuntu e fai una fresh install, bé stai facendo un deploy bare-metal locale. Se fai cosa analoga via LAN con ad es. iDRAC/RSA/iLO/... stai facendo un deploy bare metal remoto, se lo fai a più macchine contemporaneamente lo stai facendo "massivo". Forse l'utente desktop medio non conosce la parola "deploy" o il significato di "bare metal" ma è facile che, per lo meno se commenta su PI, abbia almeno una volta nella vita installato una macchina.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            Soprattutto se non usa Windows
            Il fatto che non usi Windows non significa che
            non mi sia mai capitato per le mani
            eh!E siccome ti è sucXXXXX che "ti è capitato per le mani" ne diventi un esperto che dà lezioni a destra e a manca (rotfl)

            Bella questa !!!

            Mi prendi come esempio l'esperienza

            degli utenti di questo forum....
            Certo, utenti che leggono questi commenti e
            posson farsi qualche risata alle tue spalle
            :DSi gli altri utenti.... talmente intelligenti che appena dici: "applefan" o "winaro" si ammazzano dalle risate, vedi te !! :DE tu ti metti ancora ad un livello sotto perchè fai il loro pagliaccio (rotfl)


            L'utente medio su Windows resta tale,

            Perchè vede il computer come uno strumento
            IMVHO perché non sa di aver scelta, perché vedi
            uno strumento se ti serve è bene conoscerlo. Tu Windows non lo conosci però dai lezioni, come la mettiamo ? :D
            Per
            curiosità sei di quelli che non apre mai il
            cofano della macchina, non cambia mai l'olio, il
            filtro aria ecc limitandosi ai tagliandi
            obbligatori sino a che l'auto è in
            garanzia?No sono uno che la macchina se la ripara da solo, però non si stava parlando di me ma dell'utente medio :D e non ho la pretesa che faccia quello che faccio io, questa per me è: "libertà" un concetto ignoto ai fanatici integralisti del software "libero" :D

            Si stava parlando di utenti desktop

            Da quando un utente desktop si mette a fare

            il deploy bare metal ? Sei uno spasso !!
            "deploy bare metal" vuol dire installazione da
            zero/a macchina vuota, ovvero se prendi il tuo
            supporto ottico di Windows o la penna USB con
            Ubuntu e fai una fresh install, bé stai facendo
            un deploy bare-metal locale. Se fai cosa analoga
            via LAN con ad es. iDRAC/RSA/iLO/... stai facendo
            un deploy bare metal remoto, se lo fai a più
            macchine contemporaneamente lo stai facendo
            "massivo". Forse l'utente desktop medio non
            conosce la parola "deploy" o il significato di
            "bare metal" ma è facile che, per lo meno se
            commenta su PI, abbia almeno una volta nella vita
            installato una
            macchina.Eh già si parla di utente medio in generale e adesso viene fuori che è pure commentatore del forum di PI (rotfl)(rotfl)(rotfl)Altre idiozie per fare ridere i tuoi amichetti ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Non sai più cosa rispondere?Ti blocco anche l'ultima "pseudorisposta" che porti: se potessi viaggiare nel tempo in stile godmode di doom e vedessi un campo di sterminio nazista all'opera non potresti certo dire di conoscere il nazismo, ma son pronto a scommettere che esprimeresti, magari anche con una certa veemenza, una ben precisa opinione di quel "gruppo di soggetti". Ora dimmi, se vedi Windows quanto basta per notare un po' di sue caratteristiche trovi che il concetto sia differente?
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Non sai più cosa rispondere?Vedere sotto.
            Ti blocco anche l'ultima "pseudorisposta" che
            porti: se potessi viaggiare nel tempo in stile
            godmode di doom e vedessi un campo di sterminio
            nazista all'opera non potresti certo dire di
            conoscere il nazismo, ma son pronto a scommettere
            che esprimeresti, magari anche con una certa
            veemenza, una ben precisa opinione di quel
            "gruppo di soggetti". Ora dimmi, se vedi Windows
            quanto basta per notare un po' di sue
            caratteristiche trovi che il concetto sia
            differente?Azzzz adesso mi paragoni Windows ad un campo di sterminio nazista :|A idiozie come queste e quelle dell'altra tua risposta c'è poco da rispondere.... (newbie)Ma per fortuna di tutti la tua idiozia è sempre più palese :
          • ... scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            A quel che accade non troppo raramente su
            WindowsSe con Windows ci "pasticci" é possibile che accada ma di suo non cambia il comportamento dall'oggi al domani.Quel "tipico di Windows" che hai scritto é una cagata pazzesca.
          • antispam scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Quanto a chi lavora nel gestionale con sw del
            2002 tu lo trovi furbo? Chi "manda avanti la
            baracca" incapace di vedere il domani lo trovi
            intelligente?Non per fare polemica ma una delle maggiori feature di linux che viene sbandierata qui dentro è la capacità di non necessitare di nuovo hardware ogni 2 anni (vedi tutti i discorsi che all'uscita di ogni nuova versione di windows le aziende devono rifarsi il parco macchine, con risate e sfottò di corredo).Premesso che è un'esagerazione, perchè da Vista ad oggi non c'è assolutamente stato bisogno di cambiare hardware per montare le nuove versioni, non ci vedo nulla di strano nel restare (come per l'hardware) con un software vecchiotto che fa quello che serve e non da problemi.
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Io parlo di tempi ben superiori alla vita di un computer. C'è una gran quantità di gente che se ne infischia di salvare i propri dati in sw da cui non si sa come tirarli fuori, anche gente di un certo livello: una grossa banca italica per migrare un mostro, credo degli anni '80, poiché non c'era più sw né ferro per farlo girare s'è trovata a emulare una stampante per "parserizzare" la "stampa" di tutte le loro transazioni storiche registrate.Idem capita con chi sceglie soluzioni di calendario, documentali ecc proprietarie e una volta scottati non san come migrare i loro dati.Chi usa Windows perché quello ha sempre usato, non serve training, è preinstallato, ... è di quel genere, magari anche gran lavoratore ma con troppi pochi neuroni per capire com'è la strada che ha preso.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Io parlo di tempi ben superiori alla vita di un
            computer. C'è una gran quantità di gente che se
            ne infischia di salvare i propri dati in sw da
            cui non si sa come tirarli fuori, anche gente di
            un certo livello: una grossa banca italica per
            migrare un mostro, credo degli anni '80, poiché
            non c'era più sw né ferro per farlo girare s'è
            trovata a emulare una stampante per
            "parserizzare" la "stampa" di tutte le loro
            transazioni storiche
            registrate.Installa Linux e il problema è risolto, o no ? (rotfl)
            Idem capita con chi sceglie soluzioni di
            calendario, documentali ecc proprietarie e una
            volta scottati non san come migrare i loro
            dati.Installa Linux e il problema è risolto, o no ? (rotfl)
            Chi usa Windows perché quello ha sempre usato,
            non serve training, è preinstallato, ... è di
            quel genere, magari anche gran lavoratore ma con
            troppi pochi neuroni per capire com'è la strada
            che ha
            preso.Installa Linux e il lavoratore diventa magicamente intelligente, o no ? (rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open

            Installa Linux e il problema è risolto, o no ?Certo, però i dati dal tuo mostro ex-IBM+terze parti come li tiri fuori? Ah già, in genere nel mondo open non c'è quella cosa chiamata lock-in...
            Installa Linux e il problema è risolto, o no ? Ma certo, e con quel tuo calendario iperusato su Plaxo&c come fai? Ah già, quella cosa chiamata "cloud" ovvero da la tua roba a terzi e prendi il cetriolo hem, il servizio
            Installa Linux e il lavoratore diventa magicamente
            intelligente, o no ? In media l'intelligenza quella è, opportunamente stimolata, anche nell'adulto si può manifestare, opportunamente stimolata si può anche reprimere.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte

            Installa Linux e il problema è risolto, o no
            ?
            Certo, però i dati dal tuo mostro ex-IBM+terze
            parti come li tiri fuori? Ah già, in genere nel
            mondo open non c'è quella cosa chiamata
            lock-in...E allora installa Linux e non scassare :D

            Installa Linux e il problema è risolto, o no
            ?

            Ma certo, e con quel tuo calendario iperusato su
            Plaxo&c come fai? Ah già, quella cosa chiamata
            "cloud" ovvero da la tua roba a terzi e prendi il
            cetriolo hem, il
            servizioE allora installa Linux e non scassare :D

            Installa Linux e il lavoratore diventa
            magicamente


            intelligente, o no ?
            In media l'intelligenza quella è, opportunamente
            stimolata, anche nell'adulto si può manifestare,
            opportunamente stimolata si può anche
            reprimere.Si e l'unico modo per diventare intelligente è installarsi Linux (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            L'ho già in uso dalla morte di OpenSolaris come desktop di riferimento e saran 15/20 anni che lo installo, tutto opportunamente automatizzato sin dai tempi di CFEngine :DSull'intelligenza: non diventi intelligente come non diventi forte, sei come sei, fai palestra e in base alle tue caratteristiche fisiche aumenti la muscolatura, fai palestra alla mente e aumenti l'intelligenza, vivi a letto o non fai altro che il braccio di una macchina e ti si atrofizzano sia muscoli che neuroni. Ocio che l'atrofia è rapida, il "recupero" assai lento.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Sull'intelligenza: non diventi intelligente come
            non diventi forte, sei come sei, fai palestra e
            in base alle tue caratteristiche fisiche aumenti
            la muscolatura, fai palestra alla mente e aumenti
            l'intelligenza, vivi a letto o non fai altro che
            il braccio di una macchina e ti si atrofizzano
            sia muscoli che neuroni. Ocio che l'atrofia è
            rapida, il "recupero" assai
            lento.Quindi tu sei per la "libertà" di imporre alle persone il software "libero" per il loro bene: così diventano più intelligenti (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Sono per la libertà quindi in un regime che libero non è sono per tagliare i lacci e lacciuoli dell'oppressione, siano essi leggi sulla sorveglianza, impedimenti ai cittani od anche sw proprietario subdolamente legato a del ferro per costringerti a prenderlo in licenza d'uso, che comprarlo non è possibile.Dimmi tu nel nome della libertà tollereresti per esempio l'obbligo del velo o l'imposizione da parte di cert'une famiglie (non solo islamiche, tra l'altro) di mutilazioni genitali ecc? Perché non è diverso dall'imporre in un'auto una centralina closed-source o un OS in bundle con un computer.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Sono per la libertà quindi in un regime che
            libero non è sono per tagliare i lacci e
            lacciuoli dell'oppressione, siano essi leggi
            sulla sorveglianza, impedimenti ai cittani od
            anche sw proprietario subdolamente legato a del
            ferro per costringerti a prenderlo in licenza
            d'uso, che comprarlo non è
            possibile.Allora frequenti il forum per batterti per la tua idea idiota di libertà...interessante....
            Dimmi tu nel nome della libertà tollereresti per
            esempio l'obbligo del velo o l'imposizione da
            parte di cert'une famiglie (non solo islamiche,
            tra l'altro) di mutilazioni genitali ecc? Hai di questi problemi ?
            Perché
            non è diverso dall'imporre in un'auto una
            centralina closed-source o un OS in bundle con un
            computer.Ma che caxxo stai dicendo ????? Tu ti sei fuso completamente il cervello !!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            No, ma considero utile commentare talvolta.Sul paragone tra campi di sterminio, imposizioni religiose ecc: serve capacità di astrazione (non molta cmq) per discernere il "principio" dall'esempio. Prova, ti sorprenderai.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            No, ma considero utile commentare talvolta.Talvolta un para di balle, sei sempre qui :D
            Sul paragone tra campi di sterminio, imposizioni
            religiose ecc: serve capacità di astrazione (non
            molta cmq) per discernere il "principio"
            dall'esempio. Un conto è la capacità di astrazione, un conto sono esempi del caxxo in cui vuoi fare passare che l'adozione di un certo OS o SW sia paragonabile ai soprusi fisici e alla tortura.... :|Questa si chiama distorsione e manipolazione della realtà e mancanza di riferimenti sani.... :o ma d'altra parte si sta parlando di un utente di questo forum, cosa si può pretendere ? :
            Prova, ti
            sorprenderai.Tu prova a cambiare pusher, ti sorprenderai
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Posso chiederti quale coerenza c'è su un sistema
            che esibisce comportamenti diversi eseguendo più
            volte identiche azioni (tipico di
            Windows)?Ancora con questa storia (rotfl)
            Quanto a chi lavora nel gestionale con sw del
            2002 tu lo trovi furbo? Chi "manda avanti la
            baracca" incapace di vedere il domani lo trovi
            intelligente? Se uno non è intelligente non lo è anche se usa Linux :D
            Non tutti i disastri capitano in
            poco tempo, un po' come quelle case costruite
            male in zone sismiche, franose o allagabili,
            magari son state in piedi per anni e se sentivi i
            loro proprietari sino a prima del disastro
            facevano discorsi molto simili al tuo. Poi tutti
            a urlare contro qualche colpevole
            terzo.E cosa c'entrano i sistemi operativi con l'ignoranza umana ?
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Sono un ottimo paragone, chi fa certe scelte in genere le fa ovunque per ogni aspetto della vita dalla scelta dell'OS al modo di comportarsi in pubblico al luogo in cui vive
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Sono un ottimo paragone, chi fa certe scelte in
            genere le fa ovunque per ogni aspetto della vita
            dalla scelta dell'OS al modo di comportarsi in
            pubblico al luogo in cui
            viveEcco perchè prima dell'avvento dell'informatica e dei sistemi operativi l'uomo era palesemente ignorante: non poteva scegliersi l'OS (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            L'esempio di Wireshark non dimostra quel che vuoi per una semplice ragione: praticamente nessuno scarica Wireshark via sito per GNU/Linux, lo prende comodamente tramite il package manager della sua distro. Chi sviluppa Wireshark non ha da preoccuparsi di impacchettare per GNU/Linux: pubblica il codice ed i packagers delle varie distro se lo prendono, lo compilano&impacchettano, notano e segnalano problemi, propongono patch ecc rendendo il compito degli sviluppatori più semplice e fornendo test&debug incomparabile a qualsiasi sviluppo chiuso&proprietario. Chi ha problemi "di frammentazione" & stupidaggini simili su GNU/Linux è chi appunto vuol esserci senza far parte della community: chi sviluppa sw proprietario.La retrocompatibilità? Non ha motivo di esistere: ogni software per avere una certa affidabilità dev'essere vivo, evolvere, altrimenti è un problema in quiescenza che più resta tale più grave può risultare quando scoppia, a sorpresa e senza possibilità di ulteriori rinvii. Ne sa qualcosa una certa gigantica banca italica, ne san qualcosa cert'une banche inglesi e tanti altri.Il motto if it isn't broke don't fix it s'è SEMPRE rivelato foriero di gravi disastri.
          • applausi scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            [img]http://i.imgur.com/LSR2RCH.gif[/img]
        • xte scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          Entro a gamba tesa per una curiosità: chi pensi che "abbia investito su Unity e non voglia ripetere l'errore?". Perché Unity8 era un progetto one-company-show, al pari del destkop di Windows od OSX, solo mitigato dall'essere open. Quindi il rischio di investire nel prodotto è simile chessò a quelli che investono in OpenBravo o Alfresco. Prodotti open one-company-show senza una community attiva dietro. A parte questo non credo NESSUNO abbia investito qualcosa al di fuori di Canonical.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Entro a gamba tesa per una curiosità: chi pensi
            che "abbia investito su Unity e non voglia
            ripetere l'errore?". Perché Unity8 era un
            progetto one-company-show, al pari del destkop di
            Windows od OSX, solo mitigato dall'essere open.
            Quindi il rischio di investire nel prodotto è
            simile chessò a quelli che investono in OpenBravo
            o Alfresco. Prodotti open one-company-show senza
            una community attiva dietro. A parte questo non
            credo NESSUNO abbia investito qualcosa al di
            fuori di
            Canonical.Ecco la visione Linux-centrica del linaro, dove gli utenti non contano nulla se non quando serve, cioè per lamentarsi di quanto siano delle pecore ignoranti se si parla di Windows :D
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Tu dimmi che "investimento" ha fatto un utente tipo, poi ti potrò rispondere. Sai investimento per noi FOSS-ari si intente tempo, impegno, denaro, non scelta fatta tirando una monetina.
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Tu dimmi che "investimento" ha fatto un utente
            tipo, poi ti potrò rispondere. Sai investimento
            per noi FOSS-ari si intente tempo, impegno,
            denaro, non scelta fatta tirando una
            monetina.Ti sei risposto da solo e non te ne sei manco accorto (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            Mi sa che tu non hai letto bene ciò che hai scritto...
          • stay tuned scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            - Scritto da: xte
            Mi sa che tu non hai letto bene ciò che hai
            scritto...Ma allora aveva ragione uno che ti ha risposto dicendoti che tu pensi nel modo: "non sono io razzista, è l'altro che è un XXXXX" (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • ... scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi.... e dopo questa puoi prendere "La Mela di Guardia" e andartene allegramente a fare in qlo. :)
        • giggi scrive:
          Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: iRoby

          Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi.

          ... e dopo questa puoi prendere "La Mela di
          Guardia" e andartene allegramente a fare in qlo.
          :)Andava a suonare i campanelli delle case con un suo compare per lasciare la rivista: "Il Pinguino di Guardia" :DMa le persone avevano un QI troppo basso e non gli hanno mai aperto (rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
            No solo nelle P.A. Ma il 1999 era un periodo troppo acerbo per Linux.Oggi non ne ha più bisogno.La Apple stava messa anche peggio... Dato che non si sapeva se fallisse. Prima di convertirsi in una religione.Oggi Linux non è più una religione, ma ha il suo posto nel futuro dell'IT del pianeta.Apple deve ricorrere al design ed agli sfigati in cerca di rimuoversi di dosso la puzza dell'uomo qualunque.
      • Max scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Gli utenti Linux siamo quasi tutti quelli con QI
        superiore alla
        media.Ma l'elezione del tuo QI a superiore è data da un test (che braccino come sei dubito tu abbia mai fatto)? O è semplicemente autoreferenziale? No tanto per capire eh! ;)Ne vedo tanti come te, ogni giorno, ma non qui dentro tra gente che spara XXXXXXX a raffica su cose che non conosce, ma li vedo nel mondo reale. Personaggi che si credono bravi solo loro, e che poi immancabilmente fanno figure di palta. Un po' come te appunto.

        Sono i centri di calcolo, le istituzioni e
        tantissime realtà di un certo
        livello.E secondo te lo scelgono solo perché loro che lo usano hanno un QI alto? Inizio a dubitare tu abbia un QI sopra la media...

        ... collegandosi ai siti e i
        servizi che guarda caso girano spessissimo su
        Linux.E anche qui, secondo te gira su Linux perché chi lo ha fatto ha un QI sopra la media?Mmmmm i dubbi sul tuo QI aumentano....

        Una volta ho fondato e fatto parte di un LUG.Eccolo!!!!! Eccolo qui, che si autoreferenzia e autocelebra! mi mancava in questo post....Mi sa che i complimenti te li devi fare sempre da solo nella vita...
        Volevo diffondere Linux e i suoi vantaggi. Ah beh siccome a te ti ascoltano in massa, milioni di utenti, sicuramente avresti cambiato la storia...
        Oggi
        non ha più senso, sia perché è conosciuto e non
        ha più bisogno di propaganda, sia perché chi lo
        ha capito e lo ha voluto, lo ha
        fatto.Si cosa che non hai capito tu, visto che per te uno usa Linux per causa del QI... E comunque meno male che non fai propaganda tu, altrimenti sarebbe morto a quest'ora.

        E come il resto delle attività umane, questo
        sistema è diffuso proprio dove doveva
        diffondersi. Cioè dove c'è gente che ha saputo
        coglierne i
        vantaggi.E tu non sei uno di questi. Ah no, uno lo hai colto: è gratis. Da buon braccino (vedi merchandise Harley taroccato....)
        Sono pochi? Si sono pochi e rispecchiano la
        diffusione dell'intelligenza
        umana.Tranquillo che tu di questi non ne fai parte, perché non è che se tu decidi di avere un QI sopra la media automaticamente questo corrisponda al vero.... Non è l'autoreferenzialità o l'autocelebrazione che fanno intelligente una persona. Tu nei tuoi post dimostri solo che:1) spesso pari parole a vanvera, inventandoti delle superXXXXXle ad effetto (presunto tuo), ma che poi risultano di una banalità sconcertante, come tutte le tue manfrine sul liberismo.2) Sicuramente hai un ego smisurato, al quale dai sfogo qui dentro; il che mi dà da pensare che evidentemente "fuori", nel mondo reale, prendi mazzate a destra e a manca.3) molto probabilmente sei pure tirchio, non solo di portafoglio, temo anche nell'anima.4) sicuramente sei un arrogante della peggior specie, ti permetti di dare dei "minus habens", o quantomeno denigrare, a chi non ha le tue idee, la tua visione.Ogni tuo post come questo dovrebbe ricevere solo insulti come risposta.E il bello è che nemmeno capisci che fai la figura del poveretto con post come questo....Ora vai pure a frignare dalla redazione e dire di levare questa risposta... ;)
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Il bello dell'open è il brutto dell'open
        - Scritto da: iRoby
        Nessuno?
        Lo uso io e tanto basta.l'avevo detto che hai qualche problema...
  • Orlangio scrive:
    Unity è stata la morte di Canonical...
    ... che adesso ci sia la resurrezione ?io non credo proprio...Ormai si è sputt...
    • na minchia secca scrive:
      Re: Unity è stata la morte di Canonical...
      [img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img][img]http://papillon1961.files.wordpress.com/2015/10/nabeata.jpg[/img]
    • xte scrive:
      Re: Unity è stata la morte di Canonical...
      Hum, curioso, Canonical è "morta" con Unity diventando la prima distro e lo standard de facto del desktop e dello sviluppo GNU/Linux... Oggi la maggior parte dei server GNU/Linux sono Ubuntu... Si... Chissà che avrebbe fatto da viva :D
      • xte scrive:
        Re: Unity è stata la morte di Canonical...
        Uno dei clienti di Canonical per il supporto si chiama Google, è una piccola azienda USA con idee strambe che va un po' di cosine a tema informatico... Nella PA c'è una discreta fetta della PA Francese, parte di quella Andalusa, ... Gran parte dell'infrastruttura IT della NASA, la lista è bella lunga.RH ha certo clienti istituzionali, non è irrilevante ma ha perso sia il podio che gran parte della clientela prima con Debian e poi con Ubuntu, chi resta legato ad RH in genere chi ha una guida fortemente manageriale (tipo il settore gestionale).
      • ZLoneW scrive:
        Re: Unity è stata la morte di Canonical...
        Che Ubuntu sia lo standard de facto dei desktop Linux, non ci piove.Che sia standard lato server, non direi proprio, lo standard assoluto sono Red Hat o CentOS- ossia Red Hat senza sottoscrizione, visto che se lo sono comprato.Tuttalpiù, Ubuntu fa da server web, visto che è più aggiornato e strutturato in maniera più comoda per manipolare configurazioni e risorse web.D'altronde, Ubuntu è l'implementazione di riferimento di OpenStack - ossia IL cloud open source che usano tutti.
        • piove forte scrive:
          Re: Unity è stata la morte di Canonical...
          - Scritto da: ZLoneW
          Che Ubuntu sia lo standard de facto dei desktop
          Linux, non ci
          piove.Fonte?

          Che sia standard lato server, non direi proprio,
          lo standard assoluto sono Red Hat o CentOS-Fonte?
          ossia
          Red Hat senza sottoscrizione, visto che se lo
          sono
          comprato.

          Tuttalpiù, Ubuntu fa da server web, visto che è
          più aggiornato e strutturato in maniera più
          comoda per manipolare configurazioni e risorse
          web.

          D'altronde, Ubuntu è l'implementazione di
          riferimento di OpenStack - ossia IL cloud open
          source che usano
          tutti.Fonte?
          • xte scrive:
            Re: Unity è stata la morte di Canonical...
            Questa è un incompleta ma già utile fontehttps://w3techs.com/technologies/details/os-linux/all/allhttps://www.openstack.org/assets/survey/April-2016-User-Survey-Report.pdfpagina (45/47), grafico delle distro usateChe dici, può bastare?A parte ciò se lavori in un certo settore, per quanto il tuo campione non sia statisticamente rilevante ha un certo valore, non dimenticarlo. Non tutto ciò che leggi pubblicato "formattato carino" di apparenza tecnico-scientifica non significa che non sia spazzatura.
          • ... scrive:
            Re: Unity è stata la morte di Canonical...
            Grazie! Il grafico che hai postato smentisce TOTALMENTE quanto dichiarato da ZLoneW.
          • xte scrive:
            Re: Unity è stata la morte di Canonical...
            Ah si? Potresti dirmi come per curiosità?
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Unity è stata la morte di Canonical...
        - Scritto da: xte
        Hum, curioso, Canonical è "morta" con Unity
        diventando la prima distro e lo standard de facto
        del desktop e dello sviluppo GNU/Linux... Oggi la
        maggior parte dei server GNU/Linux sono Ubuntu...
        Si... Chissà che avrebbe fatto da viva
        :DDai su, hai capito cosa intendeva. :)
  • giggi scrive:
    community quella vera
    E' nato il fork:https://unity8.org/
    • dilettanti allo sbaraglio scrive:
      Re: community quella vera
      - Scritto da: giggi
      E' nato il fork:

      https://unity8.org/si fa in fretta a fare la pagine web un'po' meno continuare lo sviluppo
      • xte scrive:
        Re: community quella vera
        Premesso che considero Unity 8 una necessità e un progetto partito male vorrei dire una cosa: il software libero non è una competizione tra concorrenti. Il principio del FOSS è che io ho bisogno di qualche sw: se ne trovo uno adattabile lo adatto contribuendo al suo sviluppo e quindi rendendo un servizio a chi lo ha sviluppato in origine come lui lo ha reso a me altrimenti lo sviluppo io, il clico è infinito.C'è forse un traguardo per Unity8? Una timetable? No. Quindi se questi soggetti vogliono continuare a sviluppare in casa Unity8 qual'è il problema? Plan9 è da decenni che viene sviluppato marginalmente così come GNU Hurd e chissà quanti altri. Il punto "piccato" che vorrei dire è che se la gente continua a pensare al FOSS come un progetto aziendale la community, ovvero noi tutti, perdiamo. Lo sviluppo "aziendale" ha limiti che il FOSS non ha, non è il caso di importarli.
        • PitoPato scrive:
          Re: community quella vera
          - Scritto da: xte
          Premesso che considero Unity 8 una necessità e un
          progetto partito male vorrei dire una cosa: il
          software libero non è una competizione tra
          concorrenti. Il principio del FOSS è che io ho
          bisogno di qualche sw: se ne trovo uno adattabile
          lo adatto contribuendo al suo sviluppo e quindi
          rendendo un servizio a chi lo ha sviluppato in
          origine come lui lo ha reso a me altrimenti lo
          sviluppo io, il clico è
          infinito.

          C'è forse un traguardo per Unity8? Una timetable?
          No. Quindi se questi soggetti vogliono continuare
          a sviluppare in casa Unity8 qual'è il problema?
          Plan9 è da decenni che viene sviluppato
          marginalmente così come GNU Hurd e chissà quanti
          altri. Il punto "piccato" che vorrei dire è che
          se la gente continua a pensare al FOSS come un
          progetto aziendale la community, ovvero noi
          tutti, perdiamo. Lo sviluppo "aziendale" ha
          limiti che il FOSS non ha, non è il caso di
          importarli.Concordo al 100%
  • Nome e cognome scrive:
    Re: Peccato
    Cosa intendi con "non mi è stato mai tra i piedi"?
    • pezzo scrive:
      Re: Peccato
      - Scritto da: Nome e cognome
      Cosa intendi con "non mi è stato mai tra i piedi"?Lascialo perdere, è un XXXXX
    • Shiba scrive:
      Re: Peccato
      - Scritto da: Nome e cognome
      Cosa intendi con "non mi è stato mai tra i piedi"?Intendo che non ho mai dovuto passare quarti d'ora per cercare come disabilitare quella cosa, abilitare quell'altra, riorganizzare pannelli in modi uno più scomodo dell'altro o sfogliare decine di estensioni che puntualmente schiantano tutto. Unity se ne stava lì buono in alto senza rubarti un pixel di spazio; tu lavoravi e lui si notava appena quando volevi sapere l'ora o controllare se qualcuno ti aveva scritto. Il pannello laterale poi rimane il migliore che abbia mai visto.Sto usando GNOME da quando ho cambiato distro, 1 annetto circa, e devo dire che la Shell è uno dei peggiori pezzi di software con cui abbia avuto a che fare: comportamento di default che imita le XXXXXte Apple, estensioni che schiantano tutto, un gran accrocchio se vuoi usare il tutto senza systemd.KDE non lo prenderò più in considerazione finché non implodono una volta per tutte.
      • b0b5e0f5069 scrive:
        Re: Peccato

        KDE non lo prenderò più in considerazione finché
        non implodono una volta per tutte.Questioni di gusti. KDE ha avuto un brutto periodo di instbilità quando sono uscite le prime versioni della 4, ma ora va bene, è potente, configurabile ed intuitivo. Io lo preferisco di gran lunga rispetto aglli altri.
        • Shiba scrive:
          Re: Peccato
          - Scritto da: b0b5e0f5069

          KDE non lo prenderò più in considerazione
          finché

          non implodono una volta per tutte.

          Questioni di gusti. KDE ha avuto un brutto
          periodo di instbilità quando sono uscite le prime
          versioni della 4, ma ora va bene, è potente,
          configurabile ed intuitivo. Io lo preferisco di
          gran lunga rispetto aglli altri.Non nella mia esperienza, non fino a 6 mesi fa. Inoltre con quel bellissimo sistema di sviluppo in tre componenti che vengono aggiornate in modo sfasato, hanno triplicato la frequenza con cui mi trovo pezzi che hanno rotto. E non voglio sentirmi dire «eh ma in questi 6 mesi è migliorato», perché in più di 15 anni che uso Linux, KDE è sempre stato l'emblema del crash. Probabilmente abbiamo un livello di esigenza diversa, questo te lo concedo, ma per quanto GNOME sia imbarazzante, in confronto è stabile come una roccia. E non è ancora salito sul fott*** carro del rolling release, per fortuna.
          • yyyy scrive:
            Re: Peccato
            Ma come? ma le distro Linux non erano la cosa più stabile e potente del mondo? non dovevo installarlo e cambiare idea su windows e mac os x?adesso i pezzi funzionano male tra loro e si inchioda? e quando lo dicevo io non andava bene
          • zzzz scrive:
            Re: Peccato
            KDE non è una dostro linux XXXXXXXXXXXXXX.
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: yyyy
            Ma come? ma le distro Linux non erano la cosa più
            stabile e potente del mondo? non dovevo
            installarlo e cambiare idea su windows e mac os x?Chi ti conosce? Che ne so io di quello che dovevi fare tu? Comunque sì, basta un po' di criterio nella scelta.
            adesso i pezzi funzionano male tra loro e si
            inchioda? e quando lo dicevo io non andava
            beneLink a quello che dicevi? Ti dico subito se era una XXXXXXX o se avevi ragione.
          • e4d2c9b54a4 scrive:
            Re: Peccato


            Non nella mia esperienza, non fino a 6 mesi fa.
            Inoltre con quel bellissimo sistema di sviluppo
            in tre componenti che vengono aggiornate in modo
            sfasato, hanno triplicato la frequenza con cui mi
            trovo pezzi che hanno rotto. Uso KDE su Debian da anni e non ha mai dato problemi. Ho usato Fedora per un po' e ho avuto qualche problema, ma lo sapevo in anticipo che Fedora è una versione beta. Forse su qualche distro adesso ci saranno problemi con il passaggio a Wayland. Ma mi sa che stai esagerando un po'.
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: e4d2c9b54a4



            Non nella mia esperienza, non fino a 6 mesi
            fa.

            Inoltre con quel bellissimo sistema di
            sviluppo

            in tre componenti che vengono aggiornate in
            modo

            sfasato, hanno triplicato la frequenza con
            cui
            mi

            trovo pezzi che hanno rotto.

            Uso KDE su Debian da anni e non ha mai dato
            problemi.

            Ho usato Fedora per un po' e ho avuto qualche
            problema, ma lo sapevo in anticipo che Fedora è
            una versione beta.

            Forse su qualche distro adesso ci saranno
            problemi con il passaggio a Wayland. Ma mi sa che
            stai esagerando un
            po'.Quando sto giocando a qualcosa a tutto schermo, che già è un evento raro, e ogni 2-3 minuti mi si riduce la finestra perché una a una stanno crashando tutte le parti di KDE da Plasma, KRunner, pezzi di Akonadi, ecc, non credo proprio di esagerare. Stavo usando Gentoo+X11 e stavo dietro ai rilasci upstream, quindi mi sembra un po' difficile che sia un problema di distro. Comunque non c'è problema, KDE va per la sua strada e io per la mia. L'importante è che non ci incontriamo mai più.
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            perché in più di 15 anni che
            uso Linux, KDE è sempre stato l'emblema del
            crash. ma come ??? è sw open, non è possibile (rotfl)
            Probabilmente abbiamo un livello di
            esigenza diversa, questo te lo concedo, ma per
            quanto GNOME sia imbarazzante, ma come ??? è open, non è possibile (rotfl)
            in confronto è
            stabile come una roccia. E non è ancora salito
            sul fott*** carro del rolling release, per
            fortuna.andrà tutto ok, è sw open (rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            - Scritto da: Shiba

            perché in più di 15 anni che

            uso Linux, KDE è sempre stato l'emblema del

            crash.

            ma come ??? è sw open, non è possibile (rotfl)Certo che è possibile.

            Probabilmente abbiamo un livello di

            esigenza diversa, questo te lo concedo, ma
            per

            quanto GNOME sia imbarazzante,

            ma come ??? è open, non è possibile (rotfl)Certo che è possibile.

            in confronto è

            stabile come una roccia. E non è ancora
            salito

            sul fott*** carro del rolling release, per

            fortuna.

            andrà tutto ok, è sw open (rotfl)È possibile.
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: giggi

            - Scritto da: Shiba


            perché in più di 15 anni che


            uso Linux, KDE è sempre stato l'emblema
            del


            crash.



            ma come ??? è sw open, non è possibile
            (rotfl)

            Certo che è possibile.ma non era che: open = er mejo der mejo ? (rotfl)allora erano tutte XXXXXXcce (rotfl)


            Probabilmente abbiamo un livello di


            esigenza diversa, questo te lo concedo,
            ma

            per


            quanto GNOME sia imbarazzante,



            ma come ??? è open, non è possibile (rotfl)

            Certo che è possibile.ma non era che: open = er mejo der mejo ? (rotfl)allora erano tutte XXXXXXcce (rotfl)


            in confronto è


            stabile come una roccia. E non è ancora

            salito


            sul fott*** carro del rolling release,
            per


            fortuna.



            andrà tutto ok, è sw open (rotfl)

            È possibile.ma anche no (rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: giggi


            - Scritto da: Shiba



            perché in più di 15 anni che



            uso Linux, KDE è sempre stato
            l'emblema

            del



            crash.





            ma come ??? è sw open, non è possibile

            (rotfl)



            Certo che è possibile.

            ma non era che: open = er mejo der mejo ? (rotfl)
            allora erano tutte XXXXXXcce (rotfl)No, no, verissimo. Immaginati il resto.



            Probabilmente abbiamo un livello di



            esigenza diversa, questo te lo
            concedo,

            ma


            per



            quanto GNOME sia imbarazzante,





            ma come ??? è open, non è possibile
            (rotfl)



            Certo che è possibile.

            ma non era che: open = er mejo der mejo ? (rotfl)
            allora erano tutte XXXXXXcce (rotfl)No, no, verissimo. Immaginati il resto.



            in confronto è



            stabile come una roccia. E non è
            ancora


            salito



            sul fott*** carro del rolling
            release,

            per



            fortuna.





            andrà tutto ok, è sw open (rotfl)



            È possibile.

            ma anche no (rotfl)Non volevo crederci, ma se lo dice gigi...
          • ... scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: giggi


            - Scritto da: Shiba



            perché in più di 15 anni che



            uso Linux, KDE è sempre stato
            l'emblema

            del



            crash.





            ma come ??? è sw open, non è possibile

            (rotfl)



            Certo che è possibile.

            ma non era che: open = er mejo der mejo ? (rotfl)
            allora erano tutte XXXXXXcce (rotfl)Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é "se c'é un problema ce lo risolviamo noi senza dover aspettare gli update della mamma di turno".Son spassosi quando cercano di nascondere le magagne "opensorce" facendo credere che i problemi si li risolvono loro. :)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: ...
            Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é "se c'é un
            problema ce lo risolviamo noi senza dover
            aspettare gli update della mamma di
            turno".È quello che faccio infatti. Upower sul mio portatile funziona con la MIA tastiera retroilluminata.
          • ... scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: ...

            Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é "se
            c'é
            un

            problema ce lo risolviamo noi senza dover

            aspettare gli update della mamma di

            turno".

            È quello che faccio infatti. Upower sul mio
            portatile funziona con la MIA tastiera
            retroilluminata.Lo fai male allora se hai "estensioni che schiantano tutto" e usi Shell che "è uno dei peggiori pezzi di software". Piuttosto che applicare la filosofia "se c'é un problema ce lo risolviamo noi" tu cambi DE e aspetti "finché (KDE) non implodono una volta per tutte."
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: ...


            Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é
            "se

            c'é

            un


            problema ce lo risolviamo noi senza
            dover


            aspettare gli update della mamma di


            turno".



            È quello che faccio infatti. Upower sul
            mio

            portatile funziona con la MIA tastiera

            retroilluminata.

            Lo fai male allora se hai "estensioni che
            schiantano tutto"Sono obbligato a usare estensioni che schiantano? No, fammi capire.
            e usi Shell che "è uno dei
            peggiori pezzi di software".In tutto c'è sempre un po' di male, io posso limitare i danni, tu puoi solo aggiornare e incrociare le dita :)
            Piuttosto che applicare la filosofia "se c'é un
            problema ce lo risolviamo noi"Fatto, come ti ho scritto sopra.
            tu cambi DE e aspetti "finché (KDE) non implodono
            una volta per tutte."Girala come vuoi, è chiaro come il sole che ti rode pensare che io posso scegliere di partire dalla base che preferisco, mentre tu... no :)
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: ...



            Piú che "er mejo" la
            XXXXXXccia
            é

            "se


            c'é


            un



            problema ce lo risolviamo noi senza

            dover



            aspettare gli update della mamma di



            turno".





            È quello che faccio infatti.
            Upower
            sul

            mio


            portatile funziona con la MIA tastiera


            retroilluminata.



            Lo fai male allora se hai "estensioni che

            schiantano tutto"

            Sono obbligato a usare estensioni che schiantano?
            No, fammi
            capire.


            e usi Shell che "è uno dei

            peggiori pezzi di software".

            In tutto c'è sempre un po' di male, io posso
            limitare i danni, tu puoi solo aggiornare e
            incrociare le dita
            :)


            Piuttosto che applicare la filosofia "se c'é
            un

            problema ce lo risolviamo noi"

            Fatto, come ti ho scritto sopra.


            tu cambi DE e aspetti "finché (KDE) non
            implodono

            una volta per tutte."

            Girala come vuoi, è chiaro come il sole che ti
            rode pensare che io posso scegliere di partire
            dalla base che preferisco, mentre tu... no
            :)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si, rode da pazzi a sapere che per fare illuminare la tua tastiera ci impieghi un mese perchè ti devi scaricare i sorgenti e li devi modificare a manina oppure chiedere ad altri linari per fare una cosa che hai gratis con altri OS :DCiao, devo uscire subito a comprarmi il malox (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(

            Si, rode da pazzi a sapere che per fare
            illuminare la tua tastiera ci impieghi un mese
            perchè ti devi scaricare i sorgenti e li devi
            modificare a manina oppure chiedere ad altri
            linari per fare una cosa che hai gratis con altri
            OS
            :D
            Ciao, devo uscire subito a comprarmi il malox
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Talmente gratis che dovrei rimanere su Windows 7 finché non scoppia il PC se voglio usare la luce della tastiera. Che invidia! (rotfl)
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: giggi


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(



            Si, rode da pazzi a sapere che per fare

            illuminare la tua tastiera ci impieghi un
            mese

            perchè ti devi scaricare i sorgenti e li devi

            modificare a manina oppure chiedere ad altri

            linari per fare una cosa che hai gratis con
            altri

            OS

            :D

            Ciao, devo uscire subito a comprarmi il
            malox



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Talmente gratis che dovrei rimanere su Windows 7
            finché non scoppia il PC se voglio usare la luce
            della tastiera. Che invidia!
            (rotfl)E allora cambia OS, è la scelta più intelligente (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            E allora cambia OS, è la scelta più intelligente
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)È esattamente quello che ho fatto il primo giorno che ho avuto questo computer ;)
          • ... scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            Sono obbligato a usare estensioni che schiantano?
            No, fammi
            capire.
            Ho riportato quello che hai scritto sopra e , tral'altro, "obbligato" non l'ho mai scritto.

            e usi Shell che "è uno dei

            peggiori pezzi di software".

            In tutto c'è sempre un po' di male, io posso
            limitare i danni, tu puoi solo aggiornare e
            incrociare le dita
            :)
            Non usare un DE perché instabile non é propriamente un "limitare i danni".

            Piuttosto che applicare la filosofia "se c'é
            un

            problema ce lo risolviamo noi"

            Fatto, come ti ho scritto sopra.


            tu cambi DE e aspetti "finché (KDE) non
            implodono

            una volta per tutte."

            Girala come vuoi, è chiaro come il sole che ti
            rode pensare che io posso scegliere di partire
            dalla base che preferisco, mentre tu... no
            :)Hai un problema col sole perché quello che scritto non corrisponde al vero.Meglio se chiedi , come hai fatto con la tastiera , nei forum "opensorci" come fare ad illuminare il sole.
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: ...
            Ho riportato quello che hai scritto sopra e ,
            tra l'altro, "obbligato" non l'ho mai scritto.

            Non usare un DE perché instabile non é
            propriamente un "limitare i danni".Ottimo, poiché né io né tu (suppongo) siamo masochisti, evitare le parti instabili visto che si può è un ottimo rimedio.


            Piuttosto che applicare la filosofia
            "se
            c'é

            un


            problema ce lo risolviamo noi"



            Fatto, come ti ho scritto sopra.




            tu cambi DE e aspetti "finché (KDE) non

            implodono


            una volta per tutte."



            Girala come vuoi, è chiaro come il sole che
            ti

            rode pensare che io posso scegliere di
            partire

            dalla base che preferisco, mentre tu... no

            :)

            Hai un problema col sole perché quello che
            scritto non corrisponde al vero.

            Meglio se chiedi , come hai fatto con la tastiera
            , nei forum "opensorci" come fare ad illuminare
            il sole.La luce ha sempre funzionato tramite sony_laptop, volevo solo che lo sapesse anche il desktop e agisse di conseguenza. Ma che te lo dico a fare, non hai idea di cosa sto parlando...
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: ...

            Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é "se
            c'é
            un

            problema ce lo risolviamo noi senza dover

            aspettare gli update della mamma di

            turno".

            È quello che faccio infatti. Upower sul mio
            portatile funziona con la MIA tastiera
            retroilluminata.Quindi ti sei scaricato i sorgenti, ti sei letto ogni riga di codice fino ad individuare il punto della modifica, te li sei modificati a manina, li hai compilati, debugati e poi hai fatto l'upload sul repository ufficiale, perchè è così che funziona l'open sorcio :DO hai googlato ? O sei andato su qualche forum di linari nerd a chiedere aiuto e loro ti hanno risposto: "lancia questo script...." ? :D...la potenza della personalizzazione (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: ...


            Piú che "er mejo" la XXXXXXccia é
            "se

            c'é

            un


            problema ce lo risolviamo noi senza
            dover


            aspettare gli update della mamma di


            turno".



            È quello che faccio infatti. Upower sul
            mio

            portatile funziona con la MIA tastiera

            retroilluminata.

            Quindi ti sei scaricato i sorgenti, ti sei letto
            ogni riga di codice fino ad individuare il punto
            della modifica,src/up-kbd-backlight.cAbituato al m*rdaio del software proprietario, vero? :)
            te li sei modificati a manina, li
            hai compilati, debugatiLa parte che mi interessa sono sì e no una 20ina di righe che gestiscono due variabili, giornate di debug! (rotfl)
            e poi hai fatto l'upload
            sul repository ufficiale, perchè è così che
            funziona l'open sorcio :D

            O hai googlato ? O sei andato su qualche forum di
            linari nerd a chiedere aiuto e loro ti hanno
            risposto: "lancia questo script...." ? :DSì, ho googlato come si programma in C (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            ...la potenza della personalizzazione
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)La stessa personalizzazione che non posso fare con il software proprietario Sony che non funziona con Windows
            7 (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • giggi scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: Shiba
            - Scritto da: giggi

            - Scritto da: Shiba


            - Scritto da: ...



            Piú che "er mejo" la
            XXXXXXccia
            é

            "se


            c'é


            un



            problema ce lo risolviamo noi senza

            dover



            aspettare gli update della mamma di



            turno".





            È quello che faccio infatti.
            Upower
            sul

            mio


            portatile funziona con la MIA tastiera


            retroilluminata.



            Quindi ti sei scaricato i sorgenti, ti sei
            letto

            ogni riga di codice fino ad individuare il
            punto

            della modifica,

            src/up-kbd-backlight.cChe hai uploadato dopo la modifica da bravo fan dell'open sorcio :D
            Abituato al m*rdaio del software proprietario,
            vero?
            :)Non hai mai visto certi sw open sorci allora (rotfl)

            te li sei modificati a manina, li

            hai compilati, debugati

            La parte che mi interessa sono sì e no una 20ina
            di righe che gestiscono due variabili, giornate
            di debug!
            (rotfl)E chi ti ha dato le informazioni per la modifica ? Fammi indovinare: sei nato "imparato" (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            e poi hai fatto l'upload

            sul repository ufficiale, perchè è così che

            funziona l'open sorcio :D



            O hai googlato ? O sei andato su qualche
            forum
            di

            linari nerd a chiedere aiuto e loro ti hanno

            risposto: "lancia questo script...." ? :D

            Sì, ho googlato come si programma in C
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)E' stato semplice :D Non potevi fare la stessa cosa con KDE quando andava in crash ? :D

            ...la potenza della personalizzazione

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            La stessa personalizzazione che non posso fare
            con il software proprietario Sony che non
            funziona con Windows
            7
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Da cui la scelta di cambiare OS (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)"Mamma non mi funziona la rotellina del mouse !!", "Cambia OS" (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E adesso che hai cambiato OS non ti resta che sistemare KDE e Gnome, saranno di sicuro un file .c e 20 righe di codice, checcivuole ? In un quarto d'ora si fa !! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • xte scrive:
            Re: Peccato
            Hai mai pensato a cosa vuol dire possibilità, {crescita,cultura} personale, studio ecc? Perché sai nel mondo FOSS di solito c'è relax, tutto gira come deve e si cerca di farlo girare sempre meglio. C'è tempo di far altro che non affannarsi a tener su la baracca.Nel mondo open *puoi* fare svariate cose, il limite quasi unico e solo e la tua competenza, la community, il sw aiutano a formare e accrescere questa competenza nei modi e nei tempi che più ti si addicono. Puoi quindi modificare un modulo del kernel come adattare uno script come semplicemente seguire un videotutorial di qualcuno. Si chiama libertà, concetto difficile da comprendere per chi non l'ha mai avuta.
          • Shiba scrive:
            Re: Peccato
            - Scritto da: giggi
            - Scritto da: Shiba

            - Scritto da: giggi


            - Scritto da: Shiba



            - Scritto da: ...




            Piú che "er mejo" la

            XXXXXXccia

            é


            "se



            c'é



            un




            problema ce lo risolviamo noi
            senza


            dover




            aspettare gli update della
            mamma
            di




            turno".







            È quello che faccio infatti.

            Upower

            sul


            mio



            portatile funziona con la MIA
            tastiera



            retroilluminata.





            Quindi ti sei scaricato i sorgenti, ti
            sei

            letto


            ogni riga di codice fino ad individuare
            il

            punto


            della modifica,



            src/up-kbd-backlight.c

            Che hai uploadato dopo la modifica da bravo fan
            dell'open sorcio
            :DNon ancora, uso una versione di Upower di un paio di anni fa e non posso fare il fast-forward sull'ultima. È inutile mandare qualcosa che verrebbe sicuramente rifiutato.

            Abituato al m*rdaio del software
            proprietario,

            vero?

            :)

            Non hai mai visto certi sw open sorci allora
            (rotfl)Quindi la tua è semplicemente incompetenza. :)


            te li sei modificati a manina, li


            hai compilati, debugati



            La parte che mi interessa sono sì e no una
            20ina

            di righe che gestiscono due variabili,
            giornate

            di debug!

            (rotfl)

            E chi ti ha dato le informazioni per la modifica
            ? Fammi indovinare: sei nato "imparato"
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Che informazioni mi devono dare? sony_laptop esporta le interfacce, Upower, se lo sa, le usa. Se tu non sai allacciarti le scarpe piantala di prendertela con gli altri.


            e poi hai fatto l'upload


            sul repository ufficiale, perchè è così
            che


            funziona l'open sorcio :D





            O hai googlato ? O sei andato su qualche

            forum

            di


            linari nerd a chiedere aiuto e loro ti
            hanno


            risposto: "lancia questo script...." ?
            :D



            Sì, ho googlato come si programma in C

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            E' stato semplice :D Non potevi fare la stessa
            cosa con KDE quando andava in crash?
            :DPer quale motivo dovrei partire da quella che per me è la situazione peggiore? Scelgo ciò che mi funziona meglio e adatto quello.


            ...la potenza della personalizzazione


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)



            La stessa personalizzazione che non posso
            fare

            con il software proprietario Sony che non

            funziona con Windows
            7

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Da cui la scelta di cambiare OS
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Se avessi dovuto tenere Windows, questo PC lo avrei restituito in meno di una settimana ;)
            "Mamma non mi funziona la rotellina del mouse
            !!", "Cambia OS"
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)giggi: «No, continua a usare l'OS che non funziona. Fidati, ha senso.»
            E adesso che hai cambiato OS non ti resta che
            sistemare KDE e Gnome, saranno di sicuro un file
            .c e 20 righe di codice, checcivuole ? In un
            quarto d'ora si fa !!
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Rosichi di nuovo, eh? Cos'è di tanto importante che non riesci a far funzionare e che non puoi aggiustare sul tuo sistema bidone dell'immondizia?
  • ... scrive:
    la morte annunciata del desktop libero
    Upstart Fail, Mir Fail, Unity Fail! Canonical/Linux non esiste più, GNU/Linux è un morto che cammina (Gentoo/Slackware/Antix?), ormai è tutto nelle mani di RH/Linux che a sua volta è nelle mani di Microsoft(systemd)/NSA(SeLinux). Dall' altra parte c'è FreeBSD, AKA " vai a fare il betatester dei macachi".Ok il desktop libero non esiste più e visto che ormai la sonda nel **** è stata messa più o meno a tutti uno si guarda intorno e cerca di capire cosa può offrire il closed suc. Da quelle parti ci sarebbe un certo windows 10, quasi accettabile se non fosse per il fatto che Microsoft cambia idea più spesso di Canonical e produce software più instabile della spazzatura prodotta da RH. poi c'è OS x o come si chiama lui, ma resta fuori discussione perchè non posso scegliere nemmeno l' hardware. Android no comment :'(.Che vita da cani!
    • azz scrive:
      Re: la morte annunciata del desktop libero
      - Scritto da: ...
      Upstart Fail, Mir Fail, Unity Fail!
      Canonical/Linux non esiste più, GNU/Linux è un
      morto che cammina (Gentoo/Slackware/Antix?),
      ormai è tutto nelle mani di RH/Linux che a sua
      volta è nelle mani di
      Microsoft(systemd)/NSA(SeLinux). Dall' altra
      parte c'è FreeBSD, AKA " vai a fare il betatester
      dei
      macachi".

      Ok il desktop libero non esiste più e visto che
      ormai la sonda nel **** è stata messa più o meno
      a tutti uno si guarda intorno e cerca di capire
      cosa può offrire il closed suc. Da quelle parti
      ci sarebbe un certo windows 10, quasi accettabile
      se non fosse per il fatto che Microsoft cambia
      idea più spesso di Canonical e produce software
      più instabile della spazzatura prodotta da RH.
      poi c'è OS x o come si chiama lui, ma resta fuori
      discussione perchè non posso scegliere
      nemmeno l' hardware. Android no comment
      :'(.

      Che vita da cani!I cani vivono liberi...almeno quelli randagi, tu che cane sei?
      • ... scrive:
        Re: la morte annunciata del desktop libero
        Un cane non più libero dato che il randagismo è stato messo al bando.
        • ... scrive:
          Re: la morte annunciata del desktop libero
          - Scritto da: ...
          Un cane non più libero dato che il randagismo è
          stato messo al bando.La tua presenza qui nega la tua affermazione
          • ... scrive:
            Re: la morte annunciata del desktop libero
            La mia presenza qui non fa del mio desktop un desktop libero.
          • ... scrive:
            Re: la morte annunciata del desktop libero
            - Scritto da: ...
            La mia presenza qui non fa del mio desktop un
            desktop libero.La tua presenza qui è utile tanto quanto le pulci sulla schiena del cane randagio libero che occupa il tuo desktop
          • presente scrive:
            Re: la morte annunciata del desktop libero
            XXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXX.
          • ... scrive:
            Re: la morte annunciata del desktop libero
            E la tua di utilità?
        • La Strega e i 7 Nani scrive:
          Re: la morte annunciata del desktop libero
          - Scritto da: ...
          Un cane non più libero dato che il randagismo è
          stato messo al
          bando.No un cane che XXXXX!(rotfl)(rotfl)[img]http://www.curiositaeperche.it/wp-content/uploads/2014/05/biancaneve-XXXXXXX.jpg[/img]
    • 8008e681730 scrive:
      Re: la morte annunciata del desktop libero
      Il desktop libero non è mai esistito. Un'azione combinata di preinstallato e marketing lo ha sempre tenuto ai margini.Anche Ubuntu è diventato noto alla massa solo grazie alla sponsorizzazione di Canonical, un esercito di giornalisti e una campagna stampa ben orchestrata ha persuaso per anni migliaia di utonti che Ubuntu era la migliore distro Linux in circolazione.Un desktop libero che sia un desktop senza sponsor disposto a finanziare preinstallato o contaballe è destinato a rimanere su percentuali infime di diffusione.
      • ... scrive:
        Re: la morte annunciata del desktop libero
        - Scritto da: 8008e681730
        Il desktop libero non è mai esistito.Io avevo un SO desktop libero prima ancora che ubuntu nascesse, anzi prima ancora che TU nascessi.
        Un'azione
        combinata di preinstallato e marketing lo ha
        sempre tenuto ai
        margini.Fino a quando era ai "margini" era libero, ora con l' ingerenza di grandi corporazioni sta diventando una mer*a vergognosa.
        Anche UbuntuNon me ne fot*e una virgola di umbutu.
        è diventato noto alla massa solo
        grazie alla sponsorizzazione di Canonical, un
        esercito di giornalisti e una campagna stampa ben
        orchestrata ha persuaso per anni migliaia di
        utonti che Ubuntu era la migliore distro Linux in
        circolazione.
        Un desktop libero che sia un desktop senza
        sponsor disposto a finanziare preinstallato o
        contaballe è destinato a rimanere su percentuali
        infime di
        diffusione.E chi se ne fot*e della diffusione, la diffusione è il cancro.
      • xte scrive:
        Re: la morte annunciata del desktop libero
        Canonical ha si fatto un po' di marketing ma non certo al livello chessò di SuSe d'antan o di Red Hat. Eppure oggi è la portabandiera de-facto di GNU/Linux. Il marketing ha il suo peso ma non è tutto: se il tuo target sono masse da supermercato può essere preponderante, se sono tecnici può avere il suo ruolo ma o il prodotto vale o non sfonda.Personalmente la mia storia, personale, come desktop e informatica in genere è: IRIX (un regalo di una O₂ da bambino) -
        FreeBSD -
        Mandrake 8 (consiglio di un prof di inizio superiori) -
        RH9-FC Core 4 -
        Debian Sarge -
        Gentoo -
        FreeBSD -
        Solaris 9 4/04 -
        SXCE -
        SXDE -
        OpenIndiana -
        FreeBSD -
        UbuntuIl motivo dei cambiamenti? La ricerca di un desktop comodo, configurabile e gestibile in base al mio tempo/studio/lavoro. Oggi sono su Ubuntu, anche a titolo personale, perché non ho abbastanza tempo per gestirmi una distro/OS desktop source-based o semi-source-based (come FreeBSD, coi ports o Gentoo), non voglio una rolling per avere una distro pulita e voglio qualcosa di facilmente replicabile con script/Salt/Ansible/*. Ubuntu oggi è la migliore in questo: Preseed è un bagno di sangue, FAI è amichevole come un cobra a cui hai pestato la coda a mezzogiorno, LinuxCOE ha tutti i suoi limiti ma altri OS non son più usabili come desktop per un motivo o l'altro e Ubuntu di GNU/Linux è quello che da la pappa più pronta senza incatenarti in maniere sgradevoli.
        • xtestadczz scrive:
          Re: la morte annunciata del desktop libero
          - Scritto da: xte
          Canonical ha si fatto un po' di marketing ma non
          certo al livello chessò di SuSe d'antan o di Red
          Hat. Eppure oggi è la portabandiera de-facto di
          GNU/Linux.Tu sei proprio fuori, canonical non conta una pizza, da un lato c'è il kernel, dall' altro c' e RH che porta avanti i progetti più importanti lato user space, debian... debian l' è morta.
          Il marketing ha il suo peso ma non è
          tutto: se il tuo target sono masse da
          supermercato può essere preponderante, se sono
          tecnici può avere il suo ruolo ma o il prodotto
          vale o non
          sfonda.

          Personalmente la mia storia, personale,Personalmente personale non ce ne fotte un c*zz*.
          come
          desktop e informatica in genere
          è:
          IRIX (un regalo di una O₂ da bambino) -

          FreeBSD -
          Mandrake 8 (consiglio di un prof di
          inizio superiori) -
          RH9-FC Core 4 -
          Debian
          Sarge -
          Gentoo -
          FreeBSD -
          Solaris 9 4/04 -

          SXCE -
          SXDE -
          OpenIndiana -
          FreeBSD -

          Ubuntu
          Il motivo dei cambiamenti? La ricerca di un
          desktop comodo, configurabile e gestibile in base
          al mio tempo/studio/lavoro. Oggi sono su Ubuntu,Fa XXXXXX è instabile. Riavvii e non va più un ca**o, sembra windozze, e da quando è stata pownata da systemd va ancora peggio (rotfl).
          anche a titolo personale, perché non ho
          abbastanza tempo per gestirmi una distro/OS
          desktop source-based o semi-source-based (come
          FreeBSD, coi ports o Gentoo), non voglio una
          rolling per avere una distro pulita e voglio
          qualcosa di facilmente replicabile con
          script/Salt/Ansible/*. Ubuntu oggi è la migliore
          in questo: Preseed è un bagno di sangue, FAI è
          amichevole come un cobra a cui hai pestato la
          coda a mezzogiorno, LinuxCOE ha tutti i suoi
          limiti ma altri OS non son più usabili come
          desktop per un motivo o l'altro e Ubuntu di
          GNU/Linux è quello che da la pappa più pronta
          senza incatenarti in maniere
          sgradevoli.Mizzica ahò, un mare di banalità in stile markettaro, la "zucca vuota" mbutara.
          • xte scrive:
            Re: la morte annunciata del desktop libero

            Tu sei proprio fuori, canonical non conta una pizzaNo, hai ragione, è solo il portabandiera di GNU/Linux...Mi viene un dubbio, ma tu lo sai come funziona il FOSS? Cos'è un distro? Cos'è l'upstream? Perché ci ho il vago sospetto che non hai ancora smaltito la droga markettara di certi OS commerciali...
            Fa XXXXXX è instabile. Riavvii e non va più un ca**o, sembra windozze,Al momento ho circo 154 desktop con Ubuntu "semistandard", dall'ultima install, inizio maggio 2016 tolte le macchine più recenti, ho registrato un crash dovuto a systemd, circa 6 dovuti a problemi hw (nic, mobo, psu). Sgrat, sgrat, ma non è che il tuo ferro è un po' da fermaporte o non sai dove metter le mani e fai cappelle varie a copioincollare da qualche howto?
            e da quando è stata pownata da systemd va ancora peggioSi, ok, Systemd m'ha portato molti più problemi di quelli che sostiene di risolvere, sgrat sgrat, chi cavolo è il più grande sponsor di systemd? Ah, si, RH. Chi lo ha scelto al posto di upstart, OpenRC o altri non sentendosela ti XXXXr via tutto quel che RH ha voluto legare a Systemd? Hum, tutti i maggiori, Ubuntu è l'ultima di chi aspira al desktop...
  • utuntu scrive:
    mangiacoda
    Ubuntu Gnome esiste già, si chiama Mint
    • collione scrive:
      Re: mangiacoda
      huh?? mint usa cinnamonubuntu gnome esiste gia' e si chiama ubuntu gnome https://ubuntugnome.org/
      • inci pit scrive:
        Re: mangiacoda
        Cinnamon è Gnome travestito...
        • cazzarologo scrive:
          Re: mangiacoda
          Fonte?
          • azzorro scrive:
            Re: mangiacoda
            Sei pigrino eh?https://en.wikipedia.org/wiki/Cinnamon_%28software%29
        • collione scrive:
          Re: mangiacoda
          non direi proprio"Cinnamon is a desktop environment that is based on the GTK+ 3 toolkit. It was released in 2011. Cinnamon originally started as a fork of GNOME Shell, thus initially as a mere graphical shell of the GNOME software, but became its own desktop environment in Cinnamon 2.0. Cinnamon was developed by (and for) the Linux Mint distribution, with wider adoption spreading to other distributions over time.Because the Cinnamon desktop environment intends to implement a graphical user interface (GUI) distinct from the GNOME desktop environment, many of the GNOME Core Applications were forked, so that their GUIs can be rewritten appropriately."in origine nacque come fork di gnome3, ma gia' all'epoca sostituiva completamente gnome shell ( che e' il cuore di gnome3 )ad oggi hanno in comune solo alcune applicazioni di produttivita', che e' inutile riscrivere visto che entrambi i DE sono basati su gtk3figurati che pure Budgie, che e' proprio basato su Gnome3, nella prossima release migrera' addirittura a QT, tagliando completamente i ponti con Gnome3
          • xte scrive:
            Re: mangiacoda
            Premesso che non seguo né Cinnamon né Budgie ma per gli screenshot che incuriosito ho guardato Budgie è diverso da Gnome come Unity, diciamo "due wrapper" a Gnome, sarei curioso se taglian Gnome "sotto il cofano" cosa mettono come filemanager come gestore del dekstop ecc!
    • ... scrive:
      Re: mangiacoda
      Sei fuori strada. è vero che esiste ubuntu gnome ma non è mint è proprio ubuntu gnome.http://www.ubuntu-it.org/derivate/ubuntu-gnome
  • dilettanti allo sbaraglio scrive:
    Cause
    Non e' mai stata digerita e' stata sempre vista come interfaccia della canonical in stile Ms o Apple una forzatura e non una alternativail search collegato ad amazon ha peggiorato il tuttocanonical non poteva portare avanti tutto da solo il progetto, scarso supporto esternonon era malaccio ma la community l'ha di fatto affondata
    • Cracker Salato scrive:
      Re: Cause
      - Scritto da: dilettanti allo sbaraglio
      Non e' mai stata digerita e' stata sempre vista
      come interfaccia della canonical in stile Ms o
      Apple una forzatura e non una
      alternativa

      il search collegato ad amazon ha peggiorato il
      tutto

      canonical non poteva portare avanti tutto da solo
      il progetto, scarso supporto
      esterno

      non era malaccio ma la community l'ha di fatto
      affondataE ci credo.A parte i componenti che usano solo loro come MIR e i rimasugli di compiz, Unity è un accrocchio fatto con le GTK2, poi se apri il file manager, va sulle GTK3, con un layer di compatibilità grafico.Poi ci aggiungi Amazon e sei a posto.La verità è che pochi hanno provato Gnome di recente, anche perché quello customizzato da Ubuntu fa SCHIFO.Ormai Gnome è un mondo a se nel panorama delle interfacce, continuano ad innovare con idee sempre nuove e per dire ... gran parte delle features spacciate per innovative in Windows 10 Gnome le aveva già da anni.[yt]_Z1PAXiyTB0[/yt]
      • ZLoneW scrive:
        Re: Cause
        Dal mio punto di vista, non ho mai apprezzato particolarmente Unity: come tutti gli "utenti quadratici medi", sono troppo legato ai menu di lancio delle applicazioni, ed infatti la prima cosa che ho sempre installato su Ubuntu è il Classic Menu Indicator - e a questo punto, Unity mi si riduce ad una quick launch bar.Ma nemmeno la strada presa da Gnome la trovo particolarmente entusiasmante: la uso su Fedora e CentOS 7.3, la trovo pesante e addirittura meno pratica di Unity + Classic Menu Indicator...Ma tant'è, me ne farò una ragione... :)
        • xte scrive:
          Re: Cause
          Prova a pensare quante applicazioni usi abitualmente (io scommetto su meno di 6 o 7), potresti persino bindarle ai solitamente inutilizzati tasti multimediali fisici e wrapparle dietro jumpapp per interagire comodamente!Per questo si è soppresso, come trend, il menù preferendo per quel che usi "di rado" un launcher del tipo "scrivi e batti invio". In prima battuta ti sembra di non saper più cosa hai installato, come ai tempi dei primi bootsplash ti sembra di perdere i messaggi di boot, ma alla fine non ci fai più caso: quel che hai installato lo sai (se fai le cose per bene) e dal dmesg ai log+con alert automatiche (sempre se fai le cose per bene) li hai lo stesso. È un cambio di paradigma che richiede un po' di tempo, ma alla fine IMVHO merita!
          • ZLoneW scrive:
            Re: Cause
            - Scritto da: xte
            Prova a pensare quante applicazioni usi
            abitualmente (io scommetto su meno di 6 o 7)Magari fosse... :)Sono una quindicina solo quelle "docked" sulla barra di Unity, e almeno altrettante sono quelle che uso regolarmente.
            Per questo si è soppresso, come trend, il menù
            preferendo per quel che usi "di rado" un launcher
            del tipo "scrivi e batti invio".Comprendo il tuo punto di vista, ma non corrisponde al mio modo di lavorare.Non tengo sempre le dita sulla tastiera, come farebbe uno sviluppatore; al contrario, la mia mano destra è sempre appoggiata sula trackball. "Scrivi e batti invio" mi risulta innaturale, e mi fa perdere tempo la ricerca sul disco delle applicazioni che rispondono ai parametri di ricerca - se devo scrivere e battere invio, apro la shell e le avvio da lì, tanto so come si chiamano ed eventualmente dove sono.Ecco perché trovo più efficace il menu o le icone "docked".
          • xte scrive:
            Re: Cause
            Hai provato qualcosa tipo https://adeskbar.tuxfamily.org ? Potrebbe piacerti, iper leggera, la puoi posizionare dove ti pare e ricopia i vecchi menù di Gnome2 puoi usarla un po' su qualsiasi WM/DE, anche la vecchia Avant window navigator o Cairo dock non eran male :-)Per curiosità posso chiederti cosa fai (grossomodo)? una trentina di applicazioni di uso regolare è un use-case che ancora non mi era capitato di sentire! Sull'uso tastiera... Se per dire fai grafica sicuramente hai bisogno di un trackball (magari da pollice, magari filare, n'accidente a Logitech&c che non li fan più!) ma la maggior parte dei software risulta più efficiente abbinata a buoni keybindigs (GiMP è un ottimo esempio di "pronto by default"), persino Chrome con estensioni come Vimium è (IMVHO) assai più comodo e veloce!
          • ZLoneW scrive:
            Re: Cause
            - Scritto da: xte
            Hai provato qualcosa tipo
            https://adeskbar.tuxfamily.org ?Ti ringrazio, ma fa le stesse identiche cose del Classic Menu Indicator, che è incluso nei repository ufficiali... sono sempre un po' restio ad aggiungere repository o addirittura ad installare prodotti esterni se proprio non è assolutamente indispensabile, spesso per risolvere un problema finisci per creartene altri due.
            Per curiosità posso chiederti cosa fai
            (grossomodo)?ICT Manager, amministratore di sistemi, back-end di supporto utenti... qualsiasi cosa di cui non si sappia che fare e che odora lontanamente di informatica finisce sul mio tavolo.
            Se per dire fai grafica sicuramente hai bisogno di un
            trackballPersonalmente lo uso per comodità, e perché per un certo periodo il mouse mi faceva venire doloretti al polso... trackball e cuscinetto di supporto, e zero problemi.L'ho consigliata ad una mia collega un un inizion di sindrome da tunnel carpale, e ancora mi ringrazia.
            n'accidente a Logitech&c che non li fan più!Non me ne parlare, ormai le Tracman Wheel col cavo non esistono più, si trovano ancora solo quelle wireless, e gli pseudo-cloni (Perixx, Sanwa) son sono allo stesso livello, e non funzionano collegati a porte PS/2.
            la maggior parte dei software risulta più
            efficiente abbinata a buoni keybindigsPreferisco comunque l'uso dei menu alla tastiera.
          • xte scrive:
            Re: Cause

            ICT Manager, amministratore di sistemi,
            back-end di supporto utenti... Detto così sembra più un lavoro da webapp+shell+telefono/softphone VoIP, cmq grazie, la curiosità nasce semplicemente dal fatto di 15/30 applicazioni d'uso quotidiano che m'ha sorpreso non poco...Sui trackball... Non posso che accodarmi, ho ancora in uso in casa un Trackman cablato che spero duri ancora molti, molti anni... Ne ho provati altri ma non han la stessa ergonomia e la maggior parte non dura niente... Quel che mi stupisce è che si trovino ancora cablati con la palla centrale (che non ho mai potuto soffrire) li vedo talmente scomodi se non per uso tipo spaceball che non riesco a credere qualcuno li compri ancora!
  • MeX scrive:
    molto meglio!
    Ho sempre odiato Unity!La mia distro preferita ora é ApricityOS basata su Arch, anche se é un po' ostica se usata come LAMP... per quello un buon Debian senza GUI resta la scelta più snella e facile da amministrare.PS: ho persino fatto un gaming PC con Windows 10... e ho venduto il mio macbook air... :D
    • giaguarevol issimevolm ente scrive:
      Re: molto meglio!
      - Scritto da: MeX
      Ho sempre odiato Unity!a chi lo dici...Ma pure Gnome e dulcis in fundo non mi piace neppure ubuntu.Morale rimango su Xfce e LXqt (che poi è la variante con le libqt di LXDE) a livello workstation trovo xfce molto personalizzabile e quindi lo ho adattato esattamente al mio modo di lavorare.Bentornato MeX!Per oggi lasciamo da parte le polemiche. :)
    • Sg@bbio scrive:
      Re: molto meglio!
      - Scritto da: MeX
      Ho sempre odiato Unity!

      La mia distro preferita ora é ApricityOS basata
      su Arch, anche se é un po' ostica se usata come
      LAMP... per quello un buon Debian senza GUI resta
      la scelta più snella e facile da
      amministrare.

      PS: ho persino fatto un gaming PC con Windows
      10... e ho venduto il mio macbook air...
      :DNon usi più apple ?
      • MeX scrive:
        Re: molto meglio!
        lavoro con Apple ma a casa ho abbandonato :)Ho iniziato con un NUC come Plex Media Server... poi un gaming PC e alla fine mi sono convertito :DHo ancora un'airport extreme che quando muore verrá rimpiazzata con un router AC che supporti WDRT e ho due Apple TV che mi piacerebbe cambiare con una Roku...Ho pure un OnePlus 3... e Android per certe cose mi piace ma non é perfetto... ma i prezzi sono troppo allettanti :D
        • bertuccia scrive:
          Re: molto meglio!
          - Scritto da: MeX

          lavoro con Apple ma a casa ho abbandonato :)
          Ho iniziato con un NUC come Plex Media Server...
          poi un gaming PC e alla fine mi sono convertito :Dcontrollo la data.. non è il primo aprile.. GULP!posso (quasi) capire il resto, ma windows? REALLY? :o
  • UNITY scrive:
    Che disdetta!
    Purtroppo sono tornati a GNOME per colpa degli influencers come Panda Rossa!
    • ... scrive:
      Re: Che disdetta!
      - Scritto da: UNITY
      Purtroppo sono tornati a GNOME per colpa degli
      influencers come Panda
      Rossa!ahahahahahahahahahahah bella questa hahahahaahahahah
  • c8a6b916058 scrive:
    Andiamo avanti
    ma la community ha interpretato gli sforzi intrapresi in tal senso come una frammentazione piuttosto che un'innovazione. Ed è vero.Visto che con la chiusura del progetto avrà un po' di sviluppatori a disposizione potrebbe collaborare al miglioramento delle funzionalità touch di Gnome. Anche se i produttori insistono a blindare il bios c'è comunque spazio per Linux sui tablet.
    • iRoby scrive:
      Re: Andiamo avanti
      Linux sui tablet con un Gnome ricco e funzionale è una cosa che ho sempre pensato di provare.Quelli con Atom Cherry Trail non sono cattivi.
      • iRoby scrive:
        Re: Andiamo avanti
        Si ma Microsoft ha visto il porting di molti programmi.E se tutti usano le stesse librerie di Windget e sono stati scritti in modo pulito li modifichi facilmente nel comportamento.Ma metti su tablet uno di quei programmi con tool bar ricche tipo Blender, Photoshop e compagnia.Lì non c'è verso.Devi ripensare totalmente l'interfaccia.
        • grizzo scrive:
          Re: Andiamo avanti
          Mah non proprio, per esempio nel pacchetto Office si può abilitare la modalità tocco che aumenta la grandezza e la spaziatura dei vari pulsanti. Tutto questo mantenendo inalterato il layout generale.
        • cc373ce350e scrive:
          Re: Andiamo avanti
          - Scritto da: iRoby
          Si ma Microsoft ha visto il porting di molti
          programmi.
          E se tutti usano le stesse librerie di Windget e
          sono stati scritti in modo pulito li modifichi
          facilmente nel
          comportamento.
          Ma metti su tablet uno di quei programmi con tool
          bar ricche tipo Blender, Photoshop e
          compagnia.
          Lì non c'è verso.

          Devi ripensare totalmente l'interfaccia.Se insieme a Gnome desktop adattano l'interfaccia ai programmi di base di Gnome (specialmente mail) hai un punto di partenza. Da lì altri programmi si aggiungono rapidamente.
          • iRoby scrive:
            Re: Andiamo avanti
            Ora che non c'è Unity a frammentare ed abbiamo un bel punto fermo da seguire, direi che ci siamo per poter avere un desktop punto di riferimento per il mondo GTK, come KDE lo è per le QT.
    • collione scrive:
      Re: Andiamo avanti
      avra'? li hanno licenziati, altro che avra'
      • ... scrive:
        Re: Andiamo avanti
        - Scritto da: collione
        avra'? li hanno licenziati, altro che avra'Qualche fonte (acnhe se temo che dovrei darti ragione d'ufficio)?
        • collione scrive:
          Re: Andiamo avanti
          purtroppo e' cosi' http://phoronix.com/scan.php?page=news_item&px=Canonical-Reg-Jobs-Investments
  • suc scrive:
    Ennesimo fallimento del mondo open
    Fateci caso, non c'è mai un progetto open che vada a buon fine, dico uno...
    • nessuno scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Linux è un progetto open e non mi sembra sia fallito.Fateci caso i winari rosicano ogni 5 secondi!!!
      • 10713 scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: nessuno
        Linux è un progetto open e non mi sembra sia
        fallito.
        Fateci caso i winari rosicano ogni 5 secondi!!!Un po' è rimasto in (quasi) esclusiva area internet, un po' è come un cantiere sempre aperto. La maggior parte delle applicazioni desk fanno pietà. Forse è per questo che porta a dire del fallimento.Peccato che i sorci-fan non vogliono mettersi in testa che non esiste solo la passione/lavoro di migliorare un'applicazione e il sistema operativo che la accoglie.
        • xte scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          Dunque vediamo, la maggior parte di ciò che usi contiene software open, dal tuo router al tuo smartphone alla tua tv, ai servizi che usi... Bé certo è un fallimento...Un po' come dire che pianale, motore, ruote ecc di un'auto contan poco, quel che importa è il sedile e il volante...
          • amedeo scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: xteallimento...

            Un po' come dire che pianale, motore, ruote ecc
            di un'auto contan poco, quel che importa è il
            sedile e il
            volante...del resto, un automobilista che non capisca niente di meccanica non può che affidarsi a simili criteri per scegliere il proprio veicolo; nello stesso modo molti utenti scelgono il sistema operativo solo in base all'aspetto estetico e gli effetti grafici tanto spettacolari quanto inutili o controproducenti, senza capire noente di cosa tecnicamente ci sia sotto.
          • xte scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Questo è naturale, ma in base al "peso sociale" di una certa tecnologia dovrebbero esistere percorsi di apprendimento naturalmente parte della vita sociale. Per l'auto non è richiesto aver conoscenze di meccanica ma saper cambiare una gomma, cambiar l'olio motore/freni e controllarlo, controllare/cambiare il filtro dell'aria almeno quando ho dato la patente io facevana ancora parte dell'esame... Visto che il PC oggi ha un peso sempre maggiore nella società non guasterebbe un insegnamento analogo...Magari con insegnanti che san quel che insegnano, non gente che copia quel che legge dalla "guida per il docente" del libro adottato, ovviamente.
          • Robin scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: xte
            Visto che il
            PC oggi ha un peso sempre maggiore nella società
            non guasterebbe un insegnamento
            analogo...Guarda che sei rimasti indietro.Esiste l'ecdl da un pezzo ed è anche richiesto per laurearsi.
          • xte scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Per ing. informatica veramente ti "regalano" l'EUCIP, ovvero la versione professionale dell'ECDL ed IMVHO son entrambe ben peggio delle scuole guida tipo. Non è questa la cultura base che intendo e non sono privati a darla ma la scuola pubblica, magari adottando software libero e magari cercando insegnanti validi...
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          - Scritto da: 10713
          - Scritto da: nessuno

          Linux è un progetto open e non mi sembra sia

          fallito.

          Fateci caso i winari rosicano ogni 5
          secondi!!!

          Un po' è rimasto in (quasi) esclusiva area
          internet, un po' è come un cantiere sempre
          aperto. La maggior parte delle applicazioni desk
          fanno pietà. Forse è per questo che porta a dire
          del
          fallimento.
          Peccato che i sorci-fan non vogliono mettersi in
          testa che non esiste solo la passione/lavoro di
          migliorare un'applicazione e il sistema operativo
          che la
          accoglie.Oh, era da tanto che il trollone non postava con tale numerazione. Che sia un sopravvisuto ad auschwitz?
        • Orlangio scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          e' vero è rimasto quasi esclusivamente in area internet. E questo è un fallimento, infatti il 98% della popolazione modiale utilizza PC/Tablet/Smartphone per qualcosa di diverso dall'area internet, vero ?
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        i winari non sanno manco cosa sia Linux... come farebbero a rosicare?
      • Angelo scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: nessuno
        Linux è un progetto open e non mi sembra sia
        fallito.non può fallire (o quasi) per definizione, ma non va nemmeno da nessuna parte se parlaimo di ambito consumer (no... Android non lo conto...)se poi vogliamo dire che non ce ne frega niente di vederlo diffondere in questo ambito, allora ok...ma allora non dovrebbe neanche fregarci niente di Gnome o UnityIl problema di Linux è che, essendo completamente open, in molti ambiti non c'è alcun coordinamento verso un'obiettivo comune, e le energie di disperdono in decine di progetti che falliscono a rotazione... e non c'è via di uscita per via della natura stessa di Linux
    • radd scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Posso sapere chi è questo tizio ?Sicuramente i frequentatori assidui di PI lo sapranno riconoscere; giusto per localizzare il "solito parlar a vanvera"
      • panda rossa scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: radd
        Posso sapere chi è questo tizio ?Si, e' uno che compare dopo che Biagio e Pinuccio si sono seduti sulla tazza.
        Sicuramente i frequentatori assidui di PI lo
        sapranno riconoscere; giusto per localizzare il
        "solito parlar a
        vanvera"E' uno dei multinick del noto troll winaro rosikone.
        • giaguarevol issimevolm ente scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: radd

          Posso sapere chi è questo tizio ?

          Si, e' uno che compare dopo che Biagio e Pinuccio
          si sono seduti sulla
          tazza.e hanno prodotto... lui biagio e pinuccio sono "produttore" ma anche "prodotto".
        • radd scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          Molto obbligato
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: radd
            Molto obbligatoGuarda che se ti siedi sul trono, anche tu, senza sforzo riesci a produrre un'altra panda rossa
        • ... scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          Lo vedi che sei un XXXXXXX ?! :)Una notizia opensorcia me la snobbi cosí ? non hai nulla di piú intessante da scrivere ?Si parla di ms o apple o diritti d'autore e tu scrivi una marea di XXXXXXX , si parla del mondo opensorcio e tu scrivi altre XXXXXXX.Sei un cazzaro insomma. :)
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: radd
        Posso sapere chi è questo tizio ?
        Sicuramente i frequentatori assidui di PI lo
        sapranno riconoscere; giusto per localizzare il
        "solito parlar a
        vanvera"Insomma come dire.... il solito co....e, che non dorme la notte per postare su PI. E quando dorme all'alba è già in piedi per colpa della pipi, che lo ha svegliato perché si sentiva bagnato.Ecco è lui! L'uomo dalle mille personalità, dal fallito al gay al XXXXXXs....li intrerpreta tutti quanti. :)
        • ... scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          - Scritto da: Il Fuddaro
          Ecco è lui! L'uomo dalle mille personalità, dal
          fallito al gay al XXXXXXs....li intrerpreta tutti
          quanti. :)Fuddaro compreso ... l'uomo dai mille alias che posta e si autorisponde
    • 10713 scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      - Scritto da: suc
      Fateci caso, non c'è mai un progetto open che
      vada a buon fine, dico
      uno...Non è vero... c'è Blender, Libre Office (?) tanto per dirne un paio.Che siano poco considerati, è abbastanza vero.
      • suc scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: 10713
        Non è vero... c'è Libre Office (?) tanto
        per dirne unNon si sembra un gran sucXXXXX ripartire da capo con l'ennesimo fork di un progetto morto qual è OpenOffice.
    • Enterprise profescion al scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Magari il post l'ha scritto da un cellulare android...
      • iRoby scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        Un mio amico psicoanalista dice sempre che c'è di quella gente in giro da rabbrividire.Come nella giungla devi stare attento a serpenti, scorpioni e bestiacce meno letali ma comunque molto fastidiose... Nella giungla metropolitana ed ora nel web è all'incirca la stessa cosa. È pieno di bestiacce fastidiose da evitare, perché non avendo coscienza ed uso della parola, non puoi parlarci e ragionarci.
        • maxsix scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          - Scritto da: iRoby
          Un mio amico psicoanalista Non è tuo amico.Ma è normale che si ponga così con te.
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Io studio neuroscienze cognitive ed oltre a colleghi di corso e insegnanti ho molti clienti psicoanalisti, psichiatri e psicologi.Alcuni di loro sono miei amici.Nel senso che si mangia a cena insieme, si va ad eventi e ci si aiuta a vicenda per molte cose.Evidentemente tu hai scelto come amici degli oggetti inanimati come auto, moto, computer e smartphone, e hai dimenticato il significato della parola amicizia.Forse la accomuni all'amicizia su Facebook... Mi ha dato l'amicizia... Gli chiedo l'amicizia.Io con amico intendo una quantità di persone che si contano sulle dita di due forse una mano...Tutti gli altri sono conoscenti...
          • Prozac scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Su di me puoi sempre contare
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Grazie. Ma sono contrario ai farmaci.
          • Prozac scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Grazie. Ma sono contrario ai farmaci.Beh comunque un pensierino ce lo farei.Oltre ai tuoi discorsi, guardando la tua icona, hai una rotella surriscaldata. E poi per uno che detesta iPhone, iPad, iPod, chiamarsi iRoby è un po' strano. Non trovi?
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Infatti iRoby non stava per simpatizzante degli iCosi.
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Infatti iRoby non stava per simpatizzante degli
            iCosi.E questo lo dici in base a quale neuroXXXXXXX?Vai 7000 caratteri.
          • me ne bastano 7 scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            XXXXXXX
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            XXXXX XXXXX questa mica l'avevo notata eh.Non ti preoccupare è normale che arrivi dopo.... non c'è niente di strano va tutto come sempre.... :)
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            Non ti preoccupare è normale che arrivi dopo....
            non c'è niente di strano va tutto come
            sempre...Guarda da che pulpito arriva ...
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Io studio neuroscienze cognitive Non ce ne fotte un XXXXX.
            Alcuni di loro sono miei amici.
            Non ce ne fotte un XXXXX.
            Nel senso che si mangia a cena insieme, si va ad
            eventi e ci si aiuta a vicenda per molte
            cose.
            Non ce ne fotte un XXXXX.
            Evidentemente tu hai scelto come amici degli
            oggetti inanimati come auto, moto, computer e
            smartphone, e hai dimenticato il significato
            della parola
            amicizia.Lo vedi che parli a XXXXX per pregiudizi?Ed è una cosa molto grave nella psiche umana, e quindi si, tutto il suddetto, oltre a non fregarcene un XXXXX sono una montagna di balle.
            Forse la accomuni all'amicizia su Facebook... Mi
            ha dato l'amicizia... Gli chiedo
            l'amicizia.

            Io con amico intendo una quantità di persone che
            si contano sulle dita di due forse una
            mano...
            Tutti gli altri sono conoscenti...E dopo questa sagra di ovvietà da studente di neuroXXXXXXX lo butti un giro?
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Se non te ne fotte e non te ne fotteva un razzo perché sei apparso in una discussione che non riguarda i tuoi amati vibratori d'alluminio per onanisti tecnologici?
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Se non te ne fotte e non te ne fotteva un razzo
            perché sei apparso in una discussione che non
            riguarda i tuoi amati vibratori d'alluminio per
            onanisti
            tecnologici?Per lo stesso motivo per cui sventoli le tue neuroXXXXXXX.Quindi?Tiriamo i neurodadi?O butti sto giro e ti levi dalle neuropalle?
          • F Type scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            Per lo stesso motivo per cui sventoli le tue
            neuroXXXXXXX.Tipo ho una megavilla,ho tantissimi soldi, ho auto costosissime e migliaia di donne ? (rotfl)
            O butti sto giro e ti levi dalle neuropalle?E se ti levassi tu dalle palline caro macachino pavone con complessi d'inferiorità ? :D
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: F Type
            Tipo ho una megavilla,ho tantissimi soldi, ho
            auto costosissime e migliaia di donne ?brutta cosa l'invidia di chi tira a campare in una cantina piena di muffa
            E se ti levassi tu dalle palline caro macachino
            pavone con complessi d'inferiorità ?Ma perché proietti le tue probelmatiche sugli altri?
          • bubba scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: F Type

            Tipo ho una megavilla,ho tantissimi soldi, ho

            auto costosissime e migliaia di donne ?
            brutta cosa l'invidia di chi tira a campare in
            una cantina piena di muffa


            E se ti levassi tu dalle palline caro <u

            macachino

            pavone con complessi d'inferiorità </u
            ?
            Ma perché proietti le tue probelmatiche sugli
            altri?EHH? ma se lo sanno tutti ... ftype sara' un XXXXXne .. ma il maxsix e' un cazzaro macaco doc, non scherziamo.
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Se non te ne fotte e non te ne fotteva un razzo
            perché sei apparso in una discussione che non
            riguarda i tuoi amati vibratori d'alluminio per
            onanisti
            tecnologici?Se questa é la tua "logica" .... calcola che tu appari SEMPRE , e quasi sempre come PRIMO post , in ogni notizia che riguardi Apple.Traine le dovute conclusioni ... http://www.qsalute.it/recensioni/tag/reparto/Psichiatria/
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Beh a me interessa criticare l'aberrazione del mondo tecnologico.Io e molti come me facciamo parte di questo mondo. Che Apple ha snaturato e trasformato in design per finocchi coi soldi. Ho vissuto l'Apple ][ e poi i vari Mac. Poi dopo un periodo quello in cui Apple stava collassando torna Jobs che ha avuto l'illuminazione sulla via di Damasco per trasformare l'azienda in una religione Hi-Tech per dementi in cerca di un profeta e santini moderni da infilare nelle mutande.
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Bravo , vai , critica se ti fa stare meglio. :)
          • F Type scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Come non ce ne fotte un cappero delle tue stupidaggini.
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: iRoby

            Un mio amico psicoanalista

            Non è tuo amico.

            Ma è normale che si ponga così con te.Spunti come i funghi dopo la brina........ Inizia a pensare che non sia più un caso.
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Te la do io la risposta.In fondo è senza amici e cerca contatto umano... Buono o cattivo, polemizzando o insultando e venendo insultato. Ma in fondo è umano anche lui, pur con tutti i suoi problemi relazionali, il contatto con gli altri gli serve comunque.Lo fa in modo malato, ma così è cresciuto ed è stato educato nel nord-est italiano.Forse tra un millennio riuscirà ad aprirsi uno spiraglio nel suo "centro del sentire primario" (cuore). Ma prima di allora lo farà con le uniche dinamiche che conosce, grrr, io sono figo, tu sei schifo, io sono bello, tu sei brutto, grrrr, io ho la macchina bella tu hai la Punto, grrr io ho la Ducati che corre forte tu hai la Harley che è lenta e pesante.Ti garantisco che mio figlio di 3 anni ha già superato la fase narcisista e sembra più maturo di lui.
          • Ubaldo scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Ti garantisco che mio figlio di 3 anni...Oddio no, spero che sia l'ennesima balla
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open

            ho la macchina bella tu hai la Punto, grrr io ho
            la Ducati che corre forte tu hai la Harley che è
            lenta e
            pesante.
            Ah coso, guarda che le tue HD le ho guidate prima ancora che tu nascessi.Ho guidato dal Galletto fino all'Electraglide, passando dal motron, al ciao elaborato fino alle R6, R1 pronto pista e ducati fino alla Desmosedici stradale. Sono stato proprietario di innumerevoli moto e a tutt'oggi ne ho 2 (perchè una non basta).Quindi, se permetti, di moto vai a parlare al bar con il primo ragazzino brufoloso, ma lascia stare chi sono più di 20 anni che ha le sue natiche sulle 2 ruote.Dai, le tue neuroXXXXXXX iniziano a puzzare.
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Dai dimmi sullo Shuttle Columbia che avrai guidato sicuramente dove si trova il comando dei flaps?Sicuramente hai guidato anche un elicotterone di quelli cazzuti. Dai spiegami un pochino il ciclico e il collettivo come li usavi.
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Sicuramente hai guidato anche un elicotterone di
            quelli cazzuti. Dai spiegami un pochino il
            ciclico e il collettivo come li usavi.Quando la risposta non c'è ci si arrampica sugli specchi sparando cavolate. brutta cosa l'invidia
          • F Type scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            Ah coso, guarda che le tue HD le ho guidate prima
            ancora che tu
            nascessi.Anche le dragstar,vero ? Peccato che non ti eri accorto che avevano trasmissione cardanica :D
            Ho guidato dal Galletto fino all'Electraglide,
            passando dal motron, al ciao elaborato fino alle
            R6, R1 pronto pista e ducati fino alla
            Desmosedici stradale. Sono stato proprietario di
            innumerevoli moto e a tutt'oggi ne ho 2 (perchè
            una non
            basta).Ahahahah :D
            Quindi, se permetti, di moto vai a parlare al bar
            con il primo ragazzino brufoloso, ma lascia stare
            chi sono più di 20 anni che ha le sue natiche
            sulle 2
            ruote.trasmissione Dragstar :D
            Dai, le tue neuroXXXXXXX iniziano a puzzare.Non è che sei tu a puzzare ? :D
          • pippo75 scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open


            Ho guidato dal Galletto fino all'Electraglide,Galletto della Guzzi o della Galloni?
          • FasoTutoMiD ioCan scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: pippo75



            Ho guidato dal Galletto fino
            all'Electraglide,

            Galletto della Guzzi o della Galloni?Ma che dici? Un tale pallonaro al massimo avrà mangiato il Galletto Vallespluga(rotfl)
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: iRoby

            Un mio amico psicoanalista

            Non è tuo amico.

            Ma è normale che si ponga così con te.ecco quello che "Ho 25 mega di fibra a casa "(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Si potrebbe dire che se hai "25 mega di fibra a casa " non è fibra ... <b
            "Ma è normale che si ponga così con te"(cit.) </b
            Ma che fibra hai la "pezzent user profile"?Te la ha consigliata il tuo psichiatra?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Persino la FTTC (fiber to the cabinet) che non è veramente fibra se non appunto al cabinet dal cabinet a casa è volgare doppino di rame è meglio di così!(rotfl)(rotfl)(rotfl)Figuriamoci poi la fibra vera FTTH (fiber to the home)...... poraccio... :(
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: iRoby


            Un mio amico psicoanalista



            Non è tuo amico.



            Ma è normale che si ponga così con te.
            ecco quello che "Ho 25 mega di fibra a casa "
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Si potrebbe dire che se hai "25 mega di fibra a
            casa " non è fibra
            ...
            <b
            "Ma è normale che si ponga così con te"
            (cit.) </b

            Ma che fibra hai la "pezzent user profile"?
            Te la ha consigliata il tuo psichiatra?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Persino la FTTC (fiber to the cabinet) che non è
            veramente fibra se non appunto al cabinet dal
            cabinet a casa è volgare doppino di rame è meglio
            di
            così!
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Figuriamoci poi la fibra vera FTTH (fiber to the
            home)...
            ... poraccio...
            :(Quello è il proffessionista! (rotfl)
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Deve trasferirsi dove c'è la fibra, c'è poco da fare. Sennò resterà sempre un professionista pezzente con le pezze al XXXX e castrato dalla linea.Maxsix vendi casa e trasferisciti a Milano è quella città del vero manager professionista a cui tu aspiri.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: iRoby
            Maxsix vendi casa e trasferisciti a Milano è
            quella città del vero manager professionista a
            cui tu
            aspiri.Se "aspira" solo alla fibra non è necessario andare a milano per quanto la situazione italiana si molto variegata e lasciando da parte milano e roma che sono ovviamente "più coperte" ci sono situazioni ottime anche in posti che non ti aspetteresti ad esempio io passo praticamente i 3 mesi estivi in sardegna e a cagliari e comuni limitrofi (zona ITS come la chiamano loro) c'è fibra con buona disponibilità.A essere onesti....È un po' il "bello" (si fa per dire) dell'italia... le situazioni possono essere incredibili se abiti a Roma puoi andare dai 300 e oltre in certe zone (parlo di abbonamenti casalinghi) a 1 o 2 mega a Cinquina dove un palazzo ha la fibra e quello di fronte è grassa se gli va il telefono!In questo tutto sommato il povero XXXXX (maxsix) è incolpevole lo stavo solo prendendo in giro perchè non resiste mai alla tentazione di fare quello che ce lo ha più lungo e invece va sempre a finire che come dice Alex Drastico.... ce lo ha piccolo.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: iRoby


            Un mio amico psicoanalista



            Non è tuo amico.



            Ma è normale che si ponga così con te.
            ecco quello che "Ho 25 mega di fibra a casa "
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Si potrebbe dire che se hai "25 mega di fibra a
            casa " non è fibra
            ...
            <b
            "Ma è normale che si ponga così con te"
            (cit.) </b

            Ma che fibra hai la "pezzent user profile"?
            Te la ha consigliata il tuo psichiatra?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Persino la FTTC (fiber to the cabinet) che non è
            veramente fibra se non appunto al cabinet dal
            cabinet a casa è volgare doppino di rame è meglio
            di
            così!Dipende dalla distanza del cabinet (o armadio o centrale che dir si voglia).Ora stiamo aspettando nella via un posizionamento di un armadio (o cabinet) intermedio.La domanda è stata fatta, vediamo TIM cosa farà.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            La domanda è stata fatta, vediamo TIM cosa farà.Quello che gli pare come sempre a prescindere dalle tue domande!(rotfl)(rotfl)...ma bene che ti vada con FTTC (che ripeto non è FIBRA vera) starai sempre sotto i 100 (magari 50/60 se va bene Mb) e "godrai" di fortissima asimmetria Download vs Upload che appunto non è il mio caso (FTTH)... e con Upload vs Download praticamente uguali....Ricordi la canzone di modugno?Piange il teleeefooonooo.....Ecco alla TIM quello sanno fare... il telefono e anche quello non granchè ... piange!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • xte scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Mh, c'è qualche inesattezza: i cad professionali nella storia son nati ed evoluti in ambito UNIX, principalmente IriX poi AiX e Solaris, i loro nomi sono Catia, Pro-e (recentemente rinominato in Creo) ed NX (un tempo Unigraphics). In seguito via via che le workstations unix sparivano (troppo costose) e le logiche manageriali spingevano Windows son passati a supportare Windows prima e farne poi una piattaforma di riferimento, alla fine al disegnatore non interessa l'OS, il suo OS è il suo CAD/CAE/CAM.Altra storia è il calcolo scientifico che è sempre stato UNIX e si è in massima parte mutato in GNU/Linux col tempo lasciando su Windows qualche briciola qua e la giusto per far contenti gli studenti più giovani...Nella storia di UNIX praticamente c'è un solo desktop: CDE che i vari vendor han un po' ritoccato o scopiazzato per farne uno loro ma quello è lo standard de-facto da cui è nato pure l'aspetto grafico di Windows, di Next come di OSX. I "desktop" non unix (come rio di Plan9, quello delle LispM che non ricordo come si chiama ecc) non si sono mai diffusi per quanto molte loro idee oggi siano considerate "il futuro" da ricercare, spesso senza sapere che decenni prima qualcuno l'aveva già pensato...
      • maxsix scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: xte
        Mh, c'è qualche inesattezza: i cad professionali
        nella storia son nati ed evoluti in ambito UNIX,
        principalmente IriX poi AiX e Solaris, i loro
        nomi sono Catia, Pro-e (recentemente rinominato
        in Creo) ed NX (un tempo Unigraphics). In seguito
        via via che le workstations unix sparivano
        (troppo costose) e le logiche manageriali
        spingevano Windows son passati a supportare
        Windows prima e farne poi una piattaforma di
        riferimento, alla fine al disegnatore non
        interessa l'OS, il suo OS è il suo
        CAD/CAE/CAM.
        Eh vaglielo spiegare a Panda Rossa sta cosa.
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          - Scritto da: maxsix
          - Scritto da: xte

          Mh, c'è qualche inesattezza: i cad
          professionali

          nella storia son nati ed evoluti in ambito
          UNIX,

          principalmente IriX poi AiX e Solaris, i loro

          nomi sono Catia, Pro-e (recentemente
          rinominato

          in Creo) ed NX (un tempo Unigraphics). In
          seguito

          via via che le workstations unix sparivano

          (troppo costose) e le logiche manageriali

          spingevano Windows son passati a supportare

          Windows prima e farne poi una piattaforma di

          riferimento, alla fine al disegnatore non

          interessa l'OS, il suo OS è il suo

          CAD/CAE/CAM.



          Eh vaglielo spiegare a Panda Rossa sta cosa.Io lo spiegherei più ai giovani(bacati), che fanno tanto i moderni pur usando robba più vecchia di me! E non sapendone la storia peccano pure di perseveranza nel evidenziare la loro ignoranza, altro che moderni vs cantinari.Ecco perché dico sempre ai giovani che se loro mettono della XXXXX in un panino di nuova concezzione, e ne diventa un brand, loro sono capaccissimi di dire che quello è moderno è all'avanguardia!Ecco cosa sono la quasi totalità dei giovani d'oggi, ma anche una bella fetta di 'anzianotti' alla maxsix! :)
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: Il Fuddaro
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: xte


            Mh, c'è qualche inesattezza: i cad

            professionali


            nella storia son nati ed evoluti in ambito

            UNIX,


            principalmente IriX poi AiX e Solaris, i
            loro


            nomi sono Catia, Pro-e (recentemente

            rinominato


            in Creo) ed NX (un tempo Unigraphics). In

            seguito


            via via che le workstations unix sparivano


            (troppo costose) e le logiche manageriali


            spingevano Windows son passati a supportare


            Windows prima e farne poi una piattaforma
            di


            riferimento, alla fine al disegnatore non


            interessa l'OS, il suo OS è il suo


            CAD/CAE/CAM.






            Eh vaglielo spiegare a Panda Rossa sta cosa.

            Io lo spiegherei più ai giovani(bacati), che
            fanno tanto i moderni pur usando robba più
            vecchia di me! E non sapendone la storia peccano
            pure di perseveranza nel evidenziare la loro
            ignoranza, altro che moderni vs
            cantinari.
            E cosa centra con il suddetto discorso?
            Ecco perché dico sempre ai giovani che se loro
            mettono della XXXXX in un panino di nuova
            concezzione, e ne diventa un brand, loro sono
            capaccissimi di dire che quello è moderno è
            all'avanguardia!

            Ecco cosa sono la quasi totalità dei giovani
            d'oggi, ma anche una bella fetta di 'anzianotti'
            alla maxsix!
            :)Eh cocco, il vecchietto qui ti da piste ovunque.Fatti spiegare dallo studioso di neuroXXXXXXX qui sopra il perchè.Io torno a lavorare, c'è grana da fare.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix

            Eh cocco, il vecchietto qui ti da piste ovunque.Per forza! "Ho 25 mega di fibra a casa "(rotfl)(rotfl)c'è da dare "piste a tutti"...Chi vincerà?(rotfl)(rotfl)(rotfl)[img]http://media.petsblog.it/0/029/Lumaca_Tartaruga.jpg[/img]
          • maxsix scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: maxsix



            Eh cocco, il vecchietto qui ti da piste
            ovunque.
            Per forza!
            "Ho 25 mega di fibra a casa "
            (rotfl)(rotfl)
            c'è da dare "piste a tutti"...
            Chi vincerà?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            [img]http://media.petsblog.it/0/029/Lumaca_TartaruIo, come sempre.E tu perdi, come sempre.E' una questione di mentalità.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            Io, come sempre.A 25 mega?(rotfl)(rotfl)(rotfl)La vedo complicata! dato che ne sfioro tra 260-280 a seconda dei casi...
            E tu perdi, come sempre.Certo come no

            E' una questione di mentalità.No è questione di mega appunto... con la mentalità (nel tuo caso) al massimo ci puoi fare ridere come al solito. 8)
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            A 25 mega?Controlla la tastiera
            La vedo complicata! dato che ne sfioro tra
            260-280 a seconda dei casi...probabilmente qualcuno ti ha girato i tasti
            No è questione di mega appunto... con laperché ti hanno sostituito la "S" con la "M". Perché nel tuo caso solo di quella si può parlare
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: Il Fuddaro

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: xte



            Mh, c'è qualche inesattezza: i cad


            professionali



            nella storia son nati ed evoluti
            in
            ambito


            UNIX,



            principalmente IriX poi AiX e
            Solaris,
            i

            loro



            nomi sono Catia, Pro-e
            (recentemente


            rinominato



            in Creo) ed NX (un tempo
            Unigraphics).
            In


            seguito



            via via che le workstations unix
            sparivano



            (troppo costose) e le logiche
            manageriali



            spingevano Windows son passati a
            supportare



            Windows prima e farne poi una
            piattaforma

            di



            riferimento, alla fine al
            disegnatore
            non



            interessa l'OS, il suo OS è il suo



            CAD/CAE/CAM.









            Eh vaglielo spiegare a Panda Rossa sta
            cosa.



            Io lo spiegherei più ai giovani(bacati), che

            fanno tanto i moderni pur usando robba più

            vecchia di me! E non sapendone la storia
            peccano

            pure di perseveranza nel evidenziare la loro

            ignoranza, altro che moderni vs

            cantinari.



            E cosa centra con il suddetto discorso?


            Ecco perché dico sempre ai giovani che se
            loro

            mettono della XXXXX in un panino di nuova

            concezzione, e ne diventa un brand, loro sono

            capaccissimi di dire che quello è moderno è

            all'avanguardia!



            Ecco cosa sono la quasi totalità dei giovani

            d'oggi, ma anche una bella fetta di
            'anzianotti'

            alla maxsix!

            :)

            Eh cocco, il vecchietto qui ti da piste ovunque.
            Fatti spiegare dallo studioso di neuroXXXXXXX qui
            sopra il
            perchè.

            Io torno a lavorare, c'è grana da fare. Fogna otturata? (rotfl)
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            - Scritto da: Il Fuddaro
            Fogna otturata? (rotfl)No gli si è impolverata "la fibra a 25 mega" (parole sue non sto inventando niente) ora gli da una spolveratina così torna a "correre"!(rotfl)(rotfl)[img]http://media.petsblog.it/0/029/Lumaca_Tartaruga.jpg[/img]
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Oh io ho guadagnato 5 mega disossidando le chiostrine giù nel sottoscala...
          • ... scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open

            Io torno a lavorare, c'è grana da fare.ahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
          • iRoby scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Hai fatto caso come la dinamica è sempre la stessa del cretino che ti porta nel suo mondo? Maxsix e i suoi cloni o reggicoda.Il discorso era partito tecnico, sulle interfacce e i software Linux.Ed io di quello avevo parlato.Ora iniziano gli attacchi e stanno portando la discussione verso tu sei scemo io sono intelligente,tu sei povero io sono ricco,tu hai apparecchi pezzenti, io ho quelli fighi.Tale e quale ai bimbi di 3 anni.È apparso ed è partita la devianza e le successive polemiche.Poi vengono a dirti che sei tu malato, farlocco, cretino, provocatore.
          • xte scrive:
            Re: Ennesimo fallimento del mondo open
            Diciamo che considero socialmente utile commentare quando ho tempo: il lettore occasionale oggi tende a legger più i commenti dell'articolo e chissà mai che non ne riesca a trarre qualcosa di utile...Oramai non ci son quasi più i vecchi ng, son rimasti come ricettacoli di spam, è l'evoluzione dei gamberi...
      • iRoby scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        Nooo ci sono versioni Unix/Linux di molti CAD/CAM/CAE.Ci sono molti utilizzatori a cui da la nausea Windows. Sono umani anche loro, sono tecnici anche loro, ed hanno le loro simpatie anche per l'OS su cui lavorano.Non è un caso che alla NASA ormai il riferimento interno sia Ubuntu.P.S. Conosco tutta la storia delle interfacce Unix, lo uso dal '90 ormai.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 aprile 2017 11.58-----------------------------------------------------------
        • xte scrive:
          Re: Ennesimo fallimento del mondo open
          Di "professionali" per aerospace&defence, meccanica, automotive ecc purtroppo non c'è nulla, ci sono vari progetti da FreeCAD a DraftSight ma o son giocattoli o son roba iper-storica o son tiralinee... Dassault aveva pensato ad un port su GNU/Linux di Catia prima e 3DS dopo ma non s'è mai concretizzato, la PTC aveva portato Pro-e wildfire ma anche li è diventato un ramo secco... Nell'industria manifatturiera in se le competenze IT sono poche e la gestione manageriale è assai forte... Salomé, Code Aster, Code-Saturne, OpenFOAM, CalculiX, Elmer, ... non sono CAD/CAE/CAM, sono calcolo scientifico operano ad un altro (alto) livello. Per capirci su Code Aster c'han sviluppato le centrali nucleari di mezzo mondo, ci han basato l'Eurocodice, su Code Saturne calcolano profili per Ariane. Sono prodotti opensource di altissimo livello alla base di progetti da migliaia di miliardi di euro ma non sono suite "tutto in uno" per l'industria. Il panorama è più o meno un'industria, anche di un certo livello, windows-centrica sul disegno, unix-centrica sull'high-tech, GNU/Linux centrica sul calcolo scientifico.
    • Il Fuddaro scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      - Scritto da: suc
      Fateci caso, non c'è mai un progetto open che
      vada a buon fine, dico
      uno...Ormai lo sappiamo tutti che sei il solito cazzaro che apre tali post. Con le solite sparate alla bum bum bam!Ma nell'arco della giornata non ai altro da fare? Mai?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Open source ha contribuito cosi tanto per il web, che bisogna solo ringraziare.Mi spiace solo che progetti come the gimp, non siano gestiti come libreoffice, Blander e Firefox.
    • F Type scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      - Scritto da: suc
      Fateci caso, non c'è mai un progetto open che
      vada a buon fine, dico
      uno...Tipo Firefox,Tunderird,Bleder,Audacity,ecc ?Per i DE poi sono tutti li eh...
    • ... scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      ti hanno già dato XXXXX nell'altro post non ti bastava?
      • ... scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        Gli piace diversificare. :)
      • Il Fuddaro scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        - Scritto da: ...
        ti hanno già dato XXXXX nell'altro post non ti
        bastava?mediamente gliela danno ovunque, ma:-o gli piace-o si sente superiore-o un mix delle due precedenti
    • suc scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      - Scritto da: iRoby
      LibreoOffice ormai ha fatto breccia nelle P.A. E' stato imposto da "santoni" che predicano il mondo open e basta. Se chiedi agli impiegati cosa preferiscono usare tutti ti diranno: Microsoft Office!
      • iRoby scrive:
        Re: Ennesimo fallimento del mondo open
        Ma va a succhiare tappi di sughero.Il dipendente usa quello che gli si da.Se quello che gli si da è un cavatappi, lui userà quello.Il risultato non cambia con MSOffice o Libreoffice, ossia documenti.E la maggior parte delle P.A. produce documenti semplici, standardizzati.Che Libreoffice maneggia perfettamente.
    • Garson Pollo scrive:
      Re: Ennesimo fallimento del mondo open
      Hai ragione. Per questo devi restare su Windows.O quello che usi tu, che sicuramente non fallisce.
  • poliedrico scrive:
    in effetti...
    ara davvero giocattoloso..., ho abbandonato Ubuntu in favore di Xubuntu proprio quando usci Unity Ora non ritornerei mai più su Gnome
    • iRoby scrive:
      Re: in effetti...
      È sempre un pezzo di software che se ne va.A molti piaceva e c'erano molte utili estensioni.Io ero già passato a Gnome Shell e sono ancora nella fase di adattamento, ma non mi dispiace.Gli effetti sono piacevoli ed anche disattivabili.È pensato anch'esso per avere più spazio per il programma e usare meno il sistema operativo.Ha tante utili estensioni e ne continuano ad uscire.
      • Valentina33 scrive:
        Re: in effetti...
        si ma gnome shell è anni avanti sia come usabilità che come supporto della community unity io l'ho sempre trovato scomodo, la prima cosa che facevo era mettere gnomeshell
        • xte scrive:
          Re: in effetti...
          Un pelino opinabile, specie considerato l'aspetto community: RH è *odiato* proprio per essere un mondo chiuso e per aver scelto di legare ogni suo progetto agli altri per rendere difficile fare quel che Canonical ha fatto con Unity: prendere Gnome e farlo evolvere fuori dalle grinfie di RH...Gnome shell è nata come risposta ad Unity, scopiazzando Unity con differenze volute, sia sul piano grafico sia a livello di codice (pensa alla polemica sulle estensioni), un po' per la serie del marito che si evira per far dispetto alla moglie. Il brutto è che Canonical sa integrare assai bene (ovvero far la distro) ma sviluppare assai male e Unity8 è partita su brutte basi e ancor peggio, ad oggi non abbiamo basi migliori...
      • radd scrive:
        Re: in effetti...
        Hai ragione, è sempre un peccato quando un progetto chiude, E' la vita, bisogna andare avanti.Io ho sempre preso inconsiderazione tutti i de, analizzati a fondo, sia a casa che in azienda. Alla fine tornavo sempre su gnome3.Credo sia uno dei migliori mai realizzati per come gli utenti, e lo vedo tutti i giorni, sono in grado di trovare quello che cercano velocemente e senza intoppi. Oggi su 16.04, grazie ad alcune estensioni è ancora più fruibile.Poi i gusti sono gusti, ognuno può scegliere il proprio modo di lavorare, è questo è il bello dell'open e di linux in particolare, altro che piastrelle di ceramica.
        • iRoby scrive:
          Re: in effetti...
          Gnome Shell lo vidi i primi tempi e lo lasciai perdere perché era palesemente molto acerbo.Con la promessa di ritornare a vederlo entro un paio d'anni.Quindi rieccomi dopo circa 4-5 anni che lo trovo veramente valido. Ed infatti avevo iniziato a migrare 2 settimane fa. Quasi avessi avuto il presentimento...Tra l'altro anche touch e tablet ready, per come sono strutturati pulsanti e menu del software.Su desktop i migliori per me sono i Windows-like che comunque l'interfaccia con pulsante Start dal '95 ad oggi è stata cosa azzeccata.Quindi KDE, LXDE, Cinnamon, ecc.E poi Budgie desktop, Unity e Gnome. Che ti svecchiano e danno un po' di novità e innovazione al vecchio desktop.Meno male che non hanno portato le piastrelle su Linux! Le hanno schifate in tutto il mondo su Windows, imitare il peggio sarebbe stato il colmo.
          • MicroShit Supporter scrive:
            Re: in effetti...
            Su desktop i migliori per me sono i Windows-like
            che comunque l'interfaccia con pulsante Start dal
            '95 ad oggi è stata cosa
            azzeccata.
            Quindi KDE, LXDE, Cinnamon, ecc.Se ti piacciono i Win-like allora Linux Lite ti conviene provarlo.Uscita pochissimi giorni fa la 3.4https: //www. linuxliteos.com/
          • MicroShit Supporter scrive:
            Re: in effetti...
            Se può essere utilehttps:// www. linuxliteos.com/ubuntu-based-distro-feedback.html
          • PinguinoCattivo scrive:
            Re: in effetti...
            - Scritto da: MicroShit Supporter
            Se può essere utile

            https:// www.
            linuxliteos.com/ubuntu-based-distro-feedback.htmlgià solo perché vorrebbe farmi disattivare l'adblocker direi che è da bocciare.
          • Il Fuddaro scrive:
            Re: in effetti...
            - Scritto da: PinguinoCattivo
            - Scritto da: MicroShit Supporter

            Se può essere utile



            https:// www.


            linuxliteos.com/ubuntu-based-distro-feedback.html

            già solo perché vorrebbe farmi disattivare
            l'adblocker direi che è da
            bocciare.Veramente? Pure io ho dato un'occhiata, e non ha fiatato per niente.Sul mio firefox, Ad Block e No Script suite.
          • MicroShit Supporter scrive:
            Re: in effetti...
            - Scritto da: PinguinoCattivo
            - Scritto da: MicroShit Supporter

            Se può essere utile



            https:// www.


            linuxliteos.com/ubuntu-based-distro-feedback.html

            già solo perché vorrebbe farmi disattivare
            l'adblocker direi che è da
            bocciare.Non essere frettoloso, datti una possibilità. Leggiti un po' di feedback e poi naturalmente fai come vuoi ;)
          • radd scrive:
            Re: in effetti...
            Preferisco i de che ti permettono di trovare agevolmente informazioni e programmi o app(licazioni), che adesso va di moda.Le interfacce classiche mi piacciono poco, gnome3 mi ha colpito da subito, ora anche più, con le migliorie e particolarità.Le piastrelle, la prima volta che le ho viste, ho pensato subito a cinnamon e mi sono detto, toh stanno continuando a copiare,ma adesso lo fanno con linux, e mi sono fatto una risata
          • xte scrive:
            Re: in effetti...
            Le piastrelle à-la-Windows no, ma i WM tailing in queste lande sono nati e se superi lo shock iniziale scopri che son assai più comodi dei desktop "classici". A parte questo Windows Vista/7 se ci pensi bene ha, diciamo, preso ampiamente spunto da Kde4...Non dimenticare che le prime GUI sono UNIX, dei Bell Labs, Microsoft ha avuto l'indubbio merito di renderle "per il grande pubblico" con ferro a basso costo (ai tempi), il suo sw in effetti nacque solo per vendere il suo hw.
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: in effetti...
          - Scritto da: radd
          Hai ragione, è sempre un peccato quando un
          progetto chiude,


          Poi i gusti sono gusti, ognuno può scegliere il
          proprio modo di lavorare, è questo è il bello
          dell'open e di linux in particolare, altro che
          piastrelle di
          ceramica.E per quello che al contrario di te e me, i vari maxsix, berty, Aphex, ecc. odiano quel 'bazar' di interfacce e applicazioni, loro hanno bisogno di essere guidati, proprio perché non sanno scegliere tra tanta bontà!Poi i lustrini fanno il resto! (rotfl)
        • F Type scrive:
          Re: in effetti...
          E dire che ho sempre preferito di più KDE e negli ultimi anni LXDE,qualche volta XFCE.
      • xte scrive:
        Re: in effetti...
        Se cerchi cambiamento prova un desktop tiling tipo i3 o awesome, al primo avvio ti sentirai in gabbia e perso ma dopo pochi minuti, noti gli shortcut di base e trovato un uso comodo (per dire per i3 layout tabbed a manetta) scoprirai che alla fine il concetto di desktop ovvero di "finestre flottanti" liberamente disponibili è zucchero grafico che fa solo perder tempo.A ben guardare nessuno di noi usa veramente il desktop, se non per quel che è costretto dal desktop stesso ad usare, ma semplicemente applicazioni singole, il concetto di "desktop enviroment" è in effetti discutibile...
        • iRoby scrive:
          Re: in effetti...
          Mmmhh sono abituato anch'io al drag'n'drop e il cut'n'paste.Avere il terminale e la pagina web da cui copi qualche comando è utile. Certo però che mi sono messo per prima cosa il clipboard manager con una cospicua history, e dopo avere evidenziato con la selezione primaria, senza bisogno di CTRL+C quello che mi serve, posso abbandonare la pagina web e passare al paste dall'altra parte. Uno dei migliori era Diodon che mi fa il paste immediato quando faccio il doppio click sulla voce in elenco.
        • Il Fuddaro scrive:
          Re: in effetti...
          - Scritto da: xte
          Se cerchi cambiamento prova un desktop tiling
          tipo i3 o awesome, al primo avvio ti sentirai in
          gabbia e perso ma dopo pochi minuti, noti gli
          shortcut di base e trovato un uso comodo (per
          dire per i3 layout tabbed a manetta) scoprirai
          che alla fine il concetto di desktop ovvero di
          "finestre flottanti" liberamente disponibili è
          zucchero grafico che fa solo perder
          tempo.

          A ben guardare nessuno di noi usa veramente il
          desktop, se non per quel che è costretto dal
          desktop stesso ad usare, ma semplicemente
          applicazioni singole, il concetto di "desktop
          enviroment" è in effetti
          discutibile...Molto meglio I3, e anche scritto interamente in c, mentre awsome lua base.Ah se le mie mani fossero reattive ancora come un vent'enne o trent'enne! Ahrrrrrg!!!
          • pipparo scrive:
            Re: in effetti...
            basta pippe
          • xte scrive:
            Re: in effetti...
            Prova una typematrix 2030, l'unica lamentela veramente seria che ho è l'assenza della retroilluminazione... Certo mi lamento che non esce di fabbrica con un po' di tasti adatti (Control, Meta, Super, Hyper più tanti bei tasti liberi da rebindare a piacere) come le HH&c, ma almeno i "tasti multimediali" son rebindabili ad altri usi facilmente :-)Un tasto per applicazione che usi più di frequente via scriptino wrapper a wmctrl/jumpapp, un tasto per chiudere una finestra, layout tabbed di default... Non ti massacri certo tanto le dita :DPs sul Lua sfondi una porta aperta, non l'ho mai digerito!
        • collione scrive:
          Re: in effetti...
          - Scritto da: xte
          zucchero grafico che fa solo perder
          tempo.veramente e' fastidio grafico, dato che devi stare li' a spostare le finestre o premere alt-tab per mettere in foreground quella finestrella del terminale mezza nascosta dall'ide/editore ci sarebbe molto da dire anche sugli ide e sul perche' c'e' gente che ( sembra strano a molti ) continua ad usare vim, magari saranno qualcosa che i denigratori non sanno :D
          • xte scrive:
            Re: in effetti...
            Personalmente con Emacs gestisco la posta (notmuch+dovecot+annessi), leggo i feed (elfeed), le news (gnus, mi son rotto di Wanderlust), scrivo i miei script, gli state (Salt) ecc. Al momento non lo uso ancora per navigare poiché xwidget webkit è veramente troppo limitato, va bene giusto per le mail in html e neanche troppo... E come emulatore di terminale perché il meno peggio di tutti quelli che ho provato (sane-term) è comunque trooooppo bugguato/limitato... Il dektop è i3 con tilix (che ha sostituito pochi giorni fa Terminator) ed Emacs, Fn+tasti multimediali che non uso per lanciare varie applicazioni e tasti funzione per aprire buffer del caso (notmuch, elfeed, un nuovo scratch, deft, agenda ecc). Su Chrome vimium per navigare con un minimo di comodità...Il molto da dire IMO si sintetizza in: chi è "nato" su OS organizzati a un certo modo non riesce a vedere, se materialmente qualcuno non glielo mostra, che c'è un altro mondo assai superiore tecnicamente e pensato per aiutarti anche a imparare. Il vero problema è che di "insegnanti" ce n'è sempre meno e i "giovani" che non han mai toccato uno unix non sono abbastanza preparati per sostituire gli "anziani"...
      • Grullo scrive:
        Re: in effetti...
        Preferisco il gnome classic che è sempre gnome 3, ed è il default in RedHat.Mi spiegasse qualcuno l'utilità di eliminare il menù con le applicazioni e sostituirlo con una ricerca... Poi capisco che molta gente usa quattro programmi in croce e gli bastano i preferiti.
    • Nonsonoio scrive:
      Re: in effetti...
      - Scritto da: poliedrico
      ara davvero giocattoloso..., ho abbandonato
      Ubuntu in favore di Xubuntu proprio quando usci
      Unity Ora non ritornerei mai più su
      GnomeQuotone.Io ero passato alla mate (che continuo a usare tuttora).
Chiudi i commenti