Yandex ha respinto il più grande attacco DDoS della storia

Yandex e il più grande attacco DDoS della storia

22 milioni di richieste al secondo: Yandex ha respinto quello che definisce come il più imponente attacco Distributed Denial of Service di sempre.
22 milioni di richieste al secondo: Yandex ha respinto quello che definisce come il più imponente attacco Distributed Denial of Service di sempre.

Di recente, il gigante russo Yandex ha rilevato e respinto quello che in un comunicato stampa ufficiale definisce come il più grande attacco DDoS della storia. Iniziato nel mese di agosto, ha preso di mira i server del gruppo per lungo tempo, fino al picco registrato in data 5 settembre.

I nostri esperti sono riusciti a respingere un attacco record da quasi 22 milioni di richieste al secondo. Si tratta del più violento tra quelli conosciuti nella storia di Internet.

22 milioni di richieste al secondo ai server

Solo poche settimane fa, Cloudflare ha reso noto di aver gestito un altro attacco di tipo Distributed Denial of Service da 17,2 milioni di richieste al secondo, a sua volta tre volte più importante rispetto al record precedente.

Alcuni chiarimenti a proposito di quanto accaduto in Russia giungono dalle pagine di BleepingComputer. L'azione è stata perpetrata attraverso RuNet, il segmento di Internet accessibile e fruibile dal paese, con origine presunta nella regione baltica e mediante una nuova botnet (queste ultime informazioni non sono state confermate in via ufficiale). Non sembrano essere stati impattati i servizi erogati da Yandex, né compromessi i dati gestiti, grazie anche al sistema di protezione approntato in partnership con Qrator Labs.

Tra le realtà prese di mira di recente da attacchi DDoS anche il sito Bitcoin.org, che pur non essendo il sito ufficiale della criptovaluta è stato di recente al centro di una disputa legale nel Regno Unito.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti