YouTube, Creative Commons per tutti

La piattaforma di Google offrirà più di 10mila clip sotto licenza CC. Si comincia con la semplice attribuzione. Per incoraggiare la circolazione e la produzione di contenuti originali e remixati

Roma – I movimenti di mercato di YouTube non conoscono sosta. A partire da oggi, il Tubo offrirà una serie di contenuti protetti da licenza Creative Commons oltre a fornire nuove opzioni per la modifica dei video all’interno del proprio video editor cloud.

Al momento sarà disponibile un’unica licenza, quella che prevede la semplice attribuzione della paternità rispetto al ventaglio di licenze previste dalla doppia C. In sostanza, con la licenza di tipo CC BY 3.0 , l’utente sarà autorizzato a utilizzare liberamente pezzi di video altrui con l’accortezza di inserire un link che rimandi alla fonte originale.

Il motivo per il quale si è deciso di partire con un unico tipo di licenza rispetto alle sei previste da Creative Commons risiede nella volontà di intraprendere un percorso lineare allo scopo di semplificare l’approccio a chi possiede ancora poca confidenza con le licenze “alternative”. Il progetto è quello di procedere sulla stessa strada aggiungendo man mano altre opzioni per consentire agli autori di proporre con più flessibilità i loro contenuti a platee e mercato.

La nuova opzione “CC” riguarderà più di 10mila video provenienti da C-SPAN, PublicResource.org, Voice of America, Al Jazeera e altri. Gli utenti, inoltre, avranno la libertà di condividere e offrire le proprie creazioni utilizzando i medesimi permessi .

A ben vedere, tale iniziativa si colloca nel più ampio disegno di incoraggiare la creazione di contenuti originali allo scopo di rendere la piattaforma più monetizzabile, con contenuti di qualità. Dunque, dopo il lancio di YouTube Creator Institute in USA, il Tubo ha annunciato la realizzazione di un progetto simile nel Vecchio Continente chiamato NextUp . Il programma, concepito per i partner emergenti, offrirà un premio di 20mila euro per promuovere la propria carriera sulla piattaforma e la partecipazione al corso pratico e interattivo YouTube Creator Camp di Londra, il tutto a spese di Google.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    AcXXXXX offline?
    Come si fa ad accedere a gmail offline?
    • Legione scrive:
      Re: AcXXXXX offline?
      - Scritto da: panda rossa
      Come si fa ad accedere a gmail offline?Con il computer spento?
    • Lanf scrive:
      Re: AcXXXXX offline?
      Ti scarica in locale copia di tutta la tua mailbox e puoi (potevi) usare il client sulla casella di posta in locale.
      • pippuz scrive:
        Re: AcXXXXX offline?
        - Scritto da: Lanf
        Ti scarica in locale copia di tutta la tua
        mailbox e puoi (potevi) usare il client sulla
        casella di posta in
        locale.Puoi scaricare anche solo parte della posta, se vuoi, decidi tu. Credo che di default sia quella dell'ultimo anno (o ultimi sei mesi) per tutte le etichette, ma si può modificare a piacimento. Si continua ad utilizzare il browser e non un client di posta elettronica, dando così la possibilità di utilizzare uno strumento solo (il browser, appunto) sia quando sei online sia offline.
    • giacche scrive:
      Re: AcXXXXX offline?
      - Scritto da: panda rossa
      Come si fa ad accedere a gmail offline?Se vai nelle opzioni del tuo utente gmail trovi un'apposita sezione in cui c'è scritto tutto.
    • ruppolo scrive:
      Re: AcXXXXX offline?
      - Scritto da: panda rossa
      Come si fa ad accedere a gmail offline?Si prende un portatile e un cavo ethernet, si va a NewYork al 75 Ninth Avenue, si suona il campanello, si va allo switch di rete, si attacca il cavo, et voilà. Lì l'acXXXXX ce l'hanno.
      • hp sucks scrive:
        Re: AcXXXXX offline?
        però fai attenzione, il portatile non deve essere un mac: negli uffici google c'è la connessione a 1 gbit o gigaethernet che dir si voglia .. e a quanto ci risulta, la gigaethernet sui mac va come la ethernet normale (solo 100 megabit) se si va in america a scaricare la posta ... almeno lo si faccia con velocità degne
        • ruppolo scrive:
          Re: AcXXXXX offline?
          - Scritto da: hp sucks
          però fai attenzione, il portatile non deve essere
          un mac: negli uffici google c'è la connessione a
          1 gbit o gigaethernet che dir si voglia .. e a
          quanto ci risulta, la gigaethernet sui mac va
          come la ethernet normale (solo 100 megabit) se si
          va in america a scaricare la posta ... almeno lo
          si faccia con velocità
          degneNon solo la velocità dei Mac sfrutta a pieno la linea a 1Gbit, ma negli uffici Google usano proprio i Mac.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: AcXXXXX offline?
      - Scritto da: panda rossa
      Come si fa ad accedere a gmail offline?html5 local storagehttp://dev.w3.org/html5/webstorage/
      • ruppolo scrive:
        Re: AcXXXXX offline?
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        - Scritto da: panda rossa

        Come si fa ad accedere a gmail offline?

        html5 local storage

        http://dev.w3.org/html5/webstorage/Ma un normale programma di posta no, eh?
        • came88 scrive:
          Re: AcXXXXX offline?
          Sono d'accordo con te che un normale client IMAP sia meglio, tuttavia per adesso mi risulta che nessuno abbia la gestione delle etichette di gmail (che in IMAP sono visualizzate come cartelle, con conseguenti doppioni di email, da scaricare due volte, indicizzate due volte etc...).Ovvio che google non spinga per lo sviluppo di un simile client, perché in tal caso perderebbe gli introiti pubblicitari derivanti dall'utilizzo della webmail (di chi non usa adblock)...P.S.: se per caso mi sbaglio e qualcuno di voi conosce un client di posta che supporta le etichette di gmail battete un colpo
          • ioCELOpiuLUNGO scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Il client email incorporato nell'INSUPERABILE OPERA BROWSER legge le etichette gmail e te le mostra come cartelle insieme alle altre IMAP.
          • came88 scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Questo lo fanno tutti i client IMAP... Io cercavo un client che vedesse le etichette come etichette, non come cartellePer fare ciò che chiedo il client dovrebbe violare lo standard IMAP, perché gmail fa vedere le etichette come cartelle IMAP
          • ioCELOpiuLUNGO scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            "Io cercavo un client che vedesse le etichette come etichette, non come cartelle"e sotto..."perché gmail fa vedere le etichette come cartelle IMAP"deciditi: etichette o [etichette=cartelle]....e comunque l'insuperabile opera browser lo fa. Puoi marcare qualsiasi messaggio con un etichetta, nelle opzioni DELLE ETICHETTE DENTRO OPERA devi impostare quella etichetta come associata a una cartella IMAP che ti pare, poi nella visuale messaggi scegli quello che vuoi: tutti i messaggi, solo una cartella, tutte le etichette, solo un etichetta e naturalmente ogni messaggio può avere più di un etichetta. L'unico problema è che se assegni più di un etichetta al solito messaggio opera (giustamente) crea un duplicato del messaggio per ogni etichetta, in rete ci sono dei workaround per ovviare a questo problema. Googola un pò, installati opera, prova la posta, leggi qualche guida, che sinceramente io questa funzione non la uso, ma ti ripeto, dovrebbe funzionare, ho controllato nelle impostazioni delle etichette c'è un'esplicita impostazione per associare un'etichetta a una cartella IMAP (etichetta gmail). Fammi sapere...
          • came88 scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Ok, non mi sono espresso al massimo.Internamente ai server google c'è una copia sola dei messaggi a cui possono essere assegnate più etichette.In IMAP gmail fa vedere le etichette come cartelle, quindi un client standard per ogni messaggio con etichetta crea (o meglio scarica) un doppione.Quello che cerco è un client che riconosce i doppioni (perché in IMAP ci sono doppioni) e li scarica e salva una volta sola.Non conosco Opera, lo provo...
          • ioCELOpiuLUNGO scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Prova perchè sembra lo faccia...Qui sembra ci sia un workaround (ho fatto una googolata veloce ma tu cerca meglio):http://operawiki.info/GmailIMAPPoi, se non hai mai usato opera, ti sei perso il full-optional dei browser (fra parentesi forse il più veloce): client email, client IRC, client torrent, widget, estensioni, tab con miniatura/anteprima, acXXXXX rapido, sincronizzazione di: note, contatti, calendario, bookmarks, cronologia, acXXXXX rapido e motori di ricerca...e l'interfaccia è il massimo della personalizzazione: pannelli e barre a scomparsa posizionabili OVUNQUE etc etc
          • ioCELOpiuLUNGO scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Come dice qui:http://www.courier-mta.org/imap/README.imapkeywords.htmlCitazione: "There are five pre-defined flags that may be set on each message in an IMAP folder: Seen, Answered, Draft, Deleted, and Flagged. An IMAP server may also optionally offer the ability to set arbitrary client-defined flags for any message."Quindi nessuna sicronizzazione è possibile per arbitrarie etichette fra un client e il server IMAP di Gmail, se quest'ultimo (come sembra) gestisce solo i 5 flag di default dell'IMAP e nessun altro flag aggiuntivo come invece fanno altri server IMAP.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 giugno 2011 15.00-----------------------------------------------------------
          • came88 scrive:
            Re: AcXXXXX offline?
            Che dire... grazie delle info...Provo un po' opera, non so se lo tengo (normalmente uso firefox, chrome, thunderbird sia su win7 che su ubuntu e evolution solo su ubuntu)
Chiudi i commenti